mercoledì 8 settembre 2010

La Caciara

Qui sotto il terzo post del giorno. Il primo era di Paolo, il secondo di Authan.

+++++++++++++++

[Questo post è di Francesca]

Son stata a votare il sondaggio di Alessandro Milan sul sito di Radio24 e mi è cascato l'occhio sulla descrizione di un nuovo programma!

Giuseppe Cruciani conduce "La Caciara", l'attualità senza tabù, senza censure, senza alcuna importanza per le vostre opinioni. Alla fine della giornata, con i titoli dei telegiornali in diretta, inchieste, voci rubate alle tv di tutto il mondo e ospiti che non avreste mai voluto sentire.

"La Caciara" diventa la zona off limits per gli ascoltatori, uno spazio amico della banalità, l'arena dove il primo comandamento è parlare in maniera scontata e sempre prevedibile.

---------------------------------------

(Authan) La sigla della Caciara!




Ma che ce frega, ma che ce 'mporta...

23 commenti:

francesco.caroselli ha detto...

Clap Clap

Meglio di Peppe crusciani

Viola ha detto...

ahahhahahahahaha!!! sei forte Francesca

Zecca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Zecca ha detto...

Da morire dal ridere La Caciara!!!!
Perfetta!

Conduce il cabarettista Giuseppe Cruciani!!

PaoloVE ha detto...

:-)

Per il post e per il crucianianissimo CMM

Ciao

Paolo

mariolino ha detto...

Post scritto con tale verismo che lì per lì pensavo che fosse la notizia del giorno.
La Zanzara retrocessa dalla Direzione di Radio 24 a furor di popolo, anzi a furor di Anti-Zanzara, a Caciara!!
Poi ho letto i commenti degli amici e ho capito che trattavasi solo di uno scherzo.
Francesca birichina per un attimo mi hai fatto sognare!

winston ha detto...

francesca, sei più credibile della finta hack di cruciani!!!!

F®Ømß°£ ha detto...

Bella veramente... poi la canzoncina "ma che cce frega" è proprio da Cruciani.

Tommaso

Michele Reccanello ha detto...

il commento lo avevo già visto stamani e mi ero sganasciato dal ridere. Ottima l'idea di trasformarlo in post.

cipper ha detto...

haha, grazie Francesca, questa e' satira pura!!

Gabriele, Monza ha detto...

Beh, cosa c'é di strano...?
Perché ridete?
La Caciara sarà il Programma dell'Anno 2010-11.

Pare che Giuliano Ferrara abbia già garantito la propria partecipazione in diretta dal ristorante Checco alla Parolaccia di Roma Trastevere.

E Filippo Facci effettuerà quotidianamente un intervento a nome di una certa Gina Di Tacco collegandosi telefonicamente dal Salone Katiuscia - Parrucchiera per signora.

Carlo Rossella aprirà infine una finestra informativa sulle ultime tendenze dell'Italia-che-conta.

Allegriaaaaaaaa!!!!

Michele Reccanello ha detto...

Buongiorno,

ho ascoltato, quasi per caso, trovandola interessantela prima parte di "Italia in Controluce" che parla di un documentario di Luciano Ligabue.

Michele Reccanello ha detto...

OT

Andreotti:
Ambrosoli? Se l'andava cercando

Da il Corriere della sera di oggi.

francesco.caroselli ha detto...

Michele la frase che ha riportato di Andreotti conferma una volta di più l'indole mafioso di questo piccolo uomo assetato di potere.

E c'è ancora chi lo difende.
Il Crux sicuramente.

Falcone diceva che per rendere l'Italia un paese migliore sarebbe bastato che tutti facessero il loro dovere.

Ebbene Ambrosoli stava cercando di fare solo questo.

PS-Lo sapete che probabilmente Andreotti e pochi intimi sapevano dell'attentato di Capaci?
Eh si.....
(Basta andare a rivedere le dichiarazioni stampa dell'agenzia Repubblica Niente a che fare con il giornale, era un'agenzia stampa DC molto vicina al giuletto)


Tanto il Crux riuscirebbe a sminuire anche quest'ultima affermazione gravissima

francesco.caroselli ha detto...

e vabbe visto che siamo allego questo video con l'intercettazione ORIGINALE della telefonata mafiosa e intimidatoria a Giorgio Ambrosoli.
Un uomo normale.
Un eroe borghese che non si è voluto piegare.

Andreotti mafioso.

Sentite l'intercettazione collegatela all'ultima dichiarazione di GA.

Infame

Clem ha detto...

XD!!

Francesca ha detto...

@ caroselli

son disposta a credere a tutto, ma non che Andreotti arrivato alla sua veneranda età, pur leggermente rintronato, possa aver intenzionalmente attribuito al povero Ambrosoli la responsabilità di essersi fatto uccidere.
Piuttosto io ci vedo una grandissima attestazione di coraggio e di amore e passione per il proprio lavoro che, avendo portato avanti sempre contro ogni rischio e avversità a sprezzo della vita, poi gli è stato fatale.

E' come se Andreotti avesse detto:

"Ambrosoli, consapevole del pericolo, determinato a raggiungere i risultati e le conoscenze che si era prefissato, messa in conto la possibilità di morire, non si è tirato indietro ed ha accettato serenamente il destino (dei giusti, aggiungo io)"

Riflettici caro.... vedrai che le cose ti appariranno diverse.

