lunedì 12 aprile 2010

Tu, donna, abortirai con dolore

Oggi doppio post. Qui sotto quello di Paolo, a parte il mio (Authan). Entrambi non sono legati alla Zanzara di venerdì 9 aprile, che per la sua leggerezza è pressoché incommentabile. Ma si parla comunque di temi recentissimi di cui si è dissertato parecchio, al bar di Giuseppe Cruciani, nei giorni precedenti. Buona lettura.

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

[Questo articolo è a firma di Paolo]

Buongiorno,
degli argomenti degli ultimi giorni mi interessa parlare un po' della questione relativa alle prese di posizione (smentite o forse no...) dei neo governatori leghisti rispetto alla pillola abortiva RU486.

Sia Cota che Zaia hanno annunciato che faranno il possibile per ostacolare l'utilizzo del farmaco in sostituzione delle procedura di aborto chirurgico, il che, per certi versi, evidenzia una posizione sorprendente da parte di chi, sino a non molto tempo fa aveva ostentato pragmatismo e, spesso, disprezzo per la Chiesa.

E qualche giorno fa Cruciani ci ha anche fatto sentire l'alta opinione di Italo Bocchino in materia: “Il sesso è bello, ma si può anche evitare di rimamere incinta…”. Sono solo io a leggerci un'ottica che vuole l'aborto un problema unicamente femminile, e per di più spesso solo delle donne un po' "leggere"?.

In sintesi, da quanto sinora evidenziato l'uso della RU486 sembra essersi dimostrato più sicuro per la donna della pratica chirurgica (le complicanze in sala operatoria sono un dato statistico più significativo di quello legato all'utilizzo della pillola), meno pesante dal punto di vista psicologico ed economicamente meno gravoso per le casse delle Regioni (tenete presente che, sul piano pratico, un intervento chirurgico impegna una equipe composta almeno da chirurgo, anestesista, ferrista ed infermiere, nonché una struttura economicamente dispendiosa come è una sala operatoria).

A fronte di questi elementi favorevoli all'utilizzo della RU486, mi chiedo se il cercare di rendere l'aborto più traumatico, crudele e pericoloso per chi rifiuti la gravidanza possa essere un aiuto alla vita (che mi pare sia il risultato che si vorrebbe ottenere) e, personalmente, ne dubito.

Penso infatti che chi arriva all’aborto lo faccia molto raramente a cuor leggero, e che, poiché i soldi pubblici sono sempre una risorsa scarsa, sarebbe intelligente reinvestire quelli risparmiati utilizzando la RU486 in luogo della pratica chirurgica per ottenere servizi che rendano più facile gestire una gravidanza (prima, durante e dopo). Magari distribuendo latte artificiale importato dall'Austria, dove costa un terzo che in Italia (invece di fare finta di fare inutili pressioni sui produttori), o attrezzando migliori servizi sociali sul territorio.

Saluti

Paolo abortista

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

"Postfazione" di Authan. C'ho un rospo lì sulla punta della lingua che non vedo l'ora di sputare. L'uso dell'espressione "difesa della vita," su cui gli esponenti del no ideologico ad ogni forma di aborto sembrano aver messo il copyright, mi dà un fastidio immenso. Come se costoro avessero il pedigree della purezza e della moralità e tutti gli altri fossero invece degli adoratori di Thanatos. Da non crederci. Se penso che c'è chi dello snobismo di un Michele Serra qualsiasi ne fa una questione di stato, mi vien da ridere, o da piangere. Qui siamo ben oltre. Ma di brutto.

------------------------------------------------

(Authan) Evanescence, "Bring me to life" (2003)




Now that I know what I'm without
You can't just leave me
Breathe into me and make me real
Bring me to life...

29 commenti:

Francesca ha detto...

ehm....Bocchino che dice "il sesso è bello...."

