venerdì 22 febbraio 2008

Il manifesto di questo blog

A ora di cena, chi desidera un po' di dibattito su temi di politica e attualità può scegliere tra due talk show radiofonici abbastanza simili tra loro:

- Zapping su Radio 1 RAI, condotta da Aldo Forbice.
- La Zanzara, su Radio 24, condotta da Giuseppe Cruciani.

Per un po' di tempo ho seguito un po' una trasmissione e un po' l'altra, a caso. Ma poi la scelta è caduta definitivamente su La Zanzara, ed è proprio questo il programma che, tra i due, io consiglio. Vorrei spiegarvene i motivi.

1) Zapping va in onda ben 15-20 minuti dopo la fine del GR1 delle 19. In tale lunghissimo intervallo, oltre a una valanga senza senso di pubblicità, va in onda l'agghiacciante programma religioso "Ascolta, si fa sera". Pur di non ascoltarlo, ero solito cambiare stazione o spegnere la radio per alcuni minuti.

2) Il conduttore di Zapping, Aldo Forbice, mi è insopportabile. Questione di gusti. Mi infastidisce fisicamente. E' un problema mio, sicuramente. Ma così è. Magari un giorno vi spiegherò i motivi più in dettaglio, se a qualcuno dovessero mai interessare.

3) La Zanzara inizia prima, è piu snello, ha più ritmo, è più efficace.

4) Il conduttore della Zanzara, Giuseppe Cruciani, è pungente (...come una zanzara), stimolante, raramente banale, talvolta fastidioso (...come una zanzara). Anche grazie ad un linguaggio ruvido, non accostabile a quello dei moderatori tradizionali, è difficile rimanere indifferenti ai suoi commenti.

Già. Difficile rimanere indifferenti. Appunto...

Cruciani da alcuni anni si è costruito un pulpito dal quale può chiosare a piacimento su ogni tematica possibile, e voi capirete come statisticamente sia impossibile essere sempre d'accordo con lui. Personalmente, trovo che in certi casi Cruciani non sia equilibrato nelle sue disamine e non di rado trovo motivi per essere in disaccordo con lui.

Il poco tempo, la pigrizia, mi avevano sempre portato a lasciar perdere. Ma ora basta.

Da qui nasce l'idea del blog Anti-Zanzara. D'ora in poi, quando sentirò uscire dalla bocca di Cruciani qualcosa di (per me) opinabile, verrò qui e ne parlerò. Controbatterò Cruciani motivando e argomentando le mie osservazioni. Con serenità, senza insulti e senza alcuna violenza verbale.

Una cosa vorrei sia chiara fin dal principio: questo blog non vuole diventare una sorta di "tiro al Cruciani". Chi scrive apprezza in linea generale Cruciani (altrimenti non lo seguirebbe tutte le sere). E' solo che, come detto, a volte non lo trovo equilibrato e vengo preso da uno stimolo irrefrenabile a "riequilibrare" le cose. Ma sempre con toni pacati e con circostanziate argomentazioni, senza limitarsi a slogan.

E in ogni caso, quando a Cruciani dovesse capitare di dire qualcosa di particolarmente meritevole, o comunque assumere una posizione scomoda, non comune, ma condivisibile su un qualche tema, io ne tesserò le lodi qui nel blog.

Lo riscrivo una seconda volta in grassetto, in maiuscolo e in arancione: QUESTO NON E' UN BLOG SPECIFICATAMENTE ANTI-CRUCIANI. Se il massimo contributo che intendete dare a questo blog è insultare Cruciani a prescindere, o se, al contrario, nel caso siate tra coloro che idolatrano acriticamente il conduttore, state quasi decidendo di trasformarvi in paladini a sua difesa presupponendo erroneamente che qui si viva solo per denigrarlo, ebbene, fate il favore di astenervi. Grazie.

Una nota: i commenti di tutti sono ben accetti, purché non volgari e offensivi (in tal caso verranno rimossi), ma per poterli lasciare è necessario autenticarsi con le proprie credenziali Google (dettagli qui). Per favore, sforzatevi di rimanere in-topic (Cosa è in-topic di preciso? Scopritelo leggendo le linee guida per i commenti ai post). Chi, poi, volesse andare oltre e proporsi come articolista, mi contatti via e-mail.

