giovedì 1 luglio 2010

Dov'è il limite?

[Il post di oggi è a firma di Gabriele]

Mi chiedo quanto ci vorrà. Fin dove si potranno spingere le violazioni costituzionali e gli abusi legislativi in materia di giustizia? Quanta violenza sarà ulteriormente consentita a danno dello Stato di Diritto?

Non voglio soffermarmi sui veri e propri abusi legislativi perpetrati dal Governo e dalla succube maggioranza parlamentare. Voglio invece puntare il dito contro l'Informazione, contro la consapevole complicità delle TV, dei giornali e dei giornalisti.

Qual è, per loro, il Bene Supremo da difendere a qualsiasi costo? Non sono forse la Libertà e l'Uguaglianza tra i cittadini i princìpi irrinunciabili che sottendono alla convivenza civile? Non sono, questi princìpi, le prime vittime di uno Stato prevaricatore ed in definitiva autoritario? Ebbene, cosa fa l'Informazione per difendere Libertà ed Uguaglianza?

Se si eccettuano quegli organi di informazione che esplicitamente combattono, da fronti opposti, questa battaglia decisiva, vi è oggi un panorama informativo che in nome di un illusorio equilibrio nel fornire la notizia, si rende invece corresponsabile dello scempio, del massacro delle regole fondamentali.

Tale passiva e codarda corresponsabilità non è più tollerabile. Per quanto un organo di informazione possa rifiutare il radicalismo e far esercizio di moderazione, tanto più contribuirà in questa delicata fase storica a sopprimere la democrazia e a mortificare la propria e l'altrui Libertà.

E' arrivato il momento di dire "Basta! Si è superato il limite!". E' ora di prendere posizione, con la democrazia o contro la democrazia, esplicitamente, senza ambiguità. E' tempo di usare quello strumento noto a tutti i giornalisti come "Endorsement".

Tutti i media filo-governativi hanno da tempo fatto questa scelta. Gli italiani hanno ora il diritto di sapere se vi è un antitetico "senso comune", se vi sono un'Etica e una Morale trasversali alle parti politiche, in altre parole se esiste ancora la Democrazia in Italia.

Spetta ai Giornalisti darci quest'ultima fondamentale notizia.

--------------------------------

(Authan) Alvin Lee, "No Limit" (1988)





33 commenti:

PaoloVE ha detto...

Buongiorno, e Orrove, Ovvove, madama la contessina De la Cvux!

Da quando ha pubblicato “Gomovva” (no, non sono povchevie, quella eva Sodoma, pivletti!) non passa giovno senza che qualcuno tivi in ballo questo Saviano pev qualche motivo.

Adesso anche pev la movte di quell’altvo lì, quello del Gvande Fvatello (1984? Ovwell? Ma va là, di cosa pavli, sei demodè, lascia stave!), di Tavicone, ecco! Mi pave davvevo tvoppo che fossevo compagni di scuola, che si conoscessevo, che uno avesse manifestato solidavietà all'altvo e che a qualcuno intevessi! Che noia, che bavba!

Ed il bello è che non sta nemmeno bene dave apevtamente contvo Saviano: in fondo in fondo, magavi esagevando, ma ha scvitto contvo la Camovva, contvo dei cviminali, come si fa…

Insomma, una voba da mal di capo!

Anche oggi le nostve auguste e nobili pevsone son costvette ad avvampicavsi sugli specchi pev pvendeve le distanze da Saviano e dalla “Società civile” che lo ha eletto a sua icona, ma senza iscvivevsi al pavtito degli anti-Saviano se no si finisce pev appavive così banali, così scontati, così cheap, così out, così malvestiti e maleodovanti (chi l’aveva detta questa?)…

Insomma tutta la soprascritta pippa in "evve" moscia per un mio dubbio: non è che i veri snob, gli originali ad ogni costo, quelli veramente in ed alla moda, i veri radical chic di oggi, quelli da sfottere alla radio non sono più i raddrizzatori di banane etiche a sinistra, ma quelli che a destra preferiscono molti livorosetti ed invidiosetti distinguo dal buon senso?

e non è forse più serio e pragmatico l’appoggio a chi (magari poco e nel suo piccolo) qualcosa di buono l’ha fatto piuttosto che sottilizzare sempre alla ricerca di una perfezione che non ci sarà mai? Mah! Nel dubbio possiamo tornare a sfottere la “Vertmiuller”.

