mercoledì 11 novembre 2009

Ottocentoventiduesima contraddizione di Cruciani

L'editoriale di Augusto Minzolini, andato in onda la sera di lunedì 9 ottobre, con cui il direttore del TG1 deprecava alcune dichiarazioni del procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia per poi invocare, con un legame logico che un giorno spero qualcuno possa decifrarmi, il ritorno ad una piena immunità giuridica per i parlamentari, ha lasciato molti strascichi che hanno avuto riflessi anche durante la Zanzara di ieri. E a mio avviso, in questa circostanza, così come in innumerevoli altre, il commento di Giuseppe Cruciani non è stato equilibrato. Ecco perché.

Partiamo dal modo con cui il conduttore della Zanzara ha commentato l'intervento di Ingroia ad un recentissimo convegno sulla questione morale nelle istituzioni organizzato dall'europarlamentare dell'IdV Luigi de Magistris. Per Cruciani le parole di Ingroia, sebbene non vi siano riferimenti diretti e inequivocabili, configurano implicitamente un chiaro attacco politico al governo, inopportuno nel momento in cui viene da un magistrato e ancor più inopportuno se si tiene conto che Ingroia è impegnato in inchieste che potrebbero coinvolgere esponenti del governo medesimo e della maggioranza, incluso l'attuale premier. Pertanto, sempre secondo Cruciani, il discorso di Ingroia non può che essere interpretabile in chiave di militanza antiberlusconiana, e il magistrato, per coerenza, dovrebbe smettere la toga e darsi alla politica.

Non gli sfiora neppure l'anticamera del cervello, a Cruciani, l'idea che Ingroia possa semplicemente aver voluto esternare il suo parere di esperto su un tema che conosce benissimo, quello della lotta alla criminalità, giudicando negativamente, anche con forti espressioni scuoti-coscienza (“emergenza democratica”, “soluzione finale”, “demolizione dello stato”) non il governo in toto, non la persona di Berlusconi, ma alcuni particolari provvedimenti legislativi emanati o in via di emanazione, primo fra tutti quello sulle intercettazioni, che riguardano l'efficacia dell'azione investigativa e giudiziaria, e la libera informazione.

Passiamo a Minzolini. Per Cruciani, passi che il TG1 sia (ma lo è sempre stato) filo-governativo, ma ipotizzare una presunta militanza di Minzolini nel fan club di Berlusconi è sbagliatissimo. Minzolini non è un'emanazione mediatica del cavaliere. E' una persona con le sue idee, le sue opinioni, e con la sua libertà di esprimerle. Non si può dire che è "schierato".


Minz


Ricapitoliamo: Ingroia dovrebbe limitare i suoi interventi pubblici, ponderare le parole, eccetera, ma comunque, ormai, è talmente schierato che farebbe bene a darsi alla politica. Minzolini, invece, che dalle frequenze della principale rete pubblica dirige il TG più "istituzionale" che ci sia, visto da 7 milioni di persone, è libero di dire qualunque cosa (anche stigmatizzare in diretta nazionale un magistrato antimafia), senza bisogno di ponderare un bel niente, e comunque qualsiasi cosa dica non può essere usata contro di lui al fine di incasellarlo.

Ditemi voi: sono pazzo se ci vedo una contraddizione, o no? Se Minzolini è libero di parlare senza freni, perché non deve esserlo Ingroia? Se Ingroia deve moderarsi, in quanto magistrato, perché non dovrebbe moderarsi pure Minzolini, in quanto titolare di una bocca di fuoco mediatica dalla potenza inaudita? Se si può dire che Ingroia è schierato, perché non si può dirlo di Minzolini? Se Minzolini è solo uno che esprime le sue opinioni, senza che ciò influenzi la qualità e l'indipendenza del suo lavoro, perché invece Ingroia deve "darsi alla politica"?

Tutto questo, semplicemente, non ha senso. Essere magistrato non implica necessariamente una consegna al mutismo. Essere direttore del TG1 non implica necessariamente un obbligo alla predicazione filo-governativa.

***

Magari ho capito male, ma non credo. Anzi, giurerei in tribunale con la mano destra alzata e la sinistra adagiata sulla Bibbia che ieri Cruciani ha detto che gli esponenti del PDL farebbero bene a non farsi coinvolgere dalla smania del test antidroga se non altro per il fatto che tra i favorevoli a questa iniziativa c'è Antonio Di Pietro.

Non so se avete capito… Se Di Pietro dice che una cosa è giusta, automaticamente quella cosa diventa sbagliata. A prescindere. Giudicate voi.

58 commenti:

Anonimo ha detto...

Morto un altro giovane detenuto in carcere a Parma. Attendendo i risultati dell'autopsia del caso, bisognerebbe cercare un vaccino anti-poliziotti suini per chi va in carcere.
Hemat

Anonimo ha detto...

