martedì 2 novembre 2010

Conigli nel cilindro

Post di Authan, qui sotto. Oggi ce n'è pure uno di Paolo.

+++++++++++++++++++++++++++++

Prima ancora di quel che Silvio Berlusconi abbia detto di preciso (Mubarak o non Mubarak) via telefono al funzionario della questura di Milano per far rilasciare la sua conoscente Ruby, il problema è la telefonata in sé. Un titolare di carica pubblica, in quanto titolare di carica pubblica, non si deve occupare di persone fermate e tenute in custodia dalla polizia. Non è nelle sue prerogative, non gli compete, è un'intromissione indebita, a prescindere dallo scopo ultimo dell'intromissione medesima, che sia per interesse personale o per mera "generosità".

Non ci sono dunque scusanti, non ci sono giustificazioni che tengano, e sono lieto che questo concetto asciutto ed elementare sia emerso senza perifrasi dai commenti di Giuseppe Cruciani durante la Zanzara di ieri.

Ci si è anche chiesti in trasmissione: è roba da dimissioni? Impossibile rispondere senza mettersi a giocare al gioco del "in un paese normale". In un paese normale, in una democrazia occidentale standard, ci si dimette per molto meno. In Italia, invece, non ci si dimette neanche per questioni infinitamente più gravi (caso Mills per dirne uno). Inutile spendere anche una sola parola in più su questo sterile dibattito.

Eppure, anche con il premier inchiodato alla poltrona, sono molti i commentatori, anche tra quelli più indulgenti verso l'attuale maggioranza, che hanno iniziato ad intonare il de profundis per questo governo, la cui azione, per ragioni che sono al 100% riconducibili alla persona di Silvio Berlusconi, è sostanzialmente paralizzata.

Ernesto Galli della Loggia, per esempio, dice sul Corriere che “Palazzo Chigi ha perduto la pur minima capacità di ascoltare e di rappresentare il Paese. L'Italia è una nazione allo sbando […] Non è più il tempo dei camerieri zelanti e bugiardi. È giunto il tempo della verità”.

Non va lontano dai medesimi concetti pure Stefano Folli, sul Sole: “il governo è virtualmente morto per la perdita di credibilità della sua guida. […] L'Italia non può assistere ancora a lungo a questo suicidio della politica”.

Posto che sia così, e cioè che Berlusconi sia davvero sull'orlo del precipizio, sta iniziando finalmente ad emergere la soluzione più ovvia, logica e naturale all'attuale stallo. Che non è né quella delle elezioni anticipate (un salto nel buio per tutti), né il governo di transizione con una diversa maggioranza (pienamente legittimo checché se ne dica, ma ad oggi mancano i numeri), ma quella del nuovo governo sempre retto dalla stessa attuale maggioranza guidato però da una diversa figura, sebbene rigorosamente interna al centrodestra, il cui profilo trovi il benestare tanto del PDL post-berlusconiano, quanto della Lega e di Futuro e Libertà.

Ora son tutti lì a spergiurare "nooooo, o Berlusconi o morte elezioni", ma quando (e se) il cavaliere verrà disarcionato vedrete che i nomi dei papabili salteranno fuori e che l'opzione di un nuovo governo di centrodestra verrà seriamente presa in considerazione. Quando nel 1998 cadde Prodi, dal cilindro della sinistra spuntò D'Alema. E di conigli nel cilindro, statene certi, è ben fornita pure l'altra sponda.

---------------------------------------

U2, "Stuck in a moment you can't get out of" (2000)




Don't say that later will be better
Now you're stuck in a moment
And you can't get out of it...


19 commenti:

Francesca ha detto...

toto-coniglio di governo

1° PISANU
2° TREMONTI
3° G.LETTA

Viola ha detto...

Tremonti è un commercialista di Sondrio.. please!
..che per giunta non ne ha azzeccata una

bravo Authan, concordo

fsa ha detto...

Stamattina si parlava anche di Marina Berlusconi anche se come possibile candidato a premier in caso di nuove elezioni.
Secondo me Berlusconi non se ne andrà così facilmente.

Francesca ha detto...

io pero', pur nella totale contraddittorietà di dichiarazioni dei beoti padani, avevo capito che per la LN ci fossero solo nuove elezioni in caso di caduta del Berlo.....

Il PD invece, per bocca di E. Letta sembra temere un nuovo 25 luglio, cioè che, tolto di mezzo il clown, finisca tutto solo con un semplice rimescolamento di carte, continuando a tenere in vita un governo fallimentare e per questo prema su FLI affinchè stacchi la spina!

