venerdì 7 maggio 2010

La patente di moralizzatore

Ringrazio per la citazione, caro Crux, ma devo anche confessare che ho trovato la puntata di ieri sotto la soglia della sufficienza, e quasi incommentabile. A meno di non lanciarsi in una disamina sulla bizzarra figura di Lory Del Santo (fatta intervenire ieri in trasmissione in quanto vicina di casa di Claudio Scajola), la quale dà del tu indistintamente a tutti, come Cicciolina. Ma forse è meglio soprassedere.

Mi limito pertanto a segnalare che ho trovato un po' fastidioso, da parte del conduttore, quel voler insistere nel tirare in ballo, agganciandosi al caso Scajola e seguendo il solco tracciato dai quotidiani filo-berlusconiani che alzano strumentalmente un po' di polverone, vecchie questioni legate ad esponenti della sinistra aventi come denominatore comune la casa. Dopo D'Alema, ieri è stato il turno di Giovanna Melandri, e, a giudicare dal Giornale di oggi, potrebbe presto toccare a Bersani.

Per stessa ammissione di Cruciani, tali vecchie questioni non sono paragonabili a quelle di Scajola. "E però" un cacchio. Non c'è nessun "però". Anzi, il "però" lo dico io. Non si può dire che le vicende sono diverse e poi però mettere tutto nello stesso calderone con il pretesto del fattore comune "casa". Se non sono paragonabili non sono paragonabili, punto e basta. Non c'è alcun motivo per cui D'Alema, la Melandri e Bersani debbano provare un qualche imbarazzo nel commentare la vicenda Scajola, e non si capisce perché Crux insista nel proporre di sua sponte questi argomenti (si veda ad esempio l'intervista di ieri a Franco Bechis).

C'è un po' troppa facilità in giro nel distribuire patenti di "moralizzatori" a destra e a manca. Il mero avanzare delle osservazioni si trasforma in un "fare la morale", e "moralizzatore" pare sia diventato il peggiore degli insulti (lo usano spesso Nosferatu Sallusti e il suo capo Feltri). Però, a guardar bene, trattasi di un epiteto che nasconde solo la volontà di tendere al principio del "se tutti sono marci, nessuno è marcio". Che poi, tra tutti i principi, è il più bugiardo, e il più subdolo. Anzi, il più marcio.

---------------------------------

Il contributo multimediale di oggi è dedicato ad Alessandro Sallusti.

Blue Öyster Cult, "Nosferatu" (1976)




Only a woman can break his spell
Pure in heart who will offer herself
To Nosferatu...


50 commenti:

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

sante parole authan. Ma siamo sempre al solito punto del signor A e del signor B di cui parlavo in un mio tedioso commento tempo fa.

Scajola è sospettato in qualche modo di essere corrotto.
Scajola è del centrodx.

Bene.

D'Alema ha pagato un affitto in equo canone per anni.
D'Alema è del centrosx.

Quindi

D'Alema deve tacere.
Tutto il centrosx deve tacere per via del passato di D'Alema.

E milioni di italiani non trovano delirante questa logica. Personalmente trovo difficile avere rispetto per persone che non arrivano a comprendere una cosa così evidente.

Cruciani è complice ipocrita di questo meccanismo per cui si usa l'elemento comune casa per associare una possibile corruzione di un Ministro con la condotta poco morale di un ricco leader di partito che gode di privilegi.
Da un lato dice di disapprovare, dall'altro parla solo di quello.

Saluti

Tommaso

Francesca ha detto...

Grande Authan.

Ho sorriso quando ieri sera il Crux, ha fatto ascoltare "ricordati che devi morire" e "mo me lo segno"!
Lo hai colpito al cuore. :-))

E' la solita vecchia storia, il Crux con una lingua che si sdoppia, da una parte riesce ad esprimere una posizione di critica, salvo cercar subito di ricucire lo strappo che gli deve sembrare abnorme, e cosi non si ferma al punto, prosegue ed aggiunge il consueto "pero'..."

Lo abbiamo constatato proprio di recente, se la memoria non mi inganna (stamattina ho scordato di prendere la solita pasticca di Gerovital)commentando l'uscita del premier a proposito di Saviano, chi scrive di mafia e infanga il buon nome dell'Italia etc., che definì minkiata, o anche di quando disse della sconfitta del cancro.

