venerdì 11 settembre 2009

Oltre il perdono

Quiz! Può rispondere solo chi NON ha ascoltato la Zanzara di ieri, giovedì 10 settembre. Chi ha pronunciato in trasmissione la seguente frase?

Fra i drammi della condizione italiana di questi anni c'è che la metà dei giornalisti italiani, e per orale e per iscritto, siano nel libro paga della famiglia Berlusconi.

Aiutino... E' stato uno dei tre ospiti illustri, e cioè: Clemente Mastella, Giampiero Mughini, Antonio Padellaro. A voi. (La soluzione è in fondo al post.)

***

Citazione da un articolo apparso oggi sull'Unità:

«Scusami se ti prendo tempo...». «No Silvio, molto interessante...». L'espressione incredula stampata sulla faccia e l'imbarazzo. Poi, ancora, il sorriso ironico del compatimento quando Berlusconi prende ad esempio “la zia Marina che si diceva bella da sola” per proclamarsi “un recordman, il miglior presidente del Consiglio italiano degli ultimi 150 anni”. Bastava osservarlo, ieri, Josè Luis Zapatero per comprendere l'effetto dello show improvvisato da Berlusconi alla fine del vertice Italia-Spagna. Non è cosa di tutti i giorni, infatti, un capo di governo costretto a rispondere su “giri di veline e di prostituzione”. […]

Avete presente quando siete in pubblico e una persona che è insieme a voi fa una gaffe pazzesca, e allora voi istintivamente fate un passo indietro, guardate da un'altra parte facendo finta di nulla, come per dire "io quello non lo conosco"? Ecco, questa è la sensazione che ho provato ieri nel sentire Berlusconi straparlare delle sue beghe personali durante la conferenza stampa post meeting Italia/Spagna, con a fianco a sé un imbarazzato Zapatero. E do atto a Cruciani, pur con la solita delicatezza che sempre riserva al presidente del consiglio, di aver anch'egli riconosciuto, alla Zanzara di ieri, l'inopportunità della circostanza scelta da Berlusconi per dare la sua versione dei fatti.

Berlusconi”, ha aggiunto Cruciani, “dovrebbe andare in Parlamento, spiegare quel che c’è da spiegare e chiedere la fiducia”. Questo è ciò che farebbe un uomo di stato, rispettoso delle istituzioni. Ma ovviamente non succederà, perché come ha giustamente suggerito, nel suo intervento di ieri in diretta, Antonio Padellaro, direttore del nuovo quotidiano di imminente uscita, "il Fatto", il premier non accetterebbe mai di sottoporsi al dibattito parlamentare che si aprirebbe sulle sue imprese amatorie, dibattito che sarebbe peraltro (parole testuali di Padellaro) “uno dei più strepitosi nella storia dei parlamenti mondiali”.

Comunque, giusto per la cronaca, di vecchie zie prodighe di consigli sono fornito pure io. E tra le perle di saggezza di mia zia Esther, ad esempio, c'è n'è una in particolare che oggi cade a fagiuolo: "chi si loda s'imbroda".

-----------------------------

Soluzione al quiz: Giampiero Mughini.

-----------------------------

Il titolo del post non ha nulla a che vedere con Berlusconi. Riguarda invece quel che successe esattamente otto anni fa...


911


"Certe cose sono oltre le parole. Oltre la comprensione. Oltre il perdono."
J.M. Straczynski, The Amazing Spider-Man #36 (2001)


41 commenti:

Anonimo ha detto...

Francamente non capisco neanch'io perchè Berlusconi non riferisca e non chieda la fiducia alle camere in merito alla fumosa vicenda delle donnine. Con la maggioranza bulgara che ha (e contando che Fini non vota :)), non avrebbe certo problemi.
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Antonio

Gianluca Buonanno, parlamentare della Lega Nord e sindaco di Varallo Sesia, in provincia di Vercelli, ha annunciato che nei prossimi giorni intitolerà al conduttore Mike Bongiorno una scuola dell'infazia ed elementare.


http://www.indicius.it/Politica/sindaco_pirla.htm

Anonimo ha detto...

Mughini??

mauriziomorabito ha detto...

Padellaro mi sembra piu' intelligente dei soliti

"Berlusconi e' riuscito nel rendere le sue affermazioni ormai ingiudicabili"

(il dibattito in parlamento) "sarebbe un autogoal" che gli "creerebbe ulteriori problemi"


Addirittura, al Fatto ha promesso che si muoveranno al di la' della farsa, e che probabilmente tutti questi casini non hanno portato indebolimento politico personale in Berlusconi (sul PDL non si pronuncia).

