mercoledì 23 dicembre 2009

Canto di Natale

Era un uomo senza scrupoli. La sua vita era basata sul potere e il successo. Finché un proiettile non lo costrinse a riflettere.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Qualche giorno fa Giuseppe Cruciani, conversando in diretta con Luca Telese, ad un certo punto ha esclamato qualcosa del tipo “come sarebbe bello poter parlare di storia e non delle miserie quotidiane”. Ecco, ieri mentre ascoltavo le sciocchezze (opportunamente stigmatizzate dal conduttore della Zanzara) pronunciate da Maurizio Gasparri e da Francesco Barbato, talmente immani che non ho neanche voglia di riportarle (seguite i link se non sapete cosa hanno detto), ho avuto una reazione di nausea. Basta con queste miserie quotidiane. Basta. Da qui all'epifania non voglio più saperne. Almeno a Natale voglio sollevare la testa da questa puzzolente fanghiglia amorfa.

Stavo quasi per spegnere la radio quando, per nulla inattesa a dire il vero, è arrivata la notizia, letta in tempo reale dal Crux, del supremo perdono. Il sommo cavaliere, Silvio Berlusconi, nella sua infinita indulgenza, ha perdonato il suo attentatore. Non che il Tartaglia per questo eviterà la scure della giustizia terrena, sia chiaro, ma potrà farlo scevro dei sensi di colpa, e forte della grazia cristiana della vittima.


Canto di Natale


Ora, non prendetemi sul serio, perché non sono certo un allocco. Che sia tutta una mossa studiata dal premier e dal suo staff, frutto del desiderio di imprimere nell'immagine del premier un'aura di semi-divinità, benevola e candida, da vero leader del "partito dell'amore", incapace di provare rancore, lo capisce anche un ragazzino di prima media. Tuttavia, almeno fino a quando non sentirò Berlusconi tornare a sproloquiare le solite enormità, e a produrre nuovi strappi istituzionali conditi da qualche barzelletta greve, voglio dare un senso a questa atmosfera natalizia sforzandomi di pensare/sognare/illudermi, come farebbe un bambino che ancora crede a Babbo Natale, che da tutta questa storia di violenza e di follia possa uscirne qualcosa di buono: un premier con una personalità tutta nuova, un uomo diverso, un individuo incredulo del suo passato.

Un po' come capitava al personaggio interpretato da Harrison Ford nel film "A proposito di Henry" (sì, lo so che sarà la terza volta che cito questa pellicola. Ao', mi è piaciuta, nun me rompete), un avvocato cinico, insensibile, e senza scrupoli, che dopo essere stato ferito gravemente da un colpo di pistola si risveglia dal coma senza memoria, ma con un temperamento generoso e altruista, radicalmente diverso dal precedente. Una trama che, se volete, riecheggia la conversione e il pentimento del tirchio ed egoista Scrooge nel "Canto di Natale" di Charles Dickens.


A proposito di Henry


Sì, sì, siiiiiì, lo so benissimo che tutto ciò è solo una pia illusione. Ma, ripeto, è Natale. Lasciatemi fantasticare in libertà. Anzi, fatelo pure voi, che una piccola fuga dalla realtà, qualche volta, è assolutamente salutare.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++

La storia di un uomo che aveva tutto, ma che trovò qualcosa di più.

(Slogan promozionale del film "A proposito di Henry". Idem per la frase ad inizio post)

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Ci rivediamo dopo l'Epifania, cari amici. A tutti voi, Buon Natale e Felice Anno Nuovo.

--------

Metallica, "The Unforgiven" (1991)




What I've felt
What I've known
Never shined through in what I've shown
Never free
Never me
So I dub thee unforgiven...

94 commenti:

Marco ha detto...

Caro Authan, giusto per renderci conto di quanto questi auspici siano illusori faccio notare come anche nel gesto del "perdono" B. sia stato capace di mostrare ipocrisia e scarso senso civico e istituzionale: ha infatti chiesto ai magistrati di essere intransigenti nel giudizio perchè, spiega, non deve passare il messaggio che "chiunque" possa lanciare oggetti al "presidente".
Ora:

1) ma che razza di perdono è quello che si accompagna all'auspicio di una pena esemplare???

2) non mi risulta che il "presidente" goda di uno status che rende più gravi i reati ai suoi danni di quanto non lo siano quelli ai danni dei comuni cittadini

3) ma ce lo vogliamo ricordare o no che Tartaglia è in cura farmacologica per problemi psichiatrici??? In tutte le giurisdizioni l' infermità mentale porta a diminuire la pena perchè la legge non punisce in base ai "messaggi negativi" ma alla respondabilità soggettiva.

Francesca ha detto...

il martire di Arcore perdona.
Ha ascoltato le preghiere di quel santuomo di Don Verzè e....i consigli dei sondaggisti!
MA...
chiede ai giudici che "non passi il messaggio che si possa andare in giro a colpire liberamente il PDC che è un istituzione, perchè altrimenti partirebbe un tiro al bersaglio".

Deve invece passare il messaggio che il PDC puo' colpire liberamente TUTTE le istituzioni?

ste76 ha detto...

Chi ha dato il Prozac ad Authan :)

Buone vacanze a @tutti. Il buon anno si vedra'..

Francesca ha detto...

Si è liberato un posto da "beato", dopo i ripensamenti su PIOXII ... resta in gara da solo il papa polacco che lui pure perdono' il suo attentatore Ali Agca... che il martire di Arcore voglia la beatificazione in vita?
Di miracolati ce n'è..... a bizzeffe!!

F®Ømß°£ ha detto...

Auguri ad authan, anche se non riesco a condividere lo spirito del post ;-)

A presto

Tommaso

Francesca ha detto...

"A Piazza Affari gli acquisti premiano i titoli della galassia Fininvest. La finanziaria della famiglia Berlusconi ieri ha formalizzato un accordo con Cir per la sospensione dell'esecutività della sentenza di primo grado che la obbligava a pagare un risarcimento da 750 milioni per il Lodo Mondadori. A garanzia del pagamento, in caso di conferma della sentenza in appello, Fininvest ha presentato una fideiussione da 806 milioni. Di riflesso, a Piazza Affari guadagnano terreno le controllate Mediaset e Mondadori oltre a Mediolanum, di cui Fininvest controlla il 35% del capitale. In vista della scadenza di fine anno, intanto, secondo quanto anticipato ieri da Radiocor, l'Antitrust ha concesso a Mediobanca una proroga tecnica di alcune settimane per definire la cessione dell'1,9% detenuto in Mediolanum".


Il partito dell'Amore.... fa bene al cuore e....alle tasche!

Authan ha detto...

Tommaso,
questo post vuole solo essere ironico, vagamente provocatorio, e al contempo "natalizio". Ma non contiene alcun reale messaggio.
Ciao,
authan

Marco ha detto...

Ah, dimenticavo: auguri ad Authan e a tutti i commentatori! A presto!

Viola ha detto...

Authan, condivido Marco in tutto quello che ha scritto. E concordo con te che.. basta, veramente basta con queste bassezze, ieri Gasparri mi ha fatto andare di traverso la colazione (omnibus appuntamento fisso, già mi sento orfana dato che oggi era l'ultima puntata fino a dopo Natale)

Se penso al nostro Perdonatore, mi vien solo da sorridere

http://www.corano.it/corano_testo/40.htm

p.s.: senza alcuna intenzione dissacratoria di offesa ad alcuno

34. Già in precedenza Giuseppe vi recò prove evidenti, ma non smetteste di dubitare di quello che vi aveva portato. Quando poi morì diceste: "Dopo di lui Allah non susciterà un altro inviato"

...non ho saputo resistere! :-)

nessuno ha detto...

Oh, sì. Buon Natale.
Ma qualcuno mi spieghi non dico cos'è Natale ma cos'è il natale. Il papa ci ha detto che non è una favola per bambini, d'accordo, allora cos'è. Una tredicesima, sì, gli obbligatori regali riciclati e da riciclare, sì, maggiori ricavi per il commercio e per le industrie che vendono ai commercianti, sì, grandi liti tra parenti che non si rivedevano da un anno, sì, trimalcioniche abbuffate, sì, altri introiti per Andrea Bocelli che canta le solite canzoni, tranne Profumi e balocchi, promozionato da tutte le trasmissioni televisive ed in primis da Faziofabio che li promoziona tutti: Battiato, Tiziano Ferro, Simone Bersani, Roberto Vecchioni e tutti gli altri e sono tutti bravissimi ed eccezionali, ecccezzziunali veramnde, oltre che promozionare tutti gli scrittori nazionali ed esteri a cominciare da Umberto Eco, e tutti gli attori e registi cinematografici americani e nostrani e chiunque sappia suonare il pianoforte. Non si capisce perché non vengano promozionati anche i pittori e gli scultori, cosa sono, i figli della serva? Ma questa pubblicità chi la incassa?

Dette queste cose ovvie per il natale - molto diverso dal ramadan - cosa dobbiamo dire del Cruciani nostro, il Nonlosopercarità, il Ilpuntononèquesto della radio,
mellifluo con i giornalisti che invita e dei quali si reputa collega, e aggressivo con gli ascoltatori. Costoro, trattandosi di una piccola radio, riescono a prendere la linea abbastanza facilmente. Poi vengono lasciati in attesa per molti lunghi minuti per cui, al momento di intervenire, sono gà esausti e furibondi e si vedono liquidati immediatamente dal bon ton del nostro che schiaccia un bottoncino e passa ad un altro. Ora mi direte. Perché lo ascolti? Perché sono come Totò che prendeve le sberle da quel tale che lo chiamava Pasquale e non reagiva perché, diceva: voglio vedere dove vuole andare a parare questo qua. Che me ne importa. Sono mica io, Pasquale.

Stefano ha detto...

Santo subito!
DiPietro santo subito!

Ma dove lo troviamo un altro così? Uno capace di far mangiare polvere SB sulle stupidaggini che riesce a dire? Stupidaggini nella forma: eccessiva, blasfema ma non nella sostanza...

