martedì 20 aprile 2010

Ad minchiam

Oggi due post. Qui sotto il mio (Authan), a parte quello della new entry Giovanni Enrico.

+++++++++++++++++++++++++++

Ecco, la Zanzara di ieri è emblematica. Emblematica di cosa? Emblematica di come il conduttore Giuseppe Cruciani è solito affrontare una dichiarazione stravagante di Silvio Berlusconi, la quale viene sì biasimata, ma sempre col "però" in fondo.

Berlusconi ha sbagliato, PERO' bla bla bla”. O addirittura, come è successo ieri, “Berlusconi ha detto una 'minchiata', PERO' bla bla bla”. Mai una volta che dopo la virgola venga un bel “punto e a capo”.

Allora lo scriverò io. Berlusconi, affermando che le fiction e la letteratura sulle mafie, tra cui "Gomorra", enfatizzano le organizzazioni criminali danneggiando indirettamente, in tal modo, l'immagine dell'Italia nel mondo è una grandissima, gigantesca, immane minchiata. Punto e a capo.

E se Roberto Saviano, a fronte di simili dichiarazioni, si inalbera, ne ha ben donde, perché ha ragione da vendere. Di più, a leggere il suo intervento del 17 aprile su Repubblica ci è pure andato leggero.

Ma non basta. Sempre alla Zanzara di ieri ha avuto luogo un'autentica mistificazione. E' stato detto ripetutamente in trasmissione che per Saviano il premier Berlusconi non avrebbe diritto di parlare e di esprimere le sue opinioni. Un'enormità senza il benché minimo fondamento, com'è di tutta evidenza, se non addirittura "una minchiata", giusto per insistere sulla parola del giorno. Saviano ha semplicemente reagito a delle accuse ribattendo nel merito alle considerazioni del premier. Che è cosa ben diversa dal negare l'altrui libertà di espressione.

Dicevo che Saviano ha ragione di vendere. Non sto neanche ad argomentare, visto che l'insensatezza della dichiarazione di Berlusconi è stata riconosciuta un po' da tutti. Ma c'è da sviscerare quel "però" di cui sopra. Oltre alla ridicola idea che Saviano neghi tout court l'altrui diritto di critica, il "però" di ieri riguardava la ritrita polemica (alimentata in particolar modo dal collaboratore del Giornale Masssimiliano Parente, ieri ospite in trasmissione, con argomentazioni che volendo potete leggere su questa pagina di Dagospia) sull'apparente contraddizione dell'antiberlusconiano che pubblica per la casa editrice - Mondadori - della famiglia Berlusconi (contraddizione inesistente se si tiene conto delle logiche commerciali, ma su questo ora non mi dilungo).

Intendiamoci, la scintilla che ha infiammato tale polemica è stata sprigionata proprio da Saviano, nel già citato intervento su Repubblica, al quale ha fatto seguito una replica di Marina Berlusconi, presidente di Mondadori (che si dichiara d'accordo col padre), e una controreplica dello stesso Saviano. Lo scrittore, in sostanza, si è domandato pubblicamente che cosa ne pensassero di questa vicenda i suoi referenti in Mondadori, perché - lo si legge tra le righe - se dovesse venir fuori che per la casa editrice Saviano è motivo di imbarazzo, piuttosto quest'ultimo toglie il disturbo. A guardar bene, Saviano voleva solo essere rassicurato. Contava che pure in Mondadori qualcuno potesse avere magari il fegato di battere un pugno sul tavolo pronunciando la parola "minchiata" e il nome "Berlusconi" nella stessa frase, e senza alcun "però" in fondo. Speranza legittima, ma inevitabilmente velleitaria, e in questa prospettiva il riferimento di Saviano a Mondadori nel suo primo articolo era superfluo.

