lunedì 18 gennaio 2010

Cattivo fino all'osso

Ogni tanto una dose di cattiverie ci va. Oggi è uno di quei giorni.


UNO…

Mi ero del tutto disinteressato del nuovo messaggio alla nazione di Augusto Minzolini, che lo scorso 13 gennaio, dal suo scranno istituzionale al Tg1, ha metaforicamente eretto un monumento a Bettino Craxi. In parte perché son tre settimane che si parla di Craxi-statista-Craxi-ladro e non se ne può più, e un po' perché pure le polemiche su Minzolini e sui suoi editoriali partigiani e revisionisti (legittimi, ma non consoni) sono ritrite e mi annoiano. Tuttavia, se Giuseppe Cruciani ci dedica - chissà perché - quasi l'intera puntata di venerdì 15 gennaio, qualcosa la dovrò pur dire.

La figura di Craxi non può essere ridotta ai suoi guai giudiziari” ha insistito il conduttore della Zanzara. Ribaltando il concetto, mi verrebbe da dire che la figura dell'ex leader del PSI non può essere "accresciuta" accostandola, tra i fautori della crisi dell'URSS, a quelle di soggetti come Ronald Reagan e Papa Wojtila, come ha fatto Minzolini. E' semplicemente ridicolo.

Ma la vera perla del Minzolini show è stata la connessione tra la caduta del Muro di Berlino e Mani Pulite (raccogliete il mento). Chi stava al di qua del Muro, ha sostenuto Minzo, è un "vincitore" che andava premiato con una medaglia mentre invece Mani Pulite i "vincitori" li ha messi alla sbarra. Vale a dire, l'aver osteggiato l'URSS e l'essere stati filo-americani durante la guerra fredda doveva comportare una sorta di immunità contro l'esercizio del controllo della legalità da parte della magistratura. E' uno dei ragionamenti più dementi che mi sia capitato di sentire da anni.

Secondo Crux, poi, si è fatta troppa esegesi di questo benedetto editoriale. Peccato che pure lui di esegesi di parole altri ne produce a quintali, quando gli fa comodo. Il fatto è che lasciarsi andare a qualcosa di così convenzionale come una critica a don Minzo, per quanto fondata possa essere, non è abbastanza cool per il nostro eroe, sempre alla ricerca di una corrente nella quale poter nuotare in direzione contraria.


…DUE…

Nell'ultimo numero di Panorama, Cruciani, che sul settimanale edito da Mondadori è da qualche tempo un columnist (nel senso che tiene una rubrica di lunghezza fissa pari a una singola colonna), lincia senza pietà Fabio Fazio per via di una recente intervista di quest'ultimo, nel programma "Che tempo che fa", a Ezio Mauro. Come già aveva sostenuto in una delle ultime Zanzare, tra Fazio e Mauro ci sarebbe stata, secondo Cruciani, una corrispondenza di amorosi sensi da far impallidire quelle quasi proverbiali tra Bruno Vespa e Silvio Berlusconi.

Beh, che dire… A parte il fatto che la differenza tra un direttore di giornale e un presidente del consiglio spero sia chiara al conduttore della Zanzara, e a parte il fatto che Fabio Fazio ha insita nei suoi geni una tendenza a presentarsi in modo ossequioso, complimentoso e zerbinante nei confronti di chiunque gli capiti di intervistare, vogliamo andare, caro Cruciani, a riascoltate certe sue interviste radiofoniche al presidente emerito Francesco Cossiga?


…E TRE

L'entusiasmo con cui Crux ha commentato il servizio delle Iene nel quale Enrico Lucci prende sonoramente per i fondelli il povero (si fa per dire) Lapo Elkann, arrivando a chiedergli, in qualità di capostipite di una certa moda nell'ambito delle preferenze sessuali, di spiegare cosa spinge gli uomini ad andare coi trans, mi è sembrato un po' troppo smodato (“Il miglior pezzo di televisione della stagione”).

