martedì 16 marzo 2010

Gli irriducibili

Se non avessi la scusa di essere a casa malato (per l'ennesima volta), dovrei inventarmene una per giustificare un post scarso come questo. Ma davvero non so come chiosare la Zanzara di ieri, dedicata in larghissima parte alla scelta, pesantemente criticata da Giuseppe Cruciani, di Renata Polverini di farsi fotografare a cavalcioni della balaustra in curva nord, allo stadio Olimpico di Roma, tra gli "Irriducibili" tifosi della Lazio. "Mischiarsi con la parte peggiore della tifoseria organizzata non è consono per un potenziale rappresentante delle istituzioni", ha tuonato il conduttore (parole non testuali, ho riassunto il concetto).

Sì, d'accordo, la nota di biasimo ci sta senz'altro. Non era proprio il caso che una potenziale presidente di regione "legittimasse" con la sua presenza in curva un certo tipo di tifoseria spesso fuori controllo. Ma in fondo, a pensarci bene, quella della Polverini altro non è stata che una mera esibizione pubblica per guadagnare, in vista delle elezioni, un briciolo di visibilità, simpatie, e attenzioni in più. In campagna elettorale i candidati fanno di tutto, e se si osserva l'accaduto da questo punto di vista non si percepisce dove sia poi tutto 'sto scandalo.

Francamente, a dirla tutta, lascia a dir poco basiti la reazione sdegnata di Cruciani, il quale a questo giro – chissà perché – ha lasciato da parte la sua proverbiale impassibilità. Dov'è finito l'irriducibile re del cinismo, per il quale ogni scempio compiuto dalla politica, anche il più grande, trova giustificazione nel motto "la politica è anche questo", ripetuto ossessivamente come un mantra? Mah. Se lo capite spiegatemelo voi. Per me sono misteri di una mente dissociata.

Torno a poltrire. A presto.

------------------------------------

Elio e le storie tese, "Amico uligano" (1992)




Amico uligano coi capelli un po' corti, così uomo e così bambino
Combini tanti guai, non ti fermi proprio mai, un diavoletto biondo sei
L'amico poliziotto ti aspetta, ti invita sulla camionetta
Non respingere la sua carica di simpatia, un balzo, sali a bordo e via!

31 commenti:

francesco.caroselli ha detto...

Dov'è finito l'irriducibile re del cinismo, per il quale ogni scempio compiuto dalla politica, anche il più grande, trova giustificazione nel motto "la politica è anche questo", ripetuto ossessivamente come un mantra?
Ma Authan ti perdi in un bicchiere d'acqua!
Orami sappiamo benissimo come agisce Crux:
la Polverini è attaccabile perchè non è una berlusconiana, perchè non è uno strquadanio o un quagliarello o un bondi., o un cicchitto
la polverini è stata pure attaccata da feltri, quindi è un bersaglio perfetto per far valare e dimostrare l'idipendenza di cruciani.
un giornalista libero.

Authan
come è andata poi la scommessa con Cruciani?
(quella in cui lo sfidavi a parlare male di B anche dalle colonne di panorama e non solo per un giorno timidamente al microfono di radio24)
mi puoi riportare gli ultimi suoi articoli?

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA
(pronta a scommetterci!)

"Rissa in casa PDL, nella sede milanese di Viale Monza: volano schiaffi e spintoni fra il consigliere provinciale e uomo di fiducia del Min. La Rissa, tale Gianni Stornaiuolo, e il candidato nel listino bloccato del castissimo al IV^ mandato, l'assessore provinciale di FI Doriano Riparbelli"

Ve lo ricordate nevvero?
Useppe lo ha intervistato poche sere fa!

Giusto sulla vicenda delle liste masturbate fino all'ultimo minuto!

A proposito!!!!

Chi ha sentito con quanto interesse il nostro conduttore preferito ha fatto propria la frase di Paolini, citata da un illuminato ascoltatore di Padova nelle scorse sere (forse venerdi)sulle prime notizie della vicenda del Trani a go go....?

"L'indignazione è come l'orgasmo...... dopo 30 secondi riprendi a dormire"

(+ o -)

pinaz ha detto...