Se lo avessi detto io, chissa' come ti saresti agitato...

Infine, nessuna intervista alle centinaia di Berlusconi-girls. E poco voglia di "fare morale".

Io dico, Cruciani ha fatto un bell'advertisement al nuovo quotidiano dell'amico Telese, soprattutto per quelli che Travaglio proprio non riescono a digerirlo.

ps certe cose, come dice Padellaro, sono oltre il bene e il male

Anonimo ha detto...

@ Anonimo: Ottimo, mi sembra il minimo..
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Anonimo: non avevo letto il link della petizione contro il sindaco. Comunque sono d'accordo con la scuola intitolata a Mike, così come per i funerali di stato; per una volta sono daccordo anche con i politici di centrosinistra, che hanno appoggiato l'idea dei funerali di Stato per Mike (anche se, schizofrenicamente come sempre, Franceschini ha proposto nel contempo di abolire l'auditel, che ha fatto la fortuna di Bongiorno..)
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Antonio
mi fai cadere le palle!


Vabbè intanto guardate qui, voi tutti ammiratori del ministro in formato pocket!

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/brunetta-bluff/2109330&ref=hpsp

al miracolismo governativo occorre opporre la VERITA'!!

Anonimo ha detto...

«Emiliano non ha l'autorità né l'autorevolezza per chiedere le mie Dimissioni...». Ha il dente avvelenato Alberto Tedesco, ex assessore alla sanità della Regione Puglia indagato nell'inchiesta sulla sanità, dimessosi a febbraio e ora senatore.
Ovviamente non si dimette neanche lui, dopo D'Alema, Fassino, Bassolino, Iervolino e gli altri coinvolti negli scandali degli ultimi anni. Però questi personaggi invocano ogni giorno le dimissioni del Premier, per la serie "Rubiamo e dimettetevi".
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Anonimo: Eh, certo, la VERITA' è quella che dice l'Espresso e dirà il FATTO.. Ah, che bello avere soltanto certezze..
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Antonio
le veline anonime per far fuori i direttori non allineati non le pubblica l'Espresso....

Gabriele Porri ha detto...

a proposito di espresso, fu fantastico quando gli sgherri del nano mandarono una tizia che chiese soldi ai giornalisti in cambio di dichiarazioni. volevano incastrarli, ma purtroppo per loro i giornalisti dell'espresso non comprano le rivelazioni

Anonimo ha detto...

Hai ragione: l'Espresso tira fuori soltanto veline per far fuori il Presidente del Consiglio. Perché l'Espresso non rivela per una volta la gola profonda dei cosiddetti scoop?
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Gabriele: L'espresso da bere è solo Lavazza, la Noemi e le altre vi stanno solo prendendo in giro per diventare famose e sfilare a Venezia applaudite da entusiasti (e)lettori di sinistra. Sveglia!!! Non bevetevi tutto quello che dice l'Espresso..
Antonio

Anonimo ha detto...

@ Antonio

vatti a leggere i titoli di quel quotidiano buono per incartarci le caldarroste del giorno dopo il discorso di Draghi al Meeting di CL a Rimini dell'altra settimana!

Piu' mistificazione di cosi!!!!

Anonimo ha detto...

Giustizia: Woodstock trasferito da Potenza a Napoli
11 Settembre 2009 13:41 CRONACHE

POTENZA - Ultima giornata di lavoro oggi al tribunale di Potenza per il pm Henry John Woodcock, che da lunedi' prendera' servizio a Napoli dopo dieci anni trascorsi nel capoluogo lucano. Nel suo discorso di saluto il pm ha detto che "l'unica qualita' che mi riconosco e' l'impegno. Se ho fatto bene o male, lo lascio stabilire agli altri''. Nessun accenno alle inchieste che lo hanno portato sotto i riflettori, dall'arresto di Vittorio Emanuele di Savoia a quello di Fabrizio Corona. (RCD)

ahahahahahah!!!
CHE TITOLO!!!!!!!!

liongalahad ha detto...

padellaro troppo scontato, mastella non me lo vedo..dico mughini

giorgio

Vigneron ha detto...

Anch'io dico Mughini. Mastella parla solo di se stesso e se l'avesse detto Padellaro non avresti fatto il quiz.

