mercoledì 9 dicembre 2009

Fast and furious

Il rientro dal ponte è stato traumatico, dal punto di vista degli impegni. Oggi beccatevi questo post insulso e fatevelo bastare. Abbiate pazienza.

***

Tutto come previsto il commento di Cruciani al No-B Day durante la puntata di lunedì 7 settembre. Il conduttore della Zanzara, che nel bisticciare con diversi ascoltatori ha in sostanza fatto suo l'editoriale di Ernesto Galli Della Loggia pubblicato dal corriere, dove si parla dell'assoluta inutilità di questo genere di manifestazioni.

Si sono a mio avviso fatte fin troppe elucubrazioni su questa manifestazione, che altro non era se un gigantesco "fuori dalle balle" al cavaliere. Personalmente, sulle scarse o nulle conseguenze pratiche del No-B Day personalmente sono d'accordo, purché sia chiaro che di validi motivi, anche escludendo quelli legati al cosiddetto giustizialismo, per sognare un italia senza Berlusconi, e di avendo voglia di urlarli al cielo, ne rimangono pur sempre a centinaia.

***

Quello dell'innalzamento dei limiti di velocità su certi tratti di autostrada è un tema di quart'ordine, ma alla Zanzara di ieri si è parlato quasi solo di quello. E allora diciamo due parole, prendendola un po' alla lontana come fa certe volte Cruciani quando non vuole o non sa dire in modo chiaro come la pensa.

In Italia la cultura del limite di velocità semplicemente non esiste, essenzialmente per tre ragioni:

1) Una certa indisciplina di fondo è nel DNA degli italiani (e su questo c'è poco da fare).

2) L'assenza di una rete di controlli seria (e su questo si sarebbe molto da fare).

3) Il fatto che su moltissime strade i limiti sono sempre stati e sono tuttora talmente bassi da rasentare l'assurdo. Ciò fa sì che i guidatori non prestino nemmeno un briciolo di attenzione ai cartelli. Si viaggia come se i limiti non esistessero, regolandosi col buon senso, che però non tutti hanno.

A costo di sembrare un dannato "benaltrista", affermo che, con queste premesse, quello del limite dei 150 Km/h in autostrada (con le tre corsie, il sole, il tutor, ecc. ecc.) non è il vero punto centrale. Il punto centrale è mettere ovunque dei limiti sensati, e farli rispettare con severità. Se si ragionasse in tale prospettiva, allora non avrei nulla da ridire su 'sti benedetti 150 Km/h. Ma siccome così non è, questo mero voler dare soddisfazione a chi ama pestare il piede sull'acceleratore francamente non mi trova favorevole.

Credo di essermi spiegato malissimo, ma il tempo che oggi avevo a disposizione è finito. Sigla!

-----------------------------------

Tracy Chapman, "Fast car" (1988)




You got a fast car
Is it fast enough so we can fly away
We gotta make a decision
We leave tonight or live and die this way


41 commenti:

Paolo, il Krampus ha detto...

Buongiorno,
credo che il punto 2 potrebe ovviare al punto 1, ma aggiungerei un punto ulteriore:

4) Spessissimo il basso limite di velocità cerca di compensare carenze strutturali delle strade: sono spesso cose che si possono non notare, e di cui non ho sentito parlare, ma che diventano importanti in caso di incidente: a poco mi serve avere le tre corsie se una è stata ricavata espropriando la corsia di emergenza, il fondo non è drenante, il guard rail è ancora del tipo a doppia onda (o addirittura ad onda singola), l'illuminazione inadeguata, le corsie di immissione / uscita corte e mal segnalate, le uscite delle gallerie affacciano su cavalcavia, l'autostrada è sovraffollata, ...

Per quel che vedo in giro le tratte adeguate allo stato dell'arte sono veramente poche, per cui mi pare che la proposta sia molto accademica, oltre che sostenuta spesso senza la coscienza di molti aspetti significativi inerenti la sicurezza.
Tra parentesi mi pare che la tesi secondo la quale a maggior velocità corrisponderebbe minore inquinamento (come sosteneva un ascoltatore) sia una bestialità, non foss'altro che per il fatto che, semplificando molto, si aumentano (e notevolmente) i consumi, e quindi i residui della combustione dei carburanti.