Per carità, ci sta: Lapo è un vip sui generis, con tutti gli onori e gli oneri che ciò comporta, e le Iene per loro natura sono perfide. L'irriverenza della trasmissione di Italia 1 sta alla base del suo successo. Ma il godere pubblicamente, come ha fatto Cruciani in diretta radiofonica, dell'imbarazzo di Lapo per quella sua vecchia vicenda privata diventata pubblica suo malgrado, ho trovato somigliasse molto ad uno sparare sulla croce rossa. Mi è sembrato – come dire – troppo facile. Gratuito.

Sarebbe come se qualcuno (non dico Lucci che probabilmente Cruciani non se lo caga neppure, ma anche un semplice ascoltatore) telefonasse in diretta alla Zanzara e così, senza motivo, chiedesse a Cruciani se gli capita mai, sotto la doccia, di canticchiare "Serenata rap". Quasi quasi chiamerei io, se fossi quello stronzo che non sono mai stato capace di essere.

----------------------------------------------

Oggi doppio contributo multimediale ^__–

"Bad to the bone", George Thorogood (1982)




B-B-B-B-Bad
B-B-B-B-Bad
B-B-B-B-Bad
Bad to the bone...





"Serenata rap", Jovanotti (1994)




Quel tuo essere al di sopra delle mode del momento
Sei un fiore che è cresciuto sull'asfalto e sul cemento

Affacciati alla finestra amore mio...
Affacciati alla finestra amore mio...



37 commenti:

B ha detto...

Se cominci a non sopportarlo più nemmeno tu direi che Cruciani dovrebbe iniziare un esame di coscienza (ne avesse l'umiltà!)

Francesca ha detto...

essì, caro Authan, se la meriterebbe proprio una carineria del genere!

tipo, chiamare in trasmissione fingendo di voler parlare della riabilitazione di Craxi....e poi a tradimento..."Ma davvero Cruciani, prendere per il culo quel poveraccio di Lapo... e quella volta che lei fece becco il sig. Cherubini?.... ma con tante donne in giro, proprio la moglie di un altro? E com'è finita, che la signora è rimasta col marito poi?"

ci faccio un pensierino..... mi devo procurare un nuovo numero di cellulare!!

:-))

Francesca ha detto...

Grande Authan!
Per la prima parte sulla gazzetta delle procure di venerdi scorso c'è un pezzo di Travaglio che confuta PAROLAxPAROLA tutte le minchiate della Minzolingua.

PaoloVE ha detto...

un, due, tre: tre post (al prezzo di uno) richiedono tre mini commenti:

UNO

E' ormai abusato e, per me ampiamente condivisibile, il concetto che Craxi non può essere ricondotto al solo fascicolo giudiziario che lo riguarda.
Perchè è però così difficile capire che una valutazione di Craxi non può trascurare ANCHE il fascicolo giudiziario (ed un po' di vaccatine spiacevoli che non vengono mai menzionate in questi giorni, che so, l'esplosione del debito pubblico)?

DUE

Altro che Cossiga! Pensa che c'è chi si profonde(va) in corrispondenze di amorosi sensi con gente come Salvini o Prosperini... OOOPS!!! :-)

TRE

Non è che questa parte della trasmissione è stata una risposta all'articolo sul blog di venerdì?
Ho avuto l'impressione che Cruciani vi si sia molto ispirato, ed abbia indicato cosa vuole sia la sua trasmissione (cioè la versione radiofonica delle iene): più intrattenimento, satira e divertimento e meno informazione. Il che è in linea con il trend recente della trasmissione, per scelta di argomenti ed ospiti...

Saluti

Paolo uno e trino

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

mi limito a un commento rapido sul punto due: ho notato i personaggi cui Cruciani dà del tu quando sono ospiti a la Zanzara. Da Pansa a Sgarbi.

Adesso, quando lo sento dare del tu a un ospite, non posso fare a meno di essere prevenuto.

Saluti

Tommaso

Francesca ha detto...

Purtroppo, di revisione in revisione, manca solo che quest'anno, al 65ennale dalla Liberazione la festa del 25 aprile cambi nome, come già paventato, e qualcuno chieda di ricordare lo statista appeso a Piazzale Loreto, la cui figura non puo' essere solo ricondotta alle leggi razziali o l'omicidio Matteotti o la dichiarazione di guerra.

nessuno ha detto...

