giovedì 8 ottobre 2009

Qualcosa di diverso da fare la sera

Avevo già pronti, nella mia testa, i punti fondamentali del post con cui avrei commentato la decisione della Consulta, su cui avevo scommesso i miei cinque euro, di avallare il Lodo Alfano.

Ci sarebbero state reazioni eccessive, sicuramente. Molti avrebbero ricordato la cena galeotta e "carbonara" tra Silvio Berlusconi e due giudici della Corte Costituzionale, e avrebbero parlato di sentenza politica, prodotta da un organo fazioso, parziale, delegittimato, e qualcuno sarebbe andato anche oltre, ricorrendo parole come venduto, servo, corrotto e quant'altro.

Stiamo calmi, avrei scritto, al fine di gettare, nel mio piccolo, acqua sul fuoco. E' andata così, facciamocene una ragione. Può sembrare la fine del mondo, ma non lo è. La vita continua. Bisogna accettare la decisione della Corte serenamente, perché se perdiamo la fiducia nel massimo organo di garanzia che la nostra Costituzione prevede allora veramente non ci resta nulla, neppure quel senso di appartenenza ad una comunità evoluta, ad una civiltà giuridica radicata che ci rende cittadini di uno stato. Non regrediamo, non diventiamo peggiori di coloro che disdegniamo così tanto.

Ma le cose, come sapete, sono andate diversamente. La Consulta ha bocciato il Lodo, e il mondo che mi ero raffigurato si è rovesciato. Non è la rabbia a dover essere contenuta, almeno per quel che mi riguarda, ma è la voglia di esultanza (grande come quella per un derby vinto segnando tre gol in tre minuti dopo essere stati sotto due a zero per quasi tutta la partita) a dover essere ridotta al rango di legittima soddisfazione. Perché non è una partita di calcio quella a cui abbiamo assistito, ma il normale esercizio della democrazia, così come previsto dalla nostra Costituzione. Nulla di più, nulla di meno.

Naturalmente le parole grosse, quelle stesse che ho citato all'inizio del post, volano lo stesso. Solo che provengono dalla fonte opposta rispetto a quelle che io mi ero prefigurato. E in tutta sincerità, credo non spetti a me, a questo giro, il ruolo del pompiere.

Nei confronti di chi parla di Corte Costituzionale “di sinistra”, “non più organo di garanzia”, o di “sentenza politica”, di “complotto”, e nei confronti di chi parla del Presidente della Repubblica come uno che poteva/doveva esercitare, sui membri della Consulta, un'influenza di un certo tipo o che non poteva/doveva esercitare un'influenza del tipo opposto, una reazione appropriata, un forte richiamo al senso di responsabilità e al rispetto delle massime istituzioni, me la aspetto da altri. Ad esempio da... Vediamo... Nominiamone uno a caso... Cruciani, ecco.

Alla Zanzara di ieri, nel colloquio con Francesco Cossiga e soprattutto in quello con Antonio Polito, già si è sentito qualcosa in questo senso, ma francamente mi è sembrato poco. Spero di non dovermi “imbelvire” anch'io con Cruciani, come il mitico ascoltatore Giovanni da Pisa che ieri ha furoreggiato con la sua irresistibile cadenza toscana.

***

Che il direttore di Radio 24, il morigerato Gianfranco Fabi, con la sua proverbiale piattezza, potesse riuscire a strapparmi una grassa risata non l'avrei mai detto. Eppure stamattina, durante il GR24 delle sette, c'è riuscito, forse anche al di là delle sue reali intenzioni, e di questo comunque io lo ringrazio. Ecco le sue parole:

Berlusconi dovrà dedicare parte del proprio tempo per studiare il modo di difendersi dalle accuse. Un argomento a cui dedicare le serate in modo certamente diverso da quanto abbia fatto in altre occasioni.

--------------------

REM, "It's the end of the world as we know it (and I feel fine)" (1987)



38 commenti:

Anonimo ha detto...