Auf wiedersehen!

Paolo, il duca

Francesca ha detto...

lo so!
malvestiti e maleodoranti lo disse il Berlo dei parlamentari dell'opposizione, cioè dei colleghi ONOREVOLI!

Chissà se a Panama o dove piripicchio si trova ora glielo hanno fatto sapere al Berlo di tale PIER PAOLO ZACCAI, CONSIGLIERE PROVINCIALE PDL A ROMA, RICOVERATO IN STATO CONFUSIONALE PER UN FESTINO A BASE DI COCA, PUTTANE E VIADOS ??
Voleva forse emulare M'Arrazzo ma ci è andato giù pesantino eh??!

Paolo, pero' bisogna riconoscere che ieri il Crux almeno (first time in his life??) ha espresso apprezzamenti (mooooooolto contenuti per la verità) per Antonio di Pietro che ha definito "Coagulatore" il neo-ministro Abbranchèr!!

francesco.caroselli ha detto...

bellissimo post gabriele.

Io per rispondere alla tua domanda ti vorrei tanto fare ascoltare il Sansonetti di stamattina a radio24.

Se avessi ascoltato lui la risposta alla tua domanda sarebbe nettamente NO.

Cmq c'è ancora spazio per lottare.

Basta saper individuare di chi fidarsi...

Michele Reccanello ha detto...

@francesca,
Sul coaugulatore... Ma mi faccia il piacere il Crux!
Quasi quasi do` ragione a Di Pietro sosteneva ieri. Tanto lo sappiamo che lo considera un bandito.
Stamani mi sono riguardato Davigo a 8 e mezzo con la Gruber e il geatinoso Franco, mi sembra che anche te avevi riproposto il link, le risposte del crux ai suoi maldipancia su ADP, se avesse un po` di onesta` intellettuale, sono tutte lì ma tanto PCD e` solo un'altra toga rossa.

Michele Reccanello ha detto...

@authan,

Mi sembra che spesso gli argomenti di questi ultimi post trattino di cose che alla zanzara vengono toccati marginalmente o per niente.
La cosa mi piace assai perché questo blog sta diventando un luogo di scambio di idee. E perché ultimamente la trasmissione ti fa cascare le braccia (vedi come e` stata condotta l'intervista alla D' Addario).

Michele Reccanello ha detto...

intanto mentre loro discutono dei problemi di uno....

Authan ha detto...

Solo un romano poteva scrivere un post sulla Zanzara di ieri, a meno di concentrarsi su dettagli sfiorati en-passant come la punzecchiatura a Saviano (vedi commento di Paolo).

Aggiungete che oggi sono preso dal lavoro, e la morale e' che dovete ringraziare Gabriele se avete qualcosa da leggere.

Scusate se partecipo poco ai commenti. Questo periodo va così. Non e' per snobismo.

PaoloVE ha detto...

@ Gabriele:

il tuo vibrato appello appello perchè i giornali si schierino in maniera aperta è più che condivisibile, anche se è destinato a rimanere una pia speranza: qualche tempo fa ho sentito una intervista a Paolo Mieli, che si produsse nell'ormai famoso endhorsement del Corriere della Sera a favore di Prodi: Mieli diceva di ritenere tuttora corrette le valutazioni che lo avevano portato ad assumere quella posizione, ma che, viste le conseguenze (leggi la sua rimozione) a posteriori non l'avrebbe rifatto. E da allora qualche altra "vittima" della libertà di informazione, per chiarire meglio il concetto che ogni presa di posizione ha delle conseguenze, sembra esserci stata, magari con qualche piccola bastonatura tra colleghi (Boffo) oppure modernizzando la testata (TG1).

