martedì 28 settembre 2010

Shit in, shit out

Scusatemi se lo dico con questa sincerità, ma l'unico stimolo che ho provato ieri all'ascolto della Zanzara, specialmente l'ultima mezzora, è stato quello di andare a sedermi sul trono di ceramica, e non perché mosso da pensieri onanistici. Che ci posso fare? Già Sgarbi mi sta sul culo di suo, se poi mi tocca sentire le ridacchiatine complici di Cruciani & Parenzo al provocatorio elogio della merda che ieri il critico d'arte, rivendicando la sua paradossale linea difensiva nella causa civile intentatagli da Marco Travaglio, ha propalato, mi vien solo voglia di evacuare.

Lo so, lo so, avete ragione. Dovrei dedicare alle immani e colossali stronzate che dice sistematicamente Sgarbi ogni volta che apre bocca lo stesso trattamento che sono solito destinare alle scorregge verbali di un Bossi qualsiasi (compresa l'ultima del senatur, ieri, sull'acronimo SPQR), e cioè girarmi dall'altra parte e tirare lo sciacquone mentale nel cervello.

Solo che stavolta tirare lo sciacquone nel cervello non mi era sufficiente. A cotanta merda intellettuale bisognava rispondere con un gesto simbolico inequivocabile. Ed è stata una liberazione, ve lo posso assicurare.

Scrosssssssshhhhhh.....

-------------------------------------------

Giorgio Gaber, "L'odore" (1974)




C'è ancora l'odore, l'odore mi insegue, oramai è dappertutto
non posso, non posso, oramai ce l'ho addosso...


27 commenti:

Authan ha detto...

Perdonatemi.

F®Ømß°£ ha detto...

Buondì,

sono lieto di non aver avuto modo di sentire il solito siparietto miserrimo della coppia Sgarbi - Cruciani.

Authan, qs blog può elevarsi dal pantano in cui sguazza la zanzara, non è più necessario prendere spunto da cotanto sterco.

Credo che sia che tu, sia il vicedirettore Paolo, siate in grado di produrre un post sui temi del giorno, senza l'aiuto (o l'ostacolo) delle fregnacce della nostra ex trasmissione preferita.

O sbaglio?

Io ormai ascolto solo prima delle 19 e poi o Forbice il monotono o niente. Mi sono rotto di incazzarmi a sentire ipocrisie, falsi ideologici e battute da cinepanettone.

Saluti

Tommaso quasi fuori dal tunnel

Zecca ha detto...

Authan, sei un mito!!!

PaoloVE ha detto...

@ Authan:

sei scusatissimo: è impossibile fare un buon piatto con cattivi ingredienti e effettivamente ieri ieri non mi pare ci fosse granchè in giro...

Ciao

Paolo

Francesca ha detto...

Grazie Authan: STRE-PI-TO-SO il CMM!
Adoro Gaber e mi commuovo sempre un po' pensando a lui.....
avevo anch'io qui linkato il file audio de L'Odore mesi fa a commento di una misera uscita del Crux.

:-D

ci ho acchiappato con il toto-caciara di ieri....Sgarbi, basta la parola!

bart27 ha detto...

vi seguo sempre, ma è proprio un periodaccio, le dita son macigni e vorrei proprio andarmene

Authan, come ti capisco, e non ti scusare: per lo meno tu reagisci, io invece sprofondo

Giusto un saluto quindi, così, per provare a restar vivi

ciao Authan, ciao Viola, ciao Francesca, ciao PaoloVe e ciao Tutti, vecchi e nuovi.

bart

Francesca ha detto...

mah PaoloVE.... se solo il Crux fosse un po' meno dalla sua - di se medesimo - parte.... e si immedesimasse qualche rara volta nei gusti di larga parte del suo vasto pubblico....

ieri avrebbe fatto un figurone-one-one se invece di VS avesse invitato la controparte in causa a discettare sulla gustosa arringa.... magari con la mediazione del comune amico LT,... ma che dico... Travaglio?!?
Vade retro, Satana!!

Zecca ha detto...

bart, che ti succede??? tutto bene?

PaoloVE ha detto...

@ bart27:

Miii...

Per favore sollevati! Se scrivi così ci fai preoccupare!

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

Buongiorno,

Quoto Paolo.
Le uniche cose interessanti le ha dette -anche se non nuove - Cacciari.

Ma non bastano 15 minuti su 2 ore e mezzo di cazzate ad elevare la qualità della trasmissione. E' arrivato Sgarbi e... oplà! Radio spenta.
Tanto quello che dice è un inutile cumulo di stronzate.

E poi caro crux, mi consenta: Più spazio agli interventi degli ascoltatori.

francesco.caroselli ha detto...