Anyway... son curiosa di vedere stasera a Ballaro' i nuovi sondaggi e se qualcuno se la prenderà ancora con il povero Pagnoncelli.....magari il Berlo sarà lui a telefonare in diretta!!

Gambero ha detto...

Se cade Papi Silvio è più verosimile che alcuni senatori oggi nel pdl decidano di passare con Fini (o formino un gruppo autonomo) per dare vita ad un governo di tranzizione. Difficile che i bananas in parlamento - gente come Bonaiuti, Stracquadanio, Capezzone, Gasparri - abbiano la forza politica di estromettere coattatamente il Papi.

Daniele ha detto...

consiglio per il contributo multimediale ;)

http://www.youtube.com/watch?v=p0mXsvUb8SI

Authan ha detto...

Grazie Daniele, ma oggi volevo qualcosa che rendesse l'idea dello stallo, della stanza senza uscita, a meno di buttare giù il muro.

Daniele ha detto...

de nada Authan.
per il post, io mi auguro che tu abbia ragione, e che ci sia un cambio al vertice, anche se ho dei dubbi che qualcuno dei nominati da berlusconi osi metterglisi di traverso. han visto negli cosa e' successo a tutti quelli che hanno osato.
quindi o escono dal pdl, stile fini, e insieme a pd udc e fli trovano una maggioranza parlamentare in ambo le camere, o credo che andremo a elezioni anticipate.
comunque una soluzione migliore rispetto a questo governo populista basato sui sondaggi.

ps spero almeno che il contributo multimediale sia piaciuto ;)

francesco.caroselli ha detto...

ma scusate che ci serve un "Medvedev"?
Se alla fine comanda Putin?

Voglio dire che cambiare ufficialmente PdC non potrà affatto giovare al sistema paese se gli onorevoli di maggioranza continueranno ad indaffararsi per parare il culo a B:

Anzi sarà ancora piu difficile trovare una legge che protegga B se non dovesse piu essere una figura istituzionale. L'unica strada sarebbe quella del processo morto (ops, breve).

Poi chiunque nel PDL volesse voltare le spalle Mr B avrebbe poi molta difficoltà a ri-entrare in parlamento, perchè cmq se ne possa pensare il PDL non scenderà sotto il 28%...

PaoloVE ha detto...

Vediamo un po': il candidato della destra dovrà avere l'approvazione del partito carismatico, quindi, data l'autonomia decisionale che esiste nel PDL, in primis quella di SB. Sarà quindi possibile attaccare e logorare SB senza incorrere nella solita accusa di essere antiberlusconiani, senza essere accusati di violentare la democrazia e senza logorarsi in prima persona. Ho l'impressione che tra Lega e FLI una soluzione simile durerebbe un battito di ciglia.

Rimane il fatto che la sinistra continua ad essere incapace di incidere nella politica italiana: quindi non peserà nemmeno dopo le elezioni, che io continuo a vedere come l'esito più probabile.

Ciao

Paolo

Authan ha detto...

Ripeto un concetto già espresso in passato e di cui son sempre più convinto. La parabola discendente dell'egemonia berlusconiana a cui stiamo assistenda è direttamente figlia della debolezza della sinistra. Non sarà la sinistra a terminare il cavaliere, ma la destra medesima.

Sdrenfano ha detto...

E' un'ipotesi suggestiva, ma chiunque altro avrebbe grossi problemi a tener insieme la lega con AN/FLI.
E anche FI/PdL perderebbe parecchia della sua ragion d'essere.
Per questo diventa più facile tirar sù un governo tecnico con una maggioranza diversa.

Michele Reccanello ha detto...

Buonasera,
Ho appreso da qualche parte, non so se è vero ma mi auguro di no perché lo ritengo un errore pazzesco, che giovedì ad annozero sarà ospite Ruby.

francesco.caroselli ha detto...

Stamane alla trasmissione di Milan ho sentito un'ascoltatrice fare questo intervento:
"la sinistra la deve smettere di attaccare Berlusconi, siamo stufi. Pensi piuttosto a fare delle proposte e a collaborare. Berlusconi deve governare e non può essere continuamente ostacolato da questi attacchi personali basati sull'odio"

Mi viene solo da dire "cornuti e mazziati".


