mercoledì 14 aprile 2010

Il coraggio, se uno non ce l'ha...

Secondo post del giorno, di Authan (qui sotto). Non perdetevi il primo, di Paolo.

++++++++++++++++++++

Il coraggio uno non se lo può dare” faceva dire Alessandro Manzoni nei suoi "Promessi Sposi" al personaggio di Don Abbondio. Se uno non ce l'ha, non ce l'ha. Che volete farci.

Questo è ciò che ieri ho pensato di Giuseppe Cruciani dopo che questi è passato sopra le dichiarazioni (audio) del cardinal Tarcisio Bertone in visita ufficiale in Cile, sul legame, a dire di quest'ultimo presente, tra pedofilia e omosessualità, come se nulla fosse, o poco più, limitandosi a biascicare a mezza bocca qualcosa del tipo “accostamento sbagliato”.

Quello stesso conduttore che si inalbera per delle sciocchezzuole come possono essere delle ironie (ineducate ma nulla più) per la statura di Brunetta, non ha fatto una piega di fronte a parole A-BER-RAN-TI come quelle del segretario di stato vaticano. Che – mi spiace – non sono derubricabili al ruolo di opinione "sconveniente", ma tutto sommato legittima, di quelle che in fondo da un uomo di Chiesa di vecchio stampo ci si può aspettare.

No, no, e no. Quelle parole hanno il marchio dell'infamia, e queste son cose che vanno dette non en-passant, ma battendo i pugni sul tavolo e magari accompagnandole da qualche colorito intercalare. “Accostamento sbagliato, ma passiamo all'esito del ballottaggio di Mantova” non è una reazione adeguata. È una reazione pavida, pusillanime, da persona senzapalle che di fronte all'alto funzionario vaticano di turno, chiunque sia e qualunque cosa dica, è solo capace di inchinarsi (e scrivo "inchinarsi" perché lo ha detto proprio lui, Cruciani: “[di fronte al segretario di stato] ci inchiniamo”). Pessimo, pessimo, pessimo. Delusione totale.

---------------------------------------

Litfiba, "Santiago" (1988)




Dittatura e religione
Fanno l'orgia sul balcone...

67 commenti:

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

la cosa per me peggiore di queste esternazioni è che confermano posizioni già ripetutamente espresse (la Binetti non molto tempo fa sostenne la stessa cosa, precedentemente l'aveva sostanzialmente fatto anche Messori,...) ed altrettanto spesso oggetto di contestazioni, quindi non sono delle boutade.

Quelle rimangono le posizioni della Chiesa ora più che mai fondate sui sacri testi, grazie al raffinato teologo Ratzinger.

E mantengono vive le inscalfibili certezze (emerse anche ieri in trasmissione) per le quali, in fondo, tutto quello che non è attività sessuale strettamente finalizzata alla riproduzione finisce automaticamente nell'unico calderone del riprovevole disordine sessuale, che arrechi danno ad un bimbo o dia piacere ad un adulto consenziente.

E pensare che un tempo si riteneva di omaggiare gli dei offrendogli feste e baccanali, invece della motificazione della carne... :-)

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA
reazione vigorosa di Cruciani che risponde alle critiche testè lette ed ospita nella puntata il pezzo di oggi di F. Merlo su REPU:

http://www.repubblica.it/esteri/2010/04/14/news/confusione_chiesa-3334811/

cui:

Sulla natura e le origini della pulsione pedofila sono state scritte molte cose, ma che ci sia un rapporto statistico-scientifico tra omosessualità e pedofilia è sicuramente una bugia. Detta da un teologo la bugia è ancora più grave. Il cardinale Bertone ha infatti un rapporto altissimo con il candore e con l'amore, un'abitudine filosofica con la profondità, è un uomo di Dio. Perciò davvero ci sorprende che sia entrato a piedi uniti su una questione così delicata e complessa. E ci pare, alla fine, che le sue parole non debbano essere lette come un manifesto teocratico dell'intolleranza a uso e consumo degli omofobi, ma come una drammatica confessione di debolezza, dello stato confusionale in cui si trova la Chiesa cattolica in questo momento.

paolo ha detto...

Per fare uno scherzetto al Crux bisognerebbe entrare in trasmissione e ripetere le stesse identiche parole di Bertone. Diventerebbe nero di rabbia il nostro Crucianito, ma potrebbe solo replicare: " accostamento sbagliato ".
bye bye... Paolo


ps. la Zanzara questa settimana sta dando il peggio di se.

PaoloVE ha detto...

@ paolo:

mi spiace disilluderti, ma cruciani non considera la coerenza qualcosa di necessario nè di utile.

Un esempio lo ha dato ieri sera, quando ha irriso l'idea di un sindaco leghista, estraneo alla città, per scuotere Napoli.

Ebbene l'idea più generale di usare dirigenti esterni al territorio per risollevare il meridione l'aveva avuta Brunetta sei mesi fa, quando parlò di nuova spedizione dei Mille, e Cruciani sostanzialmente approvava le uscite del ministro cui tanta devozione tributa.

http://antizanzara.blogspot.com/2009/10/la-virtu-meno-apparente.html

Saluti

Paolo

Gabriele, Monza ha detto...

Sui media passano spesso notizie e opinioni che meriterebbero un'analisi attenta e, se del caso, una critica ferma.