Superfluo, sì, ma non scorretto. Il punto è che se davvero ci fosse un'insostenibile contraddizione nel rapporto Saviano/Mondadori (non c'è, ma facciamo finta), essa più che dal lato di Saviano sta da quello della casa editrice. Marina Berlusconi dovrebbe cioè spiegare come può essere d'accordo con suo padre (chi scrive di Mafia ne fa - cito dalla sua lettera a Repubblica - “una pubblicistica a senso unico” che “non è il sostegno più efficace per l'immagine del nostro Paese”) e simultaneamente pubblicare "Gomorra". Certo, ci sono le già citate logiche commerciali che giustificano tutto, ma rimane il fatto che dal lato della casa editrice pende in maggior misura il peso dell'incoerenza più ingente, data dall'evidenza di una proprietà che disconosce il valore (non commerciale, ma etico/morale) di una delle opere più di successo che pubblica.

Ci sarebbe poi, sempre su questa querelle Saviano, qualche altro "però" su cui dissertare, estrapolato dalle considerazioni avanzate ieri da Cruciani e da Parente. L'idea, ad esempio, che Saviano sia un totem intoccabile, e che chi prova a dire "beh" viene sbranato a prescindere. Ma si torna al punto di partenza. Il problema non è la bocca che si apre me le parole che ne vengono fuori. Se sono argomenti, si discute. Se sono minchiate, si reagisce.

---------------------------------------------

Tra gli eroi anti-camorra della fiction, come non ricordare "Piedone lo sbirro" (Bud Spencer)? Anno 1973, un mito. Incantevole la colonna sonora, specie nella versione eseguita col mandolino, che è quella che vi offro qui sotto.



43 commenti:

massimo.zanardi ha detto...

l'intervento di Parente ha avuto l'unico merito nel dire che dal punto di vista prettamente letterario Gomorra è un libro bruttino. Peraltro pure pretenzioso, aggiungo io. Poi se l'obiettivo non è quello di far letteratura e se l'obiettivo di dare risalto al contenuto è stato raggiunto anche senza proporre un'involucro particolarmente invitante, va bene così... Io però, potendo scegliere, mi tengo Sciascia e Garrone... ah, e anche Umberto D. ...

massimo.zanardi ha detto...

cazzo, non si può aver pretese di critica letteraria e poi scrivere "un'involucro"...

Francesca ha detto...

La contraddizione per me invece c'è ed è ambivalente, sia per Saviano che, come già ho detto tempo fa, anche riferendomi ad altri che lavorano con/per Medusa etc, si contamina, come dice Lerner: "non critico chi lavora per le aziende del cav., ma potendo scegliere, anche no" e sia per la Mondadori il cui presidente è quello stesso che sostiene l'eroismo di Mangano e si tiene ben stretto al fianco come uno dei massimi collaboratori di partito (ma non solo) quello stesso parlamentare che proprio in questi giorni vede aumentata la condanna in appello di due anni rispetto al primo grado.
Ma pare che tutto sia giustificato dalle logiche commerciali..... bah.... pecunia non olet, vabbè.
Qui che servirebbe una linea coerente.....
Quando c'è da criticare Saviano il nostro Crux ci sguazza, si rotola come un maiale nel fango, con piacere e gran gusto e ha chiamato apposta il Parente, anche per sentirlo deprecare il famoso "appellismo" partito una volta di piu' da Repubblica in difesa dello scrittore. Come se non ti conoscessi abbastanza Useppe, ma vedi d'annàaaa!!
E per fargli annunciare la prossima uscita del libro sulla casta dei radical-chic, argomento che solletica la bramosia di Cruciani di ripetere la solita vecchia litania.
Poi dopo la sbornia tutti e due recuperano la lucidità e allora rientrano nei ranghi, parlano della vita di merda che fa Saviano e di come LUI debba stare ai porci comodi della scorta!
A buffoni!

Francesca ha detto...

Ma contro il ministro MARONI, che un giorno si e l'altro pure annuncia catture di pericolosissimi latitanti, sequestri di ingenti patrimoni, arresti di intere cosche, e se ne fa un vanto per il governo tutto....cosa dovrebbe dichiarare il PDC e confermare la sua adorata Marina-Ambrogina, che sostenne il paparino out of head con una lettera pure dopo la vicenda dell'offesa alla Bindy,.... che il Ministro Maroni nuoce al buon nome dell'Italia con quel suo darsi tanto daffare per combattere la mafia italiana che in fondo è solo la 6^ organizzazione criminale al mondo??

francesco.caroselli ha detto...