A proposito del tre.
La vecchia vicenda di Lapo risale all'autunno del 2005, poco più di 4anni fa. Tra 4 anni quella di Marrazzo sarà una vecchia storia e forse lo è già). Sarà per quello che la storia di Craxi che va dai 30 e passa ai 20 anni fa è storia recente.
Indipendentemente dai cabaret di Cruciani.

francesco.caroselli ha detto...

Ragazzi questa è proprio grandiosa.
Sono troppo tonti per poter fare il lavaggio del cervello a tutti...
cazzo come sono tonti.

http://www.youtube.com/watch?v=ij1tIrTr21I
__________________________


Per continuare il discorso con nessuno:
Santoro è di sinistra.
OK
mi sarebbe andato bene anche se fosse stato di destra.
non è questo il punto
Il punto è che risponde delle sue idee e opinioni. (e infatti noto che è inviso a tutti partiti, tranne 1, ok)
Ormai invece i giornalisti sono diventati dei megafoni umani dei politici, si muovono per puro "mandato" politico.
Santoro potrà essere di parte, ma di una parte "ideale" che risiede nelle SUE convinzioni.
Ti ho portato il caso della Forleo per dimostrarti che non è un burattino della sinistra.
Non fa le marchette alla sinistra.
Per esempio la forleo aveva in mano (le era in mano come GIP, non era il PM, non aveva indagato lei -per chiarire) l'affaire che riguardava i piu alti vertici del PD eppure mi pare che sia l'unico programma che ne abbia parlato.
Gli altri non lo fanno (a parte virtuose eccezioni, che vengono bollati , non so perchè, comunisti)
Andò in profondità al caso De MAgistris che riguardava in special modo i PD calabrese, ma anche un ministro in carica dell'allora governo del centro-sx.


Per quanto riguarda il CSM...
e ma vedi che i rapporti con il CSM non li intreccia solo la sinistra.
I rapporti con il CSM li intrecciano diversi i politici, trasversalmente, bipartisan.
E non si pestano mai i piedi.
Questi soggetti, uniti da loro da rapporti massonici e di troppa stretta amicizia si trovano sempre d'accordo sul punire il magistrato che sta indagando dove NON deve indagare.
Non è questione di "ideali" di una parte o l'altra. C'è un vero Cancro nella Magistratura italiana, non lo nego.
Ma la riforma che B ha in testa è pari pari quella della P2.
Se si mette la magistratura sotto l'ala soffocatrice della politica l'Italia rischia di divenare come la Colombia o il messico.
----------------
(domando per chiunque mi possa rspondere:
Ma è vero che il processeo breve riguarderà anche i processi per Mafia? 5 anni per il primo grado, 3 per l'appello e 2 per la cassazione.
Per favore confermatemi o smentitemi queste notizie)
------
Insomma non sta in piedi l'acusa che Santoro guarda solo a B.
Il problema è che si ha la memoria molto corta.
Io trovo le sue trasmissione molto belle e con un alto grado di apprfondimento.
(l'ultima l'hai vista? Sono state trasmesse immagini shockanti sulla Libia.
In pratica quando la Libia espelle delle persone lo fa sul bordo sul del suo confine...
in pieno deserto, con la zona abitata piu vicina sta 80 KM.
E' come se noi espellessimo gli immigrati in mezzo al mare fra sicilia e Africa e gli dicessimo: "la costa è li in fondo")


Oltretutto dovremmo un po liberarci di questa distonzione Destra-Sinistra. Ci sono perone lodevole da ambedue le parti. Cerchiamo di scaricare di comune accordo quelli che fanno schifo.

francesco.caroselli ha detto...

