mercoledì 31 marzo 2010

Le physique du role

Giornata piena, zero tempo, beccatevi qualche considerazione in breve.


BRUNETTA

Spero che di questa sconfitta, che ha smentito clamorosamente i ripetuti pronostici crucianeschi (“vincerà a mani basse”), il ministro faccia tesoro. La popolarità è un'arma a doppio taglio: porta consenso, ma anche rigetto. Brunetta in molte occasioni ha tirato troppo la corda, e questa si è spezzata. Ora, voglia il cielo, che impari la lezione: meno chiacchiere, meno presenzialismo, meno spacconate, e più fatti. Grazie.


RENZO BOSSI

E' un privilegiato, e da quel che si è sentito ieri, durante l'intervista con Cruciani, sembra un po' un pesce fuor d'acqua (quale pesce in particolare lo sapete). Però ha ottenuto i voti e bisogna prenderne atto. La democrazia porta anche a questo genere di "storture", che tutto sommato non bastano a dar torto al noto motto di Churcill.


POLVERINI "BORGATARA"

Cruciani si è risentito per il termine "borgatara" affibbiato da qualcuno con un certo spregio alla neo governatrice del Lazio. Atteggiamento “snob”, sostiene Crux. Può darsi. Però non capisco perché non sia snob invece lamentarsi dell'italiano imperfetto di Di Pietro, come tutti - tutti - fanno. E' la stessa cosa, no?

Io - devo confessare - mi sento un po' a disagio quando ascolto la Polverini. E non c'entra nulla – giuro – lo snobismo. E' che io nella mia testa, tendo a farmi, dei rappresentanti istituzionali, un'immagine di persone preparate, educate, sapienti, dotte. Sentire la Polverini esprimersi in un romanesco grezzo, non per scelta, ma perché quello è il suo idioma nativo, mi genera imbarazzo. Non perché io disprezzi il romanesco o chi lo parla, ci mancherebbe, ma perché l'ex sindacalista, almeno in termini di capacità comunicative, non sembra avere le physique du role, non "rientra nel profilo" richiesto per il ruolo che si accinge a ricoprire. Da qui il mio disagio.


BURLANDO: "LA LEGA SI COMBATTE COME FECERO I PARTIGIANI"

Anche se quella del rieletto governatore della Liguria voleva solo essere una mefatora, Cruciani, che si diverte a prendere le parole molto alla lettera quando gli fa comodo, è stato molto critico. Che dire, Burlando avrebbe fatto meglio ad operare una scelta di parole meno evocativa, se non altro per evitare ambiguità, ma scandalizzarsi per una metafora è semplicemente ridicolo. Un arricciamento di naso bastava e avanzava.


CRUX: "LA TV NON SPOSTA UN VOTO"

Questo è un tema ritrito che ho poca voglia di riaprire. Come al solito si tende a vedere le cose o bianche o nere. O la TV non conta nulla, o è causa del lavaggio del cervello di metà degli italiani. Nessuno dei due estremi è vero. La TV incide magari poco, o addirittura molto poco, ma quel poco-poco-poco in certi casi può essere determinante, e quindi conta come se fosse molto. E' un discorso troppo lungo da approfondire oggi, ma la conclusione è che l'anomalia berlusconiana che ben conosciamo non rientra affatto in quelle piccole "storture della democrazia" di cui sopra, di quelle che in fondo si possono sopportare. Le correzioni sono possibili. Basta volerlo. Ma volerlo sul serio.

-----------------------------------------------

Ma quale Lucio Battisti, la canzone simbolo di Renata Polverini è questa!

(Si può ancora scherzare, eh, Crux? O mi beccherò dello "snob"?)




L'amore finisce sur grande raccordo anulare,
la storia finisce sur grande raccordo anulare,
il mondo finisce sur grande raccordo anulare...




PS. Ma quanto è bravo Corrado Guzzanti? E' tale e quale a Venditti, indistinguibile.

64 commenti:

nessuno ha detto...

Brurlando avrebbe fatto meglio a scelta di parole meno evocative, se non altro per evitare ambiguità,

Quanti avrebbero fatto e farebbero meglio, a cominciare da me ma non solo - come le insegne dei negozi: pane ma non solo; caffè ma non solo; chiodi ma non solo - ad evitare di dire delle inutilità, soltanto perché sono costretti a qualcosa purchessia dire.

Anche il minuscolo Cruciani - ma non solo - fa parte di questa schiera e lo verifichiamo tutti i santi giorni che Dio manda sulla terra.

Michele Reccanello ha detto...

