martedì 8 giugno 2010

Populismo di bassa Lega

Ci sono milioni di ragioni per pensare tutto il male possibile del CIP6, il sistema di incentivi, pagati dai consumatori finali, per l'energia prodotta da fonti rinnovabili e "assimilate". Ma come tra queste si possa annoverare anche la presunta colpa di aver “drogato il mercato degli ingaggi dei calciatori”, in conseguenza del fatto che alcuni proprietari di club (Moratti in primis) godono degli incentivi, lo sanno solo Dio e Roberto Calderoli. Va a sapere perché, il ministro alla semplificazione (ma il giornalista Francesco Bonazzi sul Secolo XIX lo ha meravigliosamente rinominato "Ministro del Diversivo", e forse tale definizione spiega tutto) si è svegliato una mattina e ha deciso di prendersela con i fasti del mondo del calcio, un tema che fa sempre presa sul popolo delle chiacchiere al bar.

Anche se il CIP6 sparisse domattina, caro ministro, gli esorbitanti stipendi dei calciatori (ma solo le poche centinaia che arrivano alla serie A si arricchiscono sul serio), crisi o non crisi, rimarrebbero comunque tali, così come del resto sono sempre stati. Ma lo stesso vale per cantanti, attori, piloti, perché il libero mercato, nel mondo dello spettacolo, funziona così. L'alternativa è la Corea del Nord, e non credo che nessuno voglia davvero fare il cambio. Capirei se certi concetti del genere andassero ancora spiegati a qualche esponente del partito comunista dei lavoratori, ma speravo che almeno con la Lega fossimo già un passo oltre.

Qualcuno ribatterà che in USA ci sono i salary cap. E' vero, ma il tetto ai contratti è imposto dalle leghe professionistiche (con il lodevole scopo di livellare i tornei in modo da renderli più avvincenti), e non dal governo per presunte questioni di giustizia sociale o come provvedimenti anti-crisi. C'è una bella differenza.

Pertanto quello di Calderoli, e dei suoi colleghi di partito (Speroni, sentito ieri alla Zanzara, Salvini, stamattina a Bianco o Nero, e altri), che incredibilmente gli danno ragione, è populismo di bassa Lega allo stato puro. Fosse un passante qualsiasi a sparare queste fesserie uno non ci farebbe neanche caso, ma se lo fa un ministro della Repubblica c'è da mettersi le mani nei capelli. “Siamo un paese ridicolo” ha detto Fabio Cannavaro a commento di questa vicenda. Accodandomi a Giuseppe Cruciani, devo concordare con il capitano della nazionale.

***

NON HO L'ETA'

"Forza Europa" e "Finalmente una riforma (imposta da Bruxelles)" titola oggi con azzeccata ironia in prima pagina il Riformista, in riferimento alla sentenza della Corte di Giustizia Europea che impone all'Italia di equiparare entro il 2012 l'età pensionabile di uomini e donne nel settore pubblico.

Perché si sia dovuti arrivare a tanto (la minaccia di sanzioni dall'Europa, dico) affinché si procedesse sul fronte pensioni io non me lo spiego. Anzi, a pensarci bene in realtà me lo spiego benissimo. Toccare le pensioni in Italia è sempre un tabù. Chi ci prova si ritrova 3 milioni di persone in piazza. Serviva un capro espiatorio, qualcuno a cui addossare la colpa di un provvedimento impopolare, e la Corte Europea si presta perfettamente a tale scopo. La faccia piatta e contrita da cane bastonato del ministro del welfare Maurizio Sacconi che spiega come con la Commissione Europea non ci sia stato margine di trattativa francamente fa sorridere. Fosse stato per le quote latte, il governo avrebbe messo Bruxelles a ferro e fuoco.

So che molte dipendenti statali (ma di sicuro l'innalzamento verrà poi esteso anche nel settore privato) che vedevano il traguardo in fondo al rettilineo saranno deluse, ma le motivazioni per considerare giusta la riforma ci sono tutte. E lascio che a spiegarle siano proprio due donne: l'economista Irene Tinagli sulla Stampa del 4 giugno, e la saggista femminista Alessandra Bocchetti sull'Unità di oggi. Non sto a trascrivere nulla. Seguite i link, se ne avete voglia, e leggetevi le loro interessanti disamine.

