venerdì 4 luglio 2008

Il profondo conoscitore

La Zanzara di ieri filava via liscia e stimolante come (quasi) sempre, finché, pochi minuti dopo le 20, è successo qualcosa: Giuseppe Cruciani ha annunciato la presenza in studio dell’ex capo-redattore di Radio 24, e ora direttore del quotidiano online L’Occidentale, Giancarlo Loquenzi.

Nulla di strano, se non il fatto che Loquenzi non ha partecipato nella qualità di ospite per i classici 5-8 minuti, ma nella qualità di co-conduttore fino alle 21, interloquendo liberamente con coloro che intervenivano in diretta e prendendo continuamente la parola senza essere -come dire- "interrogato" dal conduttore titolare.

Giancarlo Loquenzi è sicuramente un ottimo giornalista, molto preparato e con un eccellente curriculum. Tuttavia, chiunque (come me) frequenti il sito dell’Occidentale e chiunque (come me) lo abbia seguito durante la sua recentissima conduzione di Prima Pagina, la rassegna stampa di Radio Tre, coglie benissimo il fatto che egli è fortemente schierato a favore del centrodestra.

Non c’è nulla di male in questo, sia chiaro. Però, introdurre Loquenzi, come ha fatto Cruciani, definendolo “un profondo conoscitore delle cose del centrodestra” è un fastidioso eufemismo. Loquenzi, non è un "profondo conoscitore", ma è un tifoso del centodestra. Nulla di male, ripeto. Ma è così, e bisogna essere chiari.

Cosa intendo con "tifoso" del centodestra? Un tifoso è colui che ha la tendenza ad applaudire e a considerare giusto, a prescindere, tutto ciò che fa il governo. Che è esattamente l’atteggiamento di Loquenzi (per favore, siamo seri e non neghiamo l’evidenza). La Zanzara di ieri ne è stata una ulteriore lampante dimostrazione.

Prendiamo ad esempio il caso Berlusconi-Saccà, citato ieri in trasmissione. A me sta bene (anche se non condivido) che si dica, come fa Cruciani, che il dialogo intercettato non andava pubblicato. E mi sta pure bene (anche se non condivido) che si dica, come fa Cruciani, che è sbagliato desumere, dall’intercettazione, la certezza di un comportamento illegittimo.

Ma accostare, come ha fatto Loquenzi, le segnalazioni reciproche, tra direttori di testata, di validi apprendisti giornalisti alle raccomandazioni di attrici che Berlusconi ha fatto a Saccà e a De Angelis, e dire che questo genere di raccomandazioni sono “consuete”, è, per citare le Iene, una grande, gigantesca, strepitosa cazzata, che denota totale acriticità verso il personaggio Berlusconi.

Un altro esempio che posso citare è l’incredibile difesa a spada tratta, da parte di Loquenzi, del ministro Carfagna, che pure Filippo Facci non ha remore ad invitare ripetutamente alle dimissioni (già da prima delle intercettazioni hot).

A fine trasmissione, infine, c’è stato un momento veramente esilarante. Loquenzi è partito in un panegirico a favore del governo, manifestando i suoi “sospetti maligni” relativi all’ipotesi che i gossip siano stati sollevati per “interessi di qualcuno” allo scopo di celare tutte le altre cose buone fatte dall’esecutivo. Peccato che a inizio trasmissione Cruciani, dimostrando assoluta non faziosità, aveva dichiarato di condividere l’articolo di Luca Ricolfi sulla Stampa del 3 luglio, piuttosto critico verso quanto fatto finora dal governo (leggetelo, Ricolfi ci va pesante!).

Per uscire dall’imbarazzo, ma anche un po' per smarcarsi, Cruciani, in risposta a Loquenzi, ha nuovamente citato l’articolo di Ricolfi soffermandosi, però, solo sul fatto che Ricolfi ha osservato come il governo stia comunque lavorando su più fronti, al di la del tema intercettazioni.

Per concludere… Da quanto successo ieri, devo forse dedurre qualcosa? La presenza, non come semplice ospite, di Loquenzi era forse una sorta di test per vedere se ha senso proporre una Zanzara con doppia conduzione? O era invece un provino per un ipotetico passaggio di consegne alla guida della Zanzara (aaaaargh!!!)?

Non lo so. L’unica cosa che so è che giornalisti tifosi (della destra o della sinistra) alla guida della Zanzara io non ce li voglio.

8 commenti:

hyxcube ha detto...

