giovedì 29 aprile 2010

Buono solo per incartare il pesce

[Avviso. Dopo i post di oggi il blog va in stand-by per alcuni giorni. Ci sentiamo il 5 maggio o giù di lì]


Questo qui sotto è il secondo articolo del giorno, di Authan. Non perdetevi il primo, un post di Paolo che merita una tripla A da Standard&Poor's :-)

++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Gran parte della Zanzara di ieri è stata dedicata al nuovo scontro tra Vittorio Feltri e Gianfranco Fini.

Giusto due righe per ricapitolare gli eventi: Feltri ha sbattuto in prima pagina con titolone a nove colonne la notizia che una società riconducibile alla madre della compagna del presidente della Camera risulta titolare di un contratto con la Rai del valore di un milione di euro (sottintendendo, senza dirlo esplicitamente, che Fini possa avere esercitato in qualche modo la sua infuenza per favorire tale accordo). La risposta di Fini non è stata leggera: “Questo è giornalismo che sguazza nel fango, per non citare un'altra materia organica che ha reso celebre Cambronne”. Vale a dire, il quotidiano di Feltri sguazza nella merda.

Giuseppe Cruciani in sede di commento si è tenuto un po' nel limbo. Il suo ragionamento si può sintetizzare così: "Quella a cui il Giornale ha dato così tanta enfasi è una notizia tutto sommato di scarso interesse. Tuttavia, la reazione di Fini, che dà erroneamente per scontato il fatto che Feltri sia teleguidato, è esagerata. In fondo, che il Giornale tenga alto il livello di attenzione sul presidente della Camera rientra nelle sfera delle legittime linee editoriali, non dissimili da quelle di altri quotidiani quali Repubblica e Il Fatto, i quali tengono sempre Berlusconi nel centro del mirino".

Io a Crux do una risposta molto semplice, ribaltando il cannocchiale. Così come lui ha legittimamente un'opinione pessima (e ce l'ha, eccome se ce l'ha), di Repubblica e del Fatto, altri, possono ritenere, a ragion veduta, e non sulla base di preconcetti, che il Giornale sia un foglio "buono solo per incartare il pesce". Metafora, da non prendere alla lettera, per dire che il giornalismo di Feltri è cattivo giornalismo. Militare, peloso, facinoroso, picchiatore, e avvelenante.

E' così. E se Crux non vuole dare a retta a me - lo capisco - almeno ascolti e rifletta sulle parole di due suoi colleghi da lui parecchio stimati: Filippo Facci e Oscar Giannino. Qui di seguito ecco gli audio.














Cambiando completamente tema, visto che di questi tempi si parla di deriva plebiscitaria, suscitando le ironie del nostro conduttore preferito, vorrei far osservare un punto molto semplice, a partire da quello che sta succedendo in Grecia. Se il contagio greco dovesse espandersi a Portogallo e Spagna, bisognerebbe entrare nell'ordine delle idee che anche l'Italia è un paese a rischio.

Per evitare di finire sotto la spada di Damocle, potrebbe diventare necessario, nei prossimi anni, reperire risorse ingenti a sostegno dei conti pubblici, anche facendo ricorso a misure profondamente impopolari che un governo "plebiscitario", legato a filo doppio al consenso popolare senza mediazioni, potrebbe non riuscire a varare. Il consenso dell'elettorato ha sì un valore assoluto in una democrazia. Conta molto, moltissimo, quasi tutto. Solo che quel "quasi" è importante, fondamentale, e va salvaguardato come una specie animale in via di estinzione. Ecco perché l'ipotizzata "deriva plebiscitaria" è un qualcosa di serio, cari amici, e non una barzelletta.

-----------------------------------------

Pierre Cambronne fu un generale francese, che durante la celebre battaglia do Waterloo, nel 1815, all'ufficiale inglese che gli intimava la resa rispose in un modo - come dire - poco ortodosso...



88 commenti:

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

la differenza tra il Giornale e il Fatto o la Repubblica, sono le notizie false.

Il caso Boffo e il caso Betulla sono due casi in cui il buon Feltri ha fatto scrivere o ha scritto personalmente
cose F A L S E.

Travaglio omette spesso parte della verità, ma questo può essere definito fazioso, ma lecito. Su il Giornale sono scritte a volte B U G I E.

Un giornalista che tira acqua a un qualsivoglia mulino, sarà anche fastidioso, ma è nel suo diritto, come nel mio di non apprezzarlo. Ma un giornalista che mente dovrebbe essere una contraddizione in termini. Dovrebbe.

Gustoso alle 20.40 di ieri l'ascoltatore Guido che ha insultato Cruciani con veemenza, coprendosi peraltro di ridicolo.

Saluti

Tommaso

Francesca ha detto...

Cruciani pensa che SB non dovrebbe occuparsi di Saviano, che peraltro è la gallina dalle uova d'oro della Mondadori.
E lo stesso Cruciani pensa altresi che Fini non dovrebbe replicare al quotidiano che lo ha tirato in mezzo.
Sono due situazioni secondo me non raffrontabili, perchè Fini è sotto il fuoco di Feltri ormai da troppo tempo e in maniera disgustosa per starsene zitto.
Certo pero' che se si provasse l'appoggio del Presidente della Camera per l'acquisizione del contratto RAI ai parenti della compagna.....
Oggi su REPU ma anche sul CDS (la coraggiosa Fiorenza Sarzanini, già distintasi per lo scoop D'Addario, mentre il Commissario Davanzoni ripeteva ossessivamente le 10 domande) si parla del ministro Scajola e degli ingenti movimenti di denaro, per acquisti di immobili privati, derivati dalla cricca di Anemone & C. e non è la prima volta.
Ne parla anche il quotidiano buono per incartare il pesce?
E Cruciani che piu' volte ha ospitato in trasmissione e con tutti i riguardi Lady Ceppaloni che con il marito Clementino è accusata di aver ben sistemato a vari livelli in posti pubblici, svariati amici, conoscenti e parenti??

Francesca ha detto...

I falsi scoop sono la specialità del vecchio cecchino contaballe!

Ricordate solo qualche settimana fa, quando c'erano i volontari di Emergency nelle mani della polizia in Afghanistan, accusati di aver introdotto armi nell'ospedale e di voler preparare un attentato al governatore di Helmand, e gli house organs si precipitarono a titolare: "I tre hanno confessato"

Gino Strada li ha querelati e credo abbia un'assistenza legale di prim'ordine!

Pale ha detto...

Giannino da applausi a scena aperta!

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

Bocchino: "io epurato dal premier"

In mattinata è stata sconvocata l’assemblea del gruppo parlamentare che doveva discutere delle dimissioni di Italo Bocchino: ed è lo stesso vice presidente vicario dimissionario ad attaccare ad alzo zero il premier: «Sono stato epurato, Berlusconi ha chiesto la mia testa per colpire Fini e la sua area», dice il deputato ex An. «È evidente - aggiunge - il tentativo di Berlusconi in prima persona di arrivare a una epurazione mia per colpire l’area vicina a Fini. Ma i nostri sono problemi esclusivamente politici - continua - e non di posti all’interno del partito».