Io non so voi, ma a me questo giochino non diverte piu' cosi tanto, è consunto.
Bisogna cambiare repertorio.
Anche se il tormentone ieri sera era proprio: "ma lei si è divertito?"

Su Lory DS.... da donna a donna..... una che ha fatto, non dico sesso, ma un FGLIO con nientepopodimenoche Eric Clapton... che mi diventa cosi idiota a soli... boh quanti anni avrà? forse è anche piu' giovane di me...
A proposito, ve lo dico ora e mai piu': i miei 49 saranno mercoledi prox, aspetto tanti auguri e.... non fiori, ma opere di bene!

Francesca ha detto...

Pero' ce n'è anche un altro di termine che viene usato come insulto da dx vs sx e alleati, tipicamente ADP.

Per come lo usa l' attuale destra sembra significare che chi ha (forse) commesso dei reati (da dimostrare), ma è un politico famoso non dev'essere nemmeno processato, perché il processo non avviene in base a precisi capi di imputazione, ma solo perché l'imputato è famoso ed invidiato.

Nel linguaggio giornalistico e politico, la tendenza a utilizzare la magistratura come strumento per conseguire obiettivi politici.

Indovinato?

Clem ha detto...

Giustizialista.
Come premio voglio l'orsetto di peluche con i baffetti di Baffetto Fuoricorso. O una cavalletta caramellata.

"non si capisce perché Crux insista nel proporre di sua sponte questi argomenti"

Beh, ma e' ovvio, perche' non gli interessa (non piu') essere l'host di un dibattito sensato. La truppa deve fare rumore e sbattere le pentole per distrarre da Scajola, e lui, da bravo, esegue.
Hanno capito che stavolta l'argomento e' troppo delicato. Le casalinghe della bassa, i tabaccai di Vergate sul Membro, i pensionati di Crevalcore, per pagare la casa soffrono e sputano sangue. Per quanto siano istupiditi dalla TV, Scajola e' indifendibile di fronte a una grossa fetta dell'elettorato di Berlusconi. Per cui se non possiamo smorzare gli animi, aizziamoli anche contro gli altri, quelli dell'altra squadra.
Intanto che Giusy parla di cazzate, le agenzie di rating ci quasi-surclassano ma poi ritrattano.

Michele Reccanello ha detto...

@Authan
"E però" un cacchio. Non c'è nessun "però".

Quasi quasi ti arrabbi come baffino. Ci manca un vaffa...
Ieri non sono riuscito a seguire la zanzara, e me la sto scaricando dal podcast per scoprire qual'è la citazione che fa GC del/dal Blog.

francesco.caroselli ha detto...

la puntata di ieri non è stata poi malaccio.

Cmq si parla di Scajola e non si parla degli altri.
Anomone Balducci & Co.

Ieri ad annozero hanno detto che ormai la politica è "accessoria" al sistema corruttivo.
Ovvero non decide niente.
Destra o sinistra la cricca ha sempre lavorato.
C'è un sistema da cambiare.
Quello degli appalti d'emergenza con il segreto di stato.
Mi sembra importante!
C'era un sistema che andava dai servizi segreti ai magistrati a guardia di finanza atc..
la politica orami è solo un tassello del puzzle.
Mi rendo conto che sono discorsi un po troppo pesanti per la zanzara.. mai qui è l'antizanzara!
Perdincibacco!

Cosa userai come contributo multimediale caro Authan?
Io ti propongo il conformista di Gaber.
ciao

Francesca ha detto...

@ mamma mia Clem!

avresti dovuto sentire ieri Focus Economia, verso le 17.30 quando sono salita in auto per tornare a casa!

I titoli dei bancari a Milano perdevano tutti spaventosamente, Intesa, Unicredito, chi 11% chi poco meno... l'indice era a meno 6 (poi ha chiuso a meno 4,2 mi pare).

Ad un certo punto Barisoni esclama. "Niente da fare, stanno attaccando l'Italia".
Come se fossero sbarcati gli alieni!!

Drammatico ma anche comico, io pensavo a Tremonti chiuso nel suo ufficio che esclamava "Povca puttana, povca tvoia"!!!

francesco.caroselli ha detto...