Don Farinella: a lui subito un tg!
Uno che nella sua esageratezza riesce, il solo, a dire che SB è affetto da delirio di onnipotenza! Una forma leggera rispettp quelle che si possono vedere in clinica psichiatrica ma chi gli può dare torto?

E l'impagabile Crux che subito si affretta a dire che non ci sono prove che il tartaglia sia matto.

Che allegra compagnia di mattacchioni!
Sarà il Natale ma non riesco ad inca77armi.

Buone feste a tutti!

francesco.caroselli ha detto...

Berlusconi: " la mafia è un fenomeno patologico. Noi la sconfiggeremo prima della fine della legislatura"

Intanto rimuovono il prefetto di Fondi che ha spedito due immense relazioni sulle infiltrazioni mafiose in comune... per sconfiggere la mafia basta togliere di mezzo chi la vede e la denuncia.....e se potessero cacciare anche i magistrati?
http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=2247:a-fondi-ce-la-mafia-e-il-governo-rimuove-il-prefetto&catid=20:altri-documenti&Itemid=43



Visto che il blog è chiuso vi consiglio qualcos'altro da leggere:
http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2009/12/de-magistris-bruni-e-genchi-intelligence-telefonica-e-caccia-alla-nuova-p2-ma-la-politicasi-ribella.html#comments

Authan ha detto...

MINI-POST! Giusto due cose telegrafiche sulla Zanzara di mercoledì 23 dicembre.

1) Se devo scegliere tra la normalità di un Bersani, per quanto "dimesso" (io userei piuttosto l'aggettivo "serio") possa apparire agli occhi di un Cruciani qualsiasi, e la stravaganza e l'eccentricità di un voi-sapete-chi, beh, permettetemi, sarò vecchio stile, ma viva e stra-viva Bersani tutta la vita. La serietà al potere!

2) "Non servono nuove leggi", "I voti di fiducia sono stati fin troppo pochi", "In Inghilterra la finanziaria viene approvata in dieci minuti"... Cruciani ha un evidente rapporto conflittuale con il potere legislativo. Se il Parlamento italiano venisse magicamente eliminato domattina, egli non farebbe una piega. E' uno suoi dei tratti più indigeribili. Prima o poi ne riparleremo più diffusamente.

Ancora buone feste!
authan

Stefano ha detto...

Authan hai ragione, Cruciani è infastidito dalla democrazia, dalla sua fisiologica "lentezza".
Basti pensare a cosa succede a chi prova a nominargli le parole "emergenza democratica" o "rischio di regime".
Guai a dire che qualcosa non si può più fare.

Per il resto: benvenga lo suo stile normale di Bersani!

Buon Natale!

Authan ha detto...

Il Papa cade a San Pietro dopo essere stato spintonato.

Anche in questo caso sarà tutto provocato dal "clima d'odio"?

(In famiglia stiamo preparando il pranzo di Natale, ma mezzo minuto per togliermi questo minuscolo sassolino dalla scarpa ho voluto proprio prendermelo...)

Ancora buone feste!
authan

F®Ømß°£ ha detto...

è la stessa cosa che ho pensato io authan. Auguri al papa e a papi per guarire dalle ferite riportate contro il partito dell'odio degli psicopatici!

Saluti

T.

Stefano ha detto...

Il Papa come il Papi!!!

Ecco cosa dirà il Crux: non ci sono prove che l'aggreditrice fosse pazza.

Traffico!

Stefano ha detto...

In questo clima di iuleeenz direi che si portebbe tranquillamente riabilitare il DiegoAbatantuono.

Sarebbe anche un equo contraltare al LinoBenfi del Crux.

Chi il prossimo?
E soprattutto: cosa?

Secchiata di vernice rossa a Fini?
Pietre a diPietro?
Il valium a Feltri è già arrivato.
Forse...forse...
Sanitario ideal standard a Bossi visti gli usi che fa del tricolore.

Iuulent natal a tutti!

Ornette ha detto...

Ciao a tutti, mi pregusto già la prossima campagna del Giornale: l'attentatrice del Papa è svizzera, De Benedetti è cittadino svizzero, ergo De Benedetti ha armato la mano dell'attentatrice.
Un grazie ad Authan per la costanza indefessa nel condurre questo splendido blog.

Ornette

Viola ha detto...

hai ragione Ornette :-)

la mia solidarietà a tutti gli italo-svizzeri.
Ma che senso ha sottolineare che quella donna avesse la doppia cittadinanza? Non c'è giornale/sito che non l'abbia riportato e mi sono chiesta perché fosse fondamentale riportarlo, talvolta nel titolo..

Mi sembra un altro tentativo di far passare un messaggio negativo legato a un gruppo non meglio specificato di persone invece che riportare il gesto alla responsabilità del singolo, al pari di Tartaglia

Buon Santo Stefano a tutti e in special modo agli Stefani del blog!

Stefano ha detto...

Grazie !!!
:-)

Stefano ha detto...

Apprendo ora dai Tg che il nostro patetico PDC ci avrebbe concesso il suo volto solo il giorno in cui i segni dell'aggressione non sarebbero stati piu' visibili.

Ma dico: non è mica Mina!
Nemmeno MichealJackson!
E neppure un supereroe della marvel.

Ma cos'ha in mente adesso 'sto uomo?
Di iniziare una dialettica anticotestamentaria sullo svelarsi e sul nascondersi???
Sul vedere il volto di Dio???
Apparirà come un roveto ardente solo a capezzone ed a EmilioFede?

Quindi o ci piglia tutti grandiosamente per il culo
o il suo delirio di onnipotenza sta prendendo pure risvolti mistici.

Ma nessun prelato, prete o cardinale che si schifi di tutto questo?
Solo il "cecchinato" donFarinella e il "defunto" direttore di FamigliaCristiana?

Già che ha perdonato il suo aggressore... (salvo appellarsi alla magistratura persecutrice)
Già che anticipa i patimenti del Papa...
Già che è unto dal Signore...
Già che il suo governo porta avanti i valori cristiani(prostituzione e corruzione)...

Faccio fatica a sopportare tutto questo.

Viola ha detto...

Non esagerare Stefano.. sta in fin dei conti mostrando il suo lato + "umano" proteggendo la sua "beltà" (presunta)

Ornette ha detto...

Altra dichiarazione d'amore per il nostro Premier da parte di un altro prete spretato (come "Don" Verzè) e indagato..
''Io ti voglio bene e vorrei dirti ti amo': cosi' don Pierino Gelmini si e' rivolto a Silvio Berlusconi. ''Qualcuno ti ha definito il diavolo - le parole del sacerdote -, ma di solito si riconoscono diavoli coloro che diavoli sono. Noi ti vogliamo bene''. Il fondatore della Comunita' Incontro ha quindi rivolto a Berlusconi un nuovo incitamento, alzando la voce: ''non avere paura, tieni botta e vai avanti. Non arrenderti, per favore''.

Che dire dopo queste parole, aridatece Farinella e De Capitani!!

Stefano ha detto...

Cara Viola, il suo vero volto ce lo sta nascondendo con tutte le forze. Il suo vero volto è quello umano, sofferente, anziano che il trauma appena subito gli impedirebbe di nascondere e così è lui a nascondersi.
Quel volto umano è in palese contrasto con l'immagine megalomane che ha e da di sé.

Spero davvero che la recente aggressione lo riporti un po' coi piedi per terra.
Sarebbe doloroso ma gli farebbe un gran bene.

Ma possibile che riesca a darla da bere a tutti?

Lorenzo ha detto...

sono io il solo a cui i recenti accadimenti fanno pensare allo splendido film Louise e Michel?

Viola ha detto...

@ Stefano
forse ora è coi piedi per terra...ma temo che la riscossa sarà peggiore. Dubito che impari qualcosa, perchè non la vedrà mai come un insegnamento, come un monito a non eccedere
la vedrà solo come un danno da usare a proprio vantaggio

Con questo non voglio dire che se l'è tirata addosso, non è questo il senso delle mie parole, intendiamoci

sinceramente, per lui, spero che starà + attento in futuro, a non esporsi come è solito fare
e lo spero per noi, affinché non possano accadere fatti come questo che ci hanno nuovamente messo in cattiva luce con il resto del mondo che purtroppo segue tutto quello che gli accade, dato che ha perennemente i riflettori sparati addosso (e se questi riflettori chi li gestisce cominciasse a spegnerli un po' non sarebbe male)

ubaldo ha detto...

Piu' vi leggo e vi ascolto e piu' rigngrazio
Berlusconi e Cruciani per aver SMASCHERATO la vostra reale natura;
siete arroganti e prepotenti.
Attaccate Cruciani solo perchè dubita riguardo le vostre certezze da intellettuali di sinistra.
Da anni sostengo che dietro la parvenza di buoni e difensori dei deboli, in realta' si nasconde(va) solo la presunzione di essere intellettualmente superiori e quindi credete di aver diritto di decidere per tutti. La realta' e' che avete perso le elezioni e non lo accettate.
Vi sfogate attaccando Cruciani, accusandolo di essere Berlusconiano, non riuscite a capire come sia possibile che un intellettuale non sia di sinistra, ostacola la vostra propaganda contro il criminale Berlusconi.
La realta' e che vi ha smascherato, basta sentire gli interventi degli intellettuali di sinistra; basta una domandina al punto giusto e Cruciani dimostra che l'intervento non e' una riflessione ma come al solito il tentativo di fare propaganda anti Berlusconi. Rassegnatevi avete perso.

Viola ha detto...

ciao Ubaldo, parliamone..

:-)

ubaldo ha detto...

Ciao Viola,
sono pronto..

ubaldo ha detto...

Chiaramente se non hai dubbi sul fatto che Berluconi sia mafioso
stragista pedofilo ecc, e' inutile parlarne, hai certamente ragione tu, e quando ci saranno le prove lo attacchero' pure io con ogni mezzo.Ciao.

PaoloVE ha detto...

@ Ubaldo e Viola:

... posso partecipare anche io?

Per cominciare (e ripetendo quanto spesso già detto) direi che sono un estimatore della zanzara, meno di cruciani, cui riconosco di esser un buon condutore, ma un mediocre giornalista.
La critica nasce non dal fatto che sia schierato, che considero normale, ma dal voler far passare le sue posizioni giocando su doppiopesismi -spesso grossolani ed evidenti- piuttosto che su dati e ragionamenti, come invece troverei più corretto.

su SB: quale mai reale natura dei frequentatori di questo blog avrebbe smascherato?