Infine, desidero segnalare che Cruciani è informato dell'esistenza di questo blog, e conosce il mio nome (che per motivi di privacy preferisco non scrivere sul web, ma, se vi interessa, scrivetemi, e privatamente vi dico tutto quel che volete).

E' tutto! Buona lettura.


UPDATE 23/04/2010. Da aprile 2010, Giuseppe Cruciani addirittura in persona ha iniziato a manifestarsi nella zona dei commenti ai post vergando brevi e ficcanti interventi. Molto bene. Le sue annotazioni, molto gradite, appaiono con lo username giuseppe, e tipicamente sono firmate "GC".

Siccome c'è il rischio che qualche idiota, nel vano tentativo di dare un senso alla propria inutile esistenza, possa trovare divertente tentare di impersonare Crux, adottando lo stesso nickname "giuseppe" e firmandosi "GC", spiego qui il modo per eventualmente accorgersene (fermo restando che io poi rimuoverò i falsi, se mai dovessero comparire, nel più breve tempo possibile). Ebbene, basta verificare l'URL che corrisponde al link a cui rimanda lo username "giuseppe". Se è il seguente (prestare attenzione al codice numerico, magari segnarselo), allora GC è davvero quel GC.

http://www.blogger.com/profile/13417763102175010791

Ripeto, il codice numerico che leggete nella parte finale dell'URL qui sopra è quello dell'account Google del vero Giuseppe Cruciani. Smascherare un eventuale fake (il codice sarà inevitabilmente diverso) diventa a questo punto un gioco da ragazzi.

40 commenti:

mauriziomorabito ha detto...

E allora io dico VIVA CRUCIANI

mauriziomorabito ha detto...

> Cruciani non sia equilibrato
> nelle sue disamine

E' curioso che qualche tempo fa, prima della Zanzara, gli scrissi un'e-mail proprio perche' NON apprezzavo il suo desiderio di mostrarsi equilibrato: e gli chiedevo di prendere posizione, e di dire la sua (come fa, appunto, adesso)

Proprio non e' possibile accontentare tutti.

Authan ha detto...

Maurizio, grazie per il commento.

Il termine "Equilibrato" nel mio post non andava inteso come "super-partes". Mi sta bene che Cruciani prenda posizione. E' che a volte, a mio avviso, le sue posizioni non stanno in piedi, non sono "equilibrate". Io riequilibrio :-)

Torna spesso a trovarmi. Ciao da Authan.

Catman ha detto...

Incredibile...

Non pensavo ci fosse un fanatico (esagerando) che avesse il tempo e la voglia di creare un blog del genere sulla trasmissione della zanzara...
Sono un assiduo ascoltatore della Zanzara di Cruciani ed invito sempre tutti i miei amici ad ascoltarlo. Fa bene alla salute ed alla capacità di "critica ragionata" sulle cose che accadono... (non solo in politica).

Bene, detto questo, eccomi qua... non mi presento (visto che non lo fai anche tu... capisco le ragioni cmq).

Cruciani mi è sempre piaciuto da quando ho scoperto la sua esistenza (che appunto mi ha fatto migrare da Zapping, il cui Sig. Forbice mi lasciava sempre più irritato... ecco sì, la definizione giusta... è irritante il sig. (Dott.?) Forbice... non so perchè).
Ma sopratutto sento molte cose in comune con un mondo che è quello liberale, liberista e libertario (e qui chi capisce, capisce gli altri sono out!).

Hai già provato a telefonare in diretta? ... io solo un paio di volte ma poi ho perso la pazienza (di aspettare intendo), poi è proprio un orario un po' strano: o sono in macchina, o sto mangiando...

Sto blog mi interessa assai,
vedrò di scrivere i miei commenti sulle pungenti constatazioni giornaliere del Cruciani.