Al lettore o al telespettatore, magari distratto dalle vicende della vita quotidiana, a volte sfugge la gravità di certi eventi.

Ma ad un commentatore professionista, no, non puo' e non deve sfuggire.

Cruciani non puo' permettersi di glissare su certe affermazioni.

Io me ne frego della sua posizione filo-governativa sul Ponte sullo Stretto o sulle Centrali Nucleari.
Io pretendo che, per il ruolo che ha assunto, lui si faccia interprete del buon senso ed esprima una critica netta e ferma su affermazioni indecenti come quelle espresse da Bertone.

Io esigo che lui catalizzi l'interesse dei suoi ascoltatori su certi temi, e promuova da parte loro una presa di posizione ispirata alla tolleranza e alla ragionevolezza.

Se Cruciani non e' capace di farlo, tanto vale che cambi mestiere.

PaoloVE ha detto...

CCioè fratello nessuno, non serviva che tu ti precipitassi a confermare la tua incapacità di capire e di "analisi obiettive, reali, corrette e storiche".

Comunque ti ringrazio della cortesia.
La prossima volta fai fare due tiri anche a me: anch'io voglio vedere cose che altri non vedono, sentire cose che altri non sentono, leggere cose che altri non hanno scritto nè avevano intenzione di scrivere...

Pace fratello.

Paolo Ganja

elenao ha detto...

L'affermazione di Bertone é inqualificabile e la reazione di Cruciani é ormai la solita. Lui si indigna per cose risibili e glissa su quelle importanti. Chissà speriamo che lo paghino bene, per questo!
Io faccio fatica, ultimamente, ad ascoltarlo, é veramente peggiorato!
L'accostamento pedofili/gay é aberrante, posto che comunque dividere queste cose in categorie secondo me non é giusto. Magari ci sarà qualche gay pedofilo, ma non si può certo farci una dichiarazione come quella di Bertone. E' che i vescovi, ultimamente, si arrampicano sui vetri alla grande!

Neon+Atlas ha detto...

Ma la totale mancanza di ironia del Criciani ne vogliam parlare?

Esemplificata magistralmente dalla reazione alle parole dell'ascoltatore che ha detto di averla pensata pure lui, la vignetta di Staino. Quel poveretto si affannava a dire che era detto ironicamente ed il Crux impavido continuava a chiedere serissimo "quindi lei si augura.."

raffaele ha detto...

posso? Bertone non ha affermato nulla di campato in aria.

http://rafaeli.splinder.com/post/22558793/La+gente+abbaia+come+i+cani+dietro+al+cancello

giuseppe ha detto...

Caro Paolo, l'ironia è contemplata? o no? L'inchino a Bertone, magari malriuscito, apparteneva a questa categoria. In ogni caso, lei sa bene che il mio grado di indignazione è sempre molto basso, dunque...
GC

PaoloVE ha detto...

@ raffaele:

sembra che l'associazione psicologi e psichiatri cattolici abbia affermato il contrario, mentre il blog linkato non riporta alcun dato, al di là dell'affermazione contraria...

Saluti

Paolo

PaoloVE ha detto...

@ GC:

Benvenuto.Almeno migliorare un po' il livello di coerenza però si potrebbe, no?

Saluti

Paolo

raffaele ha detto...

Paolo:
ti assicuro che ho letto gli articoli di persona su PubMed. Dell'associazione XXX abbiamo letto quello che hanno riportato i giornali.

Authan ha detto...

Due anni e quasi due mesi di attivita', le speranze erano ridotte a lumicino, ma alla fine Giuseppe Cruciani addirittura in persona ci ha onorati di un suo commento :-)

(Quello delle 18:08 di "giuseppe", e firmato GC per chi non avesse colto)

Crux,
per prima cosa il post che ha commentato e' mio (Authan), non di Paolo. Giusto per la precisione. Ma e' un bene che lei abbia commesso questo errore, perche' in caso diverso mi avrebbe risposto con mail privata.

In secondo luogo, caro Crux, non se la puo' cavare sempre con la scappatoia del basso livello di indignazione, per evitare di affrontare le cose di petto. Troppo comodo. Anche tenendo conto che in altre circostanze il suo livello di indignazione basso lo e' sul serio. Vuole che le citi i casi? Statura di Brunetta, intellettuali che difendono Cesare Battisti, dichiarazioni pubbliche di ex terroristi, gente che tira in ballo i propri figli per argomentare, ecc ecc. E ho scritto solo le situazioni che mi sono venute in mente.

Comunque la ringrazio e la saluto. Confido di rivederla ancora da queste parti. Ciao.

authan

PS: la prossima volta, almeno qui sul blog (non in trasmissione, tranquillo) ci diamo del tu? :-)

Clem ha detto...

Notevole il commento sul Cruciani irony-impaired e successivamente la rivendicazione dell'ironia tramite commento dello stesso cruciani.
Direi... ironico.

Clem ha detto...

Nessuno si fa troppe canne. Non sarebbe un problema, se non fosse che non offre.

Francesca ha detto...

oh what a lucky day!
Sono contenta di aver acchiappato il TOTO-ZANZARA (CLAP CLAP)
poi sono felice dell'inaspettata visita di cotanto ospite.... ehm.... Useppe, ma bravo!
Ma piu' di tutto per Authan che davvero è IN-SU-PE-RA-BI-LE!

