venerdì 9 ottobre 2009

L'altra metà del cielo

Lo aspettavo al varco, ieri, Cruciani. Ricordavo distintamente come se la prese ferocemente con Massimo D'Alema quando questi definì Renato Brunetta un "energumeno tascabile", arrivando addirittura a dire che quel genere di epiteto era “razzista”. Due sere fa, Silvio Berlusconi, a Porta a Porta, rivolgendosi a Rosy Bindi, ha detto che “è più bella che intelligente”, che equivale a dire "brutta e stupida".

Trattandosi di un apprezzamento sull'aspetto fisico, analogo a quello di D'Alema verso Brunetta, mi aspettavo da Cruciani assoluta linearità in sede di commento. Volevo sentire la parola "razzista". Non so se un mio sms invocante coerenza, mandato alla trasmissione durante la sigla di apertura, abbia influito o meno in tal senso, ma fatto sta che la parola è stata poi effettivamente pronunciata. Più volte.

E io, di tale coerenza, ne sono lieto, sebbene in realtà pensi che il razzismo qui non c'entri nulla, così come non c'entrava nel caso D'Alema/Brunetta. Razzismo è bastonare un africano all'urlo di "sporco negro" (che si ricorda del caso Abdul a Milano? E dire che lì invece Cruciani, incredibilmente, minimizzava…). No, non era di razzismo che era intrisa la battuta di Berlusconi verso la Bindi, ma di villania, maleducazione, cafonaggine, con un leggero sottofondo di misoginia.

Secondo me ha stra-ragione Rosy Bindi, quando dice (lo ha fatto ieri, intervistata da Cruciani in diretta) che “Berlusconi non considera come possibili interlocutori politici e istituzionali, ma solo e soltanto come oggetti”. Cruciani si è detto in disaccordo su questo, ma secondo me l'evidenza di questa osservazione è assoluta.

Ciò detto, credo che un'eventuale "sollevazione popolare" dell'altra metà del cielo (meravigliosa definizione dell'universo femminile coniata da Mao Tze-Tung) debba essere spontanea, autonoma, senza intermediazioni: lettere ai giornali, telefonate ai talk-show, eccetera.

Personalmente, trovo un po' forzata l'iniziativa di Repubblica, che da oggi, probabilmente dietro lo stimolo di un bel post di Vittorio Zucconi sul suo blog, ha invece "istituzionalizzato" il possibile disagio di molte donne italiano dando vita ad un nuovo appello anti-premier. Non che il contenuto dell'appello non sia in larga parte condivisibile, ma in esso c'è un fattore di strumentalizzazione delle donne, usate per portare avanti un attacco politico, che, paradossalmente, ne limita l'efficacia e la portata.

***

Il copyright della battuta "più bella che intelligente", come noto, è di Vittorio Sgarbi. E ovviamente Cruciani non ha perso l'occasione, ieri, di fare intervenire in diretta il critico d'arte, guardandosi bene, però, dal dargli del razzista...

Anzi, a Sgarbi a stato concesso di divagare allegramente su stravaganze eccentriche come l'oggettività della bellezza (giuro, Sgarbi ha sostenuto che la bellezza è oggettiva. Incredibile…) e su banalità, assimilate peraltro da Cruciani come fossero rivelazioni divine, come l'efficacia, in termini di consenso, del linguaggio diretto e non politicamente corretto, che non a caso premia esponenti come Berlusconi, Bossi e Di Pietro che in tale arte primeggiano incontrastati.

Complimenti, Sgarbi, ha appena scoperto il populismo. La prossima volta cosa dobbiamo aspettarci, l'acqua calda?

----------------------------------

"Quello che le donne non dicono", scritta da Enrico Ruggeri nel 1987, è la canzone simbolo del repertorio di Fiorella Mannoia.




E se diciamo una bugia
è una mancata verità
che prima o poi succederà


45 commenti:

Paolo the dreamer ha detto...