Menzognini ha detto che nel 93 dopo Tangentopoli l'immunità parlamentare fu cancellata perchè cosi chiedeva la gente, giacchè i politici avevano mostrato di non meritare tutta la fiducia riposta in loro con il mandato elettorale.
Come dire? Oggi pero'....
Proprio con la vicenda Cosentino (naturalmente innocente fino al 3° grado di giudizio eh?) in Campania la corruzione e il malaffare, la collusione con 'drangheta e camorra, le frequentazioni mafiose continuano imperterrite ma la casta rivendica l'impunità!

Paolo l'indovino ha detto...

Buongiorno,
vediamo se anche stavolta ci ho azzeccato: scommetto che a far progressivamente imbelvire Cruciani con domande sull’esclusione di Santalmassi (sempre sia lodato!) dalla trasmissione e dalle celebrazioni del compleanno della radio era la nostra Francesca… (sto cominciando a prende gusto nel cercar di riconoscere i frequentatori del blog da interventi e lettere al direttore, potrebbe diventare una sorta di gioco di società…).

Insomma Francesca, non son cose da farsi… Cruciani è persino stato costretto a professare stima ed amicizia per Santalmassi (il naso del conduttore s’è allungato di un buon paio di centimetri e va a sbattere sul microfono, i vetri dello studio sono rigati dalle unghie dopo l’arrampicata)!
Ancora un po’ e ci raccontava di quando andavano insieme a fare i monellacci ai concerti di Jovanotti!

Eeeeh, son cose…

Da quanto ho capito Minzolini aveva basato il proprio editoriale anche su alcune affermazioni false circa il ridimensionamento dell'immunità parlamentare e l’esistenza di forme di istituti simili in paesi in cui essi non esistono, creando una certa apprensione a Cruciani che si affrettava a portare acqua alla causa durante l'intervento di Pardi.

Immagino che ieri sera, per correttezza, Minzolini abbia fatto un errata corrige… :-)

E' strano che in questa materia ci si dimentichi di dire che l'istituto dell'immunità parlamentare è stato ridimensionato a fronte della sua inadeguatezza: in 11 legislature (circa 50 anni) solo il 20% delle autorizzazioni sono state autorizzate dai colleghi di chi doveva essere indagato, in una situazione di autoreferenziale difesa di casta analoga a quella che (secondo me giustamente) la destra contesta al CSM.

Saluti

Paolo l'indovino

Anonimo ha detto...

L'uscita di Cruciani su quelli che farebbero bene a non appoggiare la proposta antidroga SOLO PERCHE' tale proposta è appoggiata anche da Di Pietro dimostra una volta per tutte che Cruciani è più adatto ad una radio semiparrocchiale che ad una radio prestigiosa e professionale come Radio24

Anonimo ha detto...

@ Paolo first profiler

ciao!
eccome no?? pero' ieri sera tuttavia avrei potuto approfittare ulteriormente, visto che il Crux era abbastanza “in buona”, ed aggiungere che, se anche lui ritiene che al 99,99% degli ascoltatori non importa nulla di GS, c’è invece una nicchia, nel suo auditorio di circa 200.000 aficionados, che ha diritto che comunque se ne parli!
Inoltre se pensiamo al destino toccato a GS e riflettiamo su quello che capita oggi a Ruffini direttore (OTTIMO) di RAITRE … non possiamo che porci degli interrogativi.

:-))

Francesca (da Varese, of course)

Anonimo ha detto...

Bisogna sempre fare delle scelte e io non ho complessi di inferiorità
Ecco perchè scrivo su Panorama.

F®Ømß°£ ha detto...

Buongiorno,

le opinioni di Cruciani su Ingroia e Minzolini lo incasellano sin troppo bene. Non merita assolutamente un commento ulteriore rispetto a quello dell'ottimo authan.

Vorrei però ribadire la mia opinione riguardo alla frase sui test antidroga e Di Pietro.

L'ho già scritto in uno dei miei post-fiume: chi cavalca questa ipocritissima farsa dei test antidroga rischia di fare un passo nella direzione opposta alla democrazia. Far passare l'idea che oltre che "tutti ladri", sono "tutti drogati" rischia di far sì che l'opinione pubblica passi a ritenere inutile la classe politica, con essa il Parlamento, e infine la democrazia.

Di Pietro, ahimé, pur denunciando con chiarezza le storture del sistema, cavalca con troppo entusiasmo questo sentimento. "Tutti gli altri sono sporchi, noi siamo puliti". Asserzione falsa in entrambe le sue parti.

Cruciani ha palesemente una posizione pregiudiziale nei confronti di Di Pietro, ma il senso del suo "consiglio" ai politici del centrodx è perfettamente sensato a mio parere.

Saluti

Tommaso

Anonimo ha detto...

ma perche' a pagina di cruciani non e' piu accessibile su Facebook?