Ciao
Catman

P.S. Anche Morabito... non mi è nuovo... ricevo sempre newsletter dai radicali piemonte, in cui intravedo qualche suo intervento...

ops... ci stiamo allargando con qualche indizio?!?!

Authan ha detto...

Ciao Catman, grazie per il commento.

Ho difficoltà a provare a intervenire in diretta perché non riesco fisicamente. "Tengo famiglia", come si suol dire, e tra i miei compiti ci sono quelli di preparare la cena, apparecchiare, lavare poi i piatti, il tutto dando una mano a mia moglie a occuparsi del bambino. E poi io sono timido :-)

Il confronto Cruciani / Forbice vede Cruciani nettamente vincitore su ogni punto di vista.

Vieni spesso a scrivere commenti e aiutami a pubblicizzare il blog se ne hai tempo e modo. A presto!

Authan, autore del blog

Anonimo ha detto...

Cruciani è semplicemente un classico cerchiobottista italiano.razza in crescita vertiginosa,l'altro giorno ha avuto la spudoratezza di dire che è impossibile fare macchine che non vadano ad alta velocità.Fateci caso i commenti intelligenti li sega subito e coltiva quelli pruriginosi.chi si deve vergognare è chi lo fà parlare, lui fa la sua gara e non vale la pena ascoltarlo.diventera' un misero capezzone.
stacollanana@hotmail.com

Anonimo ha detto...

Salve....ho scoperto questo blog grazie a Telese () e appena ho potuto sono venuto a sbirciare.

Sono d'accordo con te per quanto riguarda Cruciani..aggiungerei che alle volte e' arrogante e troppo "taglia corto" specie se gli argomenti si avvicinano a TravaglioGrilloDiPiertro... pare che a lui prudano molto talune punture di zanzara....

Stefano.

basiliskov ha detto...

Telese è uno dei tanti "comunisti " che scrivono per il Giornale, anzi lui vota veramente per Rif Comunista. La redazione romana del Giornale è piena di gente di sinistra, magari può apparire strano, ma è così.

Alex ha detto...

Caro Authan,
ogni sera ascolto La Zanzara mentre torno dal lavoro. Mi punge. Mi fa incaZZare! ...fortunatamente lo ascolto solo 20 min, ma ha un effetto migliore del caffè.

Però se pigli Cruciani per più di 20 min rischi veramente il collasso... se capita ricorro al tuo blog, gli do' una letta, scopro che nel mondo non son tutti come lui, e ritorno sereno!

Grazie Authan, continua così!

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti,

Trovo stimolante la discussione attorno a questa trasmissione.
Questo blog è stato a più riprese citato anche in diretta dallo stesso Cruciani (di solito quando si parla di Travaglio...) anche se non in maniera positiva.
Penso invece che questo blog sia la dimostrazione di quello che un trasmissione come la Zanzara vuole ottenere: creare interesse, ravvivare discussioni (che, per definizione, sono sempre di parte).
Complimenti a Cruciani che ha il coraggio di dire quello che pensa senza fronzoli e che apprezza chi vive in contraddizione (Telese docet).
Complimenti per il tempo che dedichi a questo blog.

Buona discussione.

authan ha detto...

Rispondo al commento precedente: caro anonimo, ti devo correggere. Non mi risulta che Cruciani abbia mai citato questo blog in trasmissine. Mai, neanche di striscio.

Lo ha fatto un paio di volte Luca Telese, in compenso.

Ciao e grazie per i complimenti.

authan (autore del blog)

francesca ha detto...

ciao Authan!
ho scoperto oggi per caso questo blog mentre digitavo in "gughel" il nome di Cruciani e la Zanzara di Radio24 che ho iniziato a seguire recentissimamente!
A Cruciani molti complimenti anche se mi trovo in posizione diametralmente opposta alla sua, ovviamente essendo lui allineato al berlusca-pensiero, da Ali-CAI a Gaza, and so on.... ma come dice "bah..." lui, davvero incomparabile! Lo adoro!!!
Ho messa la sua foto perfino nella mia gallery in Cupido!!
Devo fare anche a te i complimenti per l'ideona di questo blog che da oggi in poi sarà nelle mie frequentazioni quotidiane!
Davvero divertente!
Un saluto caro da Francesca

authan ha detto...

