venerdì 12 febbraio 2010

So di non sapere

Perfetto. Nel commentare il caso Bertolaso, Giuseppe Cruciani è stato perfetto e ha detto quel che andava detto. E no, per essere chiari, questo non è l'occasionale obolo che ogni tanto gli devo elargire per tenermelo buono perché non me ne frega niente di niente di tenermi buono il conduttore della Zanzara. Se dico che è stato perfetto è perché lo penso, in quanto, banalmente, io avrei detto le stesse cose che ha detto lui.

In sostanza il concetto è questo: noi comuni mortali, sulla vicenda Bertolaso non sappiamo niente. Non abbiamo, cioè, alcun elemento certo su cui basare una ragionevole convinzione del coinvolgimento o, al contrario, dell'estraneità di Bertolaso rispetto alle condotte che gli vengono attribuite. Questo dividersi subito tra colpevolisti e innocentisti, questo trasformare delle impressioni in evidenze, magari neanche sulla base delle carte giudiziarie, ma solo sul curriculum del personaggio, e sul proprio alto o basso gradimento nei suoi confronti, non ha semplicemente alcun senso. Quel che si può fare è mettersi comodi, tranquilli, versarsi un drink, e aspettare gli sviluppi dell'inchiesta.

Ciò premesso, un paio di considerazioni a margine del caso Bertolaso sono invece possibili, e Cruciani non ha mancato di esplicitarle. Eccole:

- La separazione tra gestione di situazioni straordinarie e impreviste (a cui occorre reagire con celerità, come nei casi dei calamità naturali) a situazioni ordinarie e programmate (G8, mondiali di nuoto, etc.) è venuta meno, e ciò non va bene. Che l'eccesso di burocrazia e le lungaggini che caratterizzano le procedure amministrative ordinarie siano un problema si sa, ma la soluzione non può essere il derogare sistematicamente con modalità non trasparenti. Semmai la trasparenza, nelle procedure straordinarie, diventa un requisito ancor più prioritario.

- Che un funzionario pubblico avente potere decisionale su certi appalti intrattenga rapporti di natura personale o privata con gli imprenditori assegnatari degli appalti medesimi è profondamente inappropriato, al di là di qualsiasi considerazione di natura legale o penale. Sono particolarmente felice che Cruciani abbia "ammesso" questo. Ho scritto "ammesso" (tra virgolette) perché ritengo che in passato il Crux, in riferimento a casi diversi ma sotto certi aspetti assimilabili alla vicenda Bertolaso, avesse assunto un atteggiamento differente. Penso al caso Berlusconi/Saccà, al caso Moggi/arbitri, eccetera.

E questo è quanto, basandoci su quel che conosciamo ad oggi. Per il resto, come già osservato, non possiamo fare altre che metterci in una posizione d'attesa, aspettando che gli eventi facciano il loro corso e che su questa vicenda venga fatta piena luce senza dare nulla per scontato. Per citare Wittgenstein (non il blog di Luca Sofri ma proprio il pensatore austriaco; oggi son fissato coi filosofi, vedasi il titolo socratiano del post), quanto può dirsi, si può dir chiaro; su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere.

----------------------------------------

Neffa, "Aspettando il sole" (1996)




Non c'è più luce, solo buio che fa male
Non c'è più pace, solo rabbia che ogni giorno sale...


32 commenti:

Authan ha detto...

Oggi solo commenti in-topic, please.

Ornette ha detto...

