mercoledì 8 ottobre 2008

Gli alieni sono tornati!

Nel caso ve lo stiate domandando, vi spiego il titolo del post, dicendovi che è ispirato dai primi dieci fenomenali minuti della Zanzara di ieri. Come accadde in un'altra occasione, ad aprile, anche in questa circostanza, specialmente nella prima parte della trasmissione, c'è stato il Giuseppe Cruciani che non t'aspetti, tanto da far sospettare un secondo sequestro alieno con rimpiazzamento tramite clone, stile Invasione degli Ultracorpi.


Ultracorpi


In apertura, Cruciani si è lanciato in sperticate lodi per il PM del processo Tanzi, Francesco Greco, recente protagonista di una requisitoriamolto attuale” per come è stata severa non solo verso le banche coinvolte nella vicenda Parmalat, ma verso le banche in generale, che sono oggi nell'occhio del ciclone.

Cruciani ha stra-ragione, le parole di Greco sono davvero sacrosante. Ma un elogio così incondizionato verso un PM (piu che una requisitoria, quella di Greco sembrava un'orazione) me lo sarei aspettato da un Di Pietro, o da un Grillo, non certo da Cruciani, il quale, inoltre, non ha manifestato alcun sentimento di pietà verso Calisto Tanzi, lasciando da parte, per una volta, le sue tendenze iper-garantiste.

Chiuso con Parmalat, Cruciani è poi passato ad occuparsi di politica, commentando alcune dichiarazioni del vice-presidente del Senato, la leghista Rosi Mauro. Successivamente, il conduttore della Zanzara si è dedicato all'emendamento (al DDL sulla sicurezza), proposto ieri dalla Lega, in base al quale si vorrebbe introdurre il permesso di soggiorno a punti.

Cominciamo con Rosi Mauro. Voglio dilettarmi, come spesso faccio, nel riportare le parole testuali trasmesse in audio alla Zanzara: Non si è più sicuri in casa propria, ed è la cosa peggiore per ogni cittadino. Non si è più sicuri neppure di giorno, nella propria abitazione. E’ scandaloso. Quando uno chiude la porta di casa sua, va a letto e non sa la mattina si risveglia, questa è la cosa più antidemocratica che possa avvenire.”

Questo”, ha commentato Cruciani “significa cavalcare la paura”, e io la penso allo stesso identico modo, al punto di sfidare chiunque a dimostrarmi il contrario.

Ma di cosa stiamo parlando? Dell'Italia o della Chicago anni ’20? O della Beirut anni ’80 o della Baghdad attuale? Questa è speculazione politica allo stato puro, uguale ed opposta a quella sul razzismo. Così come non siamo in un regime di apartheid, non siamo neppure un paese che vive nel terrore di uscire di casa o di non risvegliarci il giorno dopo. Tutto questo è follia.

Ma non basta. Le parole di Rosi Mauro accompagnavano la proposta leghista relativa al permesso di soggiorno a punti, che a mio avviso sfonda ogni barriera di assennatezza per entrare nella dimensione dell'insania più assoluta. “Solo per pensare ad una cosa del genere”, ha detto Cruciani strappandomi una risata, “bisogna avere qualche problema”.

Io non riesco neppure a trovare la parole per commentare un'idea così contorta. Serve una mente aliena per concepirla. Ma ve lo immaginate l'immane lavoro che occorre svolgere per determinare il punteggio da sottrarre in corrispondenza di ogni possibile infrazione amministrativa o penale? E poi chi terrà la "contabilità"?

Se proprio la Lega ci teneva a manifestare la propria xenofobia (non neghiamo l’evidenza, please) sarebbe stato meglio fare una proposta all'americana, del tipo "three strikes and you are out": tre infrazioni - di qualunque natura - e fuori dai coglioni. Sarebbe stato non solo meno dispendioso da un punto di vista organizzativo, ma anche intellettualmente più onesto.

4 commenti:

BASILISKOV ha detto...

