mercoledì 1 luglio 2009

Morti ancora caldi

Più che della tragedia di Viareggio in sé, alla Zanzara di ieri si è trattato il tema della contestazione di cui Berlusconi è stato fatto oggetto durante la sua visita alla zona disastrata della città toscana. Giuseppe Cruciani è rimasto colpito da un post pubblicato dal blogger Diego Destro (che poi ha anche parlato in trasmissione) nel suo "Daw-Blog". Un post molto duro verso coloro che hanno urlato di tutto al premier, definiti “persone indegne di stare al mondo”, “poveracci”, “disturbati”, “umanamente non sostenibili”, “esseri inqualificabili che sfruttano questa tragedia per andare a contestare l'ossessione di una vita”.

Al di là delle espressioni un po' forti, Cruciani ha detto di sottoscrivere “al 100%” lo spirito del messaggio di Destro. Vorrei dire come la penso su questo tema.

In generale a me le proteste di piazza, le gazzarre, gli insulti "Buffone! Buffone!" non piacciono, indipendentemente da chi sia il destinatario della contestazione. Ne faccio prima di tutto una questione di educazione, di buona creanza. Quindi mi aggiungo tra coloro che hanno disapprovato quanto successo ieri. Inoltre, faccio presente che personalmente non ho nulla di ridire sulla decisione di Berlusconi di recarsi sul luogo in tempi brevi. Era suo dovere istituzionale.

(Anche se, per quanto poco importante, certe pavoneggianti parole, da parte del cavaliere, tipo “Vado là e prendo in mano io la situazione” io avrei preferito non sentirle. La tragedia di Viareggio non è come la spazzatura di Napoli. L'approccio alla "Veni vidi vici" in questo caso non si può applicare.)

Anche se Cruciani ha cercato di accentuare la premessa in base alla quale lo sdegno per la contestazione di ieri sarebbe stato uguale anche se il premier fosse stato di un altro colore politico, in realtà Destro, nel suo post, con quell'accenno a “l'ossessione di una vita”, dà per scontato che la gazzarra fosse stata animata unicamente dal solito anti-berlusconismo. Secondo me non è così.

In ogni tragedia succede che le persone coinvolte, anche indirettamente, sentano l'esigenza di sfogarsi, a caldo, contro il primo rappresentante istituzionale che osa farsi vedere in zona a poche ore dai fatti. Se il premier non fosse stato Berlusconi, ma Prodi o Veltroni o Antonio La Trippa non ci sarebbe stata nessuna gazzarra? Secondo me dare ciò per scontato è impossibile. Circoscrivere la contestazione di ieri al ritrito concetto di anti-berlusconismo è riduttivo e anche un pochino (ino ino) faziosetto.

Poi c'è la faccenda dei morti “ancora caldi” citati da Destro. In pratica, il problema non è tanto la contestazione in sé, ma il fatto che sia avvenuta a poche ore dalla tragedia. Questo per Cruciani è addirittura “il punto”. Se ne deduce che se Berlusconi avesse preferito aspettare un paio di giorni (con i corpi non più "caldi") prima di recarsi a Viareggio e fosse stato ugualmente contestato con la medesima intensità (cosa peraltro improbabile), non ci sarebbe stato nulla da ridire. Mah, mi sembra una fesseria.

E più ci penso più non riesco a mandarlo giù quel riferimento ai morti “ancora caldi”. Mi ha irritato, perché si tratta di un modo inopportuno e inelegante di riferirsi a delle vittime. Un'espressione cruda e infelice che, alla fine, magari senza volere, nasconde una piccola, piccolissima (issi-missi-missima) strumentalizzazione. Non si combatte la mancanza di rispetto con la mancanza di rispetto, e non si combatte la strumentalizzazione con la strumentalizzazione.

14 commenti:

Davidin ha detto...

Io sono abituato addascoltare chi ne sa più di me! e sinceramente dovremmo riflettere sulle parole del volonatrio della protezione civile. Chi ha vissuto certe esperienze, chi parla con cognizione di causa, ha sicuramente maggiore autorevolezza di NOI tutti che siamo quì dietro dei pc ad annerire pixel o dietro un microfono.
Oppure il fatto che quel volontario che ha detto: le istituzioni quando si presentano nei luoghi del misfatto creano disagio e problemi a chi è li a lavorare è stato solo detto perchè anche lui è un antiberlusconi? anzi un grillino anti-casta?

