martedì 31 agosto 2010

La differenza

Scrive Christian Rocca sul suo blog:

La baracconata islamista di Gheddafi a Roma mostra tutta l'ipocrisia dei nostri intellettuali engagé. Gridano giustamente alla vergognosa indecenza del leader arabo (che secondo altri espertoni sarebbe leader laico) che prova comicamente a fare proselitismo islamico a Roma. Oh, come sono indignati! Ma di fronte alla moschea a due isolati da Ground Zero danno lezioni di tolleranza, rispetto, multiculturalità e tacciano di razzismo chiunque ponga il problema dell’opportunità di una scelta del genere. Gheddafi no, moschea a Ground Zero sì. La differenza? Berlusconi.


Vorrei permettermi di rispondere al neo collaboratore del Sole 24 Ore come segue.

Il silenzo assordante sulla visita di Gheddafi a Roma di alcuni nostri intellettuali engagé mostra tutta la loro ipocrisia. Gridano, e non del tutto a torto, il loro sdegno per l'inopportuna scelta di costruire una moschea islamica a due isolati da Ground Zero, e ooooh, come sono indignati! Ma poi di fronte alla baracconata del leader arabo che arriva al punto di fare proselitismo islamico a Roma tutti zitti, muti e rassegnati, e chi prova a dire "beh" viene tacciato di incompetenza, di incapacità di capire le necessità della real politik. Gheddafi sì, moschea a Ground Zero piuttosto la morte. La differenza? Berlusconi.


(Oooooh, come mi piacciono 'sti giochini. Giusto per dimostrare quando deficienti siano certi accostamenti tra cose che non c'entrano niente, niente, ma proprio un ***** di niente tra loro.)

12 commenti:

PaoloVE ha detto...

@ Authan:
maddai! Sparare su Christian Rocca! quello che fino al giorno prima aveva previsto la sconfitta di Obama! Non varrà mica la pena di perderci tempo... :-)

Ciao

Paolo

Authan ha detto...

A direil vero, per la precisione, sondaggi alla mano Rocca fu tra i più precisi nel prevedere la vittoria di Obama stato per stato. Faceva un gran tifo per McCain, questo sì.

Michele Reccanello ha detto...

Un authan veramente arrabbiato...

E hai ragione alla grande!
Che il beduino tenga questi atteggiamenti non è la prima volta, ma le compagnie impresentabili (non solo a giro per il mondo) di B. ormai non si contano più a cominciare da Putin e altri dittatorelli dell'ex URSS. Come giustamente facevi notare ieri ok la real-politik ma nessuno, soprattutto se ospite, si dovrebbe permettere di fare certe pagliacciate in casa di altri. E la cosa peggiore che non solo gli intellettuali che rammentavi, ma anche quei politici che fanno sempre tanta cagnara, solo con i deboli, con coloro che hanno credi diversi ma che poi sono rispettosi degli usi e costumi di casa nostra, in questi giorni non hanno fatto volare una mosca. Dove erano i Calderoli, Le Santa-de-che, i Borghezio insomma tutti gli anti islamici?
Se al governo ci fosse stato il csx la lega avrebbe scatenato un pandemonio dopo le uscite di questi giorni.
Invece tutti muti e al comandante in capo e al suo amico beduino permettono tutto questo.

Caro Authan, questo Rocca fa parte della schiera di Intellettuali che fanno gli struzzi. O peggio.

PaoloVE ha detto...

@ authan:

da quel che ricordo io Rocca fece un po' l'Emilio Fede d'America: citando correttamente i sondaggi li stiracchiò fino a una settimana prima delle elezioni sostenendo che la partita era molto aperta. Proprio su Radio 24, se non ricordo male, ma potrei sbagliarmi. Contemporaneamente Pistolini suonava una musica ben diversa, e che a posteriori si rivelò più aderente al vero.

Ciao

Paolo

liongalahad ha detto...

mamma mia Authan se potessi ti darei un bacio per questo post!!! GRANDE!

Viola ha detto...

quanto mi piaci, Authan!

Michele Reccanello ha detto...

Dal blog nonleggerlo ho trovato questo sondaggio dal sito di euronews e postato da un'anonimo.


Per la cronaca dopo due 2 minuti di ascolto della zanzara (Parenzo, Sgarbi e umanità varia) disgustato nel sentire tutte quelle minchiate, ho spento.

Caro Authan, come ti capisco! Mettici la vacuità cabarettistica del Crux, assieme al nulla che 'sto paese riesce a esprimere, aggiungici zero prospettive di una sterzata nell'immediato ed avrai una miscela micidiale.

Ciao da un Michele sempre più schifato.

Francesca ha detto...

Bravo Authan!

di Cristian Rocca (un vero esaltato) ricordo lo scazzo di qualche mese fa, tremendo, con il collega Nicola Borzi del Sole24H per la lettera che questi scrisse a Rocca, contestando il suo modo di fare giornalismo embedded, per la visione militante e partisan di difesa delle guerre USA in Iraq e Afghanistan, e prendendone le distanze con un secco "Not in my name" a proposito del generale USA Mattis che, nel novembre 2004 sotto la guida di George W. Bush, ha riconquistato la città irachena di Falluja al termine di una delle più violente battaglie militari degli ultimi anni. I Marines comandati da Mattis utilizzarono il fosforo bianco sulla città, stipata di insorti ma anche di civili. Non lo usarono “per illuminare” gli obiettivi militari nei combattimenti notturni, ma in un operazioni dal significativo nome “shake and bake”, con conseguenze devastanti per gli esseri umani inermi.