La risposta è nello snobismo di Cruciani.
Siccome ritiene che le curve degli stadi siano popolate di delinquenti, di gentaglia che non gli piace, allora lascia da parte il suo cinismo consueto, tanto è il disgusto per "certi" tifosi.
Quello però che da fastidio, nell'atteggiamento di Cruciani, è il fatto di dire che (probabilmente o sciuramente poco importa) in curva ci sono dei delinquenti ai quali non bisognerebbe chiedere voti.
Orbene, pur sapendo che nella relatà i delinquenti ci saranno di sicuro, quelli che sono allo stadio non hanno evidentemente subito dei DASPO e quindi l'affermazione di Cruciani altro non è che un processo alle intenzioni (o al luogo in questione, lo stadio).
Se la giustizia non ha deciso di impedire l'accesso agli stadi a quelle persone, caro il mio garantista Cruciani, allora sono tutte brave persone, fino a prova contraria.
E aggiungo: quando la Polverini o la Bonino vanno a farsi fotografare per campagna elettorale (faccio un esempio) con dei banchieri, lì non ci saranno forse dei delinquenti?
La presunta (per se stesso) supremazia culturale di Cruciani lo fa biasimare la Polverini perchè lui DISPREZZA i tifosi a prescindere, alla faccia del "ma che c'entra", del "di cosa stiamo parlando" che sfodera con gli ascoltatori quando si avventurano in discorsi ed osservazioni ben più sensate delle sue, che non gli vanno però a genio.

Francesca ha detto...

Beh Pinaz.... chi siano gli ultras laziali è arcinoto.
Anche la Curva Maratona, cui ho avuto l'onore di infilarmi a tifare per il Toro qualche volta, è (purtroppo) popolata di fasci.

Pero' il gesto plateale della Polverini non mi sembra affatto fuori contesto, anche se le è stato rimproverato di farsela pure con i fan della Roma!

Ti diro' a me fa piu' schifo un SB che fa campagna elettorale alla festa di compleanno del superaffarista mafioso Don Verzè, promettendo di vivere fino a 120 anni!

pinaz ha detto...

@francesca

infatti dicevo che i delinquenti ci saranno di sicuro. Chi è garantista come Cruciani però dovrebbe moderarsi, perchè se quella gente era allo stadio per la giustizia non ha fatto nulla di male (altrimenti avrebbe un DASPO).

E aggiungo che le stesse persone la Polverini se le sarebbe ritrovate davanti andando a far campagna elettorale tra gli sventurati cittadini che occupano abusivamente le case popolari (visto che gli irriducibili sono sia allo stadio che nei comitati che occupano); Cruciani avrebbe avuto la stessa reazione? Oh, la gente è la stessa eh...

Francesca ha detto...

@ Authan

scusa è un po' OT, anzi molto!

ma vorrei sapere il tuo parere circa Salvini, il campionario vivente di felpe padane, che dichiara soddisfatto in TV di non pagare il canone RAI.......

PaoloVE ha detto...

Stavolta son d'accordo con Cruciani:

http://tinyurl.com/tifo-romano

Paolo

Francesca ha detto...

@ CAROSELLI

questo è per te.

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/201003articoli/53161girata.asp

Pale ha detto...

Anche io sono stra-d'accordo con il Crux. Cribbio, per una volta che si indegna dobbiamo dire che non dovrebbe?

Secondo me la trovata elettorale della Polverini è disgustosa. Passi andare in curva, ma salire sulla balaustra mi sembra proprio un messaggio del tipo: "Votatemi, perché sono una cafona come voi!".

Certo, questo non vuol dire che anche altre pratiche elettorali siano molto meglio. Ma non è che dobbiamo assuefarci al lezzo della politica di questi tempi.

A proposito di lezzo... non ho sentito D'Alemino sette-bellezze da un po' di tempo... cosa starà facendo? Cene e promesse nel suo feudo di Gallipoli?

Pale

elenao ha detto...