E poi non capisco perchè Mister B. si metta a parlare di questioni tecniche, dopo un'oretta di full immersion con il Prof. Bertolaso, che gli ha spiegato tutto quello che avrebbe dovuto ripetere davanti ai giornalisti e alla gente di Viareggio?.
Doveva parlare solo BERTOLASO e B. avrebbe, se era proprio necessario metterci bocca, parlare di azioni politiche di sostegno a quelle famiglie.
Berlusconi è stato un merlo indiano e questo non credo porti valore aggiunto... a meno che non abbia fatto qualcosa di concreto di cui non sono a conoscenza.

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

eccellente post da parte di Authan.

Ieri, quando Cruciani ha condiviso "al 100%" il post di questo blog (un pchino ino ino filo berlusconiano), mi ha veramente dato fastidio.

L'ho già scritto e lo ripeto: cosa aspettiamo a scendere in strada e a scannarci una volta per tutte, visto che siamo un paese così "spaccato in due" che gli avversari politici sono "indegni di stare al mondo" e "umanamente insostenibili"?

Quando scrivo su questo blog, cerco sempre di pesare le parole, quando parlo di persone che la pensano diversamente da me.

Faccio molta fatica a non uscirmene con frasi del tipo "le persone che pensano la cosa x non meritano sicuramente di votare, e forse neanche di vivere".

Sono pensieri violenti, che non posso evitare di avere, in relazione a molte categorie di persone, tuttavia non trovo né utile né intelligente lasciarsi andare a tali prese di posizione pesanti, tanto più dietro un monitor.

Nel merito della questione

a) è ovvio che B può andare sul luogo di una strage, in quanto presidente del consiglio.

b) I toni trionfalistici alla ghe pensi mi sono un po' fuori luogo, in quanto fanno percepire una lieve strumentalizzazione dell'accaduto in un'ottica di autopromozione

c) C'è libertà di contestare una personalità pubblica, finché si tratta di qualche "Buffone" o "Vergogna", anche se l'occasione è stata in effetti non la migliore.

Trovo ipocrita ipocrita ipocrita e fuori luogo il riferimento ai morti ancora caldi, (anche per le modalità della strage). Trovo altrettanto ipocrita sostenere che se non fosse stato B, la contestazione ci sarebbe stata lo stesso.

Trovo schifoso che Cruciani condivida al 100% quel post.

Saluti

Anonimo ha detto...

neanche il cane muove la coda per prender caldo!
chissà come mai.....?? Mister B si è precipitato in Abruzzo dopo che il suo candidato Chiodi ha espugnato la poltrona di governatore regionale dal partito avversario.

A Viareggio....? Uguale!
Alle comunali del 2008 si è affermata una superlista guidata dal PDL!

Questa si chiama riconoscenza!!

Domanda:

E se (Dio non lo voglia!!) una sciagura colpisse... che ne so?
Vicchio in Mugello..... o Ponte a Poppi in Casentino..... che farebbe l'amato premier?

Io dico che al massimo ci manda La Russa a vedere!

Cruciani ci sta propinando personaggi sempre piu' insopportabilmente eccessivi!

Alla faccia della faziosità di quelli a sinistra!!

Eppoi non ci dimentichiamo la mancanza di educazione verbale dello stesso premier nei riguardi degli avversari politici.....sempre sempre sempre!!
Ma quante volte lo dobbiamo dire!?!?!?!

Anonimo ha detto...

Sai quale è il problema, Authan? Il problema è che a Berlusconi non è parso vero che ci fosse un'emergenza nazionale che potesse occupare un po' di pagine di giornali scacciando via le notizie imbarazzanti sulle indegnità che costellano la sua gaudente vita privata. E si è gettato a capofitto nella faccenda per consegnare ai più sprovveduti un'immagine diversa da quella di vecchio signore che telefona alle minorenni tipo Noemi e che passa le serate insieme a prostitute e arrivisti papponi, saltando impegni istituzionali come la cena degli ambasciatori la notte dell'elezione di Obama per una scopata in più. La gente ha capito questo. Chi era a Viareggio l'ha capito. Del resto Berlusconi non ha fatto nulla per nasconderlo, con quel "Vado lì e prendo in mano la situazione". Si è meritato un sonoro BUFFONE anche solo per quella frase infelice e furbesca, da manipolatore avvoltoio pronto a sfruttare pro domo suo ogni evento, anche il più tragico.

Anonimo ha detto...