Buongiorno,
argomenti deboli on the air ier sera.
Non riesco ad appassionarmi alla polemica sull'aspetto della Bindi: SB non ha mai accettato una critica o una posizione diversa dalla sua senza denigrare l'interlocutore. E non ha certo fatto eccezione per la Bindi, ma si sa, purtroppo l'uomo è fatto così e per la maggioranza degli italiani questo non è un problema.
Comunisti, liberticidi, Kapò, malvestiti, maleodoranti, criminali, patologia, cancro, metastasi, pazzi, stalinisti, fannulloni, seminatori di odio, eversivi sono solo una parte degli epiteti che SB ha attribuito con disprezzo ai dissenzienti (spesso contrappuntato da ministri di peso come Brunetta o Castelli). Indifferentemente che si tratti di uomini o donne. Era immaginabile potesse venire qualcosa di diverso dal candidato italiano al Nobel per la pace?

Il mio sogno sarebbe avere una opposizione che invece di perdersi in una polemica sterile sull'uscita maleducata di turno come fa Repubblica, potesse dire: ieri il premier ha passato la giornata in polemiche sterili ed aggressioni alle più alte istituzioni dello stato INVECE DI VALUTARE LE NOSTRE PROPOSTE PER: un argomento serio a caso. Solo da qui potrebbe partire una speranza.

Saluti

Paolo the dreamer

authan ha detto...

In uno scenario politico ideale, Paolo, le cose andrebbero come tu auspichi. Ahimé, non siamo in uno scenario ideale, e non solo per colpa dell'attuale opposizione.
Ciao,
authan

PS: il mitico Giovanni da Pisa, quello "imbelvito", è stato incluso nella pagina delle perle.

Anonimo ha detto...

Grazie Authan per la nuova perla che sicuramente non ero la sola ad invocare!
Detto a uno che, come Cruciani, non si indigna (ma nemmeno si scompone piu' di tanto, vedi tele-offesa alla Bindi)per nulla: "In questo Paese non si imbelvisce piu' nessuno, nemmeno il PD" è fantastico.

Tuttavia dissento qui dal caro pisano e mi ricordo che Franceschini si imbelvì almeno un poco a suo tempo quando diede del pessimo educatore a SB e gli risposero piccati i figli di questo difendendolo a una voce sola!
Ora, dopo la carineria riservata dal loro papy alla mite Rosy, che non sarà una Venere, ma nemmeno inguardabile e pure ha fatto il ministro della Repubblica.... questi devoti pargoli penseranno sempre di aver ricevuto la migliore educazione al mondo?

Ciao
Francesca

mauriziomorabito ha detto...

concludi il post con una canzone scritta da un uomo??

authan ha detto...

E' comunque scritta da un punto di vista femminile, maurizio, e poi conta di più chi ne sia l'interprete: la Mannoia :-))

Ciao,
authan

Anonimo ha detto...

Oggi parlando con il mio promotore finanziario, mi dice che in questo periodo sta lavorando anche il sabato e la domenica per le centinaia di clienti della banca che stanno "sanando" le loro posizioni all'estero con lo scudo fiscale (N.B.: sanando, NON riportando i capitali in Italia come ci fa credere Tremorti). L'altro giorno, guardando exit, si è avuta l'idea di ciò che è il piano casa, ovvero un condono mascherato valido anche per il passato e non solo per il futuro.
A tutte queste furberie sono esclusi gli onesti e le classi più basse. Nonostante ciò sono proprio le classi più basse il nocciolo duro degli elettori di Berlusconi, perchè non si fidano più della sinistra. Come rimediare?
Matteo

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

la trasmissione di ieri mi ha fatto pensare diverse cose riguardo al tema "offesa riguardante caratteri fisici".

1) Sono d'accordo con authan nel rifiutare l'utilizzo del termine razzismo. Credo che questo sia stato usato come argomento da Brunetta per alzare i toni dopo l'episodio dell'"energumeno tascabile".