Saluti

Paolo, il Krampus

Matteo da Pescara ha detto...

Noto con (dis)piacere che nella puntata di lunedì la mia previsione sul toto-zanzara s'è avverata (seppur con un paio di giorni di ritardo). Il Crux, assediato da ondate di antiberlusconiani giustizialisti forcaioli, s'è rifugiato nel suo quarto d'ora di rilassante meditazione anti-antiberlusconiana in compagnia del buon (si fa per dire) Peppino Caldarola.

Anonimo ha detto...

Sabato 05/12/06
Varese ore 5
Roma ore 11.30 (644 km)

Roma ore 19.30
Varese ore 01.30 del 06/12/09 (idem)

sempre in terza corsia,
in certi tratti.... anche a 180!!

hihihihi!!

Ciao
F.

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

un gigantesco chissenefrega sul discorso dei 150 km/h.

Cruciani indisponente con gli ascoltatori, sempre di più, che sottolineano il suo doppiopesismo.

Puntata squallida quant'altre mai, non merita che ci si perda tempo.

Saluti

Tommaso

Pale ha detto...

@ Francesca

Lo so che sono un rompi*oni ma qual e' la tesi che e' nascosta nel tuo post di F1? Ti ha ingaggiata la Ferrari? ;)

Pale

Anonimo ha detto...

Certo che la Lega con questi temi di distrazione di massa, ci ha rotto veramente gli zebedei.
Da questa estate a getto continuo, coi dialetti a scuola, con l'esame agli stranieri, con il crocifisso, la croce sulla bandiera, niente fumo in automobile, i 150 all'ora, gli insulti all'arcivescovo che pratica il comandamento di Dio "ama il prossimo tuo"...le tradizioni, la polenta e osei....

Del resto cosa aspettarsi da un'accozzaglia di trogloditi che han preso il potere al grido di "ce l'abbiamo durooooooooo"

Ma voi lo sapevate che quando a Bossi gli è preso lo sciopone... ehm.... stava a cavallo di una nota soubrette televisiva?

ciao ciao
F.

Pale ha detto...

@ F.

Ehm... no non lo sapevo di Bossi. A dire il vero mi incuriosisce sto fatto ma non mi interessa!! eheheh

Pale

Anonimo ha detto...

@ Pale
non guidavo io.... mi son rimasti soli 4 punti sulla patente.... non posso rischiare.
ma manca ancora poco e poi mi saranno reintegrati i 20 punti iniziali come se niente fosse.
e ho anche risparmiato i $ per il corso di recupero!

ciao
F.

(Se vuoi sapere chi è la soubrette te lo dico in un orecchio!)

Pale ha detto...

@ F.

Diavoletta tentatrice che non sei altro. A questo punto vorrei proprio saperlo!! Come posso porgere l'orecchio? Ho messo l'orecchio sul monitor ma ancora non sento niente!

4 punti di patente rimasti? Te l'ho detto 100 volte di non fare il freno a mano davanti agli sbirri mentre vai in retromarcia in una strada a senso unico parlando al cellulare! ihihihih

Anonimo ha detto...

@ Pale
ti lascio la mia e-mail:
violet61@libero.it
se mi scrivi, ti svelero' l'arcano!
Pero' qui lo sanno tutti, ma tutti davvero...e non ci si puo' capacitare di come una si ben fatta dama (nemmeno scemina eh?!) abbia potuto ....

vabbè

torniamo a lavorare che qui ci pagano ANCHE!

ciao
F.

Anonimo ha detto...

wowowow! Questo blog ora funge anche da chat per incontri... che teneri! :)

Matteo da Pescara ha detto...

Sono torturato dalla curiosità di sapere della soubrette di Bossi...Francesca dammi un indizio, o almeno posta un link dove io possa trovare risposta.

Anonimo ha detto...

@ Matteo

anche per te..... scrivi alla mia e-mail, facile no?!?
ciao
Francesca (pettegola)

Anonimo ha detto...