Francesca ha detto...

domanda:

ma l'autore del blog puo' diffidare QUALCUNO dallo scrivere qui?

santacruz ha detto...

(...) domanda:

ma l'autore del blog puo' diffidare QUALCUNO dallo scrivere qui? (...)

Ricordo a tutti che io ho già dato! :-P

Authan ha detto...

Ho avuto una discussione con me stesso poco fa, mentre ero seduto sul trono di ceramica, e alla fine, a maggioranza (1 a 0), ho preso una decisione.

(No, non chiudo il blog).

Francesca ha detto...

eureka!
per la felicità vado subito a farmi una ca....... ehm un buon caffè!

francesco.caroselli ha detto...

Oggi leggere i commenti al blog è stato fantastico!

Siete meravigliosi.

Tutti.

Lo scambio PaoloVe - nessuno è stato il massimo.

Ho riso per 2 minuti di seguito.
Il psto "ccioè fratello nessuno...." di PaoleVe è stato meglio di uno sketch di Zelig.
Ora provo a spiegarlo a nessuno-mario.
Lo "stile" che Paolove ha usato è tipico dei ragazzi "alternativi" (tipo figli dei fiori per capirci).
il CCioè con due c indica un romanesco, e l'uso dell'appellativo "fratello" fuga ogni dubbio su come vada letto il commento.

Nessuno è difficile da spiegare...
cmq pio o meno dovresti vederlo interpretato cosi:
http://www.youtube.com/watch?v=egwMNH3pOpg


Quello che paolo con l'ironia voleva farti comprendere è: parla piu chiaro!
troppi giri di parole e non si capisce dove vuoi andare a parare.
Per esempio non ho capito cosa pensi delle parole di bertone sei d'accordo o no?
Si
No

Clem ha detto...

"Ma sono disposto a pagare una birra a chi mi chiarisce cosa c'è scritto qui sopra."
Quello che ho scritto io, in pratica.
Hai il senso dell'umorismo di un sedano bollito.
(Scusa, Paolo, ma così magari facciamo a metà coi soldi dell'avvocato! ;) )

Francesca ha detto...

@ carose'

ma il commento di Useppe lo fai passare sotto silenzio????

francesco.caroselli ha detto...

Benvenuto al dottor Cruciani.
Eccelso, brillante, degno di ogni lode e di ogni beatificazione.

Accogliamo con orgasmi multipli in sequenza la tua celeste discesa nel regno dei semplici commentatori del Blog.
La ringraziamo per l'incredibile gesto di disponibilità.


Che tutto il regno sia in festa.
Si celebrino tre giorni di allegria e gioia.
Canne per tutti!
(consiglio una silver haze di sensi seeds, molto celebrale, quasi esclusivamente sativa, originaria della zona equatoriale)


Per Giuseppe Cruciani
In una puntata di qualche tempo fa lei disse che le sarebbe piaciuto approfondire il tema della Cannabis.
Allora? quando si fa?
Nooo!!!
Non in quel senso!
Un accenno in trasmissione intendevo.


Domandina per Authan:
Ma come possiamo esser certi che sia Giuseppino nostro?
Non è poi cosi difficile farsi un account google e postare qui!

Riflessione:
Credo che se l'esimio Crux (nostra crux) si sia abbassato al nostro livello il merito sia soprattutto di Facci: un giornalista superfamoso che scrive commenti su questo blog.
Era paradossale che ci scrivesse Facci e non Cruciani.

Clem ha detto...

@Francesco: scusa ma non condivido il tuo entusiasmo, per quanto ironico :D
Di fatto si è soffermato sulla questione inchino, per poi rispondere a Paolo ricordandogli che non si scandalizza (o indigna) facilmente.
Al che Paolo gli ha fatto notare che potrebbe allora non indignarsi anche per cose più leggere, come la statura di brunettolo.
Fin qui è tutto molto prevedibile e ovviamente non ci possiamo aspettare risposta perché non c'è una risposta valida. A parte "È vero, ogni tanto mi capita di essere poco coerente", che non mi aspetto di leggere. Tra l'altro, questa frase sarebbe in lizza come L'Eufemismo di questo ancora giovane millennio.

ste76 ha detto...

Secondo me si da' troppa importanza a questa cosidetta "coerenza".
Se uno cambia idea si dice che "solo gli idioti non cambiano mai idea".
In fondo uno incoerente e' uno che cambia idea spesso!
Crux e' uno che cambia idea molto spesso. E allora? di cosa stiamo parlando?

Pale ha detto...

OT:

Miiii, non ci posso credere!!!

Dopo Telese che cita il blog in continuazione e Facci che ci scrive, perfino il Crux in persona sbarca sul blog!!

Tutti questi vippi mi fanno emozionare! Posso salutare la mamma?! Ciaooooooo

IT:

Che fastidio l'intervista a Vladi Luxuria... non per la persona che rispetto e mi intriga intellettualmente, ma per il fatto che GC non abbia ptuto esimersi dal chiamarla. D'altra partte anche il fatto che lei dica di non voler parlare dell'argomento per la quale è stata invitata in trasmissione lascia un po' perplessi...