Riguardo la vicenda che vede coinvolto Guido Bertolaso, volevo far notare una cosa interessante (o perlomeno curiosa): si parlava da tempo del fatto che fosse nipote di Camillo Ruini, e persino il Corriere della Sera, in un articolo sul Guido nazionale, lo aveva dato per fatto acclarato, accennando (non troppo velatamente) agli aiuti ricevuti per l'avanzamento in carriera anche grazie a cotanta parentela. Ebbene, dopo lo scandalo il Cardinale Ruini ha smentito ai quattro venti la parentela. Perchè farlo solo dopo lo scandalo? E come fa un quotidiano così importante a prendere degli abbagli così clamorosi?
Allego link della smentita di Ruini
http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/cardinal-ruini-smentisce-parentela-con-bertolaso-240944/

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,
POST PRE COMPILATO!
ho avvertito un’aria strana alla Zanzara circa il caso Bertolaso, di cui Cruciani ha contestato le frequentazioni e, timidamente, ammesso che determinati comportamenti (pur da dimostrare) potrebbero essere stati inadeguati al ruolo.

In sintesi, se non ho capito male, per Cruciani in questo caso i comportamenti collusivi ipotizzati per Bertolaso possono essere stigmatizzati, e ciò può avvenire anche prima della sentenza in cassazione.

Questa posizione (per certi versi vicina alla mia) mi ha stupito, soprattutto perché ricordo il fuoco di sbarramento che il conduttore generava quando situazioni analoghe avevano coinvolto il Premier, le cui reazioni odierne al caso Bertolaso (http://tinyurl.com/reazione-SB ) mi sembrano sopra le righe probabilmente proprio per le similitudini. Mi piacerebbe capire se Cruciani ha cambiato idea sulla rilevanza di determinati comportamenti ipotizzati anche per SB, oppure se liquiderebbe il tutto con il solito “che c’entra?”.

Stavolta, per esperienza personale, mi sono ritrovato ad essere più garantista di Cruciani.

Le considerazioni di Cruciani sull’opportunità di avere rapporti privati e confidenziali con un fornitore mi fanno pensare che non abbia mai lavorato con clienti e fornitori.

A me è capitato di essere arrivato ad avere rapporti di amicizia sia con clienti che con fornitori, ed il rapporto di amicizia ha avuto come punto di partenza un’esperienza di lavoro positiva (ovviamente non si diventa amici di chi cerca di fregarti) e la stima da questo derivata. Come in tutti i normali rapporti di amicizia capita che ci si trovi a cena al di fuori del lavoro e come necessario in certi settori capita di essere ospiti per motivi di lavoro (ovviamente se non sono ospite “istituzionale” la mia quota della cena me la pago, non mi sono mai state offerti “favori” di alcun genere –che non avrei accettato- ed il tutto è rimasto nei limiti del ragionevole e necessario: sono stato ospite di fornitori per vedere fabbriche, prodotti e fiere inerenti le loro attività, non in pseudoconvegni settimanali in amene località turistiche). Nulla di questo ha mai alterato la correttezza dei rapporti di lavoro, ma mi è parso che anche comportamenti di Bertolaso che considero altrettanto normali siano stati stigmatizzati da Cruciani come inadeguati (no, non sto parlando dei "massaggi" ovviamente).

Mi sembra di essere più garantista di Cruciani anche perché ho presente cosa significhi gestire appalti nel mondo della PA, e mi rendo conto che l’iter burocratico che la legge prevede per gli appalti è assolutamente incompatibile con la gestione di una reale emergenza, per cui, con l’eccezione delle gestioni di eventi cui personalmente non riconosco il carattere dell’emergenza (G8 e simili), mi rendo conto del fatto che la gestione economica possa dare adito a sospetti (credo anche sia uno dei motivi “nobili” per cui si vuole trasformare la Protezione Civile in S.p.a.).

Se un torrente sta per tracimare ed allagare un paese non si chiedono 5 preventivi (cosa che invece posso fare nella fase di attività programmate, cioè quando si fa prevenzione come si dovrebbe), ma si chiama la più vicina ditta che abbia gli strumenti per rinforzare gli argini prima che avvenga il disastro. Non si guarda alla trasparenza, ma al risultato. E immagino che le aziende in grado di operare in caso di catastrofi di grandi dimensioni, garantendo ai propri operatori alloggi, logistica, autonomia e strumenti idonei ad operare in contesti in cui i normali servizi non funzionano o non ci sono, siano un numero molto limitato, per cui i rapporti con loro diventano frequenti e stretti. Il che non significa necessariamente essere collusi.