La gustosa allusione di Fabi è esplicita e sgombra finalmente il campo da ogni dubbio, sia per quanto riguarda l'ammissione di qualcosa che qualcuno (uno a caso, Cruciani) continua a definire "vicende presunte e tutte da provareee", sia per quello che dovrà essere il passo da compiere da parte di SB, lasciare il governo e dedicarsi in toto ai propri guai giudiziari....serenamente, pacatamente.... se possibile!

Ieri sera a Exit la conduttrice ha proprio rivolto una domanda in tal senso ai supporters di SB presenti in studio (Lupi) e in collegamento (Belpietro), ovvero: "Il premier attaccato ora potrà continuare con serenità a fare gli interessi del Paese?"

Io dico di no, e nella coalizione di governo dovrebbero avere la forza di capirlo e soprattutto farlo capire all'onnipotente!

Paolo il dimissionario ha detto...

Buongiorno,
confesso che sul lodo Alfano sino a pochi giorni fa mi sarei aspettato una sentenza di segno opposto o al più "pilatesca".

Poi ho sentito Ghedini affermare nella perorazione a favore del lodo che "la legge deve essere uguale per tutti ma non la sua applicazione" e l'elevatissimo spessore della motivazione mi ha fatto pensare che se fossi stato un giudice mi sarei IMBELVITO (:-))ad essere preso per culo in quel modo.
Qualcuno spieghi a Ghedini che, se sei un avvocato, irridere il giudice del proprio cliente non è esattamente una cosa intelligente.

A valle del pronunciamento tutto quanto sta venendo fuori è quanto di più ovvio, scontato e noioso, anche se urlato in tutti i modi (c'è chi è convinto che alzare il volume aiuti la comprensione, anche se chi ascolta non parla la tua lingua), e si traduce nella consueta deleggitimazione di chi non la pensa diversamente.

Rispetto a quanto dice Authan, a ben vedere secondo me c'è un aspetto dove sarebbe bene pensare un momento di più prima di parlare anche a sinistra, e cioè la richiesta di dimissioni di SB.
In questo momento, per motivi diversi, non mi pare esista nè a destra nè tantomeno a sinistra alternativa a SB, per cui si prospetterebbe un lungo interregno con governo a regolare SOLO l'ordinaria amministrazione. Mentre siamo ancora all'interno di una crisi economica che non ha ancora toccato il fondo. Vogliamo davvero togliere al governo gli strumenti per poter fare anche quel pochissimo (e sottolineo pochissimo: non ha nemmeno convertito in bot - sui quali lo stato ormai paga interessi pari a zero- i crediti vantati dai fornitori oltre i tempi di pagamento -sui quali paga interessi di mora ben più elevati- per poter dar loro ossigeno davanti alla stretta creditizia) che ha fatto? Perchè si tratta proprio di lasciare a lungo lo Stato senza possibilità di manovra in una delle contingenze più gravi dal dopoguerra. Spero che a far venire qualche dubbio a chi a sinistra sostiene questa posizione ci pensi Belpietro, che, in pratica, suggerisce a SB la stessa cosa, ovviamente nell'interesse del padrone.

Ovviamente Grande Fabi...

Saluti

Paolo il dimissionario

Anonimo ha detto...

@ Paolo
accidenti, ho letto e riletto....
ma non capisco!
Solitamente sei chiaro come acqua di fonte.... scusa, ma identifichi il governo attuale con la persona di SB??
Io no, non è in discussione il mandato popolare, il governo termini la legislatura con un premier diverso, punto e basta.

Gianni Letta ad esempio non proprio malaccio no?
E' vero che ha quasi 95 anni....

authan ha detto...

x Paolo

Una sentenza della Corte Costituzionale, un fatto "tecnico" per quanto risulti in una sconfitta personale per il cavaliere, non puo' essere la cagione di una richiesta di dimissioni. Bene fa il PD a non chiederle.

