mercoledì 7 ottobre 2009

Nell'attesa, si cazzeggia

Mentre rullano i tamburi dalle parti del Quirinale, dove ha sede la Corte Costituzionale che deve deliberare sul Lodo Alfano, è andata in onda alla Zanzara una puntata di puro cazzeggio, al cui commento si è prestato con la solita sapidità il nostro Paolo (che ringrazio infinitamente per aver sopperito alle mia mancanza di tempo). Ciao da Authan.

-----------------

[Il post di oggi è a firma di Paolo]

Buongiorno,
nella puntata di ieri, oltre all'incommentabile e disgustoso Tinto Brass sul quale stendo un velo pietoso, mi ha colpito quanta presenza di Beppe Grillo si sia sentita, e non per la breve citazione passata in onda, ma per la vera e propria presenza "in spiritu", anche nelle parole di Cruciani. Vi sembra una bestemmia? Vediamo...

1) Grillo è stato tra i primi a tirare per la giacchetta Giorgio Napolitano chiedendogli di avvalersi della facoltà di non firmare. Come Margherita Hack, la cui lettera al Corriere è stata citata ieri in trasmissione (a proposito, Cruciani mi prega di ringraziare sentitamente Authan per la dritta di ieri, voleva farlo in trasmissione, ma gli hanno mandato sopra il traffico, son cose che succedono...). Inaspettatamente, la dichiarazione dell'astrofisica è stata sì messa in discussione da Cruciani ma non derisa a prescindere come una boutade da comico svitato.

Personalmente credo che Napolitano abbia avuto torto non ad astenersi dal firmare la legge sullo scudo fiscale (di questo non ho idea precisa), ma nella rassegnata motivazione che ne ha dato allo studente (grosso modo "Tanto l'avrebbero ripresentata ed avrei dovuto firmarla per forza"): questa è oggettivamente il segno di una rinuncia al ruolo istituzionale di controllo. Se non sospettassi di parole sfuggite oltre l'intenzione ed il loro significato, vedrei ampiamente confermato l'appellativo di "Morfeo", affibiatogli da Grillo.


2) Il massiccio uso degli ultimi giorni, da parte di vari esponenti del centrodestra, dei termini "golpe", "percorso eversivo", "pericolo per la democrazia" e l'ipotesi del ricorso alla piazza, derivanti dalla discussione del lodo Alfano e dalla sentenza sul cosiddetto lodo Mondatori, sono stati bollati ieri da Cruciani semplicemente come degli errori della maggioranza. Grillo faceva un cavallo di battaglia dell'uso degli stessi termini e strumenti e veniva bollato invece come un demagogo e un visionario. Come sempre due pesi, due misure.


3) Le poco commentate affermazioni di Niccolò Ghedini che vorrebbero un premier per il quale l'applicazione della legge è "diversamente uguale" che per gli altri (ma solo l'applicazione, sia chiaro!), sono il timbro notarile a conferma delle vecchie affermazioni di Grillo sulla distanza ed autoreferenzialità dei nostri politici, ma allora queste risuotavano inaccettabili per tutto il parlamento e Cruciani le definiva demagogiche.


4) La rassegnazione dei parlamentari del PD "assenteisti" circa l'inutilità del loro ruolo e del voto degli elettori sono oggetto di pacata riflessione ed eventualmente richiami al senso di responsabilità. Anche Grillo affermava le stesse cose e per questo era indicato come un esponente dell'antipolitica.


5) Nell'intervento di ieri in diretta del presunto onorevole Antonio Gaglione (PD), infine, Cruciani ha capito dal tono dimesso e dall'enormità delle inadempienze di costui (oltre al mancato voto sullo scudo fiscale, il 90% circa di assenze, le improbabili prospettive di dimissioni, e il cambio del gruppo parlamentare in vista dell'annunciato allontanamento) che poteva infierire, e per farlo ha usato tra l'altro delle parole per rimproverargli le assenze (“lei è pagato per questo”) che sono sostanzialmente quelle che più ha rimproverato come populiste a Grillo quando questo si ostinava a chiamare “dipendenti” degli elettori i politici.