2) La frase di Berlusconi rivolta alla Bindi a mio parere ha valenza doppia: si usa una caratteristica fisica per insultare qualcuno, ma l'offesa è di un tipo per così dire "riservato" alle sole donne.
Mi spiego: non credo che, pur imbelvito per la sentenza sul lodo Alfano, B avrebbe mai utilizzato criteri estetici per attaccare un avversario maschio.

3) Alcuni esponenti di centrodx usano molto di frequente queste bassezze, fa parte del modo di esprimersi di diversi leghisti e non solo.
A sinistra personalmente non ricordo molti esempi di attacchi basati sull'aspetto fisico, ma probabilmente dipende da me e mi aspetto indicazioni in tal senso.

4) Trovo invece molto fastidioso il linguaggio di Grillo e di Travaglio, i quali tra Lodo Al Nano, Al Tappone e via dicendo contribuiscono a imbestialire lo scontro politico vanificando l'opera di informazione che dicono di voler portare avanti.
Mi spiego anche qui: per attaccare B ci sono mille argomenti, tutti sul piano morali, politico, giudiziario. Che bisogno c'è di scadere nelle offese alla sua altezza con insistenza maniacale?
Tra l'altro qualsiasi espressione indignata proveniente dal giornale su cui scrive Travaglio risulta sminuita nella sua credibilità.

5) Spesso anche in questo blog ci si lascia andare a insulti al potente di turno basati sul suo fisico. Non mi piace neanche questo, ma ovviamente è tutta un'altra cosa rispetto a un PDC, un deputato, un giornalista (nell'ordine).

Saluti

Tommaso logorroico

Anonimo ha detto...

@ matteo
ma certo che non si fidano della sinistra, che ha aperto le porte, anzi spalancate, ai clandestini e alla criminalità, mentre invece Silvio dice oggi che gli sbarchi sono diminuiti del 90% (e di riflesso con essi i clandestini).
Meno male che Silvio c'è!

F®Ømß°£ ha detto...

@Anonimo 8

Gli sbarchi possono diminuire del 100%. Ma costituivano una percentuale inferiore al 10% degli ingressi clandestini in Italia.

Per cui la tua osservazione è numericamente fuori luogo.

T.

Anonimo ha detto...

All'anonimo fan di SB vorrei anche dire che molte delle verità che vi (e purtroppo "ci") propinano sono costruie ad arte.
L'allarme criminalità da immigrati è ben stato ridimensionato dallo studio della CARITAS i cui risultati son passati quasi sotto silenzio nell'indifferenza generale, soprattutto di chi ha costruito le proprie fortune elettorali sull'ossessione della sicurezza!

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2009/10/immigrati-caritas-migrantes-rapporto-criminalita.shtml?uuid=c82a2b06-b299-11de-8d23-df24a6addf7c&DocRulesView=Libero

Francesca
:-(

Paolo il giocatore ha detto...

@ matteo:

riguardo alla tua domanda condivido gran parte di questo:

http://www.wolfstep.cc/1767/riduzione-al-fatto/#more-1767

cui muovo come appunto il fatto(evidenziato da qualcuno in uno dei commenti) che in questo momento la destra sta fornendo risposte (giuste o sbagliate, vere o false, condivisibili o meno) SEMPLICI a questa fascia di elettorato, il che permette di impressionare con l'efficacia dello slogan, mentre da sinistra non solo non arrivano risposte, ma le possibili ricette immaginabili sembrano essere complesse, e quindi inadeguate a racimolare il consenso.

Per cercare di chiarire, usare il richiamo fideistico alla mitica "mano invisibile del libero mercato" per promettere crescita economica è molto più semplice che spiegare come regolamentazione e pianificazione possano dare risultati migliori (vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Equilibrio_di_Nash#L.27equilibrio_di_duopolio_di_Cournot_e_l.27economia ).

Per cui nella fretta e nell'ignoranza si premia la soluzione semplice e suggestiva ancorchè non sia la migliore.

Saluti

Paolo il giocatore

Anonimo ha detto...

Certo che per essere il piu' perseguitato dalla Preistoria ai giorni nostri, il sig. Berlusconi comunque ha sempre fatto grossi affari in politica, senza tanti fastidi.