Mi aspetto per domani una telefonata ai concorrenti dell'Isola dei famosi... o chessò io, altre piccolezze del genere.

Pale (che saluta la mamma!)

massimo.zanardi ha detto...

Mi coglie un dubbio.
Perché fino a 30-40 anni fa e per migliaia di anni quello che oggi ha nome di omosessuale veniva chiamato pederasta?


perchè se dicevi frocio s'incazzava...

comunque mentre stiamo qua a indignarci per le posizioni della chiesa cattolica apostolica romana sulla relazione tra omosessualità e pedofilia, bossi dichiara di volersi prendere le banche del nord. quelle che in teoria dovrebbero essere private... in attesa di sapere cosa ne pensino i fan di harry potter dell'infortunio di pato o i testimoni di geova delle istruzioni per montare la billy, mi piacerebbe avere l'opinione di qualche liberista e/o liberale (ma per restare in tema potrei accontentarmi anche di libertino...) in merito alla dichiarazione d'intententi di bossi...

Clem ha detto...

Ste: il mio non era un inno alla coerenza, ma un'osservazione: un commento di Cruciani qui è certamente un evento, ma questo lo è stato solo in quanto DI Cruciani, non per via del contenuto, imho.
Riguardo al cambiare idea: dehehehe potremmo dire che Cruciani cambia idea ogni due puntate allora!! :)
Giuseppe Cruciani - Indeciso

ste76 ha detto...

Vladi Luxuria e' stata invitata in quanto pedofila o in quanto
omosessuale?? A me risulta che sia transessuale.

Passo dopo passo si arriva alla seguente illuminata equazione

pedofili = omosessuali = transessuali = viados = prostitute = ...

E pensare che la scuola e' obbligatoria fino ai 15 anni!!!

massimo.zanardi ha detto...

e comunque le parole di bertone sono:

"molti psicologi e sociologi sostengono la correlazione tra celibato e pedofilia così come molti psicologi e sociologi sostengono la correlazione tra omosessualità e pedofilia"

presa nella sua interezza la frase può anche voler dire:
non ha senso mettere in discussione il celibato clericale sulla base di presunte relazioni con la pedofilia di qualche sacerdote, esattamente come non lo avrebbe parlare dell'omosessualità sulla base di un'incidenza di pedofili proporzionalmente superiore rispetto alla popolazione eterosessuale... se questa fosse l'interpretazione corretta, bertone non avrebbe poi tutti i torti, perchè la tirata da bar sport che "a forza di non guzzare poi elaborano una sessualità distorta" ci può stare e forse, che che ne dicano psicologi e latinisti, non è nemmeno del tutto campata per aria, però è comprensibile che la chiesa sia restia a trattare l'argomento da questo punto di vista, dal momento che il celibato costituisce per l'appunto la messa alla prova della capacità di controllo delle pulsioni, intrinsecamente impegnativa e dall'esito tutt'altro che scontato... sarebbe come chiedere a valentino rossi di andar più piano perchè è statisticamente provato che la velocità è correlata ad un più alto tasso d'incidenti...

massimo.zanardi ha detto...

pedofili = omosessuali = transessuali = viados = prostitute = ...
i soliti capziosi distinguo dei comunisti radical chic... chiamali come vuoi ma per me è tutta gente che non ci piace la figa... e questo per quanto vi riguarda chiude ogni discorso...
comunque anche se voto a dx ma non sono di dx ma neanche di sx perchè mi piace tirarmela da libero pensatore, voglio darvi qualche consiglio dall'alto dei miei successi elettorali:
1) smettetela innanzitutto di dar retta alla solita, noiosa, intellighenzia da salotto, che tanto poi sono HH anni che il popolo quando è chiamato a votare ve lo mette in quel posto
2)meno menate e una bella X sul nome di Berlusconi: vittoria facile e poi tutti a figa per festeggiare... dai che ci si diverte...

francesco.caroselli ha detto...

clem
Il contenuto del post di GC (anzi chiamiamolo di G&C è piu chic) forse non sarà chissacome stupefacente.
Prevedibile hai detto tu, ma non era affatto prevedibile (ne previsto) che lui intervenisse in questo spazio.
Per il nostro piccolo "mondo" l'ingresso nell'"Arena" comune del Dottor Cruciani è come l'elezione di Obama in America.
Niente impediva formalmente che acadesse... ma le condizioni non c'erano mai.

Può essere l'inizio di un confronto pieno di spunti.



Chi è di voi che faceva dell'ironia sul possibile parallelismo Moggi-Berlusconi?
Eccoci qua:
http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/04/13/moggi-nuovo-eroe-del-pdl/



a Cruciani.

Lucci e i penitenzieri

Minuto 5:30.
L'intervista è il presidente della penitenzieria vaticana. Non una persona qualsiasi. Ascoltate e rabbrividite.

"La chiesa ha cambiato attegiamento" dice Lei (lei come Cruciani).
Ma nel video di cui sopra eravamo un anno e mezzo fa, mica il medioevo!
Ratzinger era papa da un 3-4 anni.
E c'è poi da aggiungere che diversi giornali stranieri hanno trovato documenti che provano che Ratzinger molti molti anni fa ha agito come tutti gli altri.
Trasferimento e insabbiamento.
Diciamo che non è proprio un buon esempio

Francesca ha detto...