Buongiorno Authan, é la prima volta che intervengo, anche se leggo spesso i tuoi post e i commenti. Dopo avere sentito ieri sera Cruciani, vorrei segnalare che a un ascoltatore che ha tirato fuori Mills e il modo di dar la notizia del TG1, Cruciani ha detto che Mills é stato dichiarato in secondo grado innocente! All'ascoltatore che ha protestato facendogli notare la differenza tra assoluzione e prescrizione, il nostro ha ribadito di nuovo il suo pensiero (innocente) e poi ha troncato la telefonata. Sembrava ben imbarazzato... Quell'uomo a volte tocca vette inarrivabili...

bart27 ha detto...

.
- che i politici siano disposti a tutto pur di raccattare voti è cosa nota

- che Cruciani viaggi con tre pesi e tre misure anche

a proposito di coerenza e di persone dissociate, prendetevi un digestivo forte e guardatevi questa intervista fresca fresca fatta per strada a Minzolini:

http://www.youtube.com/watch?v=oKta22MH08g

.

mauro ha detto...

sono d'accordo anch'io con pale.
scegliere il muretto della curva (QUALSIASI CURVA) come vetrina elettorale penso sia una delle cose più squallide che si possano immaginare.
così come concordo con la provocazione di pinaz: il dottor(ino) cruciani, al solito, è garantista a targhe alterne. per meglio dire: gran visir paraculo.

e comunque, sta cosa che si possa difendere impunemente la pagliuzza del rispetto della privacy, dinanzi alla trave dell'immoralità/inopportunità politica, è per me il vero sintomo della profonda decadenza in cui siamo sprofondati.
arriveremo al punto in cui un potente beccato da una telecamera a sodomizzare un bambino verrà difeso a spada tratta da capezzone-cruciani-panebianco-ghedini perché non poteva essere diffuso il video suddetto.
rassegnamoci cari, la vittoria antropologico-culturale l'hanno portata a casa da un pezzo...

PaoloVE ha detto...

@ mauro:

non solo non si doveva diffondere il video, ma ti ricordo che nell'antica Grecia era pratica diffusa, non vorrai mica che si rinneghino le nostre radici culturali, no?

Saluti

Paolo

Clem ha detto...

Authan, vogliamo la scansione del certificato medico.

Viola ha detto...

Cruciani disprezza i tifosi??

non ho sentito ieri La Zanzara quindi parlo di cose che non conosco, ma immagino disprezzi la Polverini che ha pensato di strumentalizzare il tifo o si è resa ridicola proponendosi in una veste che non le appartiene, non penso che Cruciani disprezzi le curve.. o sì?

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA (con molti dubbi...)

I calzini turchesi di Mesiano costano a Brachino due mesi!
Claudio Brachino, direttore di Videonews (Canale 5) è stato sospeso dall’ODG della Lombardia per due mesi.
E’ lui il responsabile nonché il conduttore di “Mattino 5”, la trasmissione che il 15 ottobre mise in onda un servizio definito dall’FNSI “un pestaggio mediatico.
Vittima della gogna televisiva, il giudice di Milano, Raimondo Mesiano che pochi giorni prima aveva condannato la Fininvest a risarcire con 750 milioni di euro la CIR di Carlo De Benedetti, per la perdita della Mondadori, grazie ad una sentenza comprata.
In quel servizio, firmato da una giornalista con contratto in scadenza, Mesiano viene ripreso di nascosto e descritto come un mezzo matto perché fuma “andando avanti e indietro” fuori dal negozio di un barbiere e soprattutto indossa “calzini turchesi”!!!
Secondo l’ODG quel filmato è stato trasmesso “al fine di screditare la reputazione del protagonista e delegittimare la sentenza da lui emessa.
Inoltre il servizio “ha prodotto un effetto diffamatorio fino a sfiorare il vero e proprio dileggio”.
Brachino ha presentato ricorso.

E di Littorio Feltri quando si occuperà l’ODG?
Facendo i conti, il caso Boffo risale a fine agosto mentre il caso Mesiano è solo di 5 mesi fa…Che sià già prescritto???

nessuno ha detto...

"Ma non è che dobbiamo assuefarci al lezzo della politica di questi tempi (Pale delle delle 14,14)".