Certo e', pero', che da un vero uomo di stato ci si aspetterebbe, di propria iniziativa (lo sottolineo) un passo indietro, un gesto di responsabilita', senza che cio' comporti un ritorno alle urne. La maggioranza parlamentare uscita dal voto di un anno e mezzo fa rimane integra e, sulla carta, perfettamente in grado di dar vita ad un governo forte, guidato da una figura diversa dall'attuale, che tenga le redini del paese fino al 2013.

Il giorno che a destra si smettera' di ragionare in termini di "dopo di lui il diluvio" non sara' mai troppo presto. Io non vedo l'ora di tornare a vivere in un paese normale.

authan

Paolo il totalitarista ha detto...

@ Anonimo 14.33 ed authan:

formalmente avreste ragione, ma non mi pare che senza SB la destra possa stare in piedi: tristemente vedo che a sinistra il collante è l'antiberlusconismo, a destra il berlusconismo.
Se così non fosse, non si spiegherebbero la frenetica attività legislativa ad personam da 15 anni a questa parte, nè le modalità della creazione (sul predellino!) e della gestione del PdL (a base di Convention e plebisciti). Aggiungete che l'apparato mediatico risponde direttamente a SB ed avete i motivi del mio modo di vedere...

Saluti

Paolo il totalitarista

Anonimo ha detto...

@ Paolo

Nessuno dotato di un minimo di buon senso puo' pensare di andare alle urne, poichè il governo NON E' IN DISCUSSIONE.
E' evidente che che la commistione leader-partito-governo è totale.
Sarebbe bene che SB stesso recidesse questo legame, si facesse da parte e magari convocasse perfino un comitato ristretto di possibili successori o continuatori per il prosieguo della legislatura.
Non avverrà.
Per questo dico che dal suo interno ci vorrebbe una presa di coscienza e coraggio dei ministri, anche di quelli che parlavano di riempire le piazze!
A Radio Padania in tantissimi han risposto di no alla mobilitazione SALVA-SILVIO!

francesco.caroselli ha detto...

Berlusconi non si deve dimettere.
E' sotto processo, non è detto che vengo riconosciuto colpevole.
Se lo costringessero alle elezioni sarebbe ancora peggio.
Lega e PDL non starebbero piu insieme senza Papi.


Cmq ricordo a tutti che stasera c'è annozero. Spero faccianpo la puntata prevista sulle stragi e non una pallosissima sul Lodo Al-nano.

Anonimo ha detto...

BIANCO O NERO?
Il sondaggio di 24Mattino ogni giorno in diretta alle 8.30


In onda ogni giorno alle 8.30, le mezze misure non sono gradite. Una domanda e la richiesta di schierarvi: da che parte state? Bianco o Nero?
È il sondaggio radiofonico condotto da Alessandro Milan in 24Mattino.
Su www.radio24.it e www.ilsole24ore.com basta un clic per fare una scelta di campo...

Giovedì 8 Ottobre
Bocciato il Lodo Alfano: decisione giusta?
SI 65%
NO 35%

e il quesito di domani non potrebbe essere:

Il Premier dovrebbe dimettersi?


ciao
Francesca

Anonimo ha detto...

ma come???
se il 72% degli italiani è con lui, chi sono tutti questi COMUNISTI che ascoltano RADIO24???

il premier dei record ha stabilito un nuovo primato, ieri sera da Vespa, con la Bindi maleducato come nessuno!

Anonimo ha detto...

Paolo

in un paese che e' stato governato per 40 anni dal pentapartito e che ha cambiato in media un governo ogni 13 mesi, e' dura credere che "non esiste alternativa" a Berlusconi
Proviamo?
Fini
Draghi
Montenzemolo
e se vincesse in CSX alle prossime elezioni.....Profumo?

francesco.caroselli ha detto...