@ Ubaldo: è vero che in questo blog è carentela componente filogovernativa: se ne hai voglia leggiti il manifesto ed argomenta le tue idee senza livore (non siamo tutti arroganti e prepotenti come scrivi nel tuo primo post, probabilmente un po' troppo affrettato) e sono convinto che il titolare del blog sarà ben contento del tuo contributo (per quanto possa contare lo sarò anche io: dove mancano idee diverse muore il pensiero).

Saluti

Paolo, l'intellettualmente superiore

Stefano ha detto...

Caro Ubaldo, guarda che ti stai riferendo a delle singole persone, non ad un popolo. Trovo quindi ardite le tue considerazioni antropologiche.
E poi ti chiedo: che bisogno hai di confermarti nelle tue scelte configurandoti un oppositore che nella realtà non è come tu lo descrivi?

Sul Crux invece confermo l'opinione sul suo doppiopesismo e la sua evidente disonestà intellettuale esercitata con chi critica Berlusconi.
Il suo operare è piuttosto sempliciotto, vari interventi sviscerano la questione e non credo ci sia da aggiungere molto.

Crux è criticato nel metodo e non nella posizione che si rifiuta di dichiarare.
Ti cito Ferrara.
Un furfante di giornalista che usa la sua intelligenza per diffondere le sue opinioni.
Però lo dichiara, dichiara dove sta e questo fa di lui un ottimo giornalista degno di rispetto.

Viola ha detto...

uups, mi ero allontanata, scusa Ubaldo

come dice Stefano, siamo singole persone e non un movimento, quindi nemmeno un gruppo da lodare o attaccare

Credo anche che tutti siano contenti se tu contribuisci con commenti sugli argomenti del giorno visti + dalla parte filogovernativa, carente in questo blog come ha detto Paolo.

in quanto alle certezze degli intellettuali di sinistra, io nello specifico sono così poco sicura delle mie certezze che nonostante una particolare predilezione per il Dott. Cruciani declinato in tutte le sue sfaccettature, mi sto da alcuni tempi chiedendo se non è il caso di ridimensionare cotanta passione e aprire gli orizzonti

GC fa forse troppo il conduttore e troppo poco il giornalista, secondo me dovrebbe solo spostare l'ago della bilancia nelle sue priorità. E' anche vero che con questo suo modo di fare stimola gli animi e la radio è contenta perché "la passione..si sente" e le casse si riempiono, però...

Quello che un po' si critica qui a Cruciani è di non argomentare a sufficienza le sue idee e convinzioni. Questo sì che è un comportamento arrogante e prepotente.

Ma se volevi parlare di SB... ti premetto che il nostro PDC non mi piace. E' una mia opinione: non mi piace, trovo inopportuno come parla in pubblico in Italia e all'estero dell'Italia, da donna sopporto poco i suoi apprezzamenti per l'universo femminile, di politica non capisco tutto e conosco nella media ma abbastanza da capire che il suo governo non rispetta il ruolo legislativo del Parlamento, e arrivare alla conclusione che queste manovre sono finalizzate all'approvazione di decreti su cui è meglio evitare un confronto civile con l'opposizione ma anche con la propria maggioranza, è un passo breve da fare. Potrei andare avanti, ma mi fermo qui.

in quanto al suo essere "mafioso, stragista pedofilo" come incalzavi tu, apostrofarlo con questi epiteti è facilmente attaccabile, ma non mi nascondo dietro un dito e ti dico che l'opinione che mi sono fatta è che sia entrato in contatto con appartenenti alla mafia e probabilmente sia coinvolto nei loro affari e desidero che la magistratura faccia chiarezza sui fatti in cui attualmente è coinvolto. In questa condizione io preferirei che fino a quando non fosse fatta chiarezza, questa persona non fosse il nostro PDC. In quanto al "pedofilo" è esagerato dire così, ma da queste accuse non si è sufficientemente difeso o non è stato abbastanza disponibile ad un confronto. Ha preferito nascondersi, non rispondere, un po' come fa adesso che preferisce non farsi vedere con il volto gonfio. Non mi dirai però che la sua immagine, con lo scandalo dei suoi festini con prostitute a Palazzo, non si sia sporcata.. Solo per questo, io non vorrei che fosse il mio capo del governo.

Ma non sarei + contenta se ci fosse Bossi o un esponente della Lega giusto per essere chiari sul fatto che non sono proiettata contro SB a prescindere, solo perchè è di moda. E questo perchè forse sono ancora + detestabili i discorsi che si sentono a volte fare dai leghisti contro i meridionali, contro i clandestini, con parole che sprizzano odio, mancanza di rispetto per la persona e razzismo.

Ora che ci siamo chiariti e che spero di averti dimostrato che ho solo opinioni e non certezze, potremmo cercare dei punti in comune e divertirci a commentare su questo blog, Authan permettendo

francesco.caroselli ha detto...

mitico Milan!
la puntata di stasera ha dimostrato ancora una volta come sarebbe piacevole un programma come la zanzara se non ci fosse il Crux...
Senti Authan ma se tolgono il nostro "cruccio", lo continui il Blog?

Ubaldo commenta piu spesso in questo blog e scoprirai che non abbiamo certewzze ma solo dubbi...
e questo blog non fa parte dell'inteligenzia di sinistra

francesco.caroselli ha detto...

come al solito molto interessante...
Su Berlusconi e la mafia....
perchè spatuzza non è un folle.
http://19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=2278:stragi-nuove-accuse&catid=20:altri-documenti&Itemid=43

Questo invece dimostra come l'abnegazione di molti poliziotti riesce a sgominare un attentato al PM Ingroia in prima linea contro lo mafia (e casualmente anche co-accusatore nel processo dell'utri):
http://19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=2249:e-a-palermo-e-pronta-unautobomba&catid=20:altri-documenti&Itemid=43

Qui qualcos'altro sugli equilibri politico-mafiosi:
http://19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=2269:ombre-sulla-lotta-alla-mafia&catid=2:editoriali&Itemid=4

Francesca ha detto...

@ Francesco Caroselli

hai citato Milan..... ma non era il bravo Alesso Maurizi a condurre stasera??

L'ho trovato assolutamente gradevole.... leggero e garbato ma deliziosamente complice di questo covo di intellettuali di sinistra, snob con la puzza sotto il naso e anti-B, tutte le volte che ha mandato Noemi Letizia nel penoso remake della canzone della piu' nota cantante americana mentre commentava tra il divertito e lo sconsolato (per la pessima perfomance della pin-up di Casoria e di chi ce l'ha mandata in sala di incisione!!): "Papi ha detto che ci penserà lui alla mia carriera.... artistica o politica"!

Grande Maurizi!
Spero che il Crux si sia preso a morsi per essere andato in vacanza!

@ Ubaldo

sugli intellettuali.... ehm...me ne vengono im mente alcuni, indiscutibilmente pezzi da 90, ma di posizioni non certo filo-B: Umberto Eco....Umberto Galimberti... anche nel pensatoio della destra piu' illuminata qualcosa trovo, ad esempio Alessandro Campi, che pero' difende Fini che è assai critico con il premier....

W il Partito dell'Amore....a pagamento!!

Francesca ha detto...

commento OT...sorry, ma ce l'ho proprio qui nel gozzo!

L'affettato ministro Frattini dichiara I-NA-MO-VI-BI-LE che con i terroristi non si tratta.
I turisti italiani sarebbero prigionieri in Mauritania pare per ritorsione, secondo le rivendicazioni, per il ruolo dell'Italia in Afghanistan.

Nel settembre 2004 (al governo c'era noi-sappiamo-chi) due signorine di nome Simona, volontarie di una ONG, venivano rapite in Iraq e liberate dopo 3 settimane, frutto di una trattativa con mediatori (leggi affaristi) molto efficienti, al modico prezzo di un milione di $, riconsegnate al commissario straordinario della CRI, Maurizio Scelli, oggi parlamentare PDL.

http://www.repubblica.it/2004/i/sezioni/esteri/itarapdue/cifrariscatto/cifrariscatto.html

http://parlamento.openpolis.it/parlamentare/332916

Stefano ha detto...

Torno per un attimo su DiPietro.

La sua letterina è di un cattivo gusto imbarazzante, una puzzetta in ascensore in confronto è niente.

Quello che dice però, fuor di metafora, è sacrosanto. Non si può trattare con chi è falso, confonde, mente e non ha rispetto per nulla che non sia il suo interesse e la sua immagine.

Amen.

Viola ha detto...

grazie Francesca, non conoscevo il sito openpolis, né sapevo che le votazioni fossero così trasparenti!

leggendo delle due Simone nel 2004 mi è venuta la curiosità di andare a rileggere alcuni degli articoli dell'epoca, compreso il sito di Paolo Attivissimo http://www.attivissimo.net/antibufala/2simone/strapagate.htm e un blog di commento agli articoli di Feltri e Ferrara sull'argomento: http://forum.diodati.org/messaggi.asp?f=3&t=1546

nella Zanzara di ieri si è parlato molto dei soccorsi a beneficio di irresponsabili e della reazione di Bertolaso..
Viene in mente solo a me un parallelismo tra la vicenda delle due Simone, il loro riscatto, la richiesta di alcuni che le Simone facessero una colletta per ripagare il riscatto prima di pensare di tornare in Iraq.... e la discussione dei nostri giorni sul diniego a soccorrere chi si mette nei guai da solo pur essendo consapevole del pericoo annunciato, sul pagamento di multe o sul risarcimento delle spese sostenute per il soccorso?

o come commenta nel 2004 un partecipante a quel blog, è una "architettura folle - che ha generato la bugia dell'11 settembre - che vede la vittima essere la causa dei propri guai per averne un opportuno tornaconto"?