Pero' è straordinario, il sistema sanitario si fa mille scrupoli quando si tratta di aborto (e io sono personalmente convinta che alla fine è la che vogliono arrivare, alla Legge 194!) eppero' capita che nelle corsie degli ospedali o si muoia su un lettino in corsia in attesa del proprio turno al PS, o si rimanga per ore cadavere tra i vivi nella noncuranza piu' totale come è successo a Chivasso (mica a Castrovillari eh?) pochi giorni fa!

bart27 ha detto...

non tocco direttamente l'argomento aborto, vorrei solo far notare quanto sia ambigua, e per certi versi ipocrita, la grande parrocchia dei "difensori della vita" (concordo con Authan).

Insomma, rispetto chi è contro l'aborto, e fino a quando argomenta civilmente e senza violenza verbale lo ascolto.

Ma quando sale in cattedra autoproclamandosi "difensore della vita" e sputacchia sentenze, allora io mi aspetterei che:

- non voti quei partiti che qualche tempo fa decisero di andare in Iraq a "esportare" la democrazia a suon di bombe e missili scemi, che fecero una carneficina di innocenti.
Mi si dirà: la storia è complessa. Risposta: la vita pure (sia in senso biologico, sia in senso letterario)

- non voti quei partiti che, nei fatti, si sono dimostrati superficiali, distratti (se non ostili) al tema della sicurezza sul lavoro. Mi si dirà: il mondo del lavoro è complesso. Risposta: andatelo a dire a una vedova di un operaio caduto da un'impalcatura.

- non voti quei partiti che, nei fatti, si sono dimostrati superficiali, distratti (se non ostili) al tema dell'accesso per tutti a un sistema sanitario di qualità.
Mi si dirà: una sanità veramente per tutti è troppo costosa. Risposta: paga le tasse anche te (e non è una risposta generica, statisticamente la si azzecca quasi due volte su tre).


mi fermo qui, pur potendo continuare per un bel po'

bart

Michele Reccanello ha detto...

@Authan

Finalmente due post più impegnati... va bene che questo è un blog basato sulla trasmissione "la zanzara", ma nessuno ti impone di seguire gli argomenti, soprattutto quando non ne ha, trattati dal Crux. Complimenti per i due temi toccati, visto che mi appassionano.

...

Questa gente, soprattutto i preti, che parla di ru486, come di fine vita, coppie di fatto, hanno un senso della moralità straordinaria!!!!

Magari i preti, prima di farci le prediche - lo ripeto ancora - dovrebbero sapere di cosa si parla, vivendolo di persona, invece che per sentito dire. Oltre tutto mi sembra, con il diluvio di notizie che sta piovendo addosso alla chiesa, che hanno molto da nascondere e che forse farebbero meglio a nascondere la faccia per la vergogna.

Per non parlare poi dei politici di cui ogni giorno si scoprono gli altarini e gli scheletri nell'armadio. La legge sull'aborto è una legge che tocca la coscienza di ciascuno di noi, soprattutto delle donne chiaramente. E' giusto? Non è giusto? Rientra nel libero arbitrio che ciascuno di noi può esercitare secondo coscienza, altrimenti si rischia di tornare ai tempi di re pipino!
Lo stesso dicasi per altre questioni etiche cui deve essere data la possibilità di scelta.

Michele Reccanello ha detto...

@Authan

mi ha incurosito nel post "Non è la stessa cosa" una frase di Francesca:
"A proposito, Authan, per l'8x1000 mi son fidata del tuo consiglio eh, tutto alla chiesa valdese!"

mi dici dove lo posso leggere questo consiglio (pura curiosita!)

PS: un suggerimento, mi capita di leggere altri blog tipo qurllo di "peppe crusciani" o "non leggerlo" e visto come sono "attrezzati", perchè non inserire sul lato del blog dei link ad altri blog interessanti?

Ciao.

Authan ha detto...