Saluti

Paolo, incorrotto e inconcusso

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

Spero di non essere troppo off-topic.

Cruciani ieri, dopo averci fatto sentire un paio dei deplorevoli e volgari siparietti avvenuti di recente alla Camera, se n'è uscito con:

"E poi uno dice che il parlamento serve".

A me non è piaciuta per niente come frase e conferma sempre di più in me che tipo di personaggio sia il conduttore.

Saluti

Tommaso

PS: Su Bertolaso hanno ragione authan e Cruciani (in rigoroso ordine alfabetico), a mio parere.

L'atteggiamento di B in proposito è il solito, ma non per questo meno odioso.

Francesca ha detto...

Premessa:

Il 17 ottobre del 2008, Fabio De Santis (D.), successore di Balducci quale commissario delegato dei lavori del G8 alla Maddalena, informa Anemone (A.) che sono stati accreditati i soldi alle imprese. In quell'occasione, De Santis coglie l'occasione per chiedere un ringranziamento come si deve. Due ragazze, per lui e Della Giovampaola (G.) all'hotel Gritti di Venezia.

Qui le battute dell'intercettazione:

D: Dammi un bacio in fronte.
A: Dove vuoi, sul culo pure se mi dai una buona notizia.
D: Preparati
A: Che vuol dire?
D: Eh! Ci ho i soldi in cassa!
A: CHe ci hai? D: I soldi in cassa A: Ma che cazzo stai a di'
D: Non sto scherzando. Tu pensi di parlare...
Tiè, ti passo il "lungus" (è Della Giovampaola).
La conversazione tra Della Giovampaola e Anemone si interrompe e riprende più tardi
G: Ti dico una cosa così. In vita mia, Fa', Dani', non l'ho mai vista. Cioè all'1e 15 sono arrivatii soldi sul conto. All'1.18 il soggetto attuatore li aveva già mandati in Banca d'Italia. All'1 e 19 sono partiti i pagamenti. Una cosa mai vista! A: Ma dai? Grande. Grande! Numero uno.
G: Uno, quattro, cinque e sei (si riferisce all'importo dell'accredito. 1 milione 456 mila euro ndr). Mai vista una cosa del genere.

Tenete presente che al GR24 delle ore 12 questa conversazione è stata "recitata" con le note voci di RADIO24 del capo servizio news Dario Ceccarelli (la mitica Jena di RADIO24 a Milano!) e Alessandro Marco Tullio della redazione romana!

http://www.radio24.ilsole24ore.com/chi_siamo.php

Francesca ha detto...

@ F®Ømß°£

beh guarda Tommaso....a me Giuseppino in veste di paciere tra lo snob (scende le scale come Wanda Osiris!!) Evangelista e il diversamente alto (sindaco adminkiam + parlamentare)
Buonanno.... ha divertito moltissimo!!

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

le dichiarazioni rilasciate dal Presidente della commissione Finanze del Senato: "Stop sulla Protezione Civile Spa"

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/201002articoli/52160girata.asp

Ce l'avrà Cruciani il numero per chiamare Baldassarri ??

Authan ha detto...

Tommaso,
se si parla di Zanzara e di Crux non si e' mai OT.

La frase che citi, "E poi uno dice che il parlamento serve", ha colpito anche me. Diciamo che, non volendo annacquare il post su Bertolaso con un altro tema, me la sono segnata e messa "in archivio". Un post sul rapporto tra Crux e il potere legislativo ce l'ho nei polpastrelli da mesi, e prima o poi lo scrivero'. E quando accadra', questa bella cilegina stai sicuro che la ritirero' fuori.

Ciao,
authan

Francesca ha detto...

