lunedì 22 marzo 2010

Baciami, stupido

Carota o bastone, bastone o carota?

Mmmmmmhhh...

Bastone!

***

Il colloquio "baci-baci-pucci-pucci" tra Giuseppe Cruciani e Vittorio Sgarbi, durante la trasmissione di venerdì 19 marzo, è stato uno dei momenti più melensi, più disgustosi, più raccapriccianti che io ricordi da quando sono un ascoltatore della Zanzara. Uno sbaciucchio ributtante, dove tutta la venerazione acritica del conduttore per l'ex critico d'arte è esplosa senza freni, anche in presenza di follie assolute (“se non rinviano le elezioni è fascismo”) pronunciate da quest'ultimo, di fronte le quali il nostro eroe ha reagito, con la sua consueta coerenza, ridacchiando e spruzzando brio da ogni orifizio.

Per non parlare delle argomentazioni ridicole relativamente alla richiesta di rinvio (poi non concesso, con conseguente sgarbiana reazione, molto soft: “E fascismo globale, sono dei mascalzoni, delinquenti, peggio dei comunisti: vanno presi a calci in culo. E sono anche, in senso tecnico, pedofili”) avanzate dal cosiddetto "estremista dell'intelligenza", il cui unico intento, come capirebbe anche una melanzana, era solo quello di creare clamore intorno a sé a tutto vantaggio del suo smisurato ego. Ma quale "campagna elettorale", ma di che stiamo parlando? Con tutte le interviste radiofoniche, televisive e cartacee che Sgarbi si è guadagnato con questa vicenda, di cosa si lamenta? Ma chi vuol prendere in giro, a parte l'inebetito Cruciani travolto, quest'ultimo, dalla sua cotta adolescenziale o dal suo desiderio mal represso di poter essere uguale al suo feticcio? Sorry, Crux, ma all'essere come Sgarbi non ci vai neppure vicino. Grazie al cielo.

Ma poi, voi ve lo ricordate il caso di Giuseppe Pizza? No? Allora ve lo ricordo io. Tra i mille partitelli nani che si richiamano alla vecchia Democrazia Cristiana c'è pure quello di Giuseppe Pizza. Nel 2008, in imminenza delle elezioni politiche, la lista di Pizza, inizialmente bocciata, venne riammessa all'ultimo appello dal consiglio di stato, e il democristiano DOCG invocò il rinvio. Cruciani, anziché fare baci-baci-pucci-pucci con Pizza, lo derise per serate intere, lui che quel suo cognome divertente e col suo trascurabile movimento da prefisso telefonico voleva inceppare la democrazia, alla ricerca, presumibilmente, di una qualche poltrona, che poi naturalmente ottenne (è sottosegretario all'istruzione, anche se nessuno se ne accorge).

Se non è schizofrenia intellettuale questa, in nome del cielo ditemi cosa lo è.

***

Ma nel weekend, qualcosa di ancor più ripugnante ha invaso le nostre case. Mi riferisco al giuramento/patto/preghiera (video) con cui Silvio Berlusconi e i candidati del centrodestra per le regionali hanno portato al suo culmine la manifestazione del PDL a Roma. C'è, secondo voi, qualche flebile speranza che il Crux dica qualcosa, qualsiasi cosa (di sinistra, di destra, di centro, basta che sia qualcosa di forte) su questa mortificante genuflessione collettiva?

Io sono talmente incredulo che davvero non trovo le parole. E allora prendo in prestito quelle di Vittorio Zucconi: “I vostri figli piccolini e i nipoti, in futuro, non crederanno che l'Italia potesse essere arrivata, anzi, tornata – liberamente e volontariamente – a questo punto di obbrobrio decerebrato”. E ancora: “E' stata una delle esibizioni più umilianti per un popolo che si siano mai viste, Urss, Cina, Cuba, Iraq compresi. E' Fascismo da avanspettacolo, Piazza Rossa da operetta, Vangelo da Studio Televisivo”.

Tutto quello che mi sento di aggiungere è che Zucconi ha dimenticato l'accostamento più attuale di tutti, quello con la Corea del Nord. Nell'immaginario (non ovviamente nella concretezza), Pyongyang non è mai stata così vicina.

E se con questo finale di post mi sono guadagnato un Radio Londra (non son degno, lo so; io, inutile blogger, non conto nulla, ma facciamo finta), con tanto di sigletta, beh, porterò la menzione come una medaglia. In effetti, ora che ci penso, avevo giusto intenzione di cambiare la suoneria del cellulare.

-----------------------------------------------

The Cure, "Why can't I be you?", dall'album "Kiss Me Kiss Me Kiss Me" (1987)




Everything you do is irresistible
Everything you do is simply kissable
Why can't I be you?


44 commenti:

Daniele ha detto...

Sinceramente, per quanto il giuramento dei 12 candidati governatori sia stato ridicolo e patetico, la cosa che piu' mi ha colpito e' stata un'altra, cioe' quando berlusconi ha promesso che avrebbe lottato per sconfiggere il cancro che colpisce cosi' tanti italiani.
Quest'uomo, e gia' mi sa che ho esagerato a definirlo tale, non ha ritegno, direbbe e farebbe qualunque cosa. E' uno sciacallo. E certa gente continua a chiudere gli occhi di fronte a uno schifo del genere.
Come direbbe il buon Battiato, Povera Patria!

francesco.caroselli ha detto...