@ massimo zanardi delle 00.52

Tutti sanno come è finita la Banca del Nord, già sperimentata dalla Lega di Bossi:

http://it.wikipedia.org/wiki/Credieuronord

Abbiamo visto e sentito il neo-governatore Zaia, parlare molto di fondazioni bancarie e soprattutto di Unicredit, in cui sono confluiti Istituti diversi:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2010/04/unicredit-country_manager-italia-piccini.shtml?uuid=ee79afd6-4716-11df-88f5-7a0cada5ab3e&DocRulesView=Libero

tra cui alcuni con forte radicamento nel Meridione, ed, a mero titolo di esempio, in Regioni nelle quali (Sicilia ad esempio) i depositi sono di molto superiori agli impieghi.
Ove dovesse pervenirsi ad un Banca del tipo della precedente esperienza leghista certamente sarà il caso di valutare se trasferire i nostri depositi in una banca tedesca o francese. Fessi si, ma cum iudicio!
:-)

Le banche sono una cosa seria e la legge bancaria italiana, congiunta alla vigilanza della Banca d'Italia, hanno evitato all'Italia avventure del tipo statunitense et similia.

Per gestire una banca, in una economia globalizzata, quale quella attuale, la politica deve restare fuori dall'uscio pena esperienze che sarebbero fallimentari.

La Provvidenza ci salvi da banchieri di partito.

Per favore on. Bossi,Lei e i suoi compagni,veri analfabeti in campo finanziario,lasciate stare le banche, le precedenti esperienze di cui avete dato prova sono state deleterie per i poveri tapini che investono in esse, e che Dio ci aiuti se ancora metterete piede in un istituto bancario.
Porti a buon fine il federalismo, sempre ammesso che ne sia capace, avendo sopratutto bisogno anche dell'opposizione, sperando che non imiti ciò che ha combinato con l'esperienza finanziaria.

E per finire.... ma quando era Fassino a dire "Abbiamo una banca" è successo il finimondo..... ora invece no?

Altra domanda su Bossi....ma quella inquientate presenza femminile bruna che non abbandona MAI l'Umberto da Giussano.... chi è? La sua medium personale da asporto??

Francesca ha detto...

@ massimo zanardi

battute a parte, se vuoi una segnalazione sull'argomento del giorno ti consiglio a pagina 5 del SOLE24ORE dove troverai tutti i nomi del RISIKO bancario in una bella analisi a cura di Marco Alfieri (visto anche in TV di recente, da Lerner mi pare!).
Poi a pagina 19 altro utile commento di Stefano Folli che in sostanza dice: "L'asse B&B è certamente saldo, ma non è per sempre e soprattutto ha un costo!"

F®Ømß°£ ha detto...

@massimo zanardi

Bertone non dice quello che scrivi tu.

Nega la correlazione tra celibato e pedofilia, e sostiene una correlazione, insinuando che sia causale, tra gay e pedofili.

Non nega entrambe.

Il resto sono urla e schiamazzi.

T.

Authan ha detto...

Tommaso, mi hai preceduto di pochi minuti. Volevo anch'io replicare a zanardi che la sua trascrizione delle dichiarazioni di Bertone e' parecchio imprecisa, e che quindio cio' fa cadere come un castello di carte tutte le considerazioni che lo stesso zanardi ha avanzato.

PaoloVE ha detto...

@ ste67 delle 00.02:

benchè io la citi spesso non sono un oltranzista della coerenza.
Cambiare idea nel tempo è fisiologico e spesso doveroso, ma credo che, quando si passa da una opinione ad altra, in mezzo ci debba stare un "Prima sbagliavo perchè...".

Cosa che le mie orecchie odono moooolto raramente (eufemismo), con il risultato di sentir sostenere posizioni palesemente illogiche.

Aggiungerei anche che mi aspetto che le idee di chi cambia spesso opinione siano quanto meno poco meditate, come dimostra il fatto che evidentemente bastano pochi cambiamenti nel contesto che le genere per invalidarle agli occhi del loro stesso sostenitore. Quindi, tutto sommato, le considero opinioni di poco valore.

Saluti

Paolo

bart27 ha detto...

e ora anche il Crux ha scritto, cappero

Authan, ormai il prossimo traguardo non può che essere un post a nome Tarcisio

bart27 ha detto...

Gentile Dott. Cruciani,

quando lei ha detto che Mills è stato assolto (invece che prescritto) ha fatto una grandissima cavolata.

Ça va sans dire
Bart27

PaoloVE ha detto...

@ raffaele:

per ora in PubMeb trovo questo che contesta quanto affermi relativamente però ad uno studio particolare:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1114367/?tool=pmcentrez

"In the social section of these documents—some contributed by doctors—equally arcane references are quoted to support the alleged link between homosexuals and paedophiles. The references are to surveys of convicted child abusers, which claim to have higher than expected proportions of homosexuals. The statistics, however, are minimal and do not include refinements such as significance values. In the brief reports of these given in the documents, the fact that the groups studied are all convicted child offenders is not mentioned. Perhaps if we knew what proportion of child sex offenders are caught and sentenced some extrapolations to the general population might be possible, but we do not know this proportion. It is probably small."

Mi daresti un riferimento diverso e più generale?

Saluti

Paolo

Pale ha detto...