Francè lo vai a vedere "draquila"?
Io corro appena lo mettono!

francesco.caroselli ha detto...

due giorni fa ho sentito barisoni anch'io.
Insomma c'è una sorta di gotha della finanza che puo mettere in ginocchio qualunque nazione prenda di mira.
E prechè?
per l'ignoranza dei plitici.
Quando Bill Clinton ebbe la possibilità di regolamentare gli strumenti complicati ...gli dissero che erano roba di elite e non ne valeva la pena...
ora l'attacco all'euro puo essere visto come un "avvertimento" ad Obama che vuole riformare wll street.
Ricordiamoci che gli usa hanno un rapporto debbito-pil 3 volte peggio del nostro...
Voi ci credete alle cose che girano su internt?
Tipo che esiste un gruppo di persone che controlla il mondo?
Kennedy, 11 settembre etc?
Qualcosa di inquietante c'è, e sono portato a credere che ci sia un fondo di verità...

PaoloVE ha detto...

@ authan:

l'autodifesa di Scajola era francamente imbarazzante. Con affermazioni come:
"Se dovessi acclarare che la mia abitazione fosse stata in parte pagata da altri senza saperne il motivo, il tornaconto e l'interesse, i miei legali eserciteranno le azioni necessarie per l'annullamento del contratto di compravendita" non ti schiodi certo il sospetto di essere stato corrotto.

Quindi serviva il polverone, che va dalle ex soubrette che s'improvvisano immobiliariste per sottovalutare l'oggetto dello scandalo ai benaltrismi su Dalema, Bersani e la Melandri (che non ho capito cosa avrebbe fatto non dico di male, ma nemmeno di sospetto, forse mi son perso qualcosa...).

E, alla fine, si riesce a non pensare più alle tangenti, ma solo allo strano mercato immobiliare dei potenti romani.

Missione compiuta. Siam contenti. Davvero c'è una tempesta finanziaria che sta provando a massacrarci? Che argomento noioso....

Saluti

Paolo

Lorenzo ha detto...

Si, la tattica è sempre quella che ha detto Tommaso.
E la risposta dovrebbe essere sempre la stessa.

1) se anche un altro politico ha fatto cose scorrette sarebbero DUE scorretti e non "tutti uguali, tutti innocenti"

2) avere una casa ed equo canone è un conto, evadere due terzi del pagamento e fare mettere la differenza da uno a cui dai appalti è un altro conto.

Che solamente si discuta di questo è SURREALE.

francesco.caroselli ha detto...

un altro argomento noiso.
per me non lo è.
spero non annoi neppure voi.
l'attentato dell'addaura dove sono coinvolti i soliti servizi deviati
verità per falcone
gliela dobbiamo

authan
scusa il solito off topic

Lorenzo ha detto...

P.S. fino a ieri ero convinto che Scajola si fosse coscientemente preso la mazzetta da Anemone.
Oggi dopo aver visto le varie "ospitate" di Scajola, mi viene il (piccolo) dubbio che potrebbe veramente essere così tonto da non aver appieno capito cosa stava accadendo.
Le dimissioni però sarebbero state, se possibile, ANCORA più opportune.

francesco.caroselli ha detto...

dell'affare scajola la cosa ALLUCINANTE è che non potrà mai andare a processo.
non si sa cosa ha dato in cambio ad anemone!
quindi ciccia niente nada.
nessun reato

ma il governo b avevano annunciato una nuova legge anticorruzione nel pieno dello scandolo protezione civile...
Ascoltando gli imprenditori esulatre al terremoto c'è stato un po di indignazione e quindi b che legge benissimo i sentimenti della gente aveva fatto questo annuncio.
Solo annuncio come al solito.

Michele Reccanello ha detto...

Meno male che c'è stata la battuta dell'ascoltatore Luigi, sulla del Santo...

Grazie Luigi mi hai letto nel pensiero!

Francesca ha detto...

@ Clem

..ehm...scusa caro, ho una curiosità.... come si chiamano gli abitanti di Vergate sul Membro.... forse "caxxoni"??

Neon+Atlas ha detto...

Certo règaz che dopo aver visto ad Annozero la casa di Scajola confesso di aver avuto un dubbio. Saranno anche 250 mq al Colosseo, ma vista marciapiede. 1 miliardo e mezzo non li valeva neanche per scherzo. Quello di Lory del Santo sì, però.