Caro Autan noi ti perdoniamo perchè ti vogliamo bene ma secondo me avresti dovuto essere molto piu cattivo, anzi piu incisivo.
La trasmissione è stata vomitevole.
In primis non si capisce come mai Cruciani che si è sempre rifiutato di andare dietro il mainstream delle notizie proncipali per sta cavolo di casa d montecarlo invece sia trasformato in una specie di segugio infaticabile.
A dire il vero ieri un attimo si è lascoato andare ad un attimo di sincerità proferendo u "un po questa casa di motecarlo ha stufato...".
Alleluja.
ma è stato solo un attimo, è subito rinsavito. Si è ricordato del suo lavoro>: informare infformare informare.
E quindi via un'intervista al simpaticissimo avvocato Pellaro.
Che non aveva niente da dire, ma lui l'intervista lo stesso. Vai a capire perchè.
Cruciani cerca sempre puttanate è ci ricama sopra. Tutto questo lo fa per non annoiare gli ascoltatori. Per fare simpatia, aria leggera e frizzante che sfianca l'intelligenza e la pazienza.
Sappiamo bene come la pensa il "Ferrara anoressico" quando c'erano notizie molto discusse (come il processo Mills e tutte quelle notiziucole un po rompiballe per B) se un ascoltatore qualsiasi avesse voluto sapere qualcosa non c'era problema andava su internet e avrebbe saputo tutto.
Nella zanzara certi temi PESANTI (magnifico quando stronca ogni discorso con un laconico <"che noia...") non sono graditi. Alla zanzara bisogna divertirsi biswgno0 essere nemici della banalità.
Cruciani le svelo un segreto: lei è banale.
Un banale berluschino di complemento.
E con il costante martellare sulla casa di montecarlo lo ha manifestato.
Ampiamente.



COsa dire poi delle bellissime parole che Parenzo Sgarbi e Cruciani all'Antipolitica per eccelenza.
Minuti e minuti a sparlare del comico genevese.
Pupulista, volgare, forcaiolo, fascistello.
Gli hanno detto di tutti.
E il contradditorio?
E soprattutto le basi su cui poggiare simili accuse?

...probabilmente a Cruciani bruciano le parole sprezzanti di BG proprio su di lui.
Ma a mio modesto avviso non si piu attacare Grillo come fonte di ogni male del mondo.
Critacre l'antipolitica facendo dell'antigiornalismo?
Cazzo Cruciani mi ricredo, lei è un fottutissimo genio!

Michele Reccanello ha detto...

@F.C.

In primis... Si capisce e come! B. ai suoi occhi non sbaglia mai, e se lo fa è per motivi risibili, mentre se sbagliano altri, dalla più piccola stronzata in poi, allora è motivo di soppesare, irridere, prendere per il culo... e mai approfondire. Per la serie prosciutto sugli occhi per tornaconto.

francesco.caroselli ha detto...

Ieri Sgarbi è staot fovoloso su Grillo:
"ma perchè dice che i sodli sono merda?"
"Perchè prala cosi se poi lui gudagna un sacco di soldi in modi Improbabili?"
"perchè non si mette il saio e si spoglia di tutto se vuole parlare ai poveracci?"

Questo era l'argomentare del buon sgarbi.
Certo bisognerebbe fare come fa lui che si lamenta della stipendio da fame che percepisce come sindaco di Salemi.
Poverino dobbiamo compatirlo.
Per fortuna arrotonda comparendo in ogni trasmissione.

Poi un appunto: uno solo.
Grillo non ha detto i soldi sono merda.
Ha detto che la politica diventa merda quando dentro la politica entrano i soldi.

Populista?
A volte l'ovvio è molto popilista.

Io per esempio useri questo come inno/manifesto del partito che vorrei votare:

Il discorso di pericle:
Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo
viene chiamato democrazia.
Qui ad Atene noi facciamo così.

Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro
dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.

Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di
altri,chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una
ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.

Qui ad Atene noi facciamo così.

La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non
siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro
prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia
siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.

Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle
proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici
affari per risolvere le sue questioni private.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato
anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo
proteggere coloro che ricevono offesa.

E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che
risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è
buon senso.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo,
ma inutile; e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una
politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.

Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della
democrazia.
Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà
sia solo il frutto del valore.

Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni
ateniese cresce sviluppando in sé una felice versatilità, la fiducia in se stesso,
la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la
nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.

Qui ad Atene noi facciamo così


Ora giochiamo.
Secondo voi quale passaggio della prosa sopra copiata è la piu comunista?
Io ne ho individuati almeno 3.
Sembrano un cantico comunista invece era l'alba della cultura occidentale.

Francesca ha detto...

@ bart27

...chiamiamo la Misericordia???

Zecca ha detto...