Crux e il Parlamento

A me ha fatto effetto in senso positivo ovviamente, che Cruciani abbia ridicolizzato a dovere la "mozione" dei parlamentari fans del Napoli calcio, anche quando ne ha parlato con Paolo Cento, che ha perso il posto dopo le ultime politiche ma, essendo presidente del fan club romanista del Parlametno, continua a frequentarlo!!!

nessuno ha detto...

Sul caso Bertolaso non mi schiero a priori dalla parte degli innocentisti, ma concordo con la linea espressa da PaoloVe.
Poi, entro i prossimi 10-15 anni vedremo i risultati cui arriverà la magistratura.

P.S. Berolaso ha avuto illustri precursori, mi vengono in mente Pastorelli e Zamberletti, entrambi ai loro tempi oggetto delle attenzioni della magistratura. Circa l'esito di tali attenzioni circa l'uno e l'altro, non ricordo di aver letto più nulla, ma sono io che non sono stato capace di informarmi.

Cordialità.

PaoloVE ha detto...

@ nessuno:

c'è anche chi va direttamente oltre l'innocentismo per aggredire i magistrati.
Se le intercettazioni (che non sarebbero dovute uscire, posso essere d'accordo) sono quelle riportate, mi pare ci voglia una bella faccia a sostenere che non si doveva indagare. E mi auguro che si dimostri che non è successo nulla di illecito...

Saluti

Paolo

PaoloVE ha detto...

Impagabile Telese che titola Protezione Virile...

Francesca ha detto...

@ PaoloVE

non da meno su DAGOSPIA:

Il RAS della 'PROTEZIONE INTASK FORCE' per adesso resta al suo posto!

francesco.caroselli ha detto...

Ho trovato molto significativo il discorso fra crux e i due parlamentari di idv e lega.

alla fine quello della lega lo invitava ad andare in parlamento e crux ha detto qualcosa tipo:
non ora, ma se ne puo parlare.

authan segna
Magari entra con il partito liberale di guzzanti, o con la lega (visto la simpatia che si è creata)


Cmq sto garantismo a doppia velocità non mi piace proprio.

Genchi è stato descritto come un mostro etc

Authan ha detto...

Toto-Zanzara: Antonio Polito ospite. Il suo editoriale di oggi (peraltro da sottoscrivere col sangue), sul Riformista, è di quelli per cui Crux va in brodo di giuggiole.

m.recca ha detto...

X una volta questa sera mi sono trovato d'accordo su quasi tutto con il crux.. apparte il garantismo inutile, chi è indagato secondo lui non si dovrebbe dimettere... Mi è piaciuta in particolare la signora di alessandria (mi pare) che sosteneva che bertolaso si dovrebbe dimettere x stupidità!

m.recca ha detto...

mi devo correggere la signora che sosteneva che bert. si doveva dimettere x stupidità, chiamava da milano e si chiamava nadia. Fantastiche alcune sue affermazioni che faccio mie!

nessuno ha detto...

A PaoloVe delle 14,12

Ma, scusa, non sei tu che alle 12,37 scrivevi:
"Se un torrente sta per tracimare ed allagare un paese non si chiedono 5 preventivi (cosa che invece posso fare nella fase di attività programmate, cioè quando si fa prevenzione come si dovrebbe), ma si chiama la più vicina ditta che abbia gli strumenti per rinforzare gli argini prima che avvenga il disastro"?

Io mi sono dichiarato d'accordo con te che portavi avanti questa linea.
Ho aggiunto che la magistratura ci mette anche una quindicina d'anni per concludere il suo iter(vedi il caso Mannino). Altre volte meno, vedi il caso Previti.
Ma io non sostengo, nè avrei nessun titolo per farlo come credo in Italia non l'abbia nessuno, nemmeno il Premier in carica, che non si debba indagare. Forse questo titolo credono di averlo certi giornalisti.
Nè capisco la tua frase: =c'è anche chi va direttamente oltre l'innocentismo per aggredire i magistrati". Personalmente ho scritto che "non mi schiero a priori dalla parte degli innocentisti" e. quindi, a maggior ragione non capisco la tua frase.
Perché bisogna sempre parlare per enigmi?
Poi non ho nessuna difficoltà a dichiarare che ho poca fiducia nelle capacità professionali di tanti magistrati (e al momento non entro nel merito della buona o della cattiva fede di diversi altri).
Ciao.