Anonimo ha detto...

si è cancellato da facebook.
è evidente.

francesco.caroselli ha detto...

Grande Francesca!
Lo sappiamo noi del Blog che eri tu…. Stesso stile e soprattutto hai citato gli argomenti presenti in questo Blog.
Se sei tu ammettilo!
Grazie a te comunque ora sappiamo perché non ha citato Santalmassi per i 10 anni di Radio24…
Cruciani non ha dato una risposta ma addirittura tante!
La prima la più classica. “ma chisse ne frega” orami storica frase di smarcamento, quasi meglio di Ronaldo dei tempi d’oro.
Incalzato ha poi optato per un strano : “non lo sento da tempo”.
Francesca tenace non molla e allora alla fine il Crux si scopre e ci svela qualcosa: “non l’ho messo in Radiolondra perché ho stima di lui”. E quindi?
Tutti i “radiolondrati” non sono stimati da Cruciani… e mamma mia quanta gente disistima il nostro conduttore preferito!
Ehi Authan ora la tua lista dei radiolondrati (il tuo body-count ricordi?) potrebbe essere utile? C’è qualche mammasantissima disistimato da Cruciani che vuoi portare all’attenzione??
Mentre discuteva con Francesca abbiamo appreso altre cose sul Crux-pensiero: con il suo discorso “tutti fanno scelte e diffidare da chi dice di non fare scelte”lui dichiarala sua scelta la fatta - Lui non è Berlusconiano, no lui è anti antiberlusconiano DOC!!!
E credo anche di capire perché! Vede nell’ala oltranzista e dipietrista una forza distruttiva per il paese.
Io non sono d’accordo, ma almeno adesso so un po meglio come funziona il suo cervelletto.
Argomenti in trasmissione
Su Minzolini
Minzolini non ha espresso un’opinione come le altre. La sua è diversa perché parla dal megafono, dalla casa di risonanza, PIU GRANDE CHE C’E’ IN ITALIA, ovvero il TG1. Senza contradditorio, dicendo tante inesatrtezze e appoggiando palesemente le opinioni del Governo. Già solo decidere di parlare di un argomento in maniera cosi diretta puo orientare la pubblica opinione che è stimolata dal suo intervento.
E qua ritorniamo al tema della libertà di stampa.
In italia c’è libertà di stampa, ma se pubblichi un articolo sul gazzettino della scuola o sul Corriere della Sera c’è una bella differenza!
Con la TV è ancora peggio. Perché? Perché è molto piu “pervasiva” della carta stampata. Perché la maggior parte degli Italiani forma la propria opinione e soprattutto si informa con la TiVi.
(qui aprirei una piccola parentesi sul potere della TV di trasformare la realtà in un “racconto emozionale”, dove la persona si immedesima nel personaggio e si affeziona. Non più fatti o male che va opinioni “fredde” ma un vero e proprio attacco ai “sentimenti” delle persone. E’ cosi che si manipola la gente secondo me)
Cruciani (e con lui tutti e tutto) può dire che Santoro è schierato, Floris è schierato, la Dandini è schierata, Crozza è schierato etc… tutto ok nessuno ha da obbiettare, ma se si dice che Minzolini è schierato si dice un’ERESIA. Per Crux chi dice una simile assurdità fa parte “di una certa sinistra” che per sminuire le persone e la loro professionalità chiama Servo/a chi appoggia Berlusconi. Invece se Crux inquadra tutti quelli citati sopra… Due pesi e due misure
Su Ingroia
Ingroia vorrei scrivere un post lungo 3 volte questo quindi taccio.
Ha sbagliato a dire quelle cose.
Non in generale, ma dirle al Convegno dell’IDV.
Ha fatto male sia ad Ingroia che all’IDV.
Borsellino e Falcone fecero pure delle esternazioni, anche piu dure politicamente, ma le fecero ai mezzi di stampa, anche apertamente schierati, ma sempre mezzi di stampa erano.
Ci furono molte polemiche per l’entrata in vigore del nuovo codice di procedura penale. E Borsellino parlò, eccome!
Cmq Ingroia ha solo criticato dei disegni di legge,non tutto il governo o il suo leader.
Il suo era un appunto tecnico, non un critica politica. D’altronde molte perplessità sul DDL intercettazioni l’hanno espresso tutti i soggetti: CSM e ANM in primis
Cmq W Ingroia tutta la vita.

cipper ha detto...

Devo dire che mi sono stupito per l'insistenza di Cruciani nel cercare di sconfessare Giovanardi; ricordo che ai tempi della Diaz e Bolzaneto e dei relativi processi e sentenze la zanzara ha dedicato quasi zero minuti (al tempo c'era la interessantissima questione Alitalia la cui discussione e' durata settimane). Alla fine non e' riuscito neanche a strappargli un "mi sono sbagliato sull'aids" perche' "per la privacy non lo sapremo mai". Perche' tanto interesse in quello che dice Giovanardi? Bah.

