venerdì 23 ottobre 2009

Più grinta, Cruciani!

Se ci fosse un premio per l'ascoltatore del mese, credo che Antonio da Foggia, l'ultimo ad intervenire ieri in chiusura di trasmissione, quello che ascolta contemporaneamente la Zanzara alla radio e i Pink Floyd col lettore CD, quello che chiama Cruciani perche “gli vuole bene”, quello che vorrebbe che Cruciani tirasse fuori “più grinta”, quello che Mastella bisognerebbe “sbranarlo”, “farlo a pezzi” e “prenderlo a schiaffoni sulla bocca”, vincerebbe a mani basse.

"Sbranare", ovviamente, si fa per dire... Non è che si voglia realmente vedere il sangue. Solo si gradirebbe, da parte del conduttore della Zanzara, un po' più di polso nell'esprimere una nota di biasimo nei confronti della nuova vicenda Mastella. Antonio ha ragione, Cruciani su certi temi semplicemente non ci mette neanche un briciolo di passione, mentre su altri, di importanza non superiore (l'antiberlusconismo, l'appello sulle donne di Repubblica, l'estradizione di Cesare Battisti, ecc), chissà perché diventa un cuor di leone.

Qualcuno ribatterà che è una questione di sensibilità. Ma certo, per carità. Però la medesima questione di sensibilità vale anche per gli ascoltatori, e io come Antonio da Foggia ieri ho trovato incomprensibile la mano leggera con cui Cruciani ha espresso le sue osservazioni sul neo europarlamentare PDL. Non che Mastella sia stato difeso a spada tratta, sia chiaro, ma neppure è stato messo su una graticola paragonabile a quelle dei radiolondrati, per capirsi.

Intendiamoci, io non ne faccio una questione di codice penale. Su quel piano, rimango in attesa degli eventi e delle decisioni della magistratura, e non apro bocca.

Il giudizio da dare qui è tutto politico, ed è un giudizio pesantissimo. Mastella (ma non solo lui) "segnalava" persone da far assumere in un'agenzia regionale campana e di certo non lo faceva sulla base di criteri di merito e di potenziali capacità desunte da una profonda conoscenza di tali persone. Pertanto, non di segnalazioni si trattava, ma di raccomandazioni vere e proprie, nella peggiore accezione del termine.

Mastella si è difeso dicendo che intendeva aiutare persone povere, bisognose, e che lo faceva, in sostanza, per amore di un territorio sofferente. Insomma, egli sarebbe un benefattore, un simil Robin Hood. Peccato che questo Robin Hood in salsa ceppalonese dà ai poveri non rubando ai ricchi ma rubando a tutti indistintamente. Perché gli stipendi ai raccomandati li pagano tutti i cittadini.

Mai preso una lira”, ha poi aggiunto l'ex ministro della Giustizia. E qui si meriterebbe un altro doppio schiaffone andata e ritorno. Perché è evidente che il tornaconto di Mastella nell'elargire posti di lavoro a pioggia non stava in ipotetici proventi economici, ma nel consolidamento di una rete clientelare basata sul voto di scambio. Non si può prendere in giro la gente così, bisogna dirlo chiaro e forte che i fenomeni corruttivi non si fondano esclusivamente sulle mazzette in busta chiusa passate di nascosto da una mano all'altra, e io questo ieri alla Zanzara tanto chiaro e forte non l'ho sentito.

Poi è evidente che Mastella non è l'unico a far "politica sul territorio" in quel modo. Però non ci si può sempre trincerare dietro il craxiano "così fan tutti" per non dare il giusto peso alla vicenda. Quel "così fan tutti" deve diventare un "così non deve fare più nessuno", porcozzìo. Mantenersi a distanza non è più accettabile, bisogna alzare lo spadone e menare fendenti. E se da qualche parte bisogna pur cominciare, tanto vale farlo con colui che di questa mostruosa anti-politica (altro che Beppe Grillo) è l'emblema.

------------------------------------

Mentro scrivevo questo post, ascoltavo i Pink Floyd.
"Wish you were here" (1975)




How I wish, how I wish you were here
We're just two lost souls swimming in a fish bowl
Year after year
Running over the same old ground
What have we found?
The same old fears
Wish you were here


45 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie Authan per il contributo musicale.
Uno dei pezzi che ho nel cuore come pochi altri....struggente e dolce.