La legge Gasparri ha portato nelle casse di Mediaset un paio di miliardi di euro, l'utilizzazione della legge Tremonti bis sugli sgravi fiscali ha consentito la vendita del 16,8% di azioni Mediaset per 2,2 miliardi di euro esentasse, l'utilizzazione nel 2003 del condono fiscale gli ha consentito di risparmiare milioni pagando la cifra irrisoria di 1800 euro....


la lista potrebbe continuare!!!

A proposito com'è finita con il sondaggio di Radio24??

Draconian

Anonimo ha detto...

@ Draconian: Ahimé, dimentichiamo la legge D'Alema sulle concessioni radiotelevisive, quella che consente a Mediaset di pagare solo l'1% sul fatturato..E, ahimè, a tirare i fili dietro a Bersani c'è proprio il Nostromo coi baffi.
Matteo

Anonimo ha detto...

Dal Blog del CDS:

"Ma la smetta!!!
09.10|11:42Lettore_8193giu47 L'ho votato, ma ormai sono stufo di un simile personaggio che si crede un dio in terra: mi auguro che nel PdL comincino a rendersi conto che ormai il sig. Berlusconi è una palla al piede anche per il campo moderato. Si ritiri al più presto, che anche come leader è sempre stato soppravvalutato e inopinatamente strombazzato. Torni a fare il manager, che gli riesce bene: spostare spazzatura e costruire villette. Fare il Presidente del Consiglio non è il suo mestiere ... "

QUESTO E' UN REGALO SPECIALE PER ANTO' E TUTTI I B-FANS!

Cristiano ha detto...

Berlusconi confessa:
"Sono in assoluto il maggiore perseguitato dalla magistratura di tutte le epoche, di tutta la storia degli uomini, in tutto il mondo (scordandosi però di menzionare anche la via lattea e alfa centauri ndr) perchè ho subito più di 2500 udienze. E ho la fortuna, avendo lavorato bene nel passato, avendo messo da parte un patrimonio importante, di avere potuto spendere più di duecento milioni di euro per consulenti e giudici! La persecuzione naturalmente……e avvocati. la persecuzione naturalemente…"

E ora non cerchiamo di minimizzare Freud!

Collettivo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Collettivo ha detto...

@ paolo: non solo le soluzioni semplici non sempre sono le migliori, ma direi proprio che viene spacciata per soluzione ciò che soluzione non è, a uso e consumo dei sempliciotti come quello del commento 8 e milioni di altri sprovveduti, ahimé

"ho speso per i giudici" fa il paio con il "sono mafioso" di dell'utri :)

mauriziomorabito ha detto...

"razzismo" e' quando si discrimina in base a caratteristiche che la persona in oggetto non puo' modificare (come il colore della pelle, l'altezza e in qualche misura, anche la bruttezza). quindi la scelta di Cruciani mi sembra corretta.

gianpaolo ha detto...

@ authan.
Forse ieri abbiamo colpito in due. Tu con l'sms e io con una delle mie solite "pacate" email in cui ho fatto notare al doppiopesista Cruciani il comportamento di Vespa verso il prof. Olifreddi, e quello verso il suo diletto Silvio. non è che ci è andato giu pesante, ma l'ha almeno fatto notare e vista la sua stima per l'insetto, è già qualcosa.
Ciao gianpaolo.

F®Ømß°£ ha detto...

Razzismo è prendersela con tutti i nani, i neri, i brutti.

Razzismo è generalizzazione.

Prima odio un gruppo accomunato da una caratteristica. Poi uso quella caratteristica per insultare una persona.

Quello contro Brunetta o (più gravemente, perché lì un po' di sessismo c'è) contro la Bindi è un semplice sfruttare il fisico "diverso" per insultare.

Tommaso

francesco.caroselli ha detto...

Nobel per Obama.
Cruciani: è una buffonata, ha fatto solo parole, niente di concreto (stesso raggionamentoda Ostellino)
A questo punto meglio darlo a MR B.

Ma dico non la penserete così anche voi?