Caro Anonimo delle 16:06
Fini non è sostenuto da tutto il PDL (le sue posizione sull'immigrazione, il voto etc poi lo rendono veramente inviso alla Lega.
Poi Draghi e Montezemelo non sono nemmeno parlamentari!!!
Dubito perfino che siano del PDL....

Come alternative mi sembrano abbastanze insulse

Anonimo ha detto...

Siamo seri!
Fini non puo' lasciare la presidenza della Camera.
Drago Draghi e LCDM non hanno nessuna intenzione di entrare ADESSO, con questa maggioranza.
Ribadisco, uno di "loro".... e temo sarà magari un Tremonti ad interim.

Paolo l'analista ha detto...

@ Anonimo 16.06:

Non risponderò più agli anonimi che mi chiedono qualcosa senza identificarsi, per cui, se interessati alla mia preziosissima opinione regolatevi! (niente faccina, non scherzo! ed in fondo mi accontento di poco: una volta la chiamavamo netiquette).

Non entro più di tanto nel merito dei nominativi, ma:
1) hai idea di quanti mollerebbero il "compagno Fini" il giorno stesso? Immagino la felicità della Lega e dei veteroclericali , per iniziare.
2)Montezemolo allo stato attuale cos'ha da dare alla causa, oltre alla chioma fluente? Politicamente non mi pare abbia espresso alcunchè...
3) la dx ha sparato sino a ieri sulle banche perchè non aderiscono ai Tremonti bond, non erogano credito, speculano sulla finanza cattiva. Poi potrebbe candidare Draghi che è espressione del mondo bancario?
4) Quale stupefacente ti farebbe ipotizzare che la sx abbia la benchè minima possibilità di vincere (:-))? Non solo non ha un programma sulle cose importanti (chiedigli come contenere la crisi o come contrastare il precariato e vedrai) ma non ce l'hanno nemmeno sui temi di moda tra i radical chic (adesso sono anche passati di moda Dico, testamento biologico, pari opportunità, si è scesi alle escort...). Così non si vince. E poi Profumo? a sx? per carità dopo calearo e colaninno posso aspettarmi di sentire anche questa...

In generale non considero i governi di tredici mesi delle alternative auspicabili: è anche grazie a questi che siamo giunti all'attuale situazione politica ed economica...

Saluti

Paolo l'analista

mauriziomorabito ha detto...

non ho bisogno di commentare. Paolo lo sta gia' facendo per me 8-)

francesco.caroselli ha detto...

Cari commentatori del blog vorrei porgevi una domanda.
Perchè Cruciani è così "attratto" dalle posizioni di Polito el "il Riformista"?

Me lo spiego in questi termini: Dcie molte cose di "destra" moderata ma partendo da una piszione sinistro-centroide...
Come a dire se queste argomentazioni le porta uno dell'altra parte dobbiamo ascoltarle perchè "de facto" interessanti.

Beh a me "il Riformista mi fa schifo.

E giusto per aggiungere altri argomenti aggiungo che l'editore è Angelucci è un deputato del PDL e anche editore di di "Libero"
Si può quasi dire che "il riformista" ha una linea da "libero moderato".
ciao a tutti

Paolo l'infallibile ha detto...

@ mauriziomorabito:

non capisco: se pensiamo allo stesso modo, perchè TU sbagli? ;-)

Saluti

Paolo l'infallibile

francesco.caroselli ha detto...

Avete visto Videocracy?

Vi racconto quello che mi ha sconvolto di più vedendolo:

Lele Mora - gran amicone di Silviuzzo, compagno di avventure nelle spericolate vacanze sarde ain costa Smeralda - che mostra tutto orgoglioso il suo supre-telefonino mentre è in esucuzione un video di "faccetta Nera" (inno fascista) con annesse svastiche, croci celtiche e foto del Duce.
Poi aggiunge che stima tanto Mussolini.