Per Mastella bisogna proprio dire che a far sempre del bene.... si viene premiati.
Basti pensare alle 111.710 preferenze con cui è diventato europarlamentare nel 2008, magari senza nemmeno bisogno di sapere una sola parola di inglese o francese!

ciao
F.

ps: mi sarebbe piaciuto sapere come la pensava Cruciani nel 1983 a proposito del povero Enzo Tortora....

Gerrit ha detto...

Mastella...il simbolo stesso della malapolitica italiana...non che sia l'unico, per carità, ma se dovessi fare un esempio il primo che viene in mente è proprio lui.
Per quanto mi riguarda tutto ciò che va contro questo squallido personaggio non può che essere bene.

Ottima la conclusione del post, così non dovrebbe fare più nessuno.

Ma il problema rimane sempre lo stesso: c'è gente che continua ad andare dietro e a votare per questi farabutti. E' da qui che dovrebbe partire il tutto, ma al disinformato elettore medio, che attinge supinamente dalla televisione le notizie accuratamente selezionate e arrangiate (e le opinioni che fa subito sue sue) e poi pensa di essere informato, servirebbe della VERA informazione.

Paolo il democristiano ha detto...

Authan! e l'imbelvito te lo sei dimenticato? :-)

Qualcuno invece riesce a spiegarmi perchè qualcuno si allea con Mastella?

Ha fatto scappare molti potenziali elettori di sinistra e "giustizialisti" dall'alleanza di centro sx.
Ha fatto fallire varie iniziative previste dal programma di centro sx.
Infine ha fatto cadere il governo con le dimissioni.
E' comunque approdato al centro dx (anzi, era scontato che avesse già accordi in tal senso), e vi ha portato i soliti motivi di imbarazzo.

Tutto quello che ha fatto è ed era assolutamente ovvio e scontato, il suo partito numericamente conta pochissimo se non in aree limitate, da solo non adrebbe da nessuna parte e perderebbe anche quei pochi voti che tira su le politiche clientelari che persegue, ciononostante tutti se lo tirano per la giacchetta sapendo che li danneggerà: cos'è, masochismo?

Saluti

Paolo il democristiano

mauriziomorabito ha detto...

gia' visto, gia' visto 8-)

Ringhio ha detto...

Questo blog è fantastico!
Ho scoperto casualmente la trasmissione radiofonica la zanzara trovo insopportabile il modo in cui Cruciani si pone verso le persone che intervengono, scansa il confronto con la controparte come le zanzare scansano il ddt.
Quando potrò ascoltare la zanzara e avrò qualcosa da dibattere questo blog sarà il mio punto di riferimento!

Un Saluto
Lorenzo

authan ha detto...

x Francesca: che c'entra Tortora? Cmq, nel 1983 Cruciani era solo un adolescente.

x Maurizio. E' vero, Maurizio, ne avevo gia' parlato, ma e' passato taaaaanto tempo e ogni tanto fa bene riprendere lo stesso chiodo e picchiarci sopra un altro po'.

x Paolo. Ti diro'... In una ipotetica premiazione, darei il mio voto ad Antonio da Foggia piuttosto che all'imbelvito, il cui "successo" si basava molto sul suo marcato accento toscano. In effetti Antonio da Foggia meriterebbe di entrare nelle perle. Ci pensero'.

x Lorenzo. Benvenuto, aspetto i tuoi contributi

x tutti

Solo dopo aver scritto il post ho notato in rassegna stampa un bell'articolo di Irene Tinagli (giovane professoressa universitaria, ex PD, ora in nell'Italia Futura di Montezemolo) dove, con molto piu' aplomb, si esprimono concetti analoghi ai miei. Lettura consigliata.

Ciao,
authan

Anonimo ha detto...