Anonimo ha detto...

Marina Berlusconi: «Noi e le nostre
aziende meritiamo rispetto»


E invece gli italiani che non hanno votato Silvio (i milioni e milioni che quindi non vorrebbero essere come lui) cosa si meriterebbero?

Anonimo ha detto...

Che figura di merda ha fatto il premier ieri con Zapatero!
E l'ha tirato dentro suo malgrado mescolando tutta una serie di faccende completamente estranee al vertice, dimostrando tutta la sua inadeguatezza come rappresentante di un grande Paese moderno.
Possibile che non abbiate occhi per vedere e un po' di pensiero autonomo ed indipendente che vi permetta di giudicare in che mani siamo (finiti)???
Ma se fosse un vostro parente???
Come minimo lo fareste dichiarare incapace!
Piantatela di ridere ad ogni sua idiota battuta sulle ragazze, sui numeri ditelefono etc.

gianpaolo ha detto...

@Antonio
Indovinello chi è il toro e chi il terero???

La escort è diventata una star sulle tv svizzera e spagnola
E risponde a Berlusconi che ha parlato di "condanne fino a 18 anni"
La D'Addario incalza il premier
"Discutiamo in pubblico dei miei reati"
L'invito a un confronto pubblico "sia sulle nostre vicende sia sui rapporti uomo-donna"

di CARLO BONINI
http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-27/daddario-reati/daddario-reati.html

Potrebbe essere una buona alternativa al dibattito in parlamento. Imperdibile sarà poi l'udienza in cui il mafiopremier dovrà dimostrare la sua potenza sessuale davanti ai giudici.

Antonino il tuo Silvietto si sta scavando la fossa, ma purtroppo in quella fossa ci finiremo anche noi.

Anonimo ha detto...

Nel giorno della comica annuale dell'amolla, arriva il senatur a dire che a Silvio è la mafia che gli ha combinato il pasticcio delle escort!
Bevetevele tutte le stronzate del vostro capo, bestie padane!
Se a dirlo è proprio lui, che lo sanno tutti, quando gli è successo il colpetto ... ehm... stava a cavalcioni di una nota gnocca televisiva!
(Che fegato pero', come avrà fatto?
Disgusto massimo!!!)

Anonimo ha detto...

@ Gianpaolo: Come volevasi dimostrare, ad un confronto pubblico il centrosinistra chi manda? Patrizia D'Addario! Contenti voi, vi accontentate proprio di poco...Invece che PD, il prossimo nome del partito sarà PD'A, in nome del suo futuro segretario, la Patriziona D'Addario.. Evviva!! Che spasso, di questo passo dall'attuale 25%, il gradimento si ridurrà all'1%..La Storia insegna, ma bisogna studiarla!
Antonio

Andrea ha detto...

Maurizio ci dice che Padellaro è stato nell suo inetrvento + intelligente del solito.
Il che vuol dire che solitamente è uno stupido.
Che dire, se uno ha come esempi di fulgida intelligenza Gaspari & Gasparri...

Collettivo ha detto...

la d'addario ha chiesto un confronto al premier rappresentando solo se stessa. oh, certa gente non riesce nemmeno a pensare che ci sia gente che agisce per conto proprio senza che "qualcuno la mandi"

gianpaolo ha detto...

@Antonio
"La storia insegna"???
Mai abbastanza.

Di SuperStalloni italiani (e non stò parlando di Rocki) ne abbiamo già avuto uno al governo. Non so se nei tuoi libri hai studiato come è finita. Dubito, vista alta qualità del tuo pensiero presumo che il tuo libro-guida sia "Una storia italiana" con vita e MIRACOLI del nanunto del Signore.
P.s. non perder tempo e neuroni a ristondere con contrapposizioni da stadio. Io a differenza tua non ho nessun fortini da difendere.

Anonimo ha detto...

E' stata rimossa la targa (e al suo posto ancora nulla è stato messo) di Peppino Impastato, nella biblioteca di un paesino del Bergamasco, feudo dei razzoleghisti. Fatico a mettere a fuoco le motivazioni di un simile gesto se non legarlo alla più bieca opportunità politica e a una ignoranza e insensibilità infinita. Come si fa ancora a dubitare della inconsisteza culturale dei razzoleghisti e dell'incapacità di relazionarsi con tutto ciò che non è la propria bottega (gente assolutamente priva di neuroni e sinapsi).
Pasquino

Anonimo ha detto...

