martedì 9 marzo 2010

Ode al popolo bue

Dov'è il vulnus alla democrazia? Dov'è?” strillava ieri Giuseppe Cruciani alla Zanzara.

Le canditature della Polverini e di Formigoni sono ora valide, ha ricordato il conduttore, avanzando un ragionamento che qui di seguito riassumo. Gli elettori di centrodestra in Lazio e in Lombardia possono tranquillamente scegliere il loro candidato di riferimento. L'unico problema rimasto sul tavolo è la presenza o assenza del simbolo del PDL nelle schede elettorali della sola zona di Roma e provincia. Ma se alla fine il simbolo non vi fosse, per via dei noti pasticci commessi dai funzionari del PDL il giorno preposto alla presentazione delle liste, sarebbe forse la fine del mondo? Gli errori nelle procedure formali possono capitare anche in politica, e si devono pagare. Il decreto di venerdì scorso è stata una forzatura, quando sarebbe stato più semplice limitarsi a spiegare con chiarezza la situazione agli elettori del PDL suggerendo loro di mettere la croce sulla lista Polverini.

Fin qui il Cruciani pensiero, del tutto condivisibile. Tuttavia, mi prendo la libertà di spingere il ragionamento un passettino oltre.

La domanda centrale è: perché il PDL sta vivendo questo psicodramma? Quale esigenza c'era di predisporre un frettoloso decretino, costituzionalmente molto borderline? Specie alla luce della decisione presa ieri dal TAR del Lazio, con la quale è stata confermata l'esclusione della lista PDL; il decretino summenzionato si è rivelato, in base all'interpretazione del TAR medesimo, inapplicabile. Un clamoroso boomerang, anche di immagine, per l'attuale maggioranza, che ha acuito il clima di tensione politica in cambio di nulla, dando un'ulteriore impressione di incompetenza e cialtronaggine.

Perché lo psicodramma, dunque? Risposta: perché senza un simbolo col nome del cavaliere scritto sopra il centrodestra è nudo. E sono gli stessi leader del PDL a pensarlo, arrivando all'estremo di non fidarsi dei propri elettori, a giudicarli ignoranti, incapaci di comprendere una situazione che malauguratamente è venuta a crearsi, ottusi al punto che se non vedono scritto "Berlusconi" da qualche parte non sanno dove mettere la ics.

Spesso da destra si critica, con buone ragioni quando non si generalizza troppo, un certo snobismo di taluni esponenti dell'intellighenzia di sinistra colpevoli di considerare la parte politica avversa come dominata dall'ignoranza, dalla teledipendenza, dalla superficialità. Ecco, con l'atteggiamento di questi giorni del centrodestra e dei suoi attuali leader, traspare, non nelle parole ma nei fatti, la stessa visione, la stessa idea di popolo bue, inetto, mediocre, da telecomandare. Ci riflettano, lorsignori. E ancor di più ci riflettano coloro che dovrebbero votarli, se buoi alla fine non sono, come poi al sottoscritto, sommessamente, piace ancora credere.

--------------------------

"Dazed and confused" ("stordito e confuso") mi sembra una canzone adatta per descrivere il PDL di questi giorni. Led Zeppelin (1969).




Every day I work so hard
Bringin' home my hard earned pay
Try to love you baby, but you push me away...

39 commenti:

Viola ha detto...

esatto, Authan, esatto..

e se Cruciani oggi snobba l'argomento mi incavolo veramente

bart27 ha detto...

.
sottoscrivo tutto Authan
.

Viola ha detto...

Authan, alla luce di quanto ci siamo detti mesi scorsi..

cosa dici, il "nostro" parlerà del Vaticano, delle rivelazioni del fratello del papa e del muro di silenzio?

Authan ha detto...

Lo escluderei, Viola...

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,
anche se temo che Authan possa avere ragione nella sua analisi dei motivi di nervosismo del PDL, credo che vi siano motivi diversi almeno altrettanto importanti per giustificarlo.

In primo luogo, come dicevo ieri, il PDL rischia d veder crollare il mito dell'infallibilità che si è abilmente costruito sinora e che attira tanti elettori.

In secondo luogo corre il rischio più concreto di non vedere impegnati più di tanto nella campagna elettorale i propri candidati esclusi a priori dalla fame di un fattorino, in quanto il PDL è, adesso molto più del PD, un'accozzaglia di correnti diverse, non coese, ma tenute insieme da interessi particolari. Cruciani, che giustamente ironizzava sula presenza teo dem nel PD, non si è mai posto il problema di cosa facciano insieme berlusconiani, finiani, mussoliniani (nel senso di ex alternativa sociale), ex dc ed ex socialisti, ma di ironie se ne potrebbero fare molte.