---------------------------

New Trolls, "Faccia di cane" (1985)




In questa città che prende a calci un cane
Mentre muore di fame
In questa città che affoga senza il mare...


38 commenti:

Francesca ha detto...

Maurizio Sacconi (ex Ministro all'alimentazione e idratazione forzate) allarga le braccia e dice che con l'inflessibile commissaria Ue alla Giustizia, Viviane Reding, proprio non si puo' trattare.


E cosi i dipendenti pubblici se la pigliano in quel posto alla grande, dopo con il blocco dei contratti per i prossimi 3 anni, giacchè son (stati) i piu' garantiti!

Eppero' delle multe europee in arrivo a causa della mancata adozione del Numero 112.... tutto tace!
Solo ho sentito qualcosa nelle lettere al direttore di Radio24 qualche giorno fa.
Pare che da gennaio 2010 il totalizzatore stia calcolando cifre considerevoli!

Nonostante le diverse sollecitazioni formali, l’Italia non si è ancora adeguata alla normative Ue sul numero unico di emergenza europeo 112, in particolare riguardo le informazioni relative alla localizzazione delle chiamate ai servizi di emergenza. La Commissione europea ha pertanto deciso di chiedere alla Corte europea di infliggere un'ammenda al nostro Paese, per non avere adottato un servizio in grado di salvare molte vite umane.


http://www.key4biz.it/News/2010/05/05/Policy/ue_numero_unico_emergenza_112_neelie_kroes_corte_giustizia.html

Francesca ha detto...

Cannavaro chi?

Quello che un anno e mezzo fa ne disse di ogni (in un intervista a quel settimanale osceno diretto da Signorini) contro Gomorra e Saviano (al pari di Fede e del PDC).... salvo poi RITRATTARE tutto?

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

Se oggi avessi scritto il post l’avrei intitolato:

“Divide ed Impera, e soprattutto menti, che il colpevole è un altro”.

L’argomento non è stato oggetto della trasmissione se non minimamente, ma vale una breve riflessione sia per il rilievo della notizia sui media, sia per le modalità con le quali si sta realizzando.

Da anni (in realtà bisognerebbe scrivere decenni) si sa che bisogna rivedere al rialzo l’età pensionabile. Per anni il problema è stato trascurato e rimandato, con bugie pietose (Volete un esempio? Ne scelgo uno recente, Tremonti, 18 maggio 2010: “Il nostro sistema pensionistico é il più stabile d'Europa, se la domanda é se stiamo lo stravolgendo la risposta é no, perché sta funzionando bene").

Sino a quando non è stato più possibile rinviare. Ed allora cosa si fa? O bella! Ma non avete capito nulla di quanto abbaiamo fatto con il mercato del lavoro, dove abbiamo frazionato all’impossibile le formule contrattuali (siamo arrivati ad averne oltre 40 diverse)? Ha funzionato benissimo, con i lavoratori che non hanno più alcun potere contrattuale. Quindi lo spettacolo si replica pari pari. Dividiamo le donne dagli uomini, i dipendenti pubblici da quelli privati, i neoassunti da chi ha già un po’ di anzianità.

A questo punto colpiamo i “privilegi” di una categoria ormai invisa ai più (l’età pensionabile delle dipendenti pubbliche) nel nome di qualcosa di auspicabile (nel mercato del lavoro era la flessibilità, adesso sono le pari opportunità), rimandando sine die l’istituzione di quegli ammortizzatori sociali che ne permetterebbero una adozione indolore o quasi (formazione, asili nido,…).
Ma anche (l’Italia non è un paese per giovani) i neo assunti, secondo quanto afferma Repubblica oggi.

Ed infine, ciliegina sulla torta, scarichiamo le responsabilità su qualcun altro, in questo caso L’Europa matrigna e cattiva.
E qui mi permetto la citazione di uno stupitssimo Sacconi che, incredulo perché evidentemente a destra il concetto è del tutto alieno afferma che la vice commissaria Reding gli avrebbe detto che “In una democrazia le sentenze di una Corte si rispettano sempre”, chiudendo le porte ad ogni possibilità di trattativa.

