mercoledì 5 maggio 2010

C'è stato un terremoto, una tremenda inondazione

Piccolo post insulso. Speriamo domani di avere più tempo. Abbiate pazienza.

+++++++++++++++++++

Questi miei giorni di assenza sono stati contrassegnati dal caso Scajola. Il ministro per lo sviluppo ecomomico, secondo credibili ricostruzioni giornalistiche, avrebbe acquistato una casa nel centro di Roma potendo godere di una notevole somma di denaro messagli ambiguamente a disposizione da Diego Anemone, l'imprenditore coinvolto nell'inchiesta dei grandi appalti.

La riapertura del blog coincide con i titoli di coda del film. Dimissioni dalla carica, fine di una carriera politica, e cognome che da oggi in poi, oltre che essere messo da tutti in spontanea associazione con la parola "rompicoglioni", sarà ricordato come firma in calce alla frase a propria discolpa più improbabile della storia della Repubblica: “Se dovessi acclarare che la mia abitazione, nella quale vivo a Roma, fosse stata pagata da altri, senza saperne io il motivo, il tornaconto e l'interesse, i miei legali decideranno le azioni necessarie per l'annullamento del contratto di compravendita”.

Come ha giustamente detto ieri Giuseppe Cruciani (sintetizzo) “uno può essere garantista alla massima potenza, ma che una persona possa non sapere quanto è costato il proprio appartamento e con quali soldi è stato pagato semplicemente non è credibile”.

In effetti a pensarci bene, c'è un'altra parola che calza a pennello per Scajola. L'ha pronunciata ieri, sempre in trasmissione, Luca-Telese-for-president. Io non la ripeterò, perché non si sa mai, ma ai curiosi basta dire, se proprio ci tengono ad indovinarla, che inizia con 'i' e fa rima con "mille".

---------------------------------------------

Le giustificazioni di Scajola mi hanno ricordato la mitica scena madre in "The Blues Brothers", nella quale John Belushi spiega all'ex fidanzata, armata ed incazzata, come mai l'ha piantata in asso sull'altare, non presentandosi al loro stesso matrimonio. Esilarante.




Le cavallette!

14 commenti:

PaoloVE ha detto...

Bentornato!

Pensa che c'è chi in Alitalia ed Air One si ricorda di Scajola per il volo Villanova d'Albenga - Fiumicino che veniva atttivato solo quando era ministro lui... :-).

E' proprio vero: un ministro capace...

Saluti

Paolo

F®Ømß°£ ha detto...

Buogiorno,

Scajola è uno di quei personaggi che non mi sono mai andati giù.

Dal G8 in cui disse che aveva detto di sparare, anzi no. Dal rompicoglioni, anzi no. Dal volo alitalia, ma solo finché era ministro.

Adesso è anche uno di quelli che ti comprano la casa senza dirtelo.

Osservazione 1: perché quest'uomo non gode del'odio a 360° di cui gode Mastella? io personalmente non riesco a vedere tante differenze. Forse la faccia di Scajola è persino più sgradevole. A parità di lombrosiana fisiognomica da truffatore.

Osservazione 2: noto con disgusto che le difese di questo indifendibile personaggio cercano di far passare il concetto che in fondo lui ha pagato poco una casa che valeva molto (come molti altri, continuano a ripetere) e forse a evaso un po' di tasse.

Qui però la vera questione, il punto di crucianesca memoria, è un altro. Qui è da capire perché Anemone paga tutti quei soldi a un ministro. Un ministro che c'entra con i suoi affari.

Qui la questione è che se vent'anni fa prendevano i soldi e la gente misera gli tirava le monetine, adesso con i soldi in mano si fa beccare quel poverino di Milano con 5000 nei fazzoletti, ma gli altri si fanno beccare con yacht, case, macchine e donne.

Così il superficiale cittadino (poi elettore) si concentra sul prezzo della casa o sulle tette della escort e non viene neanche sfiorato dal vero problema.

CORRUZIONE. TANGENTI. Come quelli a cui il superficiale cittadino elettore non più indignato, tirava le monetine.

Osservazione 3: Mister G8- rompicoglioni-volo-alitalia-da-massimo-18-passeggeri-acclarare è la persona che fino a ieri prendeva decisioni sul nucleare. E io dovrei fidarmi?

Tommaso polemico

Michele Reccanello ha detto...