Il Quid sta tutto qui:
difendere "l'immagine del Paese".

Io preferisco difendere la sostanza del mio paese.

Le mafie (e non solo "la mafia") al sud sono il vero freno allo sviluppo.
Dove pensano che siano andati a finire tutti i soldi che da anni e anni piovono al sud?
Un po sarà anche cattiva amministrazione, ma il resto e tutto profitto per la Mafia SPA, che non per niente ha completamente abbandonato il business della droga.

PS- La Mondadori andrebbe prima o poi restituita al legittimo proprietario visto che è stata presa con una sentenza comprata.


PPS- La Mondadori nel '94 censurò "L'Europa dei padrini" di Fabrizio Calvi, togliendone 2 pagine, proprio le 2 pagine che riguardano Mangano.
Casualità, non è mai stato così semplice...

Francesca ha detto...

quello che pero' ieri sera mi ha fatto davvero ridere è stato il commento del Crux sulle parole miserevoli di Ufo-Robot riguardo a Saviano e Gomorra...."perchè, adesso non puo' piu' parlare solo perchè ha fallito l'elezione a sindaco di Venezia?"

ah quanto gli brucia!!

ste76 ha detto...

Capisco che tutti questi "eroi" della sinistra osannati perche' bravini ma soppratutto perche' nemici di B. possano darti fastidio, caro GC; capisco che se ritieni che B. risponde alla propaganda demagogica di una certa corrente di pensiero molto diffusa con altrettanta demagogia (con gli interessi), con una frase senza il minimo significato pratico lo trovi in qualche modo naturale; capisco che gli argomenti demagogici, in una trasmissione come la Zanzara, sono vuoti senza un conduttore che abbia un'opinione border-line contro cui l'ascoltatore puo' scagliarsi intervenendo e godendosi le liti furibonde; capisco che possa essere fastidioso che il nostro Presidente del Consiglio non possa deliziarci con le sue critiche letterarie senza generare un putiferio, putiferio a cui tu stesso contribuisci; capisco che parlare di censura contro Saviano in questo caso sia esagerato e orticante; capisco che dire che Saviano non lascia parlare B. invece sia una giusta risposta alle accuse mosse dalla controparte; capisco che fare marameo e' meglio che stare a guardare; capisco che se andiamo avanti cosi' alla fine, riusciremo a capire chi e' stato il primo a invadere la liberta' di quell'altro e potremo finalmente decidere cosa fare per combattere la mafia.

francesco.caroselli ha detto...

piccola riflessionciana sulla riforma costituzionale.

Il modello francese è quello democraticamente piu debole. Quello con meno contrappesi.
Nelle nazioni in cui la democrazia non è forte il modello francese si è dimostrato fallimentare.
Non per niente gli stati africani dove c'è dittatura (sono un'infinità) hanno tutti un bel presidente della rupubblica eletto dal popolo.... che guarda caso vuol sempre modificare la costituzione per potersi ricandidare.

Ma questo è un pericolo che riguarda solo le nazioni sottosviluppate.
L'italia no. Orami è già sviluppata. Ha già fatto le tette!

francesco.caroselli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
francesco.caroselli ha detto...

per ritornare a Fini consiglio vivamente questo video che fa un riassunto caustico ed esaustivo di tutta la situazione, dal 94 a ieri!
youtube

Clem ha detto...

@Francesca: ho letto un bell'intervento sul sito della Wu Ming Foundation. Io mi trovo d'accordo. Ne riporto la parte saliente:
Negli ultimi anni, le polemiche “boicottomaniache” hanno rischiato di fare il gioco degli yes men, dei leccaculo: chi chiede agli autori di sinistra di “andarsene da Mondadori” non capisce che così facendo il loro posto nella casa editrice e nell’immaginario collettivo (una posizione a dir poco strategica) sarebbe preso da autori e manager di destra (i quali non vedono l’ora), con piena libertà di spargere la loro merda incontrastati.

Clem ha detto...

Un altra parte molto bella del post linkato:
Mettiamola così: se qualcuno vuole trafugarmi o usurpare qualcosa, io non rinuncio fin da subito, non gli lascio tutto in mano e tanti saluti. Io cerco di lottare, di resistere. Se poi il rapporto di forza è schiacciante, prenderò un fracco di botte, ma almeno avrò tentato. E’ meglio prenderle dimenandosi che prenderle stando fermi.