Analizzaziomo chi c'era prima di Obama e cosa diceva.
Bush parlava solo con i suoi corrispettivi, gli estremisti. Parlava di male assoluto e del diavolo.

Dovete ascoltare il discorso fatto al Cairo....
sono parole storiche che sanciscono una nuova era...
vi ricordo che c'era una scontro di civiltà in atto.

authan ha detto...

x maurizio.

Sottoscrivo quel che ha scritto Tommaso qui sopra. Non ha senso attaccarsi a dei formalismi, il razzismo si applica a comunità di persone, non a singoli individui. Nel caso di un insulto ad una persona, l'insulto diventa razzista se collegabile asituazioni passate di emarginazione o apartheid.

E non è mai esistita una forma di apartheid verso i nani o i brutti o i grassi, etc.

Ciao,
authan

francesco.caroselli ha detto...

paola authan cosa ne pensate del nobel a obama?

francesco.caroselli ha detto...

Ma a nessuno importa che il partito del presidente del consiglio sia stata FONDATO e realemte creato da Dell'utri???
Frequentava Tanino Cinà, Mangano...
Mah
Se non ne parliamo mai....

Il Nobel per la pace a Obama
mia impressione:
Questa è un'investitura.
Obama come metodo per risolvere le tensioni intrnazionali, il dialogo.
Mi pare molto giusto e logico.
Anche il fatto che è un'eblema della libertà.
Lui è un componente di una parte della nazione americana che è stata fino a poco piu di 30 anni fa dicriminata pesantemente:

Anonimo ha detto...

Quello a Brunetta è un insulto ben peggiore rispetto a quello della Bondi, perchè mentre la bellezza è opinabile, l'altezza no, e Brunetta è alto poco più di 1 metro e 30 cm.

francesco.caroselli ha detto...

O No!!!!!
sono già stato incasellato da Cruciani!!!
lo ammetto: sono un Obamiano

F®Ømß°£ ha detto...

Oggi proprio nn ho voglia di censurarmi.

@Anonimo 25

Brunetta è un provocatore, ha isnultato praticamente tutte le categorie di questo paese. "Elite di merda" "Fannulloni" "Andate a morire ammazzati" e via così.

Se gli si dà dell'"Energumeno tascabile" è comunque un'offesa esecrabile, tuttavia è senz'altro uno scendere al suo livello becero.

La Bindi che mi risulti non ha offeso B sul piano personale, e la frase "Più bella che intelligente" vuole dire che oltre che brutta è anche stupida. Per cui doppia offesa, per di più sessista. Sarà mica bello B? Ma nessuno si sogna di dire a lui che è brutto o a Brunetta o a Gasparri o a Cruciani.

B è a un livello infimo e becero, senza che nessuno ce lo faccia scendere.

Il discorso sulla opinabilità della bellezza mi pare un po' deboluccio

Tommaso onnipresente

Anonimo ha detto...

Perché il Nobel non darlo a Gino Strada, anche per riconoscimento alla moglie e al suo operato da vent'anni a questa parte? Se non è un pacifista lui..
Matteo

Anonimo ha detto...

Per la cronaca Gino Strada ha così commentato l'assegnazione del nobel a Obama:
“Un Nobel per la pace che fa la guerra mi sembra una contraddizione, vediamo cosa seguirà a questo premio. Se non sbaglio l’altro ieri il Senato americano ha stanziato 300 miliardi di dollari per la guerra in Afghanistan nei prossimi otto anni…” Così Gino Strada, fondatore di Emergency, commenta da Kabul la notizia del Nobel per la Pace assegnato a Barack Obama. “Ho sentito del Nobel a Obama - dice Strada - Obama è anche capo supremo dell’esercito e se non sbaglio e l’altro ieri il Senato americano ha votato lo stanziamento di 300 miliardi di dollari per la guerra in Afghanistan nei prossimi otto anni…Ho letto la dichiarazione di Casini che si dice stupito per questo Nobel.. in effetti lo sono anche io… se Obama prendesse sul serio il premio darebbe l’ordine di ritiro dall’Iraq e dall’Afghanistan domani mattina… un Nobel per la pace che fa la guerra mi sembra un poco in contraddizione…spero che lo prenda sul serio e che si assuma le responsabilità… non basta dire “sono per disarmo”, si diventa credibili quando le armi si distruggono, quando non si usano. Se è un Nobel sulla fiducia, va bene, vediamo cosa segue a questo premio. Finora ho visto solo più finanziamenti e più armi per la guerra, se cambierà questa politica sono il primo ad esserne contento”
Matteo

francesco.caroselli ha detto...