Noto in molti post affermazioni simili a quella riportata che testimoniano una disistima (non mi viene un altro termine più appropriato) generalizzata per il livello etico-culturale raggiunto dal costume in genere nella nostra epoca e dalla politica in particolare.

Non so quale sia l'età media di coloro che esprimono tale malessere, ma immagino (mia presunzione) che potrebbe essere quella tra i 35 e i 45 anni qualcosa in più o in meno.

Poiché io appartengo alla generazione precedente che aveva moltissimi motivi per provare lo stesso malessere e la stessa disistima nei confronti della politica e un po' meno nei confronti del costume, mi piacerebbe conoscere quali sono

- le motivazioni a sostegno di questo atteggiamento da parte dei quarantenni di oggi

- a chi attribuiscono la responsabilità di questo decadimento

- quali sono i loro punti di riferimento considerati "migliori" rispetto alla situazione odierna.

Potrebbe venirne fuori una discussione interessante da portare avanti magari nel pozzo degli off topic.

PaoloVE ha detto...

Ho un dubbio:

http://tinyurl.com/sicurezza-1

e poi

http://tinyurl.com/sicurezza-2

ma soprattutto

http://tinyurl.com/sicurezza-3

Ma Alemanno non aveva vinto le elezioni a sindaco promettendo sicurezza? :-(

Saluti

Paolo

PaoloVE ha detto...

Ha proprio ragione Cruciani: era meglio se la Polverini non andava in curva, infatti qualcuno ha equivocato:

"Per la camerata Polverini eia eia..."

http://tinyurl.com/stadio-polverini-2

"ALALA'"

:-) sorridi, sei su "fasci a parte"

Saluti

Paolo il littorio

Pale ha detto...

@ nessuno

Beh, io ho detto di "questi tempi" perché sono quelli ho vissuto e sto vivendo. I "tempi andati" non li ho ancora vissuti ma sono certo che quando "questi tempi" saranno "andati" proverò nostalgia lo stesso... o no??? :)

Hai ragione, la mia affermazione può essere interpretata come qualunquista, e ne sono perfettamente conscio (O.T. oscena parola: ma l'Accademia della Crusca dove sta quando serve??). Non solo. Critico e sto pure fuori dall'Italia. Molti diranno (in un Mondo parellelo dove la gente se ne frega di quello che dico): "Facile criticare da fuori e non sporcarsi le mani".
Sull'accusa che non mi sporco le mani sono d'accordo (eppure anni fa facevo politica in piccolo - e da piccolo - nel mio liceo come rappresentante). Però rivendico con orgoglio il mio diritto a criticare a destra e a sinistra (vedi la domanda sullo skipper gallipolino).

Il fatto stesso di stare su questo blog a discutere confuta l'interpretazione qualunquista della mia frase.

A questo punto, nessuno, mi dirai: "Ma io non ti ho mai dato del qualunquista". Hai ragione, ma il mio modo narrativo, che è del tipo "stream of consciousness" - solo più becero e meno dotto - mi ha portato su questa china e aspetto solo che qualcuno mi spari per fermare le mie dita dal battere indiavolate sulla tastiera. AIUTO....

nessuno ha detto...

a Pale
Infatti, io non ti ho dato del qualunquista (generalmente mi sento affibbiato questo epiteto - secondo me a torto - coniato dal giornalista Giannini che aveva fondato un quotidiano dal titolo "l'uomo qialunque" negli anni 50 del secolo scorso).

Io ho solo utilizzato una tua frase che sento ripetere spesso dai quarantenni di oggi su questo blog.

Allora mi sono chiesto:

- quali sono le motivazioni a sostegno di questo atteggiamento da parte dei quarantenni di oggi

- a chi attribuiscono la responsabilità di questo decadimento

- quali sono i loro punti di riferimento considerati "migliori" rispetto alla situazione odierna.

Perché se io dico che siamo arrivati ad un basso livello, devo avere una idea del livello superiore dal quale siamo partiti.

Giusto o no?

E allora, se è giusto:

- Quale era o quale è stato -secondo i quarantenni - il livello superiore dal quale si era partiti e quando si era realizzato, per arrivare al livello basso odierno?

