martedì 10 febbraio 2009

L'attimo sospeso

Quanto è lungo un attimo?

Impossibile dirlo. Nessun strumento potrà mai misurare ciò che per definizione è infinitesimale, tanto sfuggente quanto inafferrabile.

Tuttavia, ci sono situazioni in cui un singolo attimo non passa, non scade, non cede il passo. Il tempo si ferma, e l'attimo in corso rimane intrappolato in una gabbia senza vie d'uscita, separato per sempre da quello precedente e da quello successivo.

Il tempo, per Eluana Englaro, si è fermato il 18 gennaio 1992. Da allora, Eluana ha vissuto sempre lo stesso singolo attimo, un attimo sospeso e congelato nel tempo, l'esatto contrario dell'attimo fuggente, che solo ieri sera, dopo oltre 17 anni, è passato.

Che tipo di esperienza sarà quella di esistere in un solo interminabile attimo sospeso? Non è poi così difficile immaginare che in fondo tutto dipenda dal tipo di attimo. Un attimo sospeso può rappresentare un'intensa gioia (a chi non è capitato di rimanere incantati in un sogno ad occhi aperti?) oppure un immenso e lacerante dolore (a chi non è capitato di rimanere a lungo indifferenti verso la realtà circostante nel momento in cui veniva comunicata una notizia terribile?).

E quindi, quale mente diabolica può crudelmente obbligare una persona a rimanere prigioniera dentro un unico attimo sospeso, perpetuato all'infinito, se tale attimo non è altro che il più orribile di tutti, l'attimo della propria morte?

-----




Goodbye cruel world,
I'm leaving you today.
Goodbye,
Goodbye,
Goodbye.

Goodbye, all you people,
There's nothing you can say
To make me change my mind.
Goodbye.


(Pink Floyd, "Goodbye cruel world")


8 commenti:

liongalahad ha detto...

post bellissimo, grazie...

Anonimo ha detto...

Splendido post, grazie mille Authan.
Roberto

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

mi permetto di rovinare l'atmosfera.

Il momento è triste, e il post è bello, ma non posso non sottolineare che, come direbbe cinicamente Cruciani, non è questo il punto.

In parlamento si è gridato "assassini".

In parlamento si è accusato il presidente della repubblica di omicidio.

Ha alluso a responsabilità di Napolitano anche il cupo presidente del Consiglio.

Figure di spicco del Vaticano si sono permesse di muovere accuse simili.

Con tutto il rispetto per il dolore della fam. Englaro, ritengo che il momento sia grave per tutti noi.

Finisco qui

Tommaso

authan ha detto...

Grazie mille per aver apprezzato il post.

Tommaso, hai stra-ragione, ma oggi desideravo esprimere qualcosa di più intimo, e non avevo voglia di partecipare alla cagnara.
Forse domani. Vediamo come commenta il Crux stasera.

(In realtà domani causa impegni non so se riusciro' a postare, non al mattino per lo meno).

Ciao,
authan (autore del blog)

francesca ha detto...

E meno male che è intervenuto Fini ristabilire un po' di buonsenso dando dell'imbecille a Gasparri!

Ci consoli almeno questo....

Anonimo ha detto...

un violento pugno nello stomaco... leggere che oltre 8 milioni di telespettatori ieri sera non si sono sottratti allo spettacolo vomitevole del GF per la gioia del padrone di mediaset!

Ma forse non è ancora il fondo...

Anonimo ha detto...

Mentana si dimette da Mediaset e Villari (osa ancora parlare di Rai???) lo propone subito per il servizio pubblico: vogliono forse spacciarci ancora una volta Enrichetto per anti-berlusconiano?? La sua finta imparzialità mi ricorda tanto quella del nostro Cruciani, che nasconde la faziosità più estrema...
Roberto

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
Mentana si è dimesso? C'è un posto libero in Mediaset, vicino al cuore del Presidente del Consiglio...

A CRUCIA' FATTE VEDE' CHE SEI QUELLO GGIUSTO...

Saluti

Paolo il burlone mattutino