Cosa volete che vi dica, adesso Grillo, anche se non esplicitamente, si vede dare ragione su molti punti, nei fatti (chi fu già il primo ad organizzare una manifestazione di piazza sui problemi del'informazione?). L'unica notizia passata completamente sottotraccia è il tempismo con il quale è stata annunciata la discesa in campo politico del suo Movimento Cinque Stelle

Saluti

Paolo il grillino

------------------------

(Authan) Molti giornali oggi parlano di "giorno del giudizio", facendomi tornare alla mente il secondo film della saga di Terminator (Terminator 2 - The Judgement Day), nella colonna sonora del quale c'è una bella canzone dei Guns N' Roses, "You could be mine" (1991), che peraltro, a proposito di "rullo di tamburi", inizia con un giro di percussioni davvero niente male.



31 commenti:

Anonimo ha detto...

che dire di Cruciani, a caccia di lavativi dell'opposizione da indicare al pubblico ludibrio o per testimoniare finta umana compensione come nel caso della diversamente abile parlamentare PD presa a calci "da quelli di Rifondazione"?

Ma.....sull'assenza dei 50 parlamentari tra i banchi della piu' numerosa e coesa maggioranza degli ultimi 150 anni... nemmeno un fiato???

Draconian

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

Le assenze nel PD alle votazioni sullo scudo fiscale sono state una vergogna.

Trovo poco plausibile una distrazione. Credo invece che ci siano deputati che hanno interesse a far passare una legge che favorisce la malavita.

Così nella maggioranza, così ahimé nell'opposizione.

Grillo dice tante, ma se le dice urlando "Vaffanculo" per quel che mi riguarda si merita tutto il sarcasmo di Cruciani.

Sono arciconvinto che un ipotetico governo di Grillini o DiPietristi sia da non auspicare per un'infinità di motivi tra cui fanatismo, cialtroneria/incompetenza, facilità di infiltrazioni losche.

Saluti

Tommaso depresso

Anonimo ha detto...

Bossi minaccia di sollevare il popolo, ma se per una volta ci facessimo trovare pronti anche noi per una contemporanea manifestazione (pacifica, s'intende)?
Jack

Anonimo ha detto...

Per chi avesse voglia di farsi due risate, consiglio l'ironico articolo sul Barbarossa sul Riformista, che una volta tanto non serve solo a incartare le palle (dell'albero di Natale).
http://www.ilriformista.it/stories/Culture/101926/
Jack

Anonimo ha detto...

@ Jack
ottima idea!
propongo una manifestazione con tante bandiere con il presunto sole delle Alpi da dare alle fiamme!

Anonimo ha detto...

LODO ALFANO: BOSSI, NON BISOGNA SFIDARE L'IRA DEI POPOLI
"Io sono per la saggezza. Perche' sfidare l'ira dei popoli?". Umberto Bossi dice di "non avere segnali" sulla bocciatura o meno della Corte costituzionale del Lodo Alfano. "Non sara' bocciato. Speriamo bene", aggiunge. "Non si puo' - ripete al termine di un pranzo con Gianfranco Fini - sfidare l'ira dei popoli...".


E continuare ad insultare l'intelligenza della gente normale, da parte di questo povero demente, che poi sarebbe un ministro della Repubblica Italiana, si puo' invece??.

Personalmente sono convinto che la Consulta ammetterà la Legge Alfano perchè si è puntato molto a ribadire il concetto che i processi sono SOLO temporaneamente sospesi, fino a fine mandato, poi comunque intervveranno i raggiunti limiti di età a farla sfangare ancora e sempre al cavaliere.

Mettiamoci il cuore in pace e cosi l'Umberto da Giussano non dovrà far scendere a valle i bergamaschi con i fucili e i forconi.

Paolo il dubbioso ha detto...

@ tommaso:

voglio avanzare una ipotesi buonista per gli assenti del PD (anche se nemmeno io ci credo): nell'attuale situazione di perdurante crisi ed in assenza di alternative migliori qualcuno potrebbe aver preferito non "disturbare" l'attuale governo, già poco capace ed attivo, con un voto contrario. Insomma, potrebbe non essere il momento giusto, per quanto non sia bello da dire.Io personalmente forse lo avrei fatto.
Immaginatevi cosa sarebbe gestire crisi e terremoto con un governo di sola ordinaria amministrazione (è infatti quello che ha paventato SB in caso di mancata approvazione al lodo Alfano in prima battuta)

Saluti

Paolo il dubbioso

Anonimo ha detto...

Ma che fine avrà fatto Antonio???
"Antò, fatte vivo"!!

Anonimo ha detto...

@ Paolo
La penso anch'io cosi, l'opposizione non ha nessun interesse ORA di ribaltare l'esecutivo. Quindi un congresso sulla cardiologia in Puglia sarà sempre piu' importante che votare in Parlamento una legge-vergogna!