PaoloVE ha detto...

@ nessuno:

infatti non mi riferivo a te ma alle esternazioni istituzionali di SB, che si è subito scagliato contro i magistrati affermando a priori che: "tutte queste cose qui sono assolutamente non accertate, non vere e infondate" e che "Siamo alla presenza di un imbarbarimento, di un avvelenamento della vita civile che è difficile da sopportare".

Ormai sembra un riflesso pavloviano.

Saluti

Paolo

nessuno ha detto...

a PaoloVe

In un altro post, seguendo il teorema di Massimo Fini, non potendo soffrire Di Pietro, nè Travaglio, nè Bocca, mi sono definito "Berluscone(s)".
In realtà di Berlusconi non posso soffrire non solo il suo essere il contrario di quello che dovrebbe essere un "uomo di Stato", ma nemmeno la sua figura di padre di famiglia, di capo azienda, di persona godereccia, canzonettista, regalatore di gioielli come gadget, portatore di capelli impiantati, truccato a ceroni o quant'altro.

E tuttavia, poiché non posso soffrire Travaglio, Bocca, Di Pietro e, aggiungo come suggerimento a Massimo Fini, Eugenio Scalfari e Gad Lerner, voto da sempre e sempre voterò destra.

Sicché, come dice Giorgio Panariello...

MarianoS ha detto...

Cruciani 9+. Authan 9 e 1/2.
Oggi abbiamo Una classe di fuoriclasse.

Quando Cruciani se lo merita, se lo merita!! :-)

Saluti,
Mariano

NB: Mariano 4-... troppe tautologie! :-(

francesco.caroselli ha detto...

" i diti medi"

francesco.caroselli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
francesco.caroselli ha detto...

Dall'articolo di Polito che authan ha gentilmente riportato:

"magari si scoprirà, per la gioia della metà d'Italia che lo odia in quanto servo e simile di Berlusconi, che Bertolaso è un delinquente"

Ma scusate perchè c'è questo accostamento fra Berlusconi e bertolaso?
Bertolaso è a capo della protezione civile da circa 13 anni.
Ce l'ha messo il centro-sx, mica il centro-dx!
La sua forza è sempre stato il trasversalismo, il suo essere uomo di tutti.
A occuparsi della spazzatura c'era da diversi anni mica dal 2008.
(Eppure è lui che l'ha fatta sparire. E allora se suoi sono gli onori per questa vittoria, devono essere anche sue le responsabilità di aver creato quella situazione, visto che a occuparsi della monnezza c'era da tempo.)
Qualcuno mi spiega questo arcano?
B&B... connubbio indissolubile.
Non è una fantasia solo di Polito, è proprio una sensazione diffusa, infatti ieri in trasmissione molti ascoltatori dicevano che si attaccava bertolaso per attaccare berlusconi.
Perchè Ber. e Ber. sono legati cosi indissolubilmente?
Guido Nostro che è nei cieli, non se lo è inventato Silvio Santo.

Sempre sull'articolo di Polito:
"la vera condanna di questi processi senza sentenza è ormai questa: il contraccolpo mediatico e politico che ottengono"
E quindi senza fare un accenno neanche minimo alle disfunzioni della giustizia, ne alla possibile legge che vuole i processi in fabbriche di prescrizioni, il Polito si strugge per il contraccolpo mediatico.
Non c'è nemmeno un parlamentare indagato!
Polito, che dobbiamo fare? Non indagare piu nemmeno le persone che sono "vicine" ai politici?

Tutto è politico, ma se vogliamo tirarci fuori da queste terribili sabbie mobili abbiamo bisogno di giornalisti migliori di lui...
...e forse un po piu in buona fede.

