martedì 11 maggio 2010

Vai avanti tu che mi vien da ridere

Se la politica italiana, e ciò che ci ruota attorno, è un teatrino, come Giuseppe Cruciani ci insegna introducendo spesso e volentieri gli ultimi parti del dichiarificio quotidiano con una musichetta da avanspettacolo, Emilio Fede e Sandro Bondi di tale teatrino sono due tra le macchiette più rappresentative. E non a caso le loro ultime intemerate li hanno portati al centro dell'attenzione durante la Zanzara di ieri.

Per i due o tre che non lo sapessero, Fede si è scagliato (nuovamente) contro Roberto Saviano, un non-eroe che, a dire del direttore del TG4, ama troppo i riflettori, mentre Bondi ha deciso di disertare l'invito al Festival del cinema di Cannes in quanto in tale sede verrà proiettata fuori concorso "Draquila" di Sabina Guzzanti, che secondo il ministro è “un'opera di propaganda che offende la verità e il popolo italiano” .

A questo punto dovrebbe partire la mia disamina. E invece no. Essendo per me impossibile prendere sul serio due personaggi del genere, non ho gli strumenti per buttar giù un approfondimento. Non riesco a concentrarmi, mi scappa troppo da ridere. Proverei lo stesso imbarazzo a disquisire seriamente di Paolino Paperino e Duffy Duck. Mi spiace, ma Bondi e Fede appaiono ai miei assai selettivi occhi non come persone reali di cui dibattere, ma come cartoni animati, caricature viventi di personaggi monodimensionali, di fantasia e di celluloide, coi quali, al più, ridere e sollazzarsi.

Pertanto cedo il passo, e lascio che a ricamarci sopra un approfondimento siano opinionisti con più contegno di me. Su Fede, in particolare, c'è la reprimenda di Filippo Facci, coadiuvato da Antonio Socci, in un bellissimo pezzo apparso oggi su Libero. Su Bondi, invece, cade l'ascia decapitante di Paolo Guzzanti, in un commento durissimo e spietato, ai limiti dell'oltraggio (anzi, fin al di là dei limiti) apparso nel blog di quest'ultimo.

Nel citare qualche frammento dai due testi, per oggi vi lascio qua. Buona lettura.


FACCI E SOCCI SU FEDE E SAVIANO

Emilio Fede si è lanciato con un'invettiva così sgangherata da rendere imbarazzante persino parlarne. [...] Saviano dovrebbe essere considerato – da tutti – un simbolo di libertà, una voce nobile, un giovane scrittore che ha rischiato e rischia la vita per innescare una rivolta nella coscienza della sua gente […] Dobbiamo capire che il nemico di Saviano è il nostro nemico, il nemico di ciascuno, ciò che infetta e minaccia anche la libertà, la stabilità, il lavoro, il benessere, i risparmi di ogni italiano che, pure, non l'abbia ancora capito. […] Roberto Saviano, che tra l'altro ha rivelato gran stoffa letteraria e straordinario talento giornalistico, in questa rivolta morale ha scommesso la sua vita fin dal principio. Ora, ad appena 31 anni, deve vivere da fuggiasco, superblindato, prigioniero, senza una vita privata. Qualche volta ha ceduto, e ha detto: non lo rifarei. Merita almeno il rispetto di chi sta con il culo al caldo.


PAOLO GUZZANTI SU BONDI E DRAQUILA

Ciò che il film mostra e dimostra, carte bollate e decreti alla mano, è che se il capo del governo vuole dichiarare che la pioggia è un grande evento, può sospendere di conseguenza le libertà civili di chi si trova sotto l'acqua, e non scherzo. […] Bondi è, politicamente palando, un pezzo di merda. Nessun ministro della Cultura, di cui lui non sa nulla, cosa che ho sperimentato molto prima che lui diventasse ministro (avete mai letto le sue "poesie"?) di un Paese normale avrebbe disertato Cannes perché vi è ospitato fuori concorso fra i contributi esterni un film antigovernativo. […] Io credo che Bondi non ha visto il film, ma ha soltanto eseguito un ordine del capoccia. Spero che vediate Draquila, perchè certamente è un film antiberlusconiano, ma soltanto nel senso che Berlusconi appare e viene filmato per quel che dice e fa. Dopodiché chi vuole vomitare, vomita. E chi vuole sorridere sorride.