In fondo anche i giornalisti tengono famiglia e non si può pretendere che abbiano tutti degli lo spirito degli eroi.

Ciao

Paolo

Gabriele, Monza ha detto...

@ Michele

Non so cosa ti risponderà Authan, in merito all'attinenza di alcuni post - tra i quali il mio - con i contenuti della Zanzara.

Io per esempio, Cruciani non lo ascolto più. Troppo prevedibile e troppo "inquadrato nei ranghi".

Lui stesso, su questo blog, ha parlato di noia. Che cerca di contrastare con ospiti che gli facciano da spalla.

Comunque, a mio parere c'é un filo che lega tutti i post: si tratta dell'Informazione e delle modalità con le quali essa circola e si diffonde.

Cruciani, per quanto criticabile, é un protagonista del "circo mediatico" e, di fatto, ha stimolato Authan e tutti noi ad analizzare le notizie, a rielaborarle secondo le proprie idee e a riversarle in un contenitore diverso, più adatto allo scopo.

Nel fare questo, bisogna riconoscere a lui e al suo editore una giusta dose di merito.

Peccato che lui spesso perseveri (per l'audience?) nel sostenere tesi insostenibili, mortificando la sua e la nostra intelligenza.

Anche a lui é rivolto il mio appello: "Cruciani, dov'é il limite?"

francesco.caroselli ha detto...

Come al solito provo ad interpretare cosa frulla nella testa Giuspiello Crociati.. come che si chiama?.. crocetto?....
ah Si cruciani.

Penso gli dia fastidio che Saviano abbia voluto inquadrare in qualche modo Taricone come Antiberlusconiano per via del suo sostegno pubblico a Saviano stesso.
Alla nostra volpe non passa nemmeno per la mente che le parole di Saviano possano essere state sincere.
La buona fede viene garantita per tutti, Brancher in primis, ma Saviano "francamente, se la poteva risparmiare"(crux Copyright)

Concordo con Paolo l'esortazione di Gabriele può solo cadere nel vuoto.
E' una falla del sistema.
I giornalisti meidaset e rai (e persino il corriere della sera) è sotto il giogo di B.
Pure se con un improvviso scatto d'orgoglio (o presa di coscienza della grave situazione) i giornalisti prendessero posizione non sarebbe poi cosi complicato rimuoverli e sostituirli con gente nuova.
Tanto un giornalista che si piega si trova sempre.
Sono tutti uomini.
Come diceva Montanelli "temo piu la ricompensa che la punizione" (o qualcosa di molto simile)

Gabriele, Monza ha detto...

@ Paolo

é vero, anche i giornalisti tengono famiglia.

Però sono sempre di più i giornalisti che compiono piccoli atti di eroismo (posto che grande eroismo si ha quando sacrifichi anche la vita, non solo il posto di lavoro, per un ideale).

Mi riferisco certo a Mieli, ma anche a Mentana, Telese, Busi, Ferrario.
Tutti questi, probabilmente, andranno a stare professionalmente peggio, ma credo saranno più sereni e LIBERI.

Dall'altra parte ci sono i Feltri e i Belpietro, che hanno fatto il botto economicamente avendo venduto le loro idee al miglior offerente. Basta andarsi a rileggere i loro pezzi durante Tangentopoli.

Detto ciò, io su qualche altro eroe, ci conto.

Gabriele, Monza ha detto...

Dimenticavo di aggiungere:
anche Saviano, a ritroso, forse non scriverebbe più Gomorra e rinuncerebbe a essere considerato un eroe.

Resta il fatto che lui ed altri che sono sotto protezione, l'atto di eroismo l'hanno compiuto.
E l'eroismo spesso é contagioso!

Michele Reccanello ha detto...

fortunato il paese che non ha bisogno di eroi...

Michele Reccanello ha detto...

a proposito di legge bavaglio...

intercettazioni e tutto quello che cade sotto tale legge gli editori possono farle avere alla stampa estera, e cosi sarebbe una legge inutile, in piena era internet. Che ne pensate?