@ PaoloVE

Good catch!

Come mostra chiaramente il pezzo che hai riportato, bisogna fare mooooolta attenzione quando si estrapolano risulati e quando le condizioni dell'esperimento non sono bene definite.
Il fatto che un pezzo infinitesimo di una circonferenza possa essere considerato un segmento, non vuol dire che una circonferenza sia una retta! Questo per fare capire a tutto la distinzione fra risulatto di un'analisi ed una susseguente estrapolazione.
Nel caso della statistica applicata alla psicologia, la descrizione dell'esperimento è forse più importante del risultato che poi viene raccontato dai giornali.

Pale

ste76 ha detto...

Il problema della COERENZA come METRO all'interno di un dialogo e' che spesso, strano a dirsi, e' opinabile.
Esempio: se io dico che dare del nano a Brunetta e' sbagliatissimo mentre fare l'equazione omossessuale = pedofilo e' soltanto disdicievole pecco secondo alcuni di incoerenza
[la mia opinione e' che sono entrambi sbagliatissimi].
Ma la mia sensibilita' potrebbe essere tale che immaginare il povero Brunetta solo con la sua bassa statura e le offese ricevute sia piu' doloroso rispetto ad un generico paragone tra l'altro tanto campato in aria da non rappresentare una vera offesa, ma piuttosto un emerita cazzata.
Inoltre se sono basso di statura o se ho gusti sessuali diversi dalla norma divento piu sensibile ad un tema piuttosto che ad un altro.
Non sto' dicendo che Crux e' coerente, sia mai, ma volevo dimostrare la componente opinabile della coerenza.
In generale presi due argomenti diversi anche se simili hanno delle differenze (altrimenti sarebbero uguali) e queste differenze possono dare spazio alla sensibilita' di ognuno.

Gabriele, Monza ha detto...

Nel suo commento, Cruciani parla di "ironia", riferita all'inchinarsi di fronte ai cardinali.

Ma Cruciani quanta "ironia" usa verso quegli ascoltatori che osano esprimere una opinione a volte estrema, e comunque diversa dalla sua?

Quando ciò avviene, Cruciani non e' ironico, e' invece sarcastico, e' sprezzante, e di fatto toglie loro la parola.

A quanto pare, Cruciani non e' altrettanto sarcastico e sprezzante con i cardinali, oppure con i VIP quali Facci e Telese che a volte intervengono in trasmissione.

No, con questi ultimi egli e' tuttalpiu' "ironico".
Complimenti, bell'esempio di doppiopesismo.

Michele Reccanello ha detto...

non ci credo il crux in persona!

Una considerazione veloce visto che parte dei miei pensieri é gia stata esposta qui da altri...

A me ha fatto riflettere che la merkel non si sia fatta troppi problemi nell' dire quello che pensava sulla questione dei preti pedofili, al contrario di quello che succede in casa nostra.

ste76 ha detto...

@Monza

- l'ascoltatore che chiama
- il "vip" che chiama o che e' invitato a parlare in trasmissione (Facci)
- il personaggio soltanto citato (Cardanal Bertone)
Sono tre diverse situazioni che, secondo me, doppiopesismo o meno non possono essere paragonate. Si puo paragonare il caso Cardanal Bertone e il caso Brunetta perche all'interno della stessa situazione, ma non posso stupirmi se Mario Rossi viene trattato diversamente da Travaglio, che pure magari la pensano allo stesso modo. Fa parte del target della Zanzara essere aggressivi con l'ascoltatore che interviene. Questo non vuol dire che Travaglio sara' disposto a intervenire alla Zanzara (facendo poi un favore anche a Radio 24) senza che egli venga trattato con i guanti, pensateci.

Clem ha detto...

Scusa Ste, io pensavo fossi ironico quando hai detto che solo gli idioti non cambiano mai idea. Per quanto la coerenza possa essere opinabile, nei casi che fa notare spesso PaoloVE su questo blog imho c'è poco da opinare. Ne hai un esempio in questo stesso post: Cruciani che incalza un ascoltatore con il senso letterale della sua affermazione mentre l'ascoltatore si affanna a dire che era ironico, e Cruciani che viene qui a chiedere ironicamente se l'ironia è concessa o meno. Meraviglioso. E chiamalo come vuoi, doppiopesismo, incoerenza, ci siamo capiti. E se intendevi che Cruciani cambia idea spesso SERIAMENTE, significa che lo fa davvero ogni trasmissione, e a volte multiple volte nella trasmissione stessa. Questo al di là di alcune uscite opinabili o meno.

ste76 ha detto...

@clem
ero ironico e un po provocatorio. Volevo dire che in fondo quanta importanza ha effettivamente la coerenza del tuo interlocutore se questo nel caso specifico ha ragione. E quanta importanza ha la coerenza del tuo interlocutore se questo ha torto sull'argomento di cui si parla in quel momento. La coerenza e' importante all'interno della stessa frase e della stessa argomentazione ai fini della discussione. Oltre si puo sorvolare e o far finta che la persona con cui ci si confronta ha CAMBIATO IDEA oppure addirittura immaginare che sia un altro, sconosciuto. Cosi' si puo andare anche piu a fondo della questione affrontata. Sono tante le trappole di un confronto di argomentazioni: un altro esempio e' vedere se un giornalista scrive su un giornale piuttosto che su altro. Voglio dire che se hai ragione devi poterlo dimostrare nello specifico.
Nello specifico, penso che Crux e' senz'altro, di volta in volta, incoerente. Mi sono fatto l'idea che lo faccia per intrattenimento piuttosto che per servilismo o pura schizzofrenia. Cio non toglie che su ogni argomento e' possibile controbbattere indipendentemente da cosa Crux ha detto puntate fa. In fondo io non ti conosco, non so che cosa hai sostenuto sulla pena di morte nel tema di terza con la Prof. di Italiano, la Signora Puntiglina, cio non toglie che ne possiamo parlare.