---------------------------------------------

Sapevate che Sandro Bondi ebbe una particina nel bellissimo film "Il nome della rosa", del 1986? Interpretò il monaco Berengario. Eccolo in un fotogramma.


Bondi


Incidentalmente, dato che io non riesco a trattenere le risa quando vedo Fede, ho l'occasione di pubblicare un breve estratto dallo stesso film appena citato proprio sul tema del rapporto tra riso e fede. Ah, in un paio di momenti compare Bondi. Se fate attenzione lo vedete.




Il riso uccide la paura, e senza la paura non ci può essere la fede.
Il riso è lo sfogo dell'uomo volgare. Cosa succederebbe se gli uomini saggi
andassero affermando che si può ridere di tutto?
Possiamo ridere di Dio? Il mondo precipiterebbe nel caos.


56 commenti:

Francesca ha detto...

Ho letto un'intervista sul quotidiano di riferimento del ns. conduttore radiofonico preferito a SB...toh, che combinazione, stesse iniziali!
Allora per capirci "l'altro" lo chiamerò SB/2

La Guzzanti ha fatto un film di propaganda politica faziosa contro la persona del presidente del consiglio.
Cosa c’entra questo con la cultura e con una rassegna cinematografica?
Un discorso che vale anche per certi programmi televisivi come quello della Dandini


....e di Enrico Bartolino di GLOB, casualmente su RAITRE, sul quale si scatenarono lo scorso anno le ire del soave SB, aggiungo io!

Sì, il punto è che l’Italia è l’unico paese al mondo in cui una parte della cultura e della sinistra spinge il proprio odio verso chi ha ottenuto democraticamente il mandato di governare fino al punto di screditare in ogni modo l’immagine del nostro paese

A parte che non è vero, perchè se vedeste i files che circolano in rete a proposito di Sarkò e che mi arrivano dagli amici francesi.... letteralmente massacrato!

E poi basta con il tormentone dell'odio che ritorna, perchè non sia mai che si possa accettare che qualcuno critichi l'azione di governo!

A proposito poi di "screditare l'immagine del nostro paese"... molti ascoltatori di ieri sera sembrano attribuire alla Guzzanti questa responsabilità.... evidentemente non si ricordano della figura da cioccolataio che ha fatto SB/2 all'assise del PPE davanti agli sbigottiti e increduli capi di Stato + Barroso, quando inveiva conro i presidenti della repubblica comunisti, la corte costituzionale, il CSM, parlando della sua condizione di perseguitato giudiziario... con un fraseggio al quale noi siamo abituati ma che in quel contesto capiva solo lui!!
Piu' discredito per il Paese e atteggiamento da anti-italiano di cosi!!!

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

ODG del Lazio: Procedura disciplinare (aperta d'ufficio) per Massimo D'Alema, dopo le offese a Sallusti nella scorsa puntata di Ballaro'.

Le piacerebbe Cruciani che finisse qui eh?!?

E invece l'ODG ha comminato i seguenti ulteriori provvedimenti a carico di nomi noti:

Il direttore del Tg1 sanzionato per la titolazione sulla prescrizione di Mills del 26 febbraio scorso.
Nei confronti del direttore del Tg1è stato invece comminato un avvertimento del presidente «per il titolo incompleto letto nella edizione delle 13.30 del Tg1 del 26 febbraio». In quel caso si parlò di assoluzione per l'avvocato inglese, David Mills, e non di prescrizione.

(okkio Cruciani, l'ODG sta per arrivare anche da Lei!)

Decisa inoltre l'apertura del procedimento disciplinare a:

Maria Giovanna Maglie
e
Antonella Piperno

per gli articoli riguardanti la collega del Tg1 Maria Luisa Busi. Su esposto di quest'ultima, è stato contestato alla Maglie l'articolo su Libero del 2 aprile scorso e alla Piperno quello su Panorama del 22 aprile. Nei due articoli incriminati si criticava l'intervista alla Busi su Repubblica nella quale la conduttrice del Tg1 prendeva le distanze dalla direzione e, più in generale, la carriera di inviata della stessa Busi.