-Fabrizio Corona nudo

Ho visto questo film proprio perchè incuriosito dalla censura di Rai e Mediaset.

francesco.caroselli ha detto...

a proposito di Videocracy:
le motivazioni con cui i dirigenti della tv pubblica e privata hanno rifiutato il trailer di Videocracy sono da scolpire sulla pietra. Perché dicono, paradossalmente, la verità e accentuano la scossa provocata da questo film. Mediaset boccia il trailer sostenendo che è un attacco alla tv commerciale (dando per scontato dunque che la tv commerciale sia direttamente uno strumento politico, anzi partitico). La Rai fa di più. Per la Rai il trailer è da censurare perché è un «inequivocabile messaggio politico di critica al governo», dato che alterna immagini del film con dati statistici tipo «l'Italia è al 67mo posto nelle pari opportunità»; oppure: «l'80 per cento degli italiani utilizza la tv come principale fonte di informazione». È da censurare perché collega «la titolarità del capo del governo alla principale società radiotelevisiva privata» e dunque ripropone - pensate un po'! - la questione del conflitto di interessi. È da censurare perché il film potrebbe far pensare che «attraverso la tv il governo potrebbe orientare subliminalmente le convinzioni dei cittadini influenzandole a proprio favore ed assicurandosene il consenso».

È da censurare infine anche perché non accenna al caso Noemi e alle escort (per forza, il film è stato finito prima che scoppiasse lo scandalo), ma mostra programmi «caratterizzati da immagini di donne prive di abiti e dal contenuto latamente voyeuristico delle medesime» e dunque «determina un inequivocabile richiamo alle problematiche attualmente all'ordine del giorno riguardo alle attitudini morali» di Berlusconi «e al suo rapporto con il sesso femminile, formulando illazioni sul fatto che tali caratteristiche personali sarebbero emerse già in passato nel corso dell'attività di imprenditore televisivo». Non è straordinario? Il solerte funzionario Rai, più realista del suo re, imputa al film di essere profetico e di far pensare gli spettatori. Certo che, mentre il tempo passa, la situazione peggiora: un tempo il regime censurava i film e i programmi (da quello di Daniele Luttazzi a "Raiot" di Sabina Guzzanti, dal "Caimano" a "Viva Zapatero"). Oggi non sopporta neppure i trailer.
(dal bolg di Barbaceto)

Anonimo ha detto...

@ francesco caroselli

scusa la mia ignoranza, sono stato a Roma in zona Saxa Rubra - Piscine del Coni in una immensa piazza c'è un alto obelisco con la scritta in verticale:
DUX
M
U
S
S
O
L
I
N
I

come mai?

francesco.caroselli ha detto...

non lo so dimmelo tu.

Anonimo ha detto...

@ Francesca: I sondaggi di Bianco e Nero si leggono solo quando ci pare e piace, vero? Nelle scorse settimane ne ho citati molti in cui chi dava ragione alle proposte di Berlusconi e del suo governo erano da maggioranza bulgara. Rassegnati, la percentuale per il Premier è del 70%. Ci siamo capiti?!
Ant

Anonimo ha detto...

Venerdì 2 Ottobre
Berlusconi definisce una farsa la manifestazione per la libertà di stampa di sabato, siete d’accordo?
SI 60%
NO 40%

Giovedì 1° Ottobre
Polanski, il mondo dello spettacolo e della sinistra si mobilita e ne chiede la scarcerazione. Siete d’accordo?
SI 18%
NO 82%

Mercoledì 30 Settembre
Il ministro Brunetta propone il badge anche per i magistrati per controllarne presenze e produttività. Siete d’accordo?
SI 74%
NO 26%

Martedì 29 Settembre
Il Giornale e Libero lanciano la campagna: “Non paghiamo il canone Rai contro certa tv”. Siete d’accordo?
SI 56%
NO 44%

Lunedì 28 Settembre
Ronde, dopo il via poche richieste. Sono veramente necessarie per la sicurezza?
SI 68%
NO 32%