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,
la puntata del 28, condotta da Maurizi con il suo stile pacato, è stata un po’ fiacca per la mancanza di notizie che infiammino gli animi nel periodo di ferie.
Io, da appassionato di montagna, vi ho però trovato un motivo di personale interesse nei commenti all’uscita di Bertolaso contro gli “sprovveduti” che costringono i soccorritori ad esporsi a rischi e talvolta a morire nel tentativo di tirarli fuori dai guai.

Credo che Bertolaso, probabilmente travolto dall’onda emotiva dei quattro soccorritori uccisi nel tentativo di portare aiuto ai due alpinisti morti sul Pordoi, abbia macchiato una affermazione vera al 99% con una approssimazione e rinunciando a portare sino in fondo le sue analisi.

L’approssimazione sta nel fatto che i due alpinisti inizialmente travolti dalla valanga non erano degli sprovveduti, ma due appassionati alpinisti tecnicamente preparati, che avevano partecipato anche ad alcune spedizione himalayane insieme ad alpinisti come Nives Meroi e Romano Benet, tra i più forti, preparati e rispettosi della montagna. Due esperti, quindi, che, per passione, sottovalutazione o errore, si sono mossi in condizioni di grave pericolo perdendo la propria vita e causando la morte di altre persone.

Slegato dalla situazione contingente lo sfogo di Bertolaso secondo me è valido anche se monco: la montagna è un ambiente in cui la natura può in qualsiasi momento prevalere sul più preparato e prudente degli uomini, ambiente che però è stato reso sempre più accessibile a sempre più persone sempre meno in grado di affrontarlo, (vedete ad esempio: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200912articoli/50747girata.asp )

Pratiche ormai diffuse come il freeride, l’elisky, il downhill, sempre più spesso esercitate solo nella fase di discesa in quanto la salita è affidata a mezzi meccanici (elicotteri, seggiovie, funivie, fuoristrada, motoslitte,..), portano molte persone ad affrontare percorsi che non hanno visto in salita, di cui non hanno potuto valutare i rischi (sempre che ne fossero in grado), privandoli della possibilità di rinunciare davanti al pericolo.
Questo avviene in altra forma è più limitatamente anche nello skyrunning e nel MTBK estremo, dove la velocità e lo sforzo privano i praticanti di gran parte della capacità di osservazione e valutazione dell’ambiente e delle condizioni meteo.
Poiché la montagna non è una palestra, dove è dominante il solo aspetto atletico, le conseguenze di questi comportamenti non mancano, e, se è impossibile impedire a chi lo voglia di correre a piedi, con le ciaspe o in bici di farlo, è invece possibile agire su altri aspetti che generano il grosso di questi fruitori (spesso impreparati fisicamente e mentalmente) della montagna.

Ecco, secondo me Bertolaso avrebbe dovuto avere il coraggio di chiedere il divieto dell’elisky, il divieto di accesso totale ai privati sulle strade forestali, la chiusura della funivia dell’Indren e degli altri impianti simili, dedicati esclusivamente ad una fruizione impropria e puramente ludica di un ambiente che non è un parco giochi: insomma avrebbe dovuto chiedere di vietare l’uso di quegli impianti/mezzi/percorsi che come unico scopo hanno quello di portare gli sprovveduti in un ambiente a loro ostile.

Il suo ruolo e la situazione gli avrebbero permesso di farlo in maniera seria ed autorevole, ed avrebbe portato avanti una proposta costruttiva a tutela dei suoi uomini.

Qualcuno dirà che se uno vuole andare su un pendio a rischio valanga ci andrà lo stesso: è vero, ma credo che nel 90% dei casi la fatica, l’osservazione e la valutazione del rischio saranno un freno più che sufficiente.

Saluti

Paolo, l’alpenjaeger

PaoloVE ha detto...

OOOOPs!

il mio post precedente è uscito monco delle considerazioni sul fatto che, poichè il soccorso è più una vocazione che un mestiere, non riesco ad immaginare che i volontari possano essere fermati da un ordine di non intervenire, che presumo avrebbero grosse difficoltà a rispettare.
Per cui temo sia opportuno vagliare l'opportunità di limitare alcune pratiche pericolose, vietandone una loro diffusione e banalizzazione.

Saluti

Paolo il distratto

Viola ha detto...

@ Paolo il competente

come vanno convinti e fermati anche indirettamente mediante chiusura si impianti o divieti i fruitori della montagna in condizioni di pericolo, vanno fermati mediante divieto anche i soccorritori quando la situazione è chiaramente pericolosa anche per loro

ubaldo ha detto...

Ciao a tutti,
desidero chiarire il mio punto di vista.
Credo che una trasmissione radiofonica, basata sugli interventi degli ascoltatori e il confronto con il conduttore,
possa essere interessante dal punto di vista dello stimolo a riflessioni e per ascoltare diversi punti di vista.

Trovo fastidioso l'intento di numerosi ascoltatori di fare propaganda a favore della propria parte politica o che sperano di convincere il conduttore e gli ascoltatori che cio' che dicono non sia una riflessione ma la realta'.

Ho notato che che la maggior parte di tali interventi sono di elettori di sinistra. L'approccio tipico e': "Il signor Berlusconi..." oppure " Chiamo perche' sono profondamente indignato...". Molti temendo di essere scoperti, iniziano l'intervento in modo pacato, al conduttore basta una domandina al punto giusto per provocare una reazione del tipo: "comunque e' un mafioso ed ha 5 televisioni" (Smascherato).

Cruciani fa benissimo secondo me a condurre in questo modo, non si tratta di essere in accordo o in disaccordo con gli interventi, il punto e' che il tentativo di propaganda non porta nessun contributo alla discussione.

Seguo Cruciani da molto tempo ed ho notato che recentemente sembra essere sempre meno tollerante rispetto a tali interventi. Lo capisco perche' per placare l'intento propagandistico, o per stemperare l'impeto di alcuni ascltatori, si trova (da buon giornalista) a far l'avvocato del diavolo.
La maggior parte di tali interventi sono contro l'odiato Berlusconi e quindi Cruciani si trova, suo malgrado a dover "difenderlo". Ad esempio al classico " Berlusconi e' mafioso, lo sanno tutti, ci sono le prove ecc... e' sufficiente che il conduttore esponga dubbi; cio' non vuol dire che le affermazioni dell'ascoltatore siano false ma semplicemente che e' impossibile avere certezze assolute a riguardo.

Bene, il solo intento di mettere in dubbio tali affermazioni ha portato numerosi ascoltatori a dedurre che Cruciani sia un Berlusconiano pagato per far propaganda di regime ecc.

Mi piacerebbe confrontarmi con persone che hanno idee diverse dalle mie, ma purtroppo trovo sempre antiberlusconiani,

sedicenti intellettuali di sinistra che non offrono argomentazioni interessanti, ma si presentano come i buoni contro i cattivi.

Quindi per concludere, il mio precedente post non era rivolto a tutti ma solo agli ascoltatori della trasmissione che fanno determinati interventi.

Credo che questo blog possa essere lo strumento per trovare iterlocutori "costruttivi".
( Vedi Viola Stefano ecc ).

Ciao a tutti e grazie.

PaoloVE ha detto...

@ viola:

Grazie del competente, ma sono solo un appassionato.

In linea di principio potresti aver ragione. Nella realtà, come cercavo di spiegare nel secondo dei miei post, credo giochi pesantemente un fattore umano molto rilevante.

In montagna i soccorritori sono molto spesso dei volontari che operano non perchè qualcuno glielo ordini, ma perchè lo ritengono necessario, anche a rischio delle proprie vite.

Domani qualcuno potrà ordinargli di non intervenire per salvare una persona in pericolo, ma non credo che la maggior parte di loro si tratterrà dal provarci. Più probabilmente lo faranno da soli, senza il coordinamento, i mezzi e le strutture del soccorso organizzato che gli permetterebbero di guadagnare qualche margine di sicurezza ed efficacia in più. Con il risultato brutto ed ingiusto di aggravare i rischi che corrono, cosa che proprio non si meritano.

Anche sulla possibilità di convincere i fruitori dellla montagna a non correre rischi inutili sono molto scettico: da anni sono consolidati e continuamente sbandierati dei "modelli comportamentali" che vanno in senso opposto (ricordi le pubblicità della Sector "No limits" o le trasmissioni stile Real TV?). Occorrerebbe almeno altrettanto per demolire l'immagine di vincente attribuita a chi corre dei rischi, anche in maniera gratuita.
Temo che per ora resti solo la possibilità di vietare l'uso di quello che rende facile rischiare.

Saluti

Paolo

Viola ha detto...

dunque Ubaldo..

se vogliamo essere costruttivi e non arroganti, ammettiamo ciascuno anche i propri sbagli

come l'esserti rivolto nel tuo precedente post a tutti quelli che scrivono in questo blog e non solo agli ascoltatori della trasmissione che fanno determinati interventi

:-))

detto questo, si riparte da zero, anzi da uno perché il primo passo è stato fatto

tornando a Cruciani, secondo me dovrebbe dare un po' di + un colpo al cerchio e un colpo alla botte e non essere fare sempre e solo l'avvocato del diavolo ai fini della vivacità della trasmissione
dovrebbe anche approfondire un po' di + le notizie

intendiamoci: scrivo dovrebbe nel senso: mi piacerebbe sentire argomentare di + il suo pensiero perché la cosa mi interessa

l'incipit delle 18.35 è per questo motivo secondo me la parte migliore; gli screzi della seconda parte sono un ascolto piacevole in vasca da bagno al rientro dalla palestra

ubaldo ha detto...

Perdono perdono....

ho sbagliato, ho letto qualche articolo e credevo fosse un "covo" dei soliti intellettuali di sinistra.

Perdonato?

PaoloVE ha detto...

Ne avevano parlato da Barisoni, ma purtroppo non alla zanzara:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economia%20e%20Lavoro/2009/12/bankitalia-produzione-industriale-crisi.shtml?uuid=17f54cba-f23c-11de-a47c-099d76ded039&DocRulesView=Libero

L'aver contenuto il debito pubblico durante la crisi sembra non sia stato sufficiente a farcene uscire meglio degli altri, come troppo sbandierato specialmente da Tremonti.

Saluti

Paolo intellettuale radical chic

Viola ha detto...