Che stiano ben assestati al loro posto i ministri del Governo, cosi in quel che resta della legislatura compiranno lo sfascio totale di questo Paese: la spesa pubblica schizzerà alle stelle, la pressione fiscale aumenterà, cosi come i senza lavoro; le carceri sempre piu' affollate, grazie a tutte le donne velate che saranno imprigionate senza colpa, mentre i mariuoli continueranno a farla franca alla faccia dei contribuenti onesti.

E per quanto riguarda i 750 milioni che SB dovrà pagare entro 10 gg a CIDIBBI' (o 749, se si puo' fare la compensazione contabile con il danno chiesto dal cavaliere di Hardcore a Repubblica??) i berluscones potranno sempre rinunciare a vendere i gioielli di famiglia come il Milan ad improbabili petrolieri albanesi e tassarsi per il bene del popolo!

Draconian

ken ha detto...

Del resto la strategia e' chiarissima, e si e' vista molto bene gia' alle ultime elezioni: sparare a zero su Grillo, screditarlo in tutti i modi possibili, sul piano personale.

Poi far passare un po' di tempo, ma neanche tanto, e ripetere le cose che ha detto lui, per farsi belli, per cavalcare il malcontento diffuso. Spesso utilizzando perfino le stesse parole.

Quello che fa ridere e' che nessuno si accorge di nulla, tranne chi come te Paolo riesce ancora a tenere il cervello in funzione.

francesco.caroselli ha detto...

@ Tommaso depresso
Anch'io non mi auguro un governo di grillini e Dipietristi....
ma sicuramente non per le motivazioni che hai dato.
Sulle infiltrazioni losche poi...
Qui in Calabria l'IDV fino all'ultima elezione era un covo di riciclati...
Soprattutto dell'expartito di Mastella (che ironia)
Per le regionale De Magistris e Di Pietro hanno commisariato il partito e..... le cose sembrano stiano cambianto RADICALMENTE


Ultim'ora.
Il lodo alfno è illeggittimo.
Ora si può prprio dire:
A napolitano....SVEGLIA!!!!
Ti hanno fatto passare sotto il naso una legge anticostituzionale!!!!
Tu quello devi fare controllare se una legge è costituzionale o no!!!!
E dire che avevi avuto il precedente...
Il lodo schifa-ani (nel senso che era una legge cosi di merda che schifava anche i Buchi di culo) che ne era il precursore fac-simile... era gia stato bocciato!
Ora voglio proprio vedere se Napolitano è incontestabile...
Si il suo atto di firmare quella cacata è stato un atto vile....
e voglio vedere se dununciano pure a me!

francesco.caroselli ha detto...

Non firmare non significa niente". Così ha risposto ieri Giorgio Napolitano ad un cittadino che cortesemente e forse con eccessiva gentilezza lo supplicava di non firmare lo scudo mafioso. Non firmare in realtà vuol dire molto, vuol dire moltissimo, o meglio, avrebbe voluto dire moltissimo. Vuol dire che, per quanto in suo potere, il Presidente della Repubblica avrebbe fermato, almeno per il momento, una delle più grandi schifezze del Governo, ossia uno scudo fiscale che permetterà ai vari Iovine, Zagaria, Messina Denaro e agli altri capi mafia di far rientrare in Italia i soldi che avevano prudentemente spedito altrove, convinti che qualcuno avrebbe potuto perseguirli; nemmeno loro potevano pensare che in Italia si potesse arrivare a tanto. Napolitano avrebbe potuto dissociarsi, dire che questa legge è un favore alle mafie e alle criminalità e dire, ad alta voce "Io non ci sto". E invece ha voluto seguire il motto che lo ha sempre contraddistinto, ossia "chi striscia non inciampa", e ha firmato di sabato, in fretta e furia, una vergogna di cui deve rispondere anche lui adesso alla pari del Governo che l'ha proposta. La parte seconda della Costituzione, nell'ordinamento della Repubblica, all'articolo 74 spiega una cosa diversa dalla bugia raccontata al cittadino: Il Presidente della Repubblica, prima di promulgare la legge, può con messaggio motivato alle Camere chiedere una nuova deliberazione. Se le Camere approvano nuovamente la legge questa deve essere promulgata. Poteva dare uno schiaffo al Governo, poteva rimandare indietro una vergogna, un pizzo richiesto alle mafie per finanziare la manovra finanziaria. E invece non lo ha fatto, e questo è un fatto che può e deve essere criticato, anche aspramente. Poteva rimandarlo indietro e non lo ha fatto; e quando qualcuno pur non condividendo qualcosa la accetta e la legittima, quella si chiama viltà; proprio per questo, in termini, non sbaglia Di Pietro quando parla di viltà e abdicazione. E a riprova che le parole di Di Pietro sono più che condivisibili, ecco le reazioni del Pd, che dopo le assenze/connivenze ha ancora il coraggio di fiatare: "L’atteggiamento del Quirinale è ineccepibile" ha detto Franceschini; "Di Pietro che fa della legalità la sua bandiera dovrebbe rispettare le istituzioni democratiche" ha sibilato Massimo D’Alema; "si tratta di un attacco inaccettabile" ha dichiarato Pierluigi Bersani dopo aver chiesto il permesso a D'Alema; "Mai più alleanze con l’Italia dei valori", Vannino Chi? ti, per terminare il nostro defilee dell'ipocrisia con il "si sta passando il segno nei toni delle parole e nel merito" della trasparente e fumante Anna Finocchiaro.