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

quando Fede attacca Saviano ho sempre l'impressione che vada oltre il solito servilismo professionale pro SB.

Mi sembra di riconoscere una personalissima invidia.

Immagino sia legittimo invidiare chi ha la forza di affermarsi lavorando a schiena dritta e con coerenza, ma non è facile, specialmente operando in certi contesti...

Quanto all'articolo di Facci (Authan mi sta facendo ricredere in bene sul suo giornalista preferito) mi piace che ribadisca la ferrea logica vigente per la quale "bisogna" spaccarsi in due: se Fede (portavoce dell'ortodossia del Leader maximo del PdL) attacca Saviano,questo DEVE essere di sinistra.
Quindi, aggiungo io per logica, qualsiasi cosa Saviano dica sarà necessariamente applaudita da tutta e sola la sinistra.

E Saviano, volente o nolenete, viene "regalato alla sinistra".
Come era già stato anni addietro per Di Pietro.
La stessa stringente logica per cui se Fini contesta SB diventa immediatamente il compagno Fini.

Mi pare che il livello di questa politica sia quello dell'asilo d'infanzia.

Però i bambini sono prevalentemente onesti, fondamentalmente (alla Paolini) comunisti e capaci di ammettere gli errori e chiedere scusa, il che è molto più bello e civile.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA



Altro personaggio da non prendere poi troppo sul serio, e quindi PERFETTO per La Zanzara, il ministro Ufo-Robot che OGGI (mai troppo tardi!) annuncia il giro di vite contro le oltre 626mila auto blu.

Gabriele, Monza ha detto...

Personaggi come Fede e Bondi mi ricordano, in brutta e lontana copia, alcuni dei più famigerati gerarchi nazisti.

OK, diciamo subito che Mister B non é Hitler e neanche la sua brutta e lontana copia (non esisterebbe un blog per parlarne, altrimenti).

Però furono proprio i Goebbels e gli Himmler, figure mediocri totalmente asservite al Capo, a sistematizzare ed eseguire le follie hitleriane.

Su scala diversa, le macchiette Fede e Bondi sono i cultori di un Credo acritico, sono gli esecutori di una propaganda liberticida, che possono provocare danni irreparabili.
Così come irreparabili furono i danni del nazi-fascismo, di cui ancora oggi le nazioni europee portano i segni indelebili.

Per questo, io mi rifiuto di considerare Fede e Bondi delle macchiette. Si tratta invece di soggetti pericolosi, che non meritano legittimazione e che invece vanno isolati prima che sia troppo tardi.

Ricordiamoci che Marco Biagi fu bollato come un rompicoglioni e lasciato morire senza scorta.

Oggi Saviano viene bollato con lo stesso epiteto da Fede, e la Camorra non aspetta altro che gli venga tolta la scorta...

liongalahad ha detto...

io Facci e, soprattutto, Guzzanti li ADORO

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA (garantito al limone!)

Renzo Bossi "la trota" & Nicole Minetti "l'igienista dentale" alla prima seduta in Consiglio Regionale della Lombardia da matricole neo-elette.

Soliti commenti da beota "che va all'università di economia" sul Canto degli Italiani .... eppero' i dodicimila voti a Brescia li ha presi eh?!?

bart27 ha detto...

@ Francesca

certo che Renzo Bossi ha preso tante preferenze, sono tutti voti di ex compagni di classe !

Francesca ha detto...

@ Bart27

per onestà dovresti dirlo che è una battuta di MARCOLINO TRAVAGLIO!

:-D

bart27 ha detto...

e chenne sacciu!

io l'ho sentita al circolo sotto casa mia, l'ha detta "il Vanni" una sera

beh, meglio così

bart27 ha detto...

comunque le parole di Fede su Saviano (come quelle di B) mi hanno fatto proprio vomitar

invidio un po' chi riesce a riderci

bart27 ha detto...

iiih, aibò

e se "il Vanni" fosse Guido da Pisa?

stasera glielo chiedo

Clem ha detto...

Milan mi si conferma come personale mito: stamattina ha letto dell'intervista ad Emilio Fido sulla questione Saviano. Una volta finito di leggere, Milan dice:
"Queste le parole di (farfugliamento)... emh, come si chiama... Emilio Fede, ecco."
Rotolamento dalle risate :DDDD

Michele Reccanello ha detto...