Authan non capisco proprio.
Perchè quello squallido giuramento ci dovrebbe avvicinare alle dittature?
Non c'è nessuno strappo alle regole regole democratiche. Nessuna violenza e nessun diritto negato.
Anch'io sono uno di quelli facilmente radiolondrabili, ma in questo caso non sono d'accordo.
E' stata solo una dimostrazione di appecoronamento e inchinarsi di fronte al capo...
ma in fondo è solo pubblicità!
Secondo me gli fa perdere voti.
Probabilemnte ora quei candidati verrano riconosciuti come "berluscoNANI di ferro" e questo non è certo un bene per loro...
(l'altra sera ho conosciuto una signora che era Berlusco-fan.
Un'esperienza shockante: culto della personalità!)

Mi preoccupo molto di piu quando B va a cena con dei giudici costituzionali che da li a poco devono decidere del Lodo Alfano (Se ci fosse stato gia il Fatto Quotidiono ci sarebbe stato molto piu scandalo)

Su Sgarbi-Cruciani - una storia d'amore - hai perfettamente ragione, ma ti sei dimenticato un dettaglio non trascurabile:
"se fossi a Roma sarei candidato nella tua lista...con la SPADA DI FUOCO."

dai liberali alla lista sgarbi...bah

Come contributo multimediale guardando il titolo pensavo mettessi "baciami ancora" di Jova...
ma i cure sono magnifici lo stesso

Pale ha detto...

Diciamo la verità: in campagna elettorale il nostro Useppe sa dare il meglio... (che poi spesso sia il meglio del peggio, questa è un'altra, triste, storia).

Cruciani davanti a Sgarbi sembra un ragazzino famosissimo del cinema degli anni '50 http://www.youtube.com/watch?v=mPs-pAvwEPk

Senza voler esser blasfemi, per carità, il pane rappresenterebbe tutte le volte che Cruciani lo chiama o che gli fornisce assist per le grandi performance del nostro Sgarbi.

Pale

Clem ha detto...

@ Francesco: la manifestazione di Berlusconi non ha naturalmente leso nessuna libertà. Tuttavia, quando uno si sente di andare in diretta nazionale e dire "Andate e predicate il mio vangelo, vi nomino MISSIONARI DELLA LIBERTÀ", per prima cosa io vomito. Come seconda cosa, questo tipo di manifestazioni osannanti e con toni da film epico con Orlando Bloom sono effettivamente tipiche di quelle situazioni che cita Authan.

Francesca ha detto...

L'atteggiamento di Cruciani nei confronti di VS è ancor piu' inaccettabile IMHO se si pensa a quale campione di trasformismo inconcludente sia stato negli anni, senza mai lasciare tuttavia una traccia di sè per qualcosa che si possa ricordare nel tempo, passando per ogni formazione politica, dal PCI che lo candido' addirittura a sindaco di Pesaro, al PLI, al PRI, ai radicali della lista Pannella, all'UDC, FI, e l'MPA fino ai recenti fatti che lo hanno visto rassegnare le dimissioni da sindaco di Salemi (poi rientrate???)
In realtà è un poveraccio che si trascina da uno studio televisivo all'altro dove recita sempre il solito prevedibile e noioso copione di gran maleducato ed aizzatore a comando.
Non certo un fulgido esempio di testimonial idoneo al partito dell'Amore che si dovrebbe rivolgere ad elettori moderati.
Dal mondo del gossip sappiamo che gli vengono attributi tre figli da altrettante madri, sui quali egli ha avuto modo di dichiarare : "Sono contrario alla paternità. Quella del padre non è una categoria a cui ritengo di dover appartenere. Ciò detto sono anche contrario all'aborto. Ci sono donne che hanno voluto figli da me, non io da loro perché non può esserci l'obbligo di diventare padre"

Immagino che per i moltissimi ferventi cattolici del PDL osannanti della FAMIGLIA, per dirla come Bossi, "non trasversale".... siano valori condivisibili eh?!?

nessuno ha detto...

"Se non è schizofrenia intellettuale questa, in nome del cielo ditemi cosa lo è."

Questa e' schizofrenia intellettuale, naturalmente tutta di Cruciani.
E con ciò? Cosa si scopre di nuovo?

"C'è, secondo voi, qualche flebile speranza che il Crux dica qualcosa"
riguardo al giuramento collettivo.

Non lo so. Ma cosa cambia?
Quel che andava detto l'ha detto Vittorio Zucconi, che con Cruciani e la zanzara non c'entra nulla, ma è Vittorio Zucconi, voui mettere?

"E se con questo finale di post mi sono guadagnato un Radio Londra"

Il megalomane illuso.

Francesca ha detto...

