venerdì 29 ottobre 2010

Quella gran voglia di riderci su

Oggi due post. Qui sotto Paolo, a parte la new entry Sdrenfano.

++++++++++++++++++++++++++++++

[Post di Paolo]

Buongiorno,

dopo la notte dell'ira - quella di mercoledì scorso - in cui Giuseppe Cruciani aveva praticamente azzannato rabbiosamente qualsiasi ascoltatore lo contrariasse, ci voleva una puntata dai toni più distesi e leggeri.

Il caso ha voluto che l'attualità offrisse al conduttore proprio lo spunto adatto per una serata di chiacchiere da bar, con umorismo un po' greve e pecoreccio. Il risultato è stato un susseguirsi di insinuazioni ed ironie, barzellette e canzoncine che vertevano attorno agli aspetti più pittoreschi del Ruby – gate. Il tutto, incontrando evidentemente il carattere e l'umore di Cruciani è risultato proprio divertente. Insomma, la serata non è stata perfetta, ma sicuramente molto divertente. Coi duetti con David Parenzo, il Bunga Bunga, le barzellette di Fede e Noemi… Insomma, tutto molto bene.

Ecco, se posso permettermi un suggerimento a Cruciani, forse sarebbe stato meglio non assecondare l'ossessione della solita sinistra focalizzata sempre e solo contro Berlusconi ed affrontare la cosa per quanto possibile in maniera meno mirata sul Presidente del Consiglio, ma un po' più generale, e magari abbandonare quel finto moralismo che ha mantenuto il linguaggio da "fascia protetta" (per dirla con le parole del co–conduttore Parenzo), per usare invece un po' di quei termini franchi e schietti che, di sdoganamento in sdoganamento, dicono pane al pane e vino al vino.

Sapete cosa si sarebbe ottenuto invece dell'ironia sul Bunga Bunga? Una serata spesa a parlare sull'ipotesi che un vecchio si sia inculato una minorenne forse coinvolta in un giro di prostituzione ed abbia abusato del suo potere per sottrarla ad un affido tutelare. Questo è quindi l'atteggiamento che sarebbe stato riservato a chiunque non fosse Berlusconi.

Certo che raccontata così passa la voglia di riderci su e di trattare con bonomia il protagonista maschile, vero? Meno male che la considerazione dei media non è uguale per tutti, e qualche sconticino ad editori e politici amici si fa…

Mi devo perciò correggere, la puntata è stata meglio come effettivamente andata in onda. Se non avessi l'enorme sospetto che si tratti di un trappolone per i moralisti anti berlusconiani, mi verrebbe da vomitare, e il problema per una volta non è Cruciani, ma in primo luogo la massa dei media cui si è allegramente aggiunto, che stanno trattando l'argomento sostanzialmente in chiave piccante (quando invece penso abbia ragione Parenzo a parlare di atmosfere da basso impero), ed in secondo luogo un Premier ricattabile perché probabilmente non sarà responsabile di alcunché, ma ha reso verosimili anche le ipotesi peggiori e più bizzarre con i suoi comportamenti inopportuni precedenti, come proprio questo caso sta dimostrando.

Ciao

Paolo

-------------------------------------------------

(Authan) Stra-or-di-na-rio il bunga bunga musicale di Elio e Le Storie Tese, sulle note del waka waka, a "Parla Con Me" del 28 ottobre. Probabile jingle tormentone delle prossime Zanzare.




In questi tempi di crisi,
l'importante è ridere, sorridere e festeggiare!

Bunga bunga con Lele...
Bunga bunga con Fede...


17 commenti:

Francesca ha detto...

Emmenomale che è arrivato Giovanni da Pisa a uscire dalla fascia protetta e a parlare di seghe!!

:-P

F®Ømß°£ ha detto...

Concordo sull'ipotesi trappolone.