@Authan

Alcune considerazioni sul tuo post:

Hai fatto un'osservazione interessante quando dici:
"E' che io nella mia testa, tendo a farmi, dei rappresentanti istituzionali, un'immagine di persone preparate, educate, sapienti, dotte."
Mi fai venire in mente Fazio l'ex Governatore della banca d'Italia, che quando lo sentivo parlare, con quel suo accento ciociaro, mi veniva immediatamente da pensare che nonostante tutti i soldi che guadagnava rimaneva un ignorantone, e quindi indegno di ricoprire quella carica.

La tua osservazione in merito a Burlando era scontata, ma tutta meritata, infatti era chiaro che la battuta oggetto dell'attenzione di Useppe era solo una metafora. Ma ormai Cruciani abbiamo imparato a conoscerlo: secondo come gli torna il conto riesce a dare il giusto peso alle battute, altrimenti si diverte a prendere per il cu.o il malcapitatato del momento.

La Battuta di Crux ls TV non sposta il voto è vecchia. Sarà anche così come dice, ma resta comunque è un mezzo di "educazione" delle masse.
Se così non fosse non si capirebbe l'ossessione molti politici per questo mezzo di comunicazione.
Comunque il caso più interessante di queste votazioni rimane quello del M5S, che senza apparire in nessun media, ad esclusione di internet, si è ritagliato una certa fetta (di colpo) dove si è presentato.
Per me questa è aria nuova.

Aggiungerò qualcosa in un prossimo commento perchè merita.

Michele Reccanello ha detto...

@bart

se essere di sinistra significa volere che lo Stato dia veramente pari opportunità a tutti (per "veramente", intendo "concretamente", a parole sono buoni tutti), e il destino di una persona non sia segnato in partenza dal reddito o dall'influenza dei genitori, allora io lo sono, sebbene queste definizioni (destra, sinistra) siano generalissime, e descrivano ben poco dell'universo mentale di un individuo.

Questo vuol dire essere di sinistra.
Grazie Bart di ricordarlo ancora una volta.

francesco.caroselli ha detto...

La Tv con il suo allarme immigrati è la maggior responsabile dell'invasione leghista.
Punto e basta.

A Bart27 e Michele
"essere di sinistra significa volere che lo Stato dia veramente pari opportunità a tutti (per "veramente", intendo "concretamente", a parole sono buoni tutti), e il destino di una persona non sia segnato in partenza dal reddito o dall'influenza dei genitori"
Mah questa definizione di sinistra è errata.
Questo principio potrebbe anzi dovrebbe essere valido anche per la destra (certo non quella che c'è ora)...discende dal principio fondamentale "tutti gli uomini sono uguali"...è qualcosa che deriva dall'illuminismo, dalla rivoluzione francese... mi sembra un po riduttivo piazzarlo solo a sinistra!
E' semplice meritocrazia!

francesco.caroselli ha detto...

francé
ti ho risposto sui commenti di ieri!

Michele Reccanello ha detto...

@nessuno

comincio a disorientarmi anche sul concetto di “democrazia”

A pearte alcune divergenze di opinioni,
mi sembri una persona con una discreta cultura. Questo per dirti che la "teoria" della democrazia, è una teoria imperfetta come tutte le idee dell'uomo che attendono la riprova della sua validità attraverso l'esperienza.
Ti suggerisco di leggere la voce democrazia su wikipedia. Interessante il paragrafo dedicato alla contraddizione della democrazia.

Ciao

Michele Reccanello ha detto...

Alcuni "ritagli" che ritengo significativi sul M5S che vengono fuori leggendo l'intervista su "La Stampa" a Beppe Grillo:

Sui mass-media:
Ma vi rendete conto? In Emilia siamo arrivati al 7 per cento. Senza le televisioni e i giornali che hanno altri di cui occuparsi. E Casini, che è ogni giorno in tivvù, ha preso poco più della metà. In Piemonte siamo intorno al 4 per cento. Vedrete... questo è soltanto l’inizio. E’ cambiato tutto, ma il Pdl e il Pd meno elle non se ne sono nemmeno accorti.

Che cosa vuol fare il M5S
Noi ci battiamo perché l’acqua resti pubblica, chiediamo l’opzione zero per il cemento e per gli inceneritori. Queste sono le cose che cambiano la vita della gente.

La rete significa che abbiamo messo insieme le idee di ottocentomila persone. Noi non facciamo propaganda, ma proponiamo soluzioni per i problemi di tutti: trasporti, rifiuti, ambiente.

