venerdì 18 luglio 2008

Conan il barbaro

Qualche appunto sparso sulla puntata di ieri, non proprio epocale, della Zanzara.

Parlando dell’ipotesi di reintrodurre l’immunità parlamentare, Giuseppe Cruciani ci ha fatto rivivere uno dei più gloriosi (sono ironico) momenti del parlamento italiano. Era il 16 marzo 1993, in piena era Tangentopoli, e il leghista Luca Leoni Orsenigo pensò bene di agitare un cappio nell’aula di Montecitorio. Meno di un anno dopo, nel 1994, Silvio Berlusconi entrava in politica e vinceva le elezioni politiche alleandosi proprio con la Lega.

Non so voi, ma io quando sento una parte della maggioranza tacciare una parte dell’opposizione di giustizialismo, sorrido allegramente sotto i baffi (che, per la cronaca, non ho) scuotendo la testa. Non ci sono limiti all’ipocrisia.

Si è poi parlato del ministro Renato Brunetta, che, a mio avviso, con la sua azione volta a migliorare l’efficienza della funzione pubblica, rimane la componente migliore di questo governo.

E’ vero, come in molti hanno osservato, che il recente dichiarato intento da dar luogo a sistematiche visite fiscali su tutte le assenze per malattia (anche quelle di un solo giorno!) è di fatto inattuabile, ma tale intento va osservato attraverso la giusta lente. Brunetta ha metaforicamente impugnato un nuovo bastone, o forse sarebbe meglio dire uno spadone enorme, stile Conan il barbaro, e lo sta facendo roteare sopra la propria testa con sguardo truce. Spesso, la semplice minaccia ha effetti maggiori rispetto all’azione vera e propria, e non a caso i tassi di assenteismo tra gli impiegati statali sembrano essere già in diminuzione.

Molti dipendenti pubblici si sono un po' risentiti per le iniziative di Brunetta e ieri hanno telefonato in massa per criticarlo. Cruciani, però, lo ha sempre difeso, e a mio avviso ha fatto benissimo.

Chiudo con Filippo Facci, che intervenendo ieri in trasmissione per dire che il processo Mills è “ridicolo” e per anticipare la sentenza di assoluzione per Berlusconi, non ha resistito alla tentazione di ironizzare su Marco Travaglio, tirandolo in ballo in modo del tutto gratuito, senza alcun motivo.

Qualcuno, secondo me, dovrebbe spiegare a Facci che farebbe meglio a liberarsi di questa sua tragica ossessione verso Travaglio. Se così non fosse, questa sua fisima, questo disagio alienante paragonabile all’infantile invidia del pene, prima o poi, psicologicamente, lo distruggerà.

9 commenti:

Gianopaolo ha detto...

"...questa sua fisima, questo disagio alienante paragonabile all’infantile invidia del pene,..."
Grandissimo finale, degno del miglior Travaglio. complimenti!!! Aggiungerei che sembra quasi che il "Cruciani con le mesche" viva dei gravi conflitti interiori. Vorrebbe esser Travaglio ma deve fare il "servo sciocco" prima di Craxi e poi, dopo la sua dipartita, lasciato al figliolo Silvio (come un cagnolino!)

epino.derma ha detto...

e' inutile! Il giuppe e' davvero il nostro specchietto per le allodole dove scaricare le nostre livide e patetiche tensioni di odio verso il nemico prossimo! lunga vita al crucciato capro espiatorio!

Gianpaolo ha detto...

La "guerra psicologica continua!!!!!

To: focuseconomia@radio24.it ; respiro@radio24.it ; taccuino@radio24.it ; english24@radio24.it ; info@radio24.it ; essereebenessere@radio24.it ; unlibrotiralaltro@radio24.it ; obbligodifrequenza@radio24.it ; lafinestrasulcortile@radio24.it ; larosapurpurea@radio24.it ; cieloinunafrase@radio24.it ; ottavogiorno@radio24.it ; unabusoalgiorno@radio24.it ; guerriero@radio24.it ; lettere@radio24.it ; lazanzara@radio24.it ; lastoriaelamemoria@radio24.it ; jeffersonming@radio24.it ; melog@radio24.it ; vivavoce@radio24.it ; Santalmassi Giancarlo
Sent: Saturday, July 19, 2008 9:02 AM
Subject: uno più uno, non fa due!!!