Su Minzolini, Ingroia, Santalmassi, e l'emergenza democratica in generale Cruciani proprio non vuol capire che cio' che in tanti contestano non e' lo stato attuale della democrazia, ma dove siamo diretti secondo le leggi che questo governo ha fatto, sta facendo, e vuole fare (legge elettorale, intercettazioni, repubblica presidenziale, scudo fiscale, riforma privatistica di scuola/universita'...).

Roberto l'anti-anti-dipietrista
da Modena.

Anonimo ha detto...

Ingroia è grande e vaccinato e se ha ritenuto di dire quelle cose (sacrosante!) in quel momento e in quel luogo ha fatto bene!Punto. Grande Authan

francesco.caroselli ha detto...

Quali governi sono caduti negli ultimi 15 anni a causa della magistratura?
Forse solo uno quello di Prodi a causa di Mastella (E non per l'inchiesta di De Magistris, che l'interessava solo marginalmente, ma per quella di Santa Maria CapuaVetere).
Il ribaltare il corso degli eventi di Ingroia e semplicemente smascherare la Trattativa fra Mafia e Stato. Arrestare dei pericolosi criminale non è “rovesciare il corso degli eventi”?
L'immunità parlamentare è stata istituita non per proteggere il parlamentare come uno scudo spaziale. La costituzione, essendo una cosa seria, non prevedeva che un rapinatore una volta eletto fosse immune. L’immunità parlamentare serviva per proteggere il parlamentare durante la sua azione parlamentare.
Passare uno spinello in maniera dimostrativa (se si è favore della legalizzazione delle droghe leggere), fare un presidio per la strada se si vuole stare accanto a dei lavoratori… questi sono casi in cui i reati si compiono durante le funzioni di Parlamentare.
Diversi politici negli anni sono stati accusati e poi l'hanno fatta franca grazie all'istituto dell'immunità parlamentare, ma quante volte quei reati erano leggittimi ai fini della funzione di parlamentare?
E ora quanti dei reati di cui è accusato Berlusconi hanno qualcosa a che fare con l'attività politica?
Nessuno.
Quindi anche se ci fosse l'immunità parlamentare Berlusconi dovrebbe essere Processaato.
CI SI PROTEGGE NEL PROCESSO, NON DAL PROCESSO.

Matteo da Pescara ha detto...

Ieri un Cruciani delizioso...quando rispondeva a Francesca (mitica!!!) sembrava un bambino preso mentre fa la marachella...nn sapeva che dire e quello che ha detto sulla stima e sul "fare delle scelte" non significa nulla. Anche perchè ben vengano le scelte, ma le motivazioni? Qualcuno le ha capite? Secondo me la risposta (vera) di Cruciani su Santalmassi è la seguente: "io lo avrei radiolondrato volentieri ma l'ho risparmiato solo perchè è l'ex-direttore e mio predecessore al preserale di Radio24. Stima e disistima non c'entrano NULLA!".
E di nuovo i miei complimenti a Francesca per la bravura nell'incalzare il nostro.
Sulla considerazione di Crux riguardo Di Pietro sono in totale accordo con Authan. Aggiungo, come mi è già capitato di dire, che il suo metodo di criticare Di Pietro è lo stesso metodo che userebbe il più anti-berlusconiano tra gli anti-berlusconiani per criticare Berlusconi. Allora, caro Cruciani, se non va bene l'anti-berlusconismo, perchè va bene l'anti-dipietrismo?

X authan:
propongo di inserire l'epico duetto di Crux con Francesca tra le perle visto che (almeno per me) l'imbarazzo di Cruciani era esilarante! Ti giuro che ridevo come un pazzo!

Matteo da Pescara ha detto...

Aggiungo l'ultima cosa. Ieri Crux ha definito Adinolfi un "giornalista di sinistra" aggiungendo un nanosecondo dopo "anche se io odio gli incasellamenti". E allora che lo incaselli a fare?
l'incoerenza di Cruciani sta diventando imbarazzante. Da quando scrive su Panorama poi....

oxigeno ha detto...

Cruciani ultimamente è semplicemente RI-DI-CO-L0

francesco.caroselli ha detto...

Vi riporto un acutissimo pensiero su quello che ha detto Giovanardi ieri anche alla Zanzara
dal sito di Luttazzi


Pilates

1. Giovanardi: "Sulla morte di Stefano Cucchi ho scritto e ripetuto nei giorni scorsi una cosa che evidentemente ha dato fastidio e cioe' come e' possibile che una persona che entra in carcere sulle sue gambe ma fortemente debilitato non viene curato. Evidentemente in Parlamento c'e' qualcuno che e' sostenitore del fatto che se uno non vuole mangiare, non vuole bere e non vuole curarsi bisogna lasciarlo morire".
2. Giovanardi: "E' un altro caso Englaro" (Andrea Michielotto)

http://www.danieleluttazzi.it/node/559

ilguiscardo ha detto...

