venerdì 28 maggio 2010

Attenti a quei due

Secondo post del giorno, di Authan, dopo quello di Paolo.

++++++++++++++++++++++++

Ditemi dove devo firmare. Per avere Giuseppe Cruciani e Luca Telese in doppia conduzione alla Zanzara ogni santo giorno, dico. Dopo la prima esperienza di qualche giorno fa, ieri si è ripetuto l'esperimento (non casuale ma voluto esplicitamente dal Crux), ed è stato di nuovo un successo, tra gag con gli ospiti, allegri bisticci e simpatiche punzecchiature reciproche.

Ormai è chiaro. Se il taglio che Cruciani vuol dare alla sua trasmissione è quello dell'ironia, dell'infotainment puro, dell'ora di ricreazione, beh, piuttosto che intervistare i personaggi dello spettacolo più improbabili, che sui fatti del giorno non hanno nulla di rilevante né di spiritoso da dire, una soluzione più proficua è quella di farsi affiancare da "un attaccante che sappia com'è fatto un gol", cioè da uno speaker che padroneggi l'arte dello strappar sorrisi. Uno come Luca Telese, insomma, o un altro come lui.


Telese&Cruciani


Intendiamoci, non sto mettendo su una bilancia i due amigos Cruciani&Telese per dire in termini assoluti che uno è meglio dell'altro. Dico solo che se nella Zanzara di una volta (che io a dirla tutta un po' rimpiango), quella seria e seriosa dove l'uso della lente di ingrandimento sui fatti del giorno era la parte prevalente, il vendicatore Cruciani con la sua ascia dialettica era perfetto, nel momento in cui mister Zanzara ha deciso di passare armi e bagagli sul piano dell'infotainment puro il nostro conduttore preferito si è arenato contro uno scoglio: l'evidenza che la sua capacità di strappare la risata e il suo senso dell'umorismo sono inadeguati (e please, che nessuno si offenda). Serve assolutamente il contributo di una spalla che abbia la comicità nel sangue.

Viva Luca Telese, dunque, sotto questo punto di vista. Non "al posto di", ma "insieme a". Perché anche Telese da solo funziona peggio. Accoppialo con Cruciani e... boom! E' il classico caso del duo artistico la cui efficacia complessiva ammonta a più della mera somma delle parti. Cruciani e Telese come Stanlio e Ollio, come Bud Spencer e Terence Hill, come Dylan Dog e Groucho, come Roger Moore e Tony Curtis.

----------------------------------------

Contributo multimediale: la bellissima musica che faceva da sigla ad "Attenti a quei due" (in originale "The Persuaders"), telefilm inglese dei primissimi anni '70, con Roger Moore e Tony Curtis.




18 commenti:

Gabriele, Monza ha detto...

Caro Authan,

tutte le volte che Cruciani sbraca nel...Minzolinguismo (e nella Zanzara dei primi tempi non succedeva), penso a Telese come il suo naturale contrappeso, se non come un suo possibile sostituto.

Non avevo mai considerato l'ipotesi dell'accoppiata Cruciani-Telese, che in effetti costituirebbe forse la rinascita del programma (e la sopravvivenza dell'Anti-Zanzara).

Sarebbe una soluzione brillante, forse troppo per essere vera.

Urge iniziativa in tal senso, che facciamo?

Francesca ha detto...

Sarà anche stato voluto fortemente da Cruciani, ma almeno ieri Telese non aveva il copione da recitare per contratto.

La Zanzara è cosi, e ormai è chiaro all'intelletto piu' primitivo, prendere o lasciare.

Quando è in luna buona, Useppe regala chicche come l'intervista a Borrelli e tematiche di cui si nutrono i vari blog.
Se invece vuol far spettacolo chiede insistentemente a Clementino da Ceppaloni se ha ricevuto l'invito per andare all'isola dei famosi e quanto pesa.

Il tandem Cruciani-Telese, coppia fissa come Stan Laurel & Oliver Hardy non mi appassiona e non credo sia alle viste di Radio24.

PaoloVE ha detto...

Amch'io apporrei la firma sotto quella di Authan.