@Francesca

La battuta sul trota non è di Travaglio, ma Travaglio l'ha ripresa da spinoza

Francesca ha detto...

@ bart27

ma il Vanni, inteso come compagno di merende, non era passato a miglior vita??

L'amico pisano de La Zanzara si chiama Giovanni, tra l'altro credo di averlo beccato anche in altra trasmissione di interventi telefonici per gli ascoltatori di Radio24!

@ Clem

si, straordinario Milan!
E come Fede storpia i nomi per dar sfogo a tutta la sua frustrazione per chi arreca disturbo al suo amatissimo SB lo sappiamo bene da quando lo scorso anno pronunciava in tutti i modi il cognome del fotografo guardone a Villa Certosa!!

@ Caroselli

io l'ho sentita da Travaglio, prima e unica volta.
Ma se è stata confezionata da altri, chiedo venia.

ciao
stasera mi raccomando, non perdetevi Ballaro', c'è quella piu' bella che intelligente!

francesco.caroselli ha detto...

paolo tu parli tu una cosa: l'egemonizzazione della destra da parte di berlusconi...
quel chenon piace ab è di sinistra.

bondi preconizza ancor di peggio: criticare b significa criticare e offendere l'italia.

brutta china

francesco.caroselli ha detto...

france
io non ho detto niente.. è stato michele!
la battuta manco l'ho capita!

Neon+Atlas ha detto...

Un giorno il Crux ci spiegherà perchè chiama sempre in trasmissione Straquadagno...

Qual'è l'interesse e/o il contributo che dà quest'uomo..

boh.

The Old Arcade ha detto...

"dimostrare come sono tutte ampiamente spese"


Ahahahaha! Vabbeh, che si trovi il modo di spenderli, caro Straquadagno, non ci sono dubbi, non è difficile.

Ma cosa tocca sentire..

francesco.caroselli ha detto...

il motivo per cui chiama straquadanio?
eccol qui:
http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/05/11/%C2%ABper-favore-pagatemi-di-piu%C2%BB/

Lui legge sempre il blog di Giglioli..
si capisce dagli argomenti che sceglie.

Michele Reccanello ha detto...

In merito a Facci,

Ho letto gli articoli e i contenuti multimediali, che in questi mesi Authan ci ha proposto, e li apprezzo ma talvolta le sue posizioni mi lasciano interdetto.
Premetto che Saviano, per ciò che rappresenta, secondo me non può e non deve essere di nessuna parte, per cui quando Facci scrive:
"Regalare alla sinistra Roberto Saviano sarebbe una delle sciocchezze più tragicomiche che il centrodestra potrebbe fare"
Ecco io onestamente questa frase la trovo ridicola, e non riesco a capire questa cosa di regalare(?) Saviano alla sinistra.
Come la mettiamo, lui che ha come riferimento il centro-destra, le sparate del cav. sulla pubblicità che Saviano farebbe alla mafia oppure quella, ripetuta anche da alcuni uomini vicini al premier, che Mangano è un eroe - so come l'ha giustificata questa, ma secondo me non sta proprio in piedi visti precedenti penali dello stalliere - oppure ricordiamoci come concluse l'intervista ad annozero in cui ammise che c'erano dei problemi per la libertà di stampa.

Ecco, posso capire che a Facci non si riconosca nella sinistra, ma dai motivi sopradetti come fa a riconoscersi in questa destra?

Io onestamente lo vedrei meglio vicino alle posizioni di Massimo Fini.

Francesca ha detto...

il dirigente romano che becca 8mila euri e chiama STRAGUADAGNO l'onorevole del Predellino!!!

Gli ascoltatori de La Zanzara a volte sono dei geni assoluti degni dei migliori programmi di satira!

Chissà se era in aula il-fasso-tuto-mi la scorsa settimana mentre Tremonti parlava e c'erano una sessantina scarsa di parlamentari presenti....

bart27 ha detto...

.
ore 20.10

scusate, non ho sentito bene, qualcuno ha sentito la pubblicità di Libero sul Dvd allegato con i discorsi di Mussolini?