Michele, cerca con google "valdesi 8 per mille" e scoprirai che, tra le scelte possibili, quella per i valdesi e' la piu' "laica" possibile. C'e' anche lo Stato, certo, ma dei soldi dati allo Stato poi non si sa piu' nulla.
Io comunque, giusto per la cronaca, non sono valdese e non ho nulla a che fare coi valdesi. Non che sia nulla di male nell'essere valdese, ci mancherebbe altro.

Sul blog roll... Mah, sono sempre stato dell'idea di non metterlo. Primo perche' il mercimonio dei link, le citazioni reciproche e gli spompinamenti tra blogger li ho sempre trovato disdicevoli (leggi quante volte Francesco Costa, Luca Sofri e Christian Rocca si citano a vicenda, mi viene il voltastomaco). E poi perche' detto tra noi non avrei saputo chi mettere. I due blog che citi, pero', meriterebbero davvero di comparire in un ipotetico blog roll. Lasciamici pensare un po'. Ciao.

Francesca ha detto...

@ Michele, Authan & tutti

da tempo ve lo volevo segnalare (credo proprio di non averlo ancora fatto, ma se mi sbagliassi....repetita juvant!), circa l'8x1000 allo Stato come normalmente si decide di fare seguendo le proprie motivazioni laiche, piuttosto che quelle religiose, confidando che i fondi abbiamo una finalità rispettata.

Vi invito a cercare notizie sulla puntata di MI MANDA RAI TRE su RAITRE del 15/01/2010 con ospite SERGIO RIZZO (il compare di GA STELLA) che vi fa accapponare la pelle per quante distorsioni e distrazioni vengono compiute con i soldi li convogliati con le migliori intenzioni di solidarietà.

ciao
e prendete un digestivo...dopo!

Clem ha detto...

Paolo, visto che sei nel ramo, l'autonomia delle regioni in campo sanitario può arrivare a bloccare un farmaco su cui esiste una legge nazionale?
I valdesi: ho commesso l'errore, tempo fa, di entrare in una discussione con un valdese. In sostanza, nella sua foga d'odio represso da secoli contro la chiesa cattolica se la stava prendendo contro i preti da oratorio, i parroci, mescolando discorsi economici (e non sono certo i preti dell'oratorio, gli ultimi della catena, a decidere di fare maneggi strani) e dottrinali e penali. Mi son sentito in dovere di dirgli che il suo "Tutti che prendono lo stipendio rubano" era una cazzata. Non l'avessi mai fatto. Siamo finiti a parlare dell'otto per mille di chi non sceglie, quando io volevo solo dirgli che a generalizzare in quel modo "Tutti i preti rubano" faceva la figura del pistola. Invece un fiume d'odio da bava alla bocca spesso su cose inesistenti ("noi valdesi dopo esserci sposati in chiesa dobbiamo rifare in comune!! perché i cattolici no?", solenne cazzata)
Poi abbiam fatto pace, per carità, bravissima persona, ma l'impressione di rabbia disinformata e bava alla bocca mi è rimasta. Erano tipo secoli di repressione improvvisamente liberati.
Se potessi dare il mio otto per mille lo darei alla ricerca scientifica, ad esempio all'ente fondato dalla Montalcini.

francesco.caroselli ha detto...

compliementi per il post.
Chiaro. Mi dispiace per Authan ma stavolta il round è di paolo...
anche se solo ai punti.


Sui costi dell'Ospedali e sul loro funzionamento. Voglio portare una testimonianza.

L'ospedale di Cosenza aveva l'elisoccorso e uno dei migliori centri di cardiochirirgia d?italia.

Come cittadino non potevo che esserne contento.

Ma come ami c'era questa eccellenza a cosenza?
La politica influisce tantissimo sulle scelte della sanità.
secondo me c'è troppa discrezionalità.

Infatti a catanzaro, 1 ora di macchiana, c'era già un centro simile.
Quindi per anni qui a CS abbiamo avuto un doppione (anzi meglio!)

Ma chi l'ha voluto?
Giacomo Mancini potentissimo ex-socialista, gia ministro dei lavori pubblici e sultano incontrastato di cosenza.
Manco a dirlo malato di cuore.