Sulla manifestazione di sabato a Roma....
è inaudito che adesso se la prendano anche con la questura!
addirittura ho letto che il servo Gasparri-Occhiodibue ha dato dell'ubriaco al questore!!!
Gli brucia assai che non ci fossero manco i 500mila che prevedevano.....
Comunque nel we ho letto di tutto....Scalfari, Maltese, Diamanti, Telese..... ma l'articolo piu' divertente è quello a firma di Giampiero Calapà sul Mattinale delle Procure di ieri.
Il giornalista si infiltra in un gruppo di fan in partenza da Follonica con il pullmann messo a disposizione aggratis dal PDL per raccogliere umori e dichiarazioni.
Che riporta nello spassoso articolo, dopo la confessione ai lettori del quotidiano di aver dichiarato un nome di fantasia al servizio d'ordine che scrutava attentamente le facce quasi annusando l'odore di imbroglio!!
Sapete quale nome?
Bruno Bonomo..... come nel film di Nanni Moretti!

troppo ridere!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Francesca ha detto...

OT ma sempre sulla trasmissione

Dalle lettere a B.SEVERGNINI nella rubrica ITALIANS del CDS

Radio 24
Egregio Severgnini, ascolto spesso a Radio 24 "La Zanzara" condotta da Beppe Cruciani. Cruciani si indispettisce molto quando sente parlare dagli ascoltatori di "regime", di "mancanza di liberta' nell'informazione in Italia". Io rilevo pero' che. dopo che Berlusconi emise il famoso editto bulgaro, Biagi, Santoro e Luttazzi furono licenziati dalla Rai. Rilevo che, poco dopo che Berlusconi disse che Mieli e Anselmi, direttori di Corsera e Stampa, avrebbero dovuto cambiare mestiere, questi non fecero più i direttori di Corsera e Stampa. Rilevo che, dopo che Berlusconi disse che AnnoZero era una trasmissione inaccettabile, ad AnnoZero, Ballarò e, giusto per non dare troppo nell'occhio, anche a Porta a Porta è stato impedito dal cda Rai di parlare di politica in campagna elettorale. Se questo non è regime, per quanto soft, secondo Lei, egregio Severgnini, che cosa è?
21/03/10
Danilo Balasso, danilo@studioveneto.it


Risposta di B.SEV.

Anch'io non amo sentir parlare di regime: il termine è eccessivo, e lo riserverei per i Paesi - non pochi - dove i giornalisti li mettono in galera. Ma non c'è dubbio che in Italia abbiamo un problema grande come una montagna. Magari il Gran Sasso, visto che sono da quelle parti.

bart27 ha detto...

Da tempo ho smesso di stupirmi delle trovate di Berlusconi.

Ma persevero nell'usare le parole che trovo adatte per descrivere e commentare.
Ebbene, il rituale andato in scena sabato in piazza San Giovanni è stato raccapricciante.
A me non ha ricordato i rituali delle dittature. Mi ha ricordato il rituale per eccellenza, la Santa Messa, con tanto di Credo e rinnovo delle promesse battesimali.

Tuttavia ho capito una cosa, e la rivolgo a tutti:

La salute del fegato viene molto, ma molto prima...
Per cui, basta incavolarsi: nervi saldi, zaino in spalla... e avanti.

In altre parole, riflettiamo su una cosa importante.

Alla fine dei conti ci ritroviamo a parlare sempre di lui o di argomenti che hanno a che fare con lui. Siamo talmente abituati a questa "invasione dell'intelletto" che non ce ne accorgiamo più.

Propongo quindi ad Authan di liquidare in poche righe telegrafiche avvenimenti del genere, e contemporaneamente tirare fuori dei contenuti extra. Indipendenti dalle sparate di B, indipendenti dai cazzeggiamenti schizofrenico-incoerenti del Crux. Quei contenuti che da tempo non si sentono in campagna elettorale, quei contenuti che da tempo la Zanzara offre sempre di meno.

Le cose che succedono sono gravi, non sto dicendo che bisogna voltarsi dall'altra parte, dico che sono cose da prendere sul serio.

Ma il miglior modo di prenderle sul serio è OPPORRE contenuti, contenuti, contenuti...

... subito dopo aver dato un breve, schioccante "biscottino" per allontanarle con un semplice "ma per favore.."

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

Chissà se Zaia e Cota si ricordano dei giorni in cui, invece di giurare fedeltà a SB nelle piazze di Roma non più ladrona, invocavano la secessione a Venezia o a Pontida...

Eeeh, non ci sono più i leghisti di una volta. O forse, come usava fare al giuramento durante il servizio militare, memori dei bei tempi andati avranno gridato "L'ho duro!"... invece adesso la lega non ce l'ha duro nemmeno col viagra...

Saluti

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

@Clem
"...tutto vero e tutto giusto ma dimentichi che non possiamo votare le persone, grazie ad una legge elettorale vigliaccamente approvata dai membri dell'attuale schieramento di governo"

Tue parole sulle quali io non posso che approvare.

Francesca ha detto...

Grande PaoloVE!
sai che son fumina quando si parla di cravattini verdi....
Ma io dico, per carità di Dio, con tutto il rispetto della malattia.... ma uno come Bossi... ci vuole in quattro a farlo montar sul palco, a girarlo e riportarlo giu'....che pena.... e per poi sentirlo dire (come sempre quando apre quella cloaca di bocca, altro che fine politico, intelligente e acuto!) minchiate astruse.... tipo "Io sono il solo che non ha mai preso soldi da SB"... ci faccia il piacere allora di dirci se sa chi li ha presi!