(alla faccia dei prendinc**i e dei mettinc**i)

Francesca ha detto...

@ Clem

bravo, ma chetticredi? me lo sono letto tutto stamattina presto, appena arrivata in ufficio, da Micromega. Authan mi è testimone poichè glie l'ho inviato come spunto e/o suggerimento.
E' una tesi rispettabilissima, ma io resto della mia idea, e continuo a pensarla come Lerner, come avevo anzitempo già sostenuto.

ciao
F

Clem ha detto...

Ehiehiehi calma calma calma. Non mi credo niente. Sono negli stati uniti, non ho micromega a portata di mano e ho letto il post ieri quando lo hanno twittato. Non era una gara a chi ha letto più roba non serve che chiami i testimoni O_o'
Volevo farti notare che non è sempre "tutto giustificato da logiche commerciali", tutto qui.

Pale ha detto...

Mamma mia che contributo multimediale da brividi!

Grazie!!!

Pale

PS: Dov'è il nostro amico nessuno?

Neon+Atlas ha detto...

Il Berlusca si lamenta con Saviano e a chi parla della camorra (ma tacere non lo chiamavano omertà?), che peraltro gli ha fatto guadagnare badilate di pilla.

La "trota" sputtana il tricolore..

E i "patrioti" sono gli alleati della lega..

Ahmadinejad dove sei...

Francesca ha detto...

@ Useppe

voglio il numero di Mario da Como!
devo fare un cartello come il suo davanti a casa mia: ABITAZIONE DEBERLUSCONIZZATA!!

Michele Reccanello ha detto...

Sei stata strepitosa!
Ho notato che dopo il tuo intervento GC era piuttosto silenzioso, segno che gli frizzava un pò.

Propongo di inserire l'intervento di francesca tra "le perle"

Francesca ha detto...

@ Michele

eh mannaggia!
l'intervento che avevo previsto doveva essere molto piu' breve e vertere solo sull'ultima considerazione, ma poi ci ho messo il cappello iniziale dell'antiberlusconismo solo che non lo avevo preparato cosi ho dimenticato ad esempio di dire al Crux che boicottare B significa anche aver cessato di essere tifosa milanista o ad esempio di non comprare settimanali come Panorama!!!

ahahahah!!!

Clem ha detto...

Urka, domani scarico il podcast che questa la voglio sentire :)
(tra parentesi, non so cosa sia successo ma adesso il podcast FUNZIONA. Ovvero, è online entro le 24 ore successive, sempre. Congrats.)

francesco.caroselli ha detto...

Francesca sei stata bravissima.
A cruciani piacciono gli eccessi.
Con te non si è sicuramente annoiata!

La scorsa volta quando sono intervenuto (10 sec. di gloria) ho capito che lo stavo annoiando!

La prossima volta lo devo stupire con qualche cosa di bizzarro.. come hai fatto tu!
Sei stata al telefono per dei minuti! lo hai proprio incuriosito!
Ma è vero quello che hai detto in radio? che non guardi mediaset, non guardi i film medusa, non leggi mondadori erc?
Sei proprio una integralista!7Beata te che ci riesci! Io non ce la faccio!

francesco.caroselli ha detto...

per Authan
La giornata di oggi per te deve essere stata gloriosa.
Il Facci intelligente è intervenuto in trasmissione e ha detto le stesse cose che hai detto tu!
Proprio le stesse! incredibile.
Il PDL è populista e plebiscitario.
Non parole dette da un radical-chic qualsiasi, ma FF!
"non c'è discussione nel PDL"
Cruciani vogliamo insabbiare anche questa dichiarazione.
Io la metto a verbale.
Le parole di Facci fanno aumentare il valore del post di Authan anche se la precisione e la chiarezza della verità erano già evidenti. Mi sto spellando le mani per applaudirti!
PS- E bravo pure Facci (ma è un tuo lettore assiduo? Secondo me lo hai affascinato)

Francesca ha detto...

grazie francesco!
è stato assai divertente anche, ma quanto ad efficacia si puo' sempre migliorare, avrei dovuto essere piu' preparata sulle tesi e con gli esempi di vita da anti-B....a Varese, cosi come mi sollecitava simpaticamente il Crux a raccontare.