Francesca ha detto...

@ bart27

si, io.
disgustosa!
e la chiosa dello spot: "Libero regala CD"!

Francesca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesca ha detto...

ecco è ripassato proprio adesso!

"In 6 DVD da collezionare....corri in edicola!!!!"

bart27 ha detto...

20.34

l'ho appena risentita la pubblicità del dvd allegato a Libero, avevo sentito bene

brutta, con quel collage tra le parole di mussolini e il messaggio pubblicitario ne vien fuori un messaggio sconcertante

beh, consoliamoci ascoltando Fede...

bart27 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bart27 ha detto...

20.40
sovraesposizione
di Saviano !?!
Fede ma stai zitto !

io l'ho sentito Saviano quando è venuto a Pisa

disse che lui farebbe una vita molto riservata, e che l'esposizione mediatica gli serve anche PER RESTARE VIVO !!! stronzo d'un fede

buuuuuuuuuuuuuhhh !!!!

Francesca ha detto...

eddai Cruciani!
adesso ci voglioni i violiniiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!

bart27 ha detto...

20.44

"possiamo parlare di donne?"

ma cosa dici fede !?!?!?!


aaaarargaaagagghhhhhhh !!!


mi va di traverso la cenaaaaaaa

bart27 ha detto...

20.47

basta basta basta bastaaaaaaaa !!!

SPENGO





buonanotte

Michele Reccanello ha detto...

bart,
Seguendo il link proposto da authan, sul sito di libero, mi sono imbattuto nel banner che reclamizzava tale iniziativa e ho visto bene di saltarla a pié pari.

A proposito di fede, bene ha fatto authan a sorvolare, con una battuta alla benigni... Come sparare sulla croce rossa, quindi sorvoliamo!
Sul buon Bondi scommetto che a Francesca non e` sfuggito l'editoriale di marco travaglio sul FQ.

francesco.caroselli ha detto...

ci ho pensato un po meglio.
Derubricare le castronerie di Fede e Bondi solo perchè sono delle macchiette è un arrendersi.
Bondi è ministro della Cultura
fede un giornalista e direttore di rete.

Non sono mica 2 balordi.
Possono stare dove sono solo con il servilismo spinto ai suoi massimi livelli.
Oltretutto mi piacerebbe un giorno andare al canale 4 del mio televisore e trovare Eurpa7. Ovvero chi ha legalmente i diritti per trasmettere.
Fede: abusivo.
Oltrtutto ora con il digitale terrestre i canali di mediaset si ono moltiplicati...
ma sto digitale terrestre non serviva ad aumentare il numero di canali per permettere anche ad altri di trasmettere?

CONSIDERAZIONI SPARSE

dopo i 6 dvd nell'ultima uscita c'è anche il manganello.
Ci sono diversi modelli fra cui scegliere.
Sapete come le spade laser di guerre stellari
L'imperatore - Littorio Feltri
Darth Vader (Lord Fener) - Sallusti
Il conte Ducu - Porro.


Si i violini... aspetta e spera francè!
Quelli li mette solo quando non c'è
Con travaglio la stessa cosa ci si scaglia ma quelle volte che è intervenuto in trasmissione ha fatto l'amicone.
Cruciani è doppio.
CDalle parti mie si dice che "taglia", parla dietro.
Cruciani fa i violini solo sui pezzi registrati...
ma sullo sbrodolamento di Fede sui valori della famiglia e il vero amore fra Silvio e Veronica invece niente.
Cruciani detto 3 palle.
Per il coraggio. Compliments


possiamo parlare di donne?
al massimo di macchine! Ford
Escort
imbecille

bart27 ha detto...

@ francesco.caroselli

ci ho pensato un po meglio.
Derubricare le castronerie di Fede e Bondi solo perchè sono delle macchiette è un arrendersi.
Bondi è ministro della Cultura
fede un giornalista e direttore di rete.


quoto quoto quoto


e capisco benissimo reagire ridendoci sopra considerandoli ridicoli. Capita anche a me, ma solo nei giorni pari, oggi non avevo anticorpi di quel tipo

Francesca ha detto...