Come al solito, non so se mi sono spiegato.

mauro ha detto...

capolavoro del cruciani: "forse è vero che ha esercitato pressioni per la chiusura di certi programmi, e che poteva usare il telefono in un'altra maniera, ma si sa, berlusconi è fatto così".

quindi? tutt'apposto... risolto il problema: berlusconi è fatto così.
PUNTO.
(NB: notevole il tono imbarazzato e sottovoce con cui l'ha detto)

Clem ha detto...

Mauro: questa la si scarico domani, la taglio dal podcast e per quanto mi riguarda la salverei tra le mie perle personali. Un ascoltatore tempo fa fece risentire a Cruciani le sue stesse parole per dimostrargli una sua contraddizione, si sa mai che mi capiti di chiamare :P

Nessuno: Perché se io dico che siamo arrivati ad un basso livello, devo avere una idea del livello superiore dal quale siamo partiti.

Giusto o no?

Ahum... no, direi. Basso è basso, non piu basso. Se dico che ci siamo arrivati è perché si dice così, perché è ovvio che siamo partiti da qualche parte per arrivare all'oggi. Non significa che si stesse meglio o peggio prima. Nel senso, l'Arcadia potrebbe essere ideale e non riferita specificamente a un periodo storico passato.

PS, per Authan: mannaggiattè, sei tu il responsabile del fatto che dietro proxy non si possa commentare o è un effetto collaterale della identificazione tramite google account?

nessuno ha detto...

a Clem

Penso che un geometra (non dico un ingegnere che sarebbe troppo), abituato a calcolare i livelli dei vari piani di una abitazione da costruire, a proposito del basso e del più basso secondo le tue interpretazioni, avrebbe molto da obiettare.

Ma si sa, i filosofi dei sofismi sono capaci di dimostrare il contrario di quanto è noto in geometria anche a uno che si intende di algoritmi apolidi ed apolitici.

Michele Reccanello ha detto...

Stasera ho scoperto Cruciani in veste di (quasi) reporter d'assalto, in un inchiesta alla gabbibo.

Premetto che Barchetta - cosi mi sembra che si chiamasse - il candidato che offriva lavoro, ha fatto una figura piuttosto misera. Aggiungo però anche che il "nostro" fa il forte con i deboli e il debole con i forti, infatti ha (giustamente) il sospetto che il soggetto stia facendo il furbetto lo vuole smascherare, e lo ridicolizza, e lo prendere per il c..., e questo va bene. Va un pò meno bene quando però vengono fuori le magagne grosse, di chi dovrebbe fare e non fa, di chi dovrebbe lavorare per i cittadini, ed invece passa il tempo ad occuparsi dei suoi problemi. Allora si limita solo blandire.
Giustamente Bart faceva notare:
"...che Cruciani viaggi con tre pesi e tre misure anche..."
Caro Bart sono perfettamente d'accordo con te.

Vorrei far notare che Cruciani a ragione da vendere quando dice che annozero e altre trasmissioni, non sono un diritto, e che i palinsesti cambiano nel tempo. Però diventa un problema se un presidente del consiglio fa di tutto (riuscendoci) a impedire trasmissioni che ha lui non sono gradite, la libertà d'espressione quantomeno è negata.

Se B. fosse un democratico come vuol apparire applicherebbe semplicemente la una famosa massima:
"Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo. Salvo poi querelare chi dice cose non vere su di lui... - Travaglio (e molti altri) hanno ragione quando dicono che siamo ormai in un regime. Magari senza manganello e olio di ricino, ma però il bavaglio c'è tutto!

P.s. Forse arrivo tardi per segnalarvi una vignetta interessante sul Fatto che riprende questo articolo

Buona notte a tutti

francesco.caroselli ha detto...

Barchetta è un mastella piu fesso.

Ma con il ceppalonico e la consorte sono tutti rosi e ricette (di cucina) con barchetta pesta dura.

Che giornalista Libero!