Appena Mancini non c'è stato piu cardiochirurgia è stata chiusa...insieme a molti altri reparti...
l'ospedale infatti aveva accumulato un deficit di bilancio spaventoso e doveva tagliare le spese.

Spero di avervi raccontato qualcosa di interessante...
mi è venuto in mente leggendo il post di Paolo che rimarcava che il costo della pillola è molto minore rispetto all'aborto chirurgico.
Ma questi leghisti non sono bravi a risparmiare?


Sul partito dei "difensori della vita" sono d'accordo con le considerazioni di Authan e ancor di piu con quelle di Bart.
Mettendosi dalla parte parte dei feti si è sicuri che mai uno di questi di contraddirà!

E i difensri della vita farebbero meglio a preoccuparsi di come sostenere le ragazze o le donne che devono fare questa scelta, in un senso o in un altro, senza giudicare ma solo dando un vero appiglio... speso sono lasciate da sole. E questo non è accettabile

francesco.caroselli ha detto...

toto-zanzara

Emergency

(altro fango)

francesco.caroselli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
francesco.caroselli ha detto...

appena ho sentito la notizia dell'aereo polacco precipitato ho pensato qualcosa di molto simile alla vignetta di Staino.

Ma che c'è di male?
Sono un assasino?
mi sono fatto una risata.
Nessuno forse avrà qualcosa da ridire...
mah almeno Cruciani ha capito che è solo una battuta...
il problema è il popolo di Berlusconi.... vedono ogni critica come un reato di lesa maestà.

Ogni volta che vedo la prima pagina di Libero (magnifico il "marameo ai giudici") mi sembra una volgarità e una mancanza di rispetto...
ma noi non ci lamentiamo.
Contenti loro a leggere quei fogliacci..

Michele Reccanello ha detto...

@Authan

Grazie per il tuo suggerimento.

Il link della puntata di rai 3 segnalato da Francesca.

Come al solito qualcuno mangia!

Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michele Reccanello ha detto...

@Francesco

la vignetta "incriminata".
Il problema non è per quello che dice o rappresenta, ma per quello che ci si immagina.
Magari!

a proposito di libero, anzi occupato...

Chi legge "quella cosa", visti gli sfondoni (tanto per ricordarne uno)che tira, lo fa perchè chiaramente ha gli occhi foderati di prosciutto.

Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesca ha detto...

Devo confessare, e non me ne vergogno minimamente, che anch'io quando ho avuta notizia della tragica fine del presidente polacco e di tutte le cariche di governo perite con lui, ho pensato "mannaggia che fortuna, un vero strike, capitasse mai a noi...sai che goduria finalmente?!?"
Ho pensato anche alle parole recenti di Cacciari cioè che nel 2013 come da lui paventato SB non sarà davero piu' sulla scena, tantomeno al Quirinale, per decisioni superiori di Oltreoceano (stessa teoria di Guzzanti se ben ricordo, grazie alle imbarazzanti amicizie del capo del partito dell'Amore con li peggio gaglioffi de sta tera) magari - mi son detta - proprio con una soluzione "polacca" ad opera della CIA! Fantapolitica? Mah....
Di certo l'idea di passar i prossimi tre anni a sentirlo predicare un giorno si e l'altro pure che il governo non ha poteri, che il CDS rema contro, che i suoi collaboratori controllano anche gli aggettivi, che i PM di Milano vogliono sovvertire la volontà popolare.....è inaccettabile e dunque visto che ogni possibilità di ravvedimento è da escludersi... a questo punto che Madre Natura ci metta una pezza. :-(

In tutti i casi ho trovato desolante l'autodifesa di Staino che ha dovuto spiegare che non c'era odio malcelato nella vignetta perchè i personaggi hanno la faccia triste.