È palese che l'immagine di vegliardo circondato da donne giovani e disponibili giova al Sommo. Tutto il frastuono intorno a questa storia, distrae dalla spazzatura di Napoli x dirne solo una, e c'è pure il rischio che molte delle cose che vengono scritte non sia in futuro confermata.

Degli abusi di potere non gliene frega niente a nessuno per dirla à la Crux.

Ricattabilità? Si fa anche fatica a spiegarla.

Ma... il bunga bunga si può fare dopo il balconing?

Saluti

Tommaso ridanciano

Francesca ha detto...

29/10/2010

Bungagiorno di Massimo Gramellini

Gli americani sono dei quaccheri. Lì un presidente può fare bunga bunga con Marilyn Monroe o una stagista della Casa Bianca, ma se telefonasse all’Fbi per far rilasciare una minorenne arrestata per furto, oltretutto spacciandola per nipotina di Mubarak, sarebbe costretto a dimettersi alla velocità della luce. E se dicesse di averlo fatto perché è un uomo di buon cuore? Peggiorerebbe soltanto la situazione. L’abuso di potere, la sacralità della carica, bla-bla.

Che perbenismo triste, che formalismo ipocrita. E la Francia giacobina? Neanche a parlarne. Lì un presidente può tenere nascosta una figlia tutta la vita come Mitterrand o sposare una modella col birignao più appuntito delle caviglie, ma se telefonasse alla Gendarmerie per far rilasciare una minorenne arrestata per furto, oltretutto spacciandola per nipotina di Mubarak, sarebbe costretto a ritirarsi a vita privata. I francesi non hanno una storia alle spalle che consenta loro di apprezzare certi slanci liberali. Sapranno cucinare le omelette, ma la democrazia non gli è mai riuscita bene. I tedeschi, poi: luterani, gente fanatica. Lì un cancelliere non telefonerebbe al Polizeipräsidium neanche per far rilasciare la propria, di nipotina, altro che quella di Mubarak. Ecco, forse solo in Egitto, dove la democrazia affonda nei millenni (i famosi Faraoni della Libertà), il presidente telefonerebbe alla polizia per far rilasciare una minorenne arrestata per furto. Ma non la spaccerebbe per nipotina di Mubarak, essendo lui Mubarak. Semmai per nipotina di Berlusconi: esisterà, al riguardo, un accordo bilaterale?

mariolino ha detto...

“Mi mostra l'Audi e dice che è per me. Ma non ho fatto sesso, solo una simpatia reciproca”
“Sono buono. Ho telefonato in caserma per segnalare che c’era una famiglia che voleva adottarla”
Dichiarazioni ad uso e consumo degli utenti delle TV berlusconiane.

Michele Reccanello ha detto...

non è lui a sfruttare la prostituzione, è la prostituzione a sfruttare lui. M. Travaglio

Questa vicenda riporta di attualità le 10 domande di Repubblica.
Quanto è ricattabile, e non solo da queste ninfette, il PDC?
Di queste vicende - ci metto anche la compra-vendita senatori con un ex PD che sosteneva di tenere B. per le palle, P3, Dell' Utri che sostiene che B. lo deve ringraziare perché se aprisse bocca...- questa è la cosa che più interessa. Il resto è solo gossip ed eventuale reato se si è intrattenuto con una minorenne.

francesco.caroselli ha detto...

Alzo le mani, sono esausto, basta, non ne posso piu di tutte queste stronzate.
Fra l'altro la tipetta marocchina ha detto che non ha fatto sesso a-naso con lei ma con altre...

Non capisco perchè Tommaso dice che la ricattabilità è difficile da spiegare, insomma non ci vuole molto:
chiunque è al corrente di comportamenti non publicamente accettati o politicamente sconvenienti per B può andare da lui e chiedrgli qualcosa...
la conduzione di un programma, un ministero, un seggio, un condono... dei soldi.