Francesca ha detto...

addendum al TOTO-ZANZARA

"Sta diventando il partito della paura, altro che partito dell'amore"

"Berlusconi è ossessionato da me. E' da almeno un anno che chiede la mia testa, perchè ritiene che non possa esserci uno non allineato. Berlusconi mi ha pure chiamato per dirmi di non andare in televisione. Che un leader chiami un dirigente per dirgli questo, è una cosa che non esiste al mondo. In una telefonata, con toni concitati, mi ha pure detto: 'Farai i conti con me'".
Il sito di Generazione Italia rilancia lo sfogo di Bocchino. Che nega di essere in cerca di "poltrone" ("sarò uno degli 11 vice e continuerò a lavorare per un Pdl diverso da quello attuale"), puntando il dito contro l'attuale condizione del partito: Berlusconi ha portato alle estreme conseguenze una famosa frase del Principe di Machiavelli: 'Dal momento che l'amore e la paura possono difficilmente coesistere, se dobbiamo scegliere fra uno dei due, è molto più sicuro essere temuti che amati".

paolo ha detto...

Un paio di settimane mi è capitato sottomano Il Giornale in un bar. Era il giorno dell'apertura della settimana del Salone del Mobile a Milano.
Sulle pagine di Milano del Corriere avevo appena letto due articoli molto duri verso il Comune. Tema: la Darsena. Si sottolineava l'indicoroso spettacolo offerto ai visitatori stranieri, etc.. (chi è di Milano conosce bene l'argomento e penso non ci sia bisogno di dilungarsi). Sulle pagine di Milano del Giornale
ho invece potuto leggere un clamoroso scoop sull'argometo: l'abbandono totale in cui versa la zona da diversi anni ha favorito lo sviluppo di una flora autoctona della pianura padana. Quindi allo studio del Comune c'è un'ipotesi di "valorizzare questo naturale ripopolamento" (piu' o meno suonava così) e creare un giardino Darsena. Spettacolare!
Basito, rileggo meglio e mi accorgo che nell'articolo vengono riporatati divesi virgolettati relativi alla ricchezza di questa riscopeta,r etc., senza MAI riportarne la fonte.
Oltre che per il pesce, forse è buono anche per un altro importante utilizzo domestico

Pale ha detto...

"[...]Che un leader chiami un dirigente per dirgli questo, è una cosa che non esiste al mondo.[...]"

Contutto il bene (?) che voglio a Bocchino risponderei, in questo modo: "Che tutti i politici e politicanti occupino i palinsesti televisivi, è una cosa che non si è mai vista nel modo, ... tranne in Italia "

Et voilà, Monsieur Crucianì, l'assist è servito...

Pale

Michele Reccanello ha detto...

al commento di pale, aggiungo

Caro Bocchino prima era un genio, e ora cosa e'?
Per quello che vedo io vale la stessa osservazione che feci per fini: Sapevi con chi facevi l'amore. Sai a chi fai la guerra. Hai solo un'alternativa ma il coraggio ti manca...

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZAA

Bersani a Fini: "Noi disperati? Lui sia coerente"

Compagno Bersani, piano a considerarlo dei nostri!
Prima di dar per scontato il salto della quaglia vorrei sentir la ritrattazione di Gianfranco sulla persecuzione giudiziaria di cui il premier è evidente oggetto come gli ho sentito dire anche proprio di recente e che lo pone a distanza siderale, perche' se anche lui crede davvero alle favole che SB racconta ai comizi, sulle 2500 udienze, i 100 e rotti processi, i 200 milioni di euri spesi per difendersi, beh allora.... anche no, grazie!.

Clem ha detto...

Che bello, Paolo ha espresso con parole molto belle ed efficaci quello di cui mi lamentavo ieri riguardo alla questione Adro. La crisi greca tra un po' ci fa tornare tutti alle monete nazionali e questi fanno il teatrino.
Per quanto riguarda Fini e il Giornale io francamente non capisco. E allora? La tizia non potrebbe esserseli guadagnati, quei milioni? O solo perché è la 'suocera in pectore' di Fini, allora non deve più lavorare sennò automaticamente quel che fa lo fa in quanto suocera e non in quanto professionista?
(la cosa buffa è che Cruciani questo discorso quando gli fa comodo lo fa a ruota)

Per quanto riguarda Feltri, basta il buonsenso per capirci. Non dovremmo neanche parlarne di lui, è stato sospeso e solo questo dovrebbe declassare il Giornale a carta igienica, e tra l'altro di pessima qualità.
Ma vabbè, dopo aver fatto sparire la puntata online sulla D'Addario, e dopo l'ultima pronopuntata sul 25 aprile ho perso ogni speranza che il programma possa tornare ad essere quello che era due anni fa.

Concludo ribadendo che i piagnistei di Bocchino e Fini, in ogni caso, mi fanno solo gongolare a morte. Avete goduto per anni del meccanismo? Adesso ve lo subite, e più male vi fanno più io ne sono felice. Per quanto questa storia della suocera sia una vaccata, sono contento se crea numerosi e dolorosi problemi a Fini e alla sua famiglia.

So che non accadrà MAI, ma sarebbe bellissimo se finissero politicamente nel nulla e sparissero à la Bertinotti. Così, a monito per tutti gli altri.

Neon+Atlas ha detto...

Eh, che bello.. un'intervista monstre sull'autore della filastrocca su Silvio... Cruciani verso il Pulitzer.

bart27 ha detto...

Authan,
in questi 5 giorni di vacanza perché non fai un "post passepartout" giusto per permettere a tutti di commentare in questi giorni?

una specie di pozzetto degli off-topics generico e provvisorio, giusto per questo stand by

Michele Reccanello ha detto...

cito francesca
Certo pero' che se si provasse l'appoggio del Presidente della Camera per l'acquisizione del contratto RAI ai parenti della compagna.....
e clem
Per quanto riguarda Fini e il Giornale io francamente non capisco. E allora? La tizia non potrebbe esserseli guadagnati, quei milioni? O solo perché è la 'suocera in pectore' di Fini, allora non deve più lavorare sennò automaticamente quel che fa lo fa in quanto suocera e non in quanto professionista?

Perchè commentano una annosa questione guardandola da due punti di vista diversi...

Se in RAI si dovessero cacciare le persone con lo sponsor credo che a in TV sulle tre 3 reti l'unica cosa che vedremmo sarebbe l'effetto "nebbia" (mancanza di segnale). E se gli sponsor fossero additati a pubblico ludibrio sai che secchiate di quella materia organica citata ad inizio post...

Francesca ha detto...

@ Mike

la frase in corsivo da me inserita corrispondeva + o - alle parole di Cruciani.
Infatti poi ho parlato di casi di politici e dei loro "appoggi".
ma hai ragione e lo sappiamo bene che in Rai è tutto lottizzato.

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

dopo le dichiarazioni di ADP sulla vicenda Scajola, Cruciani si produrrà da par suo nella pièce dal titolo:

«l'intramontabile giustizialismo di chi chiede ad un ministro, neppure indagato, le dimissioni».


da notare che oggi sul giornalino di zio Paolino tocca alla moglie di Bocchino prendersi la merda addosso!

Ornette ha detto...

Bocchino: "Berlusconi è ossessionato da me". Non credo si riferisse a te. (Alex Lovisa)
luttazzi.it

Francesca ha detto...

Milan, Leonardo: "Io e Berlusconi incompatibili"

la polizia segreta di Vittorio Feltri rovista tra le discariche alla ricerca di merda anche per il prossimo ex-allenatore dei rossoneri.

Lorenzo ha detto...