Ciao cara Francesca, sono conento di annoverarti tra i miei lettori.

Cruciani è davvero un personaggio singolare e un conduttore fuori dagli schemi. Le sue trasmissioni possono far innervosire (a me capita spesso), ma sempre meglio del rimanere indifferenti, giusto?

A presto e non esitare a scrivere commenti ai post!

authan (autore del blog)

Anonimo ha detto...

Ciao Authan,
complimenti per il Blog.
Io mi sono recentemente trasferito a berlino e ho scoperto la Zanzara col podcast di i-tunes,che sento ogni sera mentre cucino. Effettivamente iniziavo a lamentare tra me e me la mancanza di un confronto sugli argomenti di Cruciani (non conosco nessuno che ascolti questa trasmissione) e aver scoperto oggi questo blog mi fa molto piacere. Seguirò con interesse e curiosità i tuoi interventi (tra l'altro mi trovo d'accordo con quelli che ho letto), li commenterò e, quando possibile, farò della pubblicità al tuo blog. Un saluto,
Roberto

Allegra ha detto...

Grazie Authan, bell'idea, Cruciani ha bisogno di essere riequilibrato!
Io lo trovo di una arroganza immensa. Chiude il telefono in faccia ad ogni ascoltatore che promuove punti di vista diversi dai suoi e, soprattutto, mi manda in bestia quando inizia ad esporre un suo personale giudizio con parole come: "Tutti pensano che..." (io la penso regolarmente al contrario!). SGRUNT!
Verrò a trovarti con regolarità!
Allegra
http://metilparaben.blogspot.com/

noldotar ha detto...

Quoto Allegra, la cosa peggiore del programma La Zanzara è proprio quando maltratta gli ascoltatori che telefonano (finanziandolo) e ribattendo solo dopo che ha buttato giù il telefono, impedendo quindi la replica. D'accordo, c'è poco tempo, ma come mai quando chiamano persone di spessore non è mai acido come con gli ascoltatori ed è molto più disponibile?
Appunto per questo ho smesso di ascoltare La Zanzara, mi piace ascoltare le opinioni di tutti, e appunto per questo non voglio più ascoltarmi questa trasmissione: gli esperti non ci sono (eccetto casi particolari), chi vuole esprimere la propria non ha il tempo e viene spesso interrotto per l'onniscienza di Cruciani… per non parlare di argomenti tipo Di Pietro, Travaglio o Grillo… chi ne parla viene subito catalogato come c******e.

MarcoBari ha detto...

Ma quale Anti-zanzara, Cruciani, svelati a tutti e dillo che il tuo contrario sei te stesso.
Complimenti per l'idea.

authan ha detto...

MarcoBari,
ebbene, mi hai scoperto!
(scherzo...)

Benvenuto e buona permanenza. Aspetto i tuoi commenti.

authan (autore del blog)

Anonimo ha detto...

Cruciani...? Ora che,al governo,c'è Silvio è diventato ,se possibile, ancor più servile.Ponte sullo Stretto..? perchè no...Aumento delle cubature per le ville di lor signori..? non vedo dove sta il problema..Energia Nucleare..? Facciamo 100 centrali...Sentirlo mi da il voltastomaco.Mi facevo del male.Ora,rientrando a casa, metto su un Cd e sto molto meglio...

Anonimo ha detto...

concordo con l'anonimo del 15 aprile. ormai non è più in disequilibrio, è soltanto servile. peccato, perché quando conduceva vivavoce era proprio bravo, sapeva davvero intervistare con efficacia anche gli ospiti più particolari.... effetto dei tempi!

Anonimo ha detto...

p.s. bel blog!

paolo ha detto...

@ anonimo del 21 aprile:
Cruciani a vivavoce? Sei sicuro di non confonderti? io vi apprezzavo molto Milan, prima che lo sostituisse Ferrara....

Saluti

Paolo

Anonimo ha detto...