Io non dirò piu nulla su questa inutile e poco interessante storia...
almeno finchè non esce fuori un filmino.

Ritorno alla realtà.
Ciao

Francesca ha detto...

Questa volta a pronunciare la stessa frase che già ieri Bersani ha proferito, è uno dei campioni del terzismo giornalistico: "Cos'altro deve ancora succedere?"

Eppero' mio caro EGDL il problema non è tanto del PDL, bensi di un governo nel suo insieme, come ha detto timidamente anche la signora di Confindustria, ritrattando proprio sul cavaliere di Hardcore.
E di piu', di un governo e dell'alleanza che lo sostiene!
Ma la LN invece che fa? Appoggia e approva tutto quello che attiene agli specifici interessi di uno solo, parla di federalismo magico ma intanto non di far calare le tasse sul lavoro, sia a beneficio dei lavoratori che dei datori di lavoro, o di far crescere l'occupazione.

http://www.corriere.it/editoriali/10_novembre_01/della-loggia-editoriale-coraggio-verita_e17361ec-e586-11df-b5c0-00144f02aabc.shtml

Viola ha detto...

bah.. non se ne può più di sentir parlare di sesso nella trasmissione di Cruciani, ormai è evidente qualche carenza..

argomenti molto maschili

oggi persino il buon Vaime commentava con imbarazzo sulle "intemperanze sessuali della terza età"

Francesca ha detto...

Spettacolare Vaime!
Ha esordito dicendo che NON ne voleva parlare!
Poi ha fatto un pezzo strepitoso!

Io pero' vorrei segnalare una cosa che ho letto sul Mattinale delle Procure di ieri.
Sembra che l'Associazione cattolica della comunicazione denominata Club S.Chiara, con lettera del proprio presidente Marco Palmisano, abbia chiesto al card. Bagnasco di ritirare dalle chiese italiane il settimanale Famiglia Cristiana, dopo il noto editoriale sul caso Ruby.

"E' grave e diseducativo che FC continui ad abusare della sua rendita di posizione all'interno della buona stampa delle parrocchie per diffondere il verbo della zizzania e del moralismo piu' bieco nei confronti del capo del governo che, piaccia o meno, riscuote il consenso della stragrande maggioranza dei cattolici italiani.
FC è libera di esprimere i giudizi che ritiene piu' validi ma solo nella piu' ampia autonomia garantita dal sistema editoriale distributivo italiano e pertanto fuori dalle chiese e dalle parrocchie.
Il vero scandalo non è Berlusconi ma questo clericalismo strisciante e mellifluo di FC che inganna la buona fede dei fedeli italiani che, invero pochi ancora, credono che i giudizi di questo giornale possano rispecchiare gli orientamenti ufficiali della Chiesa e del magistero"



Ecco.... dopo questo corro a sottoscrivere l'abbonamento a FC!

Viola ha detto...

da certi commenti che leggo su facebook, di nuovo non si parla che di bunga bunga.. la mia radio sta felicemente muta e mi dedico a cose molto più divertenti e interessanti

Francesca ha detto...

Proprio adesso Chicco Mitraglia ha letto un’ANSA, interrompendo il servizio sul maltempo e i morti di Massa, in cui si afferma che la procace marocchina nipote del presidente egiziano (una balla talmente strampalata che nemmeno in un film di Toto’!) era già finita in un’inchiesta su un giro di prostituzione e festini nel 2009, in allegra compagnia di Mora e altri.

Ma la Santa ieri sera a IN ONDA ha definito MERITORIA l’azione del premier di preoccuparsi che un simile fiorellino venisse affidata a mani amorevoli e molto responsabili quali quelle della consigliera ex-valletta!

VERGOGNA!

Ma lo sapete qual è la cosa piu’ disgustosa di questa faccenda?