Gentile dott. Cruciani lei continua a non rispondere. Le ho chiesto gentilmente un opinione sull'articolo di Ferrarella ( http://www.senato.it/notizie/RassUffStampa/080718/iqfop.tif ) unito al patteggiamento allargato, visto che Lei è da due mesi che continua a dire che il Lodo Alfano serve per il bene degli italiani e che comunque il processo non è annullato ma solo sospeso. Allora mi illumina, per favore dall'alto della sua saggezza e soprattutto della sua onestà intellettuale. E' UNA SOSPENSIONE O UN AMNISTIA MASCHERATA E COPERTA DA SERVI E SERVETTI???????????????????????????
Un saluto e buona giornata. Tuo affezionato Gianpaolo



----- Original Message -----

To: lazanzara@radio24.it
Sent: Friday, July 18, 2008 7:20 PM
Subject: 1 + 1 = 2


Caro Cruciani, letto l'articolo di Luigi Ferrarella questa mattina????
Aggiungi a questo la norma sul patteggiamento allargato confezionata per Mills nel pacchetto (in)sicurezza, e trova il risultato. Berluscono prescritto e Mils patteggia una pena (senza sentenza motivata).
Così il tuo "caro" potrà di nuovo piangere a telecamere, microfoni, penne, e computer unificati che è un perseguitato.
Ma forse per qualcuno, e non faccio nomi, uno più uno, non fa due!!!

mauriziomorabito ha detto...

ma perche' questa fissazione con Cruciani ai limiti della malattia? non mi riferisco a Authan naturalmente.

All'autore della "guerra psicologica" fara' certamente piacere sapere che basta poco per filtrare via ogni suo messaggio, specie quando scrive in maniera cosi' idiota a tutte le caselle di posta elettronica di Radio24.

gianpaolo ha detto...

All'idiota, e non mi riferisco certamente ad authan. Purtroppo non è altrettanto facile filtrare via i C......I come te. Hai qualcosa da obbiettare su quello che ho scritto??? No??? E allora ritorna a cantare "Meno male che Silvio c'è". E vfc!
E tanto per chiarire la mia patologia,io reputo i giornalisti che non fanno onestamente il loro lavoro, parte integrante delle Casta dello sfascio. Quindi semplicemente mi diverto a sottolineare le cazzate che dicono. Se fossimo in tanti a farlo forse cambierebbe qualcosa. E se no, almeno sto meglio io.

Anonimo ha detto...

Gianpaolo, giampaolo, non ci siamo: apostrofi l'ultimo intervento con un livore che nemmeno Cruciani con un'unghia incarnita arriverebbe a usare. Mi viene un dubbio: che le censure te le vada a cercare?
Senza rancore. Massimiliano

Gianpaolo ha detto...

@Massimiliano. Non ho capito il senso del tuo commento. Ho semplicemente risposto, usando il suo medesimo tono, a M.morabito. Che poi Cruciani mi censuri per questo!!! Cruciani censura i "fatti" non i toni!!! E questo è molto più grave. Come nel caso di Bossi è molto più grave che voti il lodo Alfano, la norma sul patteggiamanto allargato, la salva-Rete 4,ecc. ecc. che dica quello che ha detto sull'inno. In fondo dove è la novità? Sono le sue solite sparate per far credere ai suoi pecoroni di esser duro e puro e far dimenticare che anche lui è um membro del club "Roma ladrona".Ciao,

mauriziomorabito ha detto...

e' comunque difficile prendere sul serio qualcuno che mi da dell'idiota dopo aver mandato un messaggio a Cruciani all'indirizzo della "rosa purpurea" e a quello di "essere e benessere" (anche se, a dire il vero, l'intervento di un operatore della salute sembrerebbe necessario).

l'autore della "guerra psicologica" si vada ad ascoltare le puntate del programma "Melog", sempre su Radio24, dove il conduttore dice esplicitamente cosa viene fatto con i messaggi degli esagitati. Quando non diventano motivo di ludibrio in azienda, vengono cancellati.

gianpaolo ha detto...

@M.Morabito.
Il primo a prendersi dell'idiota non sei stato certamente tu. Comunque le mie idio-mail qualcuno le legge, visto che un paio di risposte le ho ricevute, tra cui quella di Santalmassi. Quanto agli operatori della salute, bisognerebbe importarli in massa.