Non voglio fare come i seguaci di Berlusconi.
Se la notizia della "suocera" di Fini fosse apparsa un paio di mesi fa (PRIMA dello scontro con Berlusca)e fosse apparsa sulla Repubblica, nessuno di noi si sarebbe mai SOGNATO di definirla "giornalismo spazzatura".
Quindi per me non lo è neanche OGGI che appare su Il Giornale.
Se è una notizia VERA, è una delle tante raccomandazioni che la stampa fa bene a stigmatizzare.
Questo NON significa, ovviamente, che Il Giornale non abbia pubblicato anche spazzatura.
E' di pochi giorni fa il risarcimento per le calunnie sulle proprietà immobiliari di Di Pietro.
E non significa che la notizia appaia oggi senza che si intenda colpire Fini. CERTO che si intende colpire Fini.
Ed altrettanto certamente Feltri chiede il permesso a Berlusconi prima di colpire Fini, o quantomeno smetterebbe di farlo se glielo chiedesse Berlusconi.
Il dialogo tra Sallusti e Cruciani, dove si è fatto credere che veramente Berlusconi "sia dispiaciuto" ma rispetti l' indipendenza dei giornale, è SEMPLICEMENTE SURREALE.

Michele Reccanello ha detto...

a pag 4 de "il fatto quotidiano" c'e` un articolo che parla di come "il giornale" sta trattando la vicenda della casa in "nero" di messer sciaboletta. Ovvero non ne parla. Fa anche notare che nel 94 fu proprio feltri a fare una campagna stampa - giustissima - sulle case INPS date in affitto a prezzi ridicoli a gente come D'Alema, Veltroni, Del Turco e altri ancora.
Insomma 2 pesi e 2 misure.

Michele Reccanello ha detto...

e' durata circa 2 minuti la parentesi del crux su sciaboletta - dove tra l'altro si e` sbilanciato un pò - poi e` ritornato al suo argomento preferito di questi ultimi giorni - bocchino si, bocchino no - che a fatto 2 cojones cosi.

Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
francesco.caroselli ha detto...

Anche eprchè berlusconi è PADRONE dei suoi giornali.
Ce lo racconta Indro quando ci racconta che lo cacciò in quanto da momento della discesa in campo "il giornale deve fare la politica della MIA politica".
Come dice Lorenzo è surreale credere che B non sappia niente. HA perfino cacciato il direttore del CDS (che nemmeno possiede) ... vi ricordate della prima cacciata di DE Bortoli?
Per non parlare degli editti vari e delle ultime pressioni indebite per far chiudere annozero. Si impiccia delle cose che non gli competono, figurarsi di quelle che sono sue.
Il cinico cruciani su questo tema della libertà di Feltri diventa una verginella.


Francè
Ho sempre pensato che Leonardo fosse troppo signore per andare d'accordo con quel buzzurro...e infatti!
Leonardo:"ognuno ha il suo stile..:" e c'è pure chi non ce l'ha proprio!

Francesca ha detto...

@ Italo Bocchino
caro il mio bel dimissionato senza ragione, mi hai proprio deluso!
tolgo la fotina perchè dopo aver sentito esprimere "solidarietà umana" a Scajola, che a questo punto dovrebbe si dimettersi, altrochè,francamente.....

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA
(di quelli che Cruciani proprio ci sguazza come in quel materiale organico...)

Il senatore Cosimo Gallo (Pdl) ha proposto l'esenzione dal ritiro dei punti della patente per gli autisti di auto blu. Una vera e propria immunità qualsiasi tipo di infrazione.

Da notare che il senatore Gallo, già ospite telefonico di Cruciani, si è distinto anche e soprattutto per la poesia declamata in una cena offerta da SB e che ha incontrato l'approvazione anche dell'autore dell'inno nord-coreano, tormentone della scorsa settimana alla Zanzara.

http://www.liquida.it/video/a69e47bdd/senatore-pdl-gallo-recita-live-poesia-per-berlusconi/


Merita altresi di essere linkato l'articolo di REPU, ma oggi anche su CDS e altri credo, circa il numero assolutamente scandaloso delle auto blu attualmente in circolazione ed in continua crescita:

http://www.repubblica.it/motori/attualita/2010/05/03/news/immunit_per_le_auto_blu_proposta_nel_nuovo_codice-3779108/

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA
Il ritorno di UFO-ROBOT

"Bersani non ha fantasia"

VENEZIA - Il ministro Renato Brunetta ha risposto a Pierluigi Bersani, secondo cui questa crisi avrebbe provocato la perdita di un milione di posti di lavoro, dicendo: 'Bersani legge male le statistiche, fa il catastrofista, non sa che la situazione dei posti di lavoro in Italia e' la migliore in Europa''. E poi ha proseguito: "Il governo ha reagito bene, la cassa integrazione in deroga ha funzionato, i tassi di disoccupazione italiani sono al di sotto della media europea piu' virtuosa. Pertanto Bersani studia poco, legge poco e male e sopratutto non ha fantasia".

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

Indignazione bipartizan dei parlamentari dopo la partita tra Inter e Lazio che diventa un caso politico

La triade Gasparri-Capezzone-Cicchitto ad una voce sola: "Ieri all'Olimpico è statoa scritta una pagina di vergogna, spettacolo deprimente, campionato completamente falsato"!

Fanno eco Paolo Cento, Della Seta e financo Elio Lannutti che un tempo si occupava di diritti dei consumatori!

:-D

PaoloVE ha detto...

OT:

Orfano del blog, mi è piaciuto questo: http://www.lucatelese.it/?p=2039

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

ho seguito la sequela dei commenti sul Mattinale delle Procure, seguita alla pubblicazione dell'articolo di Telese.

Questo mi ha fatto riflettere:

Così CLAUDIO MAGRIS sul concetto di LAICITA', concetto che evidentemente sfugge a Telese ma non Massimo D'Alema che, per una volta almeno, non andrebbe massacrato:

" ...Laicità significa tolleranza, dubbio rivolto anche alle proprie certezze, capacità di credere fortemente in alcuni valori sapendo che ne esistono altri, pur essi rispettabili; di non confondere il pensiero e l’autentico sentimento con la convinzione fanatica e con le viscerali reazioni emotive; di ridere e sorridere anche di ciò che si ama e si continua ad amare; di essere liberi dall’idolatria e dalla dissacrazione, entrambe servili e coatte. Il fondamentalismo intollerante può essere clericale (come lo è stato tante volte, anche con feroce violenza, nei secoli e continua talora, anche se più blandamente, ad esserlo) o faziosamente laicista, altrettanto antilaico".

“Aldo Moro pensava ad "un passaggio verso una democrazia compiuta, con i due grandi partiti che potevano alternarsi al governo senza traumi. Ma per fare ciò era necessario che passassero attraverso una esperienza comune".

Massimo D'Alema, in un'intervista a YouDem, in onda il 29/04 alle ore 19.30, parla del compromesso storico.

“Berlinguer invece "pensava ad una collaborazione di lunga durata" con i democristiani, spiega l'esponente del Pd.”

Per questo Moro "aveva una visione più lucida, più laica e occidentale, aveva più chiaro l'approdo verso l'alternanza" conclude D'Alema".

Neon+Atlas ha detto...

"io non dico che sia giusto o sbagliato"

E perchè non lo dici Crux?

Cos'è questa pretesa di essere "sopra"?

--

"Incazzatevi figli di p****ana, incazzatevi!" (cit.)