Oh,il Crux e' sparito da facebook.

Massimiliano ha detto...

A me francesca da varese mi è piaciuto così tanto che l'ho messo su you tube a futura memoria! http://www.youtube.com/watch?v=055wHRP01HM


con tanto affetto, un vostro assiduo lettore-non-sempre-commentante

Vigneron ha detto...

Anch'io sono un assiduo lettore del blog ma non commento quasi più.
I motivi sono due.
I post di Authan sono perfetti e spesso è inutile aggiungere qualunque cosa.
Il sentimento che provo verso Cruciani sta trasformandosi lentamente in odio e quindi non riuscirei a dire niente di diplomatico.
Di conseguenza non ascolto più la trasmissione ma vengo qui per capirla meglio.
Ciao

Anonimo ha detto...

@Paolo l'Indovino..

magari proprio al concerto di Jovannotti.. NO! :-))

(scusate la parentesi gossip)

ciao e x Authan: condivido tutte le tue perplessità!

Lilith

Anonimo ha detto...

Boia deh, Paolo, proprio al concerto di Jovanotti! Un lo sai che il nostro Cruciani l'ha fatto becco?
Gino

francesco.caroselli ha detto...

Il ragionamento di Cruciani sulle parole del tuo Blog sono sensate. Minzolini e Ingroia hanno mestieri e peculiarità diverse. Su questo ha ragione.
Invece il suo commento sul fatto che l’editoriale di Minzolini è filo-governativo non è vero, è solo un giudizio.
Il giudizio di Minzolini sottintendeva questo:
Certo, se Berlusconi si fosse trovato in questa situazione nella Prima Repubblica, non avrebbe avuto problemi, immunità parlamentare come se piovesse e non sarebbe neanche un caso particolare, ma soltanto uno dei tanti.
Per questo l’idea dell’immunità parlamentare è una genialata. Restaurazione totale. Impunità assicurata e nessun clamore.
Ma cosi si ritorna alla Prima Republica.
Minzolini è stato scorretto perché senza contradditorio, con un discorso pieno di falsità e inesattezze ha sostenuto un discorso a favore di Berlusconi.
Io ti avevo mandato nella mail privata un discorso simile a quello che hai fatto tu, ma la contrapposizione non era Minzolini-Ingroia ma Minzolini- Santoro, Floris.
Perché Minzolini ha una storia, ha delle opinioni solo sue e non è detto che siano filo-governative e invece Santoro, Floris tg3 sono tutti di Sinistra senza appello?
O tutte le opinioni sono soltanto opinioni, o tutte le opinioni sono opinioni di parte.

Massimiliano ha detto...

La questione per me non è quella della opinione. Minzolini ha detto una serie di bugie smentibili molto facilmente. Le opinioni espresse dopo una serie di bugie, per me, sono immorali.

Le opinioni tout court vanno bene, ma supportate da bugie spacciate per fatti non vanno bene!

T@t@ ha detto...

Ma perchè non fai a meno di ascoltare Cruciani, secondo me è pura invidia, tu hai il tempo di stare a scrivere di tutto su sto blog...è lui a differenza tua, lavora e bene.
Trova anche tu uno spazio radiofonico, mettiti a rischio tutte le sere, schierandoti o meno e poi ne si riparla...
IMHO

francesco.caroselli ha detto...

@ tata
rimani
profondamente immersa nei pensieri con il mio cervello palestrato vado ovunque mi porti ogni dubbio...ogni riflessione......
come dice il tuo profilo

il tuo post è patetico

complimenti per il tuo interesse per il tuo piccolo pupazzino piumoso

Anonimo ha detto...

Sto sentendo Cruciani adesso e direi che dice troppe volte "ma non me ne frega assolutamente niente!" per fare il conduttore in una radio seria.

Collettivo ha detto...

T@t@

un corso di italiano?
te lo pago io, dai

Anonimo ha detto...

Grazie cari, Authan, Paolo, Francesco (niente niente ma con i tuoi bellissimi post-fiume vuoi candidarti a fare il vice di Authan e Paolo?!), Massimiliano, Matteo...tutti tutti!
i complimenti fanno molto bene alle signore anziane....ehehee... risollevano l'autostima!

ciao
F.

Anonimo ha detto...

Ricordate l'editto bulgaro?
Il Cav. del Cialis a Sofia parlo' di "uso criminoso" della TV da parte di voi-sapete-chi.

Domanda: Menzognini che occupa uno spazio pubblico di informazione che, nonostante la lottizzazione RAI con figure di riferimento allineate al potere, si ritiene debba essere imparziale ed equidistante, per esporre il proprio punto di vista personalissimo e cosi sponsorizzare una posizione politica dichiaratamente filo-govenativa (legittima ma fuori contesto) non fa un uso criminoso della TV ?