@ MM
repetita juvant.....
quando il lupo perde il pelo ma non il vizio!
Mastella è il leader di un partito che ha un percentuali ridicole,probabilmente gli iscritti e votanti saranno la ristretta cerchia parentale e delle famiglie dei non abbienti beneficati dalle generose segnalazioni di San Clemente per gli incarichi all'ARPAC, ricoperti tra l'altro senza competenze nè capacità, alla faccia della tanto sbandierata meritocrazia che i vari ministri (Gelmini, Brunetta....)invocano e dell'efficienza nella P.A.

Tuttavia questo piccolo partito ha anche un quotidiano che costa ogni anno 2 milioni e mezzo di euro anche se non supera le 5 mila copie. Di queste solo 1.500 passano dall'edicola per finire quasi sempre al macero. L'edicolante di San Lorenzo in Lucina, a due passi dal Parlamento, spiega: "Da molti anni ricevo cinque copie ogni mattina. Non ne ho mai venduta una". Questa gigantesca 'ammuina' serve a giustificare il finanziamento pubblico: un milione e 331 mila euro.

Anonimo ha detto...

@ Authan

sorry.... è una domanda che avrei dovuto farti in privato e che si ricollega al discorso del garantismo.
Non c'entra un fico con Mastella & Co.

ciao
F.

(ma quanti anni ha il Crux?)

authan ha detto...

E' del 1966. Fai tu la sottrazione :-)

Anonimo ha detto...

solo 5 meno di me...
lo facevo piu' anziano!
:-)

ciao
F.

(Forza Toro!!)

Andrea ha detto...

La mia sarà una lettura forse un po sbrigativa e semplicistica, ma non posso fare a meno di pensare di quanto ho letto su un quotidiano la scorsa settimana (non ricordo se riformista, altro, europa, repubblica o il fatto)che il programma "le iene" - in particolare sortino - ha subito censure proprio su servizi riguardanti la mastella family (si dice che il fido fedele sia molto amico di clemente...); sapete a pensare male.. e certamente la scelta del cruciani di lavorare per un settimanale di papi (o della figlia di papi se si vuol essere + precisi) induce tali pensieri

mauriziomorabito ha detto...

@authan: ti ricordi quando Mastella e Rutelli andarono in aereo a Monza, e tutte le polemiche furono contro Mastella?

authan ha detto...

Certo che me lo ricordo. Quando Berlusconi ha recentemente fatto lo stesso abuso dei voli di stato, i giornali che se la presero con mastella (e in misura minore rutelli) se ne sono stati zitti.

authan

PS: ho capito cosa volevi dire... Pero' la polemichina occasionale contro Mastella non basta. Lo rende una macchietta quasi simpatica. Poi va a Quelli che il calcio e chi si ricorda piu' del passato. No, porca miseria. Va bandito, osteggiato, reso un paria della politica. Da tutti i media di ogni colore politico.

Paolo l'artigliere ha detto...

@ mm ed authan:

visto il normale (ab)uso che viene fatto dei voli di stato (Mastella, Speciale, SB,...), non è che semplicemente manchiamo di una efficace contrerea? :-)

Buon WE

Paolo l'artigliere

mauriziomorabito ha detto...

Mastella e' il parafulmine perfetto, il capro espiatorio che tutti vorrebbero come collega. Un vaso di coccio che non si rompe mai ma e' sempre fragile, con il faccione simpatico e l'aria da "macchietta" in modo che quando c'e' da parlare degli abusi della politica, tutti si concentrino su di lui lasciando il resto degli abusanti nella loro santa pace...

Bandirlo, osteggiarlo, metterlo alla gogna serviranno quanto la rivolta del 1647 servi' a migliorare la condizione del popolo di Napoli

authan ha detto...

Quindi, siccome e' l'utile idiota di tutta la politica, tanto vale lasciarlo in pace? E' questo il profondo ragionamento?

E lascia perdere masaniello, vola basso...

Ciao,
authan

Anonimo ha detto...

Dal mio punto di vista Mastella e' l'emblema dell'opportunismo, della politica ai piu' bassi livelli che io conosca... qualcuno mi dice che bandirlo non servirebbe???

Ma va la'!!

Saluti,
mariano

mauriziomorabito ha detto...

tanto, che cosa si ottiene, a parlare di Mastella? Mostrami uno sviluppo positivo di circa dieci anni di mastellofobia...

magari c'e' da chiedersi, chi sono gli ALTRI coinvolti? parliamo di loro!