Francesca ha detto...

Avevo notato la notizia dell'assessore di Malnate (paese a pochi km da qui, zona vicino al confine svizzero) ma non l'avrei proposta come Toto-Zanzara, immaginavo di livello troppo basso anche per lo spazio di non approfondimento che è la Zanzara negli intendimenti di Cruciani, ma in fondo ha fatto bene a dar spazio anche a quella voce e quella posizione, che con il massimo disprezzo definiva "trico" la bandiera immaginando di suscitare ammirazione per tanta originalità, per altro assai confusionaria, che spaziava dalla rabbia per i misteri d'Italia come le stragi fasciste di Piazza della Loggia e Bologna ai clandestini da cacciare ad ogni costo, vera ossessione e origine delle fortune elettorali dei cravattini verdi, al grido di "piu' cattivi a casa nostra".
Signora assessore alle politiche sociali del Comune di Malnate, niente paura, se lei proviene da sinistra ed è approdata al partito di Bossi.
Pensi che c'è chi come il ministro Bondi in un'altra vita è stato addirittura sindaco comunista di Fivizzano, nella rossa Toscana, o chi come l'automa Capezzone si batteva con Pannella e la Bonino nel partito radicale!

Ora, immagino lei non sappia cosa sia Italia Futura,....ehm....pero' le consiglierei di approfondire.
E' una fondazione culturale, di un tale, tipo assai sabaudo, che di recente è andato in prepensionamento, e di cui presto sentiremo parlare, che oggi, dopo la divertente apparizione TV di ieri del Ministro col lanciafiamme, ha pubblicato un duro editoriale a doppia firma sul sito di Italia Futura:
"E' tempo di archiviare la benevolenza verso la strategia leghista.
È solo l’inaudita debolezza storica della nostra politica, nelle sue classi dirigenti e nella sua capacità di prospettiva, che ha consegnato ad un partito votato da 2.750.000 cittadini (molti dei quali chiedono solo di non vedere i propri soldi inghiottiti da una spesa pubblica sempre più improduttiva) il timone dell’agenda politica e di governo dell’intero paese. Gli altri venti milioni e passa di italiani che non hanno votato Lega si trovano di fatto ostaggio di un’organizzazione straordinariamente coesa e lucida nelle sue intenzioni che non trova alcun argine né a destra né a sinistra dello schieramento politico. In un paese normale quale l’Italia continua a non essere, le ambizioni della Lega sarebbero state sepolte dal senso di responsabilità di alleati e avversari e le legittime istanze dei suoi elettori avrebbero trovato risposta nell’azione di governo delle altre forze politiche. Non è successo ieri e temiamo che non succederà neanche domani, persino alla vigilia della storica ricorrenza del 150° anniversario dell’unità nazionale".


Non bastasse, è arrivata anche una netta presa di posizione del finiano Adolfo Urso.

Ed infine il monito del presidente della Cei, il cardinal Angelo Bagnasco (quello dal quale si recarono in visita la trota e il di lui padre a ribadire di essere portatori dei veri valori cristiani): "L'unità d'Italia è tesoro per tutti, non va bistrattata"

Buona padania signora assessore del Comune di Malnate.

Francesca ha detto...

ultimo pensiero (sempre mutuando da IF) prima di fiondarmi tra le braccione di Morfeo.....

Quelle di Roberto Calderoli sono solo le ultime manifestazioni di una strategia che la gran parte della politica e del giornalismo italiano continua a leggere sotto la lente completamente inadeguata della “provocazione pittoresca”.

Capito Cruciani perchè ho evidenziato "completamente inadeguata".....?? sarà forse perchè è anche il SUO atteggiamento?

Michele Reccanello ha detto...

a me fa ridere la gente che vota per la lega. Questi personaggi saliti alla ribalta al grido di "roma ladrona" hanno posato poi i loro delicati sederi su quelle poltrone da ladroni, di PARLAMENTARI E MINISTRI DELLA REPUBBLICA ITALIANA E COME TALI HANNO GIURATO, salvo poi volersi pulire il culo con il tricolore. Idem per la signora di ieri sera che evidentemente aveva una "leggera" confusione mentale. O forse le ragnatele al posto del cervello, trota docet. E' stata veramente pietosa.

Ps: e` passata l'immunita per chi guida le auto blu (dove e` il lanciafiamme di Calderoli?), non voglia mai che uno di questi signori investa una persona, in particolare un bimbo...

Michele Reccanello ha detto...

visto che la bandiera italiana, questi la usano in modo improprio, allora non accettino le cariche della repubblica e non giurino sul tricolore. Perche` non c' e` mai un presibente della repubblica che a questa gente gli dia una bella, pubblica, rusciaquata. Avesse Ciampi accettato il secondo mandato...

Francesca ha detto...

@ Mike

ma allora non hai lette le parole che ho scritto!

Non ci deve fare RIDERE chi vota LN, ci deve fare INCAZZARE e soprattutto REAGIRE!

Le parole di ITALIA FUTURA sono le stesse che penso anch'io da tempo e finalmente qualcuno in maniera precisa e puntuale le ha proferite.
Sono le sole parole sensate che si sentono da un po' di tempo in qua, in un sistema dominato dalla propaganda.

E Cruciani invece di ridacchiare "del sorcio in bocca" di ADP, farebbe bene a meditare sulla frase di Stefano Folli ieri sera dalla Gruber che, a proposito di Scajola, ha detto "Il governo deve essere una casa di vetro"!

E Fini a questo punto è un povero illuso se pensa che all'interno del PDL ci sia spazio per far crescere le menti diversamente dalla cultura dei sondaggi e dell'azione politica di corto respiro.

Francesca ha detto...

l'incredibile intervista al ministro delle riforme.

http://www.repubblica.it/politica/2010/05/04/news/bossi_celebrazioni-3798953/

aiuto, chiamate la Misericordiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!

Francesca ha detto...

Il ministro Scajola, già vittima di attacco mediatico, molto serenamente si avvicina alle dimissioni.

Quasi quasi gli esprimo la mia solidarietà!

Michele Reccanello ha detto...

francesca,
Il far ridere era in senso ironico e dispregiativo se hai letto il resto del mio commento, e non certo una risata perche` trovi la cosa divertente. Anzi.
L'ho letto il tuo commento. Condivido cio` che dice ItaliaFutura. Questa e` una fondazione presieduta da LCM, se pero` ti ricordi, io mi ero espresso poco favorevolmente ad una sua entrata in politica. Ti segnalo nuovamente Giannino di stamani che parla delle celebrazioni dei 150 anni dell'unita` d'Italia con un occhio rivolto allea lega. Tra l'altro cita l'articolo di ItaliaFutura e l'intervento di quel prete lì.
Ciao.

Francesca ha detto...

Ecco la LN!
Pronta come un avvoltoio, già reclama la cadrega rimasta vuota!
Ma credo sarà una bella lotta e i berlusconi non molleranno tanto facilmente!
Questioni importanti rimangono dunque in attesa, dalle centrali nucleari, al ponte dei miracoli, fino allo stabilimento di Termini Imerese, dove Scajola si sbracciava a vantare decine di offerte pervenute dopo lo spin off di Fiat.