Le scelte dei candidati:
Lo abbiamo visto tutti come sono stati scelti i candidati alle regionali. La gente è stata tenuta fuori. Sembrava una partita di pallone decisa a tavolino: il pubblico guarda, ma il risultato è già stabilito. I nostri candidati sono specialisti scelti dalla rete, non da me. E su Internet ogni persona vale uno, io come qualsiasi altro iscritto al Movimento Cinque Stelle. La rete è democrazia e trasparenza

Segnalo anche che sull'articolo dedicato al M5S di repubblica.it di ieri che compariva il costo della loro campagna elettorale che è stato di 15000 € interamente autofinanziato.
E questo è un fatto che conta molto.

francesco.caroselli ha detto...

mafia e stato ecco una parte dell'articolo completo che trovate qui

“Svetonio” e “Alessio”.
C’era una spia dietro uno di questi due pseudonimi, ma c’era anche un mafioso, Matteo Messina Denaro, “Alessio”, il nuovo capo di Cosa nostra, il ricercato numero uno. Tra i due c’era un’intensa corrispondenza: decine di pizzini, finiti nelle mani della Dda di Palermo che nel 2007 si è trovata davanti anche a una inconsueta conferma da parte del Sisde: «Svetonio è un nostro uomo». E così la verità è venuta fuori: “Svetonio”, al secolo Antonino Vaccarino da Castelvetrano, insegnante di lettere, poi consigliere comunale per la Dc, assessore e sindaco, era un uomo del Servizio segreto civile. Ma, giusto per non smentirsi, faceva il doppio gioco: al Sisde prometteva informazioni per catturare Messina Denaro, al boss prometteva aiuti politici.
Fabrizio Colarieti

authan scusa l'off-topic

nessuno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesca ha detto...

OT

@ caroselli

dovresti seguire i servizi di Raffaella Calandra su RADIO24.
io l'ascolto il sabato pomeriggio alle 13.30 la rubrica si chiama Storiacce e parla spesso di mafia.

ciao

Authan ha detto...

Raffaella. Calandra. Quella. Che. Fa. Una. Pausa. Dopo. Ogni. Singola. Parola. Molto. Brava. Ma. Quasi. Inascoltabile.

nessuno ha detto...

a Michele Reccanello
Fai bene ad abbeverarti su Wikipedia.

Io, finchè questa vale e varrà, faccio riferimento alla Costituzione:

Art. 49.

Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.


Sul significato delle tre parole con metodo democratico, più che a Wikipedia bisognerebbe chiedere ai giudici costituzionali che della Costituzione e dei suoi articoli dovrebbero essere i veri interpreti.

Francesca ha detto...

@ Authan
si, si proprio lei!

a volte sembra un risponditore automatico telefonico!!


ahahahhahahah!!!!

Certo le altre voci femminili sono molto piu' gradevoli, in primis la Giordano, ma anche Catia Caramelli mi piace e pure la Rosciani a mezzogiorno!!!

Clem ha detto...

Ho letto di questa lettera sul Corriere.
I miei commenti:
- è una reazione come ce ne sono state altre in passato, però credo che alcune frasi, come "I ritmi ortodossi sono troppo lenti. Le liturgie della casa sono stantie " denotino la comprensione del fatto che buona parte della forza di M5S nasce dalle modalità dell'interazione, dal basso tramite i nuovi strumenti.
(che poi sono nuovi solo per loro che sono delle mummie)
- ritengo sia un segnale positivo, ma con due nei: il destinatario della lettera è il primo, giacché per citare spinoza.it:
Bersani: “Non è vero che il Pd ha fallito”. E poi è brutto parlare male degli assenti. Rimane positivo che si cerchi di fargli prendere atto di ciò di cui non prende atto.
- il secondo neo è che nell'invocare rinnovamento e aria fresca, rimane nel tono e nella destinazione un'iniziativa interna al partito. Nuovamente, non vedo aperture e coinvolgimento degli elettori, ma una iniziativa dei professionisti della politica, disciamo.

nessuno ha detto...

Della Polverini "borgatara", vincitrice senza lista d'appoggio e del ruolo della magistratura in questa assenza

La Polverini nel Lazio ha dovuto gareggiare azzoppata ma, indipendentemente dal suo accento romanesco (o forse anche grazie a quello) ha vinto contro la Bonino dall'accento cuneese(?) - la quale ha perso forse anche per colpa di quello, più gradito alle orecchie di Authan -.

Ma la cosa non finidsce lì.

La sinistra da questa tornata, oltre ai processi infiniti, ha scoperto nell'ambito della magistratura di poter disporre di un nuovo meccanismo da sfruttare per inibire la competizione elettorale bilaterale.

Quello di bloccare le liste negli uffici elettorali competenti per vizi di forma decisi unilateralmente.

Fra tre anni ne vedremo delle belle.

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA ...con quiz
"indovina chi?"