IO ODIO BERLUSCONI E NE SONO FIERA, NON VORREI MAI CHE ALCUNA DELLE PERSONE CHE AMO DESIDERASSE DI ASSOMIGLIARGLI. LO CONSIDERO UNA SCIAGURA IMMANE PER QUESTO PAESE, PER L'INCAPACITA' A REALIZZARE IL BENE COMUNE TANTO PREDICATO E PERCHE' PORTATORE DI DISVALORI CHE HANNO TRASFORMATO BUONA PARTE DELLE COSCIENZE INDIVIDUALI, ANNULLANDO IL PENSIERO CRITICO, ISTITUZIONALIZZANDO L'INCONDIZIONATA APPROVAZIONE DI OGNI MALEFATTA, LA DISTRUZIONE DELLA MEMORIA DI UN PASSATO GLORIOSO E DI UNA STORIA DI VALORE.

Michele Reccanello ha detto...

Questa per chi non conosce vernacoliere quotidiano satirico di Livorno.
A Francesca, per rinfrancare lo spirito dopo il suo ultimo commento.
Sul MAIUSCOLO stessa visione.

Francesca ha detto...

@ Michele


Io sono abbonata al VERNACOLIERE da anni ormai!!!
Mitico Mario Cardinali for President!

Francesca ha detto...

@ michele

ma il VERNACOLIERE non è quotidiano, bensi mensile e costa 2,20 euri x 10 numeri!

Michele Reccanello ha detto...

E' vero, un lapsus.

francesco.caroselli ha detto...

la frase di Berlusconi oggi è stata gravissima..
ma non per lui.
per Napolitano.
Abbiamo la conferma che il pred ella repubblica metta il naso nelle leggi.
Ha ragione B.
Napolitano non si deve impicciare.
Deve stare li sul colle fermo come un semaforo, e dare il verde o il rosso.
Questo collaborazionismo nel fare le leggi sono prerogative che la costituzione non gli da.


Che goduria che il PD abbia perso Mantova...
sarà perchè D'Alema si è impegnato in prima persona?
Baffino deve avere il coraggio di presentarsi e farsi giudicare dai suoi elettori.

nessuno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesca ha detto...

@ nessuno

guarda caro che se c'è qualcuno che fomenta..... lo trovi dalle tue parti.... the king of Fomentors!

Abbiamo già detto tutto quello che c'era da dire, in occasione del duomo in faccia, sui mandanti morali, sui seminatori d'odio, che augurare il male fisico all'avversario non è cosa buona e giusta.... bla bla bla...

sai che ti dico ? (e non andro' oltre perchè nn è questa la sede) di SB non se ne puo' piu, anche se ancora governa legittimamente, è vergognoso che, passate finalmente anche le elezioni, ogni giorno esterni alla cazzo, che sia davanti agli industriali, che sia del capo dello stato e dica cose stomachevoli che solo i sordi dalla nascita come te non vogliono sentire!

nessuno ha detto...

Reputo l'intervento di Francesca del 12/04 h 22,15 Devo confessare, e non me ne vergogno minimamente una paradigmatica manifestazione di solipsismo:
dottrina fondata sulla concezione dell'io come unico ente a cui è subordinata la realtà oggettiva, tanto per ciò che riguarda la conoscenza che per ciò che riguarda la morale.

Un tale atteggiamento promuove e giustifica una reazione opposta uguale e contraria nello schieramento avversario.

Quando questa posizione opposta uguale e contraria a quella manifestata da Francesca è la posizione della maggioranza dei votanti, anche se risicata ma sempre maggioranza, prosciutto o non prosciutto sugli occhi, la minoranza che l'ha fomentata, dovrà D E M O C R A T I C A M E N T E - se possiede una minima idea di cosa è la democrazia, subirla.

E non per tre anni soltanto

nessuno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nessuno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nessuno ha detto...

a Francesca
Al momento attuale, tuo intervento di ieri 12/04 h 22,15, chi fomenta sei tu.

Quanto alle speranze di soluzioni polacche, perché non andate in processione, Staino in testa, da una fattucchiera a chiederle una fattura?

Sarebbe l'unica.