venerdì 3 settembre 2010

Un colpo di Forbice

Oggi doppio post. Qui sotto Paolo, a parte Authan.

+++++++++++++++++++++++++

[Il pezzo è di Paolo]

Buongiorno.

Salgo in macchina, accendo la radio. Ormai per mera abitudine metto la Zanzara, pur già sapendo cosa ascolterò. Pier Luigi Bersani ha dichiarato: “abbiamo visto in questo agosto terrificante come il secondo tempo del berlusconismo possa far regredire la politica alla fogna”. Ascolto distrattamente, facendo la spesa al supermercato e dal macellaio.

La riprovazione è più che giusta e scontata. Pensavo che Giuseppe Cruciani si sarebbe a limitato a ribadire prolungatamente questo. Invece il balletto tra lui, Luca Telese e David Parenzo arriva a sostenere che in questa frase, nel termine "fogna", è racchiuso un nuovo gradino della discesa del linguaggio politico italiano. Ho il ricordo di troppe espressioni altrettanto o più pesanti e violente, spesso ripetute (coglione, stronzo, merde, liberticidi, eversivi, terroristi, turisti della democrazia, kapò,…) pronunciate e spesso ripetute da Silvio Berlusconi e da vari politici leghisti (e trattate con una certa condiscendenza come folklore) perché una simile ipotesi possa essere presa in considerazione.

Di più viene citato il vecchio slogan "Fascisti carogne tornate nelle fogne" per affermare che le affermazioni di Bersani riecheggiano l'odio politico degli extraparlamentari di sinistra degli anni settanta. Come no. Il rabbioso trinariciuto Bersani, laureato in filosofia con una tesi su papa Gregorio Magno, stimato dai ciellini, quello che “volete la bocca a forma di tortello”... Ma per favore. Quando la smettiamo? Ecco, arriva l'ospite. Otelma. Il Divino Otelma! Annoiato di cabaret, battutine, risatine, spengo, finisco la spesa, rientro a casa ed apparecchio la tavola.

Dopo anni, la disperazione vince sull'abitudine. Durante la cena accendo la radio su RAI 1, Zapping, Aldo Forbice. Così, per sentire a distanza di tempo com'è. Gli argomenti potenzialmente interessanti sono sostanzialmente gli stessi: la frase di Bersani, il ministero dello sviluppo economico ancora vacante. Le posizioni del conduttore sono ancora più a destra (si arriva a criticare l'uscita di Napolitano).

Forbice è rimasto lo stesso: se critichi "da sinistra" ti maltratta e ti tiene pochissimo in linea. Gli ospiti sono cambiati rispetto ad anni fa, quando passai all'ascolto della Zanzara: niente Marinasalomonpierluigimagnaschi.… ma al posto loro e per quel poco che ho sentito persone in grado di argomentare pacatamente meglio dei vecchi ospiti fissi. Niente gare canore, siparietti, Mago Otelma. Poche interruzioni (forse nessuna?) per traffico, borsa, pubblicità. Avete presente il grafico di Cruciani vs Maurizi? Ecco, abbassate un po' la linea piatta di Maurizi. No, ancora un po'.., ecco, così.

Quando anni fa sono diventato un fedele ascoltatore della Zanzara, questo programma era superiore a Zapping sia per verve del conduttore che per contenuti, e inoltre era, pur essendo schierato, più obiettivo. Oggi Zapping è rimasto molto simile a quello che era, mentre alla Zanzara i contenuti sono andati rarefacendosi sino a diventare evanescenti (ormai mi pare di ascoltare la versione radiofonica di un giornale gossip), la verve di Crux è progressivamente degenerata in un compiaciuto scherzarsi addosso, l'obiettività è andata in gran parte persa.

Magari l'abitudine riprenderà il sopravvento, ma penso che anche la Zanzara, così come era già successo alla rassegna stampa del mattino, abbia perso un ascoltatore.

Ciao

Paolo

---------------------------

(Authan) Francesco Guccini, "Addio" (2000)




Io dico addio
A tutte le vostre cazzate infinite...


7 commenti:

cipper ha detto...

Paolo, benvenuto nel club delle scatole rotte. Io sono iscritto da oltre un anno :)

PaoloVE ha detto...

Un pubblico e commosso ringraziamento ad Authan per il magnifico CMM.

Ciao

Paolo

Francesca ha detto...

Grandissimo PaoloVE!

io resisto invece!
Pero' ce ne vuole di fegato grosso per tornare a Forbice!
:-(

Ma stamane l'ho scritto a Barisoni, di non chiamare piu' Cruciani a Focus Economia per fargli da presentatore, che la sua (di SB) rimane (ancora) una bellissima trasmissione!

Viola ha detto...

brava Francesca, hai fatto bene.
Temo tuttavia che la tua richiesta andrà cestinata dato che una volta Barisoni mi disse che lui e Cruciani sono molto amici...

F®Ømß°£ ha detto...

Bravo Paolo, proprio l'altroieri ho fatto quello che hai fatto tu, ma su Radio uno ho beccato la pubblicità (peraltro quella della expert, che mi fa venire in mente turpiloqui peggiori di quelli di Bersani). Ho quindi messo il CD.

Saluti e Forbici

Tommaso

Clem ha detto...

Azz! Speravo di essere il primo a darti il benvenuto nel club!!
Annoiato in aeroporto ho comprato una rivista di running. Il personaggio famoso runner del mese, l'avrete indovinato, era proprio Lui, GC in persona, fotografato con le scarpe da corsa sul tavolo nello studio di registrazione. C'è chi dovrebbe darsi all'ippica, Cruciani alla podistica. O tornare al vecchio format della trasmissione, a piacere.
Attualmente non viaggio più a lungo al mattino per andare in ufficio, quindi ho smesso anche di ascoltare Alessandro Milan (oddio, ne ascolto un po' via internet mentre faccio colazione, ma non è proprio lo stesso). Ormai mi limito a 2024 e Moebius.
A tutti gli stanchi e delusi là fuori, il mondo dei podcast è ricchissimo di roba molto piacevole da ascoltare, gratis. Non saranno i commenti ai fatti del giorno, ma questo non può che migliorarvi la giornata :)
(assieme al pensiero di aver contribuito al calo degli ascoltatori)

PaoloVE ha detto...

@ Francesca: hai usato la parola giusta: mi sono accorto che stavo resistendo, mentre avrei voluto anche trarne piacere.

Per quelli che ai miei occhi sono dei demeriti della Zanzara, Zapping ieri sera mi è parso migliore della trasmissione che ultimamente ascoltavo: voglio dare a forbice una apertura di credito, inoltre, per il gioco degli orari di programmazione, credo che avrò comunque modo di rendermi conto se una sera valga la pena di trattenersi su R24...

Ciao

Paolo