Sia chiaro, sono convinto che l’attuale regime pensionistico non fosse stabile e che adeguamenti fossero indispensabili, quello cui si sta assistendo è una mistificazione ed un esercizio di ipocrisia enorme.

Personalmente cerco di essere ottimista e mi auguro che questo sia però il punto di partenza perché i rapporti tra sessi cambino davvero nell’unico modo che credo possibile, e cioè attraverso una dura rivendicazione di parità da parte delle donne a partire dalla vita familiare. Perché tocco con mano un paradosso: in una famiglia in cui i rapporti sono paritari, la donna non fa carriera perché comunque esiste una discriminazione di genere sul posto di lavoro, mentre l’uomo è penalizzato nella carriera perché, a parità di condizioni rispetto ai colleghi “sciovinisti”, ha più impegni e vincoli extra lavorativi. Ovvero come garantire un freno al progresso.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

Se ci fosse ancora Radio Londra, ci finirebbe diritto come una schioppettata il giovane aitante direttore di REPU che oggi scrive:

"E' il colpo di coda del Caimano"

http://www.repubblica.it/politica/2010/06/08/news/un_giorno_di_ordinaria_eversione-4667593/

(ho paura che stiano cercando un altro Tartaglia....)

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

vivamente consigliato!

http://www.libertiamo.it/2010/06/07/eta-pensionabile-occupazione-femminile-ed-equita-di-genere/comment-page-1/

Ora cerco anche il pezzo odiernodi ICHINO.

ciao

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

gli scazzi a mezzo STAMPA tra G.Ferrara e l'esule snob riparata in Francia: le "elucubrazioni" sulle stragi del '92 e '93.

PaoloVE ha detto...

@ Francesca:

Ma l'ex ministro dell'alimentazione ed idratazione forzata non era Giovanardi, il democristiano feroce?

Ciao

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE


guarda qui!

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200909articoli/47446girata.asp

Sacconi e le sue sottosegretarie integraliste Roccella & Martini!


Giovanardi ne ha sparate di ogni per le droghe mi par di ricordare, soprattutto in occasione del caso Morgan.

massimo.zanardi ha detto...

quelle dei premi e degli ingaggi ai calciatori son tutte minchiate... anche negli USA il salary cup si applica al bilancio societario annuale, non ai singoli contratti, quindi se voglio dare 50mln a Kobe, poi sto attento a contenere gli altri ingaggi... se proprio si volesse mettere gli occhi sullo sport, sarebbe il caso di guardare al gigantesco giro di nero che alimenta lo sport professionistico e non, con supplementi agli stipendi ufficiali sotto forma di diritti d'immagine e/o rimborsi (quando va bene...) e contratti di sponsorizzazione sovrastimati per abbassare l'imponibile annuo dello sponsor... ovviamente è il segreto di pulcinella, ipocritamente ignorato perchè altrimenti in italia resterebbero sì e no una ventina di associazioni sportive in tutto, a meno di non promuovere contestualmente una nuova disciplina fiscale per il settore... la solita logica tutta italica di fare leggi idiote e poi tollerare la loro infrazione...

p.s. il governo contravviene a tutte le promesse in materia fiscale e previdenziale e Crux parla x 2 settimane della querelle tra PD e massoneria... altrochè Ministro del Diversivo...

Viola ha detto...

oggi ho sentito Milan in merito all'equiparazione dell'età pensionabile tra i sessi. Sono arrivata a sentire l'anticipazione di un argomento: qualcuno (che non ricordo) ha fatto una controproposta: investire i soldi così risparmiati nell'incentivazione del lavoro femminile, ad es. abbassando le aliquote Irpef per le donne.. fino al raggiungimento dello scopo (e questa sarebbe la ragione per cui la Corte europea non dovrebbe obiettare all'iniziativa).

Cosa ne pensate?

Michele Reccanello ha detto...

@zanardi

Fantastica la definizione ministro del diversivo!

@crux

E chi se ne frega se B. Ha la voce sensuale. Fossero tutti quelli i problemi, come zanardi ha gia` ricordato son diversi giorni che ci spappoli con la massoneria e altre cosucce del genere...

Telese ha toccato un tema, la scuola, importante. Ne vogliamo parlare?

massimo.zanardi ha detto...