Michele Reccanello ha detto...

Naturalmente il sen. Andreotti ha rettificato le sue dichiarazioni. Vi segnalo, sullo stesso tema, il buongiorno di Gramellini.

Francesca ha detto...

@ Gabriele Monza

:D

Evidentemente la cura "Signorini-Rossella" funzina!!

Ieri sera tardi mi trovavo a fare zapping, dopo la conclusione della bella puntata di ndp di Piroso dedicata a Giorgio Ambrosoli, e non ho resistito.... ho girato su Retequattro e c'era Cruciani in tutto il suo splendore che parlava del Presidente Zamparini incacchiato per via della partita all'ora di pranzo!

Ma.... ha cambiato colore ai capelli? Dopo Tinto Bass..... Tinto Crux!
E l'abbronzatura da centro estetico?
Ma soprattutto..... i capelli a posto!
Rimangono ancora in leggera distonia solo le sopracciglia.... ma ci stanno lavorando!

Francesca ha detto...

TOTO-CACIARA a grande richiesta!

Un momento altissimo di TV popolare è stato toccato ieri sera quando il principe senza regno ha intervistato l'ereditiero molto poco sabaudo!

Ma una copertina di Alfonsina La Pazza ci scapperà sicuramente!

Francesca ha detto...

Messaggio a firma di un anonimo sul sito di Peppe Crusciani:

"Sono un capoccione: mi metto in testa idee fragilissime che poi non riesco a sostenere". Mi sembra un pensiero assolutamente giusto quello che leggo qui. Almeno da quei 2 minuti che ho visto ieri sera per puro caso a Controcampo, in cui lei (nemmeno sapevo chi fosse, mi scusi, non è troppo famoso d'altronde) candidamente ha parlato di cose che non sa. Ha preteso di parlare di un argomento che non conosce, ossia le curve e il tifo. Asserendo che le trasferte vanno vietate tutte, che 100 persone che vanno in trasferta sono tutti "incivili". Addirittura dicendo che "40 anni fa il tifo organizzato non esisteva", senza sapere che 40 anni fa era proprio appena nato a livello di curve, e attivo già da una decina d'anni a livello di club. Allora mi sono preso la briga di annotarmi il suo cognome e di cercare via web un qualcosa che mi portasse a lei per scriverle il mio pensiero, il pensiero di uno che in curva ci va ogni domenica pagando abbonamenti e biglietti coi suoi soldi e che non ha mai menato nessuno, e nemmeno è stato mai menato da nessuno. Lei non è mai stato in curva, non sa che cosa vuol dire andare in trasferta, non sa cosa vuol dire stare due ore e mezzo a cercare di comprare dei biglietti per un settore ospiti tra l'incompetenza di chi li vende e l'ignoranza di chi compra, non sa che i prezzi per questi settori hanno raggiunto livelli disumani, non conosce gli abusi di potere della polizia ormai frequenti anche al di fuori dello stadio, non sa che in curva ho il mio gruppo di amici con i quali ci divertiamo e tifiamo sia in casa che in diversi stadi d'Italia e d'Europa. Le dò un consiglio: non parli di cose che non sa, come fanno tutti quelli che parlano a caso solo per riempirsi la bocca, dato che anche in studio ieri sera è stato giustamente contraddetto praticamente da tutti gli altri ospiti. Andare in trasferta è un diritto, gli stadi ci sono per essere riempiti e non per impedire (per colpa di pochi) di seguire la squadra nonostante si sia sbandierata la tessera del tifoso come risoluzione di tutti i mali, e poi le trasferte le vietano lo stesso senza ovviamente specificarne nemmeno i motivi. I problemi di ordine pubblico, come diceva lei, se ci sono si risolvono in ben altro modo, soprattutto se accadono (come da anni a questa parte) lontano dagli stadi, e non dentro. Negli altri paesi in parte ci sono riusciti, di certo senza vietare trasferte o chiudere gli stadi, nonostante ci siano rivalità pesanti come Liverpool-Manchester, Tottenham-Arsenal, o Real-Barcellona. Credo che ognuno debba conoscere i propri limiti, per cui davvero, non parli di cose che non conosce, anzi, mi prendo l'incombenza di donarle un paio di libri sull'argomento se vuole, in modo che possa istruirsi e aprire la mente, cosicchè da poter andare in diretta televisiva a dire cose sensate, e non a sostenere "idee fragilissime" appunto. E poi, mi permetta, migliori anche il suo blog, che è abbastanza inguardabile sia nell'estetica, che nei contenuti. E magari metta un indirizzo raggiungibile, dato che avevo molta voglia di esprimerle il mio dissenso (siamo in democrazia, no?) e non ho trovato uno spazio adatto, per cui ho ripiegato su questo articolo anche se il mio commento con esso non c'entra niente, e me ne scuso. Grazie dello spazio concessomi.


Con uno slancio di generosità gli ho risposto io, controllare per credere!
E l'ho invitato anche qui!

ciao
F.

ps: il primo messaggio dev'essere finito negli SPAM di Authan...
Riprovo....

Francesca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Zecca ha detto...

nemmeno di calcio sa?
Questa poi....
E' proprio un bluff