Ah, beata gioventù...per la quale il fascismo sono gli stivaloni e i baffetti, che si informa soltanto vedendo i documentari di Minoli sul suo mega LCD-LED superultrapiatto, sprofondata e annoiata sul suo divanone, scuotendo la testolina, fingendo empatia e nel contempo paventando un ritorno dell'uomo nero, rivoluzionari in pantofole e vestaglia, Stavrogin degli anni Duemila..
Antonio

Anonimo ha detto...

Da Repubblica:
PARIGI - La ripresa si rafforza e Francia e Italia sono nelle posizioni di testa. Lo afferma l'Ocse, che ha diffuso il "leading indicator" (superindice) relativo a luglio, che avanza di 1,5 punti.

L'organismo che raggruppa i 30 paesi più industrializzati osserva che ci sono "forti segnali di ripresa". L'indice avanza da 96,3 di giugno a 97,8 punti, mentre rispetto al luglio 2008 resta 1,9 punti sotto.

Tra i paesi che registrano la ripresa più forte c'è l'Italia, che avanza di 2,7 punti mensili e di 8 punti su base annuale. L'Ocse inoltre vede il nostro paese e la Francia come i paesi in pole position per una "possibile espansione" nei prossimi mesi. Il superindice del G7 avanza di 1,6 punti mensili da 95,9 a 97,5.

Nell'Eurozona sale di 1,9 punti mensili, mentre in Giappone cresce di 1,4 punti a quota 93,5 e negli Usa di 1,6 punti a quota 96. In evidenza anche Cina, India e Russia, mentre il Brasile appare più statico e l'indice cresce solo di 0,2 punti a 97.4.
Scalfari e Giannini richiudono e rimettono lo spumante in frigorifero.
Antonio

Anonimo ha detto...

Antonio !!!!
Ci mancava solo il revisionismo storico sul fascismo e le tue perle di saggezza con annesse provocazione sull'acerba visione del mondo di chi non la vede come te. In fondo le leggi razziali, l'omicidio Matteotti e i lutti della seconda guerra mondiale sono quisquiglie. Come sono quisquiglie l'olio di ricino le ronde squadriste etc.. etc.. Come disse un noto comico che ormai vive tra gli uccellini di Pasoliniana memoria: "ma mi faccia il piacere !!!"
Pasquino

francesca ha detto...

Verso le 19 mi sono sintonizzata su Telepadania, c'era un onorevole con fazzolettino e cravatta verde d'ordinanza che leggeva delle notize in un dialetto simile al bergamasco (diverso dal milanese, comasco, brasciano, pavese....).
I sottotitoli in italiano pero' ancora li han lasciati, forse per gli adolescenti e i giovani che il dialetto non lo masticano bene!

La notiziona clou con tanto di servizio fotografico, vale a dire l'inquadratura del Pirellone, sede del Consiglio Regionale, riguardava un'istanza che sarà promossa dal capogruppo lumbard per far adotarre come vessillo regionale la bandiera con la croce di S. Giorgio, quello stendardo bianco con la croce in rosso che evoca sempre nei nostalgici leghisti la battaglia di Legnano, il Barbarossa etc.

Un problema, quello della bandiera con la croce di S. Giorgio, che toglie il sonno ai padani onesti e la Lega che ha radici nel territorio porrà rimedio.


Poi ho girato su RAITRE, TG edizione regionale; da Milano il convegno dei 74 centri diocesani della Caritas, la quale gestisce il fondo arcivescovile di aiuto che il cardinale Tettamanzi creo' lo scorso Natale con un milione di euro. Oggi dei 5 milioni raccolti ben 4 e mezzo sono stati gia distribuiti per alleviare le situazioni peggiori: famiglie con entrambi i genitori in cassa integrazione e figli in età scolare ad esmpio.
Famiglie italiane si intende che vanno ad ingrossare oggi, ma già da molti mesi, le fila della povertà tradizionalmente formata da extracomunitari.


E allora mi è sorta immediatamente una domanda.
Mi son chiesta se il S. Giorgio che interessa alla Lega per la croce e la bandiera sia lo stesso che uccise il drago.... mah.... saperlo!

buona Padania a tutti!

Francesca

Francesca ha detto...

Hanno ristrasmesso in TV per l'ennesima volta le immagini della cerimonia funebre di questa mattina in Duomo.....
Pero' a pensarci bene,le parole del prete di commemorazione di Mike non sono banali.... secondo lui l'anziano presentatore non era piu' contento della televisione di oggi cosi involgarita....senza piu' la sua primitiva funzione di educare....

