mercoledì 12 novembre 2008

Giudizi morali

Ci sono volute le tenaglie, ma alla fine, durante la Zanzara di ieri, un giudizio secco, senza perifrasi, da parte di Giuseppe Cruciani su Berlusconi, riguardo alla battutaccia su Obama, è arrivato: “Indifendibile”. Grazie, dottore. Meglio tardi che mai.

(Dura la vita del "miserabile", eh?)

Per il resto, ieri in trasmissione si è discusso in lungo e in largo della ribellione semi-bianca e semi-selvaggia di qualche centinaio tra piloti e assistenti di volo Alitalia, con conseguenti pesanti disagi per i viaggiatori.

Personalmente non ho nulla da ridire o da aggiungere rispetto ai commenti di Cruciani su questo tema, e quindi passo oltre. Del resto, questo blog è da considerarsi ufficialmente in sciopero contro qualsiasi ulteriore elucubrazione relativa ad Alitalia (nel senso che la vicenda Alitalia mi ha definitivamente scartavetrato gli zebedei. Scusate il francese).

Detto ciò, cos'altro rimane?

Rimane l'ironia, più che giustificata, di Cruciani verso il rettore di Foggia, Antonio Muscio, il quale, nel suo ultimo giorno di servizio, prima di andare in pensione, ha dato un posto da ricercatore al figlio. Il rettore si difende asserendo di non aver commesso alcun illecito, ma ciò, secondo Cruciani (e anche secondo me) non toglie il dubbio che l'operato del rettore rimanga a dir poco discutibile. Se volete le parole testuali di Cruciani, eccole qua: “Il fatto che non vi sia illecito non significa che sia cosa buona e giusta.

A casa mia questo si chiama giudizio morale. Curiosamente, giusto un istante dopo il conduttore ci ha fatto sapere, senza commenti, che il PM che segue l'indagine sul presunto tentativo, da parte di Berlusconi, di "acquisire" senatori nella passata legislatura (ricordate le intercettazioni tra Berlusconi e Saccà?) ha richiesto l'archiviazione, in quanto non è stato rilevato nulla di penalmente rilevante.

Nel prendere atto della decisione del magistrato, mi chiedo: ma per tale vicenda, non è forse applicabile un giudizio morale tutto sommato analogo a quello dispensato nei confronti del rettore di Foggia? Nessun illecito, d'accordo, ma la condotta di Berlusconi rimane riprovevole. Se il giudizio morale è applicabile, perche non pronunciarlo esplicitamente? Se non lo è, dove sta, di preciso, la differenza?

Per chiudere, ancora un'ultima cosa sul solito Berlusconi… Ma solo io ho trovato singolare la scelta del cavaliere di accogliere il presidente brasiliano Lula, in visita in Italia, facendosi accompagnare dai giocatori brasiliani del Milan, e solo del Milan?

Nulla di terribile, nulla di scandaloso, per carità… Ma trovo che questo gesto sia stato piuttosto emblematico di come Berlusconi abbia difficoltà a scindere il suo ruolo di presidente del consiglio da quello dell'imprenditore privato, a distinguere tra ciò che è suo e ciò che è di tutti. Non trovate?

---

Ho citato il Brasile, e questo mi ha riportato alla mente una vecchissima canzone di Toquinho: "Acquarello". Stasera la canto ai miei bimbi.




E il futuro è un'astronave
che non ha tempo ne pietà
va su Marte va dove vuole
niente mai lo sai la fermerà


6 commenti:

Anonimo ha detto...