PaoloVE ha detto...

@ Gabriele:

adesso scriverò qualcosa di molto "Grillino": probabilmente, visto che chi vive di informazione è molto condizionabile (con poche eccezioni, vedi il fatto), probabilmente ci potremo aspettare qualcosa di più in termini di libertà proprio dai blog, dove però c'è più difficoltà ad attingere alle notizie brute.

Ciao

Paolo

Gabriele, Monza ha detto...

@ Paolo

tutti sono condizionabili.
Il problema é che ci sono persone che attingono a più fonti - tra le quali i blog (Dio-li-abbia-in-gloria!) - e altre che si abbeverano a fonti tradizionali quali ad esempio il TG1 e il TG4.

Quest'ultima fascia di audience é quella che mi angoscia, perché é preda non tanto di Berlusconi, quanto delle sue falangi armate (Minzolini, Fede, Brachino, ecc.).

Mi chiedo spesso quanto Internet e i blog siano in grado di spostare consenso.

Forse lo sapremo solo nel 2013, quando saremo chiamati con il voto a distinguere, spero definitivamente, tra Verità e Menzogna.

Neon+Atlas ha detto...

Azzardo un pronostico sulle argomentazioni di Cruciani oggi alla Zanzara in merito alla manifestatio:

1) Ma che significaaaa/Che cosa c'entra

2) Io non mi indigno mai

3) Mmm, no non mi piace, no./Non capisco

4) In Italia C'E' libertà di stampa

francesco.caroselli ha detto...

Caro Gabriele nel 2013 non ti aspettare grosse novità.
ci sono persone (...) - e altre che si abbeverano a fonti tradizionali quali ad esempio il TG1 e il TG4.

Quest'ultima fascia di audience é quella che mi angoscia


questa fascia di audience lo chiamerei "parco Buoi".. un po come vengono considerano i piccoli risparmiatori in borsa
E cmq questa situazione di potere sulle masse non è SOLO italiana...
diciamo solo che in italia l'"ipnotizzatore è solo uno.



E cmq per rispondere alla domanda
"Dov'è il limite?"
ti posso rispondere parafrasando una pubblicità:
"Cruciani, No Limits"

Poi c'è chi nemmeno sa che vuol dire limite...

Francesca ha detto...

Scusate eh?!

Ma un bell'esempio di giornalisti brave heart e con i controco.... lo abbiamo avuto proprio in questi giorni!

Io non ho l'abbonamento a Sky, ma mi risulta che l'AD di Sky Italia, tale Tom Mockridge, abbia dichiarato contestando il DDL intercettazioni, che, se del caso, sarebbe prontissimo ad andare in galera con il direttore delle news, il bravissimo Carelli!

E son dichiarazioni impegnative eh?!?
Perchè se dovesse passare questa legge.... ma, NO PASARAN!

Ti basta Gabriele?

Risposta di Cruciani: "Non credo"

francesco.caroselli ha detto...

se b vuole fare passare la legge si deve rendre conta che l'opinione internazionale non gradirà molto.
...e non è facile governare l'Italia se gli USA ti hanno puntato.
A parte l'AD di Sky mi pare che anche un importante diplomatico statunitense abbia criticato il DDl intercettazioni, un comportamento che è non è prassi, segno che gli americani hanno fiutato qualcosa di strano.

Saranno state le parole di grasso? (nominato dal governo e per il quale non ho grande stima)
Il procuratore nazionale antimafia ha dichiarato che questa legge è devastante per la lotta al crimine ANCHE contro Cosa Nostra.

Questa legge è ultra antipopolare. Perchè il PDC ci tiene tanto che passi? ...tanto piu che sta scoprendo il fianco con continue leggi ad personam.
Politicamente "forzare" questa leggenon conviene a B.
Perchè lo fa?