Venerdì 25 Settembre
Nessuna donna alla Provincia di Taranto e il Tar sentenzia: “Nomine da rifare”. Siete d’accordo?
SI 38%
NO 62%

Giovedì 24 Settembre
Il direttore generale della Rai su "Anno Zero": "Certa tv danneggia il servizio pubblico". Siete d'accordo?
SI 53%
NO 47%



Martedì 22 Settembre
Velo integrale per donne musulmane: lo vietereste in Italia?
SI 78%
NO 22%

Giovedì 17 Settembre
Marocchina uccisa perché era fidanzata con un italiano: secondo voi c’entra la religione?
SI 68%
NO 32%

Martedì 15 Settembre
Brunetta dice: basta soldi pubblici per il cinema. Sei d’accordo?
SI 62%
NO 38%

Giusto per rinfrescare la memoria.
Ant

Anonimo ha detto...

errata corrige:

come potete vedere in

http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?articolo=sondaggio-archivio

da cui immagino siano tratti i sondaggi, nel copia e incolla si sono verificate alcune perdite di dati e, caso stranissimo, alcune AGGIUNTE di dati.

Ad esempio il sondaggio del primo ottobre sul sito recita:

"Polanski, il mondo dello spettacolo si mobilita e ne chiede la scarcerazione. Siete d’accordo?"

nella citazione del post precedente invece recita:

"Polanski, il mondo dello spettacolo E DELLA SINISTRA si mobilita e ne chiede la scarcerazione. Siete d’accordo?"

Alzi la mano a chi non è mai successo qualcosa di simile :-)

Non che mi ricordi quali erano le "proposte di Berlusconi e del suo governo ... da maggioranza bulgara" in materia di stupri di minorenni, degli omicidi di marocchine e del velo integrale (sondaggi del 17 e 22 settembre): ma si sa, son cose cui la sinistra è favorevole.

Anonimo ha detto...

P.S. si, ci siamo capiti

francesco.caroselli ha detto...

Io invece non ho capito niente

francesco.caroselli ha detto...

Avete sentito cruciani???
Si è trovato d'accordo con quell'asoltatrice che diceva che dal 92, da tangentopoli, in Italia governa la magistratura...
Ma secondo voi è così? Sono sconcertato.

Francesca ha detto...

@ Antonio

il sondaggio di Radio24 sulla decisione dell'Alta Corte non è il solo che esprime una maggioranza a favore della bocciatura.
Casualmente anche al TG de LA7 stasera ho visto qualcosa di simile, anzi con una percentuale di favorevoli ancora maggiore.
Che anche li rispondano in massa solo i comunisti?

Vorrei davvero che domani si chiedesse alla gente di esprimersi circa l'opportunità per il premier di rassegnare le dimissioni per affrontare con un minimo di dignità le incombenze processuali, ma non solo.
Ha da pensare in tempi brevissimi al rimborso a favore di CIR, forse procedere alla vendita del Milan per fare cassa, al petroliere albanese Taci per la gioia dei tifosi... e son cose grosse, ci vuole impegno!

Sarebbe solo un sondaggio, e nonostante dopo le elezioni amministrative/europee di giugno già si sia registrato un sensibile calo riferito a SB, egli continua a fondare la sua legittimazione su percentuali tutte da verificare e rivendica rispetto del mandato elettorale.
La sua strategia sarà quella di andare da Vespa e li farsi assolvere come vittima ingiustamente perseguitata, benefattore del Paese "che da lavoro a migliaia di persone", come ha affermato l'ascoltatrice Elisabetta all'ammutolito Cruciani stasera.

francesco.caroselli ha detto...

Questa frase che ripete berlusconi e i suoi fan: "do da mangiare a migliaia di persone"...
mi fa veramente incazzare.
Ma se non ci fosse stato Berlusconi non avremmo comunque altri canali privati?
Se non ci fosse stato >Berlsconi ci sarrebbero stati altri... anzi magari altri 3 con 3 canali indipendenti...magari coon un po piu di concorrenza.