Piuttosto è curioso il comportamento degli house organs bastonatori che hanno invocato senza mezzi termini le dimissioni come Littorio Feltri, o addirittura dichiarato di non credere al ministro come il vice Porro dopo averlo intervistato.
Anche Belpietro spietato.
Eccomemai?
Sicuramente l'interesse per SB di far cessare al piu' presto il clamore mediatico intorno ad un ministro del suo governo visto che la situazione era ormai non piu' giustificabile, malgrado le grida al complotto.
Dunque se la testa doveva cadere, meglio farlo in fretta e soprattutto senza attendere l'audizione dei PM il 14 maggio, troppo tempo in mezzo con il rischio di estendere i sospetti anche ad altri alti papaveri, visto che già circolava anche il nome di un certo Lunardi.
E quindi sacrificarne uno per salvarne.....

Michele Reccanello ha detto...

anche la zanzarra potrebbe rientrare tra le cose degne del titolo del post...
Vi ricordate che settimane fa GC si dedico` a quella rissa scoppiata in un ristorante romano tra Fuksas e Bertolaso? Bene.
A pag 4 del FQ di sabato c'e` un articolo che confuta la versione data in trasmissione.
Chi, in campagna elettorale, si ricorda l'intervento in trasmissione del sindaco di Pietrasanta, quello che aveva stampato manifesti in cui compariva ammanettato perche` oggetto di un inchiesta. A pag 8 del FQ c'e` una verita` diversa da quella presentata dal sindaco.
La vicenda dei bimbi sensa mensa di Adro, perche` c'e` un sindaco che vuol fare rispettare le regole. Art. Pag 8 del FQ di giovedi. Si da il caso che il sindaco era socio e anche responsabile tecnico della ELG.

Morale: Caro GC quando dai voce ai protagonisti dell'attualita` cerca di farci sentire le diverse campane e non soltanto una

PaoloVE ha detto...

...Pare che l'ex ministro abbia appreso con sgomento che le persone normali:

pagano la propria casa per intero
pagano l'elettricità ed il gas
pagano le tasse e la benzina
pagano i biglietti di cinema aereo treno e traghetto
pagano spesa e ristorante
pagano ...

L'ultima volta che l'hanno visto fuggiva da un mondo che improvvisamente gli è sembrato ostile e cattivo...

:-)

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

piano a chiamarlo EX!
sappiamo bene che la specialità di SB è quella di respingere le dimissioni, vedasi recenti casi Cosentino e Fitto .

Anyway, la piu' immaginifica dichiarazione di Scajola è stata:
"Qualcuno deve avermi pagato la casa, ho ricevuto un bel regalo e non so nemmeno chi ringraziare"!

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

...si sa che al potere vanno i più ingenui...

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA
(da leccarsi i baffi! Slurp!)

Revocato il divieto di dimora in Campania per Sandra Lonardo Mastella

Sandra Lonardo può tornare in Campania. Il gup Eduardo De Gregorio ha revocato il divieto di dimora nella regione e nelle province limitrofe (Latina, Frosinone, Isernia, Campobasso, Foggia e Potenza), per il presidente uscente del Consiglio regionale, rieletta alle ultime elezioni, nell'ambito dell'inchiesta sull'Arpac, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania, per posti regalati, favori e appalti.

Ospite telefonico Lady Ceppaloni che tornerà a raccontarci di come cucina le polpette.

Pale ha detto...

Fermate il mondo, voglio scendere!

Questi giorni stiamo raggiungendo nuove vette di ridicolo. Dopo la partita regalata dalla Lazio all'Inter (la quale con imbarazzo non ha potuto che accettare il dono), abbiamo che un ministro riceve in dono una casetta. La quale però non era neanche quella "carina, senza soffitto e senza cucina...".

Provo imbarazzo. Soprattutto considerando che Scajola è un pezzo molto grosso del governo. Provo anche una certa curiosità perchè vorrei sapere come il nostro incredulo ministro abbia potuto conquistarsi l'amicizia e la stima di una persona che inaspettatamente regala un apartamento di quasi un mioncino di euro... Chissà se sapremo mai la verità o se tutto finirà a tarallucci e vino come la partita di domenica sera...

Pale

Lorenzo ha detto...

Intanto stamattina a radio24 c'era il consorte di lady Ceppaloni a beccarsi insulti da ascoltatori leghisti.

"Quando sono all'estero dico di essere dell' Italia del nord. Il sud è un altra nazione. E' Africa!"

(giuro:testuale)

Il federalismo fiscale sarà il redde rationem del cdx.
Voglio proprio vedere come si spartiranno i soldi gli elettori di Silvio al sud e quelli leghisti al nord.
Voglio proprio vedere se il sud continuerà a votare compatto per Silvio e voglio proprio vedere, senza i voti del sud, QUANDO MAI RIVINCERA' una coalizione di cdx.

Francesca ha detto...

I furbetti del giornalino

Ciarrapico indagato per contributi all'editoria percepiti dalle sue società. Sequestrati valori per 20 milioni di beni corrispondenti alla somma dei contributi impropriamente ricevuti tra il 2002 e il 2007.

http://www.repubblica.it/cronaca/2010/05/04/news/editoria_ciappico_indagato_per_truffa-3809800/

E di un altro amicone di CRUCIANI si occupano oggi le cronache, il patteggiamento di 3 anni e rotti di Prosperini che adesso dichiara di volersi dedicare al prossimo...... no, che avete capito? mica al prossimo intrallazzo, al prossimo inteso come volontariato.

Te lo raccomando! Potrebbe rapinare le vecchiette mentre le accompagna ad attraversare la strada.

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

Dopo le dimissioni di Scajola, Bersani: "Il governo è nella palude"

Francesca ha detto...

Domani finalmente sarà il 5 maggio....

oltre a ricordare l'Ode in morte di Napoleone ....

e a salutare il nostro Presidente che allo scoglio di Quarto commemorerà i Mille (e anche qualcosa in piu'!) partiti verso la Sicilia nel 1860....dando cosi inizio ufficiale alle celebrazioni che si protrarranno fino al prossimo anno....

....forse riavremo il nostro post quotidiano da Authan che rientrerà dopo il meritato riposo!
E cosi metterà fine all'anarchia di questi giorni!!


Torna presto Authan, ci manchi tanto, e poi con tutto quello che succede.....abbiamo bisogno della tua luce!
:-))

Clem ha detto...

Parzialmente off-topic: ho letto che si sta rivalutando l'utilizzo del DDT nella lotta alla malaria. Mi suona bene come nome di una sezione del sito, magari dedicata a commenti più caustici. Oppure potrebbe essere una sezione anti-perle. Non so.

Michele Reccanello ha detto...

dopo i primi minuti di trasmissione, ospite filiberto, ho dovuto spegnere la radio quando ho sentito GC che lo chiamava principe. Ma lo sa che con l'avvento della repubblica i titoli nobiliari sono stati aboliti?

Francesca ha detto...

@ Mike

ahahahhaha!!!

lo hai sentito Marcello da CUNEO?
ha detto paro-paro quello che hai scritto qui sopra!!

Ma Cruciani vuole comunque che Filiberto di Savoia sia Principe!

Neon+Atlas ha detto...

Comune denominatore tra Filiberto e l'immobiliarista Carlino: non si sbilanciano su Scajola & Co. neanche morti..

per dire l'aria che tira in Italia..

Francesca ha detto...

@ N+A

Scajola è un uomo molto potente, anche senza ministero.
Ho letto di certi intrallazzi in Liguria, che lèvati!

