lunedì 25 ottobre 2010

Il segreto di Luca

Altro che purga dell'umano spirito. Svelando, sul Fatto Quotidiano e sul suo blog, gli scabrosi dettagli relativi al suo forzato confinamento in Purgatorio, Luca Telese si è giocato ogni ipotesi di ritorno da figliol prodigo ai microfoni della Zanzara. Senza pentimento, e senza redenzione, di salir al ciel non sarà mai degno.


Telese

[Vignetta di Marilena Nardi dal Fatto Quotidiano del 24 ottobre]


PS. Non potevo non dare l'estrema unzione a buon vecchio Luca, di cui conserveremo fino all'eternità un caro ricordo nei nostri cuori ronzanti. Ma il vero post del giorno è un altro. Non perdetevelo.


28 commenti:

PaoloVE ha detto...

... Dar della cretina alla Marcegaglia è stato un errore, una sciocchezza ed una caduta di stile.

La Zanzara perde la testa migliore.

Se per caso LT si desse alla radio fatemelo sapere...

Ciao

Paolo

Neon+Atlas ha detto...

Al di là del fatto che sparare sulla Marcegaglia in questo momento vuol dire mettersi dalla sponda dei Feltri e dei Mortimer (e già per quello l'uomo poteva evitare), il retroscena del Riotta con la faccia da bravo bambino e la lingua biforcuta vale il biglietto.

Per quanto mi riguarda, senza Telese la Zanzara inizia a starmi in equilibrio.

Michele Reccanello ha detto...

Mi spiacerebbe non sentire più quel birbante di Telese intervenire in trasmissione. Credo che, per come la spiegato nel suo articolo - e soprattutto preso come era dalla difesa di Porro nel passaggio radio incriminato - aveva delle ragioni valide per apostrofare cosi la Mercegaglia. Se poi Riotta si e` sentito indignato dall' atteggiamento del buon lutel, tanto da spedirlo in purgatorio, non mi meraviglio. Alzi la mano chi pensa che Riotta sia un campione del giornalismo liberale...

JustBlog ha detto...

Patetico Riotta. Delatore oltre che affossatore di giornali (da quando c'è lui direttore, Il Sole 24 Ore è crollato del 10% nelle vendite).

JustBlog ha detto...

Rimane David Parenzo a salvare in parte La Zanzara, altrimenti sarebbe campo libero per il retrogado legaiol-bigottismo berlusconiano in stile destrazza trogloditica di Cruciani.
Senza Telese non l'ascolto comunque più, proprio perchè è venuto a mancare l'equilibrio (sporadico Parenzo a parte).

Michele Reccanello ha detto...

ma chi è 'sto genio che ha definito B. re sòla...

Luca ha detto...

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE


Nei commenti sul sito del fatto, un fiume è abbastanza chiara la differenza fra quelli che non hanno mai nemmeno sentito la Zanzara e quelli che la conoscono, e sanno di cosa stiamo parlando. Voi no, siete addetti ai lavori.
Detto questo, voglio rispondere anche qui a quelli che dicono: "Fai la vittima", "Sei un paraculo", oppure "Ma ti comporti come Alice nel paese delle meraviglie, che non hai capito a chi ti accompagnavi?".
Ebbene, sono interessanti, e - anche se minoritarie meritano una risposta - queste tre argomentazioni.
Fai la vittima è un falso. Ho scritto un articolo perché ricevevo venti mail al giorno di perosne che mi chiedevano "Ma cosa è successo", e perché il mio direttore me lo ha chiesto. Fosse dipeso da me forse non lo avrei scritto, anche se un mese di "Purgatorio", mi aveva rotto i coglioni. Non faccio la vittima perché io dico: se uno vuole togliere Telese perché parla male della Marcegaglia è un suo diritto. Dopodichè non è che una cosa che si può fare sia giusta, no? E' chiara la differenza? Se Io intervisto Stracquadanio per il Fatto e lui mi dice che Travaglio è un talebano, io lo scrivo. Perché so che Marco Travaglio xse ne frega e non chiede censure. Quindi io rivendico il diritto ad essere diversi e a considerare l'autocensura peggio della censura.
Due. A chi mi dice: sei un paraculo posso dare una risposta facile. La Zanzara mi piaceva e mi divertiva, ero consapevole e intrigato dal "duello", con uno che la pensava diversamente da me. Quindi se fossi stato paraculo, non avrei scritto l'articolo, e mi sarei parato il culo...
Tre. Alice: che cosa vuol dire? Io Partecipavo alla Zanzara perché lo cosnideravo, e lo considero un ottimo programma. Non quello che farei io, ma un ottimo programma di commento sui fatti del giorno. Alice? Io dicevo quello che volevo senza pormi limiti.
Appunto.
Quattro. Ingiuriatore. La marcegaglia è una cretina è una frase estrapolatda da un ragionamento di venti minuti. Se lo risento lo sottoscrivo ancora.