TOTO-ZANZARA

Angelino-Jolie Alfano dice:
"I giudici pensino a lavorare e non ad andare in televisione"

Le trasmissioni TV - da MATTINO5 a VESPA-A-VESPA - solo per i ministri.

Nimo Ano

franz ha detto...

Mentre ieri sera andavo allo stadio(scoppola terrificante, non aggiungo altro) ho ascoltato la telefonata di una frequentatrice del blog che prima ha ringraziato il tipo per non so cosa, poi, parlando dell'assegnazione dell'ambrogino d'oro a prepuzio belpietro, ha coniugato il verbo scandalizzare in tutti i modi e tempi generando, naturalmente, nel tipo di cui sopra, la solita reazione cosacentrista. Ora mi chiedo: perchè ?
Perchè questo desiderio di farsi del male, questa smania di essere trattati con sufficienza ? Mi sembra di vedere il catechista che si indigna perchè nel sexishop ha trovato dvd pornografici.

risposta al quiz, nonchè informazione di servizio: luisa corna, niente di nuovo sotto il sole delle alpi.

Paolo Magro ha detto...

E perchè non fare un cenno sul presunto caso Bignardi?
In trasmissione si è parlato del ritardo con cui è stata trasmessa l'ultima puntata de l'era glaciale, forse al fine di togliere visibilità alla Mannoia ed a Morgan che criticavano SB. Ricordo che la trasmssione già in una precedente occasione aveva avuto modo di oscurare ospiti sgraditi (alcuni dei conduttori di annozero).

Cruciani, in maniera prevedibilissima e scontata, sostiene che, se anche si fosse verificato qualcosa, non potrebbe dipendere da SB (chissà perchè?), che probabilmente non sa mnemmeno chi sia la bignardi (!, in fondo non è mica un magnate dei media,lui), ma semmai da qualcuno del suo entourage, qualche funzionario RAI più realista del re, che con il suo fare lo avrebbe addirittura danneggiato, e che SB potrebbe addirittura essere stato contrario alla cosa. Inoltre sarebbero cose che possono succedere solo nella RAI lottizzata.

Immagino che i "cortigiani" di SB debbano essere particolarmente ottusi: dopo aver danneggiato SB con Santoro, Biagi, Luttazzi, Montanelli, Boffo, Mauro, Augias, Santalmassi (sempre sia lodato),... non hanno ancora capito che è una cosa che fa arrabbiare il Capo. E si che quando il Capo si incazza usa dei toni molto chiari perfino al di là di una porta chiusa...
E, per inciso, gli ultimi 5 casi citati non sono stati segati in RAI...

Saluti

Paolo Magro

PS: Mi sono informato su google circa il pettegolezzo, ecco il mio suggerimento: prendeteci il toro. :-) Vox populi, ovviamente. Anche smentita, ovviamente.

Anonimo ha detto...

@ Paolo

Non ho capito il PS, me lo spieghi??

Per quanto riguarda la Bignardi secondo me le cose stanno piu' o meno come dice Cruciani. Berlusconi non credo abbia deciso in prima persone. Cio' non vuol dire che le persone che hanno deciso siano in quella posizione proprio per fare quello che il capo vorrebbe. E' responsabilita' politica, non diretta!

Pale

Paolo serale ha detto...

@ pale:

credo proprio di no: per dirne un paio: la Bignardi ha pubblicato per mondadori, ha lavorato per mediaset, è una giornalista di una certa notorietà e, ovviamente SB non sa chi sia. Ma andiamo...

Certe decisioni vengono assunte ripetutamente da molti anni dai collaboratori di SB, perchè rispecchiano fedelmente il volere del Capo, che in più casi le ha chiaramente promosse (editto bulgaro, santalmassi,..), e mai apertamente condannate. Non è mai caduta la testa di un responsabile.

E Cruciani su questo sostiene delle posizioni aprioristiche francamente indifendibili.

Per il suggerimento vedi il finale del post precedente al mio... prendere il toro per le ...

Saluti

Paolo serale

Anonimo ha detto...

ciao Franz!
ma non mi dire.... sarai mica gobbo?!?
io da brava ex-milanista pentita ho gufato quanto ho potuto tirando fuori tutto quello che di Zurigo avevo per casa.... ma non è bastato!