Per Paolo
Magari la zanzara diventasse come "le iene"... sicuramente per ora c'è molto lonano


PER Authan
Lo sai benissimo come la penso su Craxi e Minzolini, ma la provocazione di legare caduta del muro di berlino-tangentopoli non è mica cos' folle.
Qualche ragionamento.
E' plausibile pensare che il sistema tangentizzio ci fosse anche prima del 92-93 e soprattutto prima del 89 (caduta del muro)...
e allora perchè la magistratura non aveva mai indagato cosi in profondità? Perchè è stato permesso ai politici di delinquere in maniera così selvaggia e sconsiderata?
Se uno scandalo come quello di tangentopoli fosse scoppiato prima del 89 sarebbe stato pericoloso.
Il mondo era diviso in 2 sua-urss.
Se si fosse indagato sui fondi neri dei vecchi partiti dell aprima repubblica è abbastanza plausibile che il popolo avrebbe cambiato sponda.. andando a finire nelle braccia dei sovietici.
Primo
penso che sarebbe stato tragico
secondo
non poteva e doveva succedere, perchè quando le due siuperpotenze si spartirono il mondo l'italia è stata assegnata al "mondo occidentale" e quindi in nessun modo si sarebbe potuto accettare un cambio di schiaramento (anche se avvenuto in maniera democratica).


Senza muro di Berlino, il permesso di delinquere è venuto a cadere e le magistratura ha potuto indagare.
E' inutile che fate quelle facce.
Persino la Mafia è stata protetta e foraggiata in chiave Anti-comunista (portella della Ginestra? vi dece niente? CIA , mafia e sevizi segreti?)


PS (sempre per authan)
Grazie di avermi informato chi è il "cornificatore" di Jovanotti.
Non lo sapevo.
Forse il suo odio per gli Intelletuali radical chic etc.. deriva dall'odio verso Lorenzo.
A proposito di Jovanottivi consiglio di ascoltare "occhio non vede cuore non duole"
La sua canzone con il testo piu eccezionale.

Gianluigi ha detto...

Molto cattivo e gratuito il commento su Serenata Rap...Non ce n'era bisogno...

Francesca ha detto...

@ Gianluigi

com'è che cantava la Caselli...?
"La veritàaaaaaaaa, ti fa male... lo so! Nessuno mi puo' giudicare, nemmeno tu...la la la la.....!!"

nessuno ha detto...

a francescocaroselli.
Ribadisco la mia convinzione. Santoro non lavora per il sud.

santacruz ha detto...

Trovacene tu UNO che lavori per il sud!

UNO!

Vorlander ha detto...

punto n.°2: hai ragione, Authan, Ezio Mauro non fa il Presidente del Consiglio, quindi l'analogia non ci sta. Il problema è che Cruciani, pur di dire "se se, però anche voi c'avete quello là che..." troverebbe analogie su qualsiasi cosa.

punto n.°3: appena ho iniziato a leggere la parte del tuo post su quanto Cruciani abbia apprezzato il servizio di Lucci, pensavo "ma tu pensa se Lucci andasse da Cruciani a chiedergli di Jovanotti". Grande gioia quando continuando con la lettura ho visto che hai trovato lo stesso aggancio a cui avevo pensato io (questa invece sì che è una analogia interessante). Io pagherei perché qualcuno agisse come lo stronzo che tu non sei mai stato capace di essere! :)

F®Ømß°£ ha detto...

@nessuno

su santoro hai ragione.

francesco.caroselli ha detto...

per chi vuole ascoltare il manifesto dei radical chic di Lorenzo Jovanotti:
http://www.youtube.com/watch?v=LFhMxfpgwZ8
Occhio non vede cuore non duole

Questa Canzone è meravigliosa.
E' il classico discorso che Cruciani non accetterà mai... ma è crudelmente vero.
Secondo me è più adatta di Serenata Rap... ma Il blog è di Authan....
(che ringrazio della stupenda ospitalità)

Forma
ma perchè lamentarsi di Santoro?
Anzi dire che non fa il bene del sud?
Mah non capisco, davvero.
Denunciare, svelare non è abbastanza?
no certo che non è abbastanza.
Ma almeno lui questo lo fa...
vorrei sapere il nome di un gornalista che secondo te ha fatto bene al sud.