Neon+Atlas ha detto...

Telese che scrive qua sopra roba di ragionamento mentre "di là" si divertono con i jingle del Mago Otelma fa veramente fine dei giochi.

Cruciani boia.

Parenzo bigle.

Michele Reccanello ha detto...

caro luca,

la zanzara ERA un bel programma fino a qualche mese fa, ma ora lo stile di GC,improntato più al Cabaret che al dare voce agli ascoltatori, lo fa scadere spesso di tono.
Certo sentirsi tutte le sere Otelma, ne fa una trasmissione di qualità ...che PALLEEEE!!!!!
Chi se ne frega di otelma.

francesco.caroselli ha detto...

Luca ti avrei preferito un tantino piu paraculo..giusto un tantino, quel tanto che bastava per non farti scrivere quell'articolo che probabilmente ti escluso dalla Zanzara...

Francesca ha detto...

@ Luca Telese

Capita a tutti di incappare in errori di valutazione.... di cosa sia consentito dire, in quale contesto e in quale momento!
Sinceramente, se posso permettermi, ti facevo piu' capace di annusare l'aria.....

In realtà il tuo pezzo (*), cui quasi attribuisci ad altri (i lettori che chiedevano insistentemente, il direttore del FQ ...) la paternità è stato come la pezza ancor peggiore del buco!
E infatti se giò lo scorso venerdi GC annunciava la tua prossima rentrée e la pena quasi scontata per intero in qualche settimana di stop, adesso chi ti sentirà piu' alla Zanzara?!



Ciao!


(*) Luca Telese versus Gianni Riotta....piagnucola per la squalifica da La Zanzara per aver detto cio' che pensa di una delle signore piu' sopravvalutate dall'informazione italiana!

Gambero ha detto...

Io LT lo ringrazio per aver chiarito come sono andate le cose, e per avermi permesso meglio di inquadrare Riotta.

Ma ve lo immaginate un Cruciani (o un Parenzo) rischiare un posto di collaboratoro e radiofonico e i vantaggi economici che ne derivano semplicemente perché si era "rotto i cojoni del purgatorio"?!?

Pale ha detto...

@ Luca

La tua presenza alla Zanzara di Cruciani era divertente e senza di questa la trasmissione ha perso la maggior parte dell'interesse (poco, da un annetto a questa parte) che ancora suscita.

Detto ciò, ritengo che molte delle opinioni che hai espresso alla radio fossero "tranciate con l'ascia" e non "ricamate in punta di fioretto". Probabilmente questa scelta era motivata dal format della trasmissione e dalle caratteristiche del suo pubblico. Eppure talvolta le tue analisi avrebbero potuto colpire molto più a fondo, se solo non le avessi patinate con un velo "don chisciottiano".

Il mio sogno (eh si, mi accontento di poco!) sarebbe quello di leggere un tuo editoriale su questo blog come special guest e di vederti sfidare penna (anzi tastiera) in mano i sommi Authan e Paolo: secondo me ti sono superiori! ;)

Con simpatia,
Pale

Michele Reccanello ha detto...

@Gambero
Ma ve lo immaginate un Cruciani (o un Parenzo) rischiare un posto di collaboratoro e radiofonico e i vantaggi economici che ne derivano semplicemente perché si era "rotto i cojoni del purgatorio"?!?