Ospite telefonico l'autore di queste parole:

La storia di Renato Brunetta apre un altro cahier des doléances. Il super-ministro si era affacciato in Laguna sicuro di vincere. Progetti sontuosi, ego dilatato fino allo spasimo, triplo incarico. Tutti ne abbiamo parlato come del futuro sindaco di Venezia, ignorando il bravo Giorgio Orsoni, assessore fino al 2005 di una giunta meritoria come quella guidata da Massimo Cacciari. L’asso nella manica di Brunetta sembrava non solo la sua incontenibile energia ma soprattutto la promessa di fare il ministro-sindaco o il sindaco-ministro. Il governo lanciava un’Opa sul Veneto e Venezia con la doppia candidatura di Zaia e di Brunetta.

Anche il Crux ieri sera ha ammesso di essersi sbagliato.

bart27 ha detto...

@ francesco.caroselli

il mio cercare di dire che cosa significa essere di sinistra (per chi legge, scritto come commento nel post di ieri in risposta a Nessuno) è grossolano in partenza, lo so.

Ma già contiene una parola che lo distingue dalla semplice meritocrazia in salsa di destra. Si tratta di una parola fondamentale: "concretamente"

A destra, di solito, si dice: l'individuo deve essere libero

A sinistra si dice (sempre meno):
l'individuo deve essere libero, ma se non ha, per esempio, abbastanza soldi per comprarsi delle medicine, è un po' meno libero

Eleonora ha detto...

Il Cruciani ha dimostrato ancora una volta di essere uno che parla a vanvera. Ha rotto le scatole per giorni dicendo che Brunetta avrebbe vinto a mani basse. Probabilmente a Venezia Cruciani ci sarà andato in vacanza un paio di giorni negli ultimi 10 anni per fare una analisi politica del genere. Si fosse informato su chi è Orsoni, sulle idiosincrasie dei veneziani e su quanti contatti con il Patriarcato ha il neosindaco si sarebbe risparmiato una figuraccia ma tant'è ...

Clem ha detto...

A proposito, sotto elezioni mi son sentito la trasmissione, e Cruciani e Telese hanno fatto i pronostici se non sbaglio. Qualcuno ha voglia di ripescare la puntata e vedere chi ha fatto più punti dei due? :D

Michele Reccanello ha detto...

@nessuno

OT
Mi sembra che ogni mio commento suscita una sorta di risentimento nei miei riguardi. O Sbaglio?
Se non mi sbaglio, ti prego di accettare le mie scuse se in qualche modo ti ho offeso o ferito.

Non mi sembrava che il commento a te indirizzato fosse offensivo.

Authan ha detto...

Clem,
i pronostici che contavano erano solo su Piemonte e Lazio (l'esito nelle altre regioni era scontato o quasi).

Crux ne ha toppati due su due. Telese, pronosticando correttamente la Polverini, uno su due.

Anche Adinolfi aveva "giocato", sbagliando pure lui sul Piemonte. Non ricordo cosa disse per il Lazio.

francesco.caroselli ha detto...

La Calandra spesso fa parlare i protagoniste delle storie ed è molto interessante.
Però tratta storie gia molto ben contestualizzate.. diciamo che gia conosco.. a me piace seguire passo passo quello che si scopre, anche perhè mai come ora le indagini sono ben avviate e c'è la concreta possibilità di vedere a giudizio anche qualche bel pezzetino di M****....ehm di Stato.



Ma Sgarbi verrà invitato a parlare della sua trionfante campagna elettorale?

Mi sa che ha preso piu voti quel pazzo comunista in Puglia che Sgarbi!

Certo che non essere eletti nemmeno in quelle condizioni è patetico.

Francesca ha detto...

OT

- stasera dalla Gruber:

DI PIETRO
vs
LOQUENZI (l'amico del giaguaro!)



- a TETRIS

Nichi Vendola
Sallusti
la Meloni
Livia Turco
De Magistris

giuria di qualità... indovina??

Damilano
Parenzo (semper lu!)

nessuno ha detto...

A Bart.
Ecco, Bart, questo punto mi ha sempre interessato:
A sinistra si dice (sempre meno):
l'individuo deve essere libero, ma se non ha, per esempio, abbastanza soldi per comprarsi delle medicine, è un po' meno libero
.

Io, per esempio, non sono nato (all'epoca) nè figlio di De Benedetti nè figlio di Colaninno (il qiuale è ora, oltre che straricco, anche stimato deputato).

E c'è stato un periodo, per l'esattezza dal 1943 al 1960, che non avevo i soldi per comprarmi le medicine (non c'era ancora il SSN e dovevi avere almeno una mutua che io non avevo).

Ora, lasciamo stare il problema della libertà. Era a te che avevo promesso l'apologo del "vetturino e la libertà? Non ricordo.