E' vero, il PDL è nudo come non è stato mai prima d'ora, e, per la prima volta lo è sul piano politico e non su quello personale del suo leader. Non credo però che impiegherà molto a rivestirsi, usando i media (propri ed avversi) come sa fare. Magari facendo uscire uno scandaletto che dirotti altrove l'attenzione.

Saluti

Paolo

nessuno ha detto...

Visto che per Authan le persone sono animali, per stare nella "fattoria", meglio bipoi che maiali.

nessuno ha detto...

a PaoloVe

Io, a situazione invertita nel Lazio, a questo punto, se possedessi i canali giusti, suggerirei al PdL di togliere dalla competizione la Polverini nel Lazio come tu suggerisci di fare al PD Penati in Lombardia.

Così, ciascuno dei due potrebbe dire agli amici: Quante me ne hanno date, ma io quante gliene ho dette!

Authan ha detto...

Oooh, stiamo finalmente raggiungendo la vera profondità del pensiero nessuniano. Da una parte i buoi, dall'altra i maiali. Bene, grazie, preso nota.

Poi?

PaoloVE ha detto...

@ nessuno:

mi pare che il parallelo non regga, ma non ho intenzione nel ribadire per l'ennesima volta le differenze: evidentemente per te non è importante di chi è la responsabilità del casino attuale. O forse ti piace l'arrampicata su specchio.

Però non ho ancora capito (ti faccio i disegnini) come un pugile di categoria inferiore (il PD) possa prenderle ritirandosi da un match truccato (ritirandosi da queste regionali) contro uno di categoria superiore fratello dell'arbitro (il PDL che modifica le regole a sua convenienza) più di quanto avverrebbe sul ring ...

Saluti, immemore!

Paolo

Francesca ha detto...

Che volemo fà, Crucià?
Stassera tutto er Ciessemme lo mannamo a Radio Londra, co' Vattimo, Grillo, Di Pietro, Saramago, Bocca, Maltese, Hack, Ferilli, Mannoia e tutti quell'artri che già ci stanno??


CSM: le denigrazioni del premier
mettono a rischio la democrazia
Se provengono «dal massimo rappresentante del potere esecutivo» costituiscono un grave danno

ROMA - Le dichiarazioni rilasciate in questi mesi dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi contro la magistratura rappresentano un «gravissimo vulnus alla credibilità della giurisdizione», sono «del tutto inaccettabili» e mettono a rischio la stessa democrazia, proprio perché «provenienti dal massimo rappresentante del potere esecutivo». Lo sottolinea la prima commissione del Consiglio superiore della magistratura (Csm) nella pratica a tutela approvata all'unanimità e che mercoledì verrà esaminata dal plenum. «L'assunto di una magistratura requirente e giudicante che persegua finalità diverse da quelle sue proprie e, per di più, volte a sovvertire l'assetto istituzionale democraticamente voluto dai cittadini - si legge nel documento - costituisce la più grave delle accuse e integra, anche per il livello istituzionale da cui tali affermazioni provengono, un'obiettiva e incisiva delegittimazione della funzione giudiziaria nel suo complesso e dei singoli magistrati»

MatteoPE ha detto...

Ciao a tutti,
da quando Authan ha obbligato la registrazione via Google ho smesso di commentare (pur continuando a leggere tutti i giorni il blog), perchè la prospettiva di aggiungere un altro account ai miei già numerosi pacchetti di nickname e password ha inibito tutti i miei desideri di scrivere anche la mia sul blog. Oggi però, di fronte a cotanto post con il quale più che d'accordo sono in totale simbiosi ho vinto le mie residue resistenze e mi sono reistrato per pubblicare la mia STANDING OVATION per l'analisi di Authan, e mettetemi pure i violini in sottofondo. Li accetto volentieri. Caro Authan hai ragione, chissà quanti voti perderebbe il Cav se non comparisse il suo nome sulla scheda elettorale.

Matteo da Pescara

MarianoS ha detto...

[...] ottusi al punto che se non vedono scritto "Berlusconi" da qualche parte non sanno dove mettere la ics.

Passaggio stupendo!!

Saluti,
Mariano

MarianoS ha detto...