posted by Benny Calasanzio at 10/04/2009 11:25:00 AM

Anonimo ha detto...

Grandissimo Giovanni da Pisa!!!!
Cruciani ti piace vincere facile neh!??!
Stasera hai raccolto consensi a mani basse grazie ad un eroico pensionato toscano che prego Authan di mandare di diritto tra le migliori perle!!

Tra l'altro mi pare di averlo ascoltato (Giovanni) anche di sabato nella bella trasmissione di Roberta Giordano su Radio24 sempre bello carico ed imbufalito come stasera!

Che divertimento sentire Cruciani che passa dalla bocca impastata di Kossiga (amorevolmente trattato dalle energiche mani dell'osteopata che suscita l'interesse del "nostro") alla grinta di un informatissimo e lucidissimo ascoltatore che lo mette letteralmente con le spalle al muro.
E finalmente!


ciao
Francesca

francesco.caroselli ha detto...

Cruciani Talent Scout!
Grande idea quella di tenere Giovanni in Linea...
Mi imbelvisco!!!

Paolo l'imbelvito ha detto...

M'imbelvisco anch'io per solidarietà e simpatia.

Saluti

Paolo l'imbelvito

Anonimo ha detto...

Nell'apprendere della bocciatura al lodo Alnano mi vengono in mente solo tre parole da gridare:
FATTI PROCESSARE BUFFONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Jack

Anonimo ha detto...

Oggi mi è capitato di vedere per dieci minuti il question time con i ministri: un deputato del PDL chiedeva, in un'aula come sempre semideserta, alla Gelmini di prendere seri provvedimenti contro quelle scuole che, ovviamente con dirigenti politicizzati (comunisti aggiungo io), AVEVANO OSATO NON ADOTTARE IL MINUTO DI SILENZIO PER I MORTI IN AFGHANISTAN. Mi chiedo, ma con tutto quello che c'è da pensare, è assurdo rispolverare dopo tanti giorni una questione così poco importante!! Come punizione i dirigenti verranno costretti a cantare All'Armi siam Fascisti, terror dei comunisti?

Jack

Anonimo ha detto...

Il vittimismo di Silvio: la corte costituzionale è un covo di comunisti; in RAI passano solo programmi di approfondimento comunisti e di "sbeffeggiamento" stalinisti; i giornali sono per il 70% comunisti; Napolitano (fino a ieri uno struzzo che faceva passare leggi indecenti) è diventato un nemico da combattere per il solo fatto d'aver detto che sta dalla parte della costituzione.
Ma lui, Silvio lo stoico, per il bene del paese e con l'appoggio del 70% degli italiani (ma conosce solo 'sta percentuale ?) va avanti. E vorrei ben vedere. Bisogna subito lavorare sulla modifica della costituzione prima che la magistratura comunista possa "inertizzarlo".
Pasquino

Epinoderma ha detto...

ll servo 'non' muto del potere e' davvero allucinante.. piu' lo ascolto piu' mi domando perche' mi faccio cosi' tanto male.... e' malefico.. e' come Sgarbi e Ferrara o Mughini.. sai che dicono C=====E ma le dicono cosi' bene.....

A proposito di giorno del giudizio.... sotto le zampe delle bestie vestite di toghe rosse c'e' la trappolona della preskrizione... un altra volta... come sempre.. come e' statoe sempre sara'

-------------------------------
http://epinoderma.blogspot.com/

francesco.caroselli ha detto...