Nello screditare Beppe grillo in questo modo buttano via anche quello di buono ha da trasmettere.
Io credo che ce ne sia.
E' una tecnica subdola e molto da vigliacchi.

Viola ha detto...

@ Bart: resta con noi :-)

@ Authan... no comment

Neon+Atlas ha detto...

Ma cosa spinge uno che piglia 60000 euro per non si capisce cosa a passare per le forche caudine di Telese-Parenzo_Cruciani?
Ma goditi i tuoi 30 denari e riga...

Francesca ha detto...

@ N+A

a cosa serve?
per il sommo godimento di Cruciani a far sapere di stare valutando di intraprendere un'azione legale contro REPUBBLICA.

Francesca ha detto...

Dov'è Scanderebech??

Scanderebech, dai Cruciani dacce Scanderebech!!!!!!!!!!!!!

Gabriele, Monza ha detto...

Caro Authan,

il tema é trash, ma non te ne devi scusare, visti i personaggi coinvolti.

Anzi, a proposito di Bossi-SPQR io avrei voluto suggerirti una canzoncina a suo tempo interpretata da Renzo Arbore: "ai Romani piaceva la Biga".

Correva l'anno 1985, il programma era - ovviamente - il mitico Quelli della Notte.

Francesca ha detto...

OT - OT - OT - OT

@ francesco caroselli

mancano oramai pochissimi giorni al fatidico NO B-DAY/2 e continuano le adesioni ufficiali alla manifestazione, è di oggi quella del movimento delle "Agende Rosse" di Salvatore Borsellino:

http://19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3361:le-agende-rosse-al-no-b-day-2-roma-2-ottobre-2010&catid=21:comunicati&Itemid=42

Io ci vado, cosi come già alla precedente.

ciao

Pale ha detto...

@Authan: concordo con gli altri, c'è poco di cui scusarsi. Il sol parlare di 'merda' è sempre stato qualcosa che attira le mosche (ehm, volevo dire le persone). E' così dall'alba dei tempi ed anche Luttazzi ricorre spesso a questo topos.

@bart: ti capisco, anche io scrivo pochissimo, ma leggo sempre il blog. Fatti coraggio e torna a scrivere i tuoi commenti!

Michele Reccanello ha detto...

Il sol parlare di 'merda' è sempre stato qualcosa che attira le mosche

....anche le zanzare a quanto pare!

Pale ha detto...

Infatti non mi spiego come mai il Sommo Cruciani non abbia invitato Luttazzi in trasmissione. Almeno si avrebbe avuto qualcuno che sa come usare gli escrementi come strumento di satira. Ma forse Luttazzi non sta molto simpatico al nostro amico... e quindi, a pensarci bene, mi spiego benissimo questa 'dimenticanza'.

mariolino ha detto...

Oggi alle 11:57 è terminato il discorso del più grande Statista per saecula saeculorum.
Una lettura della lista della spesa dei supposti successi governativi maturati negli ultimi due anni.
Senza accennare per nulla alla piaga dell’evasione fiscale, della corruzione, delle tangenti, del lavoro nero e delle famiglie che non arrivano a fine mese.
“Lotta senza tregua alla criminalità organizzata”!!!...come no! Impedendo alla magistratura di utilizzare le intercettazioni nell’indagine per mafia contro Cosentino…Regalando lo scanno di senatore a dell’Utri, che altrimenti non sarebbe mai stato eletto, per poter meglio difendersi dalle bordate della magistratura.
E poi la claque dei berluscones (battimani di gruppi organizzati che applaudono non spontaneamente, ma dietro compenso economico o di altra natura), gli applausi e gli ammiccamenti di Tremonti che sottolineava le parole di Berlusconi assentendo e facendo smorfie con la bocca come a dire: “Che discorso! Che statista!”
Retorica, propaganda, niente di più. Il nostro grande statista venditore di tappeti è capace solo di questo.
Una Repubblica delle Banane.
Aiutiamo i nostri figli a cercarsi un lavoro all’estero. L’Italia sta sprofondando.

Pale ha detto...

@mariolino Io sono già all'estero, eppure non son felice neanche un po' della situazione in Italia. Discorso prevedibilissimo (con standing ovation prevedibilissime) in una situazione - quella si - di merda prevedibilissima.
Eppure su una cosa il venditori di tappeti ha ragione: che alternative ci sono? Si è mai fatto avanti qualcuno per raccogliere la sfida?

Francesca ha detto...

TOTO-CACIARA ASSOLUTO!

LA POLEMICA ROMA-LEGA
S.p.q.r. dopo le offese di Umberto Bossi, su Radio Padania insulti cantati ai romani.
Il cantautore Manni suona in diretta brano-turpiloquio
e il ministro va in studio per rispondere agli ascoltatori.