Paolo, ma non sarebbe meglio prevedere un soccorso professionale organizzato, che si può controllare, non a base volontaria, anziché aprirsi al volontariato (nobilissimo, intendiamoci) che però come dici non si può controllare?

temo che alla Zanzara non si parlerà nemmeno oggi di crisi dell'economia italiana, bensì dell'ennesimo scontro politico su questioni assurde quali intitolare una via o piazza a Craxi. E' un argomento che scalderà sicuramente gli animi di coloro che pensano che è indecoroso e offensivo intitolare qualunque cosa a una persona che è morta da latitante, cui si contrapporranno i filogovernativi per forza e a prescindere... perché onestamente non vedo argomenti per sostenere l'accettabilità di un'iniziativa come questa.

http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/politica/craxi-decennale/craxi-decennale/craxi-decennale.html

@ Ubaldo
sei sempre stato dei nostri, parlo almeno per me

PaoloVE ha detto...

@ Viola:

ti confesso che non mi sono mai posto il problema. Tieni presente che molti dei volontari sono guide, gestori di rifugio e persone che in montagna ci vivono, per cui non credo sarebbe facile rimpiazzarle. Mi pare comunque che il soccorso alpino stia in effetti funzionando molto bene, per cui istintivamente non ritengo opportuno far modifiche.

Saluti

Paolo

Francesca ha detto...

L'ex-sindaco di Aulla, Lucio Barani, ex-nuovo PSI, ora PDL (della peggior risma!), evidentemente non si è ancora iscritto al Partito dell'Amore (a pagamento s'intende!) e dichiara che i comunisti sono stati i carnefici di Craxi, per questo passando nella piazza dinnanzi all'orribile statua per lui voluta chinavano il capo....

Intanto il martire di Arcore è alacremente al lavoro per migliorare.......non il Paese come aveva promesso giorni orsono, no carini.... prima c'è l'inno nord-coreano da sistemare, ma è un lavoro difficile perchè ha problemi con la metrica!

ahahahah!!!

santacruz ha detto...

A proposito di via Bottino Craxi 1934-2000 CORROTTO &LATITANTE...ho passato un pò di tempo a leggere i post dei lettori, non di Repubblica o l'Unità o del Fatto, ma del Corriere della Sera... un vero MASSACRO!

RIVOLTA pura!

Forse abbiamo ancora qualche speranza...

:-)))

Francesca ha detto...

Che sia una piazza o una via... quella che Donna Letizia deciderà di dedicare all'unico condannato esiliato latitante della storia... non voglio mancare... Milano arrivo, e portero' tante monetine!!

francesco.caroselli ha detto...

Berlusconi sul governo Prodi:
«Ci vorrebbe un regicidio»
(15/07/2007, La Repubblica)

il premier ha già realizzato il danno peggiore per la politica italiana (non che questo gli impedirà di farne altri). Cioè, è riuscito a concludere lo spostamento dell'approccio alla politica dal piano delle idee al piano della fede calcistica. L'effetto pratico: non si vota perchè si condividono le idee di un partito o dei suoi rappresentanti, ma perchè si "tiene" per quel partito.
un certo kaisersp

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,
come Viola aveva previsto, nella puntata del 29, sempre ben condotta da Maurizi, si è rinunciato ad affrontare temi un po’ più alti per parlare delle proposte di intitolazione a Craxi di una via di Milano.

Personalmente credo che non sia opportuno intitolare una via o un parco ad un politico il cui operato sia tuttora così controverso, che si tratti di Craxi o di altri, ma non è di questo che voglio parlare.

Il dibattito sulla figura di Craxi è ormai ridotto a ruotare attorno all’accettazione o meno dell’assunto che lo vuole essere stato un politico di grande statura vittima di una persecuzione giudiziaria (come ad esempio teorizzava ieri sera il deputato PDL ed ex-sindaco di Aulla, Lucio Barani, che, nel clima di concordia invocata dalle più alte cariche dello stato, parla nel caso di Craxi di omicidio e di assassini comunisti).

Sulla questione giudiziaria ho poco da dire: Craxi fu condannato in via definitiva (e con sentenze che la corte europea per i diritti dell'uomo giudicò conforme al dettato del sistema giudiziario italiano) in due distinti processi, rivendicando la sua responsabilità nella commissione del reato e giustificandosi con un “così fan tutti” falso (ad esempio tra i partiti di allora i radicali erano completamente estranei al regime tangentizio, il MSI era minimamente coinvolto, solo in periferia e contrastava con vigore al proprio interno queste tendenze. Che fossero forze minimali in parlamento è vero, ma questo era probabilmente anche il risultato di non poter utilizzare nelle campagne elettorali le stesse risorse economiche dei partiti che gestivano le tangenti) e ipocrita (anche se tutti delinquono, questo non mi rende innocente, men che meno se rivesto ruoli istituzionali).
Scelse la latitanza invece di scontare la pena, restando coerente con questa scelta sino alla morte, avvenuta per motivi di salute (era diabetico, cardiopatico ed affetto da tumore), quando forse in strutture sanitarie italiane avrebbe potuto godere di cure migliori. Chi ritiene che le cose siano andate diversamente dovrebbe avere l’accortezza di provarlo.

Credo si debba invece riflettere sulla qualità politica di Craxi, e principalmente credo che dovrebbe farlo chi negli ultimi due anni ha invocato l’enorme debito statale per giustificare la pochezza degli interventi anti crisi: gran parte di quel debito è figlio delle politiche dei governi Craxi, durante i quali il rapporto debito/PIL aumentò grosso modo dal 70% al 90% (in soli quattro anni!), andamento di crescita peraltro confermato nei cinque anni successivi in cui il rapporto raggiunse il 110% anche grazie ai ministri “economici” socialisti Amato e Formica.

Va ricordato che il governo Craxi si rese protagonista del venerdì nero del 19 luglio 1985, in cui la lira svalutò di oltre il 15% sul dollaro in un giorno, sostanzialmente per incapacità.

Va ricordato che l’interruzione della spirale inflazione / svalutazione operata da Craxi non fu indolore, ma il suo costo venne scaricato quasi completamente sul potere d’acquisto dei lavoratori dipendenti, che dal momento dell’abolizione della scala mobile hanno visto erodere inesorabilmente le loro disponibilità economiche.

Va ricordato che Craxi fu il primo ad operarsi per rendere inefficace l’unico strumento di democrazia diretta esistente in Italia, il referendum, invitando gli italiani a invalidarne i risultati, piuttosto che a concorrere ad esprimerli.

Va ricordato che in politica estera, nel tentativo di trasformare l’Italia in una potenza regionale mediterranea appoggiò dittatori come Gheddafi in Libia, Siad Barre in Somalia, Ben Alì in Tunisia ed i generali argentini impegnati nella guerra delle Falkland, nonché le frange terroriste del movimento palestinese.

Con macchie simili, quello di Craxi vi pare il curriculum di un buon politico?

Saluti

Paolo storico

Viola ha detto...

Ciao Paolo,
semplicemente: grazie, per il riassunto chiaro e per non aver citato SB

PaoloVE ha detto...

:-)

non mi sento ossessionato da SB: se lui non abbaia io non lo mordo...

Tra Craxi e SB vi furono dei rapporti, anche importanti, ma non furono certo quelli a caratterizzare nel bene o nel male la politica socialista degli anni 80.

Saluti

Paolo

pinaz ha detto...

Sto ascoltando la trasmissione in questi giorni di assenza di Cruciani e vi ho trovato aspetti sia positivi che negativi: Maurizi è molto più tollerante di Cruciani, ma al contempo lascia parlare troppo gli ascoltatori senza peraltro intervenire con domande pungenti e spesso senza neppure "opporre" un contraddittorio o un suo punto di vista... un po' mollo nel complesso...

@ubaldo: mi dispiace dover tornare sul tono del primo messaggio che hai scritto, ma io sono "fiero" di esser definito "presuntuoso intellettuale di sinistra" all'occorrenza.
Non so perchè a sinistra siano intellettuali e a destra no, ma non è questo il punto... Cruciani è fazioso, estremamente anche. E non è che se lo dico io che sono di sinistra mi si può rimproverare qualcosa. Lo penso e mi sembra evidente. Allo stesso modo non ho problemi a dire che è fazioso e talvolta scorretto Santoro, che però a differenza di cruciani non si nasconde dietro ad un dito cercando di affermare la sua presunta imparzialità.
Questo Paese ha il grande problema di non ragionare sui fatti con un approccio critico, ma di giudicarli secondo la lente della militanza e del preconcetto, sia a sinistra che a destra. Lo stesso preconcetto che, ad una lettura sommaria del blog, ti ha portato ad iniziare accusando a destra e a manca il blog e i suoi commentatori.
Mi sembra che in politica ormai ci siano le tifoserie come nel calcio... l'arbitro da un rigore e per tutti i tifosi di una squadra è sacrosanto, per quelli della squadra avversaria è inesistente... ma è mai possibile? Io, da sinistra e da tifoso, se il rigore è contro la mia squadra ma è evidente non ho problemi ad ammetterlo. I miei compagni di curva o di partito molto molto meno. E' questo il problema, non essere intellettuali di sinistra o nostalgici di destra...
Obiettività, onestà intellettuale... e forse, dico forse, arriveremo da qualche parte.

Altrimenti l'Italia sarà sempre un Paese che vive 24 ore su 24 in un grosso processo di Biscardi, con strepiti ed urla dei tifosi.

PaoloVE ha detto...

...date una occhiata alle graduatorie per i programmi radiofonici sul sito del fatto di ieri:

http://antefatto.ilcannocchiale.it

Nel bene e nel male la zanzara c'è.

Saluti

Paolo

ubaldo ha detto...

Non credo che Cruciani sia fazioso,
il punto e' che(come dicevo nei precedenti post), per voi di sinistra non esistono vie di mezzo; o sei antiB o sei leccaculo di B. Cruciani non vuole che la sua trasmissione venga utilizzata come mezzo di propaganda dagli adepti della sinistra.