@Michele
la definizione non è mia: ho citato authan che ha citato qualcun'altro...

@Viola
d'accordo con la proposta del reinvestimento dei risparmi in incentivi all'occupazione femminile... da già che ci siamo darei due lire anche ai servizi di asilo nido, alle agenzie educative in genere e a tutti quei servizi sociali la cui carenza è stata sino ad oggi supplita dalla famiglia...

Michele Reccanello ha detto...

divertente morgan quando ha detto ad un crux basito che gli sprechi sono un invenzione, ma che in realta` (e concordo) bisogna parlare di risorse che vengono mangiate.

E qualcuno provi pure a sostenere che anche questo e` populismo, qualunquismo o antipolitica.

Francesca ha detto...

@ Viola

la proposta choc di abbassare le tasse alle lavoratrici è del prof. Ichino, senatore PD e notissimo giuslavorista.
La trovi in un'intervista di ieri su La Stampa.

http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=101564


Tornando alle sparate di ieri del PDC davanti agli albergatori.... ma possibile che la lettura della risposta di uno dei presenti, data urlando dal fondo della sala, alle solite invettive contro l'opposizione, colpevole di tutto, sia di approvazione?

Non ti viene il dubbio, caro Mister B(ean) che dicendoti: "Ma lasciali perdere" l'albergatore abbia voluto chiederti di andare avanti per la tua strada, che di fastidi ne hai già abbastanza, soprattutto senza guardare gli altri?

No, evidentemente non lo capisci che qualcuno ti dice di piantarla lì per una volta, visto che la tua risposta è stata "Si, e infatti stanno perdendo"!
Perchè non ammetti critiche al tuo ritenerti perfetto ed esente da errori.

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA ....chi offre di piu'?

Masi, missione finale per il Cavaliere:
"Santoro non rifarà più Annozero"
Il dg deciso a far valere il pre-accordo per l'uscita dell'anchorman dalla Rai. Ritoccata l'offerta economica per chiudere la partita: il bonus salirebbe da 10 a 12 milioni. L'altro obiettivo è ridimensionare la Dandini.


http://www.repubblica.it/politica/2010/06/09/news/missione_masi-4682756/

PaoloVE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
PaoloVE ha detto...

@ Viola e Francesca:

sono d'accordo con l'adozione di un sistema che in qualche incentivi il lavoro femminile. E, visto il pricipio del divide ed impera, aggiungerei solo per il settore pubblico, visto che è l'unico interessato dalle restrizioni pensionistiche... :-)

Al di là delle provocazioni (vogliamo chiamarlo federalismo sociale?) è però necessario capire che la parità non verrà regalata da nessuno e che è necessario ottenerla singolarmente, perchè tutti si tengono stretti i loro privilegi.

E a questa cosa la maggior parte delle donne mi sembra francamente aver rinunciato.

Quando mi guardo intorno vedo e sento che nella maggior parte delle famiglie è ancora ovvio e scontato che ad occuparsi dei figli e della casa sia esclusivamente (o quasi) la donna.
E poichè la famiglia è il nucleo sociale nel quale la donna ha maggior potere contrattuale, trovo attualmente utopico sperare che lo Stato conceda quello che non si pretende nemmeno a casa propria.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

io nel mio piccolo, faccio la mia parte, occupandomi di tutto in prima persona.
Da single di ritorno, con casa & giardino (pure grande!), figlia e lavoro che, oltretutto, mi obbliga a star fuori dalle 7 alle 18, senza possibilità di rientro per gli orari che osservo in ufficio, pur essendo nemmeno tanto lontana.

Meno male che ci sono anche famiglie come la tua pero', dove ci si divide ragionevolmente il peso del ménage!

....ehm... quale appretto usi per i colli e polsini delle camicie?
e quale ammorbidente????

:-)))

massimo.zanardi ha detto...

@michele
sinceramente morgan mi è sembrato abbastanza alla frutta... peccato perchè il vero x factor del programma era proprio lui...

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

causa vertenza sindacale familiare ho fatto un passo indietro sulla stireria... :-)

Continuo a difendermi comunque su molto altro...

Ciao

Paolo

Francesca ha detto...