Non capisco come possa passare l'idea che "Berlusconi a Viareggio = Stato presente". Mi sembra un modo di vedere abbastanza antiquato, tipo campagna del grano tanto per intenderci. Lo Stato c'è se i soccorsi sono celeri (e lo sono stati), se Bertolaso arriva e prende in mano la situazione operando al meglio (e anche questo mi pare sia successo), ecc. ecc.
Quindi nessuno scandalo se Berlusconi non fosse andato, o se fosse andato oggi. Berlusca in quel contesto di macerie e sangue non aggiunge nulla, anzi a sentire l'esperto di protezione civile forse qualcosa toglie. Berlusconi deve dimostrare la vicinanza dello Stato ai viareggini una volta tornato a Palazzo Chigi.
Cmq alla fine mi son sembrate anche stavolta sterili polemiche.
Sul linguaggio usato nel blog, non lo ritengo irrispettoso verso i morti. Dopotutto un blog non è nè un giornale, nè un tg: un po' più di libertà lessicale bisogna concederla. L'importante sono i concetti.

Rudy Basilico Turturro

Anonimo ha detto...

Dunque, 3 velocissimi pensieri:

1) questo non lo esprimo perchè quoto quello di anonimo al 100% (cruciani capito?100%!)
2) trovo assolutamente NORMALE che in un qualsiasi contesto in cui sono presenti i governanti, coloro che non li sostengono li contestino a gran voce mandandoli ANCHE a quel paese. (non esiste ancora un paese dove il governo è sostenuto dal 100% dell'elettorato)
3) Faccio presente che ieri mattina SB era a Napoli al Teatro San Carlo a fare il piacione con un'avvenenente ballerina con tanto di sorrisi e siparietti.
E la TRAGEDIA riasaliva alla sera prima.. forse non l'avevano avvisato?
E se aveva tanta fretta, perchè disertare l'appuntamento al teatro/ino?
Non l'avrebbero mica giudicato male!

Poveri noi.

Grace

Anonimo ha detto...

4° pensiero: ma cruciani non è capace di inventare qualcosa di interessante?
deve sempre scopiazzare e rubare da altri??
fossi in blob gli farei causa!
basta cò sto fede, non se ne può più. piace solo a lui e al suo fonico.

Grace

F®Ømß°£ ha detto...

Sono d'accordo con Grace (al centopercent'...) anche su fede.

In più non avevo percepito che la tragedia fosse avvenuta la notte prima. Per cui gridare "Vergogna" forse non è stato neanche fuori luogo. Ma forse neanche io merito di stare al mondo...

Tommaso

Anonimo ha detto...

X grace: non è in discussione il fatto che non si possa contestare il premier. Non siamo mica l'Iran. Il punto è se fosse il momento e il luogo adatto per attaccare Berlusconi con ancora i "morti caldi". Qualcuno direbbe: ogni occasione è buona. Io invece ho qualche dubbio. Ok la contestazione dei precari a Napoli, ma su quella a Viareggio forse (e dico forse) si poteva soprassedere.

Rudy Basilico Turturro

Anonimo ha detto...

Il fatto è che Berlusconi si sta accorgendo che gli italiani non sono cretini come li immaginava, e la loro pazienza è finita. Ovunque andrà ci saranno fischi, di qui alla fine della legislatura, e questi sono ampiamente giustificati dalla sua pessima condotta politica e morale di questi anni, che Cruciani o no lo voglia, questo è un fatto. Nel 2006 arrivò a fine legislatura indietro di 20 punti secondo tutti i sondaggi, e se non ci fossero stati brogli guidati da Pisanu i risultati sarebbero stati quelli che sono, ovvero il centrosinistra di Prodi avrebbe avuto una larghissima maggioranza.

Anonimo ha detto...

http://www.corriere.it/economia/09_luglio_02/deficit_istat_conti_pubblici_ff69b112-66e1-11de-9708-00144f02aabc.shtml


intanto che papi si trastulla con Apicella, che le bestie leghiste brindando alle ronde e ai medici-spia ...... il deficit spesa/Pil galoppa!!!

E che spasso i commenti dei lettori (tutti vecchi comunisti, naturalmente!!) sul giornale di di Flebuccio DB!!

Luca ha detto...

Cruciani è molto intelligente e quindi la incredibile faziosità è subdola e meschina. E' davvero pericoloso, molto più di emilio e di bruno.

Sono Sublime ma non subliminale ha detto...

il cruciani continua a sostenere di esser sopra qualsiasi parte politica....va beh anche aldo forbice.
bene prima scopro che ha collaborato solo con giornali di destra e poi vado a vedere sto daw blog: ragazzi ma lo avete letto? è l'apoteosi della stronzata, gente inutile...se sono questi i nuovi finiani scappiamo dall'italia prima che sia troppo tardi.

Collettivo ha detto...

desrto/daw è una majorette di berlusconi e a parti invertite avrebbe di certo appoggiato le contestazioni all'eventuale premier di centrosinistra