Il vero mistero è perchè l'abbia comprata. Un altro pò e te lo potevi vedere in ciabatte davanti alla tv..

Clem ha detto...

@ Francesca: ti restituisco l'orsetto di peluche come premio per avermi scoperto.
Non sapevo che Vergate sul Membro fosse una località di fantasia. Se dovessi acclarare che qualcuno mi ha regalato un atlante stradale con località inventate, mi dimetto.

francesco.caroselli ha detto...

neon la casa di scajola è di fronte al colosseo,
forse il palazzo non è un granchè.... ma devi vedere anche dove sta.
eppoi non sono 180 bensi 250mq

cmq c'è una cosa rilevante e rivelante: il PD non ha chiesto le dimissioni di scajola, Il Giornale invece si.
Ed è la prima volta che lo fa con un membro del governo.
Non voglio fare dietrologia allucinante alla Annunziata, ma cmq è davvero stupefacente

Francesca ha detto...

@ Clem

si, esiste!
se saprai dirmi chi ne è il sindaco potrai riavere il tuo peluche!
ti do un aiutino.... comincia per T e finisce con I.
Forza, ce la puoi fare!

ma nessuno (inteso come non uno, alcuno, per carità non svegliamo il can che dorme!) si sbilancia con il Toto-Zanzara???

Io forse potrei buttar li un:

Totti: Napolitano depreca gesti di violenza sportiva

naturalmente il Crux pronto a dire Napolitano pensasse ad altro.

e anche:

Dandini: Intollerabile attacco al governo, il premier contro la trasmissione comunista pagata coi soldi dei cittadini

Neon+Atlas ha detto...

@francesco

certo che è al Colosseo e quindi la posizione c'è, però un milione e mezzo... ti ci compri parecchio. Un pò di stupore rimane.

In quanto al Giornale che chiede le dimissioni di Scajola non ci vedo nulla di strano. Il Giornale non adotta il punto di vista del PDL ma di Berlusconi e basta. E mr B lo ha "mollato" da subito Scajola.

francesco.caroselli ha detto...

neon
1)e perchè b lo ha mollato?


2)Il prezzo a m2 delle case di Roma è fra i piu alti al mondo.
Pure qui a cs il prezzo a m2 è 1,2-1,5 mila euri a m2
Roma è un'altra cosa.
Il prezzo di 1,5 milioni è in linea con il mercato

gigi ha detto...

Ho sentito la Del Santo e era odio Cruciani. E' stata con il grande Eric Clapton e non può essere così (fate voi). A meno che anche il grande chitarrista sul piano intellettuale non fosse un gran che. Ti prego Crux, ora non distruggermi anche i Beatles.

gigi ha detto...

Dimenticavo. Dopo aver sentito la Del Santo e visto la casa mi son chiesto se questa società così amata dal ns. Crux (liberale tout court) non sia una bufala. Io in quella casa non ci starei nemmeno per tenere le capre, vista sul Colosseo, ma cosa vuol dire? alla fine sono più furbi i leghisti, il mio conterraneo Calderoli l'ha presa sui colli di Bergamo e vi asicuro che è tutta un'altra cosa. A questo punto mi viene il dubbio che avesse ragione Marx e non Smith. Il valore di un bene deriva dal lavoro che contiene e non dal prodotto della domana e dell'offerta. O forse è meglio così, più i coglioni si riuniscono in branchi numerosi, più resta spazio per i pochi che hanno ancora il sale in zucca.

Ornette ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Clem ha detto...

Beh, ragazzi, Clapton all'epoca si bucava col vinavil, la Del Santo non so, ma se stavano insieme... inoltre le è cascato il figlio di 5 anni dal sessantesimo piano (da cui Tears in Heaven), quindi se non chimica, qualche botta emotiva forte la sua testa l'avrà presa.

ste76 ha detto...

Sara' ma io, nella mia profonda polemicita' e pretenziosita', da Bersani continuo ad aspettarmi qualcosa di piu' che questa uscita moralistica contro Scajola SCONTATISSIMA:
1) SCONTATISSIMA perche' giusta.
2) SCONTATISSIMA perche' lui e' di sinistra quindi "rubare" case mentre molta gente fatica a pagarla e' sbagliato
3) SCONTATISSIMA perche Scajola e' nel partito opposto

Ahh a proposito, stiamo facendo qualcosa per quel problemino della deriva? O aspettiamo che affondi?