Per quegli "editoriali" ci sarebbero studi televisivi piu' consoni: da Mattino5 a Porta a Porta.

Anonimo ha detto...

Sbaglio o David Sassoli che "h fatto una scelta" ha lasciato le veline al TG1 per abbracciare la carriera politica ed evitare antipatiche commistioni?

Ma se si dichiara un direttore perche' non lo potrebbe fare anche il giornalista che legge le notizie al TG, magari con il commento del "suo legittimo punto di vista"?


Per dire... non so che darei per sentire quel fustacchione di Giuliano Giubilei definire lo scudo fiscale una porcata atomica o la riforma della giustizia "a difesa dei diritti dei cittadini per un'equa durata dei processi" discussa fra due persone (incazzate) in un paio d'ore, una vergogna nazionale!

Tommaso ha detto...

Da cinque anni la radio era fissa su Radio24, e Cruciani lo ascoltavo con attento interesse. Fino a Santalmassi, dopodichè, ha sbracato. Il doppiopesismo è diventato, più che insopportabile, autenticamente noioso.

Da un mese ormai non lo ascolto più, e neanche il resto della radio, che è cambiata, come è cambiato il tradizionale atteggiamento politico neutrale di confindustria, editore della radio.

Mi perdo un po' di intrattenimento - o fregnacce - da bar, e nel tempo guadagnato ho sostituito l'eccellente rassegna stampa di Massimo Bordin da Radio Radicale. Mi sento molto meglio.

T@t@ ha detto...

@caroselli

purtroppo mi è morto l'anno scorso...era un coniglietto, i complimenti evitali, del tuo sarcasmo me ne infischio.
Rimango dell'idea che siete scatenati un semplice swich off risolverebbe il problema Cruciani.
Scommetto che siete/sei i soliti/o laureati/o con contratto a progetto...frustrati fino al midollo

T@t@ ha detto...

@collettivo

Io un corso di italiano volentieri, per il tuo cervello cotto invece non si può fare più nulla....

Cruciani 4 President....quanto ti brucia...

Stefano ha detto...

x T@T@
Visto che non cogli lo spirito del blog, che ignori elementari regole condivise, puoi evitare di venirci?
Grazie.

pinaz ha detto...

Brava Francesca! Ho apprezzato il tuo intervento in diretta (non riesco ad ascoltare spesso la trasmissione ma ieri ho avuto la fortuna di essere sintonizzato al momento giusto) e ti faccio i miei complimenti...

devo però anche segnalare a chi se lo fosse perso il segente intervento (grazie a massimiliano!), letteralmente mitico!

http://www.youtube.com/watch?v=7Ql3UmU1MqE&feature=related

mauriziomorabito ha detto...

E' chiaro che il fatto che lo conosca, ci abbia lavorato insieme, godi o abbia goduto di stima reciproca, etc etc impedisce a Cruciani di prendere in giro Santalmassi.

Dunque considerazioni di carattere personale prendono il sopravvento sul giochetto politico-canzonatorio contro Di Pietro e sodali.

Questo IMNSHO dimostra che Cruciani non e' l'incasellatore incallito, e il fissato anti-anti-berlusconiano che viene dipinto da tempo su questi schermi.

========

L'ipotetica contraddizione fra Minzolini e Ingroia non la vedo. Il giornalista e' pagato per esternare, il magistrato per indagare e giudicare. Come ha scritto Caroselli, quello che ha fatto Ingroia e' assolutamente inopportuno, e a un congresso IdV per giunta.

Paolo dai due neuroni culturisti ha detto...

@ t@t@:

benvenuta, in effetti mancavi tra chi ha tempo da perdere a scrivere su questo blog, invece di lavorare bene. Per invidia, ovviamente. IMHO. Magari prova ad usare il tuo cervello palestrato (!) per leggere il manifesto del blog. Dicono che possa aiutare a schiarire le idee ed evitare giudizi affrettati sul tenutario del blog.

Saluti

Paolo dai due neuroni culturisti

B ha detto...

@Vigneron: ti quoto completamente

Marco ha detto...

@T@t@
Perchè non applichi a te stessa il tuo consiglio sullo switch off evitando di leggere il Blog se ti suscita tanto livore?

authan ha detto...

Regola numero uno dei forum: DON'T FEED THE TROLL. Non date da mangiare ai troll. Ignorateli. Così andranno altrove.

Chi non sa cos'è un troll, legga qua e anche qua.

Ciao,
authan

Anonimo ha detto...

@ Tata: Sì, così, frustami, maltrattami, calpestami.. Ah, le donne, che strana invenzione!!
Hoolmari

Anonimo ha detto...

io sono un'ascoltatrice recente de La Zanzara e ieri sera per la prima volta (che io sappia....) Cruciani ha letto in trasmissione il post del giorno del blog che alle sue gesta si ispira e trae motivo di essere!