So che per i puristi dell'informazione il gioco delle parti può non essere gradito, ma almeno si spezza la monotonia monocorde del Crux, la trasmissione migliora un po' e, pur nella caciara, qualche opinione fuori dal coro passa con senza che Crux possa esercitarvi i soliti artifici che utilizza con gli ascoltatori.

Saluti

Paolo

francesco.caroselli ha detto...

Authan per dirla tutta Cruciani e Telese sono due beni complementari.

Sono perfettamente d'accordo con te e anzi.... l'avevo detto io!

Se però devo dare una percentulae di quanto questa accoppiata estemporanea possa trasformarsi in una coppia "stabile" direi 15-20% do probabilità...
Chissa forse 1 o 2 volte alla settimana sarebbe piu fattibile...


Cmq ringrazio Cruciani per l'idea e l'umiltà (e quindi per la professionalità)

Clem ha detto...

Mi ricordo quando ancora stavo in Italia e un giorno sono salito in macchina e mi sono sentito Telese che gigioneggiava alla Zanzara... mi è venuto un colpo. Poi ho capito che Cruciani era in vacanza e che sarebbe tornato, e pheeeew.
Erano appunto i tempi della trasmissione che non definirei "seriosa" ma semplicemente seria, lente d'ingrandimento eccetera. La conduzione di Telese era un interruttore girato da "serio e utile" a "infotainment", troppo rapido, troppo immediato, e di fatto stonava TANTISSIMO. C'era un altro tizio che sostituiva Cruciani, molto serio e simile a lui nella conduzione ma non ricordo il nome.
Continuo a non ascoltare più La Zanzara, ma mi pare significativo che ora Telese sia percepito come un valore aggiunto :D la trasformazione graduale è avvenuta? La formula della conduzione in contemporanea rende di nuovo il podcast ascoltabile? Mi state incuriosendo.

Preciso che la professionalità di Telese non è in discussione, l'ho seguito fintanto che i video podcast di la7 funzionavano (-_- siamo nel nuovo millennio e questi ancora non sanno mettere insieme un feed rss) e leggo qualcosa sul suo blog, è in discussione unicamente lo stile di conduzione applicato a quello che era una volta la Zanzara.

PaoloVE ha detto...

@ clem:

quella che una volta era la zanzara non c'è più, nel bene e nel male.
Ultimamente ho preferito le conduzioni di Telese e, quando era motivato, di Maurizi a quelle troppo smaccatamente di parte e monocordi o vuote di Cruciani.
Ma avere due voci in controcanto, almeno occasionalmente, mi pare sia superiore a tutte le conduzioni "in singolo".
E' un modo per sentire delle motivazioni oltre che delle opnioni, opinioni che, sia per Telese che per Cruciani, sono ormai abbastanza scontate, vista la totale evidenza del loro essee schierati.

Saluti

Paolo

Authan ha detto...

Clem,
il punto che si vuol fare è che se la scelta di fare della Zanzara una trasmissione di infotainment non è ahinoi reversibile, almeno si faccia in modo che il risultato finale sia accattivante. Telese da solo funziona poco, Cruciani da solo non funziona per nulla (parlo sempre nell'ottica di una trasmissione di intrattenimento puro), me i due insieme, il cinico e il bolscevico, il buono e il cattivo, il caciarone e il glaciale, il tu e il lei, sono una bomba.

francesco.caroselli ha detto...

clem la zanzara ultima di Cruciani era inascoltabile...
un tentativo di divertire che non divertiva.
E se a questo aggiungiamo il doppiopesismo e le evidenti contraddizioni della nostra "crux"...

Vorrei aggiungere poi che Telese non era affatto come è apparso ultimamente con giuseppino.
Era molto serio.
Quasi palloso.
A volte si dilungava nel fare paralleli con scandali del passato che avevano qualcosa in comune con quelli contemporanei...
Se non sbaglio condusse la zanzara qualche tempo l'omaggio a Craxi (o cmq qualcosa di legato a bottino..poteva essere l'intitolazione della strada) e disse cose molte equilabrate...
non si mise a strepitare come invece avrebbe fatto ultimamente.
Altro segno evidente che il comportamento di Telese nelle ultime due comparsate è costruito a tavolino...
è ciò non mi piace molto.
Telese sarebbe un po piu credibile se fosse più equilibrato
Cmq distaccato.
(mi ricordo benissimo che lasciava parlare gli ascoltatori a ruota libera e in sottofondo si sentivano i tasti della tastiera che batteva...)