Ma quante stupidagini su Obama...

Ora si vuole fare credere che non è cambiato niente in fondo...
ma siamo pazzi!

Ecco 4 buoni motivi per il Nobel a Obama

1) Bush non firmo il protocollo di Kyoto, cosa che praticamente ha reso quella decisione molto meno potente. Obama invece è in prima linea per il cambiamento climatico. La differenza non è di forma ma sostanziale perchè l'atteggiamento degli USA sono determinanti.

2)Bush fecce carta straccia di ogni trattato internazionale sulla non-proliferazione delle armi chimiche e batteriologiche. Furano solo tre paesi non aderireno a quei trattati.(non dico gli altri 2 stati per non sparare sulla croce rossa). Obama invece ha firmato tutti i trattati entro i primi 100 giorni.

3) Le tensioni fra Occidente ed Oriente durante la presidenza Bush era arrivata a livelli intollerabili. Ora invece i paesi arabi guardano agli stati uniti in maniera diversa. E questo non succede solo perchè è nero, ma soprattutto per le parole di comprensione verso l'Islam. Senza dimenticare la chiusura di Guantanamo (prigione fuori legge creata dalla scorsa presidenza).

4)Gli afro-americani meno di 50 anni fa non avevano diritti civili, e tutt'ora sono una minoranza. Se questa non è una promessa di un mondo migliore?

Anonimo ha detto...

Nel blog si sono messi al bando gli epiteti un po' coloriti. Vabbè non è nel mio stile da becero ... è meglio che mi eclisso.
Pasquino

Anonimo ha detto...

Che puntata brutta.
Non ho nemmeno la forza di imbelvirmi, con Cruciani, totalmente insipido e superficiale, ma soprattutto con tanti interventi di ascoltatori IDIOTI, tranne uno verso la fine che è riuscito a proferire parole di senso compiuto.

Sinceramente trovo piu' comica la situazione di Radio Londra che il coretto del Nobel a SB.
Ma manda i violini piuttosto!

he danno su RADIO TRE tra le 18.30 e le 21?
Mi sa che comincero' ad informarmi!

Anonimo ha detto...

il premier è totalmente fuori controllo
insiste a creare imbarazzo istituzionale confermando di nuovo le accuse di parzialità del CDS. dal quale si aspettava la sponda riguardo alla decisione della consulta.
i suoi luogotenenti fanno da megafono in piu' occasioni al giorno alimentando lo scontro.
fino a quando il Paese potrà tollerare di occuparsi delle vicende di giustizia di SB anzichè degli italiani onesti ?

Non è vero che il 72% degli italiani sta con Berlusconi. Infatti il PdL ha avuto alle Europee il 35% dei voti con un affleuenza alle urne del 66%. Dunque gli italiani che si riconoscono nel Pdl sono 0,35x0,66 = 0,231. Vale a dire solo il 23,1%, meno un italiano su quattro.
La matemetica non è un'opinione

Cattivissima ha detto...

L'insulto di Berlusconi alla Bindi (tra l'altro, insulto neppure originale, visto che il copyright è di Sgarbi) ci fa capire a che punto sia arrivata la barbarie, oggi, in Italia.

La Bindi potrebbe essere una delle nostre madri o zie. Le donne per SB possono esistere solo se hanno il look da puttane in calore? (scusate il linguaggio, ma sono troppo arrabbiata).

Come donna mi sento profondamente offesa e schifata da quest'omuncolo che candida le donne in Parlamento solo se attraenti e disposte a passare prima dalla sua camera da letto.

