lunedì 2 febbraio 2009

Io ho sb...

Chi era già quel personaggio di un vecchio telefilm così orgoglioso e vanitoso da non riuscire a dire "ho sbagliato"?

Io ho sb... Io ho sb...

Se avete ascoltato la Zanzara di venerdì, Giuseppe Cruciani, in riferimento all'audio non integrale di Di Pietro a Piazza Farnese, non ha ripetuto proprio le stesse parole che mi aveva scritto via mail e che io (dopo aver chiesto autorizzazione) ho pubblicato in calce al post precedente.

Sì, ha spiegato che il file tagliuzzato è stato preso da un TG ("forse addirittura il TG3", come se ciò rendesse meno grave l'omissione di controllo). Ha detto inoltre che la sostanza non cambiava (invece cambiava eccome, come ho già spiegato). E poi, come nella favola del lupo e dell'agnello, Cruciani si è cercato altre scuse buone per mangiarsi comunque, in diretta, il leader dell'IdV.

Non ha pronunciato, invece, le uniche parole che non doveva assolutamente far mancare: ho sbagliato, scusatemi.

Cruciani, proprio come Fonzie, certe parole proprio non ce la fa a dirle. Non in diretta radio, non di fronte a decine di migliaia di cittadini.

Io ho sb... Io ho sb...

------




Sunday, Monday, Happy Days. Tuesday, Wednesday, Happy Days.
Thursday, Friday, Happy Days. The Weekend comes, my cycle hums,
Ready to race to you.

These days are ours. Happy and free. (Oh Happy Days)
These days are ours. Share them with me. (Oh Baby)


7 commenti:

Francesco B. ha detto...

Come volevasi dimostrare.... Ormai il livello dell'informazione è arrivato a questi estremi, mi si dica quanto siamo lontani da un regime, si avete capito bene, un REGIME... Di Pietro è rimasto ormai l'unico vero oppositore a questo REGIME (seppure in modi che a volte possono destare qualche perplessità, per carità)... Qualche giorno fa ho provato a dibattere sul blog del Giornale la questione Di Pietro, ricordando in particolare tutte le volte in cui Berlusconi e i suoi lacché insultavano Scalfaro, Napolitano e la magistratura; risultato? Non l'hanno neanche pubblicato il mio commento.... REGIME, questa è la situazione attuale....

vigneron ha detto...

Si è un regime.
Nei forum o blog di destra, di proprietà di Berlusconi o no, se si ha un'opinione appena difforme dal coro dei seguaci sempre più beceri e incattiviti si viene subito censurati.
Io mi sono stufato e non commento più.
I mass media che si fingono imparziali, come ad esempio Radio 24 (bisognerebbe fare un blog anche per commentare la nuovissima meravigliosa trasmissione quotidiana dell'imparzialissimo Ferrara)
portano avanti un tipo di censura più sottile e intelligente ma forse ancora più pericoloso.
Per me non c'è speranza:
niente libertà d'informazione = niente democrazia.

Anonimo ha detto...

Buongiorno,

X Authan, Cruciani non dice di aver sbagliato perchè ama i suoi ascoltatori e, si sa, "Amore è non dover mai chiedere scusa"... :-).

Mi viene da sorridere al "forse addirittura dal TG3". Si sa Veltroni sgomita per restare in prima fila tra i supporters di Di Pietro.

Ed in effetti la trasversalità con la quale è stata accettata per buona la versione tagliata (anche dall'imparzialissimo Quirinale) mi suscita rigurgiti complottisti: non è che si è deciso che è giunto il momento di fare politicamente le scarpe a Tonino?

X Francesco: forse non di regime, ma arietta da minculpop si sente, e purtroppo, con l'approvazione di una ampia maggioranza, ma anche questa non sarebbe una novità.

X i due che cercano di discutere nei blog di dx: Autolesionisti! Purtroppo anche nei blog di sinistra sembra essere impossibile avere una reale discussione critica se non costruttiva: tutto viene riportato ad uno schematismo da slogan pro o anti berlusconiani.
Sarebbe invece utile porsi problemi un po' più intelligenti, tipo -perchè per anni non siamo riusciti a ripulire Napoli dalla spazzatura quando era possibile farlo in sei mesi?- piuttosto che -e che ce ne faremo di aver risparmiato 20 minuti con il ponte sullo stretto che tanto piace a cruciani se dopo le frane sulla salerno reggio calabria ci bloccano per giorni?-

Paolo il bipartisan

Francesco B. ha detto...