Neon+Atlas ha detto...

Ahahaha, Cruciani con la voce da TRANS!

Da antologia.

Clem ha detto...

@Paolo: eeeh, lo so, non ci sono più le mezze stagioni :P
Ecco chi era l'altro, Maurizi, grazie!
@authan oltre che Paolo: avevo capito qual era il punto. Se la formula doppia si definitivizzasse (?) ormai mi avete incuriosito e riinizierei a scaricarlo. Ora come ora scarico puntate scelte in corrispondenza di eventi più o meno importanti, come ad esempio le elezioni regionali.
@francesco: non so come sia il Telese attuale, se troppo sguaiato o meno, ma intuisco come la formula descritta da Authan funzioni. Per quanto riguarda il clickety click sulla tastiera, eheh, è esattamente quanto intendevo con "gigioneggiare".
Curiosità: forse in radio non si sente, ma in cuffia in podcast, in qualità un po' più alta, in sottofondo a Cruciani si sente spesso lo scratch di una matita. Inizialmente pensavo prendesse appunti, poi ho notato che il ritmo degli scratchscratch è un ritmo da "scarabocchio pensieroso". Non chiedetemi di spiegare come mai, io stesso disegno a matita e dipingo in analogico e digitale, e quando sono pensieroso e in ascolto di qualcosa faccio spesso scarabocchi nervosi sul blocco notes, e il suono è inconfondibile :D
Sicuramente prende anche appunti, ma secondo me è anche uno scarabocchiatore pensoso.
Sarebbe oltremodo fico se ce lo confermasse lui stesso. Adoro questi gossip. :P

Parola di verifica: barbar. Quel postoposto dove si passa prima di andare a casacasa, un po' come parlare alla radioradio e ascoltare la trasmissionetrasmissione.

Podmork ha detto...

Vero, finalmente ieri sera mi sono divertito a sentire la Zanzara. Purtroppo non credo che che Cruciani si terrà Telese, perché troppo intelligente per Cruciani. Alla lunga Telese lo eclisserebbe.

francesco.caroselli ha detto...

non è una marchetta...
Fra poco qui pioveranno commentatori!

francesco.caroselli ha detto...

Quindi Cruciani per difendere B per la frase in cui citava Mussolini afferma questo:
"Berlusconi è limpido, dice quello che pensa senza preoccuparsi delle conseguenze"
Bella difesa del piffero.

E' un capo di governo deve SEMPRE pensare alle conseguenze!

oscar ha detto...

questa sera è stato un delirio :)

Dario ha detto...

Ho sentito Cruciani e Telese insieme nella puntata dal Salone del Libro. Sono d'accordo, è stata una trasmissione memorabile, c'era anche stark di Spinoza, insomma quando è finita mi son detto "No, cazzo". Condivido pienamente ciò che hai detto.

Epinoderma ha detto...

A me è piaciuto tantissimo.
I due sono ESAGERATI:
l'uno schierato spudoratamnte ma se glielo dici si incappera di brutto
l'altro davvero estremo e 'travaliscoso' e per questo MOLTO piu' credibile
Concordo con le analisi: un caso perfetto in cui 1+1=11 e non 2

Michele Reccanello ha detto...

Ho notato che con Telese presente il Crux riesce ad essere più ironico e simpatico. Sembra quasi imitare lo stile ironico di Telese. Penso anch'io che la zanzara messa così diventa una sorta di programma di infotainment che secondo me può far perdere di vista quello che il programma ha di interessante e che dovrebbe essere valorizzato: Gli interventi degli ascoltatori sui fatti del giorno e dell'attualità.
In fondo (vale soprattutto per me) non è per questo che la trasmissione viene seguita?
(Ovvero avere un riscontro di cosa pensa la gente sui temi dell'attualità)

Michele Reccanello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.