Cruciani è una specie di Emilio Fede della radio ed esattamente come Fede è arrogante, petulante, gratuitamente aggressivo.

mauriziomorabito ha detto...

ma se Emilio Fede fanno tutti finta di non guardarlo, di dichiarati fedelissimi della Zanzara e' pieno il mondo

Mastiica ha detto...

Scopro oggi per la prima volta questo fantastico BLOG. Io seguo "La zanzara" praticamente ogni sera quando in auto torno a casa. I motivi per i quali ho scelto di seguire il programma sono gli stessi del geniale fondatore del sito. Rispetto a lui però trovo il programma in se delizioso mentre Cruciani ASSOLUTAMENTE detestabile. Raramente mi capita di provare forti sentimenti di rabbia come quando lo sento argomentare faziosamente cose assurde a volte in palese contrasto con quello che lui stesso aveva gia detto. Lui ama bearsi dicendo che subisce attacchi sia da gente che pensa sia un filo berlusconiano sia da chi pensa che sia di sinistra. E secondo me è proprio questo il punto. LUI AMA FARE IL SERVO AL POTERE qualunque esso sia. L'ospite anche il più inqualificabile ha diritto di dire baggianate che nessuno di quelli che chiamano può avere la forza di dire. Cruciani semplicemente ama scodinzolare e strusciarsi alle gambe sia di Berlusconi che del PD. La sua fortuna è che purtroppo nella maggioranza dei casi coloro che chiamano non hanno la forza di sostenere un contradditorio con la sua arte che è poi quella dell'intimidazione . Più volte mi sono ripromesso di chiamare per sputtanarlo una volta per tutte perchè si merita una bella figura di cacca, specie quando con quell'accento ridicolo e la sua spocchia comincia a dire DICA, solo per quello meriterebbe di essere terminato dalla radio.
Cruciani se mi leggi spero ti venga almeno un po' di acidità di stomaco così te ne stai a casina per un po' e ci liberi dalla tua insopportabile presenza.
Saluti

Anonimo ha detto...

Paolo Villaggio mi ha fatto sempre ridere. Ehm... anche stasera, su Radio24.

Anonimo ha detto...

Bah... un blog su Cruciani. Credo che serva solo a portare acqua al mulino di un giornalista tendenzialmente fazioso e interessato a non scontentare i potenti di turno. L'autore del blog devo dire che mi è simpatico anche se il suo intento è diametralmente opposto all'effetto che otterrà (sempre che non sia Cruciani stesso): enfatizzare la figura di un giornalista che non esce dal coro della mediocrità, che si è creato un personaggio solo trattando ruvidamente poveri radio-ascoltatori che non vedono le cose come lui (in quel momento ovviamente). Al "pungente" Cruciani preferisco il caustico Travaglio che sa fare anche giornalismo e non solo l'opinionista. La Gabbanelli a mio parere è il top: grandi inchieste senza guardare in faccia nessuno. Santoro ha spessore e rompe lo schermo, però anche lui è oggettivamente un po' "faziosetto". Per il resto (mi riferisco ai presunti Guru del giornalismo non ai giornalisti dei piccoli quotidiani che forse hanno ancora a cuore gli interessi dei lettori e non i propri) forse ha ragione Grillo... Un saluto a tutti i commentatori del blog. Tutte persone simpatiche e che mi pare ragionino sui fatti, piuttosto che limitarsi a "tifare" con partigianeria per qualcosa o per qualcuno.

Anonimo ha detto...