Mi hanno segnalato e vi giro l'info, che in FB, la nascita del gruppo ”Saviano non è un eroe” e quello che scrivono sulla bacheca gli iscritti, è da far rabbrividire. O Fede colpisce con i suoi comunicati con forze a noi sconosciute, o gli italiani sono totalmente cereblolesi.


http://www.facebook.com/group.php?gid=99096873173

francesco.caroselli ha detto...

france non ho feisbuc... e non voglio farlo per ora.

Ma se vogliamo ridere un po
ho trovato questa battuta sull'affaire fede-saviano.

Pilates

1. Emilio Fede: "Saviano non è un eroe".
2. Emilio Fede: "Saviano non è Mangano". (Claudio Contrada)

corrosiva

qualche giorno fa per il mio compleanno mi hanno regalato il libro+dvd di saviano (la parla contro la camorra).
L'ho visto 2 volte!
E' ipnotico.
Eccezionale.
Mi viene tristezza a sentire fede...ma anche qui fra amici è un po difficile discutere realmente di quello che dice saviano...
Magari se rispunta di nuovo una querelle su saviano faccio un bel post sul savianopensiero...anche perchè tutti parlano ma nessuno l'ha mai letto o ascolatato

francesco.caroselli ha detto...

di questo non parla neanche il fatto quotidiano.
PaolVe... è un articolo non un video!

La libertà d'espressione in Italia.
Sti cazzi opssss

Francesca ha detto...

@ caroselli

nemmeno io sto su FB se è per questo. Ho un profilo in altro sito di incontri virtuali e non.

il Saviano-pensiero è abbastanza noto, ormai, e si diffonde attraverso molti mezzi, anche oltralpe e oltreoceano.

Fede ieri sera al termine della telefonata con Cruciani mi sembrava lievemente in stato confusionale, forse qualcuno gli ha mandato un sms per dirgli che Saviano è la gallina dalle uova d'oro di Mondadori e che correggesse un po' il tiro!

ciao

ps ma sei anche tu del segno del Toro?

Francesca ha detto...

@ caroselli

Oltretutto ora con il digitale terrestre i canali di mediaset si sono moltiplicati...

Delizia del pubblico femminile!

Unhttp://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2010/05/mediaset-lancia-la_5.shtml?uuid=04112f08-5d9d-11df-b4b9-631631e51023&DocRulesView=Libero

«L'obiettivo – ha spiegato il direttore di La5 Massimo Donelli – è far passare le donne che guardano Canale 5 da uno zapping orizzontale a uno verticale, cioè interno al nostro mondo Mediaset. Il punto è che riscriveremo il concetto di palinsesto e fasce orarie».

Capito care le mie signore? Con tutto cio' la vostra inutile vita avrà finalmente un senso!

francesco.caroselli ha detto...

Anch'io sono del toro.
4 maggio
cmq non ci credo che vai dietro agli oroscopi.. ti prego!

Che il savianopensiero sia conosciuto ne dubito altamente.
A parte l'apparizione a che tempo che fa (da spellarsi le mani) non mi pare che sia andato in tv a raccontare e spiegare.

C'è tanta gente che ha letto Gomorra (è cmq una nicchia, quei pochi che leggono libri), ma la spigazione savianesca del perchè lui è diventato improvvisamente "pericoloso" per la camorra è INDUBBIAMENTE interessante.
E' una lettura del mondo che da coraggio che spinge ad agire a parlare.


Paoleve
questa cosa che leggi solo gli articoli mi ha scombussalato!

Francesca ha detto...

@ CAROSELLI

credo che Gomorra abbia stracciato piu' di un record fra i best-sellers della storia.
Solo in Italia sono qualche milione.
Saviano ha parlato anche alla Reale Accademia di Stoccolma con Salman Rushdie (quello dei Versetti satanici, ricordi?) qualche tempo fa.
I due si erano incontrati a NY giusto due anni fa come puoi leggere qui:

http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/spettacoli_e_cultura/saviano-rushdie/saviano-rushdie/saviano-rushdie.html

ciao
ps non credo e non leggo gli oroscopi,

francesco.caroselli ha detto...

e due.
La libertà d'espressione nel nostro bel paese.
Quando a censurare sono i magistrati.

francesco.caroselli ha detto...