Ma in questi casi che nelle periferie napoletane e palermitane sono tantissimi, cosa "concretamente" secondo te bisognerebbe fare?
Nel caso di cui trattasi, cosa dovrebbero fare (ma si sa che non hanno fatto e non fanno) rispettivamente il sindaco del PD Iervolino ed il sindaco di Palermo che non so chi sia?

Aspetto con ansia la tua illuminante :-) risposta.

Grazie e ciao

Michele Reccanello ha detto...

La lettera, proposta da clem, e pubblicata sul corriere la dice lunga su come ha pesato questa tornata elettorale sul PD. A me ha fatto ridere Bersani, che nel passaggio che ha proposto Crux, che diceva che il PD avrebbe dialogato con il centroDX per le riforme se queste fossero state nell'interesse dei cittadini.
Sai quanto può interessare a B. che Bersani vada ad un tavolo sulle riforme, tanto può permettersi di passare sopra al PD come uno sciaccia-sassi. Lega permettendo.

Francesca ha detto...

davvero esilarante il contributo multimediale!

Di Guzzanti ADORO:

Tremonti
Bertinotti
la buonanima di Funari

spero venga presto anche qui a teatro!

Michele Reccanello ha detto...

Un articolo su minzo. Ognuno poi si farà una sua idea...

PaoloVE ha detto...

@ Authan:

il tuo commento sulla Polverini ti etichetta inequivocabilmente come comunista radical chic!

Saluti

Paolo ;-)

nessuno ha detto...

a Michele Reccanello

@nessuno

OT
Mi sembra che ogni mio commento suscita una sorta di risentimento nei miei riguardi. O Sbaglio?
Se non mi sbaglio, ti prego di accettare le mie scuse se in qualche modo ti ho offeso o ferito.

Non mi sembrava che il commento a te indirizzato fosse offensivo.


Risentimento mio nei tuoi confronti? Perché pensi ciò? Perché alle tue osservazioni ti ho risposto riportando un articolo della Costituzione?

Dove lo vedi il risentimento?
Non mi hai nè ferito nè offeso e non mi devi nessuna scusa.

Solo io ritengo di essere - diversamente da tanti buoni predicatori che inseriscono link su link - più aderente ai dettami costituzionali.
Tutto qui.

Francesca ha detto...

Su Renzo Bossi

ben indottrinato a servire il polpettone ultradigerito del federalismo fiscale, progetto imperiale che vedrà la luce chissà quando!

Intanto nella piccola Varese, un piccola frana che blocca una via importante che conduce alle scuole superiori (Liceo Linguistico Manzoni che mia figlia frequenta) è ancora pratica inevasa dal 23/12/2009!

Vedasi:

http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=160999

e poi ditemi a quale territorio son cosi legati i leghisti se manco a casa loro!!!

francesco.caroselli ha detto...

che bello vedere citare la costituzione da nessuno...
è proprio bella vero?
piena di contenuti...

speriamo non la cambino!

bart27 ha detto...

riunione lavoro interminabileeee

meno male che l'iPhone c'è

nessuno ha detto...

a Francesco Caroselli
che bello vedere citare la costituzione da nessuno...
è proprio bella vero?
piena di contenuti...


Francesco, lo sai, vero, perché riporto gli articoli della Costituzione, no?
Perché so che i sinistrones non la conoscono e parlano a vanvera.

Così, articolo dopo articolo, un po' alla volta gliela faccio conoscere io.

Ciao

ste76 ha detto...

ma dai con sta storia della costituzione..
Se stessimo giocando a monopoli e ci fosse uno che in continuazione evoca le regole del gioco e va a spulciare tale o tal altra regola sai come lo si chiamerebbe quello.. rompipalle.
Ma nessuno qui vuole vincere la partita?
E poi c'e o non c'e una corte costituzionale che si occupa di questo e che probabilmente ci costa non poco mantenere?
Dai che gia' solo nominarla dovrebbe essere fonte di imbarazzo a dx e a sn.
Si lo so B. ecc ecc. Va beh allora chi e' che lancia in aria il tavolo da gioco con tutti gli alberghi perche' tanto non ci si diverte perche si perde?
:)

Francesca ha detto...

sulla Polverini...

beh faccio pubblica ammenda, mi sono sbagliata.
ricordo che in un post di qualche tempo fa dissi io pure la voterei (scherzavo ...ehm...) ed eran i giorni in cui anche Telese lo diceva.
Poi....
nella curva con gli ultras....evabbè, passi!
poi.....come puoi lo scoglio....
e ancora "libertà-libertà-libertà"
e alla fine quando l'ho sentita dire "li abbiamo polverizzatiiiiii!"
Ma de che??
Allora Orzoni ...a Brunetta che je dovrebbe da dì???
"T'ho disintegratooooo"!!