Ecco quando leggo (ovunque!!) della prevedibile ondata leghista che dilagherà al nord, del sorpasso etc. mi chiedo.... ma chi dovrebbe votarli questi incapaci che da 15 anni ripetono le solite chiacchiere vuote e inconcludenti?!?

mauro ha detto...

grazie francesca per aver postato la lettera a severgnini che perfettamente riassume il doppiopesismo/fintotontismo del nostro dottorino.
sarebbe stata ancora più efficace se in coda, oltre ad evidenziare gli effetti della lamentela sui 1000 pollai, avesse anche sottolineato il contenuto inquietante delle telefonate con innocenzi e minzolini. quegli stessi che peppino ha liquidato con "la censura è una cosa molto più seria di questa".
ah sì? e di grazia, come definisce il dottorino questo schifo cui abbiamo assistito, confronto tra intellettuali?

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

la cosa brutta è che, entusiasti o turandosi il naso, a votare per la lega saranno moltissimi...

Saluti

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

"tutto vantaggio del suo smisurato ego"

Ecco... grazie authan. Ho sempre detestato Sgarbi, ma non sono mai riuscito ad inquadrarlo così bene come te. Ovvero una persona con ego smisurato, che riesce pure a battere B.

Non ho voluto commentare il patetico giuramento di Sabato. Dopo la firma con tanto di notaio da Vespa, dopo le Vanne Marchi - voi direte e che c'entra? C'entra eccome... se c'è chi si fa infinocchiare da Vanna Marchi, ci vogliamo meravigliare se trovi chi viene infinocchiato da 15 anni dal venditore di tappeti per eccellenza - Dopo tutto quello che è venuto fuori nell'ultimo anno (evitiamo di parlare di cose ancora più vecchie), non mi meraviglia più niente.

Francesca ha detto...

@ mauro

beh.... ho inviato una e-mail ed invitato il sig. Danilo Balasso (se è simpatico come l'omonimo Natalino siamo a posto!)a venirci a trovare qui al blog per piangere inseme!

Michele Reccanello ha detto...

@Francesca

Visto che ai rammentato Nanni Moretti (piaccia o no piaccia), ti ricordi nel 2001, dopo la (facile) vittoria su (quel carciofo di) F.R. marito dell'esule snob pluri-sfanculata dal Crux. (come da te citata), cosa successe e soprattutto cosa disse allora in piazza Navona?


"...Con questa gente qui non vinceremo mai..."

Non è cambiato molto (in peggio sì) da allora.

Francesca ha detto...

si, Michele, mi ricordo.
Ma guarda che la snob esule pluri-sfanculata NON è la Palombella!!!

ahahahahha!!!!

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

a giudicare dalle interviste per strada.... tra i bresciani e bergamaschi .... e pure ad Asti....che han trasmesso a Report (puntata fantastica sugli incarichi multipli, praticamente tutti nelle file della LN e PDL!).... non c'è tutta sta soddisfazione!

Michele Reccanello ha detto...

OT
Very nice.

Mi sono fatto un giro anche su spinoza.it e cafe.spinoza.it perchè se penso allo stato in cui siamo l'alternativa rimane farci due grasse risate!

PaoloVE ha detto...

OT: quando parlo della mancanza di una politica industriale mi riferisco a questa situazione:

http://tinyurl.com/manifattura

Mentre ci raccontiamo dell'importanza del made in Italy, l'80% del listino borsistico Italiano è riconducibile a banche (finanza) ed Utilities (bollette). Il che vuol dire che il made in Italy è compresso in una parte del 20% restante. Non vi viene qualche dubbio sul fatto che si stia dando troppa importanza ad una parte minima dell'economia italiana? e non vi viene il dubbio che, visto che chiunque in un anno imparererebbe a fare un bel paio di scarpe, ma nessuno a costruire una buona Risonanza Magnetica nemmeno in dieci, che ci converrebbe investire in quei pochi settori che ci sono rimasti dove sarà più facile trovare un numero limitato di concorrenti?

Saluti

Paolo dubbioso

francesco.caroselli ha detto...

bart27 ha ragione
B trionfa perchè riesce ad imporre i suoi schemi.
Riesci ad imporre gli argomenti di cui bisogna parlare.
La sinistra gioca sempre sulla difensiva. Risponde agli attacchi della destra.
Non riesce ad imprre i suoi argomenti....
l'unico che timidamente ci provò fu Franceschini...
In primo luogo dimostrò di aver inventiva:
Soldi per chi perde lavoro.
Non so sela cosa a livello di conti pubblici fosse percorribile, ma fece presa sulla gente... se ne parlava...
Poi quando B commento che Franceschini era solo un "catto-comunista" lui fresco fresco con : evvabbè... allora lui è un Clerico-fascista!
grandioso!
e poi chiosò: "queste divisioni fanno parte di un mondo antico che non esiste piu. Certe definizioni le usava mio nonno"

Secondo ha avuto piu palle e coraggio lui da solo (che oltrettutto è un ex-dc,margherita non un comunista!) in quei 6 mesi che tutto il pantheon dei d'alemiani messi insieme.
....e infatti è stato fatto fuori.