Pero' quello che io non afferro, tutti si focalizzano sulla faccenda del valore piu' o meno congruo, della casa con vista sul Colosseo ai prezzi del 2004.... il fatto veramente grave è che pero' ci sian stati movimenti di denaro proprio con gente della famosa cricca di cui sappiamo bene chi essere (anche se ancora per poco) in galera!

Per quanto riguarda l'immobiliarista, oggi ho scoperto che oltre che per gli autocarri e veicoli in generale, anche per gli immobili ci sono quelli "d'occasione" e se uno è specialista in "nuovo di fabbrica" non puo sapere altro!

Ma per caso non c'è una rivista come EUROTAX, dove uno guarda l'anno di immatricolazione, il modello, i km, gli optionals!?!??!?!

Michele Reccanello ha detto...

@Francesca

Si l'ho sentito. mi son detto finalmente qualcuno che almeno glielo fa presente.

@Neon+Atlas

Quando sentivo parlare l'immobiliarista mi venivano in mente certi personaggi Sicilia profonda, di quelli che non vedo, non sento, non parlo. Idem per il rappresentante sindacale degli autisti dei papaveri.

Michele Reccanello ha detto...

Ho trovato questo link sul lungometraggio della Guzzanti.

Non l'ho letto perchè mi è bastato il titolo. Bertolaso sostiene che l'Italia non ci fa una bella figura a annes. Lo penso anch'io. Ma non per colpa di chi certe cose le porta in piazza, ma per colpa di chi certe cose le combina...
Per riguadagnare consenso il paese, si potrebbe cominciare con Berto che segue l'esempio illuminante di Scajola.

Michele Reccanello ha detto...

ERRATA CORRIGE
Ho dimenticato una C. Quindi annes diventa Cannes

Clem ha detto...

Ma commenti sulla tesi "Forse mi hanno pagato la casa di nascosto" non ne ha ancora fatti, Coso?
Stamattina i miei colleghi hanno riso tutti parecchio. Una ha commentato "avrà un'ammiratrice segreta"

Michele Reccanello ha detto...

c'e` poco da commentare sulle dichiarazioni di scajola. Se mi dicessero ti regalo una casa, la prima cosa a cui penso e` che dietro c'e` un secondo fine poco lecito. Un ministro arriva ad occupare una certa posizione perche` non e` uno sprovveduto, allora dovrebbe ben sapere che gli assegni sono tracciabili. A me queste considerazioni paiono lapalissiane, mentre a persone come l'ex ministro questo non pare per tornaconto e perche` troppo abituati da anni di malversazioni a non dare conto alla pubblica opinione del proprio operato. Percio` in questi casi la prima parola che viene pronunciata e` COMPLOTTO.

Francesca ha detto...

La cosa fantastica è che per quanto ci lamentiamo di un diffuso malcostume, la vicenda è scaturita da una dettagliata segnalazione anonima di un cittadino che ha scritto disgustato alla procura invitando ad indagare.
Un sussulto di senso civico, di considerazione per il rispetto delle regole troppe volte infrante grazie alle posizioni di potere, dunque non tutto è perduto!
Ed ora trema il Palazzo!!

Michele Reccanello ha detto...

anche tangentopoli e` nata dalla denuncia.. Di una mogli tradita.

Vi segnalo, da leccarsi i baffi, nuovamente, Giannino sulla vicenda scajola. Ospiti Sechi, La Rocca e in particolare Peter Gomez. Peccato che il suo primo intervento era incomprensibile x cattiva qualita` audio. Interessante il secondo intervento e commenti conseguenti di Giannino e conclusivo sul'episodio, a Ballaro`, tra D'Alema e Sallusti.

Francesca ha detto...

Luca Telese, con giacchetta gialla, al termine della conferenza esilarante di Scajola a gran voce ha chiesto all'ora ex-ministro di rispondere alle domande!!!

Il premier dice che c'è perfino troppa libertà di stampa in Italia, per replicare al rapporto di Freedom House (argomento che a Cruciani fa gonfiare gli amici di Maria come dice la mia amica Littizzetto!).... anyway se fosse in vigore la nuova legge sulle intercettazioni, nulla avremmo saputo della casa vista Colosseo venuta via per pochi euri!

Ecco come ce lo racconta il bravo Ferrarella (con la Sarzanini dovrebbero meritare il Pulizer!!)


http://www.corriere.it/politica/10_maggio_05/con-la-nuova-legge-neppure-una-riga-luigi-ferarella_2cf37686-5809-11df-b44b-00144f02aabe.shtml

Francesca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesca ha detto...

@ Mike

ci scommetto quello che vuoi, stasera il tormentone Zanzara sarà l'audio dello scazzo di Ballaro' tra Baffino e il 2° uomo piu' brutto del pianeta!!

Michele Reccanello ha detto...

@ francesca
Fantastico Telese. La scuderia del FQ - o come dici te del mattinale delle procure - sta facendo scuola.
A proposito di sallusti, detto da travaglio zio tibia, chi e` il primo?

Francesca ha detto...

@ Mike

ti faccio un quiz:

1) FERRARA
2) GIANNINO
3) IL CAVALIERE DI HARDCORE

indovina!

Michele Reccanello ha detto...

per ragioni di "simpatia" e "stima" - nota i virgolettati - personali direi il primo. Ma anche con secondo non si scherza.

PaoloVE ha detto...

dacci oggi il nostro authan quotidiano...

:-)

Saluti

Paolo

Authan ha detto...

Forse nel pomeriggio, forse domani. Sorry, ma come al solito quando rientro al lavoro dopo un'assenza trovo "gli arretrati" che mi strozzano.
Ciao...

Michele Reccanello ha detto...

So che siamo OT, ma la notizia su Verdini indagato e dichiarazioni di B., è importante. Idem per il "casino" (scusate per la rozzezza del termine) di Atene.

Michele Reccanello ha detto...

Dimenticavo, ma sicuramente non vi sarà sfuggito, la notizia di Storace condannato a 18 mesi.

Visto che aveva dichiarato la sua simpatia, e visto che gli avevo detto che questo era un impresentabile, NESSUNO-Mario dove sei? Magari ogni tanto, a questo blog, una lettura di straforo, anche se ti astieni dai tuo commento all'acido, la dai.

PaoloVE ha detto...

@ mike:

le notizie delle rivolte greche secondo me vanno lette in parallelo con quelle del protrarsi del crollo dei mercati e dei dubbi sulla sostenibilità delle economie dell'euro.

In sintesi: gli aiuti alla Grecia permettono a questa di non dover dichiarare default, prestandole (è un eufemismo, non credo che nessuno si aspetti di veder tornare indietro quei soldi) capitali che sul mercato non troverebbe.

La restituzione di quei soldi comporta condizioni economiche inaccettabili per i greci, come dimostrano gli scontri di piazza. Probabilmente il livello di tassazione e di indebitamento dei cittadini sono già molto alti ed il tenore di vita sufficientemente basso, per cui risulta inaccettabile l'idea di fare sacrifici.

Il risultato è che il salvataggio della Grecia è ancora in alto mare, che il rischio domino sui PI(I)GS e oltre non è ancora scongiurato, che l'intervento europeo ha dimostrato di essere lento e farraginoso quanto basta per non spaventare gli speculatori e che, peggiorando i loro bilanci per erogare gli aiuti alla Grecia, i paesi che sono intervenuti nel tentativo di salvataggio si sono portati a casa una parte del rischio ellenico, diventando un po' meno solubili.