Eppoi francè non fare l'ingenua quelli di Sky non sono eorici braveheart.. semplicemente non dipendono da B.
E' per questo che nei paesi civili i media non sono sotto controllo politico.
O politico, o tycoon dei media.
Insieme non si può.
O fai l'arbitro o fai il giocatore.

è sempre tutto molto banale.
Purtroppo.

Michele Reccanello ha detto...

mi pare che anche l'OCSE ha puntato il dito contro l'italia sulla legge bavaglio.

Michele Reccanello ha detto...

notizia di gossip da repubblica.it:
In brasile e` stato paparazzato il PDC a fare le ore piccole con delle ballerine. Chissa se esportera` la legge bavaglio anche la`.

Michele Reccanello ha detto...

condivido le parole di Luxuria

francesco.caroselli ha detto...

ragazzi, come mai Mancino Vice-Presidente del CSM (organo di autogoverno9 si schiera contro i magistrati? (che protestano per il taglio del 30% del salario per i magistrati giovani, ma soprattutto contro il DDl intercettazioni)
Ve lo già detto quel che penso di Mancino e quale tassello del puzzle occupa nella trama complessiva.

Dopo averlo inquadrato bene non smentisce MAI


Luxuria è simpatico/a, intelligente ed educato/a..
ed è di sinistra..
meglio non invitarla/o troppo spesso altrimenti gli ascoltatori potrebbe piacere.
Meglio tenere in linea minuti e minuti quel palloso di Cecchi Paone.

Francesca ha detto...

ecco il problema del Crux che ha compromesso tutto!
Non è mai andato nemmeno ad un corteo!

Michele Reccanello ha detto...

allibito e sconcertato dalla puntata di stasera mi chiedo dve posso acquistare un bazooka!
Ti capisco francesa per lo sfogo di ieri di non voler ascoltare piu` la trasmissione.

Francesca ha detto...

dove eravamo rimasti con la classifica delle peggiori interviste??

credo che quella di stasera a quel beeeep di Casadei meriti un adeguato posizionamento!

Francesca ha detto...

ahahhaha!!

la sindrome della Zanzara dilaga!

sto sentendo Carlo Genta che parla con gli ascoltatori con dei toni francamente del tipo: "ma la faccia finita" e poi attacca e passa al traffico!

Francesca ha detto...

Gabriele wrote:

E' arrivato il momento di dire "Basta! Si è superato il limite!". E' ora di prendere posizione.

Sbaglio io, o ieri sera nei titoli dei TG che Cruciani ci passa alle 20.00, subito dopo quelli del TG1, si è sentita da SKY TG24 una vocina femminile gradevole ma stentorea annunciare: “Mani nelle tasche (degli italiani forse?): dal 1° luglio aumentano i pedaggi autostradali”.?
Mi sembra una bella presa di posizione. Come la mimica facciale della Busi quando leggeva certe notizie!
:-))))
Come una ciliegina sulla torta, vi trascrivo il post al riguardo dal blog che già vi avevo segnalato: http://nonunacosaseria.blogspot.com/2010_07_01_archive.html

Quando dice una cosa...
Altero Matteoli, ministro per le infrastrutture, 17 novembre 2008, Il Messaggero, pagina 3:
"Riguardo alle tariffe autostradali, siamo d'accordo con il ministro dell'Economia che se dovessero esserci nuovi aumenti, questi andrebbero accordati soltanto alle concessionarie che abbiano reinvestito. Ne abbiamo parlato tante volte e siamo in perfetta sintonia".
Altero Matteoli, ministro per le infrastrutture, 1° luglio 2010, Quotidiano nazionale, pagina 9:
"Quello che chiediamo agli utenti dei raccordi autostradali è una sciocchezza rispetto ai vantaggi che avremo in termini di manutenzione delle strade Anas (...) Grazie all'aumento dei canoni e dei pedaggi, che va nelle casse dell'Anas, lo Stato riduce il finanziamento per la manutenzione".