Io voglio una coalizione di governo che abbia nei sue primi 5 punti la ridistribuzione delle concessioni televisive.
Chiedo troppo?
E' una proposta che potrebbe fare anche un partito di destra...



PS-Nessuno. Finio non ha un partito... per ora!
Hai sentito parlare di Generazione Italia?
Eppoi ti ho chiesto quali sono i tuoi idelai .. che ti definiscono di destra....
invece alla fine non hai parlato di idee...ma solo di quanto sono farabutti gli ex-dc expci gli agricoltori, i magistrati etc...

Michele Reccanello ha detto...

OT

cafe.spinoza.it

guardatevi le foto del quiz (e relativi commenti)

Michele Reccanello ha detto...

@PaoloVE

Allora se la metti così. il tanto bistrattato Beppe Grillo ha ragione quando dice che i nostri sono capitalisti con le pezze al culo.

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

si certo che ci converrebbe spingere quei settori di progetto e realizzazione di macchinari sofisticati, specie quelli destinati alle applicazioni nel settore sanitario che è una vera miniera d'oro! Bravi ingegneri e un ragguardevole know-how potrebbero lanciare il nostro Paese in un'orbita internazionale.
Ricordo che avevi già fatto un intervento a proposito della PET se non sbaglio... che l'amico Clem osanno'!

Un altro settore di eccellenza, per quello che vedo nel nostro ambito lavorativo, è quello delle grandi imprese italiane che costruiscono importanti infrastrutture e si aggiudicano appalti miliardardi in ogni paese del mondo per realizzare metropolitane, oleodotti, tunnel, complessi impianti idroelettrici come quello che verrà costruito attraverso l'Himalaya con una maxi trivella dalla SELI SPA di Roma.

E purtroppo, per me che sono pacifista, con il dissidio di lavorare per un'azienda che costruisce anche automezzi tattici, un altro settore nel quale l'Italia primeggia, con FINMECCANICA e tutte le sue partecipate e controllate italiane ed estere, è quello della Difesa, aerea, navale e di terra, come attesta la partecipazione del gruppo ai piu' importanti appuntamenti fieristici mondiali, da Londra, a Parigi, ad Abu Dhabi, a Kuala Lumpur.

PaoloVE ha detto...

@ MR:

purtroppo in questa analisi Grillo ha ragione: i nostri grandi imprenditori lo sono con i soldi degli altri, quelli piccoli hanno grossissime difficoltà ad operare su orizzoni estesi e a fare sistema.

saluti

Paolo

bart27 ha detto...

un esempio, per completare il mio post (14.23)

Barack Obama ha varato una riforma della sanità importantissima, sebbene risultato di alcuni compromessi.
La patria del liberismo introduce, e non per la prima volta, qualcosa di "statale".

e noi?

ci tocca discutere dei discorsi da caserma di Crusgarbi, ci tocca discutere del nulla che "sorregge" slogan come "l'amore vince sempre sull'odio":

Le nostre Regioni amministrano la sanità e fra poco voteremo: è da marziani osare chiedere di parlare di sanità nei vari contesti dove si discute e si fa politica?

contenuti, contenuti, contenuti

nessuno ha detto...

A Francesco Caroselli
Fini non ha un partito.
Non credo che Generazione Italia sarà un partito. Se lo sarà, avrà percentuali da prefisso telefonico.
Fini i partiti li sa ereditare, non è capace di fondarne.
Fini, come tanti altri Presidenti della Camera prima di lui -Gronchi, Pertini, Scalfaro, Napolitano - vuole tentare la carta della Presidenza della repubblica.

Quanto alle mie motivazioni che mi fanno essere di dstra, ti reincollo quello che ti ho già scritto:

"Perché voto a destra.
Primo: per ragioni culturali. Io disprezzo la cosiddetta cultura di sinistra perché troppo "facile".
Son capaci tutti a sproloquiare di democrazia, diritti civili, uguaglianza, bla bla bla, bla bla bla.
La mia cultura di destra non si rifà a stupidotti del tipo Marcello Veneziani o Farefuturo. Ho comprato il libro di Fini e non sono riuscito ad andare oltre la quinta pagina.
Inoltre, al sito di Farefuturo non si accede. Bisogna solo leggere quello che scrivono loro e aderire per "fede". Così per me non va.
La cultura di destra me la sono costruita al liceo e per me parte dall'idealismo, passando attraverso Pirandello e Giovanni Gentile e si potrebbe aggiungere anche Tomasi di Lampedusa.
Secondo. Ho sperimentato quanto la sinistra sia settaria. Nell'ambiente dove ho lavorato, nei primi venti anni i posti venivano divisi tra i tesserati DC, PSI e qualche PSDI. Un mio collega nel portafoglio aveva le tessere di tutti i partiti.
Nei secondi venti anni e tuttora sono andati avanti i PCI, PDS, DS, PD.
Ti basta come motivazione?"


