lunedì 11 maggio 2009

Ultime dal pianeta Terra

Mettiamo in chiaro una cosa. Un conto sono i cosiddetti "respingimenti", azioni tanto dolorose, almeno per chi non ha un cuore di pietra, quanto giuridicamente legittime e, sotto molti punti di vista, più che giustificabili, sebbene il cinico menefreghismo di molti (ahimé pure quello di Cruciani, a constatare da ciò che ho ascoltato alla Zanzara di venerdì) verso la sorte dei disperati sui barconi, in balia delle corrotte e violente autorità libiche, è disturbante.

Un altro conto, invece, è esprimere la propria contrarietà all'idea dell'Italia quale paese multietnico. Il riferimento, ovviamente, è alle dichiarazioni rilasciate sabato 9 maggio dal nostro presidente del consiglio, Berlusconi, il quale, nell'ambito di una conferenza stampa in cui commentava con favore la novità dei barconi rispediti indietro, ha detto testualmente: «L'idea della sinistra è quella di un'Italia multietnica. La nostra idea non è così.»

Io sarò duro di comprendonio, ma non riesco a vedere il nesso tra una politica più severa in termini di lotta all'immigrazione clandestina (sacrosanta, almeno finché non sfocia nella discriminazione e nella negazione di diritti fondamentali: istruzione, salute, etc.) e il concetto di multietnicità. Qualcuno può spiegarmi? C'è magari qualche fissato su argomenti quali l'identità nazionale e l'italianità che può aiutarmi a capire? Toc, toc, Cruciani, una parola chiara su questo tema me la posso aspettare stasera? E' d'accordo con Berlusconi sì o no? Se sulle "leggi razziali" di Franceschini abbiamo sentito di tutto e di più, su quest'altra fesseria, infinitamente più grave, si soprassederà allegramente?

Solo una cosa. Per favore, non cominciamo ora con le menate sulla "decontestualizzazione" e sulla "estrapolazione di poche parole da un discorso più ampio". Il concetto è chiaro. Poi magari oggi, tanto per cambiare, il cavaliere smentirà se stesso, ma per fortuna ci sono le registrazioni: Berlusconi non vuole un'Italia multietnica, questo è il principio che è stato chiaramente formulato, non importa se per motivi elettorali o meno.

Per quel che mi riguarda, io ho solo una semplice, stupidissima domanda: su quale pianeta vive il nostro premier?

In quello in cui vivo io, il pianeta Terra, esistono fior di nazioni (USA, Francia, Inghilterra) in cui, per varie ragioni storiche, la popolazione è da decenni, se non da secoli, una mescolanza di diverse etnie. Piaccia o non piaccia, è una realtà consolidata, e, piaccia o non piaccia, tale scenario, visti i tassi di fertilità delle donne italiane che rendono fondamentali dei flussi in entrata (regolamentati, s'intende), inevitabilmente si concretizzerà anche in Italia, sebbene questa sorta di osmosi sia un'evoluzione che procede con grande lentezza e gradualità.

E' destino che sia così. Non è qualcosa su cui si possa questionare, o dubitare. Non è un tema su cui ci si possa dichiarare favorevoli o meno. E' un fatto che va semplicemente accettato in quanto ineluttabile, come la morte e le tasse. Il treno della storia avanza in una direzione sola, e mai e poi mai gli si potrà far fare marcia indietro.

---------------------------------

Spesso non riesco a selezionare alcun contributo multimediale decente con cui accompagnare il post. Oggi, invece, mi sono venute in mente ben tre-dico-tre idee, senza neanche averci dovuto pensare troppo.

1) Mau Mau, con una delle loro canzoni capolavoro, "Ellis Island". Ellis Island è il nome dell'isolotto sul fiume Hudson che fino ad una sessantina di anni fungeva da frontiera d'ingresso degli immigranti che giungevano via nave negli Stati Uniti.

2) Rolling Stones, "Out of time". Se non su un altro pianeta, Berlusconi quantomeno vive fuori dal tempo.

3) Soul Asylum, "Runaway Train", a proposito del treno che “never comes back”.