Oltretutto gli interventi propagandistici non servono a niente. Ormai gli indecisi sono pochi, e quei pochi sanno che la sinistra sta cercando da anni e con ogni mezzo di convincerli a non votare B. Avete completamente perso ogni tipo di credibilità (SMASCHERATI), gli interventi propagandistici non fanno che peggiorare la vostra situazione, ormai e' palese che al di la' della sostanza, l'intento e' propagandistico e sempre e noiosamente contro B.

La sinistra ha voluto impostare il confronto come una lotta tra il bene e il male (trovando terreno fertile tra i milioni di intellettuali di sinistra e tra coloro che hanno sperato di essere gli artefici del colpo mortale)cadendo con tutte le scarpe nella "trappola" tesa da B.

Ormai è chiaro chi ha vinto, e il vincitore oggi ribalta la partita e si presenta lui come il bene (AMORE) e vi colpisce con la stessa arma con la quale volevate sconfiggerlo.

Probabilmente perderete anche i voti di coloro che in passato avevate convinto (terrorizzato)della mostruosità del nemico.

Aver voluto impostare il confronto come una lotta tra il bene e il male e' stato un errore gravissimo, anche e sopratutto a scapito degli elettori.
Una decisione irresponsabile,
il rischio era troppo grosso, o si vince e B sparisce o si perde.

Ciao.

Viola ha detto...

Ubaldo, sei banale e l'unico che sta facendo propaganda qui mi sembri tu

poi, perché ti rivolgi ad un non meglio precisato "voi" di appartenenza alla sinistra, lo sai solo tu. Chi ti dice che qui non ci siano anche simpatizzanti di destra

eppoi... le categorie e le etichette, Ubaldo, gli incasellamenti e i pregudizi, Ubaldo... cosa direbbe l'amato Cruciani se ti sentisse..

salvo tirar fuori il bilancino con il trucco, di questo te ne dò atto

Viola ha detto...

La Zanzara ispira sempre e comunque passione, nel bene come nel male, questo è comunque quello che interessa a Radio 24 e al conduttore

PaoloVE ha detto...

@ Ubaldo:

ti svelo un segreto: contrariamente a quanto affermi noi di sinistra siamo piuttosto variegati al punto di giungere a farci del male da soli (politicamente) con divisioni, critiche e distinguo allucinanti.
La prova, se vuoi, la vedi valutando le diverse posizioni che abbiamo espresso su questo blog francesca, pinaz, tommaso, francesco.caroselli ed io (credo che nessuno si risentirà nell'essere definito di sinistra, ma non me ne stupirei e quindi me ne scuso preventivamente :-) ).

E' quindi difficile sostenere che "il punto e' che(come dicevo nei precedenti post), per voi di sinistra non esistono vie di mezzo; o sei antiB o sei leccaculo di B." senza dire delle enormi corbellerie e, magari, offendere qualcuno con uno stereotipo di bassissima lega.

Magari prova ad accantonare un po' di preconcetti e accompagna le tue affermazioni (spesso pesanti) con qualche dato e/o ragionamento che le supporti, sembreranno un po' meno slogan propagandistici di un anticomunismo viscerale e fuori tempo massimo.

A sinistra non tutti vogliono fare necessariamente e solo propaganda, non tutti vedono SB come il male assoluto, non tutti hanno solo granitiche certezze; magari anche SB qualche volta, per errore, per stanchezza, appena appena, poco poco, ha contribuito a radicalizzare lo scontro politico contro i "comunisti", magari sussurrando che gli elettori di sinistra erano "coglioni", "liberticidi", "forcaioli", "seminatori d'odio","terroristi", "antiitaliani"...: se provi a restare sulla sostanza degli interventi invece che pre-giudicarli come propaganda probabilmente sia la trasmissione che il blog ti risulteranno più interessanti (in tutta franchezza ho trovato sconcertante leggere nel tuo post "e' palese che al di la' della sostanza, l'intento e' propagandistico e sempre e noiosamente contro B " ).

Saluti

Paolo propagandista odiatore

ubaldo ha detto...

Ovviamente mi riferisco agli intellettuali di sinistra che chiamano Cruciani e a quelli presenti in questo blog.

Ho scritto "voi di sinistra" e non "tutti voi".

Mi piacerebbe sapere cosa trovi di particolarmente banale, non per polemizzare ma per capire.

Oltretutto banale non vuol dire sbagliato, quindi sei sostanzialmente d'accordo?

Ciao e grazie.

pinaz ha detto...

@ubaldo

da quello che scrivi pare che la "propaganda" durante la Zanzara la facciamo solo "noi" di sinistra.
A me sembra invece che sia bipartisan.
E ritorniamo al punto che dicevo prima, quando il rigore te lo fischiano contro è sempre inesistente, a favore è sacrosanto. Quando la "propaganda" la fa la sinistra è propaganda, se la fanno invece gli ascoltatori di destra (che io sento spesso parlare da Cruciani) che cos'è? Amore?

ubaldo ha detto...

@PaoloVE

Ciao Paolo mi fa piacere sapere che non sei uno di quelli...
Sei una rarità.

In questo blog si parla del programma la zanzara, ed io parlo degli ascoltatori di sinistra che chiamano, ma parlo anche dei giornalisti di sinistra che fanno propaganda, dei cittadini che sui mezzi pubblici o in ufficio fanno propaganda ecc.

Contenuti molto pochi, e comunque c'e' sempre il fondato sospetto della faziosità.

So benissimo che avete idee molto variegate, ma si sentono poche idee che non riguardino la cattiveria di B.

Se non pensi che B sia un mostro da abbatte, sono felice di confrontarmi con te, ma ripeto sei una rarità.

PaoloVE ha detto...

...mmmmh...

Authan, Tommaso, pinaz,... in questo blog le rarità sembrano abbondare: oddio, ma questa è un ossimoro!
La tua affermazione iniziale è quindi falsa perchè genera degli assurdi logici! :-)

Saluti

Paolo il logico

Viola ha detto...

@Ubaldo
nessuna polemica, non ti preoccupare

Hai ripetuto in quel tuo post opinioni e critiche molto diffuse, comuni, e quindi prive di originalità = banali

e dato che lo chiedi: ..che non condivido

un consiglio spassionato, valido sempre per chiunque: mai fare di tutta l'erba un fascio, si sbaglia in partenza.

ubaldo ha detto...

@ pinaz

Ciao sono d'accordo con te,
gli interventi propagandistici vengono fatti da tutte le parti
siamo come allo stadio e' vero.

Il fatto e' che Cruciani viene etichettato come servo di B ecc.
perche' 'osa' dubitare di questi che fanno propaganda. Non negherai che la maggior parte sono di sinistra.

Volevo solo evidenziare questo atteggiamento estremo che riscontro ovunque anche su me stesso: se non combatti B sei un suo servo.

Lo faccio perche' credo che una caratteristica comune a moltissimi di sinistra sia proprio l'arroganza e la trasmissione evidenzia questa caratteristica.
Ciao.

Francesca ha detto...

@ Ubaldo

ad essere anti-B non sono soltanto quelli di sinistra.
La scorsa settimana Casini (sai che anche lui sta all'opposizione, te lo avranno detto credo!) ha tuonato contro la Lega Nord, alleato di B, che detiene la golden share del governo al punto, per esempio, di imporre a Galan il sacrificio della poltrona di governatore del Veneto per farvici accomodare il ministro piu' gellato da 150 anni!
(A proposito di Zaia, ma gli allevatori bresciani, principali produttori italiani, che sono in rivolta per l'indisponibilità degli industriali a negoziare il prezzo del latte e marciano con i trattori.....non se ne occupa il caro ministro agricoltore del suo popolo??)
E poi cosa significa essere anti-B?
A me mica sta antipatico o ne sono invidiosa perchè sia un Paperon de Paperoni.
Ritengo che un imprenditore straricco con tante attività (chi ci ha mai creduto al Blind Trust??) non sia garanzia di attenzione ai bisogni del Paese cosi come un capo di governo dovrebbe assicurare. Troppe questioni personali a sottrarre tempo ed energie e distrarlo.
Per me il conflitto di interesse è davvero il nocciolo del problema, soprattutto pensando che questo signore esercita un controllo con le sue aziende nel campo dell'informazione.
Come uomo mi fa pena e vergogna semplicemente, credo che nel parentado non solo la quasi ex-2^moglie lo giudichi duramente per la sua spregiudicatezza e mancanza di decoro per il ruolo innanzitutto di marito e padre, credente per giunta!

Diversamente da come fa B con la sua ossessione anti-comunista, a corrente alternata, concedendosi svaghi nelle dacie a San Pietroburgo o in Bielorussia presso ex-marescialli del KGB o uno degli ultimi dittatori al mondo, non c'è alcuna ossessione anti-B ma solo il diritto di criticare pensarla in modo diametralmente opposto a quello della politica portata avanti dal cavaliere di Hardcore con i suoi ministri in tutti i settori, dalle politiche del lavoro alla giustizia, dalla scuola all'ambiente, dalle politiche sociali all'immigrazione.
Lo scudo fiscale sbandierato come successo, mentre ben sappiamo che con il modico costo e l'anonimato ha rappresentato un premio per gli evasori e i delinquenti.
Il federalismo presentato come rivoluzione positiva per un giusto e produttivo impiego delle risorse finanziarie, ma con l'ICI soppressa per pura manovra di propaganda a scapito dei comuni che poi non ricevono i fondi compensativi dallo Stato.

ubaldo ha detto...

@PaoloVE

Ma quali assurdi logici.

Non parlavo di rarità all'interno del blog ovviamente (basta leggere).

AI! AI! AI! sento odore di intellettuale che dimostra che il suo interlocutore produce frasi logicamente assurde....

AI AI AI...

ubaldo ha detto...

@Francesca

AI AI AI....

Cruciani direbbe ma che c'entra

comunque criticare B e' sacrosanto,
ed e' anche indispensabile in una democrazia.

Il punto e' che sembra sempre propaganda (non certo la tua).

Inoltre sono stati fatti cosi' tanti errori che oggi il rischio e che l'opposizione rischia di ridursi molto.

Se non ci fossero stati i vari Santoro Luttazzi e compagnia bella, oggi sareste piu' credibili.

Ormai e' tardi, non vi resta che il voto democratico.

Francesca ha detto...