Ci voleva il lodo Alfano per avere finalmente una puntata della zanzara godibile… anzi di più!
Eccezionale, di come non se ne sentiva da tanto!
Il Mitico nGiovanni ha colto nel segno: Perché a Cruciani gli vengono in mente e in bocca le parole del Presidentissimo e dei suoi scagnozzi? Ovvero perché non dice che probabilmente la sua riluttanza ad affrontare la giustizia è soprattutto la consapevolezza di essere colpevole?
Finalmente uno che lo dice chiaro e tondo.
Ci sono stati diversi interventi da cui trarre spunto per qualche rapida riflessione.
Un ascoltatore ha proposto non di bloccare i processi, ma znzi di dare a queste 4 cariche dello stato una via privilegiata…In modo tale che non perdano il loro tempo prezioso girando per i tribunali….

C’è da dire che Berlusconi una legge così non la farà mai, i suoi avvocati infatti hanno sempre tirato tutto per le lunghe, sperando nella prescrizione (ha infatti fatto una legge apposta per dimezzare i tempi di prescrizione. PS la prescrizione si applica al reato e non all’imputato, quindi se c’è una prescrizione c’è un reato)
Un altro ascoltatore ha notato che la decisione è giusta… ma che è stato come tirarsi la zappa sui piedi.
Ha perfettamente ragione. Con la maggioranza del PDL si potrà fare con le buone o con le cattive la Riforma della Giustizia.
La vendetta sarà tremenda e tremo al solo pensiero di che obbrobri sarebbero capaci di combinare. (voglio ricoradre qui giusto 2 frasetti di MR B sui magistrati
a) Sono di una specie diversa. Sono una RAZZA diversa. Bisognerebbe fare ai magistrati dei test psico- attidudinali per comprovare la loro sanità mentale…infatti bisogna essere un po matti per fare quel lavoro
b) Mio padre mi diceva: “se da grande vuoi fare del male devi dventare o Dentista, o “scusate non ricorda cosa”, o PM!

Stiamo attenti alle parole. Se Napolitano fino all’altro giorno erano da difendere perché firmava la qualunque oggi è un avversario per Berlusconi! Perché? Perché i giudici costituzionali che ha nominato Napolitano hanno votato contro il lodo…. E certo poteva andarci Pecorella (il penalista di MR B)

Secondo me si sta preparando una stagione brutta e pina di tensioni.
La Mafia non spara da un po e da certe dichiarazioni di Riina & Co. Si capisce che certe cose non gli sono andate giu…minaccia addirittura di fare nomi “grossi”….
E nel Paese c’è una massa di Pro e Contro a prescindere… cosi “fanatici” che potrebbe succedere qualcosa di brutto… incrociamo le dita

Anonimo ha detto...

Certo che ora Silvio è proprio IMBELVITO!!!

Anonimo ha detto...

mah... prima di esultare, leggiamo qui:

http://www.corriere.it/politica/09_ottobre_08/ferrarella_f79e3ea0-b3ce-11de-afa2-00144f02aabc.shtml

alla fine SB la sfangherà come sempre.

Anonimo ha detto...

Assolti perché il fatto non sussiste. L'ex comandante della Guardia di Finanza, generale Roberto Speciale, e l'ex comandante aeronavale della Gdf Ugo Baielli, sono stati assolti dalla seconda sezione penale del tribunale militare di Roma per la vicenda legata al volo dell'Atr-42 che nell'agosto 2005 partì da Pratica di Mare diretto in Trentino con un carico di spigole.

I reati contestati a vario titolo erano di peculato militare, concorso in forzata consegna, abuso nell'imbarco di passeggeri, in seguito alla famosa "festa in montagna" denunciata in un articolo di Carlo Bonini su Repubblica, corredato da un video. La Procura militare aprì un'inchiesta sul viaggio del comandante, della moglie e altre signore insieme al carico di dieci cassette di spigole e altro pesce a bordo dell'Atr-42 partito da Pratica di Mare e diretto al passo Rolle, in Trentino, in occasione di una cena. "Speciale - hanno riferito Antonio Maio e Andrea Longo, legali dell'ex comandante, ora parlamentare del Pdl - è stato assolto perché il fatto non sussiste".
Ricordo benissimo sinistri sbraitare con la bava alla bocca condanne a morte per il povero Roberto Speciale! Come oggi gli stessi sbraitano condanne a morte contro Silvio Berlusconi, assolto in TUTTI i processi finora intentati contro di lui. Leggo dichiarazioni eversive di un utente di nome Jack ed ho realmente paura non solo per la carriera politica del nostro Premier, ma anche per la sua vita stessa. Non lo vogliono condannato, lo vogliono morto. Ma alla fine c'è una giustizia che è superiore alla giustizia dello Stato, ed è quella Divina.
Ant

Anonimo ha detto...