MI IMBELVISCO!!! ma cruciani la vogliamo smettere di lodare Mr B perchè fa lavorare tante persone? Quello è un suo successo personale (perchè ha creato un'impresa di successo.
Berlusconi ha lavorato nel suo interesse (giustamente) per far soldi....
Quell'ascoltatrice (con un Cruciani silente) ha praticamente detto che MR B è una specie di ente caritatevole!

francesca ha detto...

buongiorno,
ho già risposto al sondaggio di oggi lanciato da Milan.
Ovviamente NON ritengo che Mr. B. sia un perseguitato!
Sono davvero curiosa di vedere quale sarà il risultato di questo pomeriggio.
Il premier ha comunicato al mondo intero che andrà ai processi (che pero' ritiene farseschi!!) ma intanto la sua truppa legal-parlamentare è già alacremente al lavoro per confezionare una leggina circa l'accorciamento dei termini di prescrizione (obiettivo evidente), maggiori margini di manovra per la difesa e ampliamento delle possibilità di ricusazione dei giudici.

Anonimo ha detto...

SGARBI ieri sera in trasmissione ha detto che SILVIO, dopo averlo incontrato alla mostra, qualche ora dopo, chiamando da Vespa, ha recuperato nella memoria il suo stesso delicato apprezzamento, già rivolto anni fa alla giovane Rosy, perchè dice la VERITA', quello che pensa la GENTE, cioè che la Bindi è un orinatoio di ceramica.
Poco importa che casualmente sia ANCHE la vice-presidente della Camera.

Pero' ho trovato coerenza in SGARBI che infatti dice quello che la GENTE pensa di SILVIO: gli piace da matti la FIGA e quindi non continui a NEGARE!

Anonimo ha detto...

Francesco, se rileggi i sondaggi del sole 24 ore nel post delle 17.54 e come invece erano nel sito ti accorgerai che quello su Polanski è stato alterato attribuendo alla sinistra il ruolo di difensore di un pedofilo, cosa che il sito non faceva. Si tratta di un fulgido esempio di onestà intellettuale da parte di chi sta rimproverando in modo maleducato ad una persona di "selezionare" solo la citazione di post a favore della sinistra, come peraltro lui per primo ha sempre fatto a favore di ciò che ritiene essere una posizione esclusiva della destra: guardati sul sito l'intero elenco dei risultati dei sondaggi e avrai conferma anche anche di questo bell'esempio di coerenza.

Anonimo ha detto...

Per restare in tema di Rosy Bindi, ammazza quanto è brutto Oscar Giannino!

Anonimo ha detto...

udite udite!
quei parrucconi di Stoccolma han dato il Nobel per la Pace all'abbronzato.

Draconian

Anonimo ha detto...

@ Draconian: E chissà un po' di chi è il merito di questo premio?
Ant

Anonimo ha detto...

Il premier dice:
"Vedranno gli italiani di che pasta son fatto io"

...ehm.... proviamo a indovinare ?

"Pennette (o anche mezze calzette) (le sue ministre) alla......puttanesca"??

(Grazie Vergassola)

authan ha detto...

Rispondo a francesco (20:27)

Il tuo commento denota un classico esempio del Cruciani che “non si spiega bene” generando equivoci, difetto di cui parlavo in un post di qualche giorno fa.

Comunque, se ascolti bene. Cruciani, che sventuratamente per la comprensione inizia la sua risposta con “lei ha ragione” non sottoscrive realmente la frase dell'ascoltatore “La magistratura governa dal ‘02”, ma la corregge portandola ad un piu' sensato “dal '92 ci sono stati intrecci e scontri tra politica e magistratura”.

authan

Vigneron ha detto...

Povero Berlusconi, non gli hanno dato nemmeno il Nobel per la pace...

Anonimo ha detto...

giovanni 4 president! e anche nobel!