Anonimo ha detto...

Riflettendo, mi chiedevo se l'humus politico di Mastella, non distante da De Mita, così fertile al sud, avrebbe anche attecchito nel clima del nord.. A primo acchito risponderei di no, ma poi guardando l'humus politico padano e i suoi clientelismi, deduco che ognuno ha i suoi humus che si merita..
Jack

Anonimo ha detto...

Certo, vedendo il caso Marrazzo, c'è proprio da dire che con i transessuali i sinistri vanno a nozze (o a pacs, che si voglia)

Anonimo ha detto...

@mauriziomorabito: quindi secondo te dobbiamo accettare supinamente quante schifezze Mastella fa? In questo Paese troppo prelievo fiscale non reinvestito in servizi per essere buoni con i politici...

Se mi dici: "prendiamocela con tutti, non solo con Mastella."
Ok, da qualche parte dovremmo pure iniziare, iniziamo da un punto su cui tutti (o quasi) siamo d'accordo. Non ti pare giusto? Non funziona cosi' la democrazia?

Dopodiche', passiamo al prossimo... e, come sappiamo, la lista e' lunga!! :-)

Saluti,
Mariano, che ora stacca la spina e si gode il weekend offline

mauriziomorabito ha detto...

@Mariano: "da qualche parte dovremmo pure iniziare", ma iniziamo sempre con lo stesso, poi ce ne dimentichiamo, e poi ri-iniziamo di nuovo con lui. "Fuffa", come si dice.

francesco.caroselli ha detto...

Mastella...
ancora tu!

Io dico che se ci fossero "seganlazioni" sarebbe da ridere....
Il problema è che si sono messi in posizione di comando e responsabilità persone che non avevano nemmeno le competenze per fare il loro lavoro.

Io odio Mastella... ma quasi provo pietà per lui..
certo da qualcuno bisogna pure cominciare...

Io penso di sapere perchè se la prendono con lui...
perchè sta un po di qua e un po di là... ma lo fa con arroganza.
Nella sua zona di influenza è quasi un RE... controlla tutto lui anche con metodi "pesanti" - vedi l'accusa di concussione - perciò il potere si ribella e gliela fa pagare attraverso la magistratura.

Dico questo perchè in Clabria non abbiamo nessun Mastella dominatore e che fa "sgarri", bensì una macchina perfettamente oliata che si spartisce tutto. Nessuna gelosia, nessun rancore tutto fila liscia.
Si spartiscono la torta, della sanità ad esempio, con ordinata diligenza. Hanno amici e contatti anche con la magistratura che infatti dorme beata.
E così ci ritroviamo senza nessuna indagine.
A Vibo Valentia ad esempio manca il 75% dei sostituti procuratori e nelle altre procure siamo piu o meno li....
A Catanzaro siamo a postissimo... ci sono Dolcino Favi e la figlia di Chiaravalloti all'interno (Il chiaravalloti era Procuratore Generale, il capo, e poi anche governatore nonchè anche commisario per l'emergenza ambientale in Calabria... controllava la l'Arpacal....la gemella dell'Arpac campana).

Il risultato che la Calabria ha un buco di bilancio per la sanità pazzesco....
ma la qualità dei servizi che offre è patetico tant'è che da noi c'è la migrazione "sanitaria" per farsi curare fuori.
Certo che si spendono soldi per centinaia di Protesi ai testicoli (a Locri ad esempio) e poi si sceglie come primario persone che non hanno nemmeno la laurea in Medicina...

Se solo la giustizia fosse veramente libera e indipendente....
In un certo senso la penso come i Berluscones - la giustizia è molto politica - ma sicuramente non arrivo alle stesse conclusioni....

Scusate lo Sfogo

PS- meglio Mastella che almeno poi lo beccano che gli altri - amici dei magistrati - che possono farsi i fatti propri

Francesco senza speranze

Stefano ha detto...