Loquenzi sta a Cruciani come Cruciani sta a Formigli. Mettere insieme Loquenzi e Cruciani sposta il tono della discussione troppo sull'imparzialità dei luccicanti Berlusconiani.
Sarebbe interessante invece far condurre una trasmissione dalla coppia Loquenzi-Formigli...ehehe...secondo me alla fine finisce come fra Ferrara e Lerner a 8 e mezzo! :)

Paolo ha detto...

mah! Authan! tu sai come la penso perchè è da ieri che dalla zanzara mi sono spostato sull'antizanzara spiegando il perchè.. ma in ogni caso lo ridico: proprio perchè schifato dal comportamento di Cruciani e dalle nefandezze trasmesse ieri e fatte co-dire proprio da Loquenzi.. e tu oggi dici che l’unica cosa che sai "è che giornalisti tifosi (della destra o della sinistra) alla guida della Zanzara" non ce li vuoi. Bene, anzi male in quanto quello che vorrei farti notare è che già ce l'hai un tifoso! e per giunta di destra .. alla guida della zanzara! perchè non mi dire che davvero secondo te Cruciani è pulito e imparziale (di sinistra... meno che mai!!!) perchè io troppe volte mi ci sono incazzato prima di ieri a sentirlo parlare lecchinoso e appiattito verso Berlusconi! dai, su! Cruciani è tutto tranne che uno pulito! e per quanto ne so io passare la mano ad un "tifoso di centro destra" non sposta neanche di una virgola l'attuale linea del programma. C'e' da chiedersi invece da che parte sta Santalmassi,a questo punto... e se non è il caso di smettere di bazzicare proprio Radio 24!!! pure la radio di regime.. non si può sopportare!!! un saluto, Paolo

hyxcube ha detto...

Paolo,
sicuramente Cruciani non sarà il massimo dell'imparzialità ma addirittura boicottare radio 24 mi sembra esagerato. Per quanto ci si possa infervorare per quello che viene detto non si puo negare che sia "La Zanzara", sia "Viva Voce" di Milan siano due programmi fatti bene e per dirla tutta, il meglio che si trovi per radio di questi tempi.
Certo Formigli è il top! ma in fondo ancora radio 24 ti da la possibilità di intervenire telefonicamente per "lottare" con Cruciani, questo lo si deve riconoscere. E' vero che Cruciani abusa del proprio potere, ma diverse volte ricordo di averlo visto in difficoltà, incalzato da qualche brillante ascoltatore dalle idee molto chiare. Si parte con un certo svantaggio di posizione ma non è proprio impossibile tenergli testa.

Anonimo ha detto...

io sono ormai mesi che non seguo più la zanzara. cruciani mi ha fatto davvero cadere le palle. senza giri di parole . poi il fatto che inviti gente impreparata come Loquenzi non mi soprende. settimana scorsa a prima pagina è stato ripreso più volte da alcuni ascoltatori che lo hanno "accusato" di non essere preparato ("se lei fosse un dipendente pubblico, sarebbe considerato un fannullone e brunetta non esiterebbe a volerla lincenziare" - sono state le parole di un ascoltatore, col quale conocordo). avevo ripreso a sentirla quando ho scoperto che cruciani se ne era andato, durante gli europei, ma da questa settimana mi dedico ad altro.

Gianpaolo ha detto...

Email spedita a Cruciani sulla pumtata di ieri.

Cruciani , per arrivare ad un punto più basso di quello raggiunto ieri sera, devi invitare Facci, Ferrara, Giordano o Guzzanti come co-conduttori. Solo loro possono superare il numero di st.....te dette dal tuo amico misterioso (direttore dell'occidentale??? Che c...a è!!! Sicuramente ha più meriti e titoli di Eco, Camilleri, Colombo, Pardi ecc.ecc. vero Cruciani???) Anche se può sembrare impossibile, ce la puoi fare.
Gianpaolo

p.s. Eccezionale quella di Mentana che "incalza" Berlusconi. Forse voleva dire che "fa la calza", intanto che il suo padrone dice quel cazzo che vuole (vedere la puntata in campagna elettorale, per credere).
E alla domanda su chi fa un uso criminoso della tv pagata con i soldi di tutti non mi rispondi???
Non sarai mica un coniglio.

robegue ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con i commenti precedenti. Cruciani ha perso il ruolo di conduttore imparziale essendo del più estremo garantismo ogni volta che c'è di mezzo berlusconi o queste intercettazioni che altro non mostrano se non la mentalità mafio-clientelare di quel vecchio porco che è berlusconi. Non è un caso che Cruciani inviti gente di destra a co-condurre il programma. Trovo Formigli una ventata d'aria fresca che potrebbe edulcorare quel retrogusto amaro che si è formato negli ultimi mesi, da quando il vero Cruciani è venuto allo scoperto , dal caldo della campagna elettorale al cambio di governo alle recenti leggi vergogna.

Equitant ha detto...

Signori, AVERNE di programmi come la zanzara! Cruciani sarà anche filo-USA (e per giunta filorepubblicano), filo-Berlusca (io preferisco pensare anti-veltron-democratici), però è spassoso da matti. Contesta tutto, anche chi riporta ciò che ha detto lui stesso poco prima, però NON FILTRA: emblematica e fantastica la puntata di venerdì 4/7, quando, a partire dalla telefonata del solito suo acerrimo nemico che lo accusava di filtrare le telefonate a favore degli interventi filogovernativi, sono partiti una serie di interventi da bar contro il berlusca che lo hanno messo quasi al tappeto. Memorabili la sciura degli stupri e Sgarbi. Cruciani a vita, altro che radiodeejay!!!

matteo.mattax@gmail.com ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.