Pero' mentre il prete parlava ... ho visto Silvio che ascoltava con attenzione e ad un certo punto si è girato.... con gli occhi cercava qualcuno tra la folla dei volti celebri presenti... poi si è rigirato sconsolato e ha detto tra sè e sè "No, Murdoch non c'è.... vuoi vedere che sta parlando di Mediaset, cribbio?!?!?"


mah.... non so se sia proprio vero.... anche quel suo essere testimonial "fintamente candido" con Fiorello non mi sembrava il massimo della raffinatezza....


ciao mister Allegria, chissà se quando moriranno pezzi da 90 come la Levi Montalcini o la Hack avranno l'onore dei funerali di stato in Duomo...

Cattivissima ha detto...

Cruciani è patetico nel suo relativismo a tutti i costi e nella sua difesa a oltranza del Premier. Qualsiasi argomento si tocchi, sa solo rispondere "Massì, vabbé.... che c'entra....". E' stucchevole da quanto è prevedibile. Quello che all'inizio sembrava un atteggiamento trasgressivo, ora sta scadendo nella più assoluta banalità e qualunquismo.

Credo che sia completamente inutile dialogare con un "giornalista" del genere (scrivo "giornalista" tra virgolette, perché ritengo non meriti tale appellativo). Infatti ho chiamato un paio di volte ma non credo che lo rifarò.

Quanto a Berlusconi è davvero - e intendo DAVVERO - imbarazzante. Di sicuro ha qualche problema psichiatrico; credo che nella sua coalizione se ne stiano accorgendo e spero che stiano correndo ai ripari.

Fini sarebbe un degno sostituto (e detto da una di sinistra è tutto dire). Finalmente avremmo un leader a livello europeo, e, soprattutto, una persona SERIA come Presidente del Consiglio.

Berlusconi è davvero al crepuscolo, come uomo e come politico.

Anonimo ha detto...

Mi sa che tua zia Esther di secondo nome fa Ottavia Piccolo (venerdì mattina su rainews24)

Anonimo ha detto...

Rinviata la prima puntata di BALLARO' che doveva andare in onda martedi 15 su RAITRE con il solito Floris.

Motivo?
La diretta di VESPA da l'AQUILA per la consegna delle prime case agli ex-attendati.

Ma quell'ora e con il buio gliele consegnano le case??
Ah forse perchè di notte lo sbarluccichìo degli elettrodomestici nuovi di pacca sarà piu' forte?????

Ci saranno plotoni di giornalisti embedded e vedremo ore ed ore di trasmissione su tutte le reti RAISET!

l'UTILIZZATORE FINALE si gioca tutto qui, mi tappo già le orecchie per non sentire quanti sproloqui contro i sinistrosi e vanterie per il suo governo del fare!

Cattivissima ha detto...

@Anonimo: Ma scusa, chi ha messo in piedi il ridicolo teatrino del "Contratto con gli italiani"? Chi ha preparato la ridicola puntata su Noemi, con domande preconfezionate e risposte ridicole? Chi se non Vespa?

Vespa dovrebbe essere radiato dall'Ordine dei Giornalisti.

vadim ha detto...

Peccato che Authan abbia deciso di passare sopra alla puntata di venerdì. Alla fine della puntata c’è stato il solito microfono aperto (detto anche “interview all’italiana”) con il sindaco leghista di Ponteranica. IL paese che ha tolto la targa a Peppino Impastato. Il sindaco dice che un anno fa non era d’accordo di intitolare la biblioteca a uno “non-locale” e il leghista non cambia idea e poi lui non ha niente di personale contro Impastato: è semplicemente un “non-locale”. Oculatamente Cruciani non chiede al sindaco che è Impastato, ma lo descrive lui come un morto con una carica di tritolo posta da mafia sotto il corpo adagiato sui binari. Cruciani invita sindaco di non-rifare le delibere precedenti, ma di intitolare qualcos’altro alla personalità “locale” (non va bene sempre rifare le delibere precedenti e poi tutta sta rottura di palle di proteste) Poi il “racconto” scivola nella reciproca cordialità: tutti è due sono d’accordo che sicuramente sono degli imbecilli quelli che credono che la decisione della rimozione sia la scelta ideologica. Cruciani beve tranquillamente la motivazione “abbiamo sempre voluto” della decisione di appena mezz’ora prima di istituire il concorso intitolato a Impastato nella scuola. Decide di non replicare quando il sindaco propina idea che in democrazia va bene protestare tanto chi se ne frega delle proteste di sinistra. Rincuora il sindaco che lo scandalo è la pubblicità gratuità. E il sindaco ci saluta tranquillizzato.