@ zanardi
premetto che non ho mai guardato X-Factor, primo perchè non amo quel genere di programmi, ma soprattutto perchè detesto la Ventura!
Dopo "Quelli che il calcio" cosi come l'aveva lasciata Fazio, con Simona che invita gentaglia come Moggi o Mastella e parla solo dei fidanzati calciatori per le sue vallette, dimentica della memorabile e coraggiosa presa di posizione contro Gasparri-occhiodibue di qualche anno addietro, francamente mi è venuta a nausea!

Non ho mai considerato Morgan un artista tanto valido, nemmeno quel poeta maledetto anticonformista e controcorrente che voleva far credere di essere...
Dopo la cacciata, gia' a RAI per una notte con Santoro, mi è sembrato un po' suonato.... ieri sera con Cruciani proprio stordito!

Tex ha detto...

Ragazzi, ma sapete dove va il Cruciani e quando torna ? Da stasera a condurre la trasmissione ci sarà Alessandro Milan...

Francesca ha detto...

@ Tex

prova a guardare se sul numero in edicola di SuperGossip6000 ci sono le foto delle vacanze della signora Cherubini....e saprai dov'è!

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

dopo la risposta a Tex puoi fregiarti dell'appellativo di "Francesca la Perfida" :-)

Concordo con te su Morgan: più che poeta maledetto ed anticonformista mi è sempre sembrato un poeta mancato e sfigato... però di poesia capisco niente.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

c'erano due alternative solamente.... o una maratona.... o...

Ma siccome ho guardato il calendario delle maratone in programma:

http://www.terramia.com/

e non ce n'è una proprio a breve...

Ma secondo voi, quel tale Teresi che ride sempre, lo dirà a Milan di andare a dare un'occhio anche al blog prima della trasmissione?!?

Zecca ha detto...

Morgan suonato e stordito ci stà, si droga...

Però il trattamento che gli è stato riservato per la frase infelice sulla droga mi è parso eccessivo. Un'ipocrisia inaudita.
E la presa per i fondelli di Crux di ieri mi è parsa un pò crudele.
Ancora uan volta une esempio di come il Dottor Ignavo faccia lo sbruffoncello coi deboli e si pieghi a 90 con i forti.

PS.
Crux non si droga, non beve e non fuma. Concentrerà tutto nel quarto vizio....ecco perchè ieri in tv l'ho visto cosi' emaciato ed appassito ;-)

Zecca ha detto...

....intendevo il calcio ovviamente!

che e' poi il motivo per cui ci ha abbandonato per un pò nelle mani di Milan.

Michele Reccanello ha detto...

@zanardi
anche a me è sembrato...
ma la battuta ha seccato il crux che lo stava incalzando.

@crux
Ieri ho sfidato il mio sonno e ho aspettato le 24 per vederti. Era meglio guardare un marziano...
Come disse francesco tempo fà anch'io ti vedo un pò deperito. Mangia un pochino di più e magari fatti una lampada!
...

Divertente che gli abbiano affidato una trasmissione giornalistica d'inchiesta. Dopo le esternazioni del Crux su Briatore (che ne prendeva le difese) scoppiato in flagrante dalla Email all'avvocato, mi sembra proprio indicato per fare giornalismo d'inchiesta.
Chissà quante lucciole x lanterne!

PS sono curioso di sentire come sarà stasera la zanzara con Milan a condurla. Mi attendo un cambiamento in meglio.

Michele Reccanello ha detto...

@Zecca

però il crux ha ammesso di farsela qualche birretta!

Francesca ha detto...

errata corrige

un occhio e non un'occhio
:-(

@ Zecca

abbandonati a Milan??
Mah non direi.... credo che il cambio (inedito?) sia vantaggioso anzi!
Lui, Maurizi e anche Spetia (che pero' è già vicario di Barisoni, ottimo tra l'altro dal festival dell'economia di Trento!) li suggerivo proprio di recente per un cambio di passo temporaneo.... in attesa che il nostro conduttore radiofonico preferito si rimetta un po' in sesto!

Figlio mio, ma te conviene magna' un po' di piu' se voi campa', mica solo chiedere a questa o quelle che stanno a cucinà mentre parleno ar telefono con te!!!