Che il presidente Mubarak ha avuto lo scorso anno un nipote di 13 anni morto accidentalmente in Germania. Tragedia che ha tenuto nel lutto la famiglia presidenziale per molti mesi.


http://www.localport.it/eventi/notizie/notizie_espansaN.asp?N=46215

Pensare che figura ci facciamo nelle cancellerie di mezzo mondo a causa del re dei cialtroni, il clown presidente affetto da satiriasi completamente fuori controllo!

BASTA! SVEGLIATEVI E PIANTATELA DI DIFENDERE L’INDIFENDIBILE!

Viola ha detto...

ecco che figura ci facciamo in Germania, cara Francesca:
http://www.tagesschau.de/ausland/berlusconi282.html

e non solo SB, ma anche la nostra stampa, giustamente, subisce lo stesso giudizio:
"..Aufmacher in allen Medien, vier Seiten und mehr Berichte und Hintergründe in der Qualitätspresse - was in Italien allerdings ein relativer Begriff ist."

Francesca ha detto...

Dalla Russia al Brasile, dall’India alla Germania , persino oltre oceano, tutti ridono di noi.

In Inghilterra il DAILY TELEGRAPH dice “la teenager é stata testimone, nella lussuosa villa del premier, dei ‘bunga-bunga’ party, termine che indica uno dei giochi osceni favoriti da Berlusconi

In Germania, la BILD titola: “17enne sostiene: Berlusconi voleva il ‘Bunga Bunga’.” Die Welt titola “Clamore per party con minorenni”. Lo Stern Online sottolinea invece “Nuovo clamore su presunti Sexpartys da Berlusconi”.

In Francia dove 70 articoli si occupano di questa storia , LIBERATION titola: “Berlusconi et la petite voleuse” (Berlusconi e la piccola ladra…titolo quasi romantico ) e osserva: “In Italia, la politica è come il cinema”. Le Monde dice: “L’ Italia si è risvegliata scoprendo di essere il paese del bunga bunga” Il quotidiano RUE89 titola “Le serate del bunga-bunga, Berlusconi e le donne, capitolo secondo” e spiega senza mezzi termini:
“Il bunga-bunga era finora ignoto a gran parte degli italiani… Nel giro del premier, vuol dire sesso di gruppo anale”

Molti anche i commenti su Gheddafi: “Mouammar Kadhafi, après avoir dispensé des cours d’Islam à des centaines de jolies italiennes, a enseigné à Berlusconi l’art du “bunga bunga”

Lo spagnolo EL PAIS sottolineando che il caso suscita “una nuova questione di responsabilità politica” e chiedendosi se “la fragilità privata del Cavaliere metta in dubbio la credibilità del suo lavoro pubblico” titola : “Liberadla, es la sobrina de Mubarak”. El Mundo, “Uno scandalo erotico festaiolo torna a infangare Berlusconi”.

Al di là dell’oceano il Wall Street Journal titola online: “Stanca della crisi sul debito, l’Italia si dà al bunga bunga”. E il The Washington Post :Berlusconi dismisses prostitute reports as ‘trash’ ( Berlusconi respinge le relazioni con la prostituta come ’spazzatura’).

E parlano del bunga bunga anche la Pravda in Russia ed il bunga bunga merita un titolo anche in Brasile su
Estado de Sao Paolo, in Argentina e vai, vai, fino all’India....

Viola ha detto...

..che vergogna

Francesca ha detto...

Ormai, Berlusconi è diventato un caso umano e il suo atteggiamento è patologico...


Chi lo dice?

http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/288243/

Francesca ha detto...

La frase del giorno!

http://tv.repubblica.it/politica/il-premier-meglio-essere-appassionati-delle-belle-ragazze-che-gay/55757?video

Forza Cruciani, questo video rappresenta un'occasione unica e imperdibile per sbottonarsi un pochino, almeno dicendo che è una minkiata!

Michele Reccanello ha detto...

se la cosa non fosse cosi ridicola per tutto il paese, verrebbe veramente voglia di riderci su.