lunedì 1 febbraio 2010

Cherchez la femme

Cercasi donna che mi scriva un bel post sulla polemica che Giuseppe Cruciani, durante la puntata della Zanzara di lunedì 1 febbraio, ha montato sulle parole di Concita De Gregorio, la quale, in un incontro pubblico, ha sostenuto che più donne in politica rappresenterebbero in linea generale un bene in quanto esse, avendo meno tentazioni di natura sessuale ed essendo di conseguenza meno esposte a scandali con risvolti piccanti, sarebbero "meno distratte".

La reazione di Cruciani è consistita nel ridacchiare, nell'ironizzare, e nel definire "delirio" le argomentazioni del direttore dell'Unità.

Secondo me solo una donna può commentare con cognizione di causa una polemica del genere. Attendo quindi un articolo alla mia mailbox (antizanzara chiocciola gmail punto com) da una rappresentante dell'altra metà del cielo. Altrimenti niente post.

15 commenti:

Viola ha detto...

uhmmm, Authan mi stai tentando..

nel frattempo vi aggiorno:

"Si chiamerò Jekyll e sarà condotto da Gianluca Nicoletti il nuovo programma di Studio Aperto in onda su Italia 1 da lunedì 8 febbraio, tutte le mattine alle 11,45. Dopo lo stop imposto dal Sole 24Ore a Giuseppe Cruciani, il conduttore de La Zanzara di Radio 24, Mario Giordano che firmerà come autore la striscia non si è perso d'animo e ha messo a punto il progetto nel quale crede molto. Nicoletti rivisiterà in modo critico la televisione del giorno prima con servizi, ospiti e commenti: sarà una specie di controcanto, di vaccino, di altra faccia della Tv, infernale Mr. Hyde moderno."

http://4.bp.blogspot.com/_eGlWpP3AcXk/S2dM0X81bGI/AAAAAAAAAGA/a1Tha_X6TTs/s1600-h/jekyll.jpg

...ehmm cos'è che doveva fare radio24?? Licenziare il buon Cruciani??!! Se lo tengono ben stretto come vedete :-))

mio commento personale è che Nicoletti ha sicuramente + esperienza televisiva per commentare la televisione, se di questo si tratta

Viola ha detto...

p.s.... a quanto pare il conduttore di Jekyll rimane all'oscuro, solo un'ombra sfuggevole, voce che commenta..

ecco spiegato come poteva funzionare Cruciani in televisione

ma oramai è storia passata!

Francesca ha detto...

ma allora Nicoletti lascera' "Melog2.0"?

Viola ha detto...

dopo glielo chiedo ma non penso proprio. Melog finisce prima e può parlare dal telefono (non andare personalmente in studio)

Francesca ha detto...

puo' anche darsi che nessuno dei vice-Cruciani volesse andare a prenderne il posto, in caso di.....
(Maurizi??)

Francesca ha detto...

TOTO-ZANZARA in salsa padana!

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/201002articoli/51821girata.asp

qui il familismo non c'entra neh?!
Solo meritocrazia!

Viola ha detto...

Nicoletti non lascia Melog, e si recherà fisicamente in studio televisivo..

nessuno ha detto...

E' probabile che Conchita De Gregorio abbia ragione, non si può a priori escludere che le donne al potere attirino poco gli appetiti sessuali di uomini più o meno giovani con aspirazioni di carriera o di scalate social-politiche, non fosse altro perchè spesso potrebbero non essere di gradevole aspetto.

Ma voglio un po' giocare con uno dei miei sofismi.

Sulla terra, se gli abitanti sono sei miliardi (non sono aggiornato) la metà sono donne (forse anche un pochino di più della metà).

Qualcuno sa quante nazioni sono rappresentate all'ONU? Io non lo so.
150? 200? 250? Non credo di più ma posso anche aggiungere, tanto non mi costa niente: 300?
Ecco, vorrei sapere quante donne sono a capo di paesi.
So che ce ne sono in Europa, Africa (?), Asia, Australia, America del Nord (?) ed America del Sud. Ma quante sono in tutto,
sul complessivo numero di nazioni registrate all'ONU?
Per l'America del Nord possono essere conteggiate anche quelle che sono Governatrici dei singoli Stati dell'Unione. Analogamente anche per altre aree geografiche ove vigano forme analoghe di governo regionale.

In conclusione: vorrei sapere, se qualcuno è in grado di ricavare il dato in qualche sito internet, quante sono nel pianeta le donne che rivestono cariche di vertice, e quanto hanno migliorato la condizione del paese amministrato, indipendentemente dalle loro vicende sessuali.
Poi si potrebbe comunicare il dato a Conchita.

N.B. La guerra dell'Inghilterra all'Argentina per le isole Folkland è stata dichiarata da una donna.