Buon ascolto :-)



Mau Mau, "Ellis Island" (1996)




Rolling Stones, "Out of time" (1966)




Soul Asylum, "Runaway train" (1993)

27 commenti:

mauriziomorabito ha detto...

Dubito che il movente siano davvero gli immigrati clandestini o meno. L'uscita di Berlusconi e' molto piu' comprensibile come l'ennesimo passo nel suo accerchiamento della Lega, in vista di fagocitazione futura specie se Umbertino ahime' non ci fosse piu'.

Insomma se vuoi arrivare al 75% dei voti devi corteggiare anche coloro che hanno paura dell'immigrato...

authan ha detto...

Ciao maurizio,
piacere di risentirti da queste parti.

L'uscita di berlusconi sara' anche conseguenza di strategie di stampo elettorale, ma rimane una fesseria, infinitamente piu' grande e infinitamente piu' pericolosa, da un punto di vista del messaggio, rispetto a quella delle "leggi razziali" di Franceschini.

Mi aspetto una reazione adeguata alla Zanzara di stasera. Ma ovviamente non sara' cosi'.

A presto,
Authan

Anonimo ha detto...

E' semplicemente disgustoso.
Evidentemente SB riesce a tollerare la multietnicità solo se il contesto è quello di uno stadio e le gambe degli stranieri sanno tirare in porta.....
Chissà che ne pensa uno come Seedorf del suo e nostro Presidente?

Lo stesso SB ha fatto molto in fretta a bollare come semplice battuta l'infelice sortita di Salvini, con il chiaro intento di non intaccare con una provocazione inutile, il "bel" successo di Maroni e dei suoi primi respingimenti che fanno impazzire di gioia il popolo leghista dalle Alpi all'Etna.

Ma su Salvini c'è da dire che almeno Cruciani si è distinto, a mio parere nella scorsa puntata, per l'impegno e la forza con cui ha respinto le osservazioni dei vari "tranvieri" o conducenti di mezzi pubblici, ribadendo che se esiste, come esiste, un problema di molestatori, borseggiatori, portoghesi ecc. sulle linee della circolazione (le mitiche "90 e 91" piu' e piu' volte citate) giacchè l'ordine pubblico fa capo al Comune di Milano è lo stesso ente che deve provvedere, intesificando i controlli, aumentando le presenze di personale di vigilanza nelle vetture, etc., e poichè la Lega e i suoi alleati vi governano da oltre un decennio...."di cosa stiamo parlando??"

PS ma l'hanno già cacciato da Tetris il "nostro"???
Comunque Sgarbi venerdi era da ammazzare di botte quando sosteneva che Guzzanti avesse lasciato SB per difendere la figlia!
Sabina si difende da sè e io credo fermamente che il disgusto di Guzzanti fosse autenticamente per la disinvoltura del rapporto con Putin, oltre che per la "mignottocrazia" che alberga al governo!

Paolo il Valdese ha detto...

Buongiorno,
devo confessare ad Authan che il post di oggi mi ha spiazzato.
Perchè quanto lui nota non mi colpisce, in quanto è perfettamente coerente con la storia del centro destra, per il quale l'incapacità di gestire situazioni complesse viene sistemeticamente addebitata ad "emergenze" la cui responsabilità è ricondotta al diverso di turno (poichè sono bipartisan ci tengo a notare che il centro sinistra normalmente si limita a negare il problema, salvo chiederne una soluzione europea).

Cruciani ha il mantra dei giorni pari "Non si tratta di fascismo" e quello dei giorni dispari "Non si tratta di razzismo" che applica alla notizia del giorno: il problema è che in un anno ci sono 182 giorni pari ed altretanti dispari, e quindi sono ben 182 all'anno i "singoli eventi" per i quali è necessario fugare a sproposito il dubbio che si tratti di razzismo (dalle impronte digitali per i soli rom ai ciapa camel di Prosperini, dai presidenti abbronzati ai vagoni per i soli residenti, dai medici/presidi spia ai divieti per le Kebaberie, dai divieti alle moschee ai linciaggi dei ladri di biscotti, dai cori allo stadio alle uscite di Gentilini, dai sagrestani colla svastica ai Borghezio intercettati fuori onda...): se tre indizi fanno una prova, questa purtroppo è la migliore e più ampia conferma che il razzismo viene da tempo tranquillamente fomentato.