PS- ne approfitto per chiedere perdono dei continui, incessanti, strazianti, infiniti, banali, fastidiosi, tediosi, ridondanti, immancabili ERRORI/ORRORI di ortografia...o peggio

PPS-ma nessuno a dire niente sul Lapsus freudiano di Cicchitto?
A me pare degnissimo di nota.
MAgari lo trasmettesse il crux alla zanzara!
chissa cosa ne penserebbero gli ascoltatori.....
Traffico?

francesco.caroselli ha detto...

scusate se insisto ma ho trovato una cosa davvero esilarante...
una connection fra Jovanotti e indovinate chi?
l'odiate Mannoia....
che guarda caso canta quella canzone che prima vi dicevo...
con pure un discorso iniziale Molto sinistroso e radical chic-issimo!
ve lo linko e poi vi lascio in pace

http://www.youtube.com/watch?v=5rpZKF5o4cw

nessuno ha detto...

@ Vorlander.
Hai ragione. E' impossibile trovarne uno che lavori per il sud.
Siccome il sud è mezza Italia e cioé una trentina di milioni di persone, significa che al sud non ne è nato, diciamo negli ultimi ottant'anni, nemmeno uno interessato a lavorare per il sud. Quelli del sud, compreso io, lavorano per andare al nord e per il nord, ed i politici per andare a Roma. Se si pensa che i progenitori di Rutelli
erano siciliani (forse il nonno) ed il padre di Craxi era di San Fratello (Messina)... Ma non volevo che passasse il messaggio secondo cui Santoro, quando manda Ruotolo a Rosarno a riprendere gli alberi di arence, difende il sud o lavora per il sud.

Francesca ha detto...

@ Caroselli

grazie di esistere!
:-/

nessuno ha detto...

@ santacruz.
Pardon, il mio post precedente era in risposta a te, non a Vorlander.
Mi sono sconfuso.

PaoloVE ha detto...

@ francesco.caroselli:

anch'io sono uno di quelli che pensano che Santoro non lavori per il Sud. Nè per nessuno, se per questo.

Perchè mi pare che nella realtà non abbia mai fornito informazioni di prima mano: con pochissime eccezioni ripropone informazioni che altri hanno già pubblicato, drammatizzandole in una arena che le svilisce ed impedisce, in primo luogo a causa della scelta degli ospiti, di effettuare una sintesi (invitare insieme Di Pietro e Lupi o Cicchitto è garantirsi la gazzarra, come avviene sempre).

In sintesi credo che il suo modo di impostare la trasmissione fomenti le divisioni e non renda più chiare le notizie. A differenza di quello che fanno Iacona e la Gabanelli e che cercano di fare Floris e la D'Amico.

Quanto al fatto che nessuno lavori per il Sud non lo credo, ma faccio fatica a farvi un esempio contrario... :-(

Azzardo invece un toto zanzara per stasera: la legge anti bamboccioni di Brunetta (a proposito e i fannulloni? completamente passati di moda?).

Saluti

Paolo l'indovino

Francesca ha detto...

Maurizio Caverzan per "Il Giornale"

1 - UNA ZANZARA PER LE ALL NEWS MEDIASET -
Il colpo d'inizio 2010 stanno per assestarlo Italia 1 e la nuova struttura All News di Mediaset. Nasce da un'idea di Pier Silvio Berlusconi e Mario Giordano e, se si definiranno gli ultimi dettagli, porterà Giuseppe Cruciani, conduttore de "La Zanzara", fortunato programma del tardo pomeriggio di Radio 24, a firmare una collaborazione con le reti del Biscione. Già dall'inizio di febbraio Cruciani potrebbe condurre con Giordano "La Zanzara d
giuseppe cruciani
el mattino", una striscia quotidiana su Italia 1 prima di Studio Aperto, per rivisitare e criticare il meglio della televisione del giorno prima. Se l'esperimento dovesse funzionare, pur mantenendo il rapporto con Radio 24, Cruciani si prenoterebbe per una fascia del mattino del futuro canale All News diretto da Giordano.


(Cruciani sempre piu' DIPENDENTE)

francesco.caroselli ha detto...

Ma allora ditelo che mi "allizicate" (attacar briga in cosentino)...
allora
Santoro prima faceva delle trasmissioni tipo Sciuscià. sammarcanda, sempre molto belle, dove i "servizi" tipo Report abbondavano.
Anch'io preferisco programmi del genere.
E penso anche Santoro.
Il problema è che non gliele fanno fare piu!