@PaoloVE: Ci ragiono da un po', ma penso che il PDL non sia associato al mito dell'infallibilita', ma lo e' solo Mr B.
Detto questo, il passaggio del mito dell'infallibilita' dallo stesso B al PDL potrebbe avvenire, ma sarebbe un passaggio delicato, in cui ritengo che per ogni step sia necessaria molta attenzione alle reazioni dell'opinione pubblica.

Ad esempio, spargersi il capo di cenere la ritenevo una azione doverosa, ma sarebbe stato uno step di ostacolo nel processo proposto.

Saluti,
Mariano

Francesca ha detto...

last but not least

mi accodo al coro dei complimenti di cui sopra, STRA-ME-RI-TA-TI da Authan per questo fenomenale post, di cui ho estratto la parte che va da "La domanda centrale è..." a "coloro che dovrebbero votarli" per farne un volantino a caratteri molto grandi che stasera distribuiro' al raduno organizzato a Varese (già uno ieri sera davanti al Tribunale, cui non ho mancato!).

Francesca ha detto...

nel nostro piccolo..... e indovinate chi è che gridava VERGOGNA piu' forte sotto i balconi della sede storica della Lega Nord???

http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=166870

cipper ha detto...

El Pais ci va giù duro, citando le parole del giornalista e analista politico Giancarlo Santalmassi: "Eravamo nell'anticamera del fascismo. Oggi siamo entrati".

MicheleReccanello ha detto...

@Authan

Mi è piaciuto molto il post "fatto?" inserito tra le "perle della zanzara" con l'intervento di Ottavio da Milano.
Questo ascoltatore che ha espresso bene dei pensieri che sono - me compreso - di molti italiani.

Volevo segnalarti, che riascoltando il podcast di venerdi al minuto 36 e 36, c'è un nuovo intervento - così pare dalla voce - di Ottavio, che dice ancora una volta cosa molte interessanti.

PaoloVE ha detto...

@ cipper:

Santalmassi esagera, strano perchè normalmente è estremamente moderato.

Lo rimpiango: la sua Radio 24 mi piaceva di più, a partire dalla zanzara che era molto più equilibrata e meno leggera, passando per jefeerson ming che spiegava cosa è la Cina e la rassegna stampa (son passato a quella di radio radicale ma mi è un po' indigesta) che era un ottimo compromesso tra velocità e completezza per arrivare ai cambi alle 9.00 da milan a ferrara a giannino che... si, incsomma, tutto!

In meglio riconosco a Fabi i programmi scientifici...

Saluti

Paolo nostalgico

francesco.caroselli ha detto...

PaoloVe
i programmi scientifici di radio24 sono bellissimi
Moebius è un tg-scienza con approfondimenti.
adorabile!
Cmq
W santalmassi.

Ve lo ribadisco di nuovo.

Questo Blog sta diventando troppo nessuno-centrico.

Certo se parlavamo di mafia e antimafia era OT e si rischiava di trasformarlo in un "bar dell'antimafia"..

ora invece che siamo tutti scavicchiarci il cervello chidendoci di che destra sia nessuno.....
è veramente uno spasso.

é di destra, ma non berlusconiano...sarà fascista?

che palle.
Con tutto il rispetto.


Invece vorrei tornare ai discorsi fatti ieri.
Su come si dovrebbe comportare l'opposizione per essere "efficace" e togliere consenso al governo (ovvero fare il suo lavoro).
Tutti ieri avevano la loro opinione: Costringerli a chiedere scusa, sottolineare l'inettitudine ma dimostrarsi "magnanimi"... infine ritirare le liste.
Erano tutti (anche altri che non ho citato) discorso molto seri, con una logica di fondo, probabilmente sarebbe potuti andare bene tutti, veicolando il messaggio in maniera "onesta".
Invece?
Invece come al solito ci dimentichiamo che chi porta il messaggio all'elettore è sempre TV.
Sempre li batte la lingua.
Perchè il giochetto lo abbiamo capito ormai: si prende la rsiposta piu stupida o incompetente, e su quella si continua a proiettare sempre la solita immagine della sinistra.
Il pD non avrebbe dovuto fare niente per "castigare" gli errori del Centro-dx, sarebbe dovuta essere "la stampa" come entità a smascherare gli errori/orrori pacchiani del PDL.

Noi possiamo commentare e discorrere tranquillamente di una trasmissione radiofonica fra le TANTE, alla fine siamo sintonizzati su Radio24, esiste TV24? No
..
e fra le TANTE radio possibili.
Quante Tv ci sono in Italia?