A questo punto non è sostenibile, davanti alla pancia del paese e da chi cerca immediato consenso, un ideale di stato multietnico. E Berlusconi ovviamente non lo fa, anche se ammetterebbe che le giovani signorine mulatte (pardon abbronzate) appena maggiorenni gli piacciono un sacco.

Si tratta di una non notizia.

Saluti

Paolo il Valdese

authan ha detto...

Paolo,
salvo mia memoria fallace, in quindici anni di politica è la prima volta che Berlusconi si dichiara contrario ad un'Italia multietnica in modo così esplicito ed inequivocabile. Per me è una notizia. Decisamente.

Ciao,
Authan

mauriziomorabito ha detto...

> in quindici anni di politica è
> la prima volta

appunto, appunto...come sul caso Englaro, il Primo Ministro non parla per convinzione ideologica, ma in accordo alla strategia: quella di acchiapparsi quasi tutti i voti possibili. In vista del Quirinale, naturalmente...

Quella di Franceschini invece e' una fesseria fine a se stessa. E quindi piu' pericolosa, perche' neanche chi la dice ha idea di quali saranno le conseguenze

Anonimo ha detto...

Il Premier del Paese che si appresta ad ospitare i Grandi della Terra....ehm.... tra i quali ce n'è uno diversamente colorato....mah...

Devil84 ha detto...

E piantiamola con Franceschini!
E guardatevi addosso un poco, non vi fate schifo?
1000 VOLTE SI!
QUESTO E' UN PAESE CHE VIENE OGNI GIORNO DI PIU' ISTIGATO CONTRO I DIVERSI, CONTRO I PRINCIPI BASILARI DI UMANITA' FACENDO LEVA SUGLI EGOISMI E LA DIFESA DEL PROPRIO ORTICELLO, SENZA RICORDARE CHE NESSUNO HA MERITO O COLPA PER IL POSTO O LA CONDIZIONE IN CUI E' NATO.
SI TRATTA SEMPLICEMENTE DI UNA LOTTERIA BIOLOGICA, SI VINCE O SI PERDE!

Devil84

Andrea ha detto...

Il sig. Morabito dice::
"Insomma se vuoi arrivare al 75% dei voti devi corteggiare anche coloro che hanno paura dell'immigrato";
aggiunge inoltre che "il Primo Ministro non parla per convinzione ideologica, ma in accordo alla strategia: quella di acchiapparsi quasi tutti i voti possibili."
Bene, questo signore è un campione "molto rappresentativo" dei delegati alla convention fondativa del popolo delle libertà sottratte agli altri.

F®Ømß°£ ha detto...

"Berlusconi secondo me non si è neanche reso conto di aver detto che non vuole un Paese multietnico"

Grazie Cruciani

Paolo lo psichiatra ha detto...

@ tommaso:

:-) Chissà se Cruciani è orgoglioso del nuovo record: dopo l'ex Presidente incapace di intendere e volere (come tale ieri ha trattato Cossiga) abbiamo anche il Primo Ministro nella stessa situazione.

E ricordiamoci che sui barconi non ci sono soggetti che possano aspirare all'asilo politico. Se serve lo stabiliamo per decreto.

Saluti

Paolo lo psichiatra

authan ha detto...

x Andrea: il fatto che Morabito abbia partecipato al congresso PDL non gli toglie titolo per scrivere i commenti che vuole in questo blog, purche' lo faccia con l'educazione e la cortesia che cheido a lui come a tutti gli altri.

x Tommaso: la frase che citi ha infastidito anche me, ma bisogna anche dire che in precedenza Crux ha detto che l'uscita di Berlusconi sul no alla multietnicita' era "sbagliata in toto" e "senza senso". Prima ha datto il pugno, poi impaurito ha aggiunto la carezza.

x Paolo: se uno giudicasse dall'intervento di ieri (lunedì 11 maggio), Cossiga e' veramente da ricovero.