Sarei curiosa di sapere se Telese è cosi soddisfatto ora che la vede muoversi da governatora in maniera non proprio impeccabile come dice giustissimamente Authan....

francesco.caroselli ha detto...

e ti ringrazio...
qualche giorno fa mi hai chiesto il link relativo a quella lunga chiacchierata sulla costituzione e i poteri...
Come ti è sembrata a rileggerla dopo un po?
Erano discorsi validi o semplice cazzeggio?

Cmq la riforma piu importante che URGE al nostro paese è la COMPLETA applicazione della nostra costituzione....
Provocatorio, ma neanche tanto!



Serra ha ragione...
ma è da i tempi immemori che le città sono piu progressiste delle campagne.
Vedere in america cosa succede!
Anche se li è proprio estremizzato e veramente forte il divario fra "civili" e "incivili" (nel senso di abitanti della civitas)

pinaz ha detto...

La TV incide magari poco, o addirittura molto poco, ma quel poco-poco-poco in certi casi può essere determinante, e quindi conta come se fosse molto.

Sante parole.

Per i 36 commenti antec3edenti al mio non ho avuto purtroppo tempo di leggere. A domani!

francesco.caroselli ha detto...

scusate ma l'unica cosa veramente criticabili della polverini sono la discesa in curva e il grido: libertà, libertà, libertà...


fra gli eletti del centro-dx mi sembra "a meglio".

io qui in Calabria mi devo sorbire Scopelliti, portare di un cognome troppo nobile per potere essere usato anche da lui... che fra l'altro si è riempito le liste di figli di Boss e personaggi oscuri.
SCOPELLITI.
L'originale.

nessuno ha detto...

a Ste76
sai come lo si chiamerebbe quello.. rompipalle.

Il rompiballe
è un animale
che ti rincorre
fin sulle scale.

Se tu lo sfuggi
ti viene appresso
e ti perseguita
anche nel cesso

Non sei più libero
di fare niente
perché lo trovi
sempre presente

Si mimetizza
e cambia nome
ma resta sempre
rompi co....ne

Questo è il testo di una mia canzoncina... dirai tu... autobiografica.

Ibam via sacra...
(Orazio).

Ma allora non stavo dietro alla Costituzione a voi tanto cara.

nessuno ha detto...

a Francesco Caroselli

Quella discussione sulla Costituzione è validissima (per me).

Me la sono copiata tra i miei appunti.

Mi piacerebbe avere la tua email. Ti manderei i miei libri, certamente più interessanti di quelli di Bruno Vespa. Ma all'infuori di me che li ho scritti, non li conosce ne, pardon, alcuno.
Ciao

nessuno ha detto...

La Polverini in curva.
Enrico III di Navarra, ugonotto,
per diventare Enrico IV Re di Francia, accettò di abbracciare il cattolicesimo dichiarando: "Parigi val bene una messa".

La curva, la canzone a voce roca, valgono bene il governatorato del Lazio.

Chi poi tifava per la Bonino, si consoli con una camomilla.

Michele Reccanello ha detto...

Vi ricordate di Giuliani, quello che aveva previsto il terremoto de l'Aquila. La notizia non è nuova, ma guardate qui

Pale ha detto...

@ Michele

Scusami ma sulla questione dei terremoti credo molto di più alle pubblicazioni scientifiche... quando queste saranno abbastanza, allora crederò a questa storia del radeon. Intendiamoci, questo gas viene sprigionato, ma non è l'unico parametro da prendere in considerazione per via dei "falsi positivi".
Il discorso è lungo e soprattutto OT. Ma il metodo scientifico si fonda su molto più che sentimenti.

Pale

nessuno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nessuno ha detto...

CRUX: "LA TV NON SPOSTA UN VOTO"

NESSUNO: "LA MAGISTRATURA NON SPOSTA UN VOTO"

francesco.caroselli ha detto...

no nessuno continua con la costituzione sei fantastico e hai ragione non laconosciamo abbastanza!
Ma ogni volta che leggo qualche parte che non conoscevo rimango stupito dalla profondità della nostra Carta.
la mia mail è francesco.caroselli@yahoo.it

Paolo, visto che sei il nostro Friedman del Blog mi puoi spiegare perchè Napolitano ha bocciato la legge (la prima)...
eppoi è strano, la CIGL invece era d'accordo?
Ho cercato qualcosa, ma non ho trovato niente di soddisfacente
Grazie


In politica tutto uguale:
POST-regionali
PDL-cambiare la costituzione (come facilmente previsto)
PD-lotte interne (che novità!)
TG1- epurazioni, (ma la tv non conta nulla)


quella sui terremoti è altamente off-topic, ma è molto interessante... se la vogliamo continuare sul pozzo io ci sto!

francesco.caroselli ha detto...