Per il post, apprezzo la tirata d'orecchi, ma se hai letti gli altri post che ho imbucato oggi saprai che me la sono presa soprattutto pensando a Biagi cui l'Ambrogino è stato negato. E se non lo meritava quello allora siamo finiti proprio male.

Per quanto riguarda l'inizio della conversazione ho semplicemente ringraziato Cruciani (Authan permettendo) delle sue ripetute citazioni.
Punto.
ciao

Franziska

francesco.caroselli ha detto...

Vorrei portare un po di pesentezza in questo blog che sta diventando troppo allegro. 
D'altronde se seguiamo il mitico crux dovremmo parlare dei 150 km/h...
ma vala! io mi rifiuto di discutere di questo.
intanto nella mia terra succede di tutto... (consiglio di lettura)
http://www.antimafiaduemila.com/content/view/22758/48/


Adesso di seguito posto il commento che ho preparato diversi giorni fa..scusate l’italiano, l’ho riletto e penso che sia di base buono, ma purtroppo non sono bravo come Paolo e Authan!

Io vorrei ritornare sulla puntata di venerdi scorso. Con le dichiarazioni di Spatuzza fresche fresche, e molti ascoltatori insistevano a parlare di questo argomento, e quindi il corrucciato crux non si è potuto esimere dallo “scoprirsi” un po.
Analizziamo cio che ha detto:
“ ….. cerchi dentro il suo cuore, all’interno della propria anima se Berlusconi c’entra qualcosa con le stragi del 93”
No si deve valutare SOLO la genuinità dei pareri, il parere di Fede era sicuramente genuino, si sentiva chiaramente che le parole gli sono uscite dal cuore.
Ma possiamo usare come metro di giudizio solo la sincerità, la spontaneità? A me sembra palese che le parole dette da una madre sulla bontà e dolcezza del proprio figlio non potranno mai influire nel giudicarne il figlio se dovesse essere accusato di omicidio.
E poi dobbiamo valutare una possibilità cosi sconvolgente (come la possibilità di rapporti fra mafia e B)considerando la simpatia, oppure dall’empatia che ci trasmette una persona?
Non bisogna giudicare con il cuore, l’istinto e la pelle, ma con il cervello e possibilmente avere a disposizione piu dati. Ricostruzioni e testimonianze possibili.
Cosa lega Berlusconi alla Mafia?
Le parole di Spatuzza sono un fulmine a ciel sereno?
No. Assolutamente.
Ci sono le lettere “il cui il presunto autore” Riina scrive per l’onorevole Berlusconi.
Ci sono testimonianze di tanti pentiti: Ciancimino, Cancemi, Di Carlo, Ganci, Capisarda e in ultimo Ilardo ucciso prima di poter collaborare ma che aveva già cominciato a parlare di Dell’Utri. (la soria di Ilardo è assolutamente stupenda)
C’è il fatto che Berlusconi è tuttora il beneficiario del conto N. 1 della Banca Arner. Questa Banca nasconde i capitali all’estero. Anche per conto della mafia, vedi il tesoro di Zummo. Il fondatore di questa Banca prima lavorava per la banca di Sindona, la lavatrice della mafia. (puntata di Report ddi 4 sett fa)
C’è Mangano. Che ritornò a vivere ad Arcore anche dopo il fallito rapimento del Principe D’Agnerio, proprio a casa di Berlusconi.
C’è il fatto che Dell’Utri lo incontrò (come non nega neanche lui,visto che gli incontri furono appuntati sulle sue agende da lui stesso) anche nel ’93 in piena costruzione di Forza Italia e anche dopo aver Mangano aveva gia scontato 10 anni per mafia e traffico di droga (processo Spatola, istruito dal Falcone).
Beh insomma che se ci mettiamo anche un po di contesto l’ipotesi di rapporti mafia-B diventa un po meno inverosimile.
E quelli che ho enumerato sono solo i dati incontrovertibili, se volessimo aggiungerci anche le ricostruzioni dei magistrati nella sentenza di Dell’utri (su cui si può anche discutere) il quadro sarebbe addirittura piu fosco, con MR B che frequenta i numeri 1 e 2 della Mafia negli anni ’70.

francesco.caroselli ha detto...

