venerdì 7 marzo 2008

La pietà per Mastella

Non capirò mai i motivi della compassione di Cruciani verso Clemente Mastella. Anche ieri, la notizia della rinuncia a candidarsi di Mastella è stata liquidata con toni del tipo "Oh povero Mastella, ripudiato da tutti, manco fosse un appestato o il responsabile di ogni male".

Io questa pietà non riesco a provarla. Forse non mi fa onore, ma confesso che il ritiro di Mastella mi ha provocato un brivido di piacere, sebbene già pregustassi l’agonia dell’UDEUR che inevitabilmente sarebbe scaturita dal facilmente prevedibile esito elettorale con percentuali da prefisso telefonico.

Sono crudele, lo so, ma questa morte politica il caro Mastella se la merita tutta. Pluri-voltagabbana, re del calcolo politico, amante della poltrona e dei privilegi, radicato in posizioni di potere nonostante un consenso bassisimo e quasi interamente concentrato nella provincia di Benevento, Mastella è arrivato a far cadere un governo, che si era impegnato a sostenere, adducendo motivazioni non politiche, ma personali.

No, mi spiace. Nessuna pietà può essere concessa a questo autentico simbolo vivente di tutto ciò che la politica non dovrebbe mai essere.

2 commenti:

Catman ha detto...

Anch'io sinceramente non rimpiangerò assolutamente la mancanza di Mastella in Parlamento.
Una cosa però mi sento di dire a favore di questa "peuso-difesa" di Cruciani: secondo me è perchè in Italia per ogni malgoverno, ladreria e quant'altro si tende sempre a cercare il capro-espiatorio con l'idea (che passa anche se non la si vuol far passare) che tolto l'individuo di mezzo, risolti i problemi. Eh no cari, è da tangentopoli in avanti che si prosegue sempre su questa
pressapochista giustizia sommaria vuoi con le procure o vuoi con altri metodi (Craxi docet).
I mali d'italia non si risolvono togliendo dalla scena politica singoli uomini, bensì sradicando o meglio riformando dalle fondamenta le regole di un sistema.
Però ci vogliono uomini con 4 palle e con le idee chiare in termini riformatori-liberali, e con la capacità ed il coraggio di fare le cose bene ed in fretta e non con interventi onomatopeici.
(bella sta parola mi piace!)

o SBAGLIO?

AAA Cercasi disperatamente statisti liberali inglesi, spagnoli, o da qualunque parte con 4 palle!!!!
Assunzioni a tempo determinato per 5 anni con lauti premi a raggiungimento degli obiettivi!
:-D


P.S.
Dov'è finito Capezzone...
un'altra semi o quasi del tutto delusione, peraltro!
Qualcuno ha seguito la triste vicenda del forum di decidere.net?

authan ha detto...

Sono d'accordo con te, Catman. La sparizione di Mastella non risolve i problemi (anche se almeno non ne crea di nuovi).

Il tuo agognare veri riformisti e' anche il mio.

Capezzone in rotta coi radicali penso abbia cercato spazio nel PDL ma mi risulta sia stato trombato.

Ciao,
authan (autore del blog)