Su quest'inchiesta so poco, ho letto poco, non mi sono informato... (per ora)
che diavolo mi serve un editoriale in cui un giornalista afferma di non capirci una mazza da questo marasma? Eppure lui, che non ci ha capito una mazza, si erge pure a dare consigli ai magistrati... bel coraggio!.
Io Polito lo leggo solo quando me lo consigliate voi e ogni volta rimango deluso dalle pochezza dei suoi ragionamenti... ho dei ricordi su suoi articoli e di discussioni con Crux che mi hanno definitivamente fatto incasellare Polito sotto la colonna dei "giornalisti no".

PS giusto per fare capire che non ho il paraocchi.... l'articolo oggi di Travaglio fa schifo, fa acqua da tutte le parti, pieno di sarcasmo e ironia malriuscita.

nessuno ha detto...

a francescocaroselli

Bravo Francesco.
Io mi sono risparmiato la lettura dell'editoriale di Polito, ma mi fido di te e sttoscrivo tutto quanto scrivi.

Abbasso i paraocchi.

Francesca ha detto...

Pensate che Disguido Bertolaso è stato anche commissario governativo per gestire l'emergenza dei Campionati di ciclismo, svoltisi a Varese nel 2008 e a questa ridente provincia padana, ben conosciuta come la città-giardino, e per aver dato i natali "all'Umberto di lotta e di governo", assegnati nel lontano 2005!
Esattamente 3 anni fa (16/02/2007) ci fu in Prefettura a Varese un vertice, presenti i consiglieri regionali lombardi ai Servizi e Trasporti, in cui l'eroe di tutti i cataclismi assicuro' la realizzazione in tempo utile di tutte le infrastrutture preventivate e soprattutto il contributo del governo che allora ammontava a 8 miliardi!
Eh ne ha fatta di strada, dopo che il primo governo Prodi nel '96 lo mise a capo del Dipartimento di PC, e ne ha gestite di pratiche urgenti e ne gestirà a venire, dato che sembra proprio che resti al suo posto, giacchè SB di certo non glielo dice di far le valigie!
Come gli spettacolari funerali del Papa nel 2005 o il prossimo 150° dell'Unità d'Italia.
A proposito..... quest'anno a Torino in Duomo c'è pure l'ostensione della S.Sindone.... milioni e milioni di pellegrini attesi da ogni dove (per ammirare un manufatto di epoca medievale!)..... spero bene che anche li ci sara' Disguido a dirigere il traffico!
E per finire....dopo la strage della classe di San Giuliano di Puglia del 2002, (26 bimbi morti nel crollo di una scuola) Bertolaso si occupa anche di sicurezza nelle scuole al posto del Ministero dell’Istruzione!

francesco.caroselli ha detto...

totozanzara piu che scontato...
I tumulti di Milano

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

l'addio della Binetti!

Su Facebook impazzano commenti soddisfatti:
"Ciao, cilicio";
"Grazie signore grazie";
"L'avevo detto che se nevicava a Roma, qualche altro miracolo sarebbe accaduto...".

Ed è accaduto che Paola Binetti, la teodem, dopo mesi di annunci, ha deciso di lasciare il Pd.

Oggi invierà le lettere di commiato al segretario Pierluigi Bersani e al capogruppo, Dario Franceschini oltre che a Pier Ferdinando Casini, il leader dell'Udc, il partito in cui si trasferisce.

L'Arcigay a congresso le dedica una standing ovation per l'addio alla sinistra!!

:-)))

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA

Il colpaccio di Repubblica con le
"10domande10" da parte di Scalfari a Disguido Bertolaso e le lettere che ne sono seguite!

http://www.repubblica.it/politica/2010/02/15/news/scalfari_risponde_a_bertolaso-2302828/


ps: ho un dubbio, i suggerimenti a Giuseppino per i temi della puntata (cioe i TOTO-ZANZARA)vanno postati qui o nel pozzo degli OT???

grazie Authan!

nessuno ha detto...