Ho una bella domanda per mettere in crisi il PD: andranno tutti gli esponenti del PD a vedere "draquila"? Un mese di squisite discuisizioni e poi una bella discesa in piazza. Dai dai.
E poi di nuovo tutti a sorseggiare whiskey o giocare a bridge.

bart27 ha detto...

20.22

come spesso succede, un'ascoltatrice che cercava di dire qualcosa di critico è stata bellamente "sfumata" da Cruciani.

Che fastidio.

Francesca ha detto...

stupendo il siparietto con Barbato dell'IDV che viene invitato a recitare nuovamente "Viva l'Italia" di De Gregori(o).

Poi l'inciampo sul testo e Cruciani confeziona un pezzo di autentico teatro:

"Ennò adesso lei ha cambiato spartito"

e Barbato

"come ho cambiato partito????"

Nemmeno ne "La Cantatrice calva" di Ionesco!

LOL

ste76 ha detto...

QUIZ delle 21:

Perche' ci sono cosi' tante trasmissioni, canzoni, film, documentari, addirittura poesie che parlano male del PDL e nessuna che parla male del PD?

Vuoi vedere che c'e' una censura occulta, da parte del PD, cappeggiata dal perfido Cappezzone che si e' persino intrufolato nel PDL in incognito. Sara' mica stato lui a comprare di nascosto la casa a Scajola?

Oppure B. e' tanto furbo da aver compreso, dopo aver letto Oscar Wilde, che l'unica cosa peggiore che qualcuno parli male di te e' che nessuno parli di te, e quindi finanzia lui stesso la dandini per poi poter fare la vittima?

Non avete ancora trovato la risposta?
Il motivo e' semplice: qualunque forma d'arte che dovesse nascere dall'argomento PD sarebbe di una noia mortale.

Gabriele, Monza ha detto...

Caro Authan,

il continuo rovistare nella spazzatura da parte di "Livorio" Feltri e Nosferatu Sallusti é una tecnica che ha un preciso ed emblematico precedente.

Mi riferisco alle inaccettabili parole pronunciate da Bettino Craxi in parlamento, durante il periodo di Tangentopoli.

La sua autodifesa, basata sul "così fan tutti, siamo tutti colpevoli", fu dirompente. Craxi riuscì ad intorbidire le acque e a ribaltare la realtà dei fatti.
Gli inquirenti di Mani Pulite, da accusatori, divennero accusati.

Ancora oggi ne paghiamo le conseguenze, non solo con i continui attacchi ai giudici, ma anche con le vergognose campagne giornalistiche finalizzate a "mettere merda nel ventilatore".

Francesca ha detto...

la conferenza stampa di Bertoliso è stata se possibile ancor piu' esilarante di quella di Scajola.
Forse hanno lo stesso autore, i testi e le battute sembrano usciti dalla stessa testa....di...!
Uno che di certo lavora a Merdaset, magari a Zelig, scelto magari proprio da SB, espertissimo in bugie, per prestare soccorso agli amici in difficoltà!


Pero' fantastico l'ascolttore che manda a Cruciani l'sms in cui fa notare che in fatto di barelle Bertoliso dovrebbe essere esperto, altro che affermare che al centro massaggi su una barella non si puo' combinare nulla.
Eddai Disguido, mica ci vorrai far credere che fai l'amore con la luce spenta e solo in camera da letto!?
Scusa eh, ma l'adrenalina che ti da la camporella.....?!? (ah che bei tempi!)

Ecco cosi la Zanzara è al punto giusto ("lei si è divertito?") e chi osa parlare ancora di cricca, gli tolgo l'audio.

TRAFFICO!

Michele Reccanello ha detto...

camporella...
Bei tempi mi rimembri.
Mi hai fatto sciagattare dalle risate.

Francesca ha detto...

@ Mike

il fatto di frequentare da tanto i toscani, m'ha fatto diventar briccona pure a me!