Ciao,
Authan

mauriziomorabito ha detto...

Grazie authan. Normalmente se un muro e' colorato rosa il fatto di dire che sia colorato rosa non dovrebbe assumere connotazioni ideologiche, ma ho imparato che appena si parla del sig. B. tante persone fanno ragionamenti diciamo un po' curiosi...

Cruciani me lo ascolto in podcast adesso...a dopo!

Anonimo ha detto...

caro sig. Morabito,
mister B. è notoriamente un gran bugiardo e poichè i suoi lacchè se ne stanno tutti zitti, qualcuno lo deve sempre ricordare.
Guardiamo il caso della provincia di Milano, pronto con il candidato che (sicuramente) strapperà a Penati l'amministrazione grazie alle fandonie raccontate ad arte dal piduista tanto amato dal popolo che se ne guarda bene pero' di dire come la provincia abbia messo a disposizione della SOGE una sede GRATIS, mentre il Comune di Milano per Palazzo Reale voglia qualcosa come 1150 milioni di affitto l'anno!
Dopo un anno sprecato in dispute sulle cariche, ora Stanca (e il suo doppio incarico) minaccia le dimissioni se non potrà lavorare (si fa per dire) per l'Expo in Milano centro.

Vergogna!
Dopo gli sperperi per le consulenze della Moratti, a questo siamo arrivati.
Abolire l'Expo2015 e destinare quei soldi all'Abruzzo.

Anonimo ha detto...

e le palle spaziali inventate da B. sul sig. Letizia e la sua fantomatica professione di autista di Craxi?
Un personaggio politico di rango elevato - secondo il premier - giacchè gli chiede consulto per le candidature in Campania.... ma chissà come.... nessuno conosce, tranne che per i suoi trascorsi molto poco onorevoli!

Allora chi è che attacca Mister B. solo per furore ideologico???

E com'è che quest'ometto che rappresenta una nullità nell'universo delle grandi menti, se ne va in Egitto a ballare in discoteca dopo aver rivendicato per il proprio Paese un principio di uni-etnicità?
Non gli facevano schifo quelli diversi dagli italiani?

Morabito, sei come Feltri e peggio di Fede!

F®Ømß°£ ha detto...

Mi permetto un commento:

la parola "signor" viene utilizzata da alcune persone quasi a guisa di insulto.

Facile è nelle trasmissioni sportive sentir dire "Il signor Tizio ha perso un'occasione per stare zitto". Oppure "Il signor Caio non merita di stare al mio stesso tavolo".

Da tali consessi di menti eccelse si è radicata nel linguaggio di alcune persone l'abitudine a utilizzare quella parola con un'accezione dispregiativa, quasi che chiamare qualcuno "signor x" sia un modo elegante per metterlo in cattiva luce senza insultarlo apertamente.

Inutile dire che ritengo che il linguaggio qualifichi la persona che ne fa uso.

Saluti

Tommaso

Anonimo ha detto...

"Esprimo soddisfazione per il fatto che il Consiglio dei ministri ha deliberato di avere di nuovo un ministero della Salute in Italia. Credo che questa sia infatti una cosa essenziale nell'ambito del federalismo".

Così il viceministro al Lavoro, salute e politiche sociali, Ferruccio Fazio, intervenuto ieri a Milano alle celebrazioni per i 30 anni dell'ospedale San Paolo.

Proprio in una logica di federalismo, Fazio ritiene "essenziale avere un ministro della Salute che si occupi di armonizzare le attività delle diverse Regioni". Quanto alle priorità del futuro ministero, il cui scorporo dal Welfare, è oggetto di un Ddl approvato venerdì dal Consiglio dei ministri, "sono state e sono - ricorda Fazio - i piani di rientro delle Regioni meno virtuose e cercare di arrivare a una sanità più uniforme possibile nel nostro Paese".