Già ne avevo il fondato sospetto che egli sbirciasse qui, magari solo per curiosità... o che commentasse in incognito … ma che si abbeverasse al Verbo di Authan e svelasse in diretta l'esistenza del blog....io personalmente non me l'aspettavo!!

:-))

Grande!!

ciao
F.

Phitio ha detto...

Vorrei lasciare qui il mio piccolo contributo.
In primo luogo, ho saputo dell'esistenza di questo blog proprio da Cruciani, ieri sera.
Bene, vuol dire cha vi segue. uol dire che si interessa a quello che dicono i suoi critici (non detrattori, che mi sembra esagerato).

In secondo luogo, sono finalmente contento di trovare un luogo per esprimere le mie opinioni su quello che dicono nella "zanzara". La ascolto praticamente tutte le sere per una mezz'ora, mentre sono nel traffico di rientro. Una buona metà delle volte mi arrabbio a sentire quel che sento, ma non è solo per colpa delle idee del conduttore: telefonano a volte dei personaggi che non puoi credere che siano veri. Ti fa pensare, al di la' di quello che senti, su come effettivamente puo' essere il panorama mentale degli italiani, in questo momento storico.

Ma tornando all'argomento, mi sembra abbastanza chiaro come l'intento censorio nei confronti delle opinioni liberamente espresse dei giudici e quelle liberamente espresse dei politici e quelle sempre liberamente espresse dei caporedattori di tg siano incasellate in tre scomparti diversi: quella delle cose importanti e sostanziali per le opinioni dei giudici, delle cose neutrali per i direttori di TG, e delle cose irrilevanti per quelle dei politici.

Mi sembra giusto. Una catalogazione implicita, nolto chiara ed attinente al valore che dovremmo dare alle opinioni di queste tre categorie. Di conseguenza, se un giudice dice qualcosa, bisogna prendere tremendamente sul serio le implicazioni politiche, sociali, legali e civili.
Se parla un direttore di tg, la cosa detta è importante finchè dura il contesto, tanto al cambio di contesto cambia anche l'opinione espressa. La media di lungo periodo viene zero, quindi sostanziale neutralità.

Il politico invece cambia opinione seguendo una funzione irrazionale a 70 variabili nascoste, quindi ignorarlo è l'unica cosa da fare, e le sue opinioni sono importanti quanto quelle mio cagnolino.


Altrimenti non si capisce perchè un politico possa passarla liscia quando dice che uno muore in carcere perchè non era abbastanza robusto da sopravvivere alle torture e alle selvagge percosse a cui sottoposto, per esempio.
Suggerirei a detto ministro di provare la propria sana e robusta costituzione non con questo sistema da femminucce dell'analisi del capello, ma di farsi percuotere allo stesso modo , fratture, lesioni interne, spina dorsale rotta, e poi rifiutare le cure non per una settimana, che è da anoressici debosciati drogati e forse sieropositivi, ma almeno due settimane. Possibilmente, cantare durante il periodo un inno politico a scelta.

Se sopravvive dimostrerà nei fatti di avere ragione.

Saluti
Phitio

Anonimo ha detto...

buongiorno, sono nuovo di queste parti, ma volevo complimentarmi con l'autore del blog e i suoi frequentatori.
ascolto cruciani perché, pur ritenendolo odioso e reazionario, è sicuramente stimolante. però mi fa paura, perché incarna alcuni dei difetti tipici dell'Italia contemporanea: su tutto, quel cinismo un po' sprezzante tipico di certi opinionisti pseudo-liberal (tutti figli di ferrara).

per altro il nostro è molto più conformista di quanto non voglia ammettere: gente così si dà un tono da libero pensatore controcorrente ma, appunto, nei fatti non fa altro che conformarsi allo status quo dominante, quello della moralità sospesa, del "è così e allora? cosa propone?", della questione morale percepita come pericolosa demagogia.

non sono un assiduo ascoltatore, ma mi pare di ricordare che negli ultimi 2 anni sia peggiorato tantassimo da questo punto di vista. possiede un'arroganza e una spocchia che prima francamente non ricordavo.

Anonimo ha detto...

La contraddizione attribuita da Authan a Cruciani mi sembra solo appararente: viene meno non appena si tenga conto del fatto che mentre Ingroia è un rappresentante di uno dei poteri dello Stato (quello giudiziario), Minzolini non lo è (al massimo può essere considerato espressione degli altri due poteri dello Stato in quanto il direttore di un telegiornale RAI è in ultima analisi riconducibile a nomine dettate dal potere legislativo ed esecutivo). Di conseguenza, Ingroia e Minzolini, per i ruoli che ricoprono, si trovano in posizioni completamente diverse rispetto all'operato del Governo e del Parlamento, ovvero del potere esecutivo e giudiziario. E ciò rende conto della possibilità di un loro diverso trattamento da parte di Cruciani. Naturalmente, ciò non rende l'argomentazione di Cruciani convincente, ma quanto meno la rende degna di attenzione. (Se esprimesse una pura e semplice contraddizione - come nel caso Cruciani affermasse che nello stesso luogo e nello stesso momento piove e non piove - sarebbe semplicemente priva di senso).