Zecca ha detto...

x Fra
si la mia era ironia. E' palese che il cambio sia vantaggioso, anche se Milan non è tra i miei preferiti. ma stasera lo ascolterò con interesse.

Si Crucio deve mangiare di piu. Sembrava un tossico nonostante il make-up.

Francesca ha detto...

@ Zecca

scusa ma chevvordì??

c'hanno mannato Giuseppino nostro in Sudafrica a seguire i Mondiali??
Ma co' chi?
Con quella crapa pelata de Carlo Genta????

Francesca ha detto...

ahahahah!!

A' Giusè, ce l'ho io una bella ricetta energetica e corroborante!

L'ho letta a pagina 32 del libro della Parodi, è pasta ripiena con gamberi e funghi: "Agnolotti, mare e Tremonti"!

Tranquillo, di panna non ce n'è, sai com'è con i gamberi proprio nun se po' sentì!!

Francesca ha detto...

no, non vi affannate a cercare su Spinoza.it la frase della ricetta.

E' mia! Capito?!

Era un pezzo che l'avevo nel gozzo e l'avrei detta anche alla Zanzara, se solo mi avesse richiamato Cruciani, con tutte le sere che mi son messa pazientemente in attesa.

Sapendo del suo folle quanto incomprensibile interesse per la cucina, avrei esordito dicendo: "Buonasea Cruciani, mi scusi eh!?!? Spengo il gas chè stavo cucinando".... e lui sicuro, abboccando all'amo: "Ah ci dica, e cosa di buono?"

E cosi gli avrei servita la battuta!

Francesca ha detto...

Che il premier abbia scarsa dimestichezza con la storia è cosa nota. Fa i capricci ad ogni 25 aprile, è convinto che il muro di Berlino sia ancora in piedi, promette una visita a papà Cervi che è morto da quel dì. E via andando.

Per fortuna, a dare una prospettiva storica al discorso berlusconiano ci pensano i giornali fiancheggiatori.

Questa mattina del lavoro d’archivio si occupa Libero, che in prima pagina dimostra come ai tempi di Prodi le crocerossine erano tutte brutte grifagne e tarchiate mentre ai tempi del Cavaliere sono diventate tutte bone sexy e slanciate.

“Berlusconi e il miracolo della Croce Rossa, in tre anni una metamorfosi totale”.

Nulla di nuovo, per carità. Il presidente del Consiglio ha già rivendicato più volte l’avvenenza del suo popolo femminile versus le Rosy Bindi dell’opposizione. E stupisce dunque pochissimo che il giornale di Belpietro si eserciti in questo excursus tra la donna “prodiana” e quella “berlusconiana”.

Non stupisce nemmeno, tranne che per l’eccesso di cattivo gusto, che l’espressione di una cultura tanto primitiva sia affidata alla firma di un vicedirettore ma sotto pseudonimo femminile.(Franco Bechis che diventa Fosca della Minkia)

La cosa stupefacente è che la Ue ci chieda di non discriminare le donne mandandole in pensione più tardi dei maschi, mentre alle donne l’Italia berlusconiana sputa in faccia un giorno sì e l’altro pure.

T@t@ ha detto...

Effettivamente anche io l'ho visto emaciato in tv.
Però non credo sia perfetto, avrà anche lui qualche simpatica dipendenza...che ovviamente mai e poi mai ci confesserà per ovvi motivi.
Certo non è fashion victim e il cibo non lo irretisce. Apprezzabile che quest'anno non lo hanno truccato come un pierrot....io lo vedrei pure a torso nudo. Così sul serio e faceto.

massimo.zanardi ha detto...

@francesca
non considero morgan un poeta maledetto: lo considero il cantante di un discreto gruppo pop come i bluvertigo e un opinionista che quando parla di musica pop lo fa a ragion veduta e dicendo cose non banali... anche il lavoro di coaching sui "suoi" concorrenti a x factor era più significativo di quello degli altri... o meglio, a differenza degli altri, lui si sforzava di far crescere artisticamente i "suoi", senza limitarsi a far cantare gente che sa cantare...

Francesca ha detto...

@ zanardi

ok mi fido di te.
ma di quelle trasmissioni, tutte uguali copiate dall'impareggiabile "Fame" non ho grande considerazione.

ciao