C’è poi qualcosa nell’atteggiamento crucianesco che svela il suo modo di approcciarsi al mondo dell’informazione:
“l’unica cosa che conta è l’effetto mediatico di tutta questa vicenda”
E no caro mio. Qui non siamo di fronte all’outing di un concorrente del grande Fratello. L’effetto mediatico conta, ma non ci possiamo rinchiudere in quello. Che facciamo una trasmissione di commenti sui commenti alla notizia?
No dobbiamo provare ad andare un po piu in fondo, e il crux ci ha provato anche se solo di sfuggita, senza approfondire, ad esempio:
“ che interesse avrebbe Spatuzza a parlare?”
La risposta ovvia è: un contratto di collaborazione, con tutti i vantaggi connessi (niente carcere duro, etc..).
Ma questa spiegazione per Spatuzza non sta in piedi, infatti lui aveva già un contratto di collaborazione, quindi nessun vantaggio addizionale.

“che favori avrebbe fatto Berlusconi alla mafia?”
In questo caso Cruciani paga la miopia del mainstram dell’informazione che quest’aspetto non ha mai approfondita sia perché è considerata una cosa “inaudita”, sia perché mai si neanche lentamente si accostato il nome di B alla mafia prima d’ora (e chi l’ha fatto Luttazzi, Santoro e Biagi sono stati subito segati).
Beh qualche considerazione la posso fare persino io che non sono un giornalista:
-nel ’99 viene approvata una nuova legge sui pentiti che li rende molto piu “controllabili” e inoffensivi. Cè da notare che la legge l’ha proposta il centro-sx sotto il governo di centro-sx, ma è altrettanto vero che la legge è passata quasi con un plebiscito visto che anche FI votò si un blocco. (la vecchia legge sui pentiti fu approvato subito dopo la morte di Falcone Borsellino). Approvata.

francesco.caroselli ha detto...

Beh qualche considerazione la posso fare persino io che non sono un giornalista:
-Il DDL sulle intercettazioni, proposta ma non ancora diventata legge

-Proposta di abolizione del 41bis, tante volte tentata, non approvata

-Scudo Fiscale, approvato con l’anonimato

-Messa all’asta dei beni confiscati alle mafie, in fase di approvazione

-Pattegiamento allargato, approvato

-Legge sul giusto processo, approvato

-Legge ad personam per Corrado Carnevale che gli permette di essere reintegrato nella magistratura nonostante abbia superato i limiti d’età. D’altronde si era meritato tali meriti sul campo visto che assolveva i mafiosi in cassazione. La tal cosa può essere anche corretta se si agisce a norma di legge, ma Carnevale invece fu condannato in primo e secondo grado proprio perché gli annullamenti di tanti suoi processi erano dovuto al suo interesse al favorire Cosa Nostra. La sua condanna fu invalidata in Cassazione, da i suoi ex-colleghi, perché il reato si compì nell’aula di consiglio, quindi non si sarebbe mai dovuto venire allo scoperto.
Senza questa legge, ripeto ad personam perché solo lui ha beneficiato di tale legge, carnevle sarebbe stato un vecchio ex-giudice di Cassazione in pensione per raggiunti limiti di età. Approvato.
-Proposta di Dissociazione. Nel 2001 -governo Berlusconi- il ministro Castelli nomina a capo del DAP (dipartimento ministeriali che si occupa dei penitenziari) l’ex-procurature di Caltanisetta Tinebra. (Tinebra è colui che archivio le posizioni di Dell’Utri e Berlusconi nelle inchieste per la strage di Via D’Amelio. La decisione di archiviare fu molto contrasta all’interno della procura,e Berlusconi nel ’92 non era ancora sceso in politica, e per questo un sostituto procuratore, Tescaroli, chiese il trasferimento).
La dissociazione era la possibile pacchia per i mafiosi. Praticamente gli stessi vantaggi dei “pentiti” senza dover confessare o rivelare niente. In tal caso chi si sarebbe mai pentito, considerando che pentirsi comporta gravi rischi per se e la propria famiglia?
Ricordiamoci un dettaglio di non poco conto, la dissociazione faceva parte delle richieste nel famoso “papello” di Riina/Provenzano consegnato a Ciancimino. (con la dicitura “riconoscimento benefici dissociati Brigate Rosse per condannati di mafia”)

francesco.caroselli ha detto...