MC

PS: non sapevo dell'esistenza di questo genere di TROLL... ma allora non è forse Cruciani l'esempio pià fulgido di TROLL, nella sua versione radiofonica?!

T@t@ ha detto...

Vi leggo e leggerò, esattamente come voi ascoltate Cuciani.
Siete divertenti e convinti di avere il verbo..... Crux è un pò come il Principe del Macchiavelli, amato, odiato. Voi siete alla corte...e ascoltate...esattamente come me.
Buona vita cortigiani

T@t@ ha detto...

@Authan,
non sono un troll, anzi, vi ho trovato per caso e letti con attenzione.
E' troppo semplicistico ritenermi tale solo perchè non appartengo alla tua schiera di sub.ammiratori e condivisori. Il punto è che qui, parlate di Cruciani e lo rendete ancor più personaggio. L'importante è rendersene conto, punto. Ti saluto

authan ha detto...

Allora, tata, argomenta sempre le tue posizioni, non insultare e non sfottere sarcasticamente. Grazie.
authan

PS: Anche se per qualche commentatore e' cosi, io, che sono l'autore del blog, charisco spero UNA VOLTA PER TUTTE che questo non e' un blog anti-Cruciani. Cioe' non e' un blog che vuole far la guerra a Crux qualunque cosa dica. Non e' cosi'. Se grazie a me/noi Crux diventa piu' personaggio, va bene, non ho nulla da ridire. Anzi.

Anonimo ha detto...

"Copasir, Rutelli lascia". Missione compiuta, verrebbe da aggiungere, dopo che ha assoldato i servizi segreti per colpire il PD tramite Marrazzo.
Phequa

Anonimo ha detto...

...chi invece non lascia... è l'indossatrice di cilicio, mannaggia!

ciao
F.

Paolo il farfallone amoroso ha detto...

@ F.:

Dopo Marrazzo per i trans vorreste anche che se ne andasse la Binetti per il cilicio sadomaso?

Certo che nel PD siete proprio sessuofobi... :-)

Saluti

Paolo il farfallone amoroso

Anonimo ha detto...

@ Paolo.. du du du... da da da

...e pensare che tutto comincio' quella sera quando Sircana.....


ciao
F.

T@t@ ha detto...

@Authan,
il mio primo intervento era certamente provocatorio ma purtroppo, ho un modo di scrivere molto diretto. Se segui, invece gli altri, non sono stati teneri con me e se uno mi scrive che ho necessità di un corso di italiano (per aver scritto un post in 3 secondi), permettimi di rispondere con la web.prossemica, forse volgare, fastidiosa e irriverente. In verità non mi sembrava di essere stata così "unpolite".
In ultimo, prendere 3 righe del profilo per pigliarti per i fondelli, la dice lunga su alcuni dei tuoi partecipanti, che esigono rispetto, ma fan fatica a confrontarsi con chi si inserisce
- forse brutalmente - nella loro discussione.
Ho finito qui, mi spiace di avere smosso gli equilibri di tanti benpensanti.
Continuate così, non so che scrivere, se poi, mi dici che questo non è un blog contro Crux, ti faccio i complimenti per l'obiettività, sperando non ti offenda ulteriormente.
addio, festeggiate pure...

Anonimo ha detto...

@ T@T@

scusa cara, contravvenendo all'imput di Authan (don't feed the troll) un' ultima cosa prima che tu abbandoni il blog.
Volevo farti sapere che io (almeno) non sono una sfigata laueata con contratto a progetto frustrata fino al midollo.

Solo diplomata (ma con 60/60 e lode!!!) e con un contratto a tempo indeterminato, nella stessa azienda da oltre 20 anni!

Questo blog è delizioso e non esprime un pensiero unico anti-Crux; la presenza ad esempio di MM da Oltre-Manica e di Antonio (che a volte meriterebbe i violini eh?) lo provano.

ciao
Francesca

authan ha detto...

x Tata

Se fossi Cruciani, di fronte a queste tue ultime parole, direi

"Click...", TU-TU-TU-TU-TU,
"Stupendo..."

authan

T@t@ ha detto...

@Authan

ti rosica non essere Crux, ho capito. E' il chiaro motivo per cui sei qui a bloggare, diversamente il festeggiamento per la citazione dell'altro ieri passava in cavalleria. Una cosa ti devo, scrivi benissimo, ottima capacità di penna.Ciao, grazie.

authan ha detto...

Click...

TU-TU-TU-TU-TU

Stupendo...