X Paolo il bipartisan: purtroppo il problema concreto attuale è che o la pensi come il Sire di Arcore o sei bollato a vita con termini del tipo giustizialista, bolscevico, giacobino, sfascista.... Il problema è che non ci potrà mai essere un dialogo coi berlusconiani semplicemente perché non vivono di vita propria, non hanno un pensiero che non sia quello della totale adesione al diktat del Capo, il quale a sua volta non ha idee, ma solo INTERESSI (questo almeno diceva il povero Montanelli...)... Che idea di società si può condividere con degli individui del genere? C'è solo da sperare che quelli di AN e della Lega non si siano totalmente rincoglioniti da far passare l'ultima legge vergogna, quelle sulle intercettazioni, che è veramente mostruosa....

Anonimo ha detto...

X Francesco, pur essendo un delusissimo (non) votante di sinistra sono costretto ad ammettere che lo stesso atteggiamento intransigente c'è anche a sinistra, purtroppo.

Quanto ad essere inascoltati perchè bolscevichi prima che per le proposte o idee, dovremmo esserci abituati già dai tempi della DC;
per quanto riguarda invece la Lega confesso di essere non prevenuto, ma post venuto, avendola vista da vicino nascere nelle forme più becere e violentemente razziste (non parlo di Bossi e della lega Nord, ma della Liga Veneta dei Rocchetta e Tramarin che infestava i muri del veneto coni graffiti azzurri forza etna, forza vesuvio, fora i teroni dal veneto e portava a casa risultati a due cifre già nei primi anni ottanta). Non riesco a credere che da questa partenza potrà originarsi mai nulla di buono.

Paolo, il doge

Anonimo ha detto...

L´amaca
MICHELE SERRA
Un doppio hurrà per l´ex ministro Giuseppe Pisanu, che denuncia le "osterie padane" come nefaste ispiratrici di politiche miopi e ringhiose. Del resto, come potrebbe l´ex segretario personale di Benigno Zaccagnini, cresciuto nel cattolicesimo sociale e solidale, ragionare con il metro piccino e reazionario del leghismo?
Rimane un cruccio. E rimane un mistero. Come è stato possibile, in questi lunghi anni, che fior di democratici abbiano ingoiato l´alleanza politica con il partito dei Gentilini e dei Borghezio? I Pisanu, i Casini, i pochi veri liberali di Forza Italia, i socialisti della diaspora, il neo-repubblicano Fini, come hanno potuto? Va bene il potere, che lusinga e obnubila, va bene la necessità, in governi di coalizione, di chiudere un occhio sulle teste calde e sulle frange estreme. Ma se l´Italia è l´unico paese europeo con il partito xenofobo non solo sdoganato, ma anche solidamente al governo, non è forse anche per le omissioni e l´acquiescenza di quelli come Pisanu? Il "peso condizionante della Lega", che ora Pisanu denuncia come un problema grave, e una zavorra per il futuro, non era forse percepibile anche dieci o quindici anni fa? Dunque a che titolo lamentarsi, adesso, se la politica italiana è dominata "da un clima emotivo che eccita gli istinti più bassi" (ancora Pisanu)?
-----------------------------------
LA LEGA E' LA VERA EMERGENZA ITALIANA!

lavinia ha detto...

Ho ascoltato la Zanzara di ieri sera solo a tratti.
Mi è sembrato, malgrado le tante sollecitazioni di questo blog, niente su Di Pietro e, con sollievo, nemmeno la canzoncina dei nanetti.... neppure tanto Battisti, eccezion fatta per il colloquio con Lanfranco Paci a proposito delle richieste di estradizione italiane di terroristi ai vari stati, con riferimento agli accordi Craxi-Mitterand, ognuno dei quali non voleva rogne, cosi come l'attuale premier.
Quello che ho trovato ripugnante davvero, dopo la posizione ferma e misurata di Cruciani rispetto alle reazioni suscitate dalla visita in carcere dei parlamentari radicali agli stupratori romeni, lo spazio riservato al comico Maurizio Battista che già incredibilmente sabato pomeriggio in RAI ha assunto un atteggiamento inqualificabile e per niente divertente, senza che le alte cariche istituzionali o il presidente della RAI, nè il premier, abbiano esperesso condanna come già avvenuto per SANTORO!
Poi giustamente un ascoltatore ha pacatamente ricordato come grazie a certo livore fomentato ad arte ci si ritrovi con i barboni dati alle fiamme!!