Legato a questo c’è anche un’altra frase particolarmente interessante di Crux:
“i Graviano sono stati arrestati proprio il giorno dopo la discesa in campo di Berlusconi 26 gennaio 1994…. ,” …voce in sospeso, che lascia intendere qualcosa tipo ”ma che accordo possono aver fatto se li fa arrestare?”.
Ma a Cruciani qualcuno gliel’ha detto che gli arresti e le indagini sono di responsabilità SOLO della magistratura? E soprattutto che potere di poteva avere allora B se ancora non ancora mai seduto in parlamento?
In questi giorni poi si parla a sproposito dei famosi arrestati e risultati del governo contro la Mafia…
Si è arrivato al paradosso che il governo si vanti della cattura di Raccugli (l’unico vero pezzo grosso arrestato nell’ultimo anno) “acchiappato” proprio da Ingroia, che è lo stesso PM del processo Dell’Utri, e che lo faccia lo stesso Dell’Utri (ma possibile che non ci sia nessuno che lo faccia notare?)

Antimafiosamente vostro
Francesco

PS - @ lefaremosapere non provare piu ad accusarmi di usare borsellino o falcone. Sei stato veramente sgradevole

lefaremosapere ha detto...

francesco caroselli
tu mi pare che bevi o sei ubriaco di natura...
quando mai ti ho accusato di usare borsellino o falcone?
ma fatti curare la testa...

francesco.caroselli ha detto...

Alfano dice: "I giudici si devono stare zitti"...e certo! senno la gente si accorge che facciamo i favori alla mafia!
Come? con il potere che ci è conferito: facendo leggi, tipo quello dei beni mafiosi all'asta oppure quella folle folle idea di usare i pricipi del processo breve breve ai processi di Mafia....
peccato che per l'ultima cosa siamo stati scoperti... però forse le legge sui beni confiscati all'asta risciuamo a farla passare!

Avete visto che ilpost era mooooolto lungo? Per questo sono stato cosi in dubbio se postarlo o no

francesco.caroselli ha detto...

@ leferemosapere
Hai ragione il post non lavevi fatto tu, ma un altro utente:
@ Caroselli: Basta con questo sciacallaggio con le spoglie di Paolo Borsellino ostentate solo perchè non può più difendersi!!! Gli italiani lo hanno capito chi era, un normale magistrato trovatosi nel posto sbagliato al momento sbagliato, nulla più e nulla meno. Bata però con questa santificazione dell'uomo normale.
Assunto


Ma per ritornare a qualcosa che avevi detto tu...
Io credo che i 3 gradi di giudizi siano fondamentali per qualunque cittadino, ma per i politici c'è anche la responsabilità politica che è molto piu restrittiva di quella giudiziaria.
Ci sono azioni che non sono reato ma che se vengono fuori in un processo (che infatti è pubblico) possono, anzi devono, imporre al partito di cacciare chi si rende protaganista di pessimi comportamenti.
Ora mi sono spiegato meglio?

francesco.caroselli ha detto...

Ancora con questi famosi arresti di Mafia.
Gli arresti li fanno le forze dell'ordine e i tanto vituperati magistrati, quindi l'impegno del governo non c'entra nulla.
Ribadisco l'arresto piu importante l'ha fatto quel lavativo politicizzato di Ingroia, e sto parlando di Raccugli, non dello scpecchietto per le allodole Fidanzati e Nicchi.

Il governo è il potere esecutivo e il parlamento è il potere legislativo. Quindi cosa potrebbe mai entrarci il governo.

Nessun giornalista parla??