La maleducazione, mediocrità, volgarità di questa persona sono davvero inqualificabili.

E se gli Italiani lo votano, è perché sono come lui.

mauriziomorabito ha detto...

@authan

> nani o i brutti o i grassi, etc.

si vede che non sei mai stato nano, brutto e/o grasso...

mauriziomorabito ha detto...

sul nobel a Obama e' presto detto: visto che non ha fatto niente per guadagnarselo a parte fornire speranza (e sarebbe gia' qualcosa...) adesso tocca a lui fare qualcosa di serio e concreto, non solo chiacchiere e buoni propositi.

Perche' se ci ritroviamo fra un anno sempre nei soliti casini (iran, iraq, afghanistan, palestina, pakistan, egitto, e poi la corea del nord, la georgia, etc etc etc) allora potremo dire che, per colpa di Obama, il Nobel per la Pace e' diventato una barzelletta.

mauriziomorabito ha detto...

passi per i capolavori del cinema italiano, ma non sapere che il Nobel per la Pace e' basato ad Oslo, e non a Stoccolma (Giuseppe C si e' corretto dopo qualche minuto) e' davvero troppo. Forse il Nostro legge troppi giornali e periodici italiani, e la sua cultura personale ne risente parecchio

cipper ha detto...

Ciao a tutti, vi segnalo un video dove si raccontano i legami tra Napolitano e Fininvest. Guardatelo!

http://www.youtube.com/watch?v=2StAKAlrU5k

squeeze ha detto...

il Giornale dimostra ancora una volta di che pasta è fatto:

Le false notizie del Giornale su Sonia Alfano alias “signora idv”

http://www.damianozito.org/?p=358

Cattivissima ha detto...

@Maurizio Morabito: non mi dire!? Il Nostro ha fatto un'altra gaffe, oltre a quella (imperdonabile) su "Umberto D."? Mi sa che la cultura dei destraioli lascia parecchio a desiderare.....

Blade ha detto...

Salve
Cattivissima hai proprio ragione, siamo così!

Lo si vede passeggiando per strada, ad uno sportello pubblico, a scuola;
l’educazione non esiste più, e non la si insegna più.

Siamo così, i valori stanno mutando e chi ci governa rispecchia in pieno quello che siamo.

Saluti

Anonimo ha detto...

Milva: Berlusconi è un pazzo, io emigro.
Non è forse che la radical-ladrona-chic ha il dente avvelenato con Silvio perché la legge sul rientro dei capitali è stata fatta un anno dopo che la furbona era stata beccata dalla gdf con un cospicuo gruzzolo (7 milioncini di euro) occultato a Vaduz? Meglio dirle le cose come stanno, prima che diventi la nuova segretaria del PD

mauriziomorabito ha detto...

Cattivissima

> la cultura dei destraioli
> lascia parecchio a
> desiderare

sulle preferenze elettorali del Cruciani non metterei la mano sul fuoco...sull'assenza di cultura politica democratica nella maggior parte della sinistra italiana, si'.

Cattivissima ha detto...

@Maurizio Morabito: cultura politica della sinistra? Non saprei. Ma quanto a cultura tout court, la sinistra non ha nulla da imparare da nessuno.

@Blade: i giovani si stanno tutti trasformando in piccoli Corona berlusconidi. Ti chiedono un'informazione e non ti dicono "grazie". Ti zompano sul piede e non ti dicono "scusi". Che società di m.!

Paolo, il più autocritico degli ultimi 150 anni ha detto...

@ Cattivissima:

non ti pare di cavalcare luoghi comuni? Se a sinistra siamo così acculturati perchè non abbiamo saputo prevedere prevenire e contrastare la berbarie montante? Ai giovani l'educazione chi la sta insegnando?
Insomma, se continuiamo sempre e solo a pensare che la colpa della situazione attuale non dipenda mai da noi non rimedieremo mai ai nostri errori...

Saluti

Paolo, il più autocritico degli ultimi 150 anni