Un solo concessionario per le frequenze televisive.
Questo è o non è un vulnus sostanziale alla libertà di espressione?
O vogliamo credere che ci sia libertà di criticare il proprio editore.
Caspita questo non c'è in nessuna parte del globo!
E' normale non criticare il proprio editore, senno quello che ti caccia!
Il problema è che c'è un editore UNICO. E chi lo critica quell'unicum?
noi parlaimo parliamo ma il problema che vedo è sempre lo stesso.



Poi vorrei considerare la situazione orribile di Napolitano.
Ha sempre firmato tutto.
tutte le porcherie (che si sapevano che erano porcherie) sono state puntualmente cassate dalla corte costituzionale, che orami lavora a pieno regime.
Qualcuno mi sa dire quante volte la corte costituzionale si doveva pronunciare all'anno prima che arrivasse B?
Poi Sia Ciampi che Scalfaro senza tanti problemi rifiutarono molte volte di firmare... e non casco il mondo!
Ora invece una non-firma di Naplitano sarebbe una tragedia.
In questa situazione si ci ' messo solo...
Ma lo tengono per le palle?
Io alla storia de Sarajevo ci credo poco...intendo delle minaccie di rivolta popolare etc.....
Questo decreto era un classico caso in cui nemmeno tutto l'elettorato del PDL andava dietro alle decisioni del partito...



PS-Authan
Sono colpito da improvvise manie di protagonismo
quando dici:
"Spesso da destra si critica, con buone ragioni quando non si generalizza troppo, un certo snobismo di taluni esponenti dell'intellighenzia di sinistra colpevoli di considerare la parte politica avversa come dominata dall'ignoranza, dalla teledipendenza, dalla superficialità

Non lo mi sono un po sentito in causa perchè sempre insisto con questo predominio della televisione (occupata) sugli altri media...
poi oltretutto hai intitolato il post "Ode al popolo bue" mi ricorda pericolasamente una pia frase di 2 gg fa:
"Le persone minimamente "curiose" e informate si sono sdegnate, ma il "parco buoi" televisivo è veramente confuso piu che indignato.

Francesco megalomane

francesco.caroselli ha detto...

una barzelletta che girava nei periodi di napoleone:

Ma è vero che i francesi sono ladri?

no, non tutti, Buonaparte

ste76 ha detto...

Quest'ultimo post Authan mi conferma una paura. La mia paura e' che aldila' delle parole molto ben organizzate, pensieri logici raffinati, apprezzabile ironia, tu parta con un (sommesso) preconcetto.
Allora faccio una domanda: Il bue e' chi vota un personaggio che nasconde la propria inconsistenza con barzellette e promesse, oppure il bue e' chi vota chi non nasconde affatto la propria inconsistenza (o la nasconde dietro all'inconsistenza dell'altro)?
Da anni,non si parla piu (o sbaglio?) di programmi elettorali: QUINDI chiunque vada a votare e' bue, perche' vota il nulla.
Perche votare in base ad un errore burocratico o una sveglia che non ha suonato o votare in base alle scelte fatte per risolvere una situazione e' molto lontano da votare per il PROGRAMMA.

Authan ha detto...

x MicheleReccanello

Sì, ogni tanto il mitico Ottavio da Milano fa capolino da Cruciani. Il suo nome non comune e la sua voce particolare permettono un riconoscimento istantaneo. Le prime volte lo segnalavo sistematicamente, nella speranza che un giorno il suo spirito si manifestasse e battesse un colpo in questo blog, ma poi, non trovando soddisfazione, ho smesso. Ma ad ogni modo, il caro Ottavio rimarrà sempre uno dei miei miti e quando capita lo ascolto sempre volentieri e con attenzione.


x francesco.caroselli

Con tutto il rispetto, francesco, non sei un esponente dell'intellighenzia di sinistra. Quindi non c'era nessun riferimento a te. Sul fatto che il blog sia Nessuno-centrico, è colpa del suo essere grafomane, provocatorio, indisponente, e del suo porsi sempre in contrasto con tutti. Prenditela con lui. E' ovvio che io e tutti quanti siamo più stimolati a rispondere a chi ci dà addosso.


x ste76

Se leggi attentamente il post, e se più in generale hai imparato a conoscermi attaverso quello che scrivo, ti renderai conto che io non credo alla metafora del popolo bue, perché la trovo una semplificazione troppo facile e consolatoria quando si tratta di giustificare sconfitte politiche. Ignoranza, superficialità e mediocrità intellettuale esistono nella nostra società, ma secondo me – parafrasando il linguaggio giudiziario – tali elementi non possono essere usati come "prove a carico" per spiegare l'esito di una tornata elettorale.