Concordo sulla tua rilettura del post di Rocca.
Ieri si rosolavano dal godimento pensando al gradimento di Obama in picchiata anche per la faccenda della moschea a Ground Zero e poi, gli stessi che indossavano le magliette contro Allah e facevano orinare i maiali al pascolo dove doveva sorgere una nuova moschea in Italia, per difendere il crocifisso contro l'avanzata dell'islamismo, oggi arrivano a soprassedere sui deliranti proclami del dittatore di Tripoli in tournée con il suo circo solamente per il nostro Paese.

La trasmissione di stasera, per quanto so de La Zanzara, è stata davvero noiosissima e pesante..... incommentabile direi, con ospiti di quella caratura poi, dalla Marzotto a Sgarbi e l'ultimo strimpellatore della serie ignoranti allo sbaraglio.

e poi Dell'Utri....Cruciani è sempre molto poco informato e si intestardisce a ribadire che il due volte condannato senatore PDL, che fu tra i fondatori di FI, MAI ha rivalutato la figura del Duce.

Sissì, proprio come si legge in questo articolo, dopo l'intervista rilasciata a Klauscondicio, dove dice: Era un uomo buono. Mussolini era solo una brava persona che ha fatto degli errori ed è già stato condannato dalla storia. Ma dai Diari viene fuori una figura diversa da quella che ci è stata propinata dagli storici dei vincitori

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200905articoli/43411girata.asp

E infatti ricorderete come nell'ultima campagna elettorale proprio MDU prometteva di riscrivere i testi scolastici cancellando i termini "resistenza" e "partigiani".

Comunque MDU deve poter parlare, e quando Telese dice che solo ai negazionisti (dell'olocausto) deve essere impedito.... li pure Cruciani non sembra completamente d'accordo.

Roba da matti, scandaloso.....con tanti saluti anche a Brambilla e al suo pezzo citato da Authan!

Gabriele, Monza ha detto...

Al buon Rocca vorrei dire: non sparare c...ate.

Non fu proprio Berlusconi ad affermare la "superiorità della cultura occidentale sull'islamismo"?

Seguendo quel ragionamento, l'Occidente superiore non dovrebbe avere nessun timore ad accogliere l'apertura di moschee sul proprio territorio.

Viceversa, un Occidente superiore non dovrebbe assolutamente tollerare di essere sbeffeggiato, ridicolizzato e ricattato ("datemi 5 miliardi per non farvi neri") da un dittatoriello nord-africano.

E guarda caso, in questo presunto Occidente superiore, l'unico a esporsi al ridicolo, concedendo all'ex-terrorista palcoscenici e onori, é il dittatoriello di Arcore.

Bella figura di m....

PaoloVE ha detto...

@ francesca:

in questo sarò anche illiberale, ma penso che aver impedito a Marcello Dell'Utri di presentare i (presumibilmente falsi) diari di Mussolini sia stata una cosa ben fatta.

Come ricordi Dell'Utri definì Mussolini "un uomo buono" e "una brava persona che ha fatto degli errori".

Specifichiamo un po' quali siano stati alcuni errori e le loro conseguenze: come direttore dell'Avanti sostenne l'ingresso dell'Italia nella prima guerra mondiale e si rese corresponsabile di oltre un milione di morti ed avendo quindi ben chiaro il concetto, da capo del governo portò l'Italia nela seconda guerra mondiale causandone circa un altro mezzo milione. Parlo solo di italiani e non voglio entrare nel merito dello sterminio di ebrei,..., ma si vede subito che fu più che un uomo buono, mi verrebbe da definirlo ottimo!

E si vede subito che chi sostiene simili aberrazioni ha sicuramente maggior diritto ad un TSO che ad espimere tutta la malvagità che gli passa per la testa.

Ciao

Paolo

Francesca ha detto...

@ PoloVE

ma lasciamo stare!
Cruciani è stato beeeep ieri su Dell'Utri, continuando a richiamare le immagini dei contestatori per sottintendere come avessero fatto violenza.

Lo ha ribadito piu' volte anche a quell'ascoltatore che (intelligentemente) gli ha chiesto: "Scusi, lei è antifascista?"

Lui risponde si.... ma, temendo di essersi sbilanciato troppo a scoprirsi, vuole marcare la differenza con gli antifascisti che contestano Dell'Utri e aggiunge di essere soprattutto contro tutte le dittature e soprattutto ANTICOMUNISTA!

Per chi non lo sapesse, l’Anpi (l’associazione nazionale partigiani) di Como distribuiva un volantino in cui criticava la scelta di “aver invitato un condannato per mafia, noto per le sue numerose dichiarazioni a sostegno del fascismo e di Mussolini”.
Il locale Comitato per la difesa della Costituzione, invece, nel suo volantino non lo nominava neppure, Dell’Utri, ma faceva un elenco dei morti ammazzati, da Giorgio Ambrosoli a Carlo Alberto Dalla Chiesa, contrapposti al mafioso Vittorio Mangano, sotto il titolo “Felice il popolo che non ha bisogno di eroi”.

Cruciani sempre troppo poco informato.

francesco.caroselli ha detto...

AH AH FRANCESCA!
E TU CREDI CHE Crux sia poco informato?
Ingenua