Cruciani! A parte il fatto che corre la maratona, unica ragione che me lo rende simpatico, il più delle volte mi sorprende per la sua impreparazione.
Dottore in cosa? E' un giornalista? Perché non sa mai nulla? Quando i suoi interlocutori - soprattutto quelli in disaccordo con lui - citano fatti ben noti, Cruciani in genere risponde: "non credo che sia così... almeno non penso che sia così!".
Sembrano discorsi fatti al bar o sull'autobus. Con tutto il rispetto per i bar e gli autobus. Va bene che fare il giornalista è sempre meglio che lavorare ma un po' di informazione, più o meno corretta, non guasterebbe.
Fazioso o non fazioso? Non è questo il problema.
Il guaio è che Cruciani raramente argomenta le sue opinioni, di solito si limita a dire: "io la penso così, per me è così!". In mancanza di argomentazioni la dialettica ne soffre e la Zanzara diventa noiosa. Mi capita di ascoltarla giusto perché certe telefonate dei radioascoltatori sono interessanti e perché non trovo di meglio da sentire a quell'ora, meno che mai l'allineatissimo Forbice.
Quando il Nostro sarà diventato il nuovo conduttore di Matrix - ruolo al quale secondo me aspira, magari inconsciamente - varrà la pena approfondire la fenomenologia di Giuseppe Cruciani, compresa la sua incondizionata adorazione per Giuliano Ferrara.
Ciao
Dr. Off!

uncentiventicinquesimo ha detto...

Di Cruciani che dire non è il solito giornalista che basa tutto sulle opinioni, che non confronta i fatti, che da informazioni, egli ascolta attento, argomenta con dati oggettivi le sue affermazioni, proprio come dovrebbe fare un vero giornalista, attenggiandosi con rispetto nei confronti dell'interlocutore. Usa in maniera mirabile le tecniche del mestiere della comunicazione (io sono un pubblicitario e me ne intendo). Beh io leggo Panorama e ascolto Cruciani, penso che siano per chi sa leggere gli organi di informazione più completi.

Basta leggerli ed ascoltarli al contrario.

Francesco ha detto...

Trovo che sarebbe interessante che si facesse una piccola analisi delle caratteristiche, le peculiarità del personaggio, per non star a sparlare, che poi lascia il tempo che trova..

Dopo qualche anno che lo sto a sentire direi che alcuni punti fermi ci sono:
- l'origine è radicale, ma il filone è quello di Capezzone (e lo si capiva maggiormente al tempo in cui Capezzone aveva la rassegna stampa su Radio 24); passato uno a far da portavoce di chi sappiamo, una certa 'virata' è seguita anche da parte del nostro protagonista.
- Ha tendenze 'liberali' ma in senso thatcheriano, così come lui si definisce, e il suo libro lo spiega al quanto. Credo sia la chiave in sunto del suo pensiero: "bisogna fare, e chi può fare è seduto al comando: lasciatelo comandare."
Questo spiega perché è più orientato a non contraddire i grandi, quelli che governano e comandano, o hanno la chance di farlo, ora o in futuro.
- Non ama troppo il contradditorio in quanto alle sue idee, e chi lo critica difficilmente la passa liscia.
- Manifesta in modo palese le sue insofferenze, usando toni e parole abbastanza di scherno, il che lo pone su di un piano di scarsa equidistanza, soprattutto considerando che questo ritiene esser la sua posizione.
- Infine, e questo a tempi alterni, propende ad una forma di censura più o meno palese, mascherata a volte da fattori contingenti (le espressioni usate da alcuni interlocutori). Di certo la tendenza ultima è quella un po' vaporosa di affrontare i tempi principali in modo collaterale e comunque non entrando nei tempi rilevanti dell'argomento reale ma piuttosto negli aspetti di colore.

Una cosa soltanto mi chiedo da tempo: c'è modo di aver a disposizione una battuta pronta e fulminante per replicare alla sua espressione preferita: 'non è questo il punto' ?
Un qualche amico napoletano, che certamente ha la risposta adeguata e sottile potrebbe supplire?

Approposito: grazie per questo sito

Robbè ha detto...