Io, in questo post, volevo solo mettere in luce una clamorosa contraddizione. La destra accusa la sinistra di considerare gli elettori di destra un branco di mentecatti. Poi la destra, nei fatti, dimostra di pensare la stessa cosa. Non è un po' strano? Certo che lo è. Tanto da spingermi a sottolineare tale aspetto. ne è valsa la pena.

Per chiudere, una piccola curiosità. Nelle mie intenzioni il post avrebbe dovuto intitolarsi "Il Popolo bue Della Libertà". Poi però, un po' a malincuore (perché era una scelta d'impatto) ho ripiegato su una diversa soluzione, più neutra, proprio perché temevo rischi di facile fraintendimento, ad opera di chi magari del post si fosse limitato a leggerne solo il titolo.

Grazie comunque per avermi espresso il tuo disappunto con il consueto garbo e affabilità, a cui volentieri ho risposto con (credo) altrettanto garbo e affabilità. Ciao.

francesco.caroselli ha detto...

Geniale
E' solo per ridere.. ma per alleggerire va bene...


Con tutto il rispetto, francesco, non sei un esponente dell'intellighenzia di sinistra...
...e meno male senno la sinistra sarebbe messo parecchio male!

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

http://tinyurl.com/sopruso-violento

dopo aver sostenuto che giudici e la sinistra stanno minando la democrazia in queste elezioni il PDL alza i toni ed i modi dello scontro.
Invece dopo aver sostenuto che i brogli della destra stanno minando la democrazia in queste elezioni il PD resta a vedere cosa succede.

Secondo voi, quale dei due schieramenti sta mostrando un comportamento adeguato alla serietà della minaccia che sbandiera, sta insomma dimostando di credere in quello che dice? se nelle prossime tre settimane i comportamenti resteranno quelli annunciati, chi pensate che premierà l'elettorato? Purtroppo ho sempre più l'impressione che anche Bersani non sia adeguato a giocare la partita contro SB.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

ottima domanda PaoloVE!

Ma al "nostro", ci scommetto un bel deca rosso, stasera interesserà solo l'intervista a VV di Goffredo De Marchis su REPU, e perchè no? anche un bell'ammollo nell'acido di Radio Londra (ce lo aveva mai mannato??)

nessuno ha detto...

a francescocaroselli
Dei punti di vista e della libertà

"Sul fatto che il blog sia Nessuno-centrico, è colpa del suo essere grafomane, provocatorio, indisponente, e del suo porsi sempre in contrasto con tutti.(Authan 10 marzo 2010 00.40"

E' così come dice Authan, Francesco.
Chi non si appecorona sulle sue (sue di Authan) posizioni, e per fortuna che usa la "diversa soluzione, più neutra", è ovviamente - e chi mai non potrebbe che essere d'accordo con tanto vate - grafomane, provocatorio, indisponente, e del suo porsi sempre in contrasto con tutti.

E' un singolare concetto sulla libertà di opinione, di pensiero, di parola e della libertà tout court, per la verità comune alla parte di cui lui dichiara di non far parte.

Uno che definisce "fascista" una persona nel 2010 che sarebbe stato come definire "garibaldino" nel 1950 un bergamasco discendente di uno di quei briganti del 1860 o "mazziniano" Ugo La Malfa che forse, sicccome era stato impiegato di banca, si intendeva un po' di economia.
Oggi, 2010, che non si definiscono "fascisti" nemmeno gli eredi diretti del duce quale è la nipote della divina quasi ottantenne Sophia Loren.

So benussimo che lui obietterà dialetticamente che ha voluto spiegare a te perché il blog sarebbe diventato
"nessunocentrico" come tu, secondo me sbagliando, lo hai definito.

Ma intanto, con grande bon ton e nonchalance, mi ha affibbiato quelle definizioni.

Cosa vuoi farci, Francesco, così va il mondo.
Lui, con rispetto parlando, ti ha escluso dall'intellighenzia di sinistra, perché lui sa benissimo quale veramente è l'intellighenzia di sainistra di cui nemmeno lui fa parte, ci mancherebbe.

Lui è solo impegnato in una minuscola campagna elettorale, naturalmente negando di farla,
E chi potrebbe non chredergli!

Tanto più che PaoloVe, con le sue disquisizioni dottrinarie e strategico-tattiche, gli fa da sagrestano.