No, pero' dai, pensa l'imprudenza di Bertoliso, sottosegretario a un passo da diventare ministro ai suoi tempi d'oro, che davanti ai microfoni fa quella battuta da quattro soldi su Clinton e "il fattore Monica" che li accomuna!

Ma tu pensa se lo viene a sapere Hillary, che già, e con giusta ragione, quando Bertoliso diede di matto a dare dei patetici agli americani per i soccorsi ad Haiti, si incacchio' non poco e dovette correre il lucido Frattini a ricucire lo strappo diplomatico!!

Michele Reccanello ha detto...

abbonati alle figure internazionali di merda, mettici corna, cu-cu, e abbronzati.
Buona notte a tutti.

francesco.caroselli ha detto...

scusate cos'è la camporella?
non sono toscano!

Vorrei però tanto sapere da Bertolaso come fa dire 2 cose antitetiche e rimanere serio.
Il lettino è cosi squallido e brutto che non si può fare nulla, qui ribbatterei che c'era tutto il salaria village a sua disposizione e quindi sarebbe potuto andare nelle piscine o in qualunque altro posto piu comodo, ma soprattutto come fa a sostenere che è scomodo visto che si addormenta durante i massaggi?


Piccolo commento alla battuta di francesca su Hilary-Haiti-Bertolaso: In quel caso disguido aveva ragione da vendere. Peccato che da uomo di governo non era nella posizione giusta per dirlo!

PS
Stanotte ho sognato di trovarmi ad una conferenza-convegno leghista. Mio Dio!
Su Internazionale di qualche settimana fa ho letto un articolo che era molto simile a quello che vi dicevo sulla Lega.
Nell'articolo di le monde si parlava delle ""lezioni" che i leghisti danno sulla "filosofia", la storia, i personaggi, il linguaggio e l'attuazione del federalismo. Veramente interessante.
Se lo trovo su internet ve lo linko, ma è difficile. Peccato.

Michele Reccanello ha detto...

Non è toscana la parola. Almeno credo.
La prima volta l'ho sentita usare da una ragazza di Bergamo, 18-20 anni fa.
Comunque ecco qua il significato.

PaoloVE ha detto...

@ ste76:

che nella politica italiana qualsiasi cosa sia meglio del silenzio è probabilmente vero.
Infatti il PD cerca di farsi sentire pochissimo ;-)

Che qualsiasi forma d'arte venga fuori dalla sinistra debba necesariamente essere mortalmente noiosa è invece probabilmente una caxxata.

Secondo i miei gusti Virzì, Ozpetek, MCR,..., (potrei continuare a lungo) penso siano la dimostrazione del contrario.

Ma l'errore credo sia voler politicizzare l'arte: quando ho visto Olimpia della Riefensthal l'ho trovato esteticamente bellissimo...

Saluti

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

Un pensiero sulle dichiarazioni di Bondi sul film della Guzzanti. Giudica il film perchè lo ha visto, o perchè parla male di Bertolaso e del suo adorato capo? Se dovesse usare lo stesso metro di giudizio che usa per giudicare il film sulla Guzzanti (che presumo non ha visto) gradirei di conoscere il pensiero del bravo ministro della cultura, in merito alle dichiarazioni di Bertoldo.

PS Si vergogni! ormai celebre battuta del ministro. Magari si mettesse allo specchio quando la pronuncia...

Michele Reccanello ha detto...

Buona Domenica a tutti gli ascoltatori,

(Speriamo che il sole regga)

A proposito di Bondi, c'è un'articolo in cui risulta che il ministro dei beni culturali ha nominato un parrucchiere come direttore per un restauro.

Giovedi mi era sfuggito un'articolo interessante di Ostellino sul CDS dal titolo "Cade la borsa anche lo stato", i passaggi salienti:
Se lo Stato fosse, come dovrebbe, al servizio del cittadino, e non viceversa, la «cura» del governo greco dovrebbe consistere, soprattutto, nella cancellazione degli enti inutili, nella riduzione degli sprechi, nel contenimento della burocrazia, nella lotta alla corruzione e alle complicità politico- finanziarie. In una parola: nella riforma di se stesso.