Se la targa fossi intitolata ad Allesandro Magno sarebbe stato lo stesso discorso.
Il sindaco con il “non-locale” e Cruciani con “che palle queste proteste di razzismo”.

Il problema è che a nessuno dei due importa Impostato. OK il leghista è accecato dal potere di dire alle persone come pensare, ma Cruciani?? Colui che si accende sempre in difesa dei giornalisti?

Credo che il problema stia proprio nella definizione data da Cruciani: Impastato è un morto nell’attentato mafioso. Io la vedo diversamente: Impastato era chi diceva la scomoda verità, denunciava i politici e mafiosi ed e’ per questo e’ stato ucciso. Certo con una scuola da “Libero foglio”:”devi stare zitto, se no…” e difficile sentirsi come un collega di Impastato. Come un giornalista, non un microfonista di radio24.

authan ha detto...

vadim,
non sono "passato sopra la puntata di venerdì". Il sabato e la domenica "stacco", sto in famiglia, i miei bimbi mi assorbono totalmente, e poi c'è il calcio... Insomma, salvo rare circostanze, niente blog nei weekend (durante i quali peraltro le visite al sito si dimezzano).

Per quel che riguarda il sindaco di Ponteranica, Cruciani glielo ha detto sia all'inizio, sia a metà dell'intervista, e sia alla fine, che non condivideva l'operazione di rimozione della targa a Impastato. Non è che ci si poteva aspettare molto di più, mica poteva mandarlo affanculo...

Ciò detto, sulla scelta di quel sindaco il tuo sdegno è anche il mio, al 100%.

Ciao,
authan

Anonimo ha detto...

l'evento per me piu' bello del we il coro dei tifosi livornesi che allo stadio hanno cantato BELLA CIAO a pugno chiuso.

La faccia di Galliani che non vince manco contro i comunistacci una soddisfazione senza prezzo!

mauriziomorabito ha detto...

@Andrea: ma non puoi leggere prima di rispondere? Oppure cambia occhiali.

Ho detto che Padellaro e' stato piu' intelligente DEI SOLITI. Non DEL SOLITO.

E non ho mai usato Gasparri come simbolo di intelligenza.

andrea ha detto...

Maurizio,
hai ragione, sorry.
Effettivamente le mie abilità visivie non sono così elevate ....

vadim ha detto...

Ciao Authan.

Mi sono spiegato male. Da come ho percepito, sotto-sotto Cruciani se ne frega di Impastato, se ne frega della motivazione “non-locale” del sindaco (secondo me, decide di non coglierla), ed è in disaccordo semplicemente sul metodo. In stampatello: “Impastato non è il vostro eroe? E chi se ne frega di questo. Non cambiate le decisioni altrui. Potete anche sputare su questa targa basta che rimane.” A me frega. Mi da fastidio che il sindaco ha lasciato il microfono tranquillizzato, anche perche' il no di Cruciani si percepiva come una questione di dettaglio. Mica dobbiamo diventare nemici per un dettaglio. Per me le questioni da porre potevano essere le seguenti: chi sono gli eroi della Lega a Potreramica? Impastato è un eroe italiano? è uno di noi? è uno di loro? il sindaco farebbe lo stesso (vale anche per Cruciani e intendo non morire, ma rischiare la vita giorno per giorno dicendo la verità)? la mafia è un problema comune? il perché di cosi tardiva decisione del concorso a scuola? E poi, cosa c’è di comune tra la mafia e la politica, tra il nord e il sud, tra l’attività di Impastato e la vita della personalità “locale”, tra la destra e la sinistra nel comune di 7000 abitanti secondo il sindaco?

Volevo sapere da dove arrivano le ragioni del sindaco. Volevo un ‘intervista.

Quindi prima di arrivare a vaffanculo c’era tutta la strada da fare anche per dirlo nel modo mirato, non basandosi sulle inclinazioni generali del voto. Per evitare di fare come Cruciani e il sindaco dando dell’imbecille a chi percepisce la decisione del sindaco come la decisione ideologica. Cosi d’emblée.