Assolti perché il fatto non sussiste. L'ex comandante della Guardia di Finanza, generale Roberto Speciale, e l'ex comandante aeronavale della Gdf Ugo Baielli, sono stati assolti dalla seconda sezione penale del tribunale militare di Roma per la vicenda legata al volo dell'Atr-42 che nell'agosto 2005 partì da Pratica di Mare diretto in Trentino con un carico di spigole.

I reati contestati a vario titolo erano di peculato militare, concorso in forzata consegna, abuso nell'imbarco di passeggeri, in seguito alla famosa "festa in montagna" denunciata in un articolo di Carlo Bonini su Repubblica, corredato da un video. La Procura militare aprì un'inchiesta sul viaggio del comandante, della moglie e altre signore insieme al carico di dieci cassette di spigole e altro pesce a bordo dell'Atr-42 partito da Pratica di Mare e diretto al passo Rolle, in Trentino, in occasione di una cena. "Speciale - hanno riferito Antonio Maio e Andrea Longo, legali dell'ex comandante, ora parlamentare del Pdl - è stato assolto perché il fatto non sussiste".
Ricordo benissimo sinistri sbraitare con la bava alla bocca condanne a morte per il povero Roberto Speciale! Come oggi gli stessi sbraitano condanne a morte contro Silvio Berlusconi, assolto in TUTTI i processi finora intentati contro di lui. Leggo dichiarazioni eversive di un utente di nome Jack ed ho realmente paura non solo per la carriera politica del nostro Premier, ma anche per la sua vita stessa. Non lo vogliono condannato, lo vogliono morto. Ma alla fine c'è una giustizia che è superiore alla giustizia dello Stato, ed è quella Divina.
Ant

mauriziomorabito ha detto...

solo per segnalare che per l'ennesima volta, in quel "sepolcro imbiancato" che e' Radio24 non sono stati capaci di aggiornare i podcast di ieri ("Buongiorno America") o i file MP3 di ieri sera ("La Zanzara") in tempo perche' io questa mattina, alle 8.30 ora italiana, potessi scaricarmeli sul lettore MP3 prima di andare in un ufficio dove e' proibito scaricare file audio.

Auguro pronta guarigione al tecnico meschino che aggiorna tutto il sito e tutto da solo, a mano.

Anonimo ha detto...

@ Antonio

Anto', pecché, si turnato?
Pecché, pecchéeeeee???????????

Paolo il tecnico ha detto...

@ mauriziomorabito:

stamattina si scusavano per problemi tecnici al sito...

Saluti

Paolo il tecnico

Anonimo ha detto...

L'intelligente Luigi Bianchi su Le Figaro offre un'interessante analisi della vicenda, traduco dal francese le sue parole: "Silvio B. è responsabile di aver firmato un contratto di 28 miliardi con la Libia e il SOUTH STREAM con Russia e Turchia, in poco tempo. Come la fine di Enrico Mattei ricorda, queste sono cose che si pagano, in Italia. Ciò che accade adesso, e ciò che è accaduto prima del G8 in termini di scandali, è spiegabile come l'alleanza della sinistra italiana e dei suoi media, e i media al servizio delle società petrolifere".
Ant

Anonimo ha detto...

RAGAZZI, C'E' DA QUALCHE PARTE LA REGISTRAZIONE DI GIOVANNI DA PISA, IMBELVITO CONTRO CRUCIANI, PER IL LOROD ALFANO??
se c'e' l'avete, la mia mail e' giovannicar@infinito.it
grazie

authan ha detto...

Ma sei "quel" giovanni? Quello "imbelvito"? Se sì, sei un mito, entrato nell'immaginario collettivo!

Trovi la registrazione in questo blog, nella pagina delle perle della Zanzara.

Ciao,
authan

Vinz486 ha detto...

Ho ritagliato lo spezzone del Pisano Imbelvito: http://zzz.vinz486.com/2009/10/08/il-pisano-imbelvito/