Ad saper aspettare una soddisfazione ogni tanto arriva.
Lo so, è vendetta, è umana vendetta!
Ma che gusto vedere rotolare nel fango il Mastella traditore che fece cadere un governo che si teneva eroicamente con lo spago.
Ma quanto gli sta bene!!!
Ma quanto godooo!!!

francesco.caroselli ha detto...

non credete alla fine di Mastella
Ma stella è immortale. I suoi "fedeli" o sudditi di Ceppaloni e dintorni continueranno a sostenerlo.

squeeze ha detto...

Vespa durissimo con Mastella ieri a porta a porta: in studio campeggiava la scritta "Così fan tutti".

cipper ha detto...

mettila nelle perle authan, momenti cosi' non ce ne sono poi tanti!

Anonimo ha detto...

Mastella è il Fede della politica: una macchietta per alcuni versi pericolosa e rappresentativa della distorsione del sistema. Come Fede mi suscita ilarità. Il peggio per me sta altrove (anche e soprattutto al Nord), dove in maniera più sottile e dietro un alone di ipocrisia si perseguono gli stessi obiettivi. In Regione Lombardia se non sei di CL non entri e sono note le vicende giudiziare della Moratti riguardanti l'assunzione di molte decine di dirigenti, senza un concorso ( e con poca professionalità), a sostituire i vecchi che comunque continuano a percepire una profumatissima busta paga e probabilmente sono quelli che ancora adesso fanno andare avanti la baracca. Si così fan tutti purtroppo così fan tutti ....
Il pluribocciato delfino di Bossi si dice abbia un incarico come consulente dell'Expo con uno stipendio di una dozzina di migliaia di euro al mese. Viva l'Italia, viva le raccomandazioni!!!
Pasquino

Anonimo ha detto...

appena ho iniziato ad ascoltare la zanzara ho sentito il bisogno FISICO di trovare una trasmissione, un blog esattamente in controfase al modo si essere di Cruciani.

...grazie di esistere

tom ha detto...

Cruciani m'ha irrimediabilmente rotto le palle. Prima o poi poteva succedere. Mi risparmio anche Giannino di primo mattino.

Anonimo ha detto...

Ah Marrà, basta farci fare figure di merda, dimettiti e basta, ora pure con il trans e la cocaina!! E' mai possibile che per essere un politico a livelli importanti si debba essere condannati, andare a puttane e sniffare cocaina. E basta, sono disgustato da questa politica. Ma perché all'estero basta non pagare il canone per essere costretti alle dimissioni e da noi non basta essere condannati, sniffare coca e andare a travestiti per porsi il problema se sia lecito dimettersi o no? Ma che paese di merda siamo diventati? E soprattutto la colpa di chi è?
Glauco
(P.s.: scusate l'imbelvimento)

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

avevo già commentato ieri, poi una distrazione sulla tastiera mi ha cancellato tutto.

Mi trovo più in accordo con Maurizio che con Authan questa volta.

Mastella è un farabutto, ma è soprattutto un capro espiatorio. Lui palesemente "vende" bene il suo supporto a questa o quella coalizione, ma è chi "compra" che è più colpevole. Chi lo ha fatto Ministro e chi lo ha ricandidato pochi mesi dopo lo squallore della fine del governo Prodi.

Mi trovo in accordo con Maurizio soprattutto quando dice "dove ha portato tutta questa mastellofobia?".

Mastella è simbolo del malaffare, ma non ne è né la causa, né tantomeno è un organo vitale del sistema. Sono d'accordo che vada colpito duramente se si proveranno le accuse. Tuttavia mi pare chiaro che resterà un caso isolato e la sua eliminazione dal panorama politico non avrà effetti profondi, tranne forse per quei posti sventuati dove ha il suo feudo personale.

Mi dà un po' fastidio il clima di odio verbalmente violento nei suoi confronti, specialmente nel cosiddetto popolo di internet, sempre sopravvalutato a mio parere.

Saluti

Tommaso

Anonimo ha detto...

Berlusconi impossibilitato a tornare a Roma da San Pietroburgo causa NEVE. Non sapevo che all'incontro con Putin fosse presente anche Tarantini...
Nimo Ano

Stefano ha detto...