Domanda:

Chissà se dopo tante e tali dichiarazioni il signor Fazio avrà anche voglia e tempo di impegnarsi a rispondere della incongruità dei doppi (tripli....quadrupli....) incarichi dei primari a capo degli Istituti di ricerca e cura (vedi REPORT di tre settimane fa) ?????

Andrea ha detto...

Authan, scusa, ma mi bolle il sangue nelle vene al pensiero che uno possa candidamente sostenere che "sul caso Englaro, il Primo Ministro non parla per convinzione ideologica, ma in accordo alla strategia: quella di acchiapparsi quasi tutti i voti possibili. In vista del Quirinale, naturalmente..."
Quindi il fine giustifica i mezzi ed in questo caso il mezzi è l'uso strumentale del corpo di una ragazza in stato vegetativo e il mancato rispetto della sofferenza pluridecennale della famiglia (e il sistema informativo supino ai desiderata di sb comincia a dire che l'eluana muore di fame e sete, che può avere figli, che ride,...); bene questo è il popolo delle libertà.
Libertà sottratte agli atri anche in campo economico; vorrei infatti sentire i commenti della pattuglia radicale nel pdl, dei vari taliban del liberismo come Giannino o quelli dell'IBL, lo stesso Cruciani, che identificano il pdl come il garante delle libertà economiche (anzi cruciani una volta lo ha proprio detto): è di questi i giorni la cancellazione delle liberazioni (timide, marginali, chiamatele come vi pare, ma sempre un passso in quella direzione sono) di Bersani.
Cedendo alla lobby dei farmacisti saranno chiuse le parafarmacie (e non dite che era un favore alle coop rosse perchè almeno in toscana, emilia, umbria,.., singoli privati hanno aperto negozi..).
Cedendo alla lobby degli assicuratori sono state abrogate le aperture in quel mercato.

Andrea ha detto...

Tommaso per quanto mi riguarda l'impiego del "signor" è volto a rimarcare una certa distanza di comportamenti, idee, approcci alle varie questioni.. rispetto alla persona in questione (ad esempio oggi in studio seguivo sul satellite un intervento al parlamento spagnolo di Zapatero che rivolgendosi a Rajoy, diceva "señor Rajoy").
Apprendo or ora dal tuo post che il termine signore può essere usato come insulto; sai ho sempre detestato le trasmissioni sportive.

mauriziomorabito ha detto...

Non so se Anonimo e Andrea siano la stessa persona. Chissa'. Peccato che entrambi si autoescludano da un qualunque scambio razionale.

I perche' delle scelte di Berlusconi mi sembrano molto chiari e farne una ragione per farsi bollire il sangue non mi sembra abbia alcun senso. Visto anche i risultati di 15 anni di odio, inviterei a smettere con tutte queste ridicolaggini (si' me ne sono stufato anche io) e ad affrontare il Paese per quello che e'.

Anonimo ha detto...

Gent.mo Sig. Morabito,
innanzitutto le svelo subito che il sottoscritto ed Andrea non sono la medesima persona.
Io dissento ancora dalla sua posizione accusatoria di critica aprioristica ed ideologica per quanti si sforzano come me di non vivere con il paraocchi e di non credere a tutte le BALLE del premier e del suo governo buone solo per i telespettatori Mediaset.
Vogliamo parlare ad esempio del decreto ABRACADABRA per i soldi ai terremotati?? (se Lei ha letto l’articolo di Massimo Giannini su REPU…..da far accapponare la pelle, tanto piu’ che è fresca la notizia di come il gettito di entrate per IVA, altre imposte e soprattutto proventi da GIOCHI e LOTTERIE sia in flessione…..)
Oppure dei fantasmagorici TREMONTI BOND che nessuno ancora ha visto?? (Fonte RADIO24 nella trasmissione di BARISONI della scorsa settimana dove un esperto del SOLE24 ha commentato i risultati di un anno di governo).
E’ chiaro che io (come tantissimi, le assicuro) siamo stufi marci di essere bollati di ANTIBERLUSCONISMO come se fosse una stortura mentale, un vizio immondo….. di non poter accennare alla P2 (ANCHE IERI SERA IN TRASMISSIONE CRUCIANI…. IL SOLITO TIRI-TERA…..IN RISPOSTA AD UN ASCOLTATORE), al conflitto di interessi, alla politica degli spot e degli annunci sensazionalistici…. Semplicemente perché non viviamo accettando tutto il ciarpame che sta DENTRO e intorno all’imperatore.

