mercoledì 12 marzo 2008

Formigli batte Cruciani 1-0

Non avrei più voluto parlare della vicenda Ciarrapico perché ritengo una follia che nel 2008 tra i temi di una campagna elettorale ci sia in primo piano quello del fascismo. Però essendo stato l’argomento principe anche della Zanzara di ieri non posso farne a meno.

In particolare vorrei fare riferimento all’incredibile gaffe fatta da Berlusconi nel giustificare la candidatura dell’editore ciociaro, e a come Cruciani ha omesso di approfondirla buttando la polvere sotto il tappeto.

Qual è la gaffe? L’ha spiegata benissimo l’acuto (lui per davvero, altro che Ostellino...) giornalista di SKY TG24 Corrado Formigli nel suo intervento alla Zanzara di ieri: Berlusconi ha giustificato la candidatura di Ciarrapico con il fatto che quest’ultimo è editore di svariati giornali locali e il cavaliere ritiene fondamentale assicurarsi l’appoggio di tali giornali per massimizzare il consenso.

Questa è una clamorosa implicita ammissione dell’esistenza del conflitto d’interesse relativamente al binomio politica/informazione, fino ad oggi sempre negata dall’entourage del cavaliere. Infatti non possiamo non chiederci: le tre TV Mediaset appoggiano sì o no Berlusconi, influenzando il voto? E’ credibile che Berlusconi cerchi l’appoggio di giornali locali e poi non lo pretenda dalle TV che egli stesso possiede? Se si sostiene che i media non influenzano il voto più di tanto, allora che bisogno c'era di andare a cercare Ciarrapico?

E’ stato bravissimo Formigli a lanciare il tema ed è stato francamente imbarazzante il modo con cui Cruciani lo ha seppellito facendo sostanzialmente orecchie da mercante.

La dichiarazione di Berlusconi potrà essere “limpida” e “solare” quanto si vuole, ma gaffe clamorosa era e gaffe clamorosa rimane. E’ una constatazione oggettiva, che esula totalmente da qualunque forma di berlusconismo o anti-berlusconismo.

Era compito del buon giornalista portare all'attenzione tale gaffe, e francamente il fatto che si è dovuto aspettare l’intervento di Formigli affinché ciò avvenisse mi ha parecchio deluso.

3 commenti:

robegue ha detto...

Sono pienamente d'accordo; non si può restare indifferenti alle parole di Berlusconi anche perchè con qualunque orecchie lo si ascolti fa pensare, ad esempio si potrebbe dire:
1) è talmente sincero che dice le cose che pensa (orecchie forziste)
2) contraddice se stesso sul conflitto d'interessi
3) non gliene frega niente del programma ma vuole solo vincere (figa e potere)
4)...

ogli qualvolta qualcuno provava a manifestare sdegno per le parole di Berlusconi, Cruciani minimizzava. Potrei anche essere d'accordo che le sue parole non contano nulla, se non fossimo nel bel mezzo della campagna elettorale!

authan ha detto...

Cio' che contesto a Cruciani e' che deve sforzarsi di far funzionare sempre lo spirito critico a 360 gradi. Non si tratta di essere super partes, ma di essere un commentatore con le palle. La gaffe di berlusconi e' talmente lampante che solo un cieco con un cane orbo poteva non vederla.

Authan (autore del blog)

Zed Er ha detto...

Formigli Merda
SEMPRE