@ Ubaldo

sulla credibilità.... lasciamo perdere!

il grande illusionista è inarrivabile nelle promesse a realizzazione da destinarsi (vedi abolizione provincie!).

Per il resto....a noi il voto democratico.....a voi il vuoto pneumatico!

Francesca ha detto...

"in fondo per capire che sei di destra devi incontrare uno di sinistra..."

concordo!

Dunque se B e il suo governo dl "fare", che attua il suo disegno politico di gestione del Paese, incarna la destra, io che non concordo in nessuno dei provvedimenti sin qui adottati dai vari ministri, arrivo alla consolante certezza di essere indubitabilmente di sinistra, consolante perchè non vorrei mai la responsabilità di aver posto in essere scellerate decisioni di cui presto o tardi la Storia presenterà il conto.

Francesca ha detto...

@ Paolo, storico venexian delle 10.42 di oggi

Utilissimo post in cui mi sono ritrovata nei ricordi che anch'io avevo di quegli anni dell'epopea craxiana.

Per questo mi è davvero indigeribile il pezzo di Marcello Sorgi di oggi su La Stampa

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=6798&ID_sezione=&sezione=

Specie quando afferma:

"....fu innegabilmente un grande statista, fu altrettanto certamente processato e condannato per corruzione, con uno zelo e in un clima che guardati a tanti anni di distanza hanno aspetti di persecuzione, e poi dovette finire i suoi giorni in Tunisia, anche perché nella gran confusione italiana non si trovò il modo di compiere un gesto umanitario e consentirgli di venire a morire a casa sua."

santacruz ha detto...

"....certamente processato e condannato per corruzione, con uno zelo e in un clima che guardati a tanti anni di distanza hanno aspetti di persecuzione, e poi dovette finire i suoi giorni in Tunisia..."


Al momento della morte, nel gennaio del 2000, Bettino Craxi era stato condannato in via definitiva
- a 10 anni per corruzione e finanziamento illecito (5 anni e 6 mesi per le tangenti Eni-Sai; 4 anni e 6 mesi per quelle della Metropolitana milanese).

Altri processi furono estinti "per morte del reo": quelli in cui aveva collezionato tre condanne in appello
- a 3 anni per la maxitangente Enimont (finanziamento illecito),
- a 5 anni e 5 mesi per le tangenti Enel (corruzione),
- a 5 anni e 9 mesi per il conto Protezione (bancarotta fraudolenta Banco Ambrosiano); una condanna in primo grado prescritta in appello per All Iberian;

tre rinvii a giudizio per
- la mega-evasione fiscale sulle tangenti,
- per le mazzette della Milano-Serravalle
- e della cooperazione col Terzo Mondo.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++

Quando i difensori di Craxi ricorrono davanti alla Corte europea dei diritti dell’uomo, nella speranza di ribaltare la condanna Mm, vengono respinti con perdite.

"Non è possibile – scrivono i giudici di Strasburgo il 31 ottobre 2001 – pensare che i rappresentanti della Procura abbiano abusato dei loro poteri".
Anzi, l’iter dibattimentale "seguí i canoni del giusto processo" e le proteste dell’imputato sulla parzialità dei giudici “non si fondano su nessun elemento concreto…

Va ricordato che il ricorrente è stato condannato per corruzione e non per le sue idee politiche".

+++++++++++++++++++++++++++++++++++

"Craxi – si legge nella sentenza All Iberian confermata in Cassazione - è incontrovertibilmente responsabile come ideatore e promotore dell’apertura dei conti destinati alla raccolta delle somme versategli a titolo di illecito finanziamento quale deputato e segretario esponente del Psi.
La gestione di tali conti…non confluiva in quella amministrativa ordinaria del Psi, ma veniva trattata separatamente dall’imputato tramite suoi fiduciari…

Significativamente Craxi non mise a disposizione del partito questi conti".

+++++++++++++++++++++++++++++++++++

SORGI, GUARDATI ALLO SPECCHIO E SPUTATI IN FACCIA!!!!

Authan ha detto...

Sono in vacanza, piu' mentale che fisica, sento l'esigenza di staccare per un po', ma un sassolino me lo devo togliere. Io apprezzerei moltissimo se i nuovi lettori di questo blog si presentassero in zona commenti - come dire - "in punta dei piedi", come un minimo di galateo richiederebbe, e non con l'approccio del TIR in corsa, con l'arroganza del predicatore sputasentenze, con il tono di chi crede di sapere tutto e di avere capito tutto, con la pretesa di dedicarsi a forme di psicanalisi da quattro soldi del prossimo. Chiedo troppo?

Torno nel mio oblio. See you later.

authan

F®Ømß°£ ha detto...

@Ubaldo

non ho molta voglia di ripetere quanto Paolo ha già espresso molto bene nei confronti delle tue generalizzazioni su questi presunti "intellettuali di sinistra".

Vorrei solo notare una cosa:

Una delle critiche che si fanno a Cruciani è come tende a dare importanza solo alle voci più gridate della sinistra, dove prevale certamente l'odio antiberlusconiano. Molto spesso questi ascoltatori sono tutt'altro che intellettuali.

Cruciani non smaschera un bel niente, vuole bensì far passare il concetto, e i tuoi interventi sono prova lampante che ci riesca benissimo, che a sinistra sono tutti dei fanatici che vorrebbero vedere B in galera o meglio sottoterra.

Questo blog e la vita di tutti i giorni dimostrano che esistono molte persone diverse che auspicano un governo migliore, da ottenersi sconfiggendo alle elezioni Berlusconi e i suoi alleati leghisti (che personalmente tollero ancora meno).

Se alla maggioranza degli italiani va bene questo governo presieduto da una persona sotto processo, titolare di un conflitto di interessi mastodontico, tutto per paura dei pericolosi comunisti, sono il primo ad accettarlo e mai mi sognerei di dire che non sia legittimo il governo.

Ma non devo essere contento, e non sono costretto a pensare che le cose non si possano cambiare, criticando e proponendo un'alternativa.

Tanti saluti

Tommaso

PaoloVE ha detto...

@ ubaldo:

Così, giusto per precisare:

scrivevi:

"Piu' vi leggo e vi ascolto e piu' rigngrazio Berlusconi e Cruciani per aver SMASCHERATO la vostra reale natura; siete arroganti e prepotenti. Attaccate Cruciani solo perchè dubita riguardo le vostre certezze da intellettuali di sinistra"

poi:

"Ovviamente mi riferisco agli intellettuali di sinistra che chiamano Cruciani e a quelli presenti in questo blog."

e quindi ancora:

"Non parlavo di rarità all'interno del blog ovviamente (basta leggere)"

ed infine:

" mi fa piacere sapere che non sei uno di quelli... Sei una rarità."

Appunto, basta leggere proprio quello che hai scritto.

Ti ho citato un certo numero di frequentatori del blog, di sinistra, non oltranzisti e non omolgabili allo steretipo che hai descritto (ce n'è vari altri), numero sufficiente per farti vedere che non si tratta di rarità, come affermi. Ho cercato di scherzarci sopra (c'è anche la faccina, insomma....).

E mi riprecipiti nello stereotipo iniziale...

Allora cercherò di essere più chiaro e diretto, così forse mi spiego anche alle menti semplici :-)

Hai detto alcune colossali cazzate (anche offensive) affermando cose contraddittorie: tante persone non possono essere una rarità. E se dici di parlare di chi interviene nel blog non puoi scrivere nel post successivo che non parlavi di chi scrive nel blog, a meno che tu non abbia personalità multiple (nel qual caso ti invito ad usare firme diverse e ti considereremo di conseguenza :-)).
Perchè nella realtà una cosa non può essere il proprio contrario.
Con buona pace (anche Cruciani me ne scuserà) è un fatto incontrovertibile.

Hai notato l'arditezza delle frasi? Faccio una affermazione e cerco di supportarla con un dato o un ragionamento...

MinchiaUnarobbadappauraverammente!!! :-)

Credi che io debba essere veramente un raffinato intellettuale per fare ciò? E io che pensavo bastassero un paio di neuroni stracchi ma ancora funzionanti... :-)

Dai Ubaldo, provaci anche tu! Prova a sentire come ci si sente da Intellettule! :-)

Saluti

Paolo l'intellettualissimo

Hai notato anche tutte le faccine?

Fa figo, vero? :-)

Francesca ha detto...

Buongiorno a tutti!

Che coraggio Sorgi anche oggi.... a dire che "nei suoi tre anni e mezzo di presidenza il CDS è stato attaccato da destra e da sinistra senza remore...."

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=6803&ID_sezione=&sezione=

A parer mio, MOLTO da destra, da uno in particolare .... sono ancora udibili gli echi delle parole del PDC a Bonn che tutti ricordiamo...

Da sinistra quasi niente e qualcosa da Di Pietro che al piu' gli ha rivolto richieste di non firmare lodi o gli ha ricordato che "il silenzio è mafioso".

Ora vado a leggere Ricolfi....

Intanto anche oggi quella testata che ebbe la ex-first lady in prima pagina come velina ingrata diffonde messaggi pieni d'AMORE per chi non è d'accordo con la Moratti dell'omaggio a Craxi!

Francesca ha detto...

@ Paolo, l'intellettuale lagunare

Concordo nel tuo appunto ad Ubaldo in quanto anch'io, quando egli mi rispose:

"comunque criticare B e' sacrosanto, ed e' anche indispensabile in una democrazia.
Il punto e' che sembra sempre propaganda (non certo la tua)"

ho pensato che si contraddicesse in maniera plateale senza renderesene minimamente conto.

Ma non è questo il punto (come direbbe noi-sappiamo-chi), il vero è che se si definisce propaganda la legittima critica, pacata ed argomentata dell'opposizione, che si dovrebbe dire degli osanna filogovernativi che snocciolano successi inesistenti e sondaggi campati per aria??

Traffico!

PaoloVE ha detto...

Auguro buon anno, felicità, soldi, basi, strucchi e copule (nell'ordine che preferite) a tutti i frequentatori del blog.

Ne auguro anche di più al gestore / tenutario (tenutario mi piace di più perchè vagamente equivoco).