Anonimo ha detto...

ULTIME PER IL SIGNOR MORABITO:

http://napoli.repubblica.it/dettaglio/la-monnezza-scomparsa-della-campania-e-finita-nella-discarica-di-ferrandelle/1632477

...e noi (coglioni elettori di sinistra) ci chiedevamo con devastante invidia (pensando all'inettitudine di quel povero ministrucolo di PECORARO SCANIO): "Ma come avrà fatto quel diavolo d'uomo (SB) a risolvere cosi, con un SIM-SALA-BIM, il problema della monnezza a Napoli che gli è valsa la beatificazione nei secoli dei secoli??"

mauriziomorabito ha detto...

Magari un giorno finiamo anche di giocare a nascondino, eh?

Comunque resto dell'avviso che troppi a sinistra sono come gli atei militanti che a furia di protestare contro Dio finiscono per averlo in mente piu' di un qualunque credente. Mah!

authan ha detto...

Per maurizio, andrea, l'anonimo e tutti in genere: che ci siano delle divergenze di vedute su come girano le cose in Italia e' chiaro a tutti. Pero' cerchiamo di non metterla sul personale, e di non essere reciprocamente irridenti, ne' velatamente ne' esplicitamente.

Maurizio, porcozzio, ogni volta che mi capiti qui mi scateni un casino... Sforzati di scrivere le tue (per me sempre interessanti) opinioni senza provocare i suscettibili animi altrui, dai...

Andrea e anonimo (almeno con un nick potresti firmarti, pero', eh?): Maurizio non e' un nemico, e' uno con le sue opinioni. Se piacciono bene, se non piacciono amen.

La chiudiamo qui?

Ciao a tutti. E sorridete.
Authan

ominonA ha detto...

Oh signor Morabito.....

Ma guardi che non è una "fissa" come quella del Cavaliere del Cialis....ehm... che ha sempre in mente la gnocca e non ne puo' rimanere lontano, pena grave crisi di astinenza!
Cosi, subito dopo i funerali del terremoto, con ancora la bandiera del 25 aprile ripiegata sotto il braccio....eccolo spuntare il 26 aprile a Casoria, tra acerbe invitanti fanciulle desiderose delle sue "tangibili" attenzioni!!

Non passa giorno che non ci pensi a come questo povero Paese è devastato sempre piu' per la creduloneria, la dabbenaggine di un popolo che non sa vedere nè criticare le nefandezze dell'Unto, proprio perchè amo l'Italia e SB non rende un buon servizio alla sua immagine.
Tutt'altro....direi anzi pessimo!

molti cari saluti

ominonA
(va bene cosi???)

Anonimo ha detto...

Il piduista a rivendicare la paternità degli ordini di rimpatrio in mare al ministro-esecutore.
E si tratta di vite umane....
Qualche settimana fa invece questo drappello di ivasati padani teneva sotto scacco il governo con il ricatto sulla data (piu' lontana possibibile) del referendum, infischiandosene del risparmio grazie all'accorpamento, e sempre il piduista lo dichiaro' sconsolato alla nazione.
Deciditi Silvio!

mauriziomorabito ha detto...

che ti devo dire, authan, mi sembrava di aver detto un'opinione, a cui e' stato risposto a furia di "non vi fate schifo?", "questo signore è un campione 'molto rappresentativo'", "lacchè" etc etc. Cosa vuoi che dialoghi di fronte ad un atteggiamento del genere? Sarebbe una perdita di tempo per tutti.

Uno comunque potrebbe anche essere perdonato al pensare che il problema non sono le mie idee, ma il fatto che troppi commentatori qui non sono usi a confrontarsi con chi che non partecipi all'odio integrale e totale nei confronti del sig. B. Che poi e' una specie di amore.