Vediamo se abbiamo imparato che un intervento sul solo piano finanziario non rimuove uno dei fattori principali del caos attuale: la speculazione.

Perchè se non freniamo anche questa con interventi legislativi e normativi anche i prestiti / donazioni come quelli utilizzati per provare a salvare la Grecia potrebbero dimostrarsi insufficienti.

Ma, mentre l'Europa comincia a puzzare di bruciato, noi preferiamo prestare attenzione alle dichiarazioni di Scajola, invece di vietare operazioni finanziarie ed assicurative allo scoperto.

Saluti

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

@Paolo

Non conosco, a parte il poco che ho letto sui giornali, la loro situazione con precisione. Mi fido di ciò che scrivi. Se però i greci soffrono noi non possiamo certo gioire visto che abbiamo alcuni problemi simili, corruzione, alto debito pubblico, e che destano preoccupazione. La vicenda Scajola, come la vicenda Verdini, o Bertolaso e chissà quant'altro però danno il polso della situazione del paese a mio avviso e per questo non possono essere ignorate.
Sottolineo anch'io la tua osservazione "l'intervento europeo ha dimostrato di essere lento e farraginoso."
A 150 anni dall'unita' d'Italia di cui anche il Mazzini è stato un propugnatore, ci si dimentica che lo stesso era, in anticipo sui tempi, per l'unità europea.
Rimane lì il punto dolente dell'unione economica, che è inutile se non compi un'ulteriore passo: L'unione politica europea.
Pensa ai vantaggi che ne deriverebbero per tutti i suoi cittadini. Come già ora ci sono dei vantaggi con l'euro e le frontiere aperte.
Invece di alimentare un sacco di inutili carrozzoni, e che rendono farraginosa la politica il governo italiano, province, regioni, commissione europea... potremmo avere un unico governo per tutta l'europa magari d'impronta nord-europea (visto che almeno loro sono più seri e meno corrotti di noi) che ci porti ad essere migliori. Con buona pace di gente come B. e i fazzoletti verdi.

Eh si! Per ora è solo un'utopia...
Michele il sognatore.

Michele Reccanello ha detto...

@Paolo

OT

Perdonami, ma questa tua osservazione

"Ma, mentre l'Europa comincia a puzzare di bruciato, noi preferiamo prestare attenzione alle dichiarazioni di Scajola, invece di vietare operazioni finanziarie ed assicurative allo scoperto."

sollecita la mia curiosità, se non sono troppo indiscreto, di cosa ti occupi visto che (così mi pare) hai particolare confidenza con i temi di economia?

PaoloVE ha detto...

@ mike:

sono un ing. elettronico e in realtà non mi considero molto preparato in economia.

L'osservazione nasce dal fatto che molti strumenti che furono creati come assicurativi come i fututres ed i cds sono diventati eminentemente speculativi.

In pratica tali strumenti nascevano per permettere di proteggere un investimento da drammatici rivolgimenti del mercato: ad esempio le compagnie aeree avevano convenienza ad acquistare il carburante definendo con largo anticipo il prezzo (future), le banche avevano convenienza ad assicurare i titoli che possedevano dal richio di default (CDS).

Tutti felici tutti contenti fino a quando gli speculatori si accorgono di poter acquistare futures e cds indipendentemente dal fatto di avere qualcosa da tutelare e di poter con questi strumenti alterare il mercato di riferimento.

E così succede che i futures sul petrolio giungano ad assicurare quantità superiori alla produzione mondiale...

Per fare il parallelo con l'assicurazione della macchina è come se non servisse dimostrare non dico di aver ammaccato il paraurti, ma nemmeno di avere l'auto, assicurandosi contro un rischio che non si corre ed avendo una buona probabilità di incassare comunque il premio.

Non è più assicurazione ma peggio di una scommessa perchè ha uno spiacevolissimo effetto collaterale: che coinvolge anche chi non ha scommesso, anzi ne trae guadagno, perchè se i futures sono elevati il valore del mercato di riferimento tende a crescere, se sono bassi tende a calare, se il valore dei CDS aumenta il rischio di default cresce, e viceversa.
Col risultato che molti speculatori possono investire (anche moltissimo) in questi strumenti ed operare perchè si verifichino le condizioni per riscuoterne il premio senza averne corso il rischio, anche solo banalmente emettendo un rating o una previsione di medio periodo come quella odierna ("nei prossimi due mesi il rating della Spagna potrebbe essere ridimensionato di due livelli").

Un parziale rimedio potrebbe essere quello che dicevo, e cioè il divieto di operazioni allo scoperto: il CDS è sottoscrivibile non in astratto, allo scoperto, ma solo legato al singolo titolo detenuto, il future ti impegna all'acquisto di quel preciso numero di barili di petrolio...

In questo modo rimane l'utilità per chi assicura il proprio business, ma viene meno gran parte della possibilità di speculare...

Saluti

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

@Paolo

Grazie per la spiegazione.

Michele Reccanello ha detto...

Ridicolo il dialogo tra GC e Velardi, su a chi attribuire la vittoria in merito al duello D'Alema Sallusti. Ridicolo perchè, dal mio punto di vista, pur essendo moralmente discutibile la scelta di D'Alema di prendere in affitto, pagandone un regolare equo canone, una casa dell'INPS visto lo stipendio percepito come parlamentare. Dall'altra c'è un condirettore di un giornale che è roba da titolo del post, e che pubblica notizie di Betulla, o inchieste ciofeca su Boffo, e che oltretutto, il confronto tra la situazione D'Alema e quella Scajola non regge.
Se questi sono i problemi del paese...

PS Notizia bomba sul sito di Repu, Bossi che dichiara "I magistrati fanno il loro lavoro". Evviva.

Francesca ha detto...

@ Mike

visto che ti appassioni.... ho trovato questo bel pezzo sul CDS:



Salvare Atene? Non funzionerà
Ciascuno risponda dei propri errori

Il sole ha brillato per 24 ore dopo l’annuncio del piano definitivo-definitivo per «salvare la Grecia» e prevenire il contagio. Non male. Molti di noi erano scettici già domenica, quando il piano è emerso, e molti si sono preoccupati ancora di più quando la Bce ha comunicato che avrebbe assorbito qualunque quantità di titoli greci le banche volessero presentare in garanzia nelle operazioni di pronto contro termine. Se servono 110 miliardi per tirar fuori la Grecia dai guai, quanto servirà per la Spagna? E per il Portogallo? E per l’Italia? E per tutti gli altri? Se la Germania inizia a indebitarsi per salvare uno a uno tutti i Paesi della zona-euro, anche lei fallirà. Così non può funzionare e i mercati lo capiscono, ma i responsabili politici non sembrano affatto capire i mercati. Questi ultimi, simultaneamente, sono preda del panico e speculano per guadagnare. Chiunque abbia bond spagnoli ha buone ragioni per il panico e chi non li ha può realizzare grandi profitti puntando sulla loro caduta.