Mi risentirete dopo l'epifania, purtroppo per voi...

Paolo l'arrogante

Viola ha detto...

Wish You a Merry ♪♫•*¨*•.¸¸* ¸¸.•*¨*•♫♪ Christmas♪♫•*¨*•.¸¸ *¸¸.•*¨*•♫♪ Wish You a Merry ♪♫•*¨*•.¸¸* ¸¸.•*¨*•♫♪Christmas•*¨*•. Wish You A Merry ♪♫•*¨*•.¸¸* ¸¸.•*¨*•♫♪Christmas ♪♫•*¨*•.¸¸* ¸¸.•*¨*•♫♪...And A Happy New Year!♪♫•*¨*•.¸¸* ¸¸.•*¨*•♫♪...2010!♪♫•*¨*•.¸¸*¸¸.•*¨*•♫♪•*


di cuore a te Authan e a tutti voi del blog!

Francesca ha detto...

Credo che non mi iscrivero' mai al Partito dell'Amore.... quindi per fare prove di espatrio, ho deciso che stanotte la trascorrero' oltrefrontiera a rimpinzarmi di fonduta e vino bianco del Vallese, cantando le odi dell'eroe della Confederazione!

Buon 2010 a tutti gli impareggiabili columnists, intellettuali antiberlusconiani e non, di questo splendido Blog!

Un augurio davvero speciale ad Authan, Giuseppe Cruciani e Peppe Crusciani.

Authan ha detto...

Grazie per gli auguri, che ricambio a tutti, di cuore. Che la forza sia con voi!
authan

ubaldo ha detto...

@Authan
Caro Autan,
Auguri e buon anno nuovo.

Avrei apprezzato moltissimo
se ti fossi rivolto esplicitamente
a me, dato che sei stato particolarmente pesante.

Comunque, il mio primo post e' stato certamente provocatorio ed azzardato e rivolto ad un generico voi di sinistra.

Mi e' stato gentilmente fatto notare che sarebbe stato meglio non generalizzare ed ho risposto
precisando e chiedendo addirittura perdono.

Purtoppo c'e' chi si ostina a cercare di dimostrare i miei assurdi logici (Paolo rilassati).

Dov' e' l'arroganza del predicatore sputasentenze ???

Io ho espresso una mia opinione che ribadisco sinteticamente:

Sono grato a Berluscono ed a Cruciani per aver messo in luce la reale natura di molti dei cosi' detti intellettuali di sinistra italiani.
Ho sempre ritenuto che dietro la parvenza di buoni e umili difensori dei deboli si nascondessero arroganza, prepotenza
e scarso rispetto nei confronti di chi la pensi in modo diverso.

Mi piace dire le cose in modo diretto, senza belle parole o puerili faccine.

Cosa c'entra la psicanalisi??
Spero che anche tu non stia cercando di screditarmi.

Credo che la mia opinione calzi con il manifesto del blog; non si puo' criticare il conduttore senza considerare gli interventi telefonici.

Sono in questo blog per discuterne e soprattutto per trovare interlocutori di sinistra che smentiscano la mia opinione.

Ancora non sono tiuscito ad intavolare un confronto di opinioni riguardo ad argomenti concreti, spero di riuscirci.

Saluti.

Authan ha detto...

Ubaldo,
lo stile che hai scelto per il tuo ingresso qui dentro e' piaciuto poco, per i motivi che ti sono stati ripetutamente spiegati. Ma ormai e' andata. Azzerriamo pure tutto, e se vorrai partecipare ai dibattiti che qui si svilupperanno, sarai il benvenuto. Vedremo quanto sei bravo ad argomentare, andando oltre la semplificazione abbastanza puerile degli "intellettuali di sinistra arroganti ecc. ecc.".

Buon anno,
authan

ubaldo ha detto...

Benissimo, a presto
e speriamo bene...
saluti ed ancora auguri.

santacruz ha detto...

SONDAGGIO 2010

I DS sono stabili al 35%, anzi guadagnano uno 0,1 ogni tot, però li perde Di Pietro.

Il partito del nano dalle elezioni in poi ha sempre e solo guadagnato, sta quasi al 48% <--- potere di 5 Tivù

A volte mi chiedo se le guardate anche voi le tv del nano.

Il cittadino medio, il 90% degli italioti, si informa SOLO con Raiuno e Tg5.

E che cazzo sa?

- Che l'italia è il primo paese fuori dalla crisi,
- che a L'Aquila son tutti a casa,
- che la mafia è sconfitta,
- che il premier vuole fare le riforme e i comunisti no!

Ma cazzo… LO VOTEREI ANCH'IO!!!

STASERA alla lettura degli oroscopi su raidue, la MAGA ha detto:

"Questo sarà un anno stupendo per gli italiani, merito anche delle riforme indispensabili, come quella della giustizia, che verranno fatte a breve..."

Se non ci credete, cercatevi l'audio, Orwell-1984 fa ridere al confronto!

Buon anno a tutti! :-/

ubaldo ha detto...

Grande santacruz,

finalmente qualcuno che dice le cose come stanno, senza giri di parole.

Attenzione pero', pare che in questo blog, siano molto attenti alle generalizzazioni ed alle affermazioni non argomentate.

Aspettati una valanga di critiche,
c'e' chi troverà ossimori e assurdi logici nelle tue affermazioni, tipo nel 90% ricade almeno il 25% dei DS.

E intanto il regime va avanti, bisognerebbe fare di piu' che ne pensi?

Forse un modo per essere piu' incisivi è esprimere questi concetti sacrosanti in forma piu' elegante, piu' forbita, piu' da intellettuali, molti gia' lo fanno in questo blog.

Dai che qualche italiota lo convinciamo.

Speriamo che non esagerino con le critiche, ripeto saranno molte, comunque continua cosi' sei grande

Ciao.

ste76 ha detto...

@santacruz

Io sono di sinistra, leggo questo blog, non guardo MAI la tv e piuttosto che votare di Pietro voterei B.
Al momento mi astengo dal voto, ma mi prude..
Il "regime" e' quando ti tolgono il voto non quando meno del 50% non e' d'accordo con piu del 50% del paese.
Quella e' democrazia.
Ognuno e' libero di pensarla come vuole pero' l'uso delle parole per fare effetto e
non semplicemente per spiegarsi e' contro-producente.
La maga pensa e si augura che le riforme della giustizia vengano fatte. E allora?
"1984" di Orwell parla di un mondo dove la classe media (cioe' noi) non solo non e' libera di dire cio'
che vuole ma e' persino controllato in modo che non possa PENSARE fuori dagli schemi.
Se questa a qualcuno sembra l'Italia di oggi o e' matto perche' ha le paranoie o e' matto perche ancora non e' emigrato.

2+2=5.

Authan ha detto...

santacruz,
il tema che proponi, quello del predominio televisivo del cavaliere, è già stato dibattuto innumerevoli volte in questo bar. La voglia di tornare sull'argomento non è proprio tanta, ma c'è qualcuno che ha bisogno di una dimostrazione e allora a questo giro val la pena spenderci i cinque minuti.

Premesso che ogni opinione è legittima, naturalmente, e quindi anche la tua, il tenutario qui, al pari di altri avventori che passano spesso di qua, ritiene che il potere mediatico di Berlusconi, per quanto sia oggettivamente un problema reale che abbassa il livello di qualità della nostra democrazia, non spieghi da solo i successi elettorali del cavaliere.

L'idea che tu propugni è tanto consolatoria quanto illusoria, perché di concause che contribuiscono a far sì che la sinistra in Italia sia minoritaria ce ne sono molte altre: l'assenza di un vero leader carismatico, le divisioni interne, la carenza di proposte per le riforme, ecc ecc. Per farla breve: mancanza di credibilità.

Ora non frainterdermi. Non sono come quelli alla Cruciani o alla Ferrara che giudicano il conflitto di interessi un non-problema, qualcosa di cui fregarsene altamente. E' al contrario una questione molto seria, che auspicabilmente prima o poi dovrà essere risolta con un'opportuna legiferazione. Tuttavia, ciò non deve diventare un alibi per consolarsi dei molti insuccessi politici del centrosinistra.

ste76 ha detto...

Aggiungerei che, anzi, uno degli insuccessi politici piu' gravi del centrosinistra, quello che a mio avviso ha fatto perdere maggiormente di credibilita', e' proprio il non aver mai affrontato (se non in campagna elettorale) seriamente il problema del conflitto d'interesse.

una birra grazie.

santacruz ha detto...

Caro Authan, il conflitto d'interessi, soprattutto mediatico, è come il doping nello sport e l'essere uno degli uomini più ricchi del mondo alle volte agevola...

Puoi partecipare fin che vuoi ma a parità di fisico, preparazione atletica, tecnica e quant'altro, alla fine vince sempre chi si dopa ed ha migliori sponsors!

E poi non serve doparsi a tutte le gare, basta farlo solo a quelle che contano... ed il campione del mondo è quello che lo adopera, il doping!

Mutatis mutandis è quello che succede in Italia da 15 anni a questa parte!

Mi dirai: ma Prodi ha pur vinto due volte?

Ed io ti rispondo che alle volte si può sempre sbagliar dose o quella che ho usato non è stata sufficiente...

Qualche esempio?

1 - Forse la PRIMA volta non si offerto troppo a Bossi ed alla Lega? ( la SECONDA infatti non si è lesinato a spese... chiediti di chi è proprietà oggi il logo della Lega!)

2 - "l'abbiamo una banca" ha spostato almeno 5 punti in percentuale... se ce n'era un altra di banca vinceva anche ne 2006!

Detto questo, non so a te, ma a me giocare con l'handicap non piace, lo trovo scorretto.

D'altro canto sono consapevole di vivere in un paese dove l'imbroglio regna sovrano, impera il "chiagne e fotte", inculare il prossimo è il massimo della goduria...

Non saremmo a sto punto se non fosse vero quanto dico!

Un paese dove si riabilitano i ladri, rei confessi per giunta!

Dicono... ma così fan tutti!
Appunto!

Che fare?
Nel suo piccolo, ognuno, quello che può, già cercare di risvegliare le coscienze è molto... Cruciani o non Cruciani!

Vale.