PaoloVE ha detto...

@ ste 76:

dell'incoerenza mi infastibisce soprattutto il fatto che spesso maschera un comportamento che viene ben identificato oggi su Libero da Facci (io che cito Facci! o tempora o mores!): "nel momento in cui pieghi la realtà e soprattutto le opinioni - anche le tue - a una causa politica, non sei neppure più di parte: stai facendo propaganda.".

Ecco, secondo me devono essere fatti e ragionamenti a generare una opinione ed eventualmente l'adesione ad una parte politica, mentre spesso vedo che l'adesione ad una parte politica condiziona le opinioni, con l'incoerenza che ciò comporta.

Saluti

Paolo

Authan ha detto...

E' un bel discorsetto il tuo, ste, e va tutto bene. Tieni solo conto che Crux è il primo che sulle incoerenze altrui ci marcia, e ci marcia alla stra-grande. Qui noi si fa con Crux quello che Crux fa con tutti gli altri. Né più né meno. Very simple. Ciao.

Francesca ha detto...

@ Authan

eccerto che ci marcia!
guardate come ha trattato Prodi qualche sera fa semplicemente per la sua inedita proposta sul PD federale con l'abolizione delle primarie e la designazione del segretario da parte del congresso dei segretari regionali, dopo aver dichiarato, all'indomani della caduta del suo II^ governo che non avrebbe piu' ricoperto ruoli di politica attiva (e infatti ha anche rifiutato la candidatura a sindaco di Bologna che in tanti gli han proposto, incluso Lucio Dalla!)
Come se uno come Prodi non potesse piu' parlar di politica!

Oppure lo scorso anno quando il sig. Beppino Englaro torno' di attualità con tante dichiarazioni e in occasione del suo libro quando all'indomani della morte della figlia disse non voler piu' parlare.

Eccerto che queste sono incoerenze grandi come una casa che non si possono tollerare eh?!

Ma perchè allora quando Giovanni da Pisa ripete il suo tormentone "se Berlusconi si considera innocente perche' non si fa processare?" non utilizza lo stesso criterio di giudizio giacchè come ben si ricorderà, caro Cruciani, il PPPP di sempre ha dichiarato, all'indomani del Frodo Alfano bocciato dalla Consulta che i processi a suo carico sono farse e che sarebbe andato in tribunale per dimostrarlo?
Cosa che come sappiamo ha COERENTEMENTE portato al legittimo impedimento!

PaoloVE ha detto...

@ raffaele:

ho fatto un paio di piccole ricerche : mi pare che i due studi più autorevoli in materia (se non altro per i numeri trattati, anche se il primo è piuttosto datato) siano:

Il rapporto Kinsey che stima nel 10% la percentuale di maschi americani omosessuali.

Il child molestation prevention study di Abel e Harlow, riferito sempre alla popolazione USA, stima nell'8% la percentuale di pedofili omosessuali.

Questi dati sembrerebbero smentire lesistenza di una correlazione positiva tra omosessualità e pedofilia, quanto l'articolo che avevo trovato in pubmed... Ho l'impressione che sia stata ripetuta per l'ennesima volta una solenne ed ingiuriosa cazzata.

Saluti

Paolo

ste76 ha detto...

@Authan
"
Tieni solo conto che Crux è il primo che sulle incoerenze altrui ci marcia, e ci marcia alla stra-grande.
Qui noi si fa con Crux quello che Crux fa con tutti gli altri.
"

Non ho capito se per te marciare sulle incoerenze altrui va bene o meno.

ste76 ha detto...

@Authan

Scusa, non devi rispondere alla mia provocazione. E' un argomento fine a se stesso e finiremmo con il chiederci se e' nato prima l'uovo o la gallina.
Spesso mi hai fatto cambiare idea o comunque mi fai riflettere.
Quando mi dici, in modo modesto, che sei soltanto uno sulla rupe a cui piace osservare, beh non me la bevo :)

Clem ha detto...

Grazie Ste per la precisazione.

massimo.zanardi ha detto...

@tommaso:
in effetti mi sono inventato un "non" e da lì ho proseguito con un mare di cazzate... se berlusconi nota il mio talente nel ribaltare la frittata, bonaiuti è un disoccupato...