Cruciani dillo per favore

lefaremosapere ha detto...

per caroselli
se dovevi trovare qualcosa da scrivermi per forza... lo hai fatto.
io credo nei tre gradi di giudizio e fino a quando non vi è una condanna definitiva quello che "esce" dal processo deve restare nell'alveo giudiziale. solo quando non si potrà più ricorrere potranno seguire le eventuali sanzioni, dimissione e consimili...
ma questa è una mia opinione, suffragata, tuttavia, dalla presunzione di innocenza statuita dalla costituzione.

francesco.caroselli ha detto...

"fino a quando non vi è una condanna definitiva quello che "esce" dal processo deve restare nell'alveo giudiziale"

Ma dici sul serio?
E secondo te perchè i processi sono pubblici?
Secondo me per garantire la sicurezza dell'imputato e per l'interesse decittadini.
Il terzo grado di giudizio è piu che leggittimo quando c'è da mettere in galera qualcuno sicuramente non è necessario quando certi fatti, magari ammessi anche dallo stesso imputato, saltano fuori.

lefaremosapere ha detto...

per francesco...
vedo che tu prendi le "cime degli alberi" di ciò che dico... probabilmente non mi so spiegare e molto più probabilmente ho un modo di concepire il diritto leggermente diverso dal tuo.
essendo su posizioni diverse e non capendoci vicendevolmente... ti auguro una buona continuazione.

francesco.caroselli ha detto...

forse ho monopolizzato lo spazio dei commenti..
dovrei limitarmi

Ma che fine a fatto Mauizio Morabito??

non posta piu in questi lidi?

Anonimo ha detto...

Come si fa a non sostenere che siamo in un regime di informazione distorta e manipolata?
Oggi la Padania titola: "Una finanziara dalla parte dei lavoratori" e "La Lega con le PMI"
Sappiamo invece che vogliono saccheggiare il TFR dei lavoratori e che per le aziende non c'è granchè.
Mentre il Giornale "Silvio pronto a tagliare le tasse"
Ma ieri Brunetta non aveva dichiarato qualcosa di diverso?

ah che belli i tempi di Padoa Schioppa.

F®Ømß°£ ha detto...

@francesco caroselli

non pensi che dovrebbero essere gli elettori che giudicano e che quindi persone indagate, o condannate in modo non definitivo semplicemente non dovrebbero essere votate, senza bisogno di leggi che impediscano la loro eleggibilità?

Il vero "paese normale" di cui tutti parlano è quello in cui avviene questo, non un paese in cui i processi durano eoni e si discute se bisogna rendere ineleggibile il condannato in primo grado, il rinviato a giudizio, l'indagato e via dicendo.

Non lo si vota il condannato in primo grado.

Ma se la maggioranza lo vota, egli è innocente fino alla conclusione del processo, e ce lo cucchiamo in Parlamento, per colpa di una giustizia lentissima e di chi l'ha votato.

Ciao

Tommaso

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
premetto che ieri sera ho rinunciato (o forse eluso?) la Zanzara.
Non so nulla di cosa sia stato dibattuto e ascoltero' la puntata solo in pausa pranzo.
Pero' stamattina ho ascoltato il bravo Milan e il suo sondaggio mi sembra interessante: "Siete d'accordo con Alfano che dice ai magistrati meno TV, lavorate di piu'?"
Attualmente i NO stanno al 53%
In tutti i casi si possono individuare distintamente 3 figure di riferimento che sarebbero le destinatarie del monito attenzionatorio del ministro: Davigo, Caselli e Ingroia.
E mentre il ministro rivendica al governo efficacia nel contrasto alla mafia con i recenti boss acchiappati, Ingroia replica che è grazie al contatto con la gente e con il continuare a tenere alta la guardia PARLANDONE a quante piu' persone possibile che si puo' sperare di ottenere collaborazione e risultati sconfiggendo l'omertà.

Singolare come ognuno dei ministri canti la propria canzone.... Brunetta vede nei poliziotti dei panzoni che farebbero bene ad uscire di piu'.... Alfano nei magistrati delle vedettes TV che dovrebbero star rinchiusi!

ciao ciao
Francesca

Anonimo ha detto...