Beh, la posizione di Telese e anche quella di Parenzo è diversa da quella di Cruciani. Infatti mentre GC è conduttore del programma, gli altri 2 fanno solo degli interventi.

PaoloVE ha detto...

siore e siori (rullo di tamburi):

il vangelo secondo Facci!

http://www.libero-news.it/news/517966/Insulta_in_radio.html

Solo per un lettore di Libero può essere credibile che Telese abbia dato della cretina alla Marcegaglia senza motivazioni. Infatti non lo ha fatto. Dagli ex colleghi mi guardi Iddio...

Ciao

Paolo

Francesca ha detto...

sticazzi!

Neon+Atlas ha detto...

L'articolo di Facci è imbarazzante. Per lui.

Gioca a fare quello contro ma per me è un servo.

Forse ce lo troveremo come new entry nel programma.
A fare la sigla, però. Perchè chi lo regge in onda...

PaoloVE ha detto...

@ neon:

anche se non ho per nioente apprezzato il pesante attacco personale a Telese, non sono d'accordo con te. Authan mi ha fatto scoprire che Facci è in gradi anche di scrivere articoli validi. Uno dei pochi in quel giornale.

Ciao

Paolo

Authan ha detto...

Filippo, davvero puntuto, va un po' troppo sul personale perdendo di obiettivita'. C'e' troppo livore nel suo testo.

Quando parla di temi alti e di politica seria Facci e' un numero uno assoluto. Ma quando scende nell'arena delle sue antipatie personali mi da' solo fastidio. Di piu', mi fa incazzare. Uno spreco di talento pazzesco.

Michele Reccanello ha detto...

@PaoloVE

Puoi dire quello che ti pare su Facci, ma quando scrive:
allora, ha scritto un articolo su Il Fatto quotidiano e si è completamente inventato che Gianni Riotta ha chiesto la sua testa, perché è il regime, sapete. Ma raccontata così non rende: occorre contestualizzare, come si dice.
Se ha letto l'articolo di Telese dovrebbe aver capito anche il contenuto che è fuori da ciò che esprime, e magari riascoltando la puntata della zanzare si potrebbe fare una idea del tutto diversa.
Io non posso non pensare che FF ce l'abbia con Telese perché scrive sul Fatto Quotidiano, e che i 2 giornali si sono recentemente scambiati accuse sull'uso degli aiuti all'editoria.

dice poi:
forte con i deboli e buffo con i forti
mi sembra che il caso Mercegaglia, il caso Lancini, gli interventi alle conferenze stampa di B. stiano a dimostrare il contrario, ma evidentemente per Facci queste cose non contano.

Michele Reccanello ha detto...

commento di deloner all'articolo di Facci:
Che parole imbarazzanti. C'è staot un periodo in cui ho scambiato la sua vocazione da bastian contrario per autentico spirito indipendente. Che errore. D'altra parte c'è chi scambia Craxi per uno statista. Succede. Dura la vita per chi non è nessuno e l'unico cantuccio che trova sulla carta stampata è fare l'ex bello su una rivista femminile o qui a fare le pulci ad i "colleghi". Facci le tre volte che l'ho visto ad Annozero provava a fare il Travaglio di destra (sempre che Travaglio sia di sinistra). E' stato fatto a pezzi. Ed ora sputa su un ex-collega. Ma non si lamentava di non aver ricevuto telefonate dagli colleghi quando se n'era andato dal Giornale? La verità è che l'unica cosa che sa fare è la casalinga disperata. Se fa un libro fa il pettegolo su Di Pietro. Se fa un articolo spettegola su un collega. Ma la vocazione da grembiule resta la stessa. Auguri.