Paolo mi riferisco a te...
Quando dici:
"una arena che le svilisce ed impedisce, in primo luogo a causa della scelta degli ospiti, di effettuare una sintesi (invitare insieme Di Pietro e Lupi o Cicchitto è garantirsi la gazzarra, come avviene sempre)"

e ancora:
"In sintesi credo che il suo modo di impostare la trasmissione fomenti le divisioni e non renda più chiare le notizie."

Beh ti dimentichi un piccolo particolare.
Non è lui che la vuole così!!
LA MANCANZA DI CONTRADDITORIO questa è la parola magica.
Gli hanno imposto la presenza di un controcanto...
e allora le sue trasmissioni sono diventate dei talk-shw molto piu noiosi...
Lui subisce la presenza degli ospiti perchè da lui ci deve essere sempre la "contro-campana"....
il che è molto avvilente.

In primo luogo perchè non capisco perchè invece Minzolini su un tema delicato come la riabilitazione di Craxi abbia potuto parlare al piu vasto pubblico possibile senza il minimo contradditorio.
(e taccio sugli altri numerosissimi casi di mancanza di contradditorio...che in questi casi no danno mMAI fastidio)
In secondo luogo perchè solitamente come ospiti avversi vengono "mandati" i piu attacca brighe e casinisti del contro-dx.
(Ultimamente avevano invitato Feltri che si è tirato indietro... forse memore dell'ultima volta in cui andò da santoro e montanelli chiamò in diretta sputanandolo in maniera vergognosa - ma lui non sa piu cos'è la vergogna).

Ancora Santoro e il sud
Sappiamo tutti che il piu grande problema del sud è la mafia.
Lui ha fatto intere trasmissioni per combattere il pizzo!
ha intervistato diverse volte magistrati anti-mafia (anche Falcone e Borsellino)
Che cosa dovrebbe fare di piu?
Ditemelo voi

Riporto tanto per gradire un video di una trasmissione in tandem con Costanzo (anche lui una volta era piu coraggioso.. poi dopo l'attentato fallito a via Fauro ha perso un po di coraggio - e ce credo)
http://www.youtube.com/watch?v=F5MZmJLMQ9Y

francesco.caroselli ha detto...

riporto il testo di "occhio non vede cuore non duole" perchè scritta ci guadagna molto:
Il nemico si nasconde si mimetizza tra le pieghe della coscienza
la sua violenza è subdola il suo passo di gatto
difficile davvero coglierlo sul fatto
il nemico è tra noi è dentro di noi
per farlo fuori occorre rinunciare ad una parte di noi stessi
se un tempo era più facile lottare contro ciò che non andava
perché il nemico una faccia ce l'aveva
una voce, una bandiera
sapevi dove andare a prenderlo in giro la sera
aveva nomi e facce, ma non è più
così adesso non si vede ma lui è ancora lì più forte che mai
e sotto sotto spinge col suo dai e dai
e ha stipulato un patto con le coscienze addormentate
nella pubblicità di una realtà falsificata
a migliaia di chilometri di distanza da questa
stanza uomini e bambini schiavizzati, sottopagati
diritti rubati derubati dell'infanzia in qualche capannone dell'estremo oriente
lavorano e producono le griffes dell'occidente
e qui non si sa niente perché sta bene a tanti
tacere verità che sono atroci e allucinanti
pilastri di un'economia vincente dal volto appariscente
che crea la sua ricchezza con la sofferenza di un sacco di gente
e quanti dovranno soffrire quante mucche impazzire
quanta aria velenosa bisognerà respirare
quanti cibi avvelenati bisognerà divorare
quante malattie ancora per interesse non si potranno curare
prima che qualcuno pensi che così non va bene
ma il nemico si è infiltrato dentro al sangue che ci scorre nelle vene
nei sorrisi compiacenti di politiche fatte di parole
all'insegna di "occhio non vede cure non duole"
il nemico ha il volto sorridente cravatta e doppio petto
intorno a grandi tavoli fa incetta di rispetto e di sorrisi
strette di mano accordi tra potenti che non guardano lontano
e approvano la produzione di mine anti uomo
di tutti gli armamenti necessari perché questo sistema
si mantenga bello saldo sui binari di sangue dove viaggia
cosicché anche il coraggio più coraggio si scoraggia
di fronte a questo gioco dove tutti hanno ragione
e i peggiori criminali sono tenuti in alta considerazione
e viaggiano in corsia preferenziale
rimbalzano sull'ammortizzatore sociale e non si fanno mai male
e cambiano i governi ed il nemico gli sorride in silenzio
protetto dalla logica del tacito consenso di chi gode
di questa situazione che fa comodo a tanti
tenere alto il livello di paura e le coscienze ignoranti
paura della povertà paura dell'ignoto
paura di trovarsi di fronte al grande vuoto di se stessi
con la coscienza critica in stato di assoluta catalessi
sconfiggere il nemico è guardarsi dentro
cercare il proprio centro e dargli vita
come a un fuoco quasi spento
renderlo vivo dargli movimento
il nemico si nasconde spesso in quello che crediamo
nei moralismi ipocriti
e nelle trasgressioni controllate e organizzate
nelle droghe illegali e sottobanco ben distribuite
il nemico crea falsi nemici per farsi scudo e apparir perbene
modellerà il suo aspetto e prenderà la forma di ciò che lo contiene
spacciandosi per libertà ti legherà con le sue catene
conservare il controllo di ciò che vediamo
conservare il controllo di ciò che sentiamo
verificare se sotto l'aspetto invitante di un'esca non sia nascosto un amo.
sconfiggere il nemico è guardarsi dentro
cercare il proprio centro e dargli vita come a un fuoco quasi spento renderlo vivo
e dargli movimento (4v).