Se poi queste mie due motivazioni non ti bastano, a me bastano e avanzano.

Viola ha detto...

hai ragione bart27!!

smettiamola noi per primi di fare le CAPRE!!

Clem ha detto...

Grazie Francesca per i due articoli de Il Fatto (sono disponibili ora online).
Michele: leggili, era quello che intendevo due post fa, la gente lo vota di pancia. Oppure lo vota perché abita in un posto dove il clientelismo premia/premiava la sinistra (tipo la DC, di sinistra così estrema che quasi fa il giro) e invece vorrebbe che premiasse la destra.
Io dopo aver letto questi due articoli ho francamente paura. O_O'

Viola ha detto...

@ nessuno

ho capito perchè non puoi sentirti di sinistra...

ma non perchè ti senti di destra... non sei stato capace di trovare qualcosa di positivo nella destra di oggi... sono tutti commenti negativi quelli che letto

tranne che per:
"La cultura di destra me la sono costruita al liceo e per me parte dall'idealismo, passando attraverso Pirandello e Giovanni Gentile e si potrebbe aggiungere anche Tomasi di Lampedusa."

...che sa tanto di ricordo sentimentale per una cultura che non c'è +

quindi?? di che stiamo parlando, direbbe il "nostro"?

La gente non porta la pagnotta a casa o non tiene aperte le fabbriche leggendo Il Gattopardo.

O auspichi che Ciàula scopra di nuovo la luna?

Authan ha detto...

Bart,
è facile invocare "contenuti contenuti contenuti". Lo è meno quando ci si scontra con la realtà. Questo non è mica una testata giornalistica organizzata con tanto di redazione, archivio, ecc. Questo è un blog amatoriale fondato sull'improvvisazione più assoluta, il cui tenutario fa quel che può, tenendo conto che la mia "vera" attività lavorativa (quella con cui porto a casa il pane e sfamo due bimbi) e gli impegni famigliari hanno mille volte la precedenza.

Io il tempo di documentarmi sulla riforma di Obama per produrre un articolo che non sia un’accozzaglia di ovvietà raccattate a destra e a manca non ce l'ho, mi spiace. Se avessi un team di collaboratori fisso e non occasionale, si potrebbe pensare a qulacosa di più serio, ma finchè le cose restano così, bisognerà che vi accontentiate di quel che passa il convento.

Non scrivo questo per "sgridarti", Bart, ci mancherebbe. E' solo che non voglio che crescano aspettative eccessive, impossibili da soddisfare. Non voglio che nessuno rimanga deluso aspettandosi l'impossibile.

Grazie.
Ciao,
Authan

Viola ha detto...

un quasi OFF-TOPIC, intervista recente di Cruciani

santacruz ha detto...

@ VIOLA

hai capito?

Il nostro amico ha subito le più truci angherie da PCI PDS DS PSI PSIUP PSDI e chi più ha più ne metta!

Così gli è sembrato giusto sposare la causa della destra!

Mi viene naturale pensare al "famoso" marito che per fare dispetto alla moglie si taglia le p****!!

Contento lui...

Viola ha detto...

...il TG1 parla della riforma STORICA della sanità di Obama alla bellezza delle 20.15... per 2 minuti scarsi

complimenti davvero

poi notizia dell'arresto dell'architetto Giuseppe Liga, con commento su berlusconi che ringrazia..

non c'è limite

vediamo video a gogo su Liga...

durata altrettanti due minuti

ma vi sembra normale?

bart27 ha detto...

@ authan

capisco bene Authan, e so benissimo che questo è un blog che si regge tutto sulle tue spalle, e qualche volta su contributi esterni saltuari, ci mancherebbe.

Io sarei disarmato di fronte a certe puntate della zanzara o di fronte a certi eventi, non saprei proprio cosa scrivere. Tu, invece, ogni santo giorno, riesci a fare un gran lavoro, e a scrivere ogni volta un pezzo che ci permette di discutere.

La mia critica, anzi, la mia proposta parte dal fatto che quest'ultima campagna elettorale ha raggiunto un record. A memoria mia, in questi giorni, non ho sentito discutere nemmeno una volta (nei media tradizionali) di argomenti che fossero sensati rispetto alle elezioni che ci aspettano. Stiamo, o meglio, stanno parlando di tutt'altro.

Il mio era solo un invito, rivolto a tutti, a divincolarsi, ogni tanto, da questa morsa, terribile perché impalpabile.
La sanità di Obama era solo un esempio, e so bene che occorre documentarsi, pargoli permettendo.
Se nel mio post ho omesso di precisare queste cose authan, è sia per brevità, sia perché le sottintendevo.

(una proposta, proprio prendendo spunto dalla riforma sanitaria di Obama. Ogni tanto, potresti scegliere un tema da approfondire: lo lanci – magari parallelamente all'argomento di attualità del post – e poi ciascuno segnala un articolo, un libro, un documento, un sito dove se ne può sapere di più. Così, i contenuti che sento mancare nei media, possiamo provare a cercarli, col contributo di tutti)

per cui, grazie a te
questo blog è ormai un appuntamento fisso della mia pausa pranzo

ciao
bart

Authan ha detto...