Fukasas mi sta sul cazzo
e il suo lavoro non mi piace...
ma telefonare pure a lui per sapere la sua versione era chiedere troppo?
Invece niente, solo una versione.
E bravo!

Clem ha detto...

Ascoltando in ritardo la puntata di ieri per sentire l'intervista a Renzo Bossi, e ora capisco meglio il commento di Michele sul sillogismo "Brunetta era sempre in TV" "Brunetta non è stato eletto" -> "La TV non serve a una fava".
Trovo il sillogismo sgradevole, con l'ovvio secondo fine di dire che Berlusconi non vince per il controllo della TV, e che Santoro e i radicali devono smetterla di starnazzare.
Vorrei ripetere quanto detto da Cruciani con una variazione.
Brunetta è basso.
Stefania Pezzopane è bassa.
Berlusconi è basso.
Essere bassi non assicura il risultato elettorale.
Bah.
L'analisi è così sbagliata che le falle da trovare sono troppe per il limite di caratteri ai commenti del blog: per dirne solo uno, se avessi una TV e se guardassi la TV italiana sono arcisicuro che potrei mettermi a trovare CENTINAIA di esempi di persone presenti in TV che invece sono state elette.
Senza dimenticarci che per dimostrare che qualcosa non esiste occorre portare infiniti esempi, mentre per dimostrare che esiste ne basta uno solo.

nessuno ha detto...

Dalla lettera di San Pao, pardon dei 49 senatori PD a Bersani: «Bisogna cambiare passo. Bisogna muoversi subito
che si aggiunge ai desiderata della figliuola di W.W. Walter Weltroni
(che fa il paio con il figlio di Bossi ed un bel matrimonio di interesse non è da escludere, come accadeva nel Rinascimento ed anche prima, ma non è stata ancora intervistata da Cruciani)

dalla lettera dei 49, dicevo, cosa ci si può attendere?

Un referendum pro o contro Berl, pardon, Bersani,

oppure una campagna elettorale che durerà 3 anni ovverossia 1100 lunghissimi e rompiglionissimi giorni?

Chi mai potrebbe sopravvivere ad una simile iattura?

In quale recondito angolino di questa bella Italia che più sta e più bella diventa alberga la condivisione?

nessuno scoglionato

Francesca ha detto...

Ma lo sapevate che anche Dario Vergassola dalla Dandini fa una specie di Radio Londra con "annunci speciali"??
(mica per gli anti-berlusconiani of course!)

Ieri sera:

"BRUNETTA: Il Mogio di Venezia"

(Niente Tetris ieri sera, ho preferito Mystic River su RAITRE)

nessuno ha detto...

CENTINAIA di esempi di persone presenti in TV che invece sono state elette.

Verissimo, ma elette senza nemmeno una preferenza.

Messe lì da qualcuno, ma scelte (elette) da alcuno.

Il che apre un'altra voragine di discussioni con argomentazioni le più disparate.

Senza dimenticarci che per dimostrare che qualcosa non esiste occorre portare infiniti esempi, mentre per dimostrare che esiste ne basta uno solo.

Ah, sì? Non lo sapevo. E' proprio vero che non si finisce mai di imparare, come disse il centocinqantenario dell'Uszbekistan.


E quesa regola di quale ramo della scienza fa parte?

Bisogna portare esempi o prove riproducibili sperimentalmente?

nessuno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nessuno ha detto...

La Bonino: "Mi ha sconfitto l'asse Berlusconi-CEI"

E chi la doveva sconfiggere, Pinocchio?

Non sapeva di averli contro e che lei era contro di loro?

Se avesse vinto avrebbe detto di avere sconfitto l'asse Berlusconi-CEI.

Avendo perso, è stata sconfitta dai suoi avversari, che erano, oltre alla Polverini sostenuta da tutta l'ex AN del Lazio, anche dall'asse Berlusconi-CEI.

E questa qui sarebbe stata la grande candidata che fa ragionamenti che la mia nipotina di 10 anni non farebbe?

Un'altra volta, capiterà perché, tanto, lei è l'eterna candidata a tutte le cariche, si scelga alleati e sostenitori capaci di farla vincere.

Considerato che lei, coi voti dei radicali, non vincerebbe nemmeno la codina che i bambini vincono nei giri sulle giostre.

nessuno ha detto...