Authan ha detto...

Grazie per la dritta su Crux/Mediaset, Francesca. Sei una news finder di prima qualità.

Authan

nessuno ha detto...

a PaoloVe
Riguardo i fannulloni di Brunetta, credo, ma non ne sono sicuro, che abbiano trovato soluzione nella riforma della Pubblica Amministrazione varata tempo fa dal Consiglio dei Ministri (?) e che dovrà seguire l'iter parlamentare, Camera e Senato. Correggetemi se sbaglio. Poi ci sono i fannulloni nelle imprese private. Io non lavoro più, sono in pensione. Ma come si fa ad intervenire su questo blog ogni meno di mezz'ora se si è al lavoro e non nella pubblica amministrazione?
Quanto invece alla legge dello stesso Brunetta sui bamboccioni, ne so ancora meno. Però mi son fatto l'idea (io sono di destra ma sono antiberlusconiano) che siccome Berlusconi non è c a p a c e di fare leggi e lo dimostrano sedici anni di fallimenti (ditemi una sola legge non annullata da referendum, da Prodi o dalla Corte Costituzionale che porti non dico il suo nome ma almeno il suo imput, la sua impronta), allora i suoi ministri si sbizzarriscono con proposte di legge "tipo bar". Cioé quelle che al bar uno dice: "se fossi io al governo farei una legge...", Ora non lo so per certo, ma mi dà l'idea che Brunetta frequentasse i bar, magari per un'"ombra" prima di tornare a casa, a Venezia.

Viola ha detto...

oggi le novità e i commenti crucianiani in rete si sprecano:
http://www.antoniolatella.it/2010/01/15/una-brutta-storia-italiana/

anche la tella legge Authan??

francesco.caroselli ha detto...

Viola
L'articolo l'ho letto.
Non credo che Cruciani abbia bastonato l'assessore del PDL per difendere la Fiat, non sta in piedi.
Bah almeno lo spero.
Per qaunto riguarda il cabbarettismo che si impossessato anche del giornalismo "serio" sono d'accrodo, ma come dice la tella il caso di Cruciani è tragico perchè non chiama un terzo per fare le battute o ridicolizzare.
No, lo fa proprio lui!
poverino però non ha le capacità!
E' come dice quella canzone di Ligabue "una vita da mediano
che natura non ti ha dato
nè lo spunto della punta
nè del 10 che peccato"...