Grazie bart, molto chiaro.

ste76 ha detto...

Non sono Berlusconiano e non sono neppure anti berlusconiano: quindi non esisto!

@Authan
Non riesco a capire cosa significa questo tuo mettere le mani avanti! Certo che questo blog non e' una testata giornalistica. Ma meno male. I giornali sono scritti in fretta e furia forse piu di quanto tu faccia con questo blog, sono faziosi per natura e devono soddisfare le aspettative dei clienti. Non sono interattivi e quando leggo un giornale in treno non so cosa ne pensano i compagni di viaggio. Chi legge un giornale vuole sentirsi dire le solite cose che quel giornale ti vuole propinare.
Questo Blog per me e' una zona franca dove persone come @Nessuno e @Francesco possono convivere e scambiare opinioni civilmente.
Nonostante il nome non credo che questo blog abbia piu bisogno di Crux.

Ciao a tutti.

ste76 ha detto...

La cosa terribile, a mio avviso, e' questa corsa per "l'attualita'". Il fatto di moda. L'argomento che fa tendenza. Tutti devono avere un opinione su quello che e' successo meno tempo addietro possibile. Dire la propria il prima possibile perche poi sei demode'. Non devi riflettere devi esprimerti con l'istinto. Devi arrivare a delle conclusioni prima che la vicenda si concluda.

Io ho trovato molto interessante per esempio questo articolo
http://antizanzara.blogspot.com/2008/12/dont-drink-and-drive.html
(tempi in cui forse alla zanzara c'erano ancora contenuti).

A riprova che non c'e' bisogno di andare tanto lontano e studiare chissa quali documentazioni per proporre un argomento interessante :)

nessuno ha detto...

a Viola del 22(03 h 18,08
Cara Viola,
io sono alla "fine del cammin di nostra vita", tu a metà.
Io ho sempre mantenuta accesa in me, per tutta la vita, la fiamma della destra, mentre altri sognavano il "sol dell'avvenir" senza averlo mai raggiunto in Italia perché per 50 anni ha sempre governato la DC, mai la sinistra.
E pur leggendo il Gattopardo, ho portato sempre il pane a casa.
Io credo che fino alla fine dei secoli, negli Stati Uniti come nei paesi del sud America, nei paesi dell'Europa e del Sol Levante, in Africa, nel Medio Oriente ed in India destra e siniostra si affronteranno e si confronteranno sempre rappresentando interessi contrapposti.

Adesso sono alla fine del campo.

Tu e i tuoi compagni per la metà della vita che vi rimane, continuerete a sognare "il sol dell'avvenir", cantando bella ciao bella ciao bella ciao.

Ma quel sol dell'avvenir in Italia non lo raggiungerete mai, tranne che a livello regionale.

"non sei stato capace di trovare qualcosa di positivo nella destra di oggi... sono tutti commenti negativi quelli che letto".

Certamente, è vero, come voi di sinistra che non apprezzate nessuno dei vostri leaders della sinistra.

Io in particolare non ho condiviso l'unificazione dopo il predellino.
Non l'ho condiviso perchè ritenevo AN un partito identitario all'opposto di FI che è un coacervo di ex socialisti, ex liberali, ex democristiani ed altri ex, non solo a livello di vertici ma anche e soprattutto a livello di elettori.
Per cui Fini viene considerato da me ed ormai anche dalla vedova di Almirante un incoerente che si è dovuto rimangiare "le comiche finali" ed un traditore ed un ingrato dagli azzurri di F.I.
Basta leggere i commenti ai vari articoli antifini di Vittorio Feltri sul Giornale.

E' per questo che pur votando a destra non voterò PdL.

Ma non voterò mai per la sinistra,vai tranquilla.

Per quanto riguarda questo blog, rivendico l'azione da me svolta per rompere l'ipocrisia che teneva tutti in un limbo di benpensanti non schierati, che solo casualmente si abbeveravano alla fonte di Repubblica, con gli ammennicoli di Michele Santoro, Michele Serra, la bacheca delle Procure e Conchita De Gregorio ed i vari Gramellini e Stefano Folli.

Cruciani o non Cruciani, siamo e siete schierati come schierati sono tutti gli elettori d'Italia, metà da una parte e metà dall'altra. Per battervi basta che noi prendiamo un voto in più-

E voi volevate essere l'eccezione?

Ciao.

Ornette ha detto...

Manifestanti di sabato: poche idee ma confuse, consiglio vivamente di vedere il video dell'Unità..
http://video.unita.it/media/Politica/Francesca_Fornario_infiltrata_nella_piazza_del_Pdl_989.html

Nel frattempo, ieri avete ascoltato Galullo? E' stato dall'inizo alla fine uno spot ad abbonarsi a Mediaset Premium..Rischia quasi di scippare l'oscar a Oscar Giannino, che nella puntata di oggi si è superato, dando non troppo velatamente degli assassini ai magistrati, citando come esempio il caso del suicidio di Nunes nella vicenda che vedeva coinvolta la Global Service..
Andiamo avanti così, facciamoci del male..