Parlare con Rushdie.
Embè?
che vuol dire?
Certo per lui essere li è stato un gran orgoglio. Sono felice per lui.
Ma non credo che molti italiani grazie a questo conoscano di piu il suo "pericoloso" (per le mafie) pensiero.

Saviano può aver stracciato ogni record con Gomorra (anche se credo che moltissime copie siano state vendute all'estero, grazie al successo internazionele) ma se fermi un ragazzo di 20 anni per strada è piu probabile che conosca i pensieri di Marco Carta piuttosto che il messaggio di Saviano.
La tv la fa da padrona, anche se c'è da ammetterlo Saviano ha sfondato ben piu di un muro.

Oltretutto del saviano-pensiero io apprezzo di piu il post-gomorra.

(gomorra me la segnalò una mia amica di Napoli poco prima che diventasse famosissimo, lo lessi in 2 giorni e pensai come sarebbe bello se questae cose diventassero memoria collettiva... ringrazio ancora fortissimamente Martina per la dritta)

francesco.caroselli ha detto...

e tre. libertà di stampa e di espressione

....
Finora esiste un solo libro che ricostruisce la vicenda. Si intitola “El enigma siciliano de Attilio Manca” ed è stato scritto da un giornalista spagnolo, Joan Queralt, con vent’anni di inchieste sulla mafia alle spalle. Pubblicato nel 2008, il volume afferma che la morte del medico sarebbe una tipica esecuzione di mafia e altrettanto tipica sarebbe la dissimulazione dell’omicidio. E l’autore fa anche i nomi dei presunti responsabili. Per questo giornalista, casa editrice e addirittura le librerie della penisola iberica sono stati querelati bloccando così sia la vendita del libro in lingua originale che qualsiasi tentativo di tradurlo in italiano.
......

e fede dice che ha fatto tante inchieste.
me ne dica una

Michele Reccanello ha detto...

OT

Auguri a chi oggi compie gli anni, quanti non si dice perchè non sta bene (e anche perchè ce lo aveva già detto!)

Francesca ha detto...

@ Mike

Grazie!

...son 49 e non ho problemi a ricordarmelo!

:-)

PaoloVE ha detto...

...guri!... :-)


Paolo

Francesca ha detto...

many thanks, Paolo!

Michele Reccanello ha detto...

Sto riascoltando in podcast la puntata di ieri. Interessanti le considerazioni di Gustavo in uno dei primi interventi, su Saviano.

Michele Reccanello ha detto...

Sto ascoltando Straqua... che! ma vaffan...!!!! BASTA!!!!!!!

Michele Reccanello ha detto...

15000 euri per sti fannulloni (brunetta dove sei?). Mi accontenterei di 2500 (e mi sentirei un signore)

Michele Reccanello ha detto...

OT
La battuta su Renzo Bossi.

Fede, parlando di Saviano, parla anche di Falcone e Borsellino, dei magistrati...
Si dovrebbe sciacquare la bocca.

Giullare di corte.

Michele Reccanello ha detto...

Senti possiamo parlare di donne!!!!

Ha proprio il cervello in pappa!

Francesca ha detto...

ok Mike

avevo erroneamente interpellato Caroselli nella mia risposta, invece dovevo riferirmi a te.

io l'avevo sentita da Travaglio, ma diamo a spinoza quel che è di spinoza.....sempre che spinoza non l'abbia sentita da Travaglio!

Per le preferenze di Bossi nella lista a Brescia ho letto come è andata.
gli elettori hanno indicato "Bossi" semplicemente, anche quelli che si riferivano all'Umberto, ma siccome in lista di Bossi ce n'era una solo ed era Renzino, la trotella padana d'acqua dolce, a lui son finite le famose 12mila quasi 13 che lo han mandato in Consiglio Regionale al Pirellone,con un appananggio di 9mila euri, vero miracolato della dea bendata che, senza merito, gli ha fatto vincere alla lotteria biologica, nascendo a Gemonio a casa del Sig. Bossi sen.!

ballo777 ha detto...

Più che i canali sono aumentate le spese con il digitale terrestre! Io mi sono fatto un calcolo e ho speso più di 200 euro tra antennista e decoder... E ancora non vedo molti canali!!!!