Invece, saranno tagliati, con le pensioni, i salari, bloccati aumenti e assunzioni nella Pubblica amministrazione; aumentata l’età pensionabile — settori di spesa sui quali la politica aveva raccolto finora consensi, a scapito dell’equilibrio di bilancio — aumentata l’Iva e tassate una tantum le imprese. È lo Stato moderno che, adesso— dopo averne assecondato i vizi — divora i propri cittadini per salvare se stesso.


E ancora:
"Quando il peso dell’apparato dello Stato ha raggiunto una certa massa critica, è pressoché impossibile ridurlo anche perché, in realtà, dietro all’affermazione dell’interesse generale esso nasconde gli interessi degli uomini che ne fanno parte. In tale contesto, la riduzione della pressione fiscale diventa inattuabile perché — come spiega bene la scuola di Public Choice— «se i governanti offrono beni pubblici in cambio di voti, gli elettori, dal canto loro, si comporteranno come consumatori razionali di tasse.»

L'autore prende come spunto la crisi greca ma, dal mio punto di vista, quanto sostenuto si può tranquillamente applicare anche ad altri paesi.

Francesca ha detto...

OT

La Guzzanti era ieri pomeriggio ospite di Radio24 nel bel programma di cinema del sabato La rosa purpurea.
Credo dovrebbe madnare dei fiori al soave Bondi e ringrziarlo di tanta tanta pubblicità aggratis.
Anche su La Stampa il mitico Jena-Barenghi ci dedica la sua perla quotidiana!

Ho sentito le anticipazioni ed è roba da non crederci!
Agli sfollati, nel periodo di permanenza nelle tendopoli da aprile 2009 a quando sono poi arrivate le famose case in autunno, era VIETATO consumare alcool, MA ANCHE caffè e soprattutto COCA-COLA!
Motivo? Paternalismo all'italiana.
Per star calmi e non sovraeccitare gli animi.
E i carabinieri vigilavano la sera tra gli attendati per controllare che il coprifuoco fosse rispettato e che dopo le 22 non ci fosse in giro nessuno.

francesco.caroselli ha detto...

le cose delle guzzanti che francesca riporta erano già risapute in rete.
Anzi nelle tendopoli era proprio vietato installare reti wi-fi.

France l'altra sera a che tempo che fa mi sono visto il tuo gramellini...
ha picchiato parecchio duro!
Le autoblu in italia sono 570.000.
siamo il primo paese al mondo.
Il secondo gli usa ne hanno 74.000.
Mi ha parecchiamente sconvolto.

B domenica a tutti

Francesca ha detto...

scusa caroselli, ma adesso sei tu che arrivi ultimo.
quando si è parlato della proposta dell'on. Gallo di un trattamento preferenziale per le patenti degli autisti delle auto blu, qualche giorno fa, io avevo linkato un articolo che dava le scandalose cifre .... dunque non lo hai letto, ma devo dire che non si tratta certo del IV mistero di Fatima, anzi è uno di quegli argomenti che ogni tanto ritornano a farci ingrossare il fegato, cosi come le spese del Quirinale, superiori a quelle di Bickingham Palace e i mille disgustosi privilegi della casta in generale.

ciao

ps: ho sentito proprio adesso Tito Boeri riferire dell'incontro al vertice UE.
Ha deprecato l'intervento di SB che ha anticipato la notizia della Banca Europea che acquisterebbe il debito dei Paesi in difficoltà : Grecia e Spagna, parlando in luogo del massimo organismo e togliendogli quindi autorevolezza.
Le solite figure di cacca!
poi Boeri ha detto chiaro e tondo che occorre accantonare il federalismo perchè rischia di costare troppo ora e lottare contro il sommerso, altro che scudo ficale!
Chissà i leghisti della minkia adesso si scateneranno con titoli a 4 colonne sulla padania.

Michele Reccanello ha detto...

francesco,
In merito alle auto blu...
Lo raccontava anche quel rappresentate sindacale degli autisti di rappresentanza, intervenuto in trasmissione in settimana. Raccontava che addirittura i rettori delle universita` ne fanno uso. Bei tempi quando Veronesi era il ministro della sanita` e si muoveva per Roma con l'autobus!

Ornette ha detto...

@Francesco: quello del numero delle auto blu resta un mistero, anch'io ho sempre letto le cifre che riporti tu, ma alla Zanzara Cruciani le ha definite qualche giorno fa "cifre ridicole", sostenendo (non so secondo quali fonti) che siano appena 3.000..Boh..