@francesca
mi fa piacere che qualcun altro si sia accorto del contrasto tra il casino che si fece all'epoca di fassino e la disinvoltura con la quale è stata accettata l'uscita di bossi. peraltro nel caso di fassino si trattava perlomeno di un'intercettazione: questo se ne esce con dichiarazioni stampa e nessuno dice beo... mah...

un'unica obiezione sulle avventure statunitensi che il sistema bancario ha effettivamente evitato: questo è dovuto in parte anche all'arretratezza del sistema, alla quale ha contribuito un protezionismo e una tutela delle posizioni acquisite che hanno poco da spartire con il libero mercato... vedrei positivamente una politica di incentivo alla modernizzazione delle banche, ma vedere che l'unica lettura che hanno di un settore così strategico, è in chiave di lottizzazione, mi dà l'idea di essere nelle mani di idioti patentati...

Francesca ha detto...

@ massimo zanardi

Dalle regionali, al di là della propaganda di regime, è uscita una coalizione totalmente squilibrata, nella quale il Pdl perde oltre due milioni di voti mentre la Lega ne ha persi "solo" 177 mila ma ha blindato il Nord. Bossi è passato immediatamente all'incasso: si è intestato la vittoria, ha preso in mano il timone delle riforme, ha prenotato la premiership per il 2013 ed ha annunciato la conquista delle banche del Nord.

ma se pensiamo a quale % ha a livello nazionale, non si puo' che ricordare il titolo di una vecchia canzone di Battiato...."Povera Patria"

PaoloVE ha detto...

@ maurizio.zanardi:

l'idea di lottizzare le banche in realtà permetterebbe nel breve alla Lega un gran salto di qualità nella sua azione politica, da un lato permettendo al partito un più facile accesso diretto a risorse finanziarie, dall'altro permettendo di orientare l'azione delle banche verso una finanza più volta al territorio ed alle PMI (cosa molto richiesta dagli imprenditori del nord). Ho il sospetto che nel ventilato strappo di Fini ci sia anche il timore delle conseguenze di questa eventualità, in quanto ai partiti forti nelle regioni del centro sud verranno conseguentemente a diminuire le possibilità di accedere al denaro per sè e per i propri referenti.

Se poi vuoi ragionare in termini di politiche finanziarie nazionali di lungo respiro ti devo dare ragione, ma sono ragionamenti inusuali (spero apprezzerai l'eufemismo) nella nostra politica...

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

you wrote:

....orientare l'azione delle banche verso una finanza più volta al territorio ed alle PMI (cosa molto richiesta dagli imprenditori del nord)

Che ne è stato dei Diktat del Ministro leghista ai respingimenti che aveva ideato di far intervenire i prefetti qualora le imprese avessero difficoltà con le banche del famoso territorio??

Per quello che sento a Focus Economia e anche dalle ultime dichiarazioni di Parma da parte di Donna Emma, la situazione è davvero drammatica per le imprese!
Se poi consideriamo Basilea3.....

PaoloVE ha detto...

@ Francesca:

mi pare sian rimaste (come ovvio) chiacchiere.

Cosa succede quando la crisi investe il libero mercato? che tutti chiedono aiuto a qualcun altro, ma ognuno pensa a salvare solo se stesso...

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=7225&ID_sezione=&sezione=

I compiti dell’azionista non sono quelli dell’amministratore e il mestiere del banchiere non può confondersi con quello del funzionario di partito.

E’ vero che le Fondazioni non possono essere azionisti silenti e passivi e che gli istituti di credito non si possono trasformare in potenze autoreferenziali, senza alcun controllo. Ma il controllo del mercato è sempre preferibile a quello dei politici.

PaoloVE ha detto...

@ Francesca:

"Ma il controllo del mercato è sempre preferibile a quello dei politici."

Questa mi pare una colossale stronzata. E, se possibile anche peggio.

Gli amministratori di grossi gruppi rispondono spesso solo a se stessi, specialmente in ambito finanziario (una prova ne sia che hanno continuato ad accordarsi bonus anche nei momenti peggiori della crisi).

E il controllo del mercato ha dimostrato di non essere stato efficace nella prevenzione della crisi stessa, anzi ne ha amplificato gli effetti attraverso meccanismi di speculazione.

Almeno i politici rispondono del loro operato agli elettori...

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

infatti si vede com'è vero!

A fronte di un Bassolino o di un Loiero rimandati a casa, giustamente perchè hanno malgovernato, Formigoni è stato ANCORA premiato dagli elettori, nonostante i noti scandali del PDL al Comune di Milano e in Lombardia (Clinica S. Rita, EXPO2015, Prosperini, Pennisi, la signora Abelli etc.).



mah...

PaoloVE ha detto...

@ Francesca:

il fatto che la possibilità ci sia non vuole dire che sarà necessariamente sfruttata, ma che eventualmente sarà possibile farlo...

Con sistemi a scatole cinesi (semplificando moltissimo: se detengo il 51% di una società A che ha il 51% di una società B che ha il 51% di una società C che ha il 51% di D che ha il 51% di E ... e così con il 3,5% del suo valore controllo tutta E) ti ritrovi spesso che grossi gruppi hanno governance assicurate con meno del 5% delle azioni (mi pare che telecom fosse in una situazione simile tempo fa, erano i sistemiusati dai capitani coraggiosi ai tempi delle pivatizzazioni...). Che controllo vuoi possa esercitare il mercato...

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

ok PaoloVE
mi hai convinto.
ero rimasta pero' cosi impressioanta dall'articolo di La Spina che avevo linkato, specie dalle frasi che avevo evidenziato.

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

finirà che mi dicono che voglio fare proseliti ;-)

Saluti

Paolo