Quando invece il PD, molto più semplicemente, dopo aver fatto imbastire senza esito 80.000 processi, ora passa direttamente ad utilizzare i vari Uffici Elettorali delle varie Corti d'Appello per bloccare in nuce il processo democratico, semplicemente non ammettendo al voto le liste.
Poi voglio vedere se non si conquista il potere.
In questo modo, a Bersani riuscirà facilmente quello che non è riuscito a Togliatti ed a Occhetto.

Ciao.

Francesca ha detto...

Vi consiglio di andare a leggere l’editoriale di Panebianco sul CDS; un cumulo di sciocchezze tutte volte ad accusare la sinistra e TDP della situazione.
Io mi chiedo come sia possibile che certa gente possa ancora scrivere su uno dei principali quotidiani nazionali!?
(DOMANDA RETORICA)

http://www.corriere.it/editoriali/10_marzo_10/editoriale-panebianco-partito-prigioniero_4ea492f6-2c0d-11df-b239-00144f02aabe.shtml

Francesca ha detto...

Per essere in clima di silenzio imposto TV fino a fine mese, dopo la decisione della Commissione di Vigilanza RAI, .....ieri sera c'è stato uno spettacolare 1-2, prima dalla Gruber con Travaglio vs/PigiBattista e poi la prof. Nadia Urbinati dalla Dandini a ruota libera!!

Evvai!

(forse questo....un tantinello OT??)

PaoloVE ha detto...

@ nessuno, etichettato incompreso:

questa sarà l'ultima volta che ti rispondo, non credo ti interessino i commenti di un sagrestano evidentemente appecoronato (chissà perchè: mi capita abbastanza spesso di dissentire da Authan, l'ultima è proprio su come avremmo voluto vedere gestita la questione delle liste da parte del PD, sono molto più a sinistra di lui, da quanto leggo).

Magari saprai spiegare che queste definizioni non vogliono essere provocatorie e indisponenti, visto che pensi di essere etichettato come provocatore ed indisponente a sproposito.

Contrariamente a quanto affermi, ancora oggi c'è purtroppo chi si definisce, fiero ed orgoglioso, fascista.

Tu hai affermato di aver fatto parte del PNF, se non ricordo male: non eravate fascisti?
Ed è un termine che, applicato a quel periodo uso senza disprezzo, sapendo che, in quegli anni, con quell'informazione e quell'indottrinamento, avrei potuto esserlo anche io (che adesso mi considero di sinistra e critico il pd perchè troppo moderato) e sapendo che vi sono stati fascisti che si sono dimostrate persone eccezionali (in tempi non sospetti avevo citato Palatucci e Perlasca, non sono certo gli unici).
Rivendicato oggi, con le conseguenze sotto gli occhi, invece mi fa schifo e rabbia.

Quanto alla libertà di opinione non vuol dire non poter essere criticato: stai scrivendo quello che vuoi, spesso in maniera offensiva, a casa d'altri, che accusi di non lasciartelo fare. Fai un po' tu...

Saluti

Paolo sagrestano appecoronato

Francesca ha detto...

Chi primo arriva.....

Eh mi dispiace, ma le prenotazioni vanno fatte per tempo!
A meno che... anche in questo caso un decreto governativo ... restituisca DEMOCRATICAMENTE la disponibilità della piazza al principale schieramento politico!

Essi, il 20 marzo sia a Roma che a Milano, le piazze son belle occupate!
Da Libera di Don Ciotti per il ricordo delle vittime di mafia e dai Movimenti dell'Acqua Pubblica, contro il disegno della privatizzazione.


Silvio puo' convocare i suoi nel giardino di Arcore no?
Cosi gli mostra il mausoleo faraonico già edificato che ospiterà i Fede....lissimi!!!

nessuno ha detto...

a PaoloVe
Tante volte ti ho invitato a rispondermi su precisi argomenti che virgolettavo e non l'hai mai fatto.
Lo faccio un'altra ed anche per ultima volta.
"Tu hai affermato di aver fatto parte del PNF, se non ricordo male: non eravate fascisti?"