In margine alla polemica Veltroni-Franceschini-Marino- 49senatori Vs
Bersani, la Rosetta Bindi ha dichiarato: "Non siamo riusciti a trasmettere un'idea di società alternativa a quella su cui Berlusconi e Lega prendono i voti".

Non ci riescono da 88 anni.

Considerato il radicatissimo, costante, invariato ed invariabile orientamento della maggioranza dell'elettorato italiano, non ci sarebbero riusciti (a trasmettere un'idea di società alternativa) nemmeno se al posto di Berlusconi e Lega ci fossero stati Gianni e Pinotto.

Francesca ha detto...

@ NESSUNO

anche Brunetta è stato trombato alla grande per ben due volte!!

Riprovaci Renato, sarai piu' fortunato!

La Bonino ha perso, ma se ci pensi bene nemmeno di tanto, considerata la potenza di fuoco scatenatasi contro, da Ferrara ai vescovi, da Feltri a Don Fanzaga.

nessuno ha detto...

a Francesca.

Sì, lo so, Brunetta è stato trmbato.
Insieme a Castelli sono la nostra vergogna.

Ma che ci vuoi fare, bisogna tenersi su lo stesso :-).

Michele Reccanello ha detto...

@Nessuno

Perdonami, non sono riuscito a capire quando dici la nostra vergogna a chi ti riferisci.
Se ti riferisci solo alla destra (da notare Brunetta che è un (ex?) socialista), oppure sono una vergogna per tutta l'Italia, al quale io mi associo per mie ragioni.

Michele Reccanello ha detto...

capisco meglio il commento di Michele sul sillogismo "Brunetta era sempre in TV" "Brunetta non è stato eletto" -> "La TV non serve a una fava"

@Clem

mi spiace ma non l'ho detta io questa cosa.
Io ho detto che la televisione educa le masse. Bisogna poi vedere cosa le masse apprendono.

Clem ha detto...

@ Michele:
riformulo: capisco meglio ora il commento di Michele riferito al sillogismo FATTO DA CRUCIANI IN TRASMISSIONE. Era a quello che ti riferivi col tuo commento, no?
I miei commenti sono commenti al sillogismo, non al commento, ci mancherebbe, è cristallino cosa intendi dire.
Ebbi avuto spiegato? ;)
Nessuno, sulla TV non ti rispondo perché non sono in grado di portare dati.
Sulle basi della logica nemmeno, perché è chiaro dai riferimenti all'Uzbekistan che sei più di là che di qua.

Michele Reccanello ha detto...

@Clem

Forse sarò duro pinato (come si dice da queste parti) e ti prego di perdonami, ma non ho capito un cacchio. Se mi segnali quale è il commento facciamo prima.

Grazie :P

Clem ha detto...

Ahum, ok:
@Clem

mi spiace ma non l'ho detta io questa cosa.

Lo so, l'ha detta Cruciani, ma siccome non so parlare italiano non si capiva che mi riferivo a lui e hai capito parlassi di te ^_^'
Quindi tutti i miei ragionamenti successivi sono riferiti a quello che Cruciani ha detto in trasmissione a proposito della questione TV.

nessuno ha detto...

a Clem

Senza dimenticarci che per dimostrare che qualcosa non esiste occorre portare infiniti esempi, mentre per dimostrare che esiste ne basta uno solo.

Ah, sì? Non lo sapevo. E' proprio vero che non si finisce mai di imparare.


E quesa regola di quale ramo della scienza fa parte?

Bisogna portare esempi o prove riproducibili sperimentalmente?

Ti rifaccio la stessa domanda di stamattina (ora italiana) togliendo l'uszbekistano che ti disturba.

Sulle basi della logica nemmeno, perché è chiaro dai riferimenti all'Uzbekistan che sei più di là che di qua.

Come vedi l'uszbekistano è stato tolto.

Resta da vedere chi è più di là e chi è più di qua.

Non so se dopo i risultati elettorali in Italia con la sonora batosta subìta dalla sinistra ti è rimasta sufficiente lucidità per valutare.

Ma non importa. Io capisco e compatisco.

Basta che, se sai risponda nel merito alla domanda precente.

Perché non rimangano sospese castronerie provenienti dall'estero.

nessuno ha detto...

a Michele Reccanello

Quiando dicevo che la trombatura di Brunetta e Castelli è la "nostra" vergogna. quel "nostra" stava per "di noi di centrodestra".

Poi, sai, Brunetta ex socialista nel PdL, Franco Marini e Franceschini ex DC nel PD...,
ormai c'è la confusione delle lingue.

E' il nuovo che avanza.

E se non capisci cosa intendo per "il nuovo", non rifarmi la domanda perché se no non la finiamo più.

Michele Reccanello ha detto...

Nuovo...
Stantio e ammuffito!