Da notare che poi due successivi ascoltatori hanno ripreso il mio intervento!
Uno a sostegno e uno contro. Bello credo.

Tu mi chiedi se sia tutto vero?
Certo che si!
Lo scrivo qui da tempo ormai.
Per quanto riguarda la citazione dell'articolo di F.Merlo sulla Mondadori, ero sicura di ricordare bene, ma sai com'è l'età avanza e leggo talmente tante cose che avrei potuto confondermi!
Invece è un pezzo del 12 marzo e lo posto qui!

http://www.repubblica.it/politica/2010/03/12/news/il_libretto_bianco_di_silvio_ceausescu-2600051/

ciao!

F.

Pale ha detto...

A France', sei intervenuta di nuovo? Ma porca pupazza, adesso mi tocca scaricare il podcast! A che ora sei intervenuta?

Pale

Francesca ha detto...

ecco Pale! Ti do io l'aiutino.
questo è il file audio dell'ora di trasmissione che va dalle 20 alle 21 di ieri sera e che contiene il mio spassosissimo colloquio con Cruciani!
(Dal minuto 5,30 circa per una decina di minuti)

http://www.radio24.ilsole24ore.com/popup/player.php?filename=Tue20.mp3&archivio=1

ma consiglio di ascoltare tutto, perchè poi anche altri ascoltatori han ripreso il mio intervento e Cruciani si è autocelebrato per la concessione di tanta magnanima libertà di parola anche per voci di dissenso!!

bart27 ha detto...

brava Francesca, intervento gustoso

il Crux mostrava un interesse quasi torbido, un miscuglio tra sarcasmo e sorpresa, quasi come un botanico che osserva una specie di pianta mai vista.

...e poi, un po' come la seconda lama dei rasoi Gillette (la prima alza il pelo, e la seconda...zac) è arrivato un altro lombardo, quello che ha appeso fuori della sua porta un cartello con scritto "casa deberlusconizzata".

Nel mentre, pulivo delle triglie da fare al guazzetto, e mi sono divertito molto.

Francesca ha detto...

@ bart27

ecco Bartolomeo, ti ringrazio...pero' ora vorrei sapere da te.....


ma ... lo scarto del pesce.... dove lo hai avvolto????

bart27 ha detto...

conservo la famosa copia di quella specie di Magazine stile Novella2000 che B mi ha inviato (a me, proprio a me... c'era pure la sua firma) a delle elezioni passate. Quello dove racconta la sua vita, quello lì.

Lo uso di solito per avvolgere le interiora del pesce che pulisco. Ieri è toccata la pagina dove c'era dell'Utri, ne è venuta fuori una specie di opera d'arte.

bart27 ha detto...

nessuno, ma dove sei?

che è successo, Polifemo si è fatto furbo?

Zecca ha detto...

Francesca,
te stanno a massacra' sulla pagina personale di CG in Facebook.

Francesca ha detto...

@ Zecca

many enemies bring much honour....

Zecca ha detto...

u could make an appearance on the page and shame them all!!

Francesca ha detto...

@ Zecca

no, thanks 4 suggestion but....
love always wins!

Pale ha detto...

@ Francesca

Ti sto ascoltando e mi stai facendo morire dal ridere!

Certo Cruciani ha una finezza degna di un autocarro quando ti ha detto: "insomma, fa l'impiegata in un'azienda!". L'ha detto con spocchia...

Pale

Francesca ha detto...

@ Pale

potevo dirglielo che invece sono il CEO dell'azienda, ma sono molto umile.

:-))

Zecca ha detto...

Francesca

Allora aspetta che ti giro il CV....
ahahahaha

Gabriele, Monza ha detto...

@Francesca,

ti invidio, e ti spiego perché.
Anche io vorrei de-berlusconizzare casa, ma non posso.

Mio suocero ogni mattina viene a prendere i miei figli per portarli a scuola. Gliene sono grato.