Io affermato di aver fatto parte del PNF? Ma quando mai? Io ho detto che il mio massimo grado da me raggiunto nel PNF entro il 1943 è stato quello di figlio della lupa.
Quando poi Authan ha tentato di provocarmi: " ormai quasi centenario confessa di essere stato un gerarca fascista" gli ho risposto "sì, ero nel Gran consiglio la sera del 24 luglio 1943".
Se poi tu prendi sul serio baggianate simili, sei oltre il bene ed il male.
Se fossi stato veramente nel Gran Consiglio, avrei dovuto avere nel luglio 1943 chessò 40 anni ed oggi
107. Se ne avessi avuto 50, oggi ne avrei 117. Sarei su tutti i giornali tra i massimi ultracentenari, più della Rita Levi Montalcini.
Ti pare possibile?
Se rispondi sì, ti consiglio una visita psichiatrica.

"(che adesso mi considero di sinistra e critico il pd perchè troppo moderato)"

Finalmente uno che dichiara non di "essere" ma di "considerarsi" di sinistra su questo blog.
Il PD ti sembra troppo moderato?
A sinistra del PD, da Vendola e Ferrero e fino ad Agnoletto e Casarin c'è posto

"Rivendicato oggi, con le conseguenze sotto gli occhi, invece mi fa schifo e rabbia."

1° Chi lo rivendica? nemmeno Fini.
2° Quali conseguenze? Dalla fine del fascismo, siamo ormai alla terza ed alla quarta generazione.
Tu di quale di queste due generazioni fai parte?
Per quanto riguarda lo schifo e la rabbia, sono proprietà tue e ti possono fare buona compagnia (qualche volta si vede anche).

"stai scrivendo quello che vuoi, spesso in maniera offensiva, a casa d'altri, che accusi di non lasciartelo fare. Fai un po' tu..."

Gli epiteti che mi sono stati affibbiati, non offensivamente perché in modo offensivo scrivo io,
sono quelli riportati nel mio intervento a Francesco Caroselli.

Quanto alla "casa d'altri", io scrivo da casa mia e scrivo all'etere, all'ADSL, a Internet, e l'etere, l'ADSL, Internet, al momento attuale non sono di nessuno, anzi, per non fare equivoci, di alcuno.

francesco.caroselli ha detto...

scusa francesca dove c'è stato il travaglio/battista?


A nessuno
dubito fortemente che Authan stia facendo campagna elettorale.
Semplicemente esprime le sue idee in libertà, come me, come te.
E per favore non la sparare anche tu con questa storia della sinistra che in accordo con i magistrati vuole escludere il PDL...
è una storiaccia.
tante volte sono state escluse liste, di destra e di sinistra...
mai nessuno si è immaginato di fare un decreto ad Hoc.
Impeedire di votare è antidemopcratico.
Non sarebbe stabile il paese se la vittoria della sinistra arivasse con l'esclusione del PDL.
Ma suvvia queste sono solo 2 regioni in cui il guiao l'hanno combinato "loro" e non il centro-sx. Ora mi sarei aspettato di che tutte andasse come le altre volte...e invece...



a Paolove
Fin'ora pensavo che Bersani non volesse combattere berlusconi.
Ora ci sta provando, ma con scarsi risultati.
Il risultato però è dato dalle forze in campo.
Berlusconi è capo di un bastimento, bersani invece è da solo con arco e frecce.
Dovrebbe essere meglio di rambo.
Intanto l'unico che ha battuto B (2 volte) è stato scartato, messo in un angolo. Prodi, per la felicità di Silviuzzo, è fuori.

PaoloVE ha detto...

Questionario:

1) Vi è difficile capire la frase "questa sarà l'ultima volta che ti rispondo"?

2) Vi è difficile capire che questo blog esiste solo grazie all'impegno di una persona che si firma sotto lo pseudonimo Authan e che quindi, per arditissima metafafora e licenza poetica, che qui siamo a casa sua?

3)Vi è difficile capire che se il tenutario di un blog vi lascia scrivere quello che volete sul suo blog è improprio scrivergli che il suo "E' un singolare concetto sulla libertà di opinione, di pensiero, di parola e della libertà tout court"?

4) Avete difficoltà a leggere le parole "se non ricordo male" nella frase "Tu hai affermato di aver fatto parte del PNF, se non ricordo male: non eravate fascisti?"

5) Ritenete che apostrofare a sproposito come sagrestano ed appecoronato qualcuno non debba considerarsi offensivo, provocatori ed indisponente?

Qualcuno ha risposto si a tutte le domande?

nessuno?

Appunto, nessuno.

I wont feed the troll any more. Never

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ Caroselli

dalla Gruber
"Ottoemezzo"
LA7
09/03/2010

nessuno ha detto...

a francescocaroselli
"Non sarebbe stabile il paese se la vittoria della sinistra arivasse con l'esclusione del PDL.
Ma suvvia queste sono solo 2 regioni in cui il guiao l'hanno combinato "loro" e non il centro-sx. Ora mi sarei aspettato di che tutte andasse come le altre volte...e invece..."
C'è qualche errore di battitura nelle ultime due righe.
"Ora mi sarei aspettato di che tutte andasse come le altre volte...e invece..."