Cmq il piu grande di tutti è Luttazzi...che è cosi "fedele" alla sua musa che ha rinunciato ad una finestra dentro "annozero".
Un grande. Oneste con la sua arte fino all'esilio completo

Viola ha detto...

ma secondo voi... onestamente.. pensavo al pubblico di Cruciani nella fascia del mattino su Italia 1 o sul nuovo All News..

sarà ben diverso usare la sua verve, la sua ironia, la sua modernità nella fascia serale e alla radio, quando sei ascoltato da chi lavora o torna dal lavoro, da chi è normalmente addentro nella vita sociale o comunque del mondo lavorativo

la mattina chi guarda la TV?....

o è una riflessione stupida?

PaoloVE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
PaoloVE ha detto...

@ nessuno:
la domanda sui provvedimenti anti fannulloni voleva essere retorica: purtroppo nella PA non vi sono stati recuperi di efficienza, per quanto ho modo di vedere. I fannuloni sono uno dei problemi (non risolto), ma probabilmente non il principale.

Quanto al fatto che chi posta frequentemente su questo blog sia necessariamente un fannullone della PA ho fondatissimi motivi di pesare che tu stia sbagliando (trad. almeno due o tre di loro lavorano nel privato, da quanto mi risulta). Probabilmente utilizzano il PC in manera continuativa...

Saluti

Paolo il fannullone

Viola ha detto...

@ nessuno

caro nessuno, non avevo letto l'allusione ai fannulloni che scrivono su questo blog.
Sappi che la tua pensione te la stiamo pagando anche noi, liberi professionisti che liberamente scegliamo quando e come lavorare durante l'arco della giornata e quando e come scrivere su questo e altri blog

ma ci vuole veramente coraggio...

Pale ha detto...

@ nessuno

Io lavoro nella pubblica amministrazione (francese), ossia per una universita'/instituto di ricerca come ricercatore. Lavoro molte piu' ore di quante mi siano pagate e i giorni di ferie (o weekend) in cui non lavoro si contano sulle dita delle mani.
Essendo ingegnere, lavoro tutto il giorno con il computer e non ritengo che la mia produttivita' sia legata a quante volte do' uno sguardo o rispondo ad un post su questo blog.
Magari pero' ad avere un Brunetta vicino a frustarmi lavorei meglio... chissa'.

Pale

PaoloVE ha detto...

@ viola:

anche i fiori hanno unghie e canini ;-)

Credo che nessuno sia solamente rimasto vittima di uno stereotipo molto trito e radicato.

Non farci scappare uno dei pochi commentatori a destra che sta esprimendo e motivando idee ed opinioni sul blog, te ne prego...

Saluti

Paolo non petito

Pale ha detto...

concordo con Paolo.

Apprezzo moltissimo nessuno e le sue argomentazioni. Sono interessanti, stimolanti e aiutano a guardare le cose da un punto di vist aal quale non sono abituato.

Pale

nessuno ha detto...

a Paolo Ve.
Infatti, se guardi bene, parlavo di fannulloni nelle imprese private.
Quanto agli stereotipi triti, visto che non noto delle grandi originalità in giro, credo che ognuno coltivi i propri, insieme alle orchidee. Comunque, grazie per aver preso le mie difese, indifeso agnellino di destra in uno zoo di sinistra.
A Viola
E' vero, la mia pensione la pagate voi che lavorate, come io, quando lavoravo, la pagavo ai tuoi bisnonni (di tua nonna mi pare che abbiamo già avuto modo di parlare). E' un giro. I miei trisnipoti la pagheranno a te.
A Pale, grazie per i suoi apprezzamenti e per la sua -così credo che la definirebbe Pao Ve - onestà o correttezza intellettuale.
In conclusione, confrontiamoci tra persone che nessuna è più preparata o sapiente o saggia dell'altra e, di conseguenza, che nessuno è più cretino o più sprovveduto o meno colto di un altro. Lo sostiene nessuno.

PaoloVE ha detto...

@ nessuno:

evidentemente devo aver frainteso la frase in cui dicevi: "Ma come si fa ad intervenire su questo blog ogni meno di mezz'ora se si è al lavoro e non nella pubblica amministrazione?"

:-)

Saluti

Paolo