Viola ha detto...

l'Antizanzara rischia di trasformarsi in un'arena: tra chi crede a Telese e chi crede a Facci

onestamente, propendo per Facci, non foss'altro perchè Luca non mi convince affatto quando scrive che la sua frase va constestualizzata in 20 minuti di intervento e acquista quindi altro significato: quella frase è un'offesa punto e basta.

ed è stato ridicolo mettere in piazza quello che succede "dietro le quinte" del programma. Chi se ne frega se ti scrivono 20 lettori al giorno, o se nei blog o su facebook si chiede a gran voce il tuo ritorno o spiegazioni della tua assenza?

accontentati del fatto che sei voluto/cercato/desiderato/hai visibilità/importanza ma non giocarti la carta dell'outing, dell'insider trader, dello sputtanamento

no, non mi sei piaciuto per niente e sempre meno mi piaci
Rileggitelo per 20 minuti così alla fine posso dirti che il cretino sei stato tu

Viola

PaoloVE ha detto...

@ viola:

non credo nemmeno sia una questione di a chi credere: Telese l'abbiamo sentito dare della cretina alla Marcegaglia per difendere Porro, che a sua volta abbiamo poi sentito minacciare Arpisella (no, quello non era cazzeggio). Per di più a casa sua.
Ribadisco: un errore, una sciocchezza ed una caduta di stile. Era ovvio e probabilmente anche giusto che ci fossero delle conseguenze.

Al di là di questo penso che la scelta di Radio24 di non chiarire da subito la situazione sia stata un errore e altrettanto probabilmente è stato un errore ancora di Telese cercare di passare da vittima essendo partito da una posizione in cui aveva quanto meno pisciato fuori dal vaso.

Ma Facci va ben oltre l'analisi di quanto successo: determinati commenti personali su Telese sono altrettanto inadeguati del "cretina" alla Marcegaglia, altri professionali sono invece semplicemente falsi.

Ciao

Paolo

Viola ha detto...

@ Paolo

la tua analisi è corretta, ciò non toglie che certi fatti sono accaduti o no e se non lo sono poco mi importa se Facci va sul personale nel dipingere un collega di cui non si sa se sia mai stato amico, per me è più importante sapere che Telese ha fatto una carognata all'amico Cruciani per puri scopi commerciali di autopromozione

en passant vi faccio notare che il buon Filippo scrive. "Limitiamoci a dire che Giuseppe Cruciani, invece, è .."
dando a intendere, forse, che ne avrebbe anche per lui.

Neon+Atlas ha detto...

Telese ha fatto una carognata all'amico Cruciani per puri scopi commerciali di autopromozione


Prendi un bavaglino perchè stai schiumando bile sulla tastiera. Quello che sostieni è del tutto arbitrario.
L'indulgenza verso Facci è del tutto immotivata se accostata alla durezza con cui condanni Telese.

Che, è ormai chiaro a tutti, ha fatto una cacchiata ad usare quell'epiteto.

Però calma.

@PaoloVE

Guarda io avevo un'opinione buona di Facci e non solo perchè ad un certo punto ha preso a dire cose scomode contro qst governo, vedi Carfagna..
Ma quando poi il tuo ruolo si riduce a sparare su un collega con cui facevi la macchietta da Piroso mi scendi del tutto.

A proposito @ Michele Reccanello

lo confesso, sono io Deloner :D

Michele Reccanello ha detto...

@N+A

;-)))

A dir la verità una volta mi pare che mi era passata per l'anticamera del cervello di commentare alcuni articoli di Facci, ma il dover fare un'altra (tra le tante) registrazioni mi ha fatto passare la voglia.

Michele Reccanello ha detto...

@PaoloVE

Si può discutere o meno dell'opportunità di quell'articolo di domenica sul FQ, ma per conto mio non mi sembra affatto che facesse del vittimismo, ma dava solo la sua versione dei fatti.

Gambero ha detto...

@Michele Reccanello

Ripeto, te lo immagini un Cruciani o un Parenzo che, al posto di Telese, si giocano un posto di collaboratore radiofonico su Radio24 perché "mi sono rotto i cojoni del purgatorio"?!?

Io no. Cruciani e Parenzo avrebbero fatto i "paraguri", buoni e zitti per un mese a prendersi le "simpatiche" prese per il "guru" di Cruciani, senza che tra l'altro quest'ultimo fornisse agli ascoltatori una spiegazione soddisfacente dell'allontanamento coatto.