TOTO-ZANZARA

"Bnl, il nastro Fassino-Consorte a Berlusconi
Il manager-spione: "Così lo portai ad Arcore"


nImO aNo

Anonimo ha detto...

....sulla fideiussione bancaria da 750 milioni della Fininvest si gioca un partita che andrebbe raccontata. Dopo qualche trafiletto qua e là, oggi finalmente se ne occupa Salvatore Bragantini sul Corriere: "Fininvest eviti imbarazzi. Meglio bussare alle banche estere" (p.12).

Capito Marina Ambrogina ?

squeeze ha detto...

http://winckelmann.wordpress.com/2009/12/10/ne-go-do-bae-2/

Un bel post su Brunetta e i fannulloni.

francesco.caroselli ha detto...

e Bravo tommaso!
Hai scoperto l'acqua calda...
sono d'accordo con te, ma non siamo in paese normale per 2 motivi.
Uno esula Berlusconi ed è questo.
Al sud c'è solo un modo per far politica....ovvero il politico si crea il suo "bagglio di voti" appoggiando l'imprenditore X che gli porta i voti, facendo assumere piu persone possibili che poi gli saranno grato, usando il suo potere per fare soldi in maniera illecita e poi pagarsi la futura campagna elettorale.
E i cittadini lo sanno e se ne fregano, anzi a volte sono proprio i cittadini stessi con il cappello in mano che vanno ad elemosinare qualcosa svendendo il loro voto e quello di un bel po di familiari..

Secondo motivo....con la tv riescono a distorcere la realtà.
Come diceva un anonimo prima "belli i tempi di Padoa-schioppa". Ma ve lo ricordate il martellamento costante dei TG?
Ora provo a riassumere il senso di ognuno di quei tg....
"la gente non arrivava a fine mese. e giu interviste al primo che passa. E il governo che fa? si ma quelli sempre a litigare! E questa finanziaria ci mette in ginocchio. Non aiutano ne i cittadini ne gli imprenditori. I sindacati protestano. la confindustria protesta. La benzina aumenta e il governo non fa niente!"
Sarebbe bello poter riguardare un tg del 2007 ad esempio in pieno governo Prodi...

francesco.caroselli ha detto...

@francesca
Alfano ce l'ha con Castelli che è andato a sputtanare in Tv la nuova porcata pro-mafia:
l'asta dei beni confiscati.

Alfano: " Caselli stai zitto che se di queste cose se ne parla poi dobbiamo rinunciarci...proprio come alla dissociazione!"
Ci fu qualcuno - non -dico chi - che ebbe il coraggio di dire "se voi giornaliste non aveste fatto tutto questo casino la legge sarebbe passata"
Beh direi di fare piu casino possibile

Stefano ha detto...

Ma se i poliziotti son panzoni ed i magistrati veline... i mafiosi chi li acchiappa?
...
Mah... non capisco...

Cristiano ha detto...

Io a Roma ci sono andato ed è stato molto bello. L'affluenza è stata tantissima (p.zza S Giovanni era stracolma, tipo concerto 1° Maggio) i cori fantastici (Fuori/la mafia/dallo stato) i cartelli estremamente creativi e divertenti (uno che mi ricordo era: "Silvio, senza la ricerca non avresti più i capelli") e vedere tutte queste persone con qualcosa di viola faceva veramente un certo effetto. Secondo me, non è vero che manifestazioni come questa non servono a niente, certo non servono a fare dimettere Berlusconi, però riescono, in parte, a condizionare tutta quella massa di indecisi o berlusconiani poco convinti. In fondo le masse si conquistano con i numeri. Molte persone si comprano i jeans della tale marca semplicemente perchè tutti ce li hanno e, anche per quanto riguarda le idee, molte persone vengono trascinate nel conformismo di massa. D'altronde se non fosse vero, non si capirebbe perchè negli anni 70 erano tutti di sinistra e ora tutti di destra. E in più se così non fosse, i media, Cruciani compreso, non cercherebbero a tutti i costi di sottovalutare numericamente e concettualmente tutte queste manifestazioni contro Berlusconi. W la libertà e soprattutto fuori/la mafia /dallo Stato!