Cmq Berlusconi mi sembra sempre più Paris Hilton. Spaete qual'è il talento di Paris? Eh si nessuno, ma è sulla bocca di tutti, tutti la conoscono e quindi ha successo. I suoi meriti sono l'intrinseca fama e .....??
(permettetemi di di linkarvi la puntata di South Park in cui compare Paris Hilton perchè vi farà venire i crampi dalle risate)


Altro considerazioni intorno alla sinistra pessima che ci ritroviamo:
Ho trovato patetiche assurde le dichiarazioni di D'Alema (fatte sentire anche da Crux) in cui baffino felix chiedeva l'intervento della chiesa nell'ultimo scandalo sessuale di B.
La chiesa deve rimanere fuori dalle lenzuola e dalle usanze sessuale dei politici (B, Vendola o Marrazzo) e dei cittadini.
Dopo dichiarazioni di questo tipo dopo non ci possiamo lamentare delle ingerenze della chiesa su PACS e DICO...



PS_Prego notare nuova immaginetta nell'icona...

Michele Reccanello ha detto...

non so se qualcuno lo ha gia visto
questo
articolo sul FQ dal titolo
Stupidità”, “abuso di potere”, “casini”
Da Libero e il Giornale rasoiate e ironia su B.


PS "massiccio" il sindaco Renzi, che ha ripetuto i suoi concetti già espressi sabato a In Onda. Sottoscrivo quasi tutto.

Francesca ha detto...

Una bella Zanzara dall'inizio alla fine anche se monotematica.
E poi un grazie al Crux di avermi risparmiato la Concia e Grillini!
Credevo che stasera sarebbero stati ospiti inevitabili, invece con Vattimo abbiamo liquidato velocemente subito la posizione "dell'altra sponda!"

:-D

Son d'accordo con Paolo Guzzanti che la battuta squallida del cavaliere del Cialis non sia stata certo frutto di incontinenza verbale involontaria, tipica del personaggio, bensi un messaggio pre-elettorale ben direzionato, a quel pubblico di elettori cattolici e leghisti di pancia e a tutti i destrorsi che già ai tempi di M'Arrazzo dicevano "meglio con le escort che a trans", rozzi ammiratori del grande mandrillo di Hardcore!

Sulla giustificazione della Santa(dechè?)invece sarebbe il caso di aprire un bel dibattito sociologico per chiedersi innanziutto come sia possibile che la gente che si definisce popolo delle libertà, concepisca come anormale il diritto individuale di autodeterminare il proprio orientamento omosessuale, perchè in realtà cio' dovrebbe sottostare alle preferenze o aspettative di altri soggetti, in nome della normalità e dell'eterosessualità, addirittura unica condizione per la salvezza della specie!

Il campionario offerto dagli ascoltatori intervenuti è stato parecchio desolante.....e devo dire che Cruciani mi è piaciuto nel ribadire una sua posizione assolutamente da me condivisa, peraltro già nota da tempo.

E c'è scappata pure la confidenza privatissima quando in un intervento, dopo quell'ascoltatore che ha affermato, riferendosi ad un'ipotetica figlia: "meglio morta che lesbica", con Parenzo e Cruciani che minacciavano di chiamare il 118, è scoccata la fatidica frase da parte di un altro ascoltatore: "Ma se fosse figlia sua?" e il Crux ha risposto di avere una figlia di 5 anni ma che naturalmente non si porrebbe il problema un domani......

Che tenero!!

Da ascoltare - per la Santa (dechè) - il messaggio di un'associazione gay di centro-dx.

http://video.corriere.it/battute-pessime-meglio-fini/fac8c59a-e67d-11df-a903-00144f02aabc

MS ha detto...

Ad oggi immagino che l'attore politico Berlusconi abbia le settimane contate. Chi succedera'?
La mia proiezione e' assolutamente lacunosa, poiche' certamente ci sono papabili, ma il collante?

Saluti,
Mariano

Michele Reccanello ha detto...

Dopo l'ultima uscita sui gay del cavaliere, chissa se avra qualcosa da dire lele mora anche in considerazione del recente suo coming out (con Fabrizio Corona).

Francesca ha detto...

@ MS

Gli ultmi giorni di Pompei.....cosi il prof. Ainis a Ballaro' riferito al Berlo che sta autodistruggendosi come i nastri di James Bond!

Il povero Lupo de Lupis prende botte da orbi....da Pippa Bocchino, dalla piu' bella che intelligente.... e c'è pure Battista che molto coraggiosamente dice me ne sbatti che Bruti Liberati dica che va tutto bene sotto il profilo del rispetto delle procedure.... io sono curioso... voglio sapere perchè il premier quella notte del 27 maggio ha telefonato 2 volte in questura.... non è gossip.... è una domanda legittima che esige una risposta.....

stre-pi-to-so!!!