@ nessuno
Il livello è rimasto sempre lo stesso.
Mediamente marcio.
credo per poco senso dello Stato. (in effetti ancora ci sono zone d'italia dove a latitare è lo Stato piu dei Boss)
Quello che però posso notare è che uomini di spiccato moralità hanno dato qualche volta il buon esempio:
Falcone e Borsellino.
ma penso anche ad Ambrosoli.
Hanno pagato con la vita, ma le parole usate per questi autentici EROI sono sempre poche..e il sistema si guarda bene dall'idicare questi come esempi positivi da seguire.

Clem ha detto...

Visto che Cruciani parla di stadi e ultimamente si parlava solo di formalità nella presentazione delle liste, ho trovato un interessante articolo che può interessare i laziali, una specie di succinto programma a confronto: ecco il link

nessuno ha detto...

a Francesco Caroselli
I miei quesiti rivolti ai quarantenni si riferiscono prevalentemente alla politica e un po' meno al costume.

Gli esempi da te citati sono fuori dal mondo politico e poco nel mondo dei costumi.
In ogni caso sono collocabili cronologicamente in prossimità del periodo di "tangentopoli" che non riguardava certo comportamenti circoscritti a quegli anni nè ha risolto nulla in prospettiva futura.
Infatti, quei comportamenti sono continuati imperturbabilmente e vengono attualmente
messi in atto dalla generazione
che ne è venuta fuori.

Chi allora aveva 20 anni adesso ne ha 37-38 e dovrebbe essere il protagonista dei correnti anni, in politica e nel costume.
So che tu generalmente definisci questo mio rgomentare "divagazioni".

Ma la cronologia ed i calendari sono quello che sono.

Nè la generazione degli attuali quarantenni può ritenere che la colpa è dei settantenni.
Quelli sono il passato.
Ed i quarantenni di oggi, quando ritengono che debba iniziare il loro presente?
Fra altri 20 anni - che passano in un baleno - saranno ormai in pensione.

Francesca ha detto...

Ciao Clem

mi hai suggerito l'idea di diffondere il programma elettorale del "mio" candidato che, tra l'altro, stasera sarà proprio qui a Varese!.


http://www.penati.info/penatipresidente/programma


Ottima la scelta di Filippo Penati e del suo staff nella scelta del merito e del metodo del suo programma elettorale. Sono 10 i punti toccati da Penati, un giusto numero, né troppo corto né troppo lungo (vi ricorderete tutti l’errata scelta fatta dall’Unione per le elezioni politiche del 2006 quando presentò un programma di 200 e più pagine). Ottima anche la scelta degli argomenti, tutti di strettissima attualità. È un programma che si riferisce non solo ai “classici” elettori di centrosinistra storicamente più sensibili a temi quali il lavoro, l’ambiente, ma anche proposte in merito al fisco per le imprese e la famiglia o l’idee in merito alla diminuzione della burocrazia. Insomma giusto cercare di rispondere al maggior numero di elettori, siano essi di centrosinistra o di centrodestra: per vincere non bastano solo i voti del proprio schieramento.

ciao!

nessuno ha detto...

a Francesca
Anch'io avrò stasera il mio candidato di destra.
E ne avrò uno anche domani sera, sempre di destra.

Ciapalè.

Infatti, siamo in campagna elettorale ed ognuno ha i propri candidati pr4eferiti.

Questa è la democrazia garantita dal "regime" di centrodestra al governo.

Quanto al vincere, sia per me che per te, è tutto da vedersi, anzi credo che perderemo tutti e due.

Ciao

Authan ha detto...

Solo un commentino per salutare la new entry elenao.

Hai ragione nel rilevare "le vette inarrivabili" che Crux puo' raggiungere. Su Mills, la prescrizione, assoluzione, colpevolezza, innocenza, dice tutto e il contrario di tutto nel giro di pochi minuti. Eppure il concetto e' semplice. Solo che se Crux lo esprimesse senza girarci intorno si troverebbe ad essere d'accordo con i "giustizialisti" che tanto odia. E allora ogni tanto butta li' una minzolinata. Ma al contrario del direttore del TG1, Crux non vuole spacciare una verita' falsa, vuole solo non passare per antiberlusconiano, amnco per scherzo. Storia vecchia, che io non ho piu' tanta voglia di stare sempre a sottolineare in ogni singola occasione.

Ciao e benvenuta. Scrivi spesso.