giovedì 10 luglio 2008

La catarsi

Oltre ogni possibile previsione, quella di ieri è stata una puntata della Zanzara a dir poco catartica.

C’è stata, cioè, nel commentare i fatti di Piazza Navona, una sorta di liberazione purificatoria delle passioni, con ascoltatori che, con modi in alcuni casi bislacchi e sconclusionati, davano addosso a Giuseppe Cruciani, e con quest’ultimo che, incapace di trattenersi, abbandonava ogni fair play e rispondeva con toni irridenti, arrivando al punto di canzonare pesantamente l’ascoltatore di turno.

Una frase detta da Lucio da Verona, “Questo signore non può governare, è incompatibile!” (Berlusconi, e chi sennò?) è stata addirittura campionata da Cruciani per poi essere ritrasmessa a ciclo continuo ogni tot minuti, come un mantra finalizzato a far uscire il conduttore della Zanzara e gli italiani tutti dal presunto stato ipnotico in cui si troverebbero. Sarà il tormentone per i prossimi dieci giorni, o forse più. Cruciani si diverte così, bisogna avere pazienza.

A riportare un po’ di pace nell’universo ci ha pensato, in extremis, la signora Anna, da Roma, la quale, finalmente con toni non esagitati, ha raccontato di una Piazza Navona (era presente) non così eversiva come la si è dipinta, a dispetto del cattivo gusto, del torpiloquio e delle inqualificabili offese di alcuni oratori.

Quando Cruciani ha obiettato che “di fondo, è l’odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone” (si riferiva agli organizzatori della manifestazione e agli oratori ma, per estensione, il concetto si applicava a tutti coloro che erano presenti in piazza), Anna ha risposto che lei non odia ma contesta. Al che Cruciani ha detto: “la contestazione è una cosa, l’odio è un'altra cosa”.

Interessante. Al punto che ora viene da chiedermi: esattamente, in grande dettaglio, dove finisce la contestazione e dove inizia l’odio? Qual è il confine? Io non lo so, non riesco a capirlo.

Ad esempio, io odio o contesto? Personalmente sono convinto di non odiare, ma forse nell'inconscio, lo faccio. Sono confuso. Ho deciso pertanto di fare un esperimento.

Siccome desidero anch’io purificarmi e giungere alla catarsi finale, per tutti i giorni in cui Cruciani manderà in onda il suo mantra (“questo signore non può governare, è incompatibile”) al fine di uscire dallo stato ipnotico, io ripeterò il mio, di mantra, per tentare di autoconvincermi che tutti i miei pensieri, le mie opinioni, le mie osservazioni non sono realmente frutto dell’attività dei miei poveri neuroni. E’ invece l’odio a guidarmi, a darmi forza. Il cieco, feroce, spietato odio.

Il trattamento comincia oggi. Se vi va, seguitelo anche voi. Alla fine del trattamento, saprete se siete o no persone civili, democratiche, e rispettose delle idee altrui.

Coraggio, iniziamo.

E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.

3 commenti:

Asvel ha detto...

Ci provo..

E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.
E' l'odio verso Berlusconi che accomuna tutte queste persone.


Mi sa che non funziona..

Non ho potuto ascoltare la puntata di ieri e le "garbate" irrisioni del "nostro". Me le aspettavo, comunque. Non vedeva l'ora.
Ma come non sottolineare che il discorso sull'odio nei confronti di Berlusconi possa essere ribaltato. Cos'è che tiene insieme persone con idee politiche così diverse, come quelle che convivono nell'attuale coalizione di governo, dagli ex-socialisti, ex-democristiani, ex-missini e leghisti? Cosa avrebbero in comune costoro se non il bisogno di un catalizzatore del consenso popolare che permetta loro di governare?

Come ha scritto un utente di un forum che frequento, se ci sono i turpiloqui in piazza dei comici Guzzanti e Grillo, se Di Pietro dà del "magnaccia" a Berlusconi, il governo aumenta il suo consenso e la sinistra ci fa una magra figura.
Se Berlusconi dà del kapò ad un deputato tedesco, dice che Mangano è un eroe, dice che per i giudice serve il test di sanità mentale, comunque lui ne esce rafforzato e la sinistra fa una magra figura...
In ogni caso Berlusconi esce rafforzato e la sinistra fa una magra figura.

Pe quanto riguarda l'odio, non credo di provarlo nei confronti di Berlusconi. Mi provoca fastidio, per le pessime figure che fa fare all'Italia nel mondo, e per i pessimi risultati dei suoi governi. Che non sia odio lo dimostra anche il fatto che, pur non volendolo come capo del governo, non sono riuscito a turarmi il naso e votare per Veltroni, che ancora non riesco ad apprezzare.

P.S. Scusate ho sbagliato nell'invio del commento precedente..

Anonimo ha detto...

Caro Authan,

oggi e' stata la mia ultima puntata da ascoltatore. Continuero' a seguire il tuo blog e tornero' ad essere ascoltatore quando segnalerai sul blog il ritorno di Formigli o del Cruciani di un tempo. Quello attuale ha raggiunto livelli di parzialita', supponenza, arroganza e strafottenza al limite della buona educazione. Risulta ovvio anche al mio cane che certi comportamenti degli antiberlusconiani sono da criticare, pero' il Cruciani di un tempo l'avrebbe fatto con molta maggior intelligenza e minor livore ideologico. Ancora un po' e la zanzara e il tg4 saranno la stessa cosa, con la differenza che il conduttore del secondo nella sua faziosità risulta molto piu' simpatico ed educato.

Tu invece continua cosi', chissa' che tu non riesca a recuperare quell'ex-bravo giornalista.

Ciao.

authan ha detto...

Asvel, questa storia dell'odio, su cui ho deciso di ironizzare per qualche giorno, è veramente ridicola.

Si accusano quelli di centro-sinistra si sentirsi "moralmente superiori", di considerare gli elettori di berlusconi dei mentecatti. E poi applicando lo stesso idiota ragionamento, gli stessi che ovviamente negano (giustamente) di essere mentalmente inferiori e di essere mentecatti accusano quelli di centro-sinistra di essere solo capaci di odiare. Tutto questo mi fa pena.

Anonimo, per me Cruciani rimane di grande stimolo, per un sano confronto di idee. Lo so, sono strano, ma mi piaccio così :-)

Ciao,
authan (autore del blog)