Coloro che dettero vita al Trattato di Maastricht quasi 20 anni fa lo avevano capito. Videro che uno Stato con le finanze in dissesto avrebbe chiesto aiuto e, con ammirevole lungimiranza, temettero che altri Paesi avrebbero risposto favorevolmente. Il loro timore era che ciò avrebbe incoraggiato ulteriore indisciplina di bilancio e che alla fine la Bce si sarebbe sentita obbligata a assorbire i debiti: è così che sono nate anche le fasi di iperinflazione. Quindi i fondatori di Maastricht hanno inventato la regola contro i salvataggi, che è stata violata dai governi lo scorso week-end e lunedì dalla Bce. Ed eccoci qua, davanti all’abisso. L’unione monetaria è minacciata. Molti commentatori ritengono che ciò riveli un errore di concezione e i responsabili di politica economica promettono già la linea dura sul Patto di stabilità. Sarebbe stato meglio adottare un vero assetto federale, con veri trasferimenti di sovranità nell’autorità di bilancio, ma politicamente non è stato possibile. Tuttora non lo è, dunque rendere più duro il Patto di stabilità non ci porterà da nessuna parte: nessuno può dire a un governo e al suo parlamento cosa fare. L’unica possibilità è dire a un governo che la sua sovranità implica che esso è il solo responsabile per le conseguenze delle sue azioni. Questo sarebbe perfettamente coerente e dunque non c’è nessun errore di concezione nel sistema. A meno che non vogliamo accettare il principio che la violazione della regola contro i salvataggi è un’implicita componente dell’accordo.


Charles Wyplosz,
The Graduate Institute, Ginevra

Francesca ha detto...

@ Mike

guarda a me che quel trombone di Bossi adesso se ne esca con quattro parole in fila una dietro l'altra che finalmente hanno un senso, proprio non mi emoziona!

Piuttosto dica l'aspirante sindaco di Milano qualcosa sul SUO medico personale messo all'assessorato della sanità in Regione Lombardia al posto del dimissionario Alessandro Cè che aveva intenzione di vederci chiaro nel malaffare della premiata ditta Formigoni & CL.

Penso tu abbia seguito la scorsa settimana REPORT quindi sai di cosa parlo.
Ma ti invito anche a leggere l'articolo apparso ieri sul Mattinale delle Procure a firma di Barbacetto.

Sai una cosa?

Io lo vedrei bene come PAPA STRANIERO per il PD questo ex-leghista, con una proposta davvero choc per un'alternativa di governo di onestà e servizi ai cittadini non gravati dal peso delle clientele: RIFORMARE IL SSN!

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

Una considerazione dopo le tremende immagini da Atene.

Io non mi spiego, con tutte le aziende che han chiuso e i milioni di ore di CIG, quindi stipendi e salari decurtati di un quinto, e il famoso 8,8% di disoccupazione reso noto la scorsa settimana, a parte la ventina di suicidi tra i piccoli imprenditori veneti, come mai gli italiani non siano in rivolta.

E vorrei tu me lo spiegassi da par tuo.

Ho letto che Boeri dice che ciò è grazie al fatto che la recessione non ha scatenato i fallimenti bancari, i pignoramenti immobiliari e neppure una crisi del debito su scala nazionale come per la Grecia.

Io dico.... per ora!

Sempre secondo Boeri, se guardiamo il PIL e il reddito pro-capite in realtà l'Italia sta peggio degli altri paesi industrializzati, Germania, USA, Gran Bretagna e molto peggio della Francia che ha un'economia simile anche se con un welfare ben piu' "attento".
L'Italia in declino storico da empo e poi in recessione, sta sempre peggio.
Si sopporta perchè i licenziamenti han colpito soprattutto i lavoratori giovani che vivono ancora coi genitori, dunque è la famiglia italiana che ha attutito l'impatto della flessione economica.

Sono concorde su questa ultima analisi, ma nel medio e lungo termine, posto che la crisi non si risolverà entro il 2010 IMHO, puo' durare?

Vorrei il tuo illuminato parere.

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

anch'io ho visto Report domenica ed ho avuto l'ennesima conferma di come sia il miglior programma giornalistico italiano.

In una unica trasmissione ha messo sotto l'obiettivo il principale generatore di spese, appalti, rendite e poltrone dello stato (il SSN) ed il più importante, monolitico e spietato potentato politico che lo gestisce (CL).

Chissà quanto durerà se continua a volere indagare su queste cose: Oliviero Beha da vent'anni non ha più un suo programma, da quando fece un servizio sugli ospedali incompiuti, censendone oltre 110 in un'ora della trasmissione radiofonica Rai più seguita (dopo le telecronache). Il giorno dopo al suo posto era in onda, senza spiegazioni nè preavviso, Emanuela Falcetti, se non ricordo male...
Mi spiacerebbe molto se finisse così anche per Report...

Quanto al parallelo Italia Grecia avevo letto su wolfstep che l'indebitamento privato in Grecia è molto più elevato del nostro: questo probabilmente sta ancora permettendo alla famiglia italiana di essere un ammortizzatore sociale in grado di assordire almeno parzialmente l'attuale crisi. Certo che, se i risparmi continuano ad assottigliarsi come da 15 anni a questa parte e se i tassi di disoccupazione giovanile rimangono quelli attuali la situazione non è sostenibile nè sul lungo nè sul medio periodo nemmeno da noi.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

non me la devi nemmeno nominare la Falcetti!

GGGRRRRR!!!

la mattina, mentre mi preparo tra il mascara e il caffé, seguo le news di RAITRE aspettando solo il mio adorato Corradino Mineo, e quando le danno la linea, tra Rosario Trefiletti e l'Avv. Marazzita perennemente presenti che si parlano sopra, mi fa incazzare per quante scemenze riesce a travestire da questioni su cui dibattere!

PaoloVE ha detto...

simpatica come un gatto attaccato alle palle l'Emanuela...

:-)

Saluti

Paolo

santacruz ha detto...

"CRICCA", altre 15 case nel mirino.

Il testimone: "Assegni a Lunardi."

Verdini: "Siamo un milione!" :-P

Michele Reccanello ha detto...

buongiorno a tutti,

@francesca
Anche a me non entusiasma Bossi. Pero` lui e Fini hanno imposto lo stop all'ennesimo attacco di B. ai magistrati. Ne ricevo la sensazione che il cav. si sente accerchiato.

In merito a report, questo si che e` giornalismo, ma purtroppo con un un "impiastro" per casa e` impossibile riuscire a vedere qualcosa.

Ps sul quiz non mi hai risposto.
Ps2 divertente la definizione cav. Di hardcore, che puo` essere letta sotto 2 livelli diversi. E' farina del tuo sacco?

Francesca ha detto...

@ Mike

ho deciso che Sallusti ADESSO è al primo posto!
Cosi impara a fare arrabbiare Baffino, e fargli perdere il suo proverbiale aplomb di capitano di lungo corso. Gli si son persino arricciati i baffetti all'insu' dal nervoso!!
Altro che chiedergli scusa!
Spero bene che lo quereli come si merita quel PPP (picchiatore-provocatore-prezzolato)
Giannino ORA al 2°, malgrado tutto, perchè brutto è brutto forte!

Si vede che non segui (come me) il blog e i vari interventi.....

Ho già detto che la gustosa definizione "cav. di Hardcore" è farina del sacco di MARCOLINO TRAVAGLIO!
(un articolo de l'Unità dello scorso anno all'indomani della festa di Casoria con le foto posticce di Signorini dove Papy brindava con chiunque!!)

Michele Reccanello ha detto...

Acc.... sul cav. Di hardcore,
me ne ero dimenticato che e` di Travaglio.

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

una foto....da Atene!!