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

passatemi l'ironia e con la stima che mantengo per Bertolaso:

http://www.ferrox.it/scheda_ita.php/idcat=1/idsottocat=2/id=3

Ecco, un paio di idee di cosa poterci "fare" ce le avrei... mmmhhh, in verità più di un paio... :-)

Che dite, è poco fantasioso lui o lo sono molto io?

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

io tutta sta stima.... mica ce l'ho in Bertoliso, specie dopo la goffaggine della scorsa settimana.
Ha avuto un ruolo importante, con mezzi smisurati a disposizione e un ottimo ingaggio. Ci mancava solo che non conseguisse qualche risultato.
E' prossimo a lasciare il testimone, ma si sapeva da tempo, per quanto è curioso come si legga sui quotidiani di consulenze ed appalti aggiudicati ai suoi familiari diretti (moglie e cognato) per il G8.

Tutto da acclarare e siamo garantisti per carità ma, cosi come per Scajola, che non si capisce come sia potuto tornare ministro dopo il fatto di Biagi, anche per Bertolaso le ombre lasciano qualche inquietudine e spero non gli venga in mente, una volta raccattate le sue cose, di tornare dopo poco a buttarsi in politica.

Citando Severgnini:
Certa gente dev'essere squalificata dalla vita pubblica. Basta, via, sciò. Come accade in tutti Paesi con cui vogliamo misurarci (dalla Germania alla Francia, dall'Inghilterra agli USA).
È una sanzione sociale che non sta in alcun codice, ma è la valvola di sicurezza delle democrazie. Chi ruba soldi pubblici - e in Italia sono in tanti che rubano tanto - non può avere la faccia di ripresentarsi. E invece in Italia la faccia ce l'hanno eccome. Trovano partiti che li ricandidano - pazzesco. E soprattutto ELETTORI CHE LI RIVOTANO - incredibile. O, per lo meno, questi elettori accettano che certi soggetti vengano cacciati in fondo a qualche lista bloccata - penoso. Mi ha colpito la durezza con cui Franco Battiato, giovedì, ha parlato del tema. Ma ha ragione. Nel 1991 scrisse la profetica "Povera Patria" (http://www.youtube.com/watch?v=3UUS65a1c6Y).
Diciott'anni dopo, siamo ancora lì'.

Povera patria!
Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos'è il pudore,
si credono potenti e gli va bene quello che fanno;
e tutto gli appartiene.

Francesca ha detto...

sempre a PaoloVE

Sui mondiali di ciclismo a Varese...sempre a proposito di Bertoliso a capo delle emergenze/grandi eventi.

Da chiarire è come, quando e perché entra in gioco Ligresti. L'imprenditore possedeva un bel terreno a due passi dall'ippodromo, con vista sulle Alpi: l'aveva adocchiato nel 1998 quando era ospite, per scontare una pena, di una comunità per tossicodipendenti. Lo compra per poco più di un miliardo di lire. E quando, nel 2005, la federazione di ciclismo sceglie Varese, l'area è lì, pronta per l'inserimento nel "piano delle opere" di Bertolaso come "opera funzionale all'evento" da approvare in variante urbanistica....


http://www.repubblica.it/cronaca/2010/03/08/news/mondiali_ciclismo-2550230/

PaoloVE ha detto...

@ Francesca:

su Bertolaso ammetto di avere una visione "alla Cruciani", un po' guercia in senso positivo.

In effetti continuo a valutarlo sull'operato nelle reali emergenze, situazioni nelle quali non mi pare abbia sfigurato, anzi.

Che poi la Protezione Civile abbia operato a mio avviso impropriamente al di fuori di questi ambiti, venendo sempre più spesso coinvolta anche per i grandi eventi, in situazioni dove sembrano essersi verificate numerose anomalie amministrative, è vero.

Ma non so quanto di questa scelta sia riconducibile a Bertolaso.

Saluti

Paolo

Clem ha detto...

OT: Per gli articoli di Internazionale: c'e' una app per iphone/ipod che permette di scaricare i pdf della rivista due settimane dopo l'uscita in edicola. Un po' scomodo dato lo schermo piccolo ma se mi dite quale articolo cercavate...