Fabio Giampaoli ha detto...

@ nessuno

L'eterna lotta della destra contro la sinistra???

BHO!!?

Qualcuno è rimasto con tutti e due i piedi dentro i bei secoli andati quando le idee e le illusioni erano almeno ben chiare e definite... ad ogni modo sempre balorde e infondate, alcune di più altre un pò di meno.

Che senso ha parlare oggi di questa roba quì, quando gli USA, il paese in teoria più liberista e individualista deve ricorrere a abnormi piani di salvataggio STATALI (che in confronto un piano quinquennale dell'URSS erano spicciolini) di istituti finanziari privati, che sono il cardine di quel sistema?

Oppure quando il paese che pratica oggi il capitalismo più sfrenato, ovviamente la Cina, è ancora formalmente e sostanzialmente un paese del comunismo reale.

Ma di cosa stiamo parlando???

Dimostrato dunque che la realtà se ne frega dello scontro ideologico tra destra e sinistra, su una cosa hai perfettamente ragione:
l'italia è divisa in due ma non tra destra e sinistra, ma tra berlusconiani e antibelusconiani, certo poi ogniuno aspirerebbe ad uscire da questa morsa: forse Cruciani, o sicuramente la maggior parte delle persone che scrivono su questo blog, ma purtroppo non si può, finchè c'è Silvio questa è la dura ed estremamente triste realtà, non a caso da 15 anni a questa parte ogni voto è stato un referendum pro o contro Silvio e basta, te magari avrai pensato di votare un partito di destra identitario (che poi non ho mai capito cosa concretamente significhi e sia mai che ci sia qualcuno di destra che si periti ad approfondire la questione oltre lo slogan), e invece no!. Hai sempre e solo votato Silvio, indipendentemente dal tuo credo e dalle tue aspirazioni, lo stesso vale per tutti gli altri italiani, me compreso, che al massimo possono solo votargli contro.

Non ci sono più due ideologie contrapposte ma due verità che si scontrano: o si crede a Travaglio o di crede a Feltri ogniuno scelgie sulla base delle informazioni e argomentazioni che ritiene più o meno convincenti, io credo a Travaglio perchè credo che porti più dati e informazioni, meglio argomentate a sostegno delle sue tesi, ma ovviamente e solo la mia opinione.

Concordo con te nonostante gli sforzi nessuno può essere un eccezione. Giusto!
Ma eccezione rispetto a cosa???
Secondo me è questo che ti è sfuggito.
Cmq se per essere felice ti basta che il tuo schieramento (che a quanto ho capito basta che si professi anticomunista, a 20 anni dalla caduta del muro di Berlino ci vuole un coraggio da leoni non c'è che dire!), si prenda una regione in più alle prossime elezioni, io sono sinceramente contento per te anche se un pò ti invidio, ti basta veramente poco per essere felice e questa credimi è una dote non da poco.

nessuno ha detto...

A Fabio Giampaoli
Io non parlo di ideologie contrapposte ma di interessi contrapposti.
Negli Stati Uniti gli interessi contrapposti - ieri, oggi, domani - sono tanto forti che la riforma di Obama è passata dopo 100 anni di vai e vieni, per pochissimi voti dopo reiterate telefonate del boss, e non si sa cosa avverrà alle prossime elezioni di mezzo mandato a novembre prossimo.
Più spaccatura di così!
Ed ora non posso - e non ho intenzione di farlo - disegnarti le spaccature in tutti i paesi del pianeta. Le puoi vedere anche tu a patto che ti tolga gli occhiali dell'illusione e del desiderio che le cose vadano in modo diverso da come vanno nella realtà.

Per quanto riguarda che mi accontento di poco, è vero, hai ragione.
Mi accontento di poco, di molto poco.
Mi accontento solamente e semplicemente di vincere con un solo voto di scarto.
Uno soltanto.
Parlo di elezioni politiche nazionali.

La soddisfazione di una parte e la delusione - non voglio dire lo smacco - dell'altra saranno maggiori, come quando ha vinto Prodi (rimasto in sella poco tempo)per meno di ventimila voti alla Camera perdendo al Senato in termini di voti assoluti, ma aveva a suo favore i secolari senatori a vita.
Per quanto riguarda le regionali di fra 5 giorni, per considerarmi vittorioso, mi basterà guadagnare una sola regione in più.

PS. A proposito di "vittorioso", ieri sera ho visto il film "Invictus".
Te lo consiglio vivamente.

Ciao

nessuno ha detto...

Ancora a Fabio Giampaoli
Tu affermi: "l'italia è divisa in due ma non tra destra e sinistra, ma tra berlusconiani e antibelusconiani,"

L'Italia era spaccata in due - destra e sinistra. anche se la destra si chiamava DC e PSI - prima di Berlusconi e lo sarà anche dopo Berlusconi, perché gli italiani sono divisi in due parti incomunicfanti ed incomunicabili.

Naturalmente so di non essere un mago che prevede il futuro, ma questa è la mia convinzione.

Chi sarà al mondo tra diciamo venti o trent'anni - non certo io - potrà verificare quanto io abbia torto o ragione.

Ciao.