Beh, tutto normale madama la marchesa!
Noi lo sappiamo bene che le dichiarazioni dei politici valgono esclusivamente per il momento in cui vengono pronunciate, sono a brevissima scadenza, poi si cagliano come lo yogurt di Brunetta, ma lui lo mangia lo stesso....e forse non va bene!

Ce lo ha insegnato il ministro piu’ inutile della Storia Italiana (forse a lui si sono ispirati poi per Abbranchèr?) al quale lo aveva insegnato a sua volta un antico ministro democristiano della Prima Repubblica!

Gabriele, Monza ha detto...

@ Francesca

Che l'attuale governo non sappia fare altro che annunciare senza realizzare, promettere senza mantenere, é un fatto che neanche il miglior Cruciani potrebbe confutare in maniera documentata (a confutare senza pezze d'appoggio siamo bravi tutti).

E' anche un fatto che SKY stia progressivamente prendendo posizione, non per politica, ma per salvaguardare i propri interessi. Per quanto mi riguarda, ben venga. Nell'attuale assetto informativo, meglio un (potente) alleato interessato che niente alleati.

Francesca ha detto...

@ Gabriele & friends

Vorrei suggerire a tutti (per comprendere quante falsità ci siano nei messaggi rassicuranti di questo governo, che si sa solo autocelebrare degli inesistenti successi di due anni, le verità molto diverse che sono invece la realtà dei fatti) di riascoltare questa sera in replica la puntata odierna di Giannino (alle 22).

Si parla di Tremonti-ter; scadenza delle agevolazioni fiscali per gli investimenti 30/06/2010.

Nessuno sa se, malgrado le richieste che vengono dal mondo industriale, potrà essere prorogata almeno fino al 31/12.

Il superministro del rigore e del teniamo fermi i saldi tace.
Notizie dal Ministero dello Sviluppo economico nisba, quello che ha l'interim è impegnato con le ballerine.

La domanda è, perchè no?

Sono stati stanziati dallo Stato 2,4 miliardi e, fino ad oggi, cioè alla scadenza, è costata solo circa la metà.
Se vogliamo battere la concorrenza dei paesi esteri in crescita del cosiddetto blocco BRIC non lo possiamo fare certo competendo sul fronte prezzi, bensì con una migliore tecnologia, e dunque serve un aiuto per gli investimenti.

Ascoltatelo vi prego!

ciao!

Francesca ha detto...

Urca che notizia ferale!
Ma .....davero davero il supermegadirettore Fabi se ne va?
Cosi...su due piedi...e già da lunedi arriva quell'altro?
Ma chi è? chi lo conosce?

Un commiato davvero straziante stasera alle 18.30...sigh....

Quasi quasi mi dispiace di piu' dell'eliminazione del Brasile dal Mondiale, ma tanto la squadra che io ho pronosticato, e in tempi non sospetti, sta viaggiando BE-NIS-SI-MO!

Comunque sempre su Radio24, da riascoltare anche Focus Economia stasera con il bravo Alessio Maurizi, ospite Tito Boeri che ha ripetuto per la duecentomilionesimavolta il problema del conratto di lavoro di ingresso per i giovani.
Ma tanto chi lo ascolta?
Tremonti ora si inventa i fondi europei non utilizzati, ovviamente dalle regioni del Sud, sappiamo che è il vice-Bossi.
Prima la colpa era dell'articolo 41 se le imprese sono ferme!!
I dati sulla disoccupazione giovanile (15-24 anni uno su tre senza lavoro) a Saccon Sacconi, quel residuato di garofano come lo chiama Dagospia, gli fa un baffo!


Ah ecco Mascia!
è il leader del movimento BO-BI!
Cruciani si informi!!!

ahahahhahah!!!

Francesca ha detto...

A margine di quello che vi dicevo sulla Tremonti-Ter, vi segnalo altresi questo articolo apparso su IL SOLE24ORE sabato 3 luglio a firma di Guido Gentili e dal titolo:

TREMONTI TER ADDIO
QUALCUNO HA SMARRITO LA BUSSOLA DELLA CRESCITA

http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=48078353