Vuoi gentilmente aggiungere quello che ti è rimasto sui tasti?
Poi magari si potrà parlare di quel
"e invece..."

Ciao

nessuno ha detto...

Ancora a Francescocaroselli
Ho un amico che quando vuole svicolare su un argomento, vis à vis o per telefono farfuglia e si mangia le parole remdendosi incomprensibile ma sostenendo comunque di aver ragione.

Anche tu per svicolare, scrivendo, farfugli e ti mangi le parole , per poter dire che, "in qualche modo" qualcosa hai detto?
Devi ancora rispondermi alla mia domanda delle 16,40.
Ciao

francesco.caroselli ha detto...

E invece questa volta si è fatto un decreto.

Le altre volte liste escluse e amen.

In Molise vinse il centro-sx poi si rivotò perchè c'erano irregolarità nelle firme.
E vinse il centro-dx. nel 200

Nel Lazio 2005 Mussolini esclusa punto e basta.

Non mi scivola niente sui tasti....
è solo che il decreto è roba di una 5 giorni fa... pensavo te lo ricordassi!

nessuno ha detto...

a francescocaroselli

Ah ecco: la frase: "Ora mi sarei aspettato di che tutte andasse come le altre volte...e invece..."

doveva essere scritta: "ora mi sarei aspettato (togiere il "di") che tutto (invece di tutte) andasse come le altre volte... e invece.... c'è stato il decreto ma la lista del PdL a Roma e provincia
non c'è.

Fa niente.

Ma mi piace concludere con le tue stesse parole del commento precedente:
"Impeedire di votare è antidemopcratico.
Non sarebbe stabile il paese se la vittoria della sinistra arivasse con l'esclusione del PDL."

Ecco, così mi sembra che vada un po' meglio.

A volte basta spostare alla fine del commento una frase messa prima.

Per concludere meglio.

Ciao

Civis Romanus ha detto...

13 Marzo 2013. Fumata bianca e bestialismo del popolo bue
http://youtu.be/XBwEm76YPIg

Assistere l'altra sera alle manifestazioni di giubilo-bue al solo vedere una fumata bianca, mi ha fatto vergognare di appartenere ad un popolo così scemo, dal quale è scemata, appunto, l'individualità umana, a scapito della specie animale... Non possiamo poi lamentarci dei confessionali consigli: dal pagare imposte inique al lasciarci espiantare organi...
In quanto individualità io sono superamento della specie, e lo sono nella misura in cui mi libero dai legami di essa (razza, stirpe, popolo, famiglia, sesso maschile e femminile, Stato, chiesa, ecc.).
Anche in medicina, l'errore di curare la specie anziché gli individui comporta paradossalmente la distruzione dell'umanità perché cocciutamente si insiste nel considerare gli uomini non individui (ogni essere umano è infatti una specie a sé) ma esemplari della specie...
"Come la forma è individuale così lo è anche la sostanza. [...] Nell'uomo [...] ciascun individuo ha la propria sostanza ben distinta dagli altri. Questa è la grande difficoltà nei trapianti di organi, [il fatto] che ciascuno ha la propria proteina. [...] Nel genere umano OGNI uomo ha le qualità di una specie, CIASCUNO è una specie a sé [...].
La teoria della scienza moderna, secondo cui la materia sarebbe il fondamento del sensibile si basa sulla pura concezione materialistica, conseguenza di un difetto di pensiero e di un'osservazione che non sa cogliere tutti i fenomeni" (Ernst Marti, "L'eterico. Un ampliamento delle scienze naturali attraverso l'antroposofia", Ed. Aedel, Torino, 2001, pp. 150-151).
Chi pertanto è favorevole all'espianto/trapianto (o alle fumate bianche) dovrebbe rendersi conto del fatto che la scienza in cui confida (legge morale compresa) pretende di curare la specie umana, senza rendersi conto che la specie umana in realtà non esiste, essendo una mera astrazione di pensiero. Infatti se egli sapesse osservare in modo spregiudicato vedrebbe che in realtà non esiste l'oggetto di percezione corrispondente alla "specie umana", in quanto quel dato individuo umano da curare non è un esemplare della specie da curare, ma qualcosa di più.