Cruciani mi è molto simpatico, ma ho trovato pessimo il suo elogio della populistica requisitoria di Greco. Il signor PM si limiti ad esporre i capi della sua tesi accusatoria nei confronti di Tanzi, e non si impanchi in discussione da bar soprt sui furbetti di Wall Street, sul liberismo cattivo che ha affamato il mondo e altre baggianate che si leggono su tutti i giornali italioti e sui sentono sui media italioti. Il mecato non c'entra, c'entrano invece molto gli uomini, dai capi FED a Bush passando per il congresso e Clinton, la lista sarebbe molto lunga.
Vada il somaro della domenica Greco sui blog liberisti, tipo questo

http://the-mote-in-gods-eye.blogspot.com/

e questo


http://2909.splinder.com/

però è un laureato in legge alla Tremonti, dubito che capisca qualcosa. Demagono in toga nera, arrivista , tanto la Consob non te la danno, che credi ?

authan ha detto...

Ciao Basiliskov,
non vai per il sottile, tu, eh?

Ieri, mercoledì 8 ottobre, alle 20:10 circa è entrato in diretta un certo Massimo da Modena che in sostanza faceva le stesse tue considerazioni... Eri tu?

Ciao,
authan (autore del blog)

basiliskov ha detto...

Ciao authan, non ero io.Comunque l'ho sentito, è intervenuto poco dopo il mio post, hai visto mai che sia passato di qui ? In realtà è una cosa che salta all'occhio, anzi all'orecchio, a meno che non sia un tifoso delle toghe a prescindere, stile Travaglio o Tonino nostro.
Greco è stato davvero fastidioso, tenuto conto che di mestiere fa il PM e non l'opinionista della domenica. Così può (stra)parlare un prosecutor americano eletto ed investito dal popolo, non un magistrato-funzionario italiano. Si è fatto travolgere dal mood imperante in questi giorni, spero che la stessa cosa non valga anche per i giudici che sono ora chiamati ad emettere la sentenza. Tanzi mi fa orrore, ma spero che sia giudicato secondo diritto; se poi vogliamo parlare dei suoi amici, accanto a Consob e sistema creditizio, parliamo anche dei politici che ha foraggiato, come Alemanno, Casini, Buttiglione,De Mita ecc. Certi scandali nascono, crescono e prosperano all'ombra della politica, vale in Usa come in Italia. Anzi, soprattutto in Italia dove lo Stato è così pesante. Se poi galera deve essere ( sulla carta, perchè in realtà dietro le sbarre non ci dovrebbe finire, anche se la storia dei limiti d'età non mi è chiara: perchè il quasi ottantenne Contrada DEVE, o doveva fino a ieri stare in carcere, anche prescindendo dalle condizioni di salute ?),galera sia.

Altri link x Greco

http://lakesidecapital.wordpress.com/

http://maxneri.wordpress.com/

L'occasione fa l'uomo ladro, l'avidità è nella natura dell'uomo, ma se l'ex CEO di Lehman Fuld va messo in galera secondo l'FBI, allora Greenspan e poi Bernanke che hanno inondato il mondo di denaro a tassi reali negativi,il Congresso USA + Bush che hanno pompato Fannie Mae e Freddy Mac al grido di "una casa x tutti " ( vi ricorda qualcuno ?)dietro cospicui finanziamenti ( es. Hillary Clinton,Mr. Obama), Mr Paulson che andava a giocare a golf col suddetto Fuld,ebbene costoro vanno impiccati. E ci metto pure l'analfabetismo finanziario di gran parte degli americani, non dissimile dal nostro.
Invece lorsignori si proprongono come i salvatori della Patria.
Pantalone pays.

authan ha detto...

Ciao Basiliskov,
molto interessante quello che scrivi, ma rimango della mia idea, e cioe' che le parole di greco siano sacrosante, pur stupendomi anch'io per i fatto che siano state pronunciate in una requisitoria (credo ci sia della voglia protagonismo in gioco)

E mi stupisco ancora di piu' per il fatto che l'iper-garantista Cruciani le abbia elogiate in quel modo. (E sono felice di non essere l'unico a stupirmi)

Su Greenspan e Bush, credo che nei secoli verranno ricordati come due dei peggiori elementi del terzo millennio. Si rassegnino: a livello politico, i super-cattivi, in questa storia, sono loro.

Ciao,
authan (autore del blog)