Ci credo che si sceglie Cruciani al posto di Forbice, quest' ultimo è diventato insopportabile. Faccio ugualmente fatica a resistere a certe prese di posizione e presunzioni del conduttore della Zanzara.
Blog interessante, complimenti.
Ciao

Catilina ha detto...

http://www.facebook.com/note.php?note_id=116690616217&ref=mf

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti,
da anni (sembrano quasi secoli) seguo questo tipo di talkradio. Ricordo cha prima del fastidiosissimo Forbice (al limite della cafonaggine quanto sbatte il telefono in faccia a qualche radioascoltatore, che riesce a controbattere con intelligenzal; ma se ha così poco tempo perché non fa parlare meno gente, invece di collezionare una cozzaglia di menate di tanti?), zapping era curato - credo creato - da Santalmassi (che poi sarebbe passato a radio 24 a curare quella che attualmente è la trasmissione del Cruciani).
Il problema non è Cruciani, che ritien, tra l'altro, lo sciopero dei giornalisti una stupidaggine, ma il fatto che il giornalismo italiano è oramai alla "frutta", per idee, contenuti ed equidistanza dal potere (qualunque parte esso rappresenti). Mancano i grandi giornalisi, e quelli che sono rimasti fatto parte di una nicchia sempre più chiusa in loro stessa, o quando va bene catalogati per essere isolati. Manca l'autorevolezza del giornalista, il coraggio delle idee, la capacità di far seguire alla "prima domanda" rivolta al potente di turno, la "successiva domanda" che inevitalbilmente lo inchioderebbe alle sue responsabilità. Quando questo succede ti danno del comunista o peggio del "dipietrista", oppure come è successo nella conferenza stampa con Zapatero, il nostro P.d.C. risponde con banalità da taverna dello sport.
Da qui è normale, assistere alle marchette dei vari opinionisti, che prima ancora di esprimere un'opinione dovrebbe imparare ad elencare i fatti con oggetività. Ma tutto questo ormai è solo utopia.
Bye bye

Renato ha detto...

Salve Authan,blog molto interessante.Vorrei suggerire di far caso alla stizzosità delle risposte,al limite della maleducazione,quando interviene un ascoltatore dichiaratamente di sinistra,che magari si esprime in modo confuso,ed il nostro fa di tutto per aumentare la sua confusione..ma che bravo!!..complimenti!!..che uomo!!...che forza!!...
Vorrei aggiungere la mia interpretazione sul licenziamento di Santalmassi,se posso.
Nel periodo della sua direzione,l'aumento di ascoltatori era dovuto principalmente al fatto che molti di noi di sinistra ,orfani di un media di qualità, avevamo eletto questa radio a nostra rappresentanza.
Evidentemente,questo ha dato fastidio a qualcuno...non credo che lo scopo di Confindustria sia di dare voce ai rappresentanti degli operai,ci mancherebbe altro!!...di quì l'avvicendamento di Santalmassi e le cavalcate a briglia sciolta del tuttologo Cruciani attraverso le sterminate praterie dello scibile Italico.
Una sola consolazione:anche lui passerà,come passerà Vespa...saluti

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, in effetti spesso mi viene voglia di spegnere la radio ma rimango freddo e penso tra me e me che per combattere il nemico bisogna conoscerlo. Voglio dire che seppur mi trovo d'accordo qualche rara volta con il conduttore Cruciani, su argomenti per la verità che non toccano la politica, nella maggior parte dei casi, quando si parla di politica appunto, faccio fatica a non recepire che Cruciani sia fazioso. In effetti non perde occasione per sbeffeggiare (letteralmente) Di Pietro. Su Berlusconi invece solo qualche timido approccio di critica, e solo ieri una carrellata veloce di sparate su come avrebbe gestito la questione giustizia che lo riguardava. Inoltre a volte ha un modo di condurre tirannico, nel senso che taglia corto quando i radioascoltatori lo "pungono".
Insomma anche se l'orario è quello in cui siamo quasi tutti stanchi, poichè rientriamo a casa dal lavoro, credo che continuerò ad ascoltarlo, perchè solo cosi si riesce a capire come la metà degli italiani sia schierata con l'accoppiata PdL/Lega.
Un saluto a tutti.
Gianfranco

Nicola ha detto...

Scopro solo oggi questo blog e dopo qualche anno di ascolto assiduo del procgramma di Cruciani trovo stimolante un posto dove postare commenti ai commenti di Giuseppe Cruciani.
Complimenti per l'idea e spero di frequentare spesso queste pagine

Robotomy ha detto...