Francesca ha detto...

@ nessuno

per una volta ti rispondo io!

http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_elected_or_appointed_female_heads_of_state

nella colonna di destra la voce "incumbent" è per quelle attualmente in carica, eccettuato la Bachelet come ben saprai, dopo la recentissima elezione di mister miliardo Sebastian Pinera (una specie di SB sudamericano, padrone di una squadra di calcio e di TV!).

ciao!

PaoloVE ha detto...

@ nessuno:

mi pare che tu abbia mancato completamente il punto: "non si può a priori escludere che le donne al potere attirino poco gli appetiti sessuali di uomini più o meno giovani con aspirazioni di carriera o di scalate social-politiche, non fosse altro perchè spesso potrebbero non essere di gradevole aspetto": non mi pare che in nessuno dei recenti scandaletti l'avvenenza ed il sex appeal del potente abbia giocato un qualsiasi ruolo (mi viene in mente Sircana, oltre a SB): ad essere importante era eventualmente il suo appetito e la disponibilità che il potere direttamente o indirettamente gli poteva eventualmente offrire...

Saluti

Paolo lussurioso

Francesca ha detto...

OT ma vi ho scassato talmente i maroni con la Jena di RADIO24 che questo link:

http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?articolo=rubrica-graffio-dario-ceccarelli

ve lo invio di cuore!

Ah... lo sapevate che oggi Milan con il suo sondaggio ha stabilito un record di partecipazione?
Pensate amici ascoltatori, oltre 6000 risposte!
E lo sapete vero com'è andata.... che la maggioranza ha risposto che NO, il PD non deve ripartire da PRODI.
(dopo che al professore, ex premier, perfino Lucio Dalla ha chiesto di ridiscendere in campo per il bene di Bologna-la rotta!)

nessuno ha detto...

A PaoloVe.
Sì, avevo pensato anch'io che mi si poteva obbiettare quanto tu obbietti.
Ma se tu pensi a Sircana, io pensavo alla Bonino, alla Bindi, alla Teresa Noce di 50 anni fa, alla Golda Meir, ...ed anche, se mi consenti, alla Angela Merkel.
Però ammetto che sto cercando di arrampicarmi sugli specchi.

Il punto mio cmq (come vedi cerco di adeguarmi), ripeto, cmq, è la verifica del numero complessivo di donne al potere nel mondo. Ce ne sono. Ma quante sono?

Qualche donna è sempre emersa nella Storia: Clitennestra che avendolo tradito con Egisto uccide il marito Agamennone tornato da Troia, Didone regina di Cartagine che si innamora di Enea (mitologia, d'accordo, ma con le caratteristiche della plausibilità), Cleopatra, Teodora moglie di Giustiniano attrice o etèra, Giovanna d'Arco,
Elisabetta I d'Inghilterra che fece decapitare la cugina Maria Stuarda, Isabella di Castiglia quella delle caravelle a Colombo, la regina Vittoria d'Inghilterra... per citare quelle più ai vertici. Molte di queste passarono alla Storia anche per le loro performances sessuali, quelle manifeste e quelle nascoste o segrete. Poi ce n'è una caterva di rango inferiore, ne cito una per tutte: Lucrezia Borgia che concluse la sua movimentata vita come signora di Ferrara.

Ripeto, qualche donna nella Storia dell'umanità è sempre emersa nelle varie epoche, sia ai vertici politici che in altri campi dell'arte e della scienza.

Ad onta di quel che si sostiene, la nostra epoca, dal punto di vista antropologico, non credo che differisca molto da quelle che l'hanno preceduta, per cui qualche donna emerge, ma quante sono nel mondo?.

Sostanzialmente concordo con le conclusioni di Viola nel post di oggi "un homme, une femme" la quale non è d'accordo con Conchita.

Francesca ha detto...

@ nessuno

hai dimenticato Matilde di Canossa e Indira Gandhi.

nessuno ha detto...

a Francesca

Matilde di Canossa non era regina
e, secondo me fa parte della caterva di secondo rango.
Indhira Gandhi fa parte del nostro tempo.

Forse ti stupirai, ma malgrado la TV, l'aereo, la bomba atomica, gli antibiotici ed internet, dal punto di vista ormonale non siamo diversi dai nostri tris tris trisavoli.

nessuno ha detto...

A Francesaca delle 13,46

Sì, grazie, ho visto.

Le donne capo di Stato "incumbent" sono otto su 200 nazioni.
E se non fosse stato per quel rompi di presidente di squadra di calcio e prorietario di TV del Cile, sarebbero state nove.
Poi pensa se avesse vinto le primarie Illary Clinton, che bel colpo. Sarebbero state 10.
Il 5%.

Ma si può essere contenti lo stesso. Conchita può continuare la sua battaglia.

Salutissimi.