Ma il punto e' che, tutte le mattine, lui entra in casa con una copia di Libero e un de Il Giornale sottobraccio. Nell'attesa che i bambini si vestano, lui si piazza in cucina e legge, legge, legge quell'accozzaglia di non-notizie.

E poi, periodicamente, mi tende gli agguati (hai presente i gatti che saltano sopra la schiena dei cani?) in casa sua, insieme a mia suocera, cercando di convincermi che Berlusconi é bravo, che Berlusconi é buono, che bisogna fare il Ponte, che le intercettazioni sono false, che la D'Addario era pagata dal KGB, che Prodi era corrotto e che la sinistra e' forcaiola....

Resisto, silenziosamente, non ascolto quasi piu' Cruciani e mi abbevero alla fonte della saggezza: L'Antizanzara.

Anche io, un giorno, respirerò un'aria de-berlusconizzata.

Michele Reccanello ha detto...

Gabriele,

Domenica mi sono messo a leggere "il Fatto quotidiano" davanti ai parenti di mia moglie e questo ha scatenato la loro reazione, visto che sono tutti attempati filo-berlusconiani. Purtroppo esistono anche a Livorno. Ognuno ha le sue croci.

Pale commentava sulla finezza del Crux:
Ieri sera mentre preparavo cena, avevo la radio accesa e mia moglie, che non conosce GC, ha ascoltato un passaggio della tramissione mi ha domandato:
"Ma questo è un maleducato e non lascia parlare nemmeno la gente, ma come fai ad ascoltarlo?"

Visto poi l'intervento di Francesca - a volte capitano interventi "di rivincita" - ne vale la pena.

PaoloVE ha detto...

@ michele reccanello:
I casi sono 2:

1) tua moglie deve pagare i i diritti d'autore alla mia, che quella identica frase me la propina quasi quotidianamente da anni

2) mia moglie è bigama :-)

Saluti

Paolo

Gabriele, Monza ha detto...

Caro MIchele,

ho quasi smesso di ascoltare Cruciani non tanto per i contenuti, che sono spesso interessanti e meritevoli di riflessioni "condivise", quanto invece per lo stile di conduzione.

Si tratta, a mio parere, di uno stile arrogante, sprezzante ed irrispettoso delle opinioni altrui.

Non so quanto questo stile sia spontaneo oppure costruito ad arte per fare audience.

Resta pero' il fatto che gli interventi meno sagaci e, sopratutto, quelli non allineati con il Cruciani-pensiero vengono da lui cassati con estrema durezza e spesso troncati prematuramente.

Se fai una trasmissione aperta al pubblico, non puoi aspettarti che ti chiamino sempre Facci, Sgarbi o Telese.

Ti chiamera' anche qualche povero Cristo semi-analfabeta e quando cio' avviene, caro Crux, mi devi fare il sacrosanto piacere di lasciarlo finire anche se sta dicendo una boiata pazzesca....

Ecco, mi sono sfogato.

Michele Reccanello ha detto...

gabriele,
E' vero cio` che dici, non é comunque il solo. Un altro conduttore, che pero' ha un' altro stile, che interrompe e non fa finire il suo interlocutore e che ha il vizio di "sovrapporsi" é Santoro. Per quel che riguarda se lo stile sia cercato, io non credo fa parte del modo di essere di GC. A riprova di cio` basta che ascolti in podcast la puntata di pasquetta con un conduttore diverso e con uno stile, a mio avviso, migliore.

Paolo, potrei pensare la stessa cosa ;-))

francesco.caroselli ha detto...

Le mie due nonne sono due fan scatenate di Berlusconi.
Soprattutto una.

Quando ad una gli ho fstto scoltare l'intercettaszione dell'utri e berlusconi che ridono di Mangano e delle sue bombe e stata zitta e mi ha detto:"torna a studiare".
Mah

Gabriele, Monza ha detto...

@Michele,

e' vero anche Santoro sa essere arrogante e prevaricante, ma con una differenza.

Santoro in genere ha degli interlocutori qualificati, in grado di "difendersi" da soli.

Cruciani invece interloquisce con gli ascoltatori ed e' in grado di toglier loro la parola in qualsiasi momento, senza possibilita' di "appello".