Ascolto volentieri “La Zanzara” anche se non in modo assiduo. Sono per cultura e tradizione politicamente decisamente a sinistra anche se non ho sposato e probabilmente mai sposerò nessuna bandiera, malgrado ciò mi trovo spesso a condividere l’approccio di Cruciani a certi argomenti o anche certe critiche da lui mosse nei confronti di alcuni personaggi di sinistra e di alcune loro posizioni e atteggiamenti. Il modo di trattare gli argomenti di Cruciani lo può ancor di più far sembrare schierato soprattutto a chi affronta la politica come una manifestazione emotiva di congetture più basate su forzature ideali che su fatti concreti. Per intenderci, anch’io ho le mie antipatie, e in situazioni “private” mi lascio andare a considerazioni che io stesso riconosco essere demagogiche, populiste (ovviamente dalla mia parte..) e più adatte ai litigi “da Bar Sport” che non ad un serio dibattito, perché no? Nelle giuste circostanze è divertente e liberatorio. Ma altra cosa è cercare di affrontare questi argomenti in un contesto pubblico, in modo serio costruendo una vera base di discussione sulla quale fondare un pensiero adeguato ad una realtà di Stato Democratico in cui NON tutti la pensano allo stesso modo pur essendo persone intelligenti e rispettabili anche se su posizioni diametralmente opposte, questo lo posso tranquillamente affermare per esperienza personale. Per carità, anch’io non condivido tutte le posizioni di Cruciani (anzi…) che ovviamente nel suo programma, pur con tutta la buona volontà di essere “super partes” , tira pur sempre l’acqua al suo mulino (e lui giustamente non lo ha mai negato), e il suo mulino, perlomeno dal mio punto di vista non è affatto sempre condivisibile. Rimane il fatto però che apprezzo molto il tentativo di analizzare i fatti sulla base di un approccio fortemente oggettivo il più possibile privo di connotazione emotiva (che invece caratterizza il modo infervorato di atteggiarsi di altri giornalisti e politici quali lo stesso Travaglio che tra l’altro, malgrado ciò, apprezzo molto anche se pure in questo caso, non ne condivido in toto il pensiero). Questo blog è l’occasione per aggiungere un “magico ingrediente” non solo alla trasmissione di Cruciani ma anche a tutto quel movimento di informazione libera che per forza di cose ogni tanto si contamina di influenze ideologiche che ne riducono l’obiettività. Per intenderci, questo è assolutamente normale, è sacrosanto avere idee e ideali ed è impossibile per un essere umano non avere anche inconsciamente una propensione verso l’una o l’altra corrente di pensiero soprattutto quando si parla di argomenti come la politica, l’importante è esserne onestamente consapevoli e proporre strumenti, come questo blog, che aiutano a mantenere un auspicato equilibrio.

daniele sensi ha detto...

Dovresti anche ascoltare, allora, talune partecipazioni del Cruciani al programma radiofonico di Matteo Salvini su Radio Padania...

Cl ha detto...

Grande Authan..oggi ho scoperto il tuo blog,anch'io come te sono un assiduo radioascoltatore del programma.Ho sentito le "perle" che hai inserito,troppe risate..grazie di vero cuore x qst blog,ti visiterò spessissimo!!!

Paolo Rosa ha detto...

Condivido pienamente il manifesto e ho seguito lo stesso percorso: Ascoltavo il programma di Aldo Forbice, l'ho trovato gradevole solo questa estate quando al posto di Forbice c'era una conduttrice. Poi ho "scoperto" il programma di Cruciani e ora ascolto, a quell'ora, solo "La Zanzara".Trovo a volte eccessive e al limite del volutamente provocatorio certe sue posizioni. A volte, anzi spesso, interrompe l'interlocutore per precisazioni su una parola che ritiene sbagliata e si finisce col perdere il senso del discorso. Altre volte, comunque, mi trovo d'accordo con lui.
Spero di riuscire a partecipare in modo costruttivo a questo blog.
Un saluto al blogger, a chi partecipa e ovviamente a Cruciani e Parenzo :-)
Paolo