commento che troverete in vari blog;da Grillo a travaglio
SEGNALAZIONE DI TRASMISSIONE FAZIOSA E FALSA CONDOTTA DA GIORNALISTA FAZIOSO E FALSO, TAL CRUCIANI,SGHERRO MASCARIATO DI BERLUSCONI.CHE TUTTE LE SERE OFFENDE,DENIGRANDO E DERIDENDO, DI PIETRO E GLI ELETTORI DELL’ITALIA DEI VALORI,MARCO TRAVAGLIO E BEPPE GRILLO.
GLI ASCOLTATORI POSSONO INTERVENIRE TELEFONICAMENTE, MA NEI MIEI CONFRONTI, VISTO CHE GIA’ L’HO MESSO IN DIFFICOLTA’ ALTRE VOLTE HANNO POSTO IN ESSERE UNA FERREA CENSURA
DAL LUNEDI AL VENERDI DAI MICROFONI DI RADIO 24 va in onda la trasmissione ;"La zanzara" dalle 19 alle 21 telefonando al 800240024 potete intervenire in diretta.mail,che tanto non verranno lette,: lazanzara@radio24.it.Attenzione le telefonate vengono filtrate da centralini,per passare in diretta ponete argomentazioni bipartisan-cerchiobottiste in stile dialogo maggioranza-opposizione.una volta in diretta cantiamogliene 4 a questo "signore",dopodichè o cambiate numero di telefono o in diretta non ci andrete più perchè il "coraggioso" giornalista darà ordini al centralino di non passare le vostre telefonate,HO CHIAMATO SVARIATE VOLTE QUALIFICANDOMI COME ELETTORE DELL’IDV CHIEDENDO IL DIRITTO DI REPLICA AGLI ATTACCHI DI QUESTO SERVO-GIORNALISTA MA NON MI HANNO MAI MANDATO IN DIRETTA, e questo sarebbe un liberal come lui si definisce...è solo un gretto censore. definisce gli interventi di Di Pietro schow,Cruciani Di Pietro non fa spettacolo fa un opposizione senza se e senza ma e questo a lei e ai suoi padroni fa paura
nella trasmissione vengono continuamente attaccati Di Pietro,Travaglio;Grillo,derisi e interrotti gli ascoltatori che dissentono col conduttore.poi in maniera subdola per fingersi democratico a chi dà la parola;a qualche rinnegato, che anche in quel poco di sinistra che rimane ,ormai rappresenta solo se stesso,si passa da Polito a Pansa a Caldarola di solito affermano che è un opposizione come quella di Di Pietro fa vincere berlusconi… al cruciani piace un opposizione stile PD,sempre che il PD non alzi troppo la voce

Anonimo ha detto...

Hai assolutamente ragione, ho mandato diverse email per rettificare le parole del viscido Cruciani sui processi del nano di Arcore (diceva prescrizione = assoluzione) postandogli le sentenze della Corte di Cassazione ma, naturalmente, non sono state lette, ed oggi, 12/11/2008, ho sentito diverse bestemmie (assunzioni della Cai in sprezzo ai lavoratori, sui sindacati, sulla Lega e naturalmente contro l'IDV...) Ciao e continua così

Reolix

http://laboratoriolabaracca.splinder.com/

Anonimo ha detto...

Non bisogna meravigliarsi di questa situazione, che è lo specchio del nostro "bellissimo" paese: non può uno come Cruciani parlare contro i propri "datori di lavoro". Neanche io lo farei nella mia ditta, magari correndo il rischio di essere messo alla porta. La differenza sta nel fatto che lui si reputa libero e liberal e fa addirittura una trasmissione radiofonica, quando tutti hanno capito che non è così. E' il solito problema del conflitto di interessi: non puoi parlar male di chi ti paga...
Stasera (13.11.2008) un ascoltatore, Giorgio, nel suo intervento ha detto 3 cose sacrosante: promessa mancata di Berlusconi riguardo al fatto che gli italiani non avrebbero pagato nulla per Alitalia (vedi invece finanziamento di 300 milinio di €); articolo di Giordano riguardo le elezioni di Obama in USA; questione scuola pubblica-privata.
Cruciani non ha fatto nessun commento (se non dire, secondo me stupidamente, che le tasse per Alitalia le avrebbe pagate anche Berlusconi) ed è passato all'ascoltatore successivo. Mah...

Anonimo ha detto...

un conto è fare l'impiegato o l'operai un conto è afre il gioranlista,cruciani non è un gioranlista è un servo.io continuerò instancabilmente la mia battaglai contro queste sotto-merde
paolo papillo
grillo blogger

F®Ømß°£ ha detto...

Quoto il commento delle 22.30 riguardo all'intervento di Giorgio: ha detto tre cose semplici e argomentate bene e Crux, non potendo ribattere o sfottere ha semplicemente passato la telefonata successiva.

PS: I toni del tipo "sotto-merda" non mi sembrano molto costruttivi.

Tommaso

authan ha detto...

Tommaso, ha ragione su entrambe le cose che dici.

Ancora una volta: per favore, PER FAVORE, niente insulti. Per favore.

authan (autore del blog)