Tommaso

Visto che parli di odio 360°, ma hai fatto caso di che personaggi è composto il governo B. Questo come quello del 2001. Tutti personaggini... che te li raccomando!
Lunardi, Tremonti, Castelli, Alfano, La Russa, Gasparri, Calderolòi, Bossi, Bondi (ma che te ne fai di uno così?), Stanca, Tremaglia, Buttiglione, Giovanardi...

Che squadra, eh?

Francesca ha detto...

first of all.....bentornato ad Authan!

@ PaoloVE.....Soros!

grazie delle dotte spiegazioni in materia di manovre speculative etc.

@ Tommaso

anche per me il punto non è tanto il prezzo della casa, pure se si sono evase le tasse, bensi la presenza di personaggi della cricca che stanno oggi dietro le sbarre, ma su questo tema (anche se ho seguito pochissimo stasera) non mi pare ci sia stato gran parlare.....


@ Mike

dopo che Cruciani ha letto il (fantomatico) SMS minatorio pervenutogli ho pensato "ecco il partito dell'odio contro i giornalisti con la schiena dritta... beh dritta.... un po' inclinata via!"
Comunque Cruciani, che non ha paura, da oggi non dormirà piu' di una notte nello stesso letto!

Ora voglio continuare il riferimento alla puntata di stasera (anche se non si dovrebbe, vero Mike?!?) per parlare di Barbareschi e "il partito degli onesti" come Cruciani sprezzantemente ha definito.
Ho intravisto ieri sera a Linea Notte Barbareschi che mi sta sugli amici di Maria già cosi di mio, dunque non ho seguito l'intervista.

Ho sentito il passaggio alla Zanzara e voglio solo riportare una cosa che è avvenuta oggi di cui son stata testimone anche se non posso scendere in dettaglio.

In sintesi parlavano dei colleghi a vari livelli di responsabilità di cui conosco l'orientamento politico. Commentavano le dimissioni di Scajola indignati.... indignatissimi non per la ancora-da-provare-ma-probabile-corruzione, bensi per tanta ingenuità e dabbenaggine a farsi beccare!

Dunque se Barbareschi appoggia Fini per un partito degli onesti da offrire all'elettorato sano del centro destra, direi che mi diventa già piu' simpatico!!

Gabriele, Monza ha detto...

Noooooo!!!!!

Si é dimesso???
E adesso sopprimeranno nuovamente il volo Albenga-Roma!!!

E come faccio io, e con me milioni di padani, ad andare da Milano a Roma se non posso più fare scalo ad Albenga???

Eppoi, come farò io ad ottenere che la mia cittadina sia prescelta quale sito di una delle future mega centrali nucleari italiane???

Come faccio io a richiedere l'intervento dei reparti anti-sommossa ogni qualvolta un black bloc od un anarco-insurrezionalista si fermi a bere un caffè in piazzetta???

Se solo quel rogito l'avessero fatto presso il notaio, invece che al ministero...

Gabriele Sarcastico

Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michele Reccanello ha detto...

@Francesca

Una cosa giusta l'ha detta GC in trasmissione parlando di Barbareschi: Che è uno dei parlamentari più assenti perchè si fa i ca..etti suoi. Bene se vuoi fare il partito degli onesti, però come la spieghi la faccenda a chi ti paga il tuo lauto stipendio da parlamentare che ti dedichi anche ad altro oltre a fare il parlamentare e per questo spesso sei assente?

Forse ne converrai con me che il Signore qua sopra, come la maggior parte di questi scalda-seggiole, dovrebbero essere obbligati a scegliere: O fai il parlamentare, o fai altro.

Francesca ha detto...

@ Mike

giustissimo!
Infatti adesso vado a sfrugugliare sulle presenze in Parlamento di qualcun altro, tipo che so? la miracolata agente immobiliare di Alessandria, diventata moglie del soave ministro Bondi, grazie alla schifezza di legge elettorale che ci ritroviamo!
Poi mando un sms a Cruciani!
A Cruciani piace mettere all'angolo evidentemente solo i tipini fini....

Francesca ha detto...

Oggi su LA STAMPA:

"Fossimo nei panni di Denis Verdini cominceremmo seriamente a preoccuparci. Prima hanno cominciato con Claudio Scajola. E Gianfranco Rotondi a dire che Scajola non si tocca, e Maurizio Gasparri a dire che Scajola non si tocca, e Daniele Capezzone a dire che Scajola non si tocca, e Osvaldo Napoli a dire che Scajola non si tocca, e Maurizio Sacconi a dire che Scajola non si tocca e ora da capo gli stessi, uguale uguale, né più né meno, Rotondi a dire che Verdini non si tocca, e Gasparri a dire che Verdini non si tocca, e Capezzone a dire che Verdini non si tocca, e Napoli a dire che Verdini non si tocca, e Sacconi a dire che Verdini non si tocca e forse invece Verdini farebbe bene a toccarsi, così, anche solo per scaramanzia."