Sempre a proposito di Bertolaso.

Bersani, da ministro delle Attività Industriali (o qualcosa di simile) nel giugno 2007 (meno di tre anni fa) chiedeva che il funzionario inserisse tra i grandi eventi il Vertice dell'Energia che si sarebbe dovuto svolgere a Roma nel novembre dello stesso anno, accollando le spese alla Protezione Civile.
Bertolaso non accolse la richiesta.

Ora Bersani invoca le dimissioni del funzionario.

Ma da qual pulpito viene la predica?

Francesca ha detto...

@ nessuno

ma come fai ad accodarti ai corifei di quel quotidiano che oggi risolve il problema della prima pagina con la notizia che tu hai postato?
Non lo capisci che il problema non è quello? Ma piuttosto che Bertolaso in cui si riponeva una fiducia incondizionata e biparizan ha dimostrato di non sapersi nemmeno scegliere, selezionando accuratamente e controllando nel tempo, i collaboratori!

Questo governo c'è il rischio che venga travolto da questa faccenda.
Se non fosse intervenuto Gianni Letta a stoppare il voto di fiducia sulla PC S.p.A. la maggioranza sicuro che andava sotto!
Non lo capisci??
Ti pare che questo Paese ora abbia bisogno di nuove elezioni?
Ma hai sentito i dati sul PIL 2009 e la disoccupazione?
E come mai il ministro dell'economia non parla da giorni ormai???

nessuno ha detto...

Carissima Francesca
1° Io quel quotidiano non lo compro. ne leggo sul Web gli articoli che attirano la mia attenzione, non so se ha corifei e se ne ha io non mi accodo a loro.
2°) Per te il problema non è la notizia che quel quotidiano mette in prima pagina.
D'accordo, però è una notizia.
3°) Per te il problema è che Bertolaso su cui era riposta una fiducia bipartisan, non ha saputo scegliersi i collaboratori (che è il problema di tutti i capi).
E con cio? Mi devo preoocupare perché un funzionario, un impiegato dello Stato, ha commesso degli errori? Ma nmmeno per sogno.
4°)Non capisco che questo governo potrebbe essere travolto da questa faccenda? Non solo non lo capisco, ma l'ipotesi non mi sfiora nemmeno l'anticamera del cervello.
Questo governo doveva cadere all'indomani della sentenza della Corte Costituzionale sul lodo Alfano. Non è caduto allora e potrebbe cadere ora per gli errori di un funzionario?
Per me assolutamente no.
Se invece dovesse cadere, come tu paventi, vorrebbe dire che ci sono ben altre e più gravi motivazioni di ordine politico in seno alla coalizione, altro che Bertolaso.
5°) Ed infine la disoccupazione e la caduta del PIL.
Tu sai cosa accade ad una generazione che in seguito alla sconfitta militare in una guerra perde affetti, presenze fisiche di persone, beni perchè la casa è stata distrutta dai bomberdamenti degli "Alleati", ha perso ogni attività lavorativa perchè è dovuta scappare come profugo dalle colonie d'Africa, o dai possedimenti dell'Egeo, o dalla Dalmazia, dalla Croazia, dall'Istria? Tu sai qualcosa di tutto questo? Io lo so. E vuoi che mi preoccupi della caduta del PIL e della disoccupazione perché gli americani non comprano più il nostro famoso "Made in Italy" che sono i vestitini di Armani e gli scarponcini di Della Valle?
Ti scandalizzerò, ma devo confessarti che no, non mi preoccupo.
Io ho un piccolo orto e mi coltivo lì dentro patate, cipolle ed insalata (cosa che consiglio di fare a tutti), come 60 anni fa coltivavo frumento, raccoglievo limoni, se c'era qualcuno disposto a comprarli, e le olive per fare l'olio.
In più andavo a pescare pesci che mia madre metteva sotto sale.
E per merenda mangiavo carrube che di solito si davano ai cavalli.