Ahahahaah!!!!
Piu' che altro il Giornale dovrebbe accusarlo di trascurare i suoi impegni con l'Italia accampando scuse.

francesco.caroselli ha detto...

@ Glauco
La cosa piu brutta secondo me è il tentativi di estorsione da parte dei carabinieri...
se non ci possiamo fidare neanche di loro....

peppecrusciani ha detto...

io non sbrano nessuno perchè sono una persona equilibrata. Certo, quelle della petizione per il rispetto delle donne le ho sbranate un po', ma che c'entra. Se sbrano Mastella poi rischio di sbilanciarmi a sinistra,e questo sapete che è impossibile!

Anonimo ha detto...

Per le donne e per Marrazzo (de gustibus) segnalo nella galleria dei giornalisti "belli" anche la presenza del nostro Cruciani.
Glauco

http://www.ilfoglio.it/gallerie/109/img/6

authan ha detto...

x peppecrusciani

Ero perplesso, ma leggendo i tuoi primi post, ho dissolto i dubbi. Sei bravo!

Spero tu non abbia guai per il nome del tuo blog da tu-sai-chi.

Ciao,
authan

francesco.caroselli ha detto...

@ Glauco

Argggghhh Cruciani non sarà affatto felice di sapere che fra i belli da leggeree( sigh) c'è anchi la sua antitesi...praticamente l'anticristo....
http://www.ilfoglio.it/gallerie/109/img/8
Al Foglio una nota di merito per la scelata dello scatto (secondo me aveva fumato pesante in questo scatto)

Anonimo ha detto...

Certo che fine ingloriosa per Piero Marrazzo, figlio del grande Joe (Giuseppe), indimenticato cronista di mafia e camorra (da cui è stato tratto anche il celebre film "Il camorrista" di Tornatore)!! Tanti trans e (forse) cocaina, altro che autosospensione, dovrebbero cacciarlo!! Lui, da telegiornalista paladino dei consumatori a stigmatizzatore della prostituzione a ricattato cliente di trans! Che schifo.. Solidarietà alla moglie..
Wanda

Anonimo ha detto...

IRONIA della sorte, la via in cui Marrazzo si intratteneva in dolorosi incontri con uno dei travestiti è la stessa via Gradoli in cui fu tenuto prigioniero Moro per alcuni giorni, e la quale via fu annunciata a Prodi in una seduta spiritica a cui egli stesso partecipo' (Anche se, anche in quel caso, la seduta spiritica disse soltanto GRADOLI e gli inquirenti lo andarono a cercare nell'omonimo paesino vicino a Viterbo anziché nella via romana..) Misteri d'Italia si allacciano..
Jack

francesco.caroselli ha detto...

A me tutto questo moralismo fa schifo.
Marrazzo è stato ricattato dai carabinieri!

Poi è andato con un trans..
non ha mica stuprato nessuno!!!
E mi pare evidente che se vai con un trans non è la stessa cosa che se vai con una prostituta semplice perchè sua moglie non potrà mai argli quello che va cercando...
Ha fatto bene a sospendersi... ma Wanda per favore smettila

Anonimo ha detto...

x Francesco Caroselli
E poi il trans (sempre che sia tutto vero quello che dicono di Marrazzo) molto probabilmente era maggiorenne .... (hehehehe)
Certo che a sinistra coi trans c'è un certo feeling ...
Almeno in questo la sinistra è alternativa alla destra ....
A parte le battute che Marrazzo faccia quel che gli pare e piace basta che si prenda le sue responsabilità davanti al Partito e all'elettorato. Se lo confermano e lo votano saran fatti suoi.
Pasquino

F®Ømß°£ ha detto...

Ovviamente il problema politico non è andare con donne, uomini, trans, animali, pupazzi di pelouche, alieni...

Il problema politico si ha quando diventi ricattabile e scegli vie poco trasparenti per occultare la verità che ormai è venuta fuori.

Naturalmente al bar della zanzara si discuterà di cose come "i trans sono di sinistra e le minorenni di destra".

Saluti

Tommaso

Napoleone ha detto...

Scusate, sono nuovo del bolg ma sto peppecrusciani chi cappero è?!?
Giusto per capire.
Saluti,
Naopleone.