(Mattia Feltri, figlio di.....)

francesco.caroselli ha detto...

Scajola si occupava di nucleare.
Anch'io non mi fido e rilancio.

Ad oggi per la produzione di energia elettrica da centrali nucleari servono 80.000 tonnellate/anno di Uranio minerale,.
Nel mondo invece se ne estreggono 65.000
Oibò com'è possibile?
Cosa compensa la differenza?
Le bombe nucleari che negli anni si stanno dismettendo.
Ora con il nuovo piano di disarmo ce ne sranno ancora sufficienti grosso modo a coprire il gap estrazione-consumo fino al 2016?
e dopo?
Boh.
Non si sa. Bisognerà cercare altre zone di estrazione ma si sa che sono poche, e non proprio in zone tranquille.


Ma queste cose non si devono dire, bisogna parlare degli ottusi ambientalisti che si oppongono al nucleare, perchè spaventati da creobyl oppure ideologizzati....
ma vaffff.

Le centrali nucleari sono un gran business per 2 motivi:
gli appalti per la costruzione
l'energia prodotta appartiene ad una sola società (Quella che possiede la centrale)

Le rinnovabili invece non comportano grosssi lavori i appalti, e l'nergia che si produce appartiene a chi si fa l'impianto.


PS. Scajola fa schifo, ma non parlate di fisiognomica perchè è come parlare della lettura dei fondi di cafè. Stessa validità scientifica: nulla.
Come Scajola


Cmq abbiamo avuto di peggio: Lunardi - con la mafia bisogna convivere - per dichiarazione del genere non dovrebbe piu trovare lavoro nemmeno come portiere

Gabriele, Monza ha detto...

Qualche altra considerazione al volo:

1) Il ministro Scajola ha resistito per 10 gg alla tentazione di rassegnare le dimissioni. I suoi impegni istituzionali non gli consentivano tale opzione. Ma quando Il Giornale di Feltri ne ha chiesto la testa, il messaggio é arrivato
forte e chiaro: il Capo attende dimissioni immediate.
Ma...chi é il Capo?
Forse in Italia qualcuno tuttora crede che il proprietario de Il Giornale é Paolino B., ma evidentemente non i membri del PDL. Se Feltri ordina, loro sanno chi é il Capo, ed eseguono gli ordini senza esitazioni.

2) A proposito di stampa, Silvio B. dichiara che in Italia "c'é libertà di stampa, fin troppa". Impareggiabile esempio di democrazia e di coerenza politica da parte del fondatore del Popolo delle... Libertà (proprie). Che da oggi si chiamerà PDL-FT, dove FT
sta per "Fin Troppa" (per gli altri).

3) A proposito di case pagate troppo poco rispetto al loro valore reale, mi torna alla memoria la vicenda di Villa
Casati-Stampa... A seguito della tragica morte dei genitori, la giovane Casati-Stampa - minorenne affidata ad un Tutore e ad un Pro-Tutore romano - vendette la villa per 500 milioni ad un rampante impresario brianzolo.
Acquisita la proprietà, l'impresario pose la villa a garanzia di finanziamenti bancari per... 7 miliardi... e il bello
é che i 500 milioni non furono pagati interamente in contanti ma, in parte, con azioni di una società non quotata, la Edilnord...

Villa Casati oggi ha un nome diverso, Villa San Martino, Arcore.
Dimenticavo: il Curatore romano si chiama Previti, Cesare Previti.

Oggi mi sento un po' Travaglio.

Michele Reccanello ha detto...

Gabriele,

Sul primo punto, oltre al contributo multimediale di Facci, nel post "buono per incartare il pesce", c'è questo articolo di travaglio su come Berlusconi controlla il Giornale.

Michele Reccanello ha detto...

E' off topic,

Con un pensiero a Francesca che spero non vorrà nuovamente censurarmi visto che quanto sto per inserire starebbe bene nel post "buono per incartare il pesce", ma Gabriele ha sollevato la questione sull'uso dei media da parte di B. e allora leggetevi questo dal sito di